Le migliori macchine da caffè del 2023

Confronta le migliori macchine da caffè del 2023 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Pskmegastore
658,61 €
Elettro casa
85,48 €
Unieuro
152,50 €
Oraizen
282,32 €
freeshop
76,90 €
Sfera Ufficio
678,18 €
Monclick
85,99 €
Bpm power
154,77 €
Opportunity commerce
310,00 €
Euronics
78,80 €
Oraizen
699,23 €
Euronics
89,80 €
Tam TamPrice
163,00 €
Bpm power
320,17 €
Monclick
78,89 €
Hitechonline
699,50 €
mediaworld
89,98 €
Pskmegastore
166,51 €
Amazon
345,95 €
Supermedia
79,99 €
Amazon
811,42 €
ePRICE
98,28 €
Amazon
170,00 €
Tam TamPrice
348,00 €
ePRICE
84,48 €

Dati tecnici

Capienza serbatoio acqua

1,8 l

0,6 l

1 l

1 l

0,75 l

Pressione

19 bar

19 bar

15 bar

15 bar

9 bar

Polvere

Grani

Cialde

Capsule

Tipo di capsule

Nessuno

Nespresso Original

Nessuno

Nessuno

Lavazza A modo mio

Cappuccinatore

Automatico

Assente

Manuale

Manuale

Assente

Bevande a base di caffè

Espresso, Espresso doppio, Caffè ristretto, Caffè lungo, Americano

Espresso, Caffè lungo

Espresso, Espresso doppio

Espresso, Espresso doppio

Espresso, Caffè lungo

Bevande a base di latte

Espresso macchiato, Cappuccino, Latte macchiato, Flat white, Schiuma di latte

Nessuna

Solo schiuma

Solo schiuma

Nessuna

Capienza contenitore scarti

14

5

non applicabile

non applicabile

1

Regolazioni

Temperatura acqua, Lunghezza caffè, Livello macinatura, Intensità aroma, Livello schiuma

Lunghezza caffè

Temperatura acqua, Lunghezza caffè

Temperatura acqua, Lunghezza caffè

n.d.

Funzioni

Autospegnimento, Allarme decalcificazione, Allarme serbatoio vuoto, Decalcificazione automatica, Memoria impostazioni, Allarme cassetto pieno

Autospegnimento

Autospegnimento, Allarme decalcificazione

Autospegnimento, Allarme decalcificazione

Autospegnimento, Riscaldamento veloce

Accessori

Misurino, Decalcificante, Filtro acqua, Test durezza acqua, Pennellino pulizia

Nessuno

Filtro cialde E.S.E. 44, Filtro polvere 1-2 tazze, Misurino

Filtro cialde E.S.E. 44, Filtro polvere 1-2 tazze, Misurino

n.d.

Dimensioni (A x L x P)

34,8 x 23,6 x 42,9cm cm

33 x 8,4 x 30,4 cm

33 x 14,9 x 30,3 cm

33 x 14,9 x 32,9 cm

24,6 x 12 x 29 cm

Punti forti

Pressione della pompa di 19 bar

Pressione elevata per caffè più cremoso

Erogazione di caffè singola o doppia

Per gli amanti del design

Molto compatta

12 tipi di bevande realizzabili tra cui flat white e coffee pot

Dimensioni ultracompatte

Prepara anche cappuccini, tè e tisane

Dimensioni compatte

Poggiatazze regolabile

Schiuma di latte densa e alla temperatura ideale

Buon rapporto qualità-prezzo

Design compatto e moderno

Riscaldamento rapido

Buon rapporto qualità-prezzo

Gestibile tramite app

Spegnimento automatico programmabile

Funzionamento con cialde E.S.E.

