I migliori passeggini duo del 2024

Confronta i migliori passeggini duo del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
895,00 €
pinkorblue
509,00 €
pinkorblue
394,76 €
bambytorino
635,00 €
roccobimbo
719,10 €
amazon
558,98 €
maisondubebe
639,00 €
pinkorblue
829,00 €
mondopasseggini
579,00 €
lachiocciolababy
829,00 €
idealbimbo
579,00 €
bambytorino
829,00 €
lachiocciolababy
579,95 €
bobilandia
849,00 €

Dati tecnici

Moduli inclusi

Navicella, Seduta passeggino

Seduta 2 in 1

Navicella, Seduta passeggino

Navicella, Seduta passeggino

Navicella, Seduta passeggino

Portata massima

22 kg

22 kg

22 kg

22 kg

22 kg

Tipo di terreno

Urbano

All-terrain

Urbano

Urbano

Urbano

Dimensioni aperto (A x L x P)

90 x 47 x 60 cm

116 x 61 x 95 cm

106 x 59 x 106 cm

106 x 44 x 86 cm

123 x 60 x 60 cm

Dimensioni chiuso (A x L x P)

88,4 x 34 x 56,6 cm

92 x 51 x 40 cm

89 x 59 x 32 cm

52 x 44 x18 cm

72 x 15 x 35 cm

Chiusura con navicella annessa

Peso telaio e passeggino

9,9 kg

13 kg

12,3 kg

6,6 kg

14,45 kg

Peso navicella

n.d.

n.d.

n.d.

2 kg

4,35 kg

Reversibilità senso di marcia

Posizione schienale

Completamente reclinabile

Completamente reclinabile

Completamente reclinabile

Completamente reclinabile

Completamente reclinabile

Poggiapiedi regolabile

Caratteristiche impugnatura

Regolabile in altezza, Imbottita

Regolabile in altezza, Imbottita

Regolabile in altezza, Imbottita

Fissa, Imbottita

Regolabile in altezza

Ammortizzatori

Su quattro ruote

Su ruote anteriori

Su quattro ruote, Sul telaio

Su ruote anteriori

Assenti

Capacità cesto portaoggetti

10 kg

5 kg

3 kg

5 kg

n.d.

Tracolla porta passeggino

Accessori inclusi

Parapioggia, Cappottina con protezione UPF50+

Cesto portaoggetti, Cappottina con protezione UPF50+

Parapioggia, Coprigambe, Zanzariera

Coprigambe, Cappottina con protezione UPF50+, Borsa porta passeggino

Parapioggia, Coprigambe, Borsa coordinata

Accessori opzionali

Coprigambe, Borsa coordinata, Portabibite, Rivestimento aggiuntivo, Ombrellino parasole

Parapioggia, Coprigambe, Borsa coordinata, Portabibite, Rivestimento aggiuntivo, Ombrellino parasole, Seggiolino auto

Seggiolino auto

Parapioggia, Borsa coordinata, Portabibite, Ombrellino parasole, Pedana trasporto fratellino/sorellina, Seggiolino auto

n.d.

