I migliori spazzolini elettrici del 2019

Confronta i migliori spazzolini elettrici del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Francesca.maculan
Autore
Francesca

5 fattori decisivi per la scelta dello spazzolino elettrico

Lo spazzolino elettrico è uno strumento per l'igiene orale alimentato a batteria (che solitamente è ricaricabile, ma alcuni modelli funzionano a pile) composto da tre elementi: una base di ricarica (che può essere più o meno piccola), un manico (dove si trovano i pulsanti di funzionamento) e delle testine, che sono rimovibili e intercambiabili.Spazzolino elettrico

Spazzolino: meglio elettrico o manuale?

Ci si chiede spesso se valga la pena investire nell'acquisto di uno spazzolino elettrico e se questo possa effettivamente garantire dei risultati più evidenti ed efficaci per la nostra igiene orale rispetto allo spazzolino da denti manuale. Ma quali sono le reali differenze tra questi due dispositivi? Prima di procedere ad analizzare i fattori rilevanti per la scelta dello spazzolino elettrico, è senza dubbio utile avere un'idea chiara sui pro e i contro di ognuna delle due tipologie, sul tipo di pulizia che essi svolgono e sugli utenti per cui l'uno è più indicato dell'altro.
Spazzolino elettrico: i vantaggi


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Semplice da usare: grazie ad alcune funzioni quali, ad esempio, la presenza di un timer che indica all'utente i giusti tempi da dedicare ad ogni parte delle arcate dentali per svolgere uno spazzolamento uniforme in tutta la bocca, usare lo spazzolino elettrico è veramente facile
  • Pulizia efficace: data la maggior potenza e velocità di movimento delle setole, lo spazzolino elettrico svolge un'azione più profonda rispetto allo spazzolino tradizionale
  • Versatile: esistono diverse tipologie di testine tra cui scegliere e in commercio la varietà è davvero ampia. Inoltre, la versatilità dello spazzolino elettrico è data anche dalla presenza di diversi programmi dedicati a specifiche tipologie di pulizia, per cui lo spazzolino elettrico è uno strumento in grado di rispondere alle più disparate esigenze di igiene orale
  • Ideale per bambini: ma anche per anziani, o più in generale per tutti coloro che possano avere più difficoltà nel maneggiare correttamente lo spazzolino manuale ed effettuare una pulizia che sia effettivamente utile
  • Più precisione: sia lo spazio interdentale che quello tra la gengiva e i denti sono sottoposti all'azione pulente delle setole dello spazzolino elettrico, che riescono più facilmente ad infilarsi negli angoli più angusti e complicati da raggiungere

Spazzolino elettrico e manuale
Gli svantaggi dello spazzolino elettrico

  • Sconsigliato in viaggio: soprattutto per piccoli spostamenti, lo spazzolino elettrico è meno pratico da portare con sé di quello manuale
  • Prezzo più alto: se paragonato ad uno spazzolino manuale, quello elettrico è infatti molto più costoso, anche se offre il vantaggio di essere uno strumento durevole ed efficace

I pro e i contro dello spazzolino manuale
Tutti, almeno per un periodo della nostra vita, l'abbiamo utilizzato per prenderci cura della nostra igiene orale. Non bisogna in realtà demonizzare lo spazzolino manuale visto che questo, se utilizzato in maniera corretta dedicando al suo uso un tempo adeguato, può rappresentare uno strumento utile ed efficace per pulire a fondo i denti. Il problema sorge però proprio nel suo corretto utilizzo, visto che non è sempre semplice muoverlo correttamente su tutte le porzioni delle arcate dentali, non solo per i bambini ma anche per gli adulti che, tra l'altro, spazzolano spesso i denti per un tempo inferiore ai due minuti raccomandati dai dentisti.
Vediamo nello specifico quali sono i vantaggi dello spazzolino manuale.

  • Comodo per viaggiare: dato il suo ingombro minimo, la sua leggerezza e la sua indipendenza dalla presenza di una presa per la corrente, lo spazzolino manuale può essere utilizzato in qualsiasi momento e in qualsiasi paese, lasciandosi trasportare con molta semplicità
  • Prezzo basso: questa tipologia di spazzolino è sicuramente la più economica attualmente in commercio
  • Non consuma energia: non necessita infatti né di pile né del collegamento alla presa della corrente

I contro di quello manuale sono invece:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Poco versatile: mentre con lo spazzolino elettrico è possibile rispondere a diverse esigenze di igiene orale con lo stesso strumento (cambiando le testine o il programma di pulizia da utilizzare), se si usa uno spazzolino manuale non si ha tale possibilità
  • Richiede più "impegno": l'utente dovrà infatti dedicare uno sforzo maggiore alle operazioni di pulizia, guidando correttamente le setole contro la superficie dentale in particolare per raggiungere gli spazi più difficili all'interno della cavità orale. Inoltre, bisognerà tenere il conto del tempo trascorso e ricordarsi di spazzolare per almeno due minuti

Quale dei due scegliere?

La scelta tra uno spazzolino elettrico ed uno manuale è sicuramente legata ad esigenze personali, sia di igiene orale che di utilizzo e budget. Sicuramente un dispositivo elettrico offre il vantaggio di una pulizia più semplice e pratica, oltre che più accurata, soprattutto per tutti quegli utenti dotati di poca manualità (si pensi soprattutto ai bimbi che devono imparare a spazzolare correttamente), oppure per chi tende ad accumulare placca e tartaro. Lo spazzolino elettrico, infatti, riesce più efficacemente a "rompere" e poi rimuovere quello strato di placca che si crea inevitabilmente sui denti e che anche lo spazzolino manuale può rimuovere, ma solo se è utilizzato in maniera corretta e per il giusto tempo, richiedendo indubbiamente uno sforzo maggiore se paragonato ad un modello elettrico.Spazzolino elettrico e manuale a confrontoVi suggeriamo di valutare l'acquisto di uno spazzolino elettrico soprattutto se avete la necessità di sbiancare i denti perché fumatori o bevitori di caffè, se avete le gengive e i denti sensibili, oppure se portate un apparecchio ortodontico. L'opzione ideale sarebbe a nostro avviso scegliere uno spazzolino elettrico per il lavaggio dei denti quotidiano e domestico, mentre quello manuale è molto indicato come modello da portare con sé in ufficio, in viaggio oppure quando non si dorme a casa.
Se, dopo aver valutato i pro e i contro di ciascuna tipologia di spazzolino pensate che quello elettrico sia per voi l’ideale, è bene tenere in considerazione i fattori più rilevanti per scegliere il modello che più risponde alle vostre esigenze. Nei paragrafi seguenti li abbiamo analizzati in modo da offrirvi una panoramica esaustiva sulle opzioni che avete a disposizione.

1. Modalità di pulizia

Come accennato sopra, lo spazzolino elettrico ha il vantaggio di poter offrire all'utente dei risultati più veloci ed efficaci se paragonati a quelli di uno spazzolino manuale. Il vantaggio principale che offre uno spazzolino elettrico rispetto a uno di tipo manuale è l'automaticità e l'intensità dei movimenti della sua testina, che assicurano risultati migliori per quanto riguarda la disgregazione della placca, richiedendo all'utente uno sforzo davvero minimo. Sia che si tratti di uno spazzolino che effettua uno o più movimenti, che siano rotatori, oscillatori, pulsanti, oppure che il vostro sia un modello con tecnologia sonica, sarà il dispositivo a compiere la maggior parte del lavoro: a differenza di quanto accade utilizzando uno spazzolino manuale, non sarà l'utente a spazzolare concretamente i denti muovendo la testina su di essi.
Come funziona? Premendo il pulsante di accensione sul corpo dello spazzolino si attiva il motore che trasmette gli impulsi alla testina: le setole di quest'ultima possono così effettuare dei movimenti che, concretamente, spazzolano i denti in profondità e li puliscono a fondo. Spazzolino elettrico modalità di pulizia a confrontoIl modo in cui uno spazzolino elettrico pulisce i denti è sicuramente il fattore più importante da considerare per essere certi di scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze di igiene orale. Ognuno di questi apparecchi, infatti, può sfruttare diverse modalità di pulizia e garantire risultati differenti. Per tale motivo, prima di scegliere è importante conoscere le possibilità esistenti, in modo da selezionare il dispositivo più idoneo a soddisfare le proprie aspettative. La modalità e qualità della pulizia effettuata da uno spazzolino elettrico è data dall'azione congiunta di tre elementi:

  • Il tipo di movimenti che lo spazzolino effettua sui denti;
  • I programmi di pulizia che questo include;
  • Il tipo di materiale con cui sono realizzate le setole.