Temperatura e lunghezza del caffè regolabili

Display a colori con pulsanti touch

Vassoio per scaldare tazze

Possibilità di regolare temperatura acqua

Punti deboli

Il contenitore scarti contiene solo una capsula

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere la macchina da caffè

Il caffè è la bevanda più bevuta nel nostro Paese: si stima infatti che gli italiani consumino in media tre tazzine a testa ogni giorno tra casa, bar e ufficio. Ma se in passato ci si affidava alla moka tradizionale per preparare l’espresso a colazione e dopo pranzo, adesso i ritmi frenetici e gli impegni lasciano sempre meno tempo per preparare la macchinetta del caffè e attendere che sia pronto. Questo spiega perché da diversi anni le macchine da caffè siano diventate sempre più popolari: in pochi secondi permettono di ottenere un espresso cremoso come quello del bar, ma allo stesso tempo risparmiando su quanto si spenderebbe effettivamente al bar.macchina da caffèI tipi di macchine da caffè disponibili sono diversi e ognuno presenta vantaggi e svantaggi. Esistono macchine per caffè monodose, come quelle a cialde e a capsule, macchine per caffè in polvere e altre, più evolute, che macinano i chicchi sul momento e permettono di preparare anche bevande a base di latte. In questa guida all’acquisto vi presenteremo tutte le tipologie di macchine per aiutarvi a scegliere quella più adatta alle vostre esigenze. Si tratta di modelli automatici pensati principalmente per la preparazione dell’espresso, mentre se preferite il caffè lungo e siete interessati a un apparecchio apposito, vi invitiamo a dare uno sguardo alea nostre guideall’acquisto delle macchine da caffè americano e delle french press.

Tipi di macchine da caffè

Nelle macchine da caffè il funzionamento a pressione permette di ottenere un espresso cremoso e dalla temperatura ideale in meno di un minuto. Esistono quattro grandi categorie di prodotti, anche se negli ultimi tempi hanno iniziato a diffondersi dei modelli ibridi “3 in 1” che utilizzano cialde, capsule e caffè in polvere. Vediamoli uno per uno.

Macchine da caffè macinato

Le prime a diffondersi sul mercato sono state le macchine semiautomatiche, più comunemente conosciute come macchine da caffè manuali, in polvere o macinato. Sono quelle più somiglianti alle macchinette del bar, dove il caffè macinato viene inserito all’interno di un filtro e si deve stringere il braccio portafiltro prima di erogare il caffè.macchina da caffè in polvereQueste macchine possono preparare uno o due espressi e sono quasi sempre dotate di un pannarello, ovvero un beccuccio che, erogando vapore in un contenitore di latte, permette di realizzare la schiuma necessaria per fare cappuccini, caffellatte etc.
La macchina può anche semplicemente erogare acqua calda per preparare tè e tisane.
Il caffè in polvere va inserito nell’apposito filtro da una o due dosi e poi pressato accuratamente prima di avvitare il braccio portafiltro. Se si vogliono evitare le operazioni di pressatura o che la polvere cada fuori dal filtro, è possibile usare direttamente delle cialde E.S.E., infatti le macchine semiautomatiche sono anche dotate di un filtro compatibile.

Macchine da caffè automatiche

Le macchine automatiche o superautomatiche sono così chiamate perché, rispetto a quelle precedenti, possono erogare la bevanda desiderata semplicemente premendo un tasto. I grandi vantaggi di queste macchine sono due: il fatto che macinano i chicchi di caffè sul momento (preservandone quindi l’aroma) e la possibilità, a seconda dei modelli, di preparare una serie di bevande a base di latte grazie al cappuccinatore integrato.macchina da caffè automaticaSu questi apparecchi è presente un pannello di controllo da cui scegliere la propria bevanda o personalizzarne le caratteristiche, come ad esempio l’intensità dell’aroma. Nei modelli più avanzati sono disponibili decine di bevande ed è persino possibile impostare le proprie preferenze tramite un’app o l’orario di erogazione del caffè. D’altra parte, si tratta dei modelli più costosi in commercio e anche dei più ingombranti.

Macchine da caffè a cialde

Alcune macchine funzionano esclusivamente inserendo una cialda nell’apposito vano. Mancando un braccio portafiltro, la struttura è in genere più compatta rispetto a quella delle macchine semiautomatiche, che come abbiamo visto funzionano anche con il caffè macinato. macchina da caffè cialdeTuttavia, non permettono di erogare più di una tazza di espresso per volta e non sono quasi mai dotate di pannarello. Sono quindi apparecchi molto semplici, il cui prezzo si aggira comunque sui € 100 e aumenta sensibilmente nel caso dei modelli di design.