Punti forti

Molto leggero

Longevo e robusto

Con inserti catarifrangenti per la sicurezza

Modulo neonato dalla nascita

Culla e passeggino molto compatti

Per bimbi fino a 22 kg

Buon rapporto qualità-prezzo

Ruote e telaio ammortizzati

Modulo passeggino dai 6 mesi ai 22 kg

Tessuti idrorepellenti

Buone sospensioni

Compatibile con modulo seggiolino auto

Numerosi accessori inclusi

Leggerissimo

Sistema di utilizzo con una mano

Grandissimo cesto portaoggetti

Ruote adatte a tutti i terreni

Chiusura ultra compatta

Numerosi accessori inclusi

Guida fluida

Ideale per l'uso in città e con i mezzi pubblici

Adatto al viaggio, anche in aereo

Ottima fattura

Punti deboli

Prezzo elevato

Chiusura non compatta con il modulo annesso

Modello molto minimale

Pesante

Abbastanza pesante

Cestello poco capiente

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il passeggino duo

Da diversi anni ormai sono comparsi sul mercato ed hanno riscosso un grande successo i sistemi modulari per l’infanzia: soluzioni pratiche e intelligenti che coniugano in un unico articolo funzioni in precedenza assolte da sistemi separati, quali il passeggino, la carrozzina e il seggiolino auto.Passeggino duoCon l’acquisto di un sistema modulare i neogenitori si assicurano perciò un preziosissimo aiuto per il trasporto dei propri figli dalla nascita fino ai primissimi anni d’età.
Ci siamo già occupati del più completo di questi sistemi, ovvero il passeggino trio, che riunisce appunto carrozzina, passeggino e ovetto/seggiolino auto. Un sistema meno completo, ma al contempo più economico, è invece il passeggino duo di cui ci occupiamo in questa guida all’acquisto: questo si compone ovviamente di un modulo passeggino e uno a scelta tra i moduli seguenti:

  • Navicella: quasi tutti i modelli di passeggino duo prevedono l’affiancamento di questa componente al passeggino vero e proprio per trasformarlo in carrozzina;
  • Seggiolino auto: in casi meno comuni, al passeggino si affianca invece solo il seggiolino auto, da utilizzare in macchina come sistema di ritenuta, e da applicare al telaio come alternativa al passeggino nei primi mesi di vita del bambino.

In questa guida analizzeremo tutti i fattori da tenere in considerazione per valutare un duo prima del suo acquisto. Ci siamo focalizzati soprattutto sui sistemi modulari composti da navicella e passeggino, poiché sono anche i più diffusi e i più richiesti dai genitori. Molte aziende, tuttavia, lasciano completa libertà di scelta ai genitori, che possono decidere quale modulo aggiungere al telaio a seconda delle proprie esigenze. Se volete avere informazioni sul modulo seggiolino, potete trovarle sia nella nostra guida all’acquisto dedicata ai passeggini trio, sia nella nostra guida all’acquisto degli ovetti.

Perché acquistare un passeggino duo

La ragione principale dell’acquisto di un passeggino duo, anziché di un passeggino tradizionale, è la necessità di trasportare il neonato in modo sicuro e comodo fin dai primissimi giorni di vita. Nonostante, infatti, molti passeggini oggi in commercio siano utilizzabili dalla nascita, la navicella, chiamata anche tradizionalmente carrozzina, rimane il mezzo di trasporto preferito dalla maggior parte dei genitori all’arrivo del bebè e nel corso dei primi mesi di vita del piccolo. Questo per diversi motivi: la navicella, oltre ad essere decisamente più comoda del passeggino quando il bambino è ancora in fasce, può essere utilizzata eventualmente anche come culla in casa; acquistare il duo permette, inoltre, di avere navicella e seduta passeggino da subito disponibili e compatibili con un unico telaio. Con l’acquisto di un unico prodotto si ha dunque l’occorrente per muoversi con il proprio bambino dal primo giorno sino al compimento dei 3/4 anni circa.Passeggino duo funzioniMa come scegliere, in concreto, un passeggino duo? Quali caratteristiche considerare prima del suo acquisto? La nostra risposta non si discosta molto da quella fornita per i passeggini normali, con una maggiore attenzione, però, al modulo navicella, che deve essere valutato anch’esso in termini di struttura, comfort, sicurezza, mobilità e accessori.

1. Struttura

La struttura del passeggino duo è uno dei primi aspetti da verificare: dobbiamo infatti considerare che un passeggino modulare, come il duo, è di media più pesante e può essere più ingombrante di un modello non modulare, soprattutto se si tratta di un passeggino leggero da viaggio. Va specificato che, anche per i modelli modulari, le aziende si stanno orientando verso passeggini sempre più agili, leggeri e poco ingombranti. La scelta va dunque calibrata in base alle vere esigenze di genitori e bambino, cercando sempre un buon compromesso tra stabilità e robustezza da un lato, e praticità di utilizzo e di trasporto dall’altro.