Tipi di movimento dello spazzolino

Per quanto riguarda il primo elemento, sappiamo che gli spazzolini possono compiere diversi tipi di movimenti, singoli o multipli, per strofinare bene i denti e raggiungere gli spazi più angusti. Questi movimenti possono essere di varie tipologie:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Oscillazione: sono dei veloci movimenti in due direzioni su uno stesso asse;
  • Rotazione: è il movimento rotatorio orario e antiorario delle setole, che serve a farle penetrare in ogni piccolo spazio;
  • Pulsazione: consiste in un picchiettare della testina contro la superficie del dente, in modo da “frantumare” lo sporco;
  • Tecnologia sonica: le setole che ne sono dotate compiono dei "micro" movimenti oscillando con una frequenza particolarmente elevata. Gli spazzolini dotati di questa tecnologia sono prodotti da marchi come Philips e Foreo e potete vederne un esempio nella foto seguente:

Spazzolino elettrico a tecnologia sonicaLa velocità e la tipologia di movimenti delle setole sono le caratteristiche che rendono un apparecchio più o meno efficace nell’operazione di pulizia, e incidono sul prezzo e sulla qualità dello spazzolino.
Tra i maggiori produttori di strumenti per l'igiene orale, troviamo la Oral-B che si distingue per lo sviluppo di due tecnologie: la tecnologia 2D, vale a dire che la testina dello spazzolino oscilla e ruota, e la tecnologia 3D, che prevede una testina che pulsa, ruota e oscilla in maniera simultanea. Il secondo leader del settore è Philips, che si caratterizza invece per la produzione di spazzolini a tecnologia sonica, le cui testine agiscono oscillando molto velocemente. Recentemente, anche Foreo ha immesso sul mercato spazzolini elettrici di questo tipo; gli spazzolini Foreo si distinguono anche per il design molto particolare, non solo nella struttura ma anche nei materiali utilizzati, che, come vedremo, sono pensati per un programma di pulizia molto specifico.

Programmi di pulizia/spazzolamento

Come dicevamo in precedenza, l’altro elemento che costituisce il fattore relativo alla pulizia è quello dato dai diversi programmi di spazzolamento che questi apparecchi offrono: ognuno di essi prevede una specifica durata, dei particolari movimenti e l’utilizzo di una testina dedicata, tutto allo scopo di ottenere uno specifico tipo di pulizia del cavo orale.
Infatti anche la forma, i materiali, la durezza e le dimensioni della testina e delle setole influiscono sul tipo di pulizia che è possibile ottenere: alcuni modelli, ad esempio, prevedono degli inserti in gomma o in altri materiali che hanno la specifica funzione di lucidare i denti, di rimuovere i residui di cibo dallo spazio interdentale oppure di rendere l’azione di spazzolamento più dolce in modo da non danneggiare denti o gengive particolarmente delicati.Spazzolino elettrico trattamento denti e gengiveUna considerazione a parte va fatta per gli spazzolini elettrici Foreo, che si differenziano in maniera evidente dagli spazzolini elettrici più tradizionali per struttura e materiali utilizzati. La loro testina "ibrida" unisce, ad esempio, setole esterne in silicone medico e setole interne in PBT, un polimero molto resistente. Inoltre, in virtù della sua forma più allungata rispetto alle testine tradizionali, questa testina riesce a trattare contemporaneamente denti e gengive: queste ultime vengono delicatamente massaggiate e pulite dalle setole in silicone, mentre le setole interne agiscono direttamente sui denti per una pulizia più energica e decisa. Oltre alla testina ibrida, la Foreo ha realizzato per i suoi spazzolini elettrici anche una testina interamente in silicone, per un'azione più delicata, e una testina pulisci lingua, anch'essa interamente in silicone; quest'ultima si distingue per una forma a V, progettata non solo per adattarsi perfettamente alla lingua, ma anche per ridurre il senso di nausea che potrebbe insorgere durante la pulizia del cavo orale. Il retro di tutte le testine Foreo, infine, presenta una serie di onde concentriche, pensate per pulire e massaggiare le guance dall'interno.Spazzolino elettrico Foreo pulisci lingua siliconeIn generale, potremmo dire che i principali programmi di spazzolamento esistenti sono i seguenti:

  • Pulizia quotidiana: prevede uno spazzolamento standard che dura circa 2 minuti;
  • Effetto sbiancante: viene effettuato attraverso dei movimenti particolari e una testina i cui materiali sono ideati per rimuovere le macchie dai denti e renderli più bianchi; alcuni modelli sono provvisti di questi specifici programmi di pulizia grazie ai quali lo spazzolino è in grado di variare la velocità delle setole in modo da sbiancare e lucidare a fondo i denti, spesso prolungando leggermente i tempi standard di due minuti di spazzolamento;
  • Denti sensibili: si tratta di programmi automatici di lavaggio che esercitano meno pressione durante il movimento della testina, oppure movimenti oscillanti in grado di offrire un effetto massaggiante per prendersi cura di gengive e denti sensibili. Alcuni modelli, inoltre, permettono di regolare l'intensità del movimento della testina in modo da adattarla alla propria situazione di delicatezza gengivale o dentale;
  • Cura delle gengive: prevede movimenti oscillanti in grado di offrire un effetto massaggiante per prendersi cura delle gengive sensibili.

Spazzolino elettrico programmiEsistono poi spazzolini che includono altri programmi ancora, come quello lucidante, oppure quello dedicato ad una pulizia più intensa, che impiega tempi di spazzolamento oltre lo standard di due minuti. Ovviamente, in commercio sono presenti anche degli spazzolini elettrici che non prevedono nessun programma specifico oltre alla pulizia quotidiana, il che non significa che questi siano meno efficaci nell'ottenimento di una corretta igiene orale, ma che sono meno indicati per chi voglia un modello versatile e per chi abbia una particolare esigenza come, ad esempio, quella di sbiancare i denti perché fuma o beve molto caffè.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Idropulsore

Alcuni spazzolini elettrici sono detti "integrati", ovvero prevedono anche un idropulsore all'interno della propria struttura, offrendo quindi un presidio aggiuntivo che permette di completare l’azione di igiene orale profonda iniziata dallo spazzolino, e renderla ancora più efficace e simile alla pulizia professionale del dentista. L’idropulsore ha la forma di uno spazzolino elettrico ma non è provvisto di setole, quindi non spazzola ma si basa sull’azione pulente di un getto d’acqua. Per intenderci meglio, questo strumento per l’igiene orale è una sorta di “pistola” che emette dei getti d’acqua ad una potenza (variabile e selezionabile dall'utente) che è in grado di rimuovere i residui di cibo tra gli spazi dentali, i batteri e altra sporcizia che può accumularsi nel solco tra le gengive e i denti. L'idropulsore svolge anche un’azione massaggiante benefica per la buona salute delle arcate gengivali.
Inoltre, questo strumento, oltre che per la pulizia di denti, lingua e gengive, è particolarmente indicato per coloro che portano apparecchi ortodontici, impianti o protesi.
Per quanto riguarda le modalità di pulizia, queste non sono numerose visto che il principio di funzionamento è molto semplice e solo alcuni modelli prevedono la possibilità di scegliere tra getti d’acqua dritti oppure rotanti oppure la possibilità di associare al getto d'acqua anche uno d'aria.Spazzolino elettrico idropulsoreInoltre, oltre che con l’acqua, l’idropulsore può essere utilizzato anche con un collutorio specifico, qualora si avessero particolari esigenze d’igiene orale.
Per saperne di più sulle caratteristiche di questo tipo di strumento, potete trovare tutte le informazioni nella nostra guida all'acquisto dell'idropulsore.

Come usare lo spazzolino elettrico?

Oltre a conoscere i tipi di movimento e le diverse modalità di pulizia, è importante sapere come lavare i denti con uno spazzolino elettrico in modo efficace e corretto, soprattutto se siete appena passati da uno manuale ad uno automatico. Lo spazzolino elettrico è un ottimo alleato per avere una buona igiene orale perché aiuta nell'esecuzione della corretta tecnica di spazzolamento sia in termini di movimenti da effettuare che di tempo da dedicare al lavaggio dei denti. Ad ogni modo è utile conoscere i vari passaggi da compiere, che andiamo a vedere qui sotto.
Quali movimenti effettuare?
Una volta applicato il dentifricio sulla testina, e dopo averla leggermente inumidita sotto acqua corrente, l'utente dovrà accendere lo spazzolino, dopo averne posizionato la testina all'interno della bocca, e preoccuparsi solamente di spostarlo correttamente lungo le arcate dentali.Spazzolino elettrico come usarloSono tre le superfici dentali che è importante preoccuparsi di pulire a fondo durante il lavaggio dei denti:

  • Superficie esterna: per pulire l'esterno dei nostri denti, bisognerà posizionare la testina sul dente (in posizione orizzontale se si tratta di una testina lunga e non di quella rotonda) e semplicemente scorrere man mano lungo il bordo gengivale in direzione orizzontale, passando da dente a dente e assicurandosi di soffermarsi per un paio di secondi su ogni dente. Bisognerà inclinare leggermente la testina per pulire anche gli spazi interdentali
  • Superficie interna: per pulire la parte interna dell'arcata bisognerà passare lo spazzolino su ogni dente come per l'esterno, preoccupandosi di spazzolare anche i denti posteriori, come potete vedere nella foto seguente. Ricordate, inoltre, che è buona norma quando si pulisce questa sezione soffermarsi un po' più a lungo sugli incisivi inferiori, che è la porzione più critica della nostra bocca, quella in cui con più facilità si formano accumuli di tartaro.
  • Superficie masticatoria: l'ultima parte da spazzolare è la superficie superiore dei denti, quella che utilizziamo per masticare. Questa porzione è molto semplice da pulire poiché basterà semplicemente scorrervi lentamente sopra con lo spazzolino in azione.