Macchine da caffè a capsule

Trainati dal successo delle macchine Nespresso, i modelli a capsule sono in assoluto tra i più venduti. Grazie alle dimensioni compatte possono essere collocate anche nelle cucine più piccole, mentre le tante varietà di capsule vendute dai vari produttori permettono di accontentare i gusti più disparati (senza contare che le Dolce Gusto funzionano anche con capsule a base di latte, tè, ginseng e orzo). Sono inoltre le macchine che sporcano di meno perché non c’è bisogno di rimuovere la polvere o la cialda umida manualmente dopo ogni preparazione, motivo per cui sono spesso presenti nelle camere d’albergo.
Hanno però due svantaggi principali: il costo delle capsule è più alto rispetto a quello del caffè sfuso o in cialde, inoltre l’impatto ambientale dovuto alla produzione di capsule in alluminio e/o plastica e alla difficoltà di riciclarle è molto maggiore.macchina da caffè a capsulePer riassumere, consigliamo i modelli a cialde o a capsule a chi cercasse un modello per preparare solo una tazza di espresso per volta e quindi non abbia bisogno di uno strumento più complesso e più ingombrante. Le macchine da caffè macinato sono consigliate a chi voglia un modello in grado da preparare una o due tazze di espresso e anche cappuccini (manualmente), però senza spendere eccessivamente. Sono anche i modelli più belli dal punto di vista del design. Infine, le macchine automatiche sono l’ideale per chi ama le bevande a base di latte o vuole personalizzare la preparazione del caffè.

Bevande

Dopo questa panoramica dei diversi tipi di macchina da caffè, passiamo ad approfondire un aspetto fondamentale per l’acquisto di questo tipo di prodotto, ovvero i tipi di bevande che è in grado di preparare. Come abbiamo anticipato, la varietà di bevande dipende dal tipo di macchina. Vediamole nel dettaglio.

Espresso

L’espresso è la preparazione base di ogni macchina. L’erogazione avviene automaticamente premendo l’apposito tasto, ma in alcuni modelli si può scegliere di interrompere l’erogazione premendo lo stesso tasto per avere un caffè più ristretto. macchina da caffè espressoSpesso si trova anche un tasto per il caffè doppio, che nelle macchine a capsule permette semplicemente di erogare una doppia quantità di caffè in tazza, mentre in quelle automatiche e semiautomatiche permette di riempire due tazze di caffè tramite i due beccucci.

Altri tipi di caffè

Le macchine automatiche sono le uniche che consentano di selezionare dei tipi di caffè che non siano l’espresso singolo o doppio. Nei modelli più avanzati si possono infatti trovare opzioni come: caffè lungo, caffè americano, caffè ristretto e in casi molto rari il cold brew (cioè estratto con acqua fredda).

Bevande a base di latte

La possibilità di preparare il cappuccino o il latte macchiato è un extra molto ricercato, perché se si vogliono fare queste bevande senza avere una macchina da caffè, bisogna dotarsi di un montalatte a parte. Le macchine a cialde o a capsule non offrono questa possibilità, a meno che non si acquisti un modello di fascia alta dotato di cappuccinatore integrato (come Nespresso Lattissima o Lavazza Desea) o un modello Nescafé Dolce Gusto compatibile con capsule a base di latte.macchina da caffè cappuccinoLe macchine da caffè macinato, come abbiamo già detto, hanno invece un pannarello per preparare la schiuma di latte manualmente. È un’operazione semplice, ma che richiede un po’ di pratica, e in molte macchine automatiche (non tutte) è eseguita automaticamente grazie al cappuccinatore integrato. Quando questo è presente, dal menù è possibile selezionare una serie di bevande come: cappuccino, caffellatte, espresso macchiato, latte macchiato o anche ricette più insolite come flat white e cortado.

Acqua calda

Se non si inserisce il caffè, la macchina eroga semplicemente acqua calda con cui fare tè e tisane. La temperatura dell’acqua potrebbe però essere più bassa di quella necessaria per preparare alcuni tipi di tè, che richiedono una temperatura di 90-95 °C.

