I migliori marsupi neonato del 2022

Confronta i migliori marsupi neonato del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Prima infanzia il nido
169,00 €
Maisondubebe
34,96 €
Universo Bimbo
99,90 €
Amazon
42,99 €
Farmacosmo
89,96 €
Prenatal
179,90 €
Babyplanet
36,89 €
Amazon
109,66 €
Pinkorblue
47,48 €
Baby promo
97,90 €
La chiocciola baby
180,00 €
My Baby Love
38,90 €
Idealbimbo
119,00 €
Pinkorblue
112,99 €
Amazon
204,75 €
Giodicart
38,98 €
Amazon
119,00 €
Amazon
44,92 €

Posizioni consentite

4

2

3

4

3

Materiale

3D mesh

n.d.

100% tela di cotone

Poliestere e cotone

100% cotone organico

Peso massimo supportato

15 kg

9 kg

20 kg

14,5 kg

20 kg

Fascia d'età consigliata

0-3 anni

0-24 mesi

3-24 mesi

0-3 anni

3-24 mesi

Imbottitura bretelle

Tasche extra

Cuscino neonato

Poggiatesta

Lavabile in lavatrice

Punti forti

Utilizzabile fino a 3 anni

Adatto anche nei primi mesi di vita grazie al supporto per la testa

Resistente e pratico da usare

Può essere utilizzato a lungo

Può essere lavato in lavatrice

Morbido e flessibile

Ripiegabile e salvaspazio da chiuso

Molto versatile grazie a cuscino neonato e poggiatesta

Dotato di poggia testa per i più piccoli

Disponibile in diversi colori

Consente di portare il bambino in 4 diverse posizioni

Facile da indossare e regolare

Colore personalizzabile

Con bavaglino incluso

Comodo per il bambino fin dalla nascita grazie al cuscino integrato

Seduta ergonomica sicura per lo sviluppo del bambino

4 modalità di trasporto

Diverse regolazioni disponibili per un maggior comfort

Leggero e traspirante

Punti deboli

Non sono presenti tasche porta oggetti

La fodera non può essere rimossa

Non adatto ai neonati

Non dispone di tasche extra

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il marsupio neonato

Il marsupio neonato è un accessorio sempre più usato dalle famiglie moderne; originariamente diffuso soprattutto nel Nord Europa e negli Stati Uniti, questo pratico metodo di trasporto è diventato anche nel nostro paese un prezioso alleato di mamme e papà. Come tutti sanno, esistono molte modalità di trasporto dei bambini, prime tra tutte la carrozzina e il passeggino. Ma il marsupio, come andremo a vedere qui sotto, può davvero rivelarsi un accessorio alternativo utile e pratico fin dalla nascita.
Marsupio neonato

I vantaggi del marsupio neonato

I vantaggi di questo accessorio sono davvero molti, primo fra tutti il fatto che, mediante il marsupio, si rafforza il legame di attaccamento tra genitore e bambino. Basta pensare che nel marsupio il bambino si trova a strettissimo contatto con il genitore: sentirne il calore e il battito del cuore è per i più piccoli senza dubbio motivo di conforto e li aiuta a rilassarsi. Grazie all’utilizzo del marsupio sarà inoltre possibile tenere sempre sotto controllo il proprio piccolo, passare in strettoie e salire scalinate in modo agevole e rapido e avere le mani libere per svolgere altre attività mentre si tiene il bimbo con sé.Marsupio neonato vantaggiLe mamme e i papà ormai abituati a trasportare i figli con il marsupio dichiarano di non poterne più fare a meno: la comodità offerta da questo accessorio è infatti una vera e propria rivoluzione, che consente di semplificare notevolmente tanto la vita fuori casa che le attività domestiche. Rispetto a passeggini e carrozzine, infatti, il marsupio offre maggiore praticità e minore ingombro: bisogna però considerare che questo accessorio non può sostituire in toto i mezzi tradizionali, piuttosto risulta un’utile integrazione da sfruttare in determinate situazioni (se cercate informazioni su carrozzine, passeggini e ovetti per l’auto vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra specifica guida all’acquisto dedicata ai passeggini trio)
Scegliere un marsupio neonato, però, non è un’operazione molto semplice: sul mercato è infatti possibile trovare un’infinità di modelli diversi, ognuno con caratteristiche peculiari. Per trovare il marsupio neonato più adatto alle vostre esigenze è quindi necessario avere le idee chiare rispetto alle varie opzioni disponibili, e per rendervi il compito più semplice abbiamo individuato i principali fattori da prendere in considerazione.