Non dimenticate che anche i denti più nascosti, come i molari posteriori, devono essere accuratamente spazzolati e, qualora l'operazione risultasse difficile, è possibile utilizzare una testina di dimensioni più piccole, se necessario.
Il giusto tempo di spazzolamento
Le tre fasi sopraelencate, che servono, come abbiamo detto, a pulire le tre diverse superfici dentali, devono essere ripetute in tutte le parti della, bocca che dev'essere infatti pulita in maniera omogenea e per la giusta durata. Per fare ciò bisogna:

  • Dividere la bocca in 4 quadranti: idealmente, immaginare che ognuna delle due arcate dentali venga divisa a metà da una linea verticale, ottenendo così quattro gruppi di denti che devono essere puliti uno per volta
  • 30 secondi per ogni porzione: visto che il tempo di spazzolamento suggerito come ideale con uno spazzolino elettrico è di 2 minuti, bisognerà pulire le tre superfici dentali (interna, esterna e masticatoria) di ogni quadrante per un totale di circa 30 secondi, soffermandosi su ogni dente della porzione per qualche secondo

Molti spazzolini elettrici in commercio sono dotati di un timer, ovvero un sistema di segnalazione acustico o tramite vibrazione che si aziona ogni 30 secondi, in modo da suggerire all'utente che è il momento di passare ad un'altra porzione dell'arcata dentale. Al termine dei 2 minuti di pulizia, alcuni spazzolini elettrici emettono un ulteriore segnale vibrante o sonoro, ma questa volta con un tono diverso, per segnalare che la pulizia può considerarsi conclusa, mentre altri addirittura si spengono automaticamente.
Spazzolino elettrico tempo di spazzolamento

2. Funzioni

Il fattore funzioni si riferisce a tutte quelle caratteristiche che contribuiscono a rendere l'utilizzo dello spazzolino elettrico più agevole ed efficace, oltre che ad impreziosire il prodotto, aumentando così anche il suo prezzo.
Bisogna premettere che le funzioni di uno spazzolino elettrico aumentano non solo in base al suo costo ma anche, e soprattutto, in base al tipo di alimentazione che questo possiede. Come vedremo più avanti, infatti, solo i modelli con batteria interna sono più versatili, mentre un prodotto con supporto di ricarica a pile non include nessun tipo di funzione, ad esclusione di quella di accensione e spegnimento per utilizzare lo spazzolino.
Ecco un elenco di tutte le funzioni esistenti per gli spazzolini elettrici:

  • Timer: un sistema attraverso il quale lo spazzolino emette una vibrazione, per avvisare l’utente che ogni 30 secondi dovrebbe cambiare arcata dentale e, trascorsi 2 minuti totali, che il tempo di pulizia ottimale raccomandato dai dentisti è stato raggiunto;

Spazzolino elettrico con timer

  • Sensore di pressione: un dispositivo luminoso posizionato sul manico dello spazzolino, che diventa rosso per segnalare quando durante lo spazzolamento si sta esercitando una pressione eccessiva contro denti e gengive, che potrebbe essere dannosa per la salute del cavo orale;
  • Impostazione intensità: alcuni spazzolini elettrici permettono di impostare un livello di potenza adeguato alle proprie esigenze, utile soprattutto in caso di denti sensibili o per fare un utilizzo condiviso dello spazzolino, che può così adattarsi a persone diverse;
  • Bluetooth: alcuni spazzolini più avanzati prevedono una connettività Bluetooth attraverso la quale è possibile collegarli al proprio smartphone, per registrare i propri progressi quotidiani e ricevere indicazioni per lo spazzolamento in tempo reale;
  • Intensità graduale: detta Easy start, è una funzione presente in alcuni spazzolini della Philips grazie alla quale lo spazzolino aumenta gradualmente la potenza in modo autonomo durante i primi 14 giorni di utilizzo, per aiutare l'utente a familiarizzare con il suo uso.

3. Alimentazione

L’alimentazione di uno spazzolino elettrico è sicuramente un fattore che gioca un ruolo molto importante nella differenziazione di un modello dall’altro, e che quindi vi suggeriamo di tenere presente nella scelta del modello più adatto alle vostre esigenze.
Infatti, al variare del tipo di batteria, variano non solo le prestazioni e l'autonomia, ma anche la fascia di prezzo in cui questi prodotti vengono inseriti.
Principalmente, ci sono solo due tipi di alimentazione possibili per uno spazzolino elettrico:

  • Spazzolini a batterie sostituibili: funzionano con le classiche pile stilo, che devono essere sostituite ogniqualvolta terminano la carica;
  • Spazzolini con batteria interna fissa: questa può essere, come vedremo sotto, al litio o Ni-MH, e si ricarica tramite una base fornita in dotazione. Alcuni spazzolini prevedono un doppio o anche triplo sistema di ricarica: si tratta di modelli che, oltre alla base tradizionale per ricaricare la batteria, prevedono anche la ricarica tramite cavo USB, tramite "bicchiere di ricarica" oppure tramite la custodia da viaggio.

Nelle prossime sezioni vedremo alcuni aspetti da valutare relativamente all'alimentazione dello spazzolino elettrico.

Alimentazione, funzioni e prestazioni

In generale i modelli con base di ricarica vantano numerose funzioni, e possono garantire un'autonomia e delle prestazioni più elevate dei modelli con pile che, invece, sono molto essenziali (oltre che molto più economici) e hanno delle prestazioni che dipendono principalmente dal tipo di pila che si sceglie di utilizzare. Bisogna precisare che gli spazzolini elettrici integrati, ovvero quelli che dispongono anche di idropulsore, funzionano esclusivamente con base di ricarica: non esistono modelli con pile sostituibili.
Nell'immagine seguente potete vedere tre spazzolini elettrici, di cui i primi due sono modelli dotati di base di ricarica: quello al centro ha una base "tradizionale", mentre l'altro si distingue per una base speciale che funge anche da bicchiere per sciacquarsi i denti o riporre lo spazzolino dopo l'uso. Il terzo modello, di marca Foreo, non prevede però nessuna base di ricarica: in questo caso, infatti, il cavo di ricarica può essere collegato direttamente alla base dello spazzolino.
Spazzolino elettrico sistemi di ricarica

Tipo di alimentazione e modalità di pulizia

Un altro parametro che varia in base al tipo di batteria di cui è dotato uno spazzolino è il tipo di pulizia che si può ottenere: con gli spazzolini a pile è l’utente che deve eseguire manualmente l’operazione di spazzolamento, muovendo l’apparecchio avanti, indietro e lateralmente su tutti i denti, un po’ come si fa con uno spazzolino manuale.
Al contrario, uno spazzolino con base di ricarica è completamente automatico e l’utente dovrà solo poggiarlo sulla superficie dentale ed azionarlo, dopo aver scelto la modalità di pulizia desiderata. Solitamente il timer avvisa quando è ora di passare a un'altra porzione di arcata dentale.

Batteria interna: al litio o Ni-MH?

I modelli con base di ricarica, come dicevamo, sono più cari e si suddividono a loro volta in due sottocategorie: gli spazzolini con batteria al litio e gli spazzolini con batteria Ni-MH. Entrambe sono tecnologie valide, ma ci sono alcune differenze.
La batteria al litio è quella più performante, e assicura una perdita della carica più lenta, offre un mantenimento delle prestazioni sempre elevate lungo tutta la vita dello spazzolino e, per tali motivi, rende il prezzo di uno spazzolino che ne è dotato più alto rispetto a quello di un modello con batteria Ni-MH.
La maggior parte degli spazzolini elettrici dotati di batteria interna al litio ha un'autonomia che può andare dai 7 giorni (è il caso dei modelli Braun) ai 10 giorni circa (come gli spazzolini Philips); in tempi recenti, però, Foreo ha immesso sul mercato gli spazzolini elettrici Issa 2, provvisti di batteria al litio, che promettono fino a ben 365 giorni di utilizzo a fronte di una sola ora di ricarica.
Spazzolino elettrico caricatore USBLe batterie Ni-MH, sebbene durino a lungo, vedono le loro prestazioni a livello di potenza erogata e autonomia calare nel tempo rispetto agli utilizzi iniziali (questo è il temuto "effetto memoria"). Alcuni modelli, come raffigurato nell'immagine precedente, possono avere anche la possibilità di doppia presa, standard e USB.