Struttura

Quando parliamo di struttura di una macchina da caffè non ci riferiamo soltanto all’ingombro, che è un aspetto facilmente valutabile, ma ad altri elementi a cui non sempre si presta attenzione e che possono contribuire a rendere un modello migliore di un altro. Ancora una volta, queste caratteristiche cambiano in base alla tipologia di macchina ed è all’interno di ciascuna categoria che dovrete effettuare i vostri confronti: ad esempio, una macchina automatica ha un serbatoio più capiente rispetto a una a capsule, perciò è inutile confrontare le dimensioni del serbatoio dell’una e dell’altra.

Serbatoio

Dalla capacità del serbatoio dell’acqua dipende il numero di caffè che è possibile preparare prima di doverlo riempire nuovamente. È una considerazione importante da fare se si utilizza l’apparecchio per molte persone o durante tutto l’arco della giornata, come avviene ad esempio negli uffici.
Le macchine a capsule e a cialde sono quelle meno capienti, con un volume che va da 0,5 a 1 l e che raramente supera questo valore. Quelle semiautomatiche hanno quasi sempre un serbatoio da circa 1 l, mentre le più capienti (e voluminose) sono quelle automatiche, il cui serbatoio misura tra 1,8 e 2 l. Quando confrontate i dati relativi al serbatoio, ricordate che una tazzina di espresso contiene circa 30 ml di caffè.

Altezza regolabile

Per evitare che il caffè schizzi fuori dalla tazza, alcune macchine permettono di ridurre la distanza tra le tazzine da espresso e il beccuccio erogatore. Questa caratteristica è presente solo nelle macchine automatiche, in cui si può far scorrere il beccuccio verso il basso, e in alcune macchine a capsule che consentono di sollevare il vassoio poggiatazze.macchina da caffè poggiatazze rimovibileSe questo dato è disponibile, vi consigliamo di verificare anche l’altezza tra il vassoio e l’erogatore, per capire se sia possibile inserire delle tazze alte (da caffellatte, per intenderci) senza problemi. Segnaliamo inoltre che nella maggior parte dei modelli di macchine da caffè si può semplicemente rimuovere la griglia poggiatazze per aumentare lo spazio a disposizione per le tazze alte.

Serbatoio scarti

È un elemento presente nelle macchine che non hanno un filtro da svuotare manualmente dopo ogni uso, ovvero in quelle automatiche e in quelle a capsule. Queste ultime possono contenere diverse capsule esauste (si va da 5 a 10), ma esistono anche modelli, come le Nescafé Dolce Gusto, il cui cassetto va svuotato ogni volta. Le macchine automatiche possono invece contenere da 10 a 15 scarti prima che sia necessario rimuovere la polvere di caffè già macinata e utilizzata.

Contenitore caffè

Anche questa caratteristica è presente solo nelle macchine automatiche. Sulla parte superiore di questi apparecchi si trova infatti un vano in cui inserire i chicchi di caffè che verranno poi macinati. La capienza si aggira sui 300 g, ma esistono anche modelli che possono contenere fino a mezzo chilo di caffè.

Ripiano scaldatazze

Questo utile elemento è tipico dei modelli per caffè macinato: si tratta di una superficie metallica posizionata sulla parte superiore della macchina, su cui si possono appoggiare le tazze per riscaldarle prima dell’uso.macchina da caffè ripiano scaldatazze

Funzioni

Ad esclusione delle macchine automatiche, la maggior parte dei modelli sono piuttosto essenziali e dotati solo delle seguenti due funzioni di base:

  • Autospegnimento: la macchina entra in stand-by dopo un determinato lasso di tempo, che in alcuni modelli può essere personalizzato;
  • Regolazione lunghezza caffè: in molti casi basta premere il tasto di erogazione per interrompere il caffè alla giusta lunghezza, mentre nelle automatiche si può impostare quanti ml di acqua vengono erogati.

