Le migliori asciugatrici Beko del 2020

Confronta le migliori asciugatrici Beko del 2020 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Elena.gallina
Autore
Elena Gallina

Le asciugatrici Beko

L'asciugatrice è un grande elettrodomestico dedicato all'asciugatura del bucato che sta diventando sempre più popolare tra i consumatori italiani, soprattutto per chi non ha molte possibilità per stendere i panni all'aria aperta oppure per chi vive nelle regioni più fredde del nostro Paese.
Se state considerando l'acquisto di un'asciugatrice vi consigliamo di informarvi prima di tutto leggendo la nostra guida all'acquisto dedicata proprio a questo elettrodomestico: capirete quali sono le tecnologie oggi a disposizione, le funzioni e i programmi più diffusi, quale capacità di carico faccia al caso vostro, ma anche i consumi elettrici e conseguenti costi che vi potete aspettare da questa macchina.Asciugatrice BekoUna domanda legittima che vi potreste fare, una volta deciso di acquistare questo elettrodomestico, è se vi sia una marca in particolare che sia migliore di tutte le altre, per prestazioni, robustezza, programmi e silenziosità. Ovviamente da un marchio all'altro vi sono differenze anche significative, ma per aiutarvi nella scelta vi proponiamo in questa pagina un approfondimento sulle asciugatrici proposte da un marchio che sta diventando piuttosto popolare in Italia per il buon rapporto qualità/prezzo dei suoi prodotti: il marchio Beko.

Le origini del marchio Beko

Beko è un'impresa turca di lunghissimo corso, basti pensare che fu fondata ad Istanbul nel 1967. Da subito l'azienda si è dedicata alla produzione di elettrodomestici, spaziando dai più piccoli ai più grandi.Asciugatrice Beko logoNel 2004 Beko ha acquisito in toto il noto marchio tedesco Grundig, acquisizione che ha contribuito a rendere Beko un marchio preminente nel mercato degli elettrodomestici europeo e mondiale. Ad oggi la produzione di Beko si concentra perlopiù nella produzione di elettrodomestici a costo contenuto, senza rinunciare però a prestazioni di buon livello.

Le serie delle asciugatrici Beko

Beko propone asciugatrici a pompa di calore e a sistema ibrido dalla capacità di carico compresa tra i 7 e i 10 kg. I modelli sono organizzati, nel momento in cui scriviamo (gennaio 2020) in tre serie, a seconda delle tecnologie impiegate su ciascun modello e della rispettiva efficienza energetica. Proviamo a dare brevemente una descrizione delle caratteristiche generali che contraddistinguono ciascuna di queste serie.

Serie DRX

La serie DRX è la serie più economica delle asciugatrici Beko. Si tratta di asciugatrici a condensazione con pompa di calore, tutte con scarico continuo o in vaschetta, ben equipaggiate con un minimo 14 programmi di asciugatura che possono accomodare tutti i bisogni di base. Anche i più economici tra questi modelli sono dotati di sensore di asciugatura, che permette l'aggiustamento automatico della durata del ciclo.Asciugatrice Beko DRX732WIl punto debole di questa serie sono i consumi: la maggior parte dei modelli sono infatti in classe di efficienza energetica A++, con pochissime eccezioni che arrivano alla classe A+++ e almeno un caso che, invece, si colloca in classe A+.
Un buon esempio di asciugatrice della serie DRX che potete prendere in considerazione è la Beko DRX732W.

Serie DRY

La serie DRY è la serie per così dire "intermedia" delle asciugatrici Beko: anche in questo caso si tratta esclusivamente di modelli a condensazione con pompa di calore, con scarico continuo o in vasca. A differenza della serie DRX, però, su alcuni dei modelli della serie DRY è montato un motore inverter, e sono presenti programmi certificati WoolMark e filtri antipolvere avanzati. Un dettaglio di pregio è l'oblò con incernieratura sempre reversibile.Asciugatrice Beko DRY833CIPer quanto riguarda i consumi, quasi tutti i modelli si attestano in classe di efficienza energetica A+++, con isolate eccezioni che rimangono nella classe inferiore (A++).
Potete dare un'occhiata alla Beko DRY833CI per vedere un buon modello appartenente a questa serie.