È possibile sostituire la batteria di uno spazzolino elettrico?

No, non è sostituibile quasi mai e, anzi, la maggior parte dei produttori scoraggia tale pratica che può rovinare lo spazzolino in maniera irreversibile e, tra l'altro, anche se sostituita, la batteria potrebbe non assicurare delle prestazioni sempre ottimali. Gli spazzolini elettrici sono dotati di sistemi di alimentazione ideati per durare davvero numerosi anni, motivo per cui, una volta esaurito il ciclo di vita della batteria, bisognerebbe semplicemente sostituirli e cominciare da zero, con un modello nuovo e capace di ottime performance.
Questo discorso non vale ovviamente per i modelli alimentati a pile stilo ma solo per quelli a batteria interna, al litio o Ni-MH.

4. Struttura

La struttura di uno spazzolino elettrico è un fattore decisivo nella scelta di un modello perché questa condiziona l'uso pratico del dispositivo per diversi motivi che ora illustreremo.
Innanzitutto, bisogna verificare che l'ingombro che la struttura comporta corrisponda effettivamente allo spazio a disposizione che si possiede per collocare lo spazzolino, così come è importante prestare attenzione alla possibilità di alloggiare adeguatamente le varie testine, soprattutto laddove si faccia un utilizzo condiviso dello spazzolino.
Spazzolino elettrico strutturaPrima di selezionare lo spazzolino più adatto alle proprie esigenze è dunque bene controllare alcuni elementi relativi alla sua struttura che sono i seguenti:

  • Base di ricarica: questo componente, che è ovviamente sempre incluso nei modelli che prevedono la ricarica tramite presa di corrente elettrica, può variare in dimensioni e forma. Possiamo trovare basi piccole e tonde, o altre più ampie che, come vedremo a breve, permettono anche di alloggiarvi delle testine. Alcuni modelli hanno un “bicchiere di ricarica”, che funziona da normale bicchiere e da base di ricarica per lo spazzolino allo stesso tempo;
  • Vano per riporre le testine: è incorporato nella base di ricarica, può variare in dimensioni permettendo di ospitare generalmente da una a quattro testine di ricambio e, in alcuni modelli, questo vano funziona anche da sterilizzatore, sfruttando una tecnologia a raggi UV per igienizzare la testina. Negli spazzolini che prevedono anche l'idropulsore integrato, il vano per riporre i ricambi è sempre incluso e può contenere, in base al modello, da due a sei testine;
  • Possibilità di attacco a parete: alcuni modelli, soprattutto quelli più ingombranti, permettono di essere posizionati sulla parete accanto al proprio lavandino, per occupare meno spazio sul piano di lavoro del bagno;
  • Maneggevolezza: bisognerà prestare attenzione alla comodità d'impugnatura del manico dello spazzolino, nonché al suo peso, soprattutto qualora si volesse condividere l'utilizzo dell'apparecchio con bambini o adolescenti. A tal proposito, esistono comunque degli spazzolini elettrici ideati per i più piccoli, con una struttura sia del manico che delle testine più consona alle loro caratteristiche. Esistono, infine, anche dei veri e propri spazzolini elettrici da viaggio che, infatti, funzionano solitamente con pile e solo molto piccoli e leggeri.

5. Accessori

Un altro fattore da tener presente per scegliere quale spazzolino elettrico acquistare è il numero di accessori di cui l’apparecchio è dotato.
In realtà, è necessario fare una piccola precisazione iniziale: anche un modello base, di quelli economici ed essenziali che prevedono solo il manico dello spazzolino con testina e la base di ricarica (o, nel caso di uno spazzolino che funzioni a pile, neanche quella), è assolutamente in grado di fare il suo lavoro con efficacia, in quanto gli accessori che gli spazzolini possono prevedere sono degli “extra” pensati per rendere l’operazione di pulizia più confortevole, semplice e pratica, ma non influenzano in maniera radicale i risultati ottenibili in termini di igiene.Spazzolino elettrico tipi di testinaInoltre, non bisogna dimenticare che più accessori accompagnano lo spazzolino, più questo modello sarà pregiato e costoso.
Che cosa possiamo trovare, dunque, in dotazione ad uno spazzolino elettrico? Qui di seguito vi riportiamo una lista completa di tutti gli accessori esistenti.

Testine incluse

In base alla fascia di prezzo, varia il numero di ricambi che sono inclusi nella confezione al momento dell’acquisto. La regola, che sembra valere per praticamente tutti i brand, è la seguente: più essenziali ed economici sono gli spazzolini elettrici, meno testine sono previste in dotazione. Il numero varia da una a cinque, ma ogni testina è comunque acquistabile separatamente. In commercio esistono testine di forme e tipi diversi che, come abbiamo avuto modo di vedere nel paragrafo dedicato al fattore relativo alle modalità di pulizia, sono ideate per realizzare degli specifici programmi di spazzolamento, in base alle esigenze personali di igiene orale.
In ogni caso, sia che possediate già uno spazzolino elettrico, sia che vogliate acquistarne uno per la prima volta, avrete bisogno di chiarirvi le idee sulla giusta testina da associarvi. Troverete infatti dei ricambi che differiscono in forma, dimensioni e materiali, ideati spesso per ottenere specifici risultati per la propria igiene orale.
Ma come scegliere la testina più adatta per le vostre esigenze?
Dimensioni e forma delle testine
In base al tipo di dentatura su cui lo spazzolino elettrico andrà ad effettuare la pulizia, è bene scegliere la giusta forma e dimensione della testina. Come si vede dalla foto sottostante, per quanto riguarda la forma, esistono in commercio due tipi di testine: quelle dalla forma rotonda e quelle dalla forma allungata, simile a quella di uno spazzolino elettrico manuale.
La scelta tra le due è legata prevalentemente ad una preferenza personale, magari per comodità. La dimensione della testina, invece, è variabile in base al soggetto che utilizzerà lo spazzolino (ad esempio, un adulto oppure un bambino). Le testine più grandi, ad esempio, sono escluse per i bambini, e sono inadatte a raggiungere efficacemente quegli spazi più piccoli ed angusti del cavo orale, condizioni per cui è invece meglio usare testine dalle dimensioni ridotte.
Spazzolino elettrico dimensioni e forma testineAd ogni esigenza di igiene orale la sua testina
Oltre a differenziarsi per grandezza e forma, le testine dello spazzolino elettrico si distinguono l'una dall'altra anche per il tipo di setole che utilizzano e la conseguente azione di pulizia che sono idonee a realizzare. La maggior parte dei marchi che si occupano della produzione di spazzolini elettrici al giorno d'oggi produce anche una vasta gamma di testine di ricambio diverse, in modo da poter rispondere ad alcune o a tutte le esigenze di igiene orale. Nell'elenco che segue vediamo quali sono le più diffuse di queste esigenze:

  • Pulizia standard: tutti i marchi producono testine ideali per la pulizia di tutti i giorni e per soggetti che non abbiano particolari esigenze o problemi di igiene orale
  • Denti sensibili: le testine dedicate a chi ha questo problema sono ideate per una pulizia profonda ma delicata. Troviamo infatti delle setole molto più morbide rispetto alle testine tradizionali, in modo da effettuare una pulizia più dolce per chiunque abbia problemi di sensibilità dentale e/o gengivale
  • Pulizia più profonda: queste testine possono essere di diversi tipi come, ad esempio, quelle studiate per rimuovere più placca o per pulire più a fondo gli spazi tra dente e dente. Sono ideate per soggetti che abbiano bisogno di un'azione più mirata ed energica per mantenere la bocca pulita e fresca
  • Sbiancare i denti: nel caso di macchie o denti ingialliti, è possibile utilizzare testine la cui forma e i cui materiali (spugnette lucidanti o setole gommate) sono in grado di offrire una pulizia mirata e più efficace; si tratta di testine dotate di setole tradizionali a cui si aggiungono degli inserti di materiali particolari che riescono a sbiancare e lucidare i denti nel giro di poche settimane da quando si inizia a farne un utilizzo regolare
  • Per apparecchi ortodontici: sono testine caratterizzate da una particolare disposizione e configurazione delle setole, spesso a forma di V, in grado di pulire attorno alle parti metalliche dell’apparecchio
  • Pulizia per bambini: si tratta di testine dalle setole più morbide e dalle dimensioni ridotte, adatte a trattare il cavo orale dei bambini. L'ideale è associare tali testine a manici ideati sempre per bambini, in modo da offrire loro non solo la giusta testina, ma anche uno spazzolino elettrico che compia movimenti adatti alla loro dentatura e che sia facilmente manovrabile dai più piccoli.