Abbiamo poi funzioni più evolute, presenti quasi esclusivamente nelle macchine automatiche:

  • Selezione temperatura: per avere un caffè più o meno caldo;
  • Regolazione macinatura: si può scegliere da 1 a 5 (a volte 7) livelli per adattare la macinatura al tipo di caffè che si vuole preparare;
  • Intensità aroma: adatta la quantità di caffè utilizzata alle proprie preferenze, per ottenere un caffè da leggero a molto intenso;
  • Durezza dell’acqua: usando un test, spesso fornito dal produttore, si può determinare la durezza della propria acqua e adattare la macchina ad essa per risultati migliori;
  • Livello schiuma: alcune macchine automatiche e poche macchine a capsule con cappuccinatore integrato permettono di selezionare il livello di schiuma di latte;
  • Erogazione calda/fredda: i modelli a capsule Dolce Gusto e le automatiche top di gamma, come la De’Longhi Eletta Explore, permettono di preparare anche bevande fredde;
  • Memoria: nei modelli che permettono di personalizzare le bevande è possibile salvare le proprie preferenze in uno o più profili utente;
  • Gestione da remoto: si possono impostare le proprie preferenze o un timer di avvio tramite app o, in alcuni casi, controllo vocale.

macchina da caffè funzioni personalizzazioneValutare le funzioni diventa importante solo quando si confrontano modelli sofisticati, come appunto le macchine automatiche o quelle a capsule. In tutti gli altri casi, è più importante considerare altri aspetti come la struttura, le bevande che si possono preparare e la praticità d’uso, che vedremo nei prossimi paragrafi.

Prestazioni

Quando si acquista una macchina da caffè di qualunque tipo, un dato che viene sempre indicato è la pressione con cui l’acqua viene spinta attraverso la polvere o i chicchi, espressa in bar. L’alta pressione è l’elemento che distingue l’espresso da qualsiasi altro tipo di caffè, perché solo con la pressione è possibile ottenere una schiuma densa e compatta. Ad esempio, la pressione della moka tradizionale va da 0 a 1 bar, motivo per cui non è possibile ottenere un caffè cremoso con questo strumento.
Oltretutto, più alta è la pressione, più velocemente viene estratto il caffè. In teoria, quindi, si potrebbe ottenere una tazza di caffè in 10 secondi, ma c’è un motivo per cui il tempo di estrazione consigliato per l’espresso è di circa 25-30 secondi: è l’equilibrio tra tempo di estrazione, rapporto acqua/caffè, temperatura, livello di macinatura e pressione dell’acqua che conta. Tenendo in considerazione tutti questi elementi, secondo gli esperti la pressione ideale è di 9-10 bar.
A questo punto vi starete forse chiedendo dove si collochino tutte le macchine da caffè da 15 bar. Probabilmente avrete visto tanti modelli pubblicizzati con una pressione di 15 bar o addirittura 19 bar, ma la verità è che molte macchine per espresso tendono a perdere pressione tra la pompa e la testa del gruppo. Quindi, anche se hanno una pressione iniziale di 15 bar, l’erogazione avviene comunque a circa 9 bar.macchina da caffè pressioneIl dato relativo alla pressione va quindi preso con le pinze e non va usato come elemento determinante nella scelta. Sempre a proposito di prestazioni, un altro valore che potrete trovare tra i dati tecnici è la potenza della macchina, espressa in Watt. Più alta è la potenza, più rapidamente si riscalda l’apparecchio.

Praticità

La praticità delle macchine da caffè è un elemento non sempre facile da verificare in anticipo per assenza di dati completi. È comunque un criterio importante, dal momento che questi apparecchi, rispetto alla moka, richiedono una manutenzione particolare affinché continuino a funzionare nel tempo e a produrre bevande di qualità.
Le macchine automatiche possono essere dotate di una serie di funzioni relative all’uso e alla pulizia, che avvisano tramite display (o tramite app, se disponibile) quando sia necessario decalcificare la macchina, sostituire il filtro dell’acqua, riempire il serbatoio d’acqua o del caffè oppure svuotare il serbatoio degli scarti. Alcuni di questi avvisi, come quelli relativi ai serbatoi o alla decalcificazione, si possono trovare anche sugli altri tipi di macchine.
Altra funzione presente nelle macchine automatiche è poi quella cosiddetta di “autopulizia“, vale a dire un risciacquo automatico che la macchina fa in fase di riscaldamento per pulire i circuiti interni con acqua fresca.
macchina da caffè serbatoio vuoto
Ad aumentare la praticità di una macchina da caffè contribuiscono anche gli accessori. Nei modelli per caffè macinato dovrete controllare quali filtri vengano messi a disposizione (per una tazza, due tazze e cialde E.S.E.) e se sia presente l’accessorio che funziona sia da misurino, sia da pressino per la polvere. Nei modelli a cialde dovrebbero invece essere presenti degli spessori da inserire sotto al portacialda quando la leva di pressione si allenta, mentre le macchine a capsule non hanno bisogno di accessori particolari.macchina da caffè automatica accessoriNelle tipologie appena viste potreste in rari casi trovare una confezione di liquido decalcificante, accessorio spesso presente nel kit delle macchine automatiche, che richiedono una manutenzione particolare e che quindi sono più accessoriate rispetto alle altre. Queste potrebbero essere dotate anche di un test per la durezza dell’acqua, un pennellino per la pulizia, un filtro per l’acqua, un misurino, una caraffa di latte termica e, nei modelli che prevedono la preparazione di bevande particolari, una caraffa per il caffè americano e una tazza da viaggio.