Peso

Fermo restando che il peso del passeggino duo varia a seconda del modulo montato sul telaio, vale la pena valutare il peso complessivo della struttura. Va da sé che un passeggino di questo tipo debba essere per forza di cose più pesante rispetto a un passeggino puro e semplice, ma è comunque possibile scegliere con oculatezza un modello relativamente leggero e quindi più maneggevole alla manovra.
Quasi tutti i modelli presenteranno un telaio in alluminio alleggerito, robusto ma relativamente leggero: il peso, con il modulo passeggino montato, parte di solito dai 7,5 kg nei migliori modelli, ma può facilmente superare anche la soglia dei 12 kg.Passeggino duo leggeroDa valutare è anche il peso della navicella da sola: spesso questa va staccata dal telaio e trasportata in casa assieme al bambino: ecco perché una navicella sicura a leggera può rendere queste operazioni quotidiane molto più semplici e molto meno faticose, soprattutto se pensiamo che spesso la navicella non è l’unico carico che si deve portare in casa dopo una passeggiata all’aperto. I modelli di navicella più leggera partono da un peso di circa 2 kg.

Sistema di chiusura/apertura

Poche cose sono frustranti quanto armeggiare con il passeggino quando si ha fretta di caricarlo in macchina e andare da qualche parte; per questo suggeriamo di valutare (e se possibile provare!) il sistema di chiusura del vostro nuovo passeggino duo prima dell’acquisto. Mentre i sistemi di chiusura generalmente disponibili sul mercato sono due, a libro e ad ombrello, per quanto riguarda i passeggini duo la chiusura a libro è senza dubbio la più diffusa poiché permette al passeggino chiuso di stare in piedi, ed è dunque ottima se dobbiamo tenere il passeggino parcheggiato senza ingombrare troppo.Passeggino duo ingombro da chiusoSe desiderate un passeggino che si chiuda facilmente, cercate un modello con chiusura ad una sola mano e che richieda pochi passaggi per completare l’operazione sia di chiusura che di apertura. Da questo punto di vista, preferibili sono i passeggini duo che si chiudono in modo fluido, senza incepparsi e senza che sia necessario rimuovere anche il modulo agganciato al telaio. I modelli che permettono di farlo sia con il modulo navicella che con il modulo passeggino sono veramente pochi (uno di questi è, ad esempio, il Bugaboo Dragonfly Duo), mentre nella maggior parte dei casi è possibile richiudere la struttura solo quando ad essere montata è la seduta passeggino.

Dimensioni da chiuso e da aperto

Per quanto riguarda l’ingombro del passeggino duo da chiuso, vi suggeriamo di controllare sempre le specifiche fornite dalla casa produttrice e lo spazio a disposizione in casa dove pensate di riporre il passeggino quando non è in uso, sia esso il pianerottolo, il garage, ecc. Se avete intenzione di viaggiare in aereo quando il bambino è ancora molto piccolo, sappiate che ci sono passeggini duo che da chiusi hanno dimensioni ridotte, tanto da poter essere portati con sé in cabina e riposti nella cappelliera. Ne è un esempio il Babyzen Yoyo 0+ 6+.

Poiché molto probabilmente la navicella verrà usata solo nei primi mesi di vita del bambino, è utile valutare anche modelli che permettono di richiuderla su sé stessa affinché occupi pochissimo spazio una volta che si smetterà di utilizzarla.
Per quanto riguarda le dimensioni da aperto, la valutazione va fatta in base al luogo dove si effettueranno le passeggiate con il proprio bimbo: se si intende spostarsi in città, magari utilizzando spesso i mezzi pubblici, il nostro consiglio è optare per passeggini duo con dimensioni non eccessive, ideali per destreggiarsi anche luoghi stretti e con poca possibilità di manovra.Passeggino duo dimensioniInfine, consigliamo di optare per passeggini che possano essere utilizzati fino al raggiungimento di 22 kg di peso del bambino, corrispondenti all’incirca ai 3/4 anni.