Tutte le testine sono compatibili con ogni spazzolino elettrico?
Solitamente, e questa regola vale per i due maggiori produttori di spazzolini elettrici, che sono Oral-B e Philips, la maggior parte delle testine di un marchio è compatibile con quasi tutti i manici esistenti della stessa casa produttrice. Qualora non fosse possibile associare una specifica testina ad un dispositivo è sempre specificato sul sito del marchio così come sulle confezioni dei singoli prodotti e sulle loro schede tecniche. Vi ricordiamo che gli spazzolini che assicurano un'ampia compatibilità con tanti tipi di testine differenti permettono di disporre di un prodotto in grado di realizzare una pulizia dei denti molto più versatile visto che ampliano le possibilità di trattare non solo dentature che necessitino di un lavaggio standard, ma anche denti sensibili, gengive delicate o magari denti da sbiancare.

Custodia da viaggio

Questo accessorio è un privilegio dei modelli più cari e consiste in una custodia rigida pensata per riporre il proprio spazzolino, generalmente con una testina, e trasportarlo con sé in borsa o in valigia. Inoltre, alcuni modelli ancor più sofisticati, includono anche un astuccio separato per custodire l’alimentatore oppure hanno una custodia da viaggio ricaricabile tramite porta USB del portatile o tramite presa a muro. Spazzolino elettrico con custodia rigida

Altri extra

Ci sono alcuni spazzolini più avanzati che sono dotati di accessori “extra” o di lusso. Ad esempio, alcuni modelli della Oral-B prevedono un display wireless separato dallo spazzolino chiamato SmartGuide che serve a indicare visivamente quanto tempo dedicare ad ogni arcata dentale, guidandovi nel processo di pulizia e inviandovi anche dei messaggi di incoraggiamento. Altri modelli della Philips, invece, includono in dotazione un bicchiere che funziona come ausilio per sciacquare i denti e come base di ricarica.Spazzolino elettrico con bicchiere caricabatteria

Altri fattori da tenere in mente per la scelta dello spazzolino elettrico

Il materiale è importante?

Per quanto riguarda i materiali utilizzati, possiamo dire che non esiste una grandissima varietà di materie tra cui scegliere per la produzione di uno spazzolino elettrico. Quasi tutti i marchi, dunque, propongono prodotti che sono in effetti realizzati con l’impiego degli stessi materiali: plastica resistente e inserti in gomma per garantire un’impugnatura ergonomica e stabile dell’apparecchio. Per tale motivo non è molto importante valutare i materiali in sé, ma consigliamo di affidarsi a marchi conosciuti come Philips, Oral-B e Foreo per avere la certezza che questi materiali impiegati siano di alta qualità, antiallergici e non tossici.

La marca è importante?

Bisognerebbe sempre preferire delle aziende che risultino presenti anche nella fase di post-vendita, qualora aveste bisogno di riparare l’apparecchio, acquistare un pezzo di ricambio oppure contattare un servizio di assistenza clienti per qualsiasi evenienza, oltre che, come detto, per avere garanzie sulla qualità dei materiali impiegati. Nell'ambito della produzione di spazzolini elettrici, il marchio leader indiscusso del settore è sicuramente la Braun, con la sua linea Oral-B diffusissima e di ottima qualità. A seguire, troviamo la Philips che, sebbene meno popolare della prima, è una marca che offre prodotti efficienti e funzionali. Da qualche anno a questa parte, poi, l'azienda svedese Foreo ha immesso sul mercato il primo spazzolino elettrico realizzato interamente in silicone medico, registrando un certo successo tra gli utenti. La tabella seguente riassume le principali caratteristiche che riguardano questi tre marchi:

Caratteristiche Oral-BPhilips Sonicare Foreo
Tecnologia2 o 3 movimenti tra vibrazione, oscillazione e rotazioneSonica Sonica
Programmi di pulizia automatici
Modelli per bambini
Gamma di testineMolto ampiaAmpia Buona
Sensore di pressioneNo No
Vano per testinePresente su alcuni modelli Assente Assente
Sistema di ricaricaCon base classicaBase classica, custodia da viaggio, cavo USB, bicchiere di ricarica Cavo USB
Custodia da viaggioPresente su alcuni modelliPresente su alcuni modelliPresente

Ultimamente, infine, anche la Panasonic sta guadagnando sempre più spazio nell'ambito della vendita di spazzolini elettrici ed idropulsori.

Il prezzo è importante?

Il prezzo degli spazzolini elettrici può variare in maniera considerevole da un modello all'altro: sul mercato troviamo modelli dal costo di circa 10 € fino a modelli che invece costano 200 €.
Come mai una tale variazione? Innanzitutto, specifichiamo che non è detto che l’acquisto di un prodotto caro sia sinonimo di garanzia, né allo stesso modo è certo che la scelta di un modello più economico vi deluderà necessariamente.
Se sarete consapevoli delle prestazioni che un prodotto appartenente ad una determinata fascia di prezzo può garantirvi, allora resterete senz’altro soddisfatti del prodotto che sceglierete. Quello che è importante sapere prima dell’acquisto di uno spazzolino elettrico, infatti, è che il prezzo è un valore indicativo di alcune caratteristiche del prodotto in questione, quali le funzioni o gli accessori di cui è dotato, il tipo di alimentazione che prevede e i tipi di programmi di pulizia che può offrire.
Il prezzo è quindi un fattore importante perché vi aiuta a includere oppure escludere dalla lista dei modelli tra cui volete scegliere il vostro spazzolino elettrico: se, ad esempio, vi interessa un prodotto che abbia una custodia da viaggio inclusa oppure un modello per tutta la famiglia con vano per riporre le testine, dovrete ovviamente guardare a modelli di fascia di prezzo medio-alta e alta. Al contrario, se state cercando il vostro primo spazzolino elettrico o, magari, desiderate un modello basic senza troppe pretese, allora uno spazzolino di fascia di prezzo bassa farà al caso vostro senza deludervi. O, ancora, se siete interessati ad un modello integrato, quindi con spazzolino ed idropulsore in un unica base, immaginerete bene che il prezzo salirà visto che è come acquistare due prodotti differenti.
Inoltre, riflettete sul fatto che gli spazzolini con base di ricarica, ad esempio, comportano un investimento iniziale più alto ma si rivelano, in una prospettiva a lungo termine, più convenienti di quelli con funzionamento a pile visto che, dureranno più a lungo e non comporteranno le spese di acquisto delle batterie di ricambio.

Domande frequenti sullo spazzolino elettrico

Come pulire lo spazzolino elettrico?

Lo spazzolino da denti, sia esso elettrico oppure manuale, è uno strumento che si utilizza quotidianamente, ideato per assicurare una buona igiene all'interno del cavo orale. Ma come si fa a mantenere pulito e sicuro il proprio spazzolino elettrico?
Forse non tutti sanno, ad esempio, che le setole della testina possono essere soggette all'accumulo di batteri, ed è importante pulirla correttamente in modo da scongiurare così l'ipotesi di lavarsi i denti con uno strumento sporco che potrebbe causare danni invece che aiutarci ad avere un sorriso sano e pulito.