Le domande più frequenti sulle macchine da caffè

Perché la macchina da caffè non scalda bene?

Spesso succede che, attivando la macchina da caffè, la bevanda esca fredda. In questo caso, il problema è probabilmente legato a un malfunzionamento del termostato ed è consigliabile contattare il servizio clienti del produttore o rivolgersi a un centro di assistenza specializzato. Quando invece il proprio apparecchio riscalda l’acqua, ma la temperatura non è sufficientemente alta, è molto probabile che i circuiti del gruppo erogatore siano bloccati dal calcare. Per questo motivo l’acqua non circola come dovrebbe e il termostato non riesce a riscaldarla uniformemente. È quindi sufficiente effettuare un ciclo di decalcificazione e ricordarsi di ripeterlo ogni 3-4 mesi.

Quale acqua usare nella macchina da caffè?

Si tende a pensare che la qualità di un caffè dipenda solo dalla marca e dalla miscela selezionata, ma è utile ricordare che un espresso è formato in larga parte da acqua e che questa può influire sia sul gusto della bevanda, sia sul funzionamento della macchina. Il principale elemento da considerare è la durezza dell’acqua, ovvero il contenuto di sali minerali. Più l’acqua è dura, più tende ad alterare il gusto del caffè e ad accelerare la formazione di calcare nell’apparecchio. La maggior parte dell’acqua del rubinetto in Italia ha un livello intermedio di durezza, ma questo varia da regione a regione. Se il vostro caffè risulta particolarmente insipido o notate formazioni calcaree nei componenti della macchina, probabilmente l’acqua del vostro acquedotto ha un livello di durezza elevato (che si può verificare acquistando un test o usando quello fornito in dotazione). Vi consigliamo perciò di optare per l’acqua in bottiglia, assicurandovi però che l’etichetta riporti una durezza inferiore ai 15 °f, oppure di utilizzare una caraffa filtrante.

Quanto costa una macchina da caffè?

Il prezzo varia a seconda della tipologia e del livello di sofisticatezza:

  • Macchina da caffè macinato: si va da 70-80 € per i modelli più semplici fino a 180 €. Esistono anche modelli vintage che macinano i chicchi sul momento e arrivano a costare anche più di 700 €;
  • Macchina da caffè a cialde: i prezzi variano da 100 a 150 €, ma alcuni modelli di design superano i 300 €;
  • Macchina da caffè a capsule: le più economiche costano anche solo 60 €, mentre i modelli con funzioni più avanzate o di marche prestigiose possono superare i 200 €;
  • Macchina da caffè automatica: i modelli più semplici non costano meno di 350-400 €, ma all’aumentare delle funzioni e soprattutto delle bevande realizzabili si superare facilmente i 1.000 €.

Nella nostra guida sulle macchine da caffè abbiamo parlato dei vantaggi e svantaggi di ciascuna tipologia.

Quali sono le migliori marche di macchine da caffè?