Telaio

Del telaio è importante considerare che la sua struttura sia stabile e le sue parti siano ben connesse tra loro, per evitare che con l’uso prolungato le giunture si allentino, con il risultato di avere un passeggino traballante e poco sicuro dopo qualche anno di utilizzo. Per facilitarne l’utilizzo, ciascuno dei due moduli deve inoltre essere facilmente applicabile al telaio e sganciabile dallo stesso, senza che questa operazione richieda numerosi passaggi.
Aggiungiamo, inoltre, che alcuni passeggini modulari venduti come duo presentano un telaio compatibile anche con altre componenti, da acquistare eventualmente in un momento successivo, come il seggiolino auto o la seduta aggiuntiva per il fratellino o la sorellina. Se volete un modello versatile, vi consigliamo dunque di verificare la compatibilità del telaio con altri moduli di vostro interesse.

Maniglione

Come per qualunque passeggino o carrozzina, sono sostanzialmente due i tipi di maniglione che si possono trovare su un passeggino duo: il maniglione unico oppure la doppia impugnatura.
Riteniamo più comodo il primo, dal momento che non solo permette di spingere il passeggino all’occorrenza anche con una sola mano, ma è spesso dotato di ganci e vani portaoggetti molto utili per tenere sempre a portata di mano gli oggetti di prima necessità (gel igienizzante, biberon ecc.).
Vi consigliamo anche di controllare l’altezza del maniglione e se questa sia regolabile: la possibilità di allungare o accorciare il maniglione consente di adattare il passeggino alla statura del genitore che lo guida, in modo che sia comodo da manovrare qualunque sia l’altezza di chi spinge il passeggino.Passeggino duo maniglione regolabile

Passeggini duo 2 in 1

Alcuni passeggini duo sono composti da un unico modulo, ovvero una seduta convertibile che si trasforma da navicella a seduta passeggino. Questa tipologia permette di avere un modello di passeggino più minimale e di sfruttare entrambe le funzioni di un duo, pur avendo un ingombro pari a quello di un normale passeggino. Per questi modelli, consigliamo di valutare comfort e spaziosità della seduta nelle due modalità in quanto, spesso, la praticità di utilizzo e il minor ingombro vanno a discapito della comodità.Passeggino duo 2 in 1

2. Sicurezza

Un altro aspetto da tenere in considerazione è naturalmente la sicurezza del proprio bambino: quale che sia la combinazione di moduli da voi scelta, vi raccomandiamo pertanto di valutare i dispositivi di sicurezza presenti su entrambi prima di procedere all’acquisto.

Sistema frenante

Per quanto riguarda il telaio, l’aspetto cui prestare attenzione è il sistema di bloccaggio delle ruote a passeggino fermo: il sistema classico prevede una barra, azionabile tramite un unico pedale, che blocca simultaneamente le due ruote posteriori del passeggino. Una variabile presente soprattutto nei modelli economici è quella a blocchi singoli: in questo caso si trova, su ciascuna delle due ruote posteriori, una levetta che le blocca singolarmente.

Sicurezza del modulo passeggino

Nel caso del modulo passeggino, che si tratti o meno di un elemento che funziona anche da carrozzina, dobbiamo esaminare per prima cosa le cinture di sicurezza. Considerate per primi gli attacchi: sono generalmente più salde e sicure le cinture a cinque punti rispetto a quelle a tre. Valutate poi lo spessore delle fasce, la presenza di eventuali imbottiture e la loro collocazione: meglio una consistente protezione sia sulle bretelle che sul separatore per le gambe che nessuna protezione o una solo sulle bretelle.
Un altro elemento di sicurezza che può o meno trovarsi sul modulo passeggino è la barra paracolpi: una barra rigida installata sul davanti che da un lato protegge il bambino da urti accidentali, dall’altro offre anche una maggiore sicurezza anticaduta.Passeggino duo sicurezza