Come pulire la testina

La parte più importante ma anche vulnerabile dello spazzolino elettrico e di quello manuale è la testina, perché questa è la parte che viene a contatto con la nostra bocca e che è sempre esposta agli agenti esterni quali polvere, batteri e accumulo di sporcizia tra le setole che la compongono. Ci sono alcuni semplici ma utili accorgimenti che è possibile adottare per assicurare una maggiore igiene di questo elemento:

  • La testina deve asciugarsi: ogni volta che ci si lava i denti, è fondamentale lasciare alle setole della testina il tempo di asciugarsi in maniera completa prima di un nuovo utilizzo. Per questo motivo, non bisogna riporre lo spazzolino in uno spazio angusto (ad esempio, a testa in giù in un bicchiere porta spazzolini o all'interno di una custodia) e si dovrebbe evitare di posizionare un copri testina finché questa non è asciutta per evitare la formazione di umidità, terreno fertile per il proliferare di batteri
  • Non coprirla costantemente: molte persone temono che, lasciando la testina del proprio spazzolino esposta all'aria, questa possa essere soggetta ad una maggiore possibilità di accumulare batteri e sporcizia, ma questa convinzione è erronea. Non c'è infatti bisogno di riporre lo spazzolino in un astuccio o di coprire la testina quando si è in casa visto che, al contrario, è proprio il posizionamento di questa all'interno di uno spazio chiuso e poco areato a creare un ambiente umido che può favorire lo sviluppo di batteri di vario tipo. L'ideale è quindi conservare il proprio prodotto in posizione verticale in un bicchiere porta spazzolino, oppure utilizzare appositi vani porta testine qualora presenti, ma anche dei porta spazzolini che consentano però un continuo ed adeguato passaggio dell'aria, tramite piccoli fori sulla superficie
  • Proteggerla quando si è in viaggio: se si trasporta con sé lo spazzolino quando si viaggia, quando ci si reca in ufficio oppure in palestra, è necessario ricoprire la testina in maniera corretta ed evitare assolutamente di tenerla "sparsa" in borsa o in un beauty case. Anche avvolgerla con della carta non è sufficiente: non è infatti una protezione adeguata. In queste situazioni, quindi, bisognerà utilizzare un cappuccio copri testina, sia qualora si utilizzi uno spazzolino elettrico, che nel caso in cui si faccia uso di uno strumento manuale.

Spazzolino elettrico cappuccio protettivo

La pulizia del manico

Non bisogna dimenticare che anche il manico dello spazzolino dev'essere tenuto pulito, soprattutto visto che tende a sporcarsi facilmente presentando incrostazioni di dentifricio o altre macchie dovute al fatto che questo strumento viene sempre maneggiato con mani bagnate oppure umide. Basterà uno strofinaccio inumidito con dell'acqua calda, ma anche un semplice fazzolettino o una salvietta imbevuta. Strofinate delicatamente la superficie del manico, e, se avete uno spazzolino elettrico, della base di ricarica o del vano porta testine (se presente), ogni volta che lo riteniate necessario: attenzione a non utilizzare detersivi o solventi di altra tipologia che potrebbero inavvertitamente depositarsi sulle setole dello spazzolino e farvi correre il rischio di ingerirli.

Disinfezione profonda

Di tanto in tanto è consigliabile disinfettare lo spazzolino, in particolar modo la sua testina che, come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, è la parte più soggetta all'accumulo di sporcizia e batteri.
Quest'operazione è davvero molto semplice: basterà mettere due dita di collutorio all'interno di un bicchiere e lasciarvi solo la testina dello spazzolino elettrico oppure lo spazzolino manuale in ammollo per circa venti, trenta minuti. Qualsiasi tipo di collutorio vogliate utilizzare andrà bene: è l'alcool che contengono queste soluzioni ad eliminare gli eventuali batteri presenti tra le setole dello spazzolino.
Infine, esistono degli spazzolini elettrici che integrano un sistema di pulizia delle testine che sfrutta i raggi ultravioletti (si caratterizzano infatti per una luce blu al loro interno) o, ancora, dei dispositivi appositi per tale tipo di pulizia che possono essere acquistati separatamente e al cui interno è possibile inserire spazzolini manuali o testine dello spazzolino elettrico per disinfettarli a fondo. Spazzolino elettrico con sterilizzatore

Altri consigli utili

Nell'elenco seguente trovate altre utili strategie che contribuiscono ad una maggiore igiene del proprio spazzolino:

  • Risciacquare sempre la testina: non dimenticate mai di sciacquare la testina e lo spazzolino dopo qualsiasi utilizzo. Se si usa uno spazzolino elettrico, ricordate che è meglio staccare la testina dalla base e sciacquare e asciugare anche l'incavo interno prima di riposizionarla sul manico o di riporla
  • Occhio al contenitore: se utilizzate un bicchiere o una tazza come porta spazzolini, ricordatevi che sul fondo di essi si accumula facilmente dell'acqua che, se lasciata a lungo, può ristagnare ed offrire un ambiente perfetto per il proliferare di batteri
  • Evitare il contatto con altri spazzolini: soprattutto se riponete più di una testina o di uno spazzolino manuale nello stesso posto, fate attenzione che non vengano a contatto le setole di uno strumento con quelle di un altro
  • Trovare la giusta collocazione: ricordate che lo spazzolino da denti non dovrebbe mai essere posizionato in eccessiva prossimità di accappatoi e asciugamani, oltre che dei servizi igienici naturalmente

Ogni quanto è necessario cambiare la testina?

Qualsiasi tipo di marca sceglierete per l'acquisto del vostro spazzolino elettrico, è importante ricordare che le testine tradizionali vanno cambiate con una certa regolarità: solo in questo modo, infatti, lo spazzolino potrà garantire una pulizia sempre efficace e il massimo dell'igiene. Il periodo ottimale consigliato dai dentisti e dai produttori di spazzolini elettrici è di tre mesi, per cui in un anno andrebbero usate circa 4 testine per ogni utilizzatore. Alcuni modelli in commercio segnalano che è arrivato il momento di sostituire la testina tramite speciali setole che scoloriscono via via con il passare del tempo e l'usura, diventando completamente sbiadite quando è il momento di acquistare un ricambio. Il discorso cambia per le testine realizzate in materiali più particolari, per esempio quelle del marchio Foreo: l'azienda svedese, infatti, produce testine realizzate interamente in silicone medico, un materiale non poroso, resistente e naturalmente antibatterico, che permette di utilizzarle per un intero anno senza acquistare ricambi; le testine ibride dello stesso marchio, realizzate in silicone e polimero PBT, andrebbero invece sostituite ogni 6 mesi.

Come smaltire lo spazzolino elettrico e le testine?

Per la salvaguardia dell’ambiente, è importantissimo smaltire nel modo appropriato lo spazzolino elettrico. Come prima cosa, le varie parti che lo compongono vanno separate per essere smaltite ciascuna nella specifica raccolta rifiuti. Le testine di ricambio, così come gli spazzolini manuali, vanno gettate nella raccolta indifferenziata; viceversa, la base e il corpo dello spazzolino elettrico andranno depositate nel cassonetto per i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) solitamente presenti negli ecocentri; ricordatevi inoltre di rimuovere prima le batterie interne, siano esse pile o batterie ricaricabili (possibilmente dopo averle scaricate completamente), che andranno riciclate separatamente nei centri di riciclaggio specifici o negli appositi bidoni che possiamo trovare, ad esempio, nei centri commerciali.

Spazzolino elettrico da viaggio: come sceglierlo?

Quando vogliamo lavarci i denti fuori casa oppure quando facciamo una lunga vacanza, possiamo ricorrere ad uno spazzolino elettrico da viaggio. I motivi per cui risulta vantaggioso optare per uno spazzolino elettrico da viaggio, in ufficio o dopo la palestra, sono diversi. Innanzitutto, rispetto ad uno spazzolino manuale, avrete il vantaggio di poter realizzare una pulizia molto più accurata. L'utilizzo dello spazzolino elettrico è da molti preferito anche per motivi pratici, visto che il suo utilizzo è decisamente più rapido e semplice, il che torna utile quando non si ha troppo tempo a disposizione per lavarsi i denti, durante una breve pausa pranzo a lavoro. Quando si tratta di scegliere uno spazzolino elettrico da portare con sé, si può scegliere all'interno di due grandi gruppi di prodotti: da un lato, i modelli pensati proprio per essere utilizzati quando ci si sposti o ci si trovi fuori casa, dall'altro, invece, gli spazzolini da uso domestico, adattabili anche per gli spostamenti. Ecco elencate qui di seguito le due tipologie:

  • Spazzolino elettrico "tradizionale" ma trasportabile: in questa categoria rientrano quei modelli pensati per un utilizzo a casa ma che, grazie ad alcune particolari caratteristiche e all'inclusione di specifici accessori per il trasporto, possono all'occorrenza essere utilizzati anche fuori casa. È il caso dei modelli dotati di una pratica custodia da viaggio, dove riporre spesso non solo lo spazzolino ma anche le testineSpazzolino elettrico con custodia
  • Spazzolini elettrico da viaggio "ad hoc": questi prodotti sono studiati appositamente per essere utilizzati quando ci si trova in giro, motivo per cui si distinguono per una struttura particolarmente compatta e leggera, pensata per essere infilata senza problemi non solo nel proprio bagaglio, ma anche nella borsetta che si utilizza per andare in ufficio o, ancora, nel beauty-case da portare con sé in palestra o in piscina. Per essere trasportati agevolmente, piuttosto che una custodia, questi spazzolini prediligono una struttura con cappuccio rigido richiudibile, come potete vedere nella foto che segue.

Spazzolino elettrico struttura da viaggioAnche per il tipo di batteria che alimenta lo spazzolino elettrico da viaggio esiste una divisione in due grandi categorie. Nel primo caso, si tratta di dispositivi che funzionano tramite una normale pila stilo. Questo sistema è molto diffuso nei modelli da viaggio perché rende l'utilizzatore libero dai tempi di autonomia e ricarica di una batteria interna ricaricabile, oltre a rendere l'apparecchio utilizzabile praticamente dappertutto e in qualsiasi momento. Di contro, le prestazioni sono inferiori agli spazzolini utilizzabili a casa e fuori: questi dispositivi vengono infatti ricaricati in maniera tradizionale attraverso una base di ricarica collegata alla presa della corrente e sono dotati per questo di una potenza maggiore. Esistono anche tipi di prodotto dotati di sistemi di ricarica più innovativi che prevedono l'originale opzione di ricarica utilizzabile attaccando il cavo direttamente alla custodia dello spazzolino. In alcuni modelli viene predisposto un cavo di ricarica dotato di entrata USB, il che significa che, qualora necessario, è possibile ricaricare lo spazzolino elettrico collegandolo direttamente al proprio computer portatile.

Consigli generali su come avere una buona igiene dentale

Una corretta igiene orale è dovuta non solo alla tipologia di spazzolino scelto e alle modalità con cui lo utilizziamo, ma anche ad alcune buone abitudini da assumere e dall'utilizzo degli strumenti giusti per avere un sorriso sano e smagliante. Se desiderate avere una bocca fresca, sana e pulita, prima di tutto dovrete lavare i denti almeno due volte al giorno, premurandovi di eliminare eventuali residui di cibo negli spazi interdentali, onde evitare la formazione di carie e tartaro (che sono solo alcuni dei problemi che possono insorgere in seguito ad una scorretta o approssimativa pulizia dei denti).
Anche l’uso di strumenti aggiuntivi aiuta a completare la pulizia dei denti e delle gengive e ad evitare di dover poi sostenere dolorosi e costosi trattamenti dal dentista per rimediare ai danni creati nel corso del tempo. Qui di seguito vi riportiamo i principali:

  • L'utilizzo del filo interdentale, ad esempio, è fondamentale per rimuovere residui di cibo, sporcizia e batteri dal solco gengivale e dagli spazi tra dente e dente che sono spesso difficili da raggiungere in maniera accurata con lo spazzolino, sia esso elettrico oppure manuale. Questo strumento consiste in un vero e proprio filo che l'utente deve passare tra un dente e l'altro e muovere in modo da strofinare le porzioni di superficie dentale e gli angoli più nascosti. In molti trovano una certa difficoltà nell'utilizzare questo strumento, motivo per cui è importante consultare uno specialista per apprendere la giusta tecnica, oppure optare per l'utilizzo di scovolini (che consistono in dei "mini spazzolini" in grado di infilarsi nella fessura tra un dente e l'altro) o, ancor meglio, di un idropulsore.
  • Anche l'idropulsore è un ottimo strumento per ottenere una pulizia ancora più profonda ed è ideale per rimuovere residui di cibo e igienizzare gli spazi più difficili da raggiungere con lo spazzolino. Come abbiamo già visto sopra, esistono modelli di spazzolino elettrico provvisti di idropulsore integrato, oppure è possibile optare per un apparecchio a parte. Caratterizzato dalla stessa forma di uno spazzolino elettrico, invece di possedere delle setole, l'idropulsore sfrutta l’azione pulente di un getto d’acqua, e idealmente sostituisce il filo interdentale effettuando un'azione più efficace. L'idropulsore svolge anche un’azione massaggiante benefica per la buona salute delle arcate gengivali ma non sostituisce lo spazzolino elettrico: essendo uno strumento aggiuntivo, permette di completare l’azione di igiene orale profonda iniziata dallo spazzolino e renderla ancora più efficace e simile alla pulizia professionale del dentista. Infine, questo strumento è particolarmente indicato per coloro che hanno apparecchi ortodontici, impianti o protesi.
  • Altre buone abitudini da acquisire sono: cambiare spazzolino o testina regolarmente, possibilmente dopo un periodo di circa 3 mesi; pulire anche la lingua, effettuando degli sciacqui con collutorio per rinfrescare tutta la bocca, oppure munirsi di specifiche spazzoline (esistono poi alcuni spazzolini elettrici dotati di un accessorio pulisci lingua); fare attenzione a ciò che si mangia, evitando di bere troppe sostanze scure come il caffè e il tè, ma anche di assumere troppi alimenti zuccherati che aumentano il rischio di formazione di carie e tartaro e di macchie antiestetiche sulla superficie dentale; infine, andare dal dentista almeno una volta all'anno, in modo da valutare la necessità di una pulizia professionale, oppure di altri trattamenti necessari per mantenere una bocca sana.

Meglio uno spazzolino con idropulsore integrato oppure comprare i due prodotti singolarmente?

Dal punto di vista delle prestazioni non ci sono dei vantaggi specifici nel preferire un modello integrato piuttosto che uno spazzolino elettrico ed un idropulsore singoli. Il vantaggio di avere un modello di tipo integrato è senz'altro la praticità d'uso visto che potrete avere due prodotti in uno, raggruppati sulla stessa struttura che è quasi sempre dotata di ampi vani per contenere sia le testine dello spazzolino che gli ugelli per l'idropulsore. Il vantaggio dei modelli semplici, invece, è che è possibile scegliere lo spazzolino che si preferisce tra un gruppo davvero vasto di modelli: tra questi si potrà selezionare il prodotto con le funzioni o gli accessori desiderati. Di modelli integrati, infatti, ne esiste una varietà molto meno ampia e di conseguenza la scelta è più "forzata".

Denti sensibili: lo spazzolino elettrico può fare la differenza?

Oltre all'acquisizione delle buone e sane abitudini sia legate all'alimentazione che all'igiene orale di cui abbiamo discusso precedentemente, per contrastare il problema della sensibilità dentale è possibile adottare anche alcuni rimedi quando ci si lava i denti quotidianamente. Lo spazzolino elettrico può fare la differenza? La risposta a questa domanda è sì! Innanzitutto, spazzolare i denti con troppa intensità, oppure utilizzare delle setole troppo dure, sono delle pratiche che danneggiano la salute di denti e gengive e lo spazzolino elettrico è in grado di regolare invece in maniera automatica l'intensità dello spazzolamento, in modo da gestirlo in maniera più accurata di quanto potrebbe fare un utente con uno spazzolino manuale. Gli spazzolini elettrici sono spesso dotati di numerosi programmi di pulizia, tra cui alcuni specifici per le gengive delicate o denti sensibili.

Proteggere i denti sensibili con lo spazzolino elettrico

Ecco poi alcuni degli accorgimenti che consigliamo di adottare se scegliete di utilizzare uno spazzolino elettrico per contrastare il problema della sensibilità dentale:

  • Utilizzare una testina adeguata: esistono infatti delle testine dotate di setole particolarmente morbide e delicate (ma comunque efficaci nella pulizia) che sono preferibili perché meno aggressive
  • Effettuare un programma di pulizia delicata: alcuni spazzolini elettrici oggi in commercio sono dotati di programmi di pulizia specifici per alcuni problemi legati e denti e gengive. È infatti possibile usufruire di programmi automatici di lavaggio che esercitano meno pressione durante il movimento della testina, oppure movimenti oscillanti in grado di offrire un effetto massaggiante per prendersi cura di gengive e denti sensibili. Alcuni modelli, inoltre, permettono di regolare l'intensità del movimento della testina in modo da adattarla alla propria situazione di delicatezza gengivale o dentale
  • Scegliere un dentifricio specifico: esiste in commercio un'ampia varietà di paste dentali e collutori dedicati alla riduzione della sensibilità dentale e/o alla cura delle gengive delicate

Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori spazzolini elettrici del 2019?

La tabella dei migliori spazzolini elettrici del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Oral-B Genius 10000N 299,99 €
Oral-B Pro 2 2500 Crossaction 299,99 €
Philips HX8911/02 HealthyWhite Sonicare 299,99 €
Oral-B Vitality 100 299,99 €
Philips Sonicare HX9903/03 299,99 €

Spazzolini elettrici: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Spazzolino elettrico

  1. 1
    Domanda di Catia | 21 settembre 2017 at 14:17

    Salve, ho le gengive sensibili e vorrei uno spazzolino elettrico che costi massimo 40/50 € e, se possibile, con funzione sbiancante. Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 25 settembre 2017 at 15:19

      Nella fascia di prezzo da te indicata rientrano modelli piuttosto essenziali, che cioè prevedono solo il programma per la pulizia quotidiana: ti consigliamo quindi di acquistare uno spazzolino di fascia economica, come il Philips HX3212/42 CleanCare Sonicare o l’Oral-B Pro 600 CrossAction, e magari abbinare separatamente testine accessorie come questa o questa, pensate per gengive sensibili, o testine sbiancanti come questa o questa.