Per le macchine da caffè macinato il leader indiscusso è De’Longhi, con un catalogo di modelli performanti e per tutte le tasche. Un altro brand da considerare è Gaggia, inventore delle prime macchine semiautomatiche. Per le macchine a cialde consigliamo invece Didiesse, con la sua colorata gamma di Frog, Faber e Lollo Caffè.
Le alternative sono maggiori per le macchine a capsule, visto che ogni brand produce modelli compatibili con un determinato sistema di capsule. Le migliori sono le macchine Lavazza e Nespresso (prodotte da De’Longhi e Krups), che includono anche modelli con cappuccinatore integrato. Più economiche, ma comunque efficienti, sono Bialetti e Nescafé Dolce Gusto (anche queste prodotte da De’Longhi e Krups), che peraltro possono realizzare bevande a base di latte con le apposite capsule.
Tra le macchine automatiche, De’Longhi è ancora una volta il marchio migliore e con più scelta, ma un’ottima alternativa è rappresentata dalle macchine Philips.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Macchina da caffè

  1. Domanda di Massimo | 05.02.2020 11:02

    Salve dovrei acquistare una macchina da caffè manuale, chiedo quale sia la migliore in assoluto e in alternativa una classifica tra cui poi scegliere.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.02.2020 10:12

      In cima alla nostra pagina trovi la nostra classifica sui migliori prodotti, attualmente al primo posto trovi la De’Longhi Dedica EC685.W.

  2. Domanda di Giuseppe Baldino | 27.11.2019 11:17

    Buongiorno, estimatore buon caffè, vorrei macchina superiore a Magnifica S delonghi, no capuccino, 600 € circa, alta qualità caffè espresso, grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 02.12.2019 10:20

      In base alle tue esigenze possiamo consigliarti di dare uno sguardo alla nostra recensione della Saeco Picobaristo SM5460/10

  3. Domanda di Carola Funaro | 23.04.2019 23:06

    Vorrei un modello che faccia un caffè veramente caldo e cremoso.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24.04.2019 09:53

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della De’Longhi Dedica EC685.W

  4. Domanda di sara | 14.01.2019 22:01

    Buongiorno,
    dovrei comprare una macchina per un circolo culturale che prepari caffè in cialda, cappuccini e the. Max 400 euro. Grazie!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 15.01.2019 11:36

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto di una macchina da caffè automatica come la Philips 3100 Series EP3510/00, che funziona direttamente con i chicchi e consente di preparare tutte le bevande da te indicate.

  5. Domanda di Giancarlo | 31.12.2018 10:23

    Consigli per una macchina da usare soprattutto per fare cappuccini max 100€, quindi caffè molto cremoso e vapore per creare una buona microschiuma?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.01.2019 10:31

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della De’Longhi Icona ECO 311

  6. Domanda di massimo | 23.10.2018 13:41

    Per ottenere un caffè come erogato dalle macchine Faema, La Pavoni, La cimbali, OLIMPIA non un caffè acquoso quale modello consigliereste?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24.10.2018 10:06

      noi abbiamo particolarmente apprezzato le prestazioni della De’Longhi Icona Vintage ECOV311 ti consigliamo di dare un occhiata al test che abbiamo effettuato: lo trovi alla fine della nostra recensione.

  7. Domanda di Fausto | 02.11.2017 02:49

    Salve,
    potreste consigliarmi le migliori macchine da utilizzare con il caffè in polvere (quello del supermercato) per tutte le fasce di prezzo?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 03.11.2017 09:54

      Nella nostra tabella comparativa trovi i 5 migliori modelli identificati in base alle fasce di prezzo.

  8. Risposta di Luigi | 31.10.2017 15:11

    Potete esprimere un parere sulla Didiesse Frog Vapor?
    Grazie
    Luigi

  9. Domanda di andre | 26.10.2017 10:11

    vorrei acquistare una automatica de longhi con macinacaffè silenzioso buon cappucinatore e non di plastica una buona struttura su cosa mi oriento?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 27.10.2017 09:50

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della De’Longhi Magnifica S ECAM21.110

  10. Domanda di Teresa Manzo | 01.10.2017 16:41

    Ho in comodato d’ uso, una Frog Didiesse, però vorrei aquistarne una per cialde e cappuccinatore.Temo di sbagliare marca. Quale consigliate? Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 02.10.2017 09:13

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della Saeco Poemia HD8425/11

La migliore
De'Longhi Dinamica Plus ECAM370.95.T

De'Longhi Dinamica Plus ECAM370.95.T

Migliore offerta: 811,42€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Krups Nespresso Essenza Mini

Krups Nespresso Essenza Mini

Migliore offerta: 85,48€