Ergonomia

La prima caratteristica a cui fare attenzione è l’ergonomia del modello: con questo termine intendiamo la presenza o l’assenza di una serie di elementi che consentono adattabilità alle diverse fasce d’età, comodità per i bambini, comfort per i genitori e soprattutto una struttura che consenta il mantenimento della corretta postura del bambino, un aspetto importante in particolare nei primissimi mesi di vita.
Il marsupio è infatti un accessorio per il trasporto dei bambini che può essere utilizzato fin dalla nascita. Questo è sicuramente uno dei vantaggi principali, ma al contempo presuppone che si faccia particolare attenzione alla sicurezza in termini di sviluppo fisico garantita dai vari modelli presenti nel mercato.
Fondamentale è dunque che il marsupio neonato sia appunto ergonomico, ovvero deve essere progettato in modo tale da garantire la corretta postura del bambino cosicché l’uso prolungato del marsupio non ostacoli il naturale sviluppo della colonna vertebrale e delle articolazioni delle anche, e non sia addirittura dannoso per il piccolo.
Vediamo qui di seguito le caratteristiche principali che deve avere il marsupio per garantire una posizione di trasporto corretta e sicura.

Posizione a ranocchia

Il marsupio deve far sì che il neonato, in posizione frontale, mantenga la cosiddetta posizione a ranocchia, formando con gambe e busto una sorta di M. Questa è infatti la posizione più sicura per prevenire displasie all’anca. Oggi, fortunatamente, quasi tutti i marsupi offrono un design specifico per sostenere il bambino in questa posizione. In particolare, le ginocchia del bambino devono essere in linea con il bacino, quindi con il sederino in basso e la schiena naturalmente curvata in avanti.Marsupio neonato posizione a ranocchia

Regolazione spallacci e cintura

Il marsupio deve poter essere regolabile in altezza attraverso gli spallacci e la cintura in modo tale che:

  • l’orecchio del bambino sia sempre all’altezza del cuore del genitore;
  • il corpo del bambino sia bene aderente a quello dell’adulto ma con spazio sufficiente a non forzare la schiena e offrire al volto del bambino spazio sufficiente affinché naso e bocca non siano mai ostruiti;
  • la cintura possa essere agganciata appena sotto il torace nei primi mesi di vita mentre può scendere a livello del bacino quando il bambino è più grande.

Schienale imbottito e cuscino per neonato

Parlando di ergonomia è necessario prendere in considerazione altri due elementi importanti: la comodità dello schienale e la presenza di un cuscino che permetta di utilizzare il marsupio anche con i bimbi più piccoli.
Molto importante è che il marsupio sia dotato di uno schienale in grado di offrire sostegno alla schiena ma anche al collo e alla testa; nei primi mesi di vita è fondamentale che la testa abbia l’opportuno sostegno sempre.
Gli schienali migliori dispongono di un’imbottitura che aiuta a sostenere il bambino; la seduta deve inoltre essere larga almeno 20 cm, così che il piccolo possa tenere le gambe aperte ma non completamente divaricate.Marsupio neonato seduta Il rischio che si corre con sedute più piccole è quello di imporre al bambino una posizione innaturale in cui il peso viene scaricato sulla parte bassa dell’addome.
Altro elemento fondamentale è il cuscino per neonato: questo accessorio extra consentirà ai genitori di portare nel marsupio anche bimbi di un’età inferiore ai 4 mesi. La sua utilità è proprio quella di sorreggere la parte alta della schiena, aiutando il piccolo ad assumere una posizione salutare e sicura.Marsupio neonato cuscino neonato