Sicurezza della navicella

La carrozzina è pensata per accogliere, sdraiati, i bimbi nei loro primissimi mesi di vita, pertanto non è di norma equipaggiata né con cinture di sicurezza, né con sistemi paragonabili per assicurare l’infante al suo interno, salvo sia dotata di set per l’utilizzo in auto. Le navicelle omologate per auto devono, infatti, essere accompagnate da cinture interne da aggiungere per assicurare il neonato durante il trasporto in macchina.
Quello che potete valutare in termini di sicurezza della navicella è anche lo spessore e la densità delle imbottiture, sia esterne sia interne. Non si tratta solamente di garantire al bimbo comodità e morbidezza, ma anche di capire quanto la carrozzina sia deformabile in caso di urti accidentali e quanto potere assorbente abbia nei confronti di un impatto.
Nella scelta del passeggino duo, qualora il secondo modulo sia il seggiolino auto, dovrete valutarne le caratteristiche legate alla sua sicurezza, che troverete nella nostra guida all’acquisto del seggiolino auto.

3. Caratteristiche dei moduli

Una volta affinata la scelta per quanto riguarda gli aspetti relativi alla struttura del passeggino duo e alla sua sicurezza, è importante badare ovviamente al comfort dei nostri figli all’interno di ciascuno dei due moduli.

Modulo passeggino

Nel valutare la comodità del modulo principale, cioè quello del passeggino, non bisogna limitarsi solo a considerare lo spessore e la morbidezza delle imbottiture: la comodità del bimbo dipende anche da altri aspetti. Per la precisione vi consigliamo di fare attenzione alle seguenti caratteristiche.

Dimensioni della seduta

Le dimensioni della seduta sono importanti per il comfort del piccolo durante la sua crescita: la seduta di un passeggino longevo deve essere avvolgente durante il primo anno di vita del bambino, ma deve anche ospitarlo comodamente quando raggiunge una certa altezza e una corporatura più robusta; una seduta capiente e, al contempo, dotata di riduttore per i primi mesi di vita del bambino è la soluzione migliore se si vuole sfruttare il passeggino il più a lungo possibile. La seduta misura, in media, tra i 30 cm e 40 cm in larghezza, e tra i 50 cm e i 55 cm in lunghezza

Reclinabilità

Capita di frequente che i piccoli passeggeri si addormentino durante la passeggiata. Per questo è importante che lo schienale del passeggino sia reclinabile: tante più sono le posizioni in cui si può bloccare, tanto più è facile che il bambino possa posizionarsi in modo naturale e comodo nel passeggino.Passeggino duo seduta reclinabile

Reversibilità

I migliori modelli di passeggino duo prevedono la possibilità di montare il modulo passeggino in uno qualunque dei due versi, ovvero fronte strada (con il bimbo cioè affacciato verso il davanti) oppure fronte genitore (bimbo rivolto verso il conducente).

Traspirabilità

Allo stesso modo, un buon modello presenterà un rivestimento in tessuto altamente traspirante, così da garantire un buon livello di comfort anche durante i mesi caldi e le passeggiate più prolungate; in alternativa si può optare per un modello dotato di rivestimenti stagionali intercambiabili a seconda della stagione.

Cinture regolabili

Caratteristiche utili non solo ad aumentare il comfort del bambino da seduto, ma anche a facilitare le operazioni del genitore sono: la presenza di cinture che siano facili da chiudere, facilmente estensibili e accorciabili, e un sistema che permetta di regolarne l’altezza sullo schienale, affinché sia in linea con le spalle del bambino, cosicché gli spallacci risultino comodi anche quando il piccolo cresce in statura.

Sfoderabilità

Questa caratteristica interesserà in realtà più i genitori che i bimbi, ma vi consigliamo di selezionare un modello con rivestimento sfoderabile, facile da pulire e da lavare in lavatrice all’occorrenza.

Modulo navicella

Anche il modulo navicella, ove presente, va valutato secondo parametri simili a quelli adottati per il passeggino; vediamo quali sono i principali qui di seguito.

Reclinabilità

Nella carrozzina non è di solito mai possibile alzare il bambino in posizione seduta, ma nei modelli più completi è possibile inclinare il fondo o la sola zona del capo in due o tre angolazioni diverse, a seconda delle preferenze del bimbo.