Serie DRZ

Come si può intuire, la serie DRZ è quella più avanzata proposta da Beko. Perlopiù si tratta di modelli "classici" con pompa di calore, ma alcuni presentano invece un sistema di asciugatura ibrido: l'ibridazione consiste nell'accostare alla pompa di calore anche una resistenza elettrica.Asciugatrice Beko DRZ835BIGrazie all'azione combinata di questi due elementi l'asciugatura avviene in tempi mediamente più rapidi ma ad una temperatura inferiore, il che comporta, nel complesso, consumi energetici molto bassi.
Tutti i modelli della serie DRZ sono, non sorprendentemente, in classe di efficienza energetica A+++.

Le asciugatrici Beko e la concorrenza

La panoramica che abbiamo appena fatto sulle serie Beko è sicuramente interessante, ma acquista un significato più pieno solo nel momento in cui rendiamo conto anche delle differenze rispetto alla concorrenza, in particolare in riferimento ai marchi che, al contrario di Beko, propongono anche o esclusivamente asciugatrici di alta gamma.
Abbiamo scelto di organizzare questo paragone secondo i cinque fattori che abbiamo individuato nella nostra guida all'acquisto come fondamentali ai fini della scelta di un'asciugatrice.

1. Tecnologia

Come abbiamo potuto vedere, la stragrande maggioranza delle asciugatrici Beko adotta la più diffusa delle tecnologie di asciugatura, quella a condensazione con pompa di calore. Il sistema di asciugatura ibrido di cui abbiamo parlato in relazione ai modelli della serie DRZ è stato già proposto da altri marchi, primo tra tutti LG, che a buon diritto sono considerati gli "apripista" per quanto riguarda l'introduzione delle nuove tecnologie.Asciugatrice Beko tecnologia ibrida LGPer quanto riguarda i motori utilizzati da Beko, abbiamo visto come solo dalla serie DRY in su si trovino modelli equipaggiati con un moderno motore inverter, più silenzioso e duraturo rispetto a un motore tradizionale: la scelta di utilizzare motori tradizionali è tipica dei marchi e dei modelli di fascia bassa, infatti i brand maggiori tendono a costare di più anche perché spesso montano buoni motori anche sui loro modelli di bassa gamma.

2. Consumi

I consumi, come abbiamo visto, non sono tra i punti forti delle asciugatrici Beko: la maggior parte dei modelli è in classe di efficienza energetica A++, sebbene una consistente minoranza, soprattutto tra i modelli delle serie più avanzate, arrivi alla classe A+++.Asciugatrice Beko consumiLa tendenza del mercato, soprattutto tra le marche più all'avanguardia nell'innovazione tecnologica, è quella al ribasso: non è insolito che marchi "maggiori" quali Hotpoint-Ariston o Electrolux propongano modelli a consumi significativamente inferiori a quelli necessari per l'accesso alla classe A+++ (A+++-10%, -20%, -30% ecc.).

3. Funzioni

Anche per quanto riguarda le funzioni le asciugatrici Beko non sono particolarmente ricche. Molti modelli di altri marchi e di gamma più alta vantano funzionalità avanzate quali i sensori di peso, l'asciugatura a vapore, la possibilità di regolare per ciascun programma la temperatura e il grado di asciugatura e altre.
Tutti i modelli Beko sono equipaggiati, è vero, con un sensore di asciugatura che permette di regolare in automatico la durata del ciclo, e solo i modelli più avanzati di questo brand hanno anche la modalità "rapida" applicabile a taluni programmi.

4. Programmi

A proposito di programmi, qualunque asciugatrice Beko si presenta ben fornita di almeno 14 programmi: sono davvero tanti, e in parte suppliscono alla mancanza di funzioni avanzate. Almeno 4 di questi programmi sono infatti dedicati ai panni in cotone, con 4 diversi gradi di asciugatura, mentre almeno due sono dedicati ai capi sintetici, anche in questo caso con diversi livelli di asciugatura.Asciugatrice Beko programmiI programmi rimanenti sono tra i più classici, con poche varianti da modello a modello: lana, delicati, jeans, misti, rapido, prontostiro ecc.
La quantità di programmi a disposizione è paragonabile se non addirittura superiore a tanti modelli proposti da altri brand, ma dobbiamo sottolineare come la varietà sia in parte soltanto apparente: una macchina di gamma superiore prevede spesso funzioni di personalizzazione dei singoli programmi, per cui ad un minor numero di programmi disponibili non corrisponde necessariamente minore flessibilità.

5. Prestazioni

In quanto a prestazioni le asciugatrici Beko sono assolutamente in linea con il mercato: i modelli della serie DRX, più economici, hanno una classe di condensazione B, mentre quasi tutti i modelli delle due serie superiori ottengono una classe A.
Le emissioni sonore non sono particolarmente basse (65 dB in media), ma nemmeno possiamo dire che si tratti di asciugatrici molto rumorose. Nella media sono anche i tempi di asciugatura che, per il ciclo "Cotone", possono andare dai 160 ai 200 minuti.

I competitor del marchio Beko

Alcuni dei marchi concorrenti di Beko li abbiamo già nominati: chi sono nel dettaglio i rivali diretti di questo brand? Nella fascia bassa del mercato, quella cioè occupata dai modelli più economici, dobbiamo senz'altro nominare Candy, una marca da lungo tempo nota ed apprezzata dal pubblico italiano che propone ottime soluzioni a prezzi molto contenuti. Sono estremamente competitive nella stessa fascia di mercato anche le asciugatrici Hoover.Asciugatrice Beko concorrentiAlcuni marchi occupano invece tutti i livelli del mercato, dunque propongono tanto modelli economici quanto altri decisamente avanzati e costosi. È questo il caso di marche prestigiose come la tedesca Bosch e, in qualche misura, la svedese Electrolux e l'inglese Hotpoint-Ariston.
Infine non possiamo evitare di menzionare le marche che presidiano esclusivamente il mercato delle asciugatrici di alta gamma, su tutte Miele, un altro marchio tedesco molto noto per la sua affidabilità, e in buona misura il marchio Samsung.

Domande frequenti

Quali sono i vantaggi di un'asciugatrice Beko?

Da tutto ciò che abbiamo fin qui esposto, i vantaggi offerti dall'acquisto di un'asciugatrice Beko dovrebbero essere chiari:

  • Costo all'acquisto basso o molto basso
  • Buon numero di programmi per tutte le esigenze di base
  • Semplicità di utilizzo

Tra gli svantaggi ricordiamo consumi in molti casi ancora relativamente alti (spesso ancora in classe di efficienza energetica A++) a confronto con la tendenza al ribasso portata avanti da brand top di gamma, e l'uso sui modelli più economici di motori tradizionali (non inverter), meno duraturi e più rumorosi.

Quanto costano le asciugatrici Beko?

Vediamo allora quali sono i range di prezzo delle asciugatrici Beko, dato che questo è il principale punto di forza di questo marchio:

  • Serie DRX: dai 350 ai 440 € circa
  • Serie DRY: dai 450 ai 590 € circa
  • Serie DRZ: dai 500 ai 700 € circa

Come è evidente i modelli più economici sono venduti a prezzi davvero abbordabili, mentre i migliori sono quasi alla pari, in termini di costo, con i modelli di fascia media di altri marchi più blasonati.

Dove acquistare un'asciugatrice Beko?

Per acquistare un'asciugatrice Beko abbiamo a disposizione due grandi canali: le rivendite fisiche e i negozi online. Entrambi questi canali presentano naturalmente vantaggi e svantaggi.
Rivolgendoci ad una rivendita fisica, sia essa un piccolo negozio o un grande store appartenente ad una delle grandi catene di elettrodomestici, potremo toccare con mano l'asciugatrice prima dell'acquisto, anche se difficilmente sarà possibile vederla in azione. Inoltre, potremo procedere all'acquisto immediato, concordando anche la consegna ed installazione a domicilio (sebbene non sempre le tempistiche di consegna siano più brevi rispetto all'acquisto online).
Optando invece per uno dei tantissimi negozi virtuali che rivendono grandi elettrodomestici non potremo certamente vedere la macchina prima di acquistarla, ma potremo beneficiare senza dubbio di una selezione più ampia di modelli e acquistare ad un prezzo solitamente inferiore rispetto ai negozi fisici (i negozi virtuali non incorrono infatti in altrettante spese di gestione e di personale). Solitamente i tempi di consegna sono piuttosto brevi, ma non sempre nella consegna a domicilio è compresa la consegna al piano (soprattutto dove manca un ascensore) e bisogna sempre provvedere autonomamente all'installazione.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori asciugatrici Beko del 2020?

La tabella delle migliori asciugatrici Beko del 2020 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
Beko DRY833CI 426,99 € Recensione
Beko DRX732W 376,08 € Recensione
Beko DRX822W 348,99 € Recensione
Beko DRX721B 346,89 € Recensione
Beko DRX722W 319,90 € Recensione

Asciugatrici: tutti i prodotti recensiti

"Asciugatrice Beko": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

Smeg DHT73LIT

Migliore offerta: 463,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Candy CS4 H7A1DE-S

Migliore offerta: 399,98€