Posizioni

Molti marsupi neonato attualmente in commercio consentono al bambino di assumere diverse posizioni: questo è un aspetto da prendere in considerazione quando si cerca un modello di marsupio che sia versatile ed evolutivo, ovvero che possa essere utilizzato nelle diverse fasi di crescita del piccolo e quindi più a lungo.
Solitamente i modelli consentono di sistemare il bimbo in un massimo di tre differenti posizioni: frontale, laterale e sulla schiena oppure in una sola di queste. La domanda che sorge spontanea a questo punto è: in cosa consistono esattamente queste posizioni e qual è la migliore per portare in giro il bambino?
Cercheremo di rispondere alla domanda osservando nel dettaglio le caratteristiche di queste tre posizioni.Marsupio neonato posizioni

Posizione frontale

La posizione frontale è una delle più diffuse poiché risulta molto comoda sia per il genitore che per il bimbo. Come si nota dalle fotografie, per tenere il bambino in posizione frontale bisogna indossare il marsupio davanti. Nella posizione frontale il bambino può essere seduto rivolto verso il genitore oppure rivolto verso l’esterno. La posizione frontale rivolta verso mamma o papà è quella indicata nei primi mesi di vita e può essere adottata già dopo pochi giorni dalla nascita. Questa è infatti ideale proprio perché permette al bambino di adottare la posizione a ranocchia che abbiamo visto sopra, la più sicura e naturale per i neonati. Questa posizione è inoltre consigliata per i neonati poiché consente al piccolo di avere sempre un contatto diretto con il viso del genitore: ciò sarà utile sia per rafforzare il legame tra i due, sia per tranquillizzare facilmente il bambino in caso di crisi di pianto.Marsupio neonato posizione frontale verso genitoreAnche la posizione frontale rivolta verso l’esterno è molto amata da mamme e papà poiché consente al bambino di camminare letteralmente insieme a voi ed osservare quello che voi osservate: un ottimo modo per abituarlo a luci e colori del mondo stimolando la sua curiosità.
La posizione frontale con il piccolo rivolto verso l’esterno, però, non è adatta a tutte le fasce d’età: pediatri ed esperti del settore consigliano infatti di utilizzarla soltanto a partire dal sesto mese d’età, quando il bambino sarà già in grado di tenere la testa dritta autonomamente. Il vero problema di questa posizione è proprio l’assenza di un supporto per il capo del piccolo: l’aderenza al vostro petto infatti non sarà mai totale, specialmente camminando.

Posizione laterale

Pur essendo meno diffusa, anche la posizione laterale si adatta bene anche ai bimbi più piccoli: detta anche “a culla“, questa posizione consente ai genitori di tenere il bimbo accoccolato sul proprio corpo, in un movimento naturale che ricorda appunto quello fatto durante l’allattamento. La testa del bambino sarà appoggiata lateralmente sul petto del genitore e le gambe saranno leggermente divaricate: una posizione molto spontanea che permetterà alla mamma persino di allattare il piccolo all’occorrenza, senza bisogno di slacciare il marsupio.
L’aspetto più positivo della posizione laterale è che in questo modo il bambino sarà completamente sorretto dal marsupio.

Posizione sulla schiena

La posizione sulla schiena è indicata principalmente per bambini un po’ più grandi, dai 12 mesi in su. Per tenere il bambino in questa posizione bisognerà allacciare il marsupio come uno zaino, tenendo le bretelle sul davanti e lasciando la sacca sulla schiena. I marsupi che consentono di essere indossati anche sulla schiena possono sicuramente essere utilizzati più a lungo perché quando il bimbo raggiunge un certo peso, diventa difficile trasportarlo sul davanti e la posizione sulla schiena diventa quella più comoda per il genitore.Marsupio neonato posizione sulle spalle

Materiali

Il secondo fattore decisivo per la scelta del marsupio riguarda i materiali di cui è fatto il prodotto: trattandosi di un articolo per la prima infanzia, è fondamentale che questo accessorio sia realizzato con materie prime di alta qualità. Uno dei materiali migliori per il rivestimento del marsupio neonato è il cotone biologico: questa stoffa risulta infatti anallergica e fresca, due caratteristiche importantissime per il benessere del neonato. La pelle dei bambini è infatti molto delicata e si irrita facilmente; proprio per questo motivo è fondamentale acquistare prodotti il cui rivestimento consenta una buona traspirazione cutanea in tutte le stagioni, soprattutto in estate, così da limitare il rischio che insorgano bolle e, nei casi più gravi, vesciche.Marsupio neonato mesh traspirante
Ideale per i mesi più caldi è anche il tessuto in rete o mesh, che consente una massima traspirabilità. Importante infine considerare la possibilità di lavare il marsupio in lavatrice: il nostro consiglio è quello di comprare prodotti che consentano questo tipo di pulizia, così da assicurarsi sempre condizioni igieniche ottimali.

Peso massimo supportato

Il terzo fattore da osservare prima di effettuare l’acquisto del marsupio neonato è il peso massimo supportato: leggere questo valore permette infatti di capire la fascia d’età consigliata per ogni modello. La valutazione di questo aspetto dipende in larga parte dalle vostre esigenze specifiche: se ad esempio volete acquistare un marsupio che possa essere utilizzato soltanto nei primi mesi di vita del bambino potrete optare per un prodotto che supporti un massimo di 10 kg, mentre se cercate qualcosa di più versatile potrete acquistare un modello con un peso massimo supportato di 20-25 kg.
Solitamente l’indicazione del peso massimo supportato è correlata da informazioni sulla fascia d’età consigliata; bisogna però considerare che ogni bambino cresce in maniera diversa, quindi non ci si deve focalizzare troppo su quest’ultima informazione, ma regolarsi in base al peso del proprio bambino.

Comfort genitore

Osserviamo infine il fattore dedicato al comfort del marsupio neonato per il genitore. Un prodotto semplice da utilizzare, versatile e pratico è un modello che, per prima cosa, consente di regolare le cinghie e le bretelle: questi componenti sono infatti una parte fondamentale nella struttura del marsupio neonato. Questi elementi non solo assicurano il bambino al corpo del genitore ma rendono il trasporto più confortevole; è quindi importantissimo che gli spallacci risultino imbottiti, ergonomici, resistenti e al tempo stesso né troppo stretti né troppo larghi, mentre le cinghie devono essere facili da sganciare ma sicure. Le diverse possibilità di regolazione permettono inoltre di trasportare il bimbo in tutte le posizioni precedentemente osservate.Marsupio neonato bretelle e tascheIn alcuni modelli, sulle cinghie sono presenti degli appositi fermi di sicurezza: il loro utilizzo è abbastanza importante poiché consente di evitare qualsiasi incidente potenzialmente dannoso per il vostro piccolo e di indossare e togliere il marsupio in tutta sicurezza per il bambino.Marsupio neonato chiusure sicurezza
Altri elementi che incidono sulla praticità e sulla versatilità del marsupio neonato sono la dotazione di tasche nelle quali portare piccoli accessori come ciucci o giochini e l’impermeabilità del rivestimento.
Un modello dotato di questi comfort sarà sicuramente preferibile ad un prodotto più semplice, nonostante il prezzo di vendita possa risultare superiore.

Le domande più frequenti sui marsupi neonato

Il marsupio neonato è dannoso?

Il dibattito sul marsupio neonato era alcuni anni fa molto acceso, tanto da allarmare molti genitori sulle possibili conseguenze negative dell’uso del marsupio sul bambino. Con i modelli più recenti pediatri ed esperti hanno potuto tranquillizzare i genitori sulla sicurezza di questo tipo di prodotto, purché abbia tutti gli elementi che abbiamo indicato trattando del fattore ergonomia.
In generale è possibile affermare che marsupi non ergonomici, con uno schienale poco resistente, cinghie non imbottite, materiali di scarsa qualità e una seduta troppo stretta possono effettivamente causare problemi ai bambini: questi prodotti infatti non riescono a bilanciare il peso del piccolo e ciò provoca un maggiore affaticamento per i genitori e una posizione scorretta per i bimbi.
I marsupi neonato ergonomici di buona qualità, invece, riescono a sorreggere la schiena del bambino e lo aiutano ad assumere una corretta postura: l’uso di questi non comporterà alcun danno sull’apparato scheletrico del piccolo. Non bisogna quindi generalizzare o farsi prendere dal panico, ma valutare attentamente il modello da acquistare assicurandosi un prodotto buono e rispondente alle proprie necessità.

A quanti mesi si può iniziare ad usare il marsupio neonato?

Come spiegato nel paragrafo dedicato al peso massimo supportato, le case produttrici si sono specializzate nella creazione di diverse linee adatte alle varie fasce d’età. In linea di massima in commercio è possibile acquistare modelli che siano sicuri ed utilizzabili fin dai primi giorni di vita del piccolo.

Fino a che età un bambino può essere portato nel marsupio neonato?

Le aziende specializzate in prodotti per l’infanzia solitamente non specificano un limite d’età per l’utilizzo dei vari modelli di marsupio neonato: questo aspetto dipende infatti quasi interamente dal peso del bambino, dalla sua capacità di camminare autonomamente, dai suoi desideri e dalle esigenze dei genitori. Non c’è quindi un età in cui è obbligatorio sospendere l’uso del marsupio: solitamente dopo i 36 mesi questo accessorio non è più necessario, sia per il peso raggiunto dal bambino, sia perché a quell’età i piccoli hanno già voglia di camminare da soli. In base alle vostre necessità potrete comunque scegliere liberamente quando interrompere l’utilizzo del marsupio: l’unica accortezza da tenere presente è quella di assicurarvi che il modello che possedete sia adatto a supportare adeguatamente la corporatura del vostro bambino.

Per quanto tempo posso tenere il bambino nel marsupio neonato?

Non esiste un tempo massimo per l’utilizzo del marsupio: questo elemento dipende infatti principalmente dalla resistenza fisica dei genitori e da quanto il bambino riesce a sopportare il marsupio. Pediatri ed esperti consigliano comunque di non superare mai le due ore: trascorso questo lasso di tempo, infatti, il piccolo potrebbe sentirsi costretto come in un sacco ed allo stesso tempo potrebbero verificarsi problemi di schiena per il genitore.

Meglio utilizzare il marsupio neonato o la fascia?

Nonostante svolgano la stessa funzione, marsupio neonato e fascia neonato sono due prodotti diversi tra loro: non è possibile sostenere che uno sia migliore dell’altro, poiché vengono usati in maniera diversa ed in varie situazioni. La fascia risulta più adatta ai neonati poiché consente di tenere il piccolo in moltissime posizioni, alcune non realizzabili con il marsupio: di contro, però, questo accessorio risulta molto più complicato da utilizzare. Trattandosi infatti essenzialmente di un pezzo di stoffa unico, comprendere come realizzare i diversi nodi è abbastanza complesso: molti genitori inoltre lamentano il fatto che la fascia si deteriora facilmente e dev’essere sostituita di frequente. Il suo utilizzo è comunque molto diffuso: gli utenti che la preferiscono al marsupio sostengono che consente al bambino minore rigidità e maggiore comfort.
D’altro canto, il marsupio neonato sostiene meglio la schiena del piccolo e gli impedisce di fare movimenti sbagliati, oltre ad essere più semplice da indossare e da togliere e risultare meno faticoso per i genitori.
Il nostro consiglio, in conclusione, è quello di utilizzare alternativamente entrambi gli accessori: dati i costi abbastanza limitati, infatti, acquistare tutti e due i prodotti non è assolutamente una spesa eccessiva.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
Il migliore
BabyBjörn One Air

BabyBjörn One Air

Migliore offerta: 204,75€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Chicco EasyFit

Chicco EasyFit

Migliore offerta: 44,92€