Traspirabilità

A maggior ragione per i bimbi più piccoli, che nella carrozzina giacciono avvolti nelle coperte, la traspirazione è di fondamentale importanza. È dunque importante verificare che il materassino abbia una struttura interna traspirante e che sia presente un sistema di areazione interno alla carrozzina. Una buona areazione è data ad esempio dalla presenza di tessuti e imbottiture traspiranti, che permettano al sudore di evaporare per mantenere i bimbi freschi e asciutti, e dalla presenza di finestrelle in mesh per il passaggio dell’aria anche quando la capottina è estesa per proteggere il bambino dal sole o delle intemperie.Passeggino duo areazione navicella

Sfoderabilità

Anche in questo caso, conviene verificare che i rivestimenti della carrozzina possano essere sfilati ed eventualmente lavati in lavatrice.

Scomparti

I migliori modelli di carrozzina offrono, al proprio interno, piccole tasche e scompartimenti nei quali tenere a portata di mano oggetti di uso comune, come ad esempio il ciuccio.
Nel caso in cui il vostro secondo modulo sia il seggiolino auto, vi invitiamo a leggere quanto descritto in tema di comfort della seduta nella nostra guida all’acquisto dedicata ai passeggini trio, comprensivi sempre anche di modulo utilizzabile per il trasporto in macchina.

4. Mobilità

La mobilità è il risultato di diverse caratteristiche che coinvolgono le ruote, i sistemi di ammortizzamento e la facilità di trasporto del passeggino da chiuso. Andiamo ad analizzarle qui di seguito.

Ruote

La manovrabilità è di fondamentale importanza per un passeggino duo dato che, come abbiamo detto, pesa certamente di più rispetto a un semplice passeggino, specialmente se questo è un modello compatto e leggero da viaggio. Questa dipende in larga parte dalle caratteristiche delle ruote, ed in particolare:

  • Numero: i modelli di passeggino duo più “sportivi” possono avere tre ruote anziché quattro. Questo permette maggiore agilità proprio qualora si voglia ad esempio fare jogging spingendo il passeggino;
  • Dimensioni: in generale, ruote di dimensioni maggiori affrontano meglio i terreni anche accidentati, come ad esempio un viottolo sterrato o una pavimentazione a sampietrini;
  • Tipo: sempre sui terreni diversi da asfalto e cemento le ruote pneumatiche (cioè con camera d’aria) offrono prestazioni migliori in termini di grip e scorrimento. Le ruote classiche in plastica o schiuma piena sono adatte perlopiù alle superfici urbane e mostrano i propri limiti in presenza di irregolarità;
  • Mobilità: le ruote di un passeggino duo sono sempre piroettanti, vale a dire che ruotano su se stesse a 360°. Nella maggior parte dei modelli le ruote anteriori possono essere bloccate per permettere di affrontare al meglio terreni difficili, come sabbia e ghiaino.

Sistemi di ammortizzamento

I modelli più facili da guidare anche su terreni disconnessi sono dotati di ammortizzatori su almeno due delle quattro ruote del passeggino. I modelli con sistemi avanzati presentano un sistema di ammortizzamento non solo su tutte e quattro le ruote ma anche sul telaio. Si tratta di una caratteristica da tenere in considerazione, soprattutto nei passeggini duo: un passeggino ben ammortizzato permette una guida fluida anche con il modulo navicella, riducendo movimenti bruschi che spesso rischiano di interrompere il sonno del neonato.