  2. 1
    Domanda di pamela | 12 dicembre 2016 at 08:41

    Buongiorno, vorrei acquistare uno spazzolino elettrico per mia figlia di 8 anni. Mi potreste dare un consiglio su quale sia migliore? Prezzo non eccessivo, grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 12 dicembre 2016 at 11:12

      Un modello molto valido per bambini è secondo noi il Philips HX6321/03 ForKids Sonicare, che include anche giù la testina adatta a bambini dai 7 anni in su.

  3. 0
    Domanda di pietro serfustini | 17 luglio 2018 at 17:42

    x IMPIANTI PROTESI APP. ORTOD. quale migliore spazzolino elettr. € medio alto Mod con batteria al Litio x durata Silicone medico + vano sterilizzaz.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 17 luglio 2018 at 18:13

      L’Oral-B Genius 8000N è a nostro parere tra i migliori spazzolini elettrici di fascia medio-alta attualmente in commercio; in alternativa, se cerchi una soluzione adatta a impianti, protesi e apparecchi, potresti optare per uno spazzolino elettrico con idropulsore incluso, per esempio l’Oral-B Professional Care Center 16.

  4. 0
    Domanda di monticelli vincenzo | 1 aprile 2017 at 08:56

    Buongiorno che modello di spazzolino elettrico mi consiglia per chi come me ha delle protesi fisse e sanguinamenti alle gengive? Vi ringrazio.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 3 aprile 2017 at 10:52

      Ti consigliamo l’Oral-B Pro 4000 CrossAction che prevede sia il programma di pulizia che la testina per denti e gengive sensibili.

  5. 0
    Domanda di Marcello | 7 marzo 2017 at 17:16

    Salve,
    potreste indicare quali modelli hanno la batteria Ni-Mh e quali hanno quella al Litio? Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 8 marzo 2017 at 10:26

      Tra i modelli più validi che abbiamo recensito, ti segnaliamo il Philips HX9332/04 DiamondClean Sonicare con batteria al litio e l’Oral-B Pro 4000 CrossAction con batteria Ni-MH.

  6. 0
    Domanda di Matilde | 1 marzo 2017 at 11:01

    Buongiorno,
    quale è il modello di spazzolino elettrico per tutta la famiglia? Siamo in 4, i bambini hanno 12 e 10 anni.
    Grazie!
    Mati

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 2 marzo 2017 at 12:39

      L’Oral-B Pro 4000 CrossAction ci sembra una buona opzione per un utilizzo condiviso visti suoi programmi e perché permette di alloggiare le varie testine in un’apposita base. Dovrete acquistare separatamente i ricambi per bambini.

  7. 0
    Domanda di oliviero zoccoloni | 23 febbraio 2017 at 09:04

    Vorrei sapere quale sia lo spazzolino e le testine più indicate per paradontosi. Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23 febbraio 2017 at 13:00

      Esistono spazzolini con programmi ideati per il trattamento di gengive sensibili, come ad esempio il Philips HX9332/04 DiamondClean Sonicare. Ti consigliamo però di verificare con il tuo dentista quale sia il tipo di apparecchio idoneo per la tua patologia prima di effettuare un acquisto.

  8. 0
    Domanda di Roberto | 22 febbraio 2017 at 11:05

    Salve, io ho le gengive che mi sanguinano, devo pulire bene tra un dente e l’altro, si sono formate delle sacche. che spazzolino posso prendere?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23 febbraio 2017 at 12:53

      Per pulire bene gli spazi interdentali potresti valutare un modello dotato di idropulsore intergrato, come ad esempio l’Oral-B Professional Care Center 16. Ti consigliamo comunque di consultare un dentista per avere un parere più specifico sulla tua situazione.

  9. 0
    Domanda di Anna | 18 febbraio 2017 at 19:10

    Lo spazzolino elettrico oral-b Frozen con 7600 oscillazioni, 20000 pulsazioni al minuto e prezzo di 23,99€ è un buon modello?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 21 febbraio 2017 at 10:03

      Lo spazzolino Oral-B Stage Powers in versione Frozen è un ottimo spazzolino per bambini.

  10. 0
    Domanda di luigi | 6 febbraio 2017 at 16:01

    Salve! Ho una bimba di 9 anni con apparecchio ortodontico fisso, quale spazzolino mi consigliate per pulire bene i denti?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 7 febbraio 2017 at 11:58

      Un buon modello per bambini è il Philips HX6321/03 ForKids Sonicare, dotato anche di adesivi e canzoncine per intrattenere ed accattivare i più piccoli.

  11. 0
    Domanda di maria pia | 4 gennaio 2017 at 16:23

    Con lo spazzolino manuale non arrivo perfettamente ai denti del giudizio. Mi incuriosisce un Oral-B Pro CrossAction, che ne dite?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 4 gennaio 2017 at 17:48

      Ne diciamo molto bene, guarda la nostra recensione dell’Oral-B Pro 6000 CrossAction.

  12. 0
    Domanda di Nirava | 8 dicembre 2016 at 22:48

    I modelli integrati prevedono due diversi manici oppure spazzolino ed idropulsore coincidono? Che modello mi consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 9 dicembre 2016 at 17:04

      I modelli integrati prevedono uno spazzolino elettrico ed un idorpulsore separati ma accomunati dalla stessa base d’alloggio. Ti consigliamo l’Oral-B Professional Care Center 16.

  13. 0
    Domanda di Teresa | 23 ottobre 2016 at 00:04

    salve, vorrei sapere quale spazzolino e quale idropulsore usare in caso di presenza di implantologia completa a tutte e due le arcate.
    grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24 ottobre 2016 at 11:55

      Potresti valutare l’acquisto di uno spazzolino elettrico integrato, ovvero dotato di idropulsore sulla stessa base, come l’Oral-B Professional Care Center 16. Se, comunque, avessi qualche altro dubbio legato a specifiche esigenze mediche, ti consigliamo di consultare il parere del tuo dentista.

  14. -1
    Domanda di Elena | 11 febbraio 2017 at 19:21

    Ciao io e il mio compagno vorremmo acquistare uno spazzolino elettrico ma non sappiamo quale, abbiamo le gengive un po’ sensibili. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16 febbraio 2017 at 10:45

      Potreste valutare l’Oral-B Pro 4000 CrossAction che è dotato di programma per gengive/denti sensibili e di una comoda base d’alloggio per le testine, in modo da non doverle lasciare in giro incustodite.

  15. -1
    Domanda di Marcela | 8 febbraio 2017 at 10:00

    Ogni quanto va cambiata la testina??

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 8 febbraio 2017 at 10:56

      Ti rimandiamo alla nostra rubrica sulle testine degli spazzolini elettrici per questa e tutte le altre informazioni utili da conoscere.

  16. -1
    Domanda di Nirava | 8 dicembre 2016 at 22:40

    Per intensità ed efficacia sia di pulizia che di massaggio dentale e gengivale è più efficace il sistema 3D Braun o quello sonico Philips? Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 9 dicembre 2016 at 17:20

      Si tratta di due tecnologie differenti come funzionamento ma ugualmente valide sia per il massaggio gengivale che per la pulizia. In particolare, se il programma di pulizia specifico per la cura delle gengive è ciò che ti interessa ti consigliamo il Pro 6000 di Oral-B e il DiamondClean Sonicare HX9332/04 di Philips.

  17. -2
    Domanda di claudio | 8 agosto 2016 at 12:05

    Salve
    Quali sono i modelli di spazzolini elettrici alimentati con batterie ricaricabili al litio?
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 8 agosto 2016 at 17:58

      I modelli con batterie al litio sono numerosi: tra i migliori in commercio possiamo segnalarti il Philips HX9332/04 DiamondClean Sonicare e l’Oral-B Pro 6000 CrossAction.

  18. -2
    Domanda di Alessio | 6 giugno 2016 at 21:39

    Salve! Ho uno spazzolino Vitality Oral-B e vorrei qualcosa di più valido, sia per sbiancare i denti che per le gengive. Grazie!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 7 giugno 2016 at 17:10

      Ti consigliamo l’Oral-B Pro 4000 CrossAction, dotato di quattro programmi di pulizia tra cui quello sbiancante e quello per la cura delle gengive sensibili.

"Spazzolino elettrico": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Oral-B Genius 10000N

Migliore offerta: 156,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Oral-B Pro 2 2500 Crossaction

Migliore offerta: 33,10€

Il più venduto

Philips HX8911/02 HealthyWhite Sonicare

Migliore offerta: 92,99€