Trasporto da chiuso

Considerando il peso del telaio e del passeggino nel caso dei sistemi modulari come i duo, consigliamo di verificare che questi possano essere facilmente trasportati da chiusi. Alcuni modelli possono, ad esempio, essere trascinati su due ruote come dei veri e propri trolley, mentre altri sono dotati di cinghia per trasportare il passeggino chiuso in spalla, come un borsone.Passeggino duo cinghia trasporto in spalla

5. Accessori

Da ultimo raccomandiamo di non trascurare il numero e tipo di accessori forniti insieme al passeggino duo: molti degli accessori più comuni migliorano l’esperienza di utilizzo tanto per i genitori quanto per i bimbi, pertanto è importante assicurarsene il maggior numero possibile all’acquisto. Ecco quali sono i principali:

  • Capottina: in assoluto il più comune degli accessori, la capottina parasole si può solitamente agganciare a tutti i moduli; sono preferibili i modelli dotati di capottina estendibile e con protezione dai raggi solari SPF50+;
  • Parapioggia, meglio se applicabile ad entrambi i moduli;
  • Coprigambe: per proteggere i bambini dal freddo nei mesi più rigidi dell’anno;
  • Cesto portaoggetti: anche questo è un accessorio estremamente comune, presente nella parte bassa del telaio; si tratta di un elemento importante nei duo che, poiché si usano dalla nascita, se dotati di un cestello capiente consentono di portare sempre con sé tutto il necessario per il bimbo;
  • Borsa: molti passeggini duo hanno in dotazione una grande e comoda borsa, coordinata al resto, che si può applicare al maniglione o portare a tracolla;
  • Portabiberon o portaoggetti: da montare di solito sul maniglione o su uno dei suoi montanti, questo vano aggiuntivo serve ad avere sempre il biberon o altri oggetti di uso immediato a portata di mano.

Come è evidente, dovrete valutare l’utilità degli accessori in base a diversi fattori: il clima della vostra regione, ad esempio, o l’effettivo bisogno di vani e borse portaoggetti (alcuni genitori prediligono infatti un approccio “minimalista”).
Infine, valutate anche quali accessori extra sono compatibili con il modello di duo prescelto e possono quindi essere acquistati a parte. Accessori come la pedana per il fratellino o rivestimenti estivi potrebbero tornare utili in un momento successivo.

Le domande più frequenti sui passeggini duo

Quali sono le migliori marche di passeggini duo?

Quando si parla di passeggini duo ci sono indubbiamente alcuni marchi che da anni propongono modelli modulari di questo genere di buona qualità: pensiamo ad esempio a Inglesina, Cybex, Foppapedretti o Bugaboo, brand ben noti ai genitori per i loro prodotti solidi e duraturi. Tra le aziende meno conosciute ma che negli ultimi anni stanno riscuotendo altrettanto successo, citiamo anche Babyzen, Uppababy e Joolz, marche di fascia alta che promettono qualità, una grande praticità d’uso e ingombro ridotto.
Ciò non significa, naturalmente, che i passeggini duo proposti da marchi più economici siano necessariamente più fragili o più scomodi: valutare con attenzione tutti gli aspetti che vi abbiamo illustrato vi permetterà di riconoscere un modello valido e adatto alle esigenze quotidiane della famiglia.

Quanto costa un passeggino duo?

Il discorso prezzo va a braccetto non solo con le caratteristiche di un passeggino duo, ma anche con la marca del passeggino stesso. Come è spesso il caso, infatti, i modelli di brand più noti e prestigiosi hanno prezzi anche molto alti, mentre quelli meno conosciuti sono spesso significativamente più economici.
Più specificamente, un passeggino duo di fascia alta, caratterizzato spesso da un telaio ammortizzato, dimensioni ridotte da chiuso o accessori aggiuntivi, costa indicativamente tra i 700 € e i 1400 €. Un modello di passeggino duo di fascia economica parte, invece, dai 300 € circa.

Passeggino duo o trio?

Il passeggino duo è una scelta preferibile rispetto al passeggino trio in particolare quando non serve un sistema di trattenuta per auto per il proprio neonato, perché già si possiede un seggiolino auto adatto, oppure perché non si possiede un’auto o non si intende utilizzarla per i propri spostamenti con il bebè.
Se dunque non avete necessità di acquistare un sistema modulare comprensivo anche di seggiolino, acquistando un passeggino duo porterete a casa l’occorrente per trasportare il vostro bimbo dalla nascita e probabilmente fino a quando sarà grande abbastanza da non dover usare più il passeggino.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato