I migliori ferri da stiro del 2024

Confronta i migliori ferri da stiro del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
52,41 €
supermedia
35,61 €
prezzoforte
31,85 €
overly
30,02 €
bestdigit
14,13 €
comet
52,41 €
amazon
39,00 €
overly
31,90 €
missconvenienza
31,99 €
galagross
14,26 €
unieuroit
52,99 €
elettrocasa
41,99 €
trony
33,00 €
amazon
32,90 €
overly
14,57 €
elettrostar
54,00 €
amazon
34,34 €
unieuroit
32,90 €
qbuy
15,29 €
elettrocasa
58,99 €
unieuroit
34,99 €
euronics
36,90 €
amazon
23,00 €

Dati tecnici

Potenza

2500 W

2400 W

2400 W

2300 W

2000 W

Vapore continuo

45 g/min

40 g/min

40 g/min

45 g/min

25 g/min

Colpo vapore

180 g/min

160 g/min

120 g/min

145 g/min

140 g/min

Alimentazione

Con cavo

Con cavo

Con cavo

Con cavo

Con cavo

Capacità serbatoio

0,3 l

0,32 l

0,25 l

0,27 l

0,3 l

Sistema anti calcare

Impostazione della temperatura

Manuale

Manuale

Manuale

Manuale

Manuale

Funzione Eco

Materiale piastra

n.d.

Alluminio

Acciaio

Ceramica

Ceramica

Punta piastra

Di precisione

Di precisione

Di precisione

Di precisione

Standard

Fori piastra

Molto numerosi

Numerosi

Molto numerosi

Pochi

Pochi

Distribuzione fori

Omogenea

Omogenea

Omogenea

Omogenea

Concentrati ai lati

Vapore verticale

Spegnimento automatico

n.d.

Peso a serbatoio vuoto

n.d.

1,28 kg

1,29 kg

1,2 kg

0,9 kg

Accessori

Dosatore

Nessuno

Nessuno

n.d.

Dosatore

Punti forti

Cartuccia anticalcare permanente

Piastra a elevata scorrevolezza

Piastra di ottima qualità

Pronto in 35 secondi

Prezzo molto conveniente

Piastra brevettata ultrascorrevole

Punta di precisione

Molto leggero

Piastra incurvata per stirare anche all'indietro

Discreto colpo di vapore

30% di materiali riciclati

Sistema antigoccia e anticalcare

Pronto in tempi brevi

Grande longevità

Piastra abbastanza scorrevole

Punti deboli

Senza funzione Eco

Colpo vapore medio-basso

Vapore continuo debole

Serbatoio piccolo

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il ferro da stiro

Il ferro da stiro è uno degli elettrodomestici che non possono mancare in nessuna casa: utilizzato per rimuovere le pieghe dai capi asciutti, questo prodotto è l’alleato più fedele per la cura dei propri abiti.Una mano impugna un ferro da stiro e lo tiene sollevatoIniziamo subito col dire che il mondo dei ferri da stiro si articola in diverse sottocategorie: i ferri da stiro a a vapore, di cui ci occuperemo in questa guida all’acquisto; i ferri da stiro con caldaia, i ferri da stiro verticali e le presse da stiro.

Fatte queste premesse, vediamo allora le caratteristiche da considerare per scegliere il miglior ferro da stiro per voi.

1. Vapore

Il primo aspetto da tenere in considerazione riguarda la produzione e l’erogazione del vapore, che influenza la velocità e l’efficacia del ferro nell’appianare le pieghe.
A questo proposito sono tre i dati che dovreste verificare: la potenza del vapore continuo, quella del colpo di vapore (talvolta chiamato anche supervapore) e la possibilità o meno di erogare vapore anche in verticale.

Vapore continuo

La quantità di vapore erogata in modalità continua si misura in grammi al minuto (g/min). Il valore minimo accettabile è di 30 g/min, al di sotto del quale potreste notare qualche carenza dal punto di vista della fluidità del lavoro, dal momento che una buona erogazione costante rende il ferro più scorrevole.Un dettaglio dei pulsanti per attivare il colpo vapore e lo spruzzino frontaleQuesto parametro può essere designato con termini diversi a seconda della marca del ferro da stiro: potreste trovarlo indicato, ad esempio, anche come “vapore variabile”.

Colpo di vapore o supervapore

Questo è il getto massimo erogabile a comando (non continuo, quindi) attraverso la pressione di un apposito grilletto o pulsante, che serve in situazioni particolari per appianare le pieghe più difficili. Un ottimo valore, per un ferro con serbatoio integrato, è intorno ai 200 g/min, ma può essere sufficiente anche un colpo vapore un po’ più debole.

Vapore verticale

Serve a vaporizzare capi che vanno appesi o che sono poco pratici da stirare, ad esempio le tende oppure giacche e camicie in stampella. Se intendete stirare molti capi simili, accertatevi che il vostro ferro da stiro possa emettere vapore anche in verticale. In alternativa, potete prendere in considerazione anche l’acquisto di un apposito ferro da stiro verticale.

2. Acqua

L’acqua gioca un ruolo fondamentale nelle prestazioni del ferro da stiro, quindi dovrete tenere in considerazione alcuni aspetti specifici del vostro nuovo ferro. Vediamo quali sono.

Capienza del serbatoio

Da questa dipende l’autonomia di lavoro del ferro da stiro. In questo caso, non sempre un serbatoio molto capiente è automaticamente meglio: un serbatoio grande, oltre a occupare spazio, rende anche il ferro più pesante quando è pieno. La capacità tipica è di 300 ml.Due ferri da stiro affiancati, visti da davanti, entrambi con il tappo del serbatoio aperto.Altre valutazioni possono influire sulla scelta: ad esempio, se vi serve un ferro secondario per stirare qualche maglietta al volo, un modello poco capiente va benissimo.

Funzione anticalcare

Quasi tutti i ferri da stiro possono essere utilizzati con semplice acqua del rubinetto al posto di quella distillata. La funzione anticalcare serve per evitare che il calcare che si accumula nel serbatoio, con il tempo, danneggi il ferro.Un dito indica e preme il pulsante "Calc-Clean" sul fianco di un ferro da stiro.Ci sono diversi sistemi che più o meno funzionano in modo simile: solitamente si deve scaldare il ferro al massimo e attivare la funzione tramite un pulsante.

Funzione antigoccia

I ferri da stiro con antigoccia evitano quel fastidioso gocciolio che inumidisce i panni durante la stiratura. Questa funzione è particolarmente utile quando si lavora a basse temperature (con dei capi delicati, ad esempio) perché in questi casi solitamente non si usa il vapore e l’acqua rimane liquida.

Accessori

Alcuni ferri da stiro offrono in dotazione accessori utili, come il bicchiere graduato per misurare l’acqua che viene inserita nel serbatoio oppure un contenitore in cui raccogliere i residui quando si attiva la funzione anticalcare.

3. Potenza, consumi e alimentazione

Se siete alla ricerca di un modello dalle ottime prestazioni, che cioè si scaldi velocemente, produca molto vapore e, di conseguenza, permetta una stiratura veloce ed efficace, dovete fare attenzione alla potenza (espressa in Watt). Indicativamente, un ferro con un assorbimento di 2.000 W può essere considerato potente e veloce.Dettaglio di un adesivo sul manico di un ferro da stiro. L'adesivo dice "-20% di consumo energetico".Alla potenza assorbita è legato anche il consumo energetico del ferro da stiro: per ridurre i consumi e sfruttare al meglio il ferro molti modelli dispongono di funzioni particolari.

Funzioni per ridurre i consumi

  • Funzione Eco: riduce il consumo energetico, ma in parte anche le prestazioni in termini di temperatura e vapore erogato. Conviene usarla per sessioni medio-lunghe;
  • Autospegnimento: si attiva automaticamente quando si lascia il ferro da stiro acceso senza utilizzarlo (ad esempio quando viene parcheggiato a lungo in verticale);
  • Regolazione della temperatura: permette di adattare la temperatura al tipo di tessuto e di accorciare i tempi di riscaldamento (ma anche quelli della stiratura vera e propria).

Ricordiamo che l’ultima funzione in particolare non è sempre presente: per maggiori informazioni sulle temperature più adatte per i vari tessuti potete consultare la nostra mini-guida che illustra a che temperatura stirare i diversi tessuti.

Alimentazione

La schiacciante maggioranza dei ferri da stiro è alimentata con cavo della corrente. In tempi recenti sono però comprasi i primi ferri da stiro a batteria: in questi casi il ferro non funziona con un collegamento diretto alla rete elettrica, ma wireless. Le batterie sono ricaricabili e i ferri wireless sono accompagnati da una base di ricarica, alimentata via cavo. Qui sotto un esempio di base di ricarica cordless.Un ferro da stiro senza fili appoggiato in verticale sulla sua base.Se vi interessa questo particolare tipo di ferro da stiro, consultate l’approfondimento che abbiamo loro dedicato:

4. Piastra

Da ultime, ma non meno importanti, vi suggeriamo di considerare le caratteristiche della piastra: il materiale costitutivo e il numero e la posizione dei fori da cui viene erogato il vapore. Andiamo a vedere nello specifico tutti questi aspetti.

Il materiale

Tutti i materiali hanno un comune denominatore: l’ottima capacità di conduzione del calore. Ecco quali sono i più impiegati e le loro caratteristiche.

Acciaio

L’acciaio è una lega di ferro e carbonio, spesso mescolata anche con altre leghe. Nel mondo dei ferri da stiro domina l’acciaio inox, che ha il grande pregio di resistere alla ruggine. La piastra in acciaio offre una stiratura veloce perché il calore si diffonde in maniera omogenea, favorendo la fluidità su ogni tipo di indumento. L’acciaio può essere considerato, tra tutti i materiali, il più resistente nel tempo.

Teflon

Questo materiale è una lega plastica molto apprezzata per la scorrevolezza che offre. La principale qualità del teflon è quella di garantire una distribuzione del calore omogenea, caratteristica ideale per chi vuole una stiratura fluida e veloce. Rispetto all’acciaio è estremamente leggero, ma ha come difetto quello di graffiarsi e rovinarsi abbastanza facilmente.

Alluminio

L’alluminio ha il pregio di essere molto leggero e resistente, ma non ha la stessa conduttività del calore dell’acciaio e del teflon. Per questo motivo viene spesso utilizzato nei ferri che concentrano le alte temperature nella punta, ideali per chi voglia un ferro di precisione, ad esempio per la stiratura delle camicie.

Ceramica

Una piastra in ceramica può avere dimensioni minori rispetto alle piastre di altri materiali, per cui si muove meglio sui dettagli di alcuni capi, ad esempio tra i bottoni di una camicia, ma garantisce anche un’ottima distribuzione del calore. Nel tempo può però risultare meno resistente rispetto agli altri materiali.

Numero e distribuzione dei fori

Una piastra con tanti fori ben distribuiti su tutta la superficie garantisce omogeneità del vapore e una sicura fluidità del lavoro, anche se ha un consumo d’acqua più veloce rispetto alle piastre con un minor numero di fori, che solitamente li concentrano nella punta per favorire il lavoro di precisione.Vista frontale della piastra di un ferro da stiro. Si nota la distribuzione omogenea dei tanti fori su tutta la superficie.Un terzo caso, più raro, è quello di piastre che permettono di selezionare l’emissione di vapore in modo concentrato sulla punta o distribuito lungo tutta la piastra, a seconda del tipo di lavoro che deve essere svolto.

Le domande più frequenti sul ferro da stiro

Dove smaltire il ferro da stiro vecchio?

Questo genere di rifiuti non possono venire conferiti nella normale raccolta domestica, cioè nel bidone della spazzatura.
Per lo smaltimento del ferro da stiro vecchio è necessario individuare il punto di raccolta più vicino a sé. Tutte le città ne hanno almeno uno, solitamente in periferia, dove portare i rifiuti ingombranti e gli elettrodomestici ormai dismessi. In alternativa, potete portare il ferro vecchio in qualunque negozio di elettrodomestici.

Come si pulisce il ferro da stiro?

La pulizia del ferro da stiro è molto importante per assicurarsi risultati sempre ottimali. Abbiamo approfondito questo argomento nel dettaglio: se vi interessa vi consigliamo di consultare il nostro articolo dedicato alla manutenzione del ferro da stiro.

Cosa fare se il ferro da stiro non funziona bene?

Con il ferro da stiro potrebbero sorgere vari problemi, ad esempio la perdita di acqua, che compromettono la funzionalità del ferro e che bisognerebbe risolvere il prima possibile. Visto che è un argomento importante, abbiamo dedicato un articolo ai principali problemi (e relative soluzioni) che un fero da stiro possa avere:

Che differenze ci sono tra i vari tipi di ferro da stiro?

Per capire quale sia il ferro da stiro più adatto alle vostre esigenze è importante capire le differenze tra le varie tipologie. Per una panoramica completa sulle differenze legate al vapore, alla capienza, all’autonomia e ai costi potete consultare il nostro articolo dedicato:

Meglio un ferro da stiro con serbatoio integrato o con caldaia?

La risposta a questa domanda non può che dipendere dalle vostre esigenze specifiche: in generale, meglio un ferro a caldaia se avete sempre molti panni da stirare e uno con serbatoio integrato se stirate solo il minimo indispensabile. Ci siamo occupati nel dettaglio di questo argomento in un approfondimento dedicato:

Come si usa il ferro da stiro?

Usare il ferro da stiro può sembrare semplice, ma in realtà ci sono una serie di accorgimenti da adottare che vi permetteranno di accorciare i tempi e ottenere buoni risultati senza rischiare di danneggiare i vostri capi. Curiosi di saperne di più? Trovate tutti i nostri consigli nella rubrica dedicata a come usare il ferro da stiro.

Come stirare i pantaloni?

Per stirare i pantaloni nel modo corretto ci sono alcuni piccoli trucchi che consentono di ottenere una stiratura perfetta in poco tempo e senza stress. Abbiamo dedicato un articolo a questo argomento:

Come stirare le camicie?

Non è facile stirare le camicie: avere un’asse da stiro adeguata e il ferro giusto può fare la differenza anche in questo caso. Sia chi è poco pratico di stiratura, sia chi è più esperto potrebbe avere problemi con le camicie: per conoscere i trucchi per facilitare questa operazione e gli accessori più adatti potete consultare il nostro approfondimento:

Come stirare le tende?

Le tende sono una delle cose più noiose da stirare; utilizzando i prodotti giusti e seguendo i nostri consigli questa operazione può essere incredibilmente semplificata. Per approfondire rimandiamo al nostro articolo:

Quali sono le migliori marche di ferro da stiro?

Tra le varie case produttrici di ferri da stiro le più note sono sicuramente Rowenta, che si è specializzata in modelli con piastre particolarmente precise, e Philips, che ha introdotto per prima i ferri a temperatura fissa universale. Altri brand di successo nel mondo dei ferri da stiro sono Imetec, che si distingue per modelli particolarmente economici, e Braun, con i suoi ferri robusti e affidabili.

Quanto costa un ferro da stiro?

Il prezzo di un ferro da stiro è molto variabile.
I modelli più semplici vanno dai 15 ai 30 €.
Nella fascia di prezzo media troviamo modelli con un costo che va dai 30 ai 100 €: questi sono più performanti e spesso hanno un buon volume di vapore.
Troviamo poi i ferri da stiro di fascia alta, che partono dai 100 €: questi sono ricchi di funzioni sofisticate che permettono di personalizzare al meglio la stiratura in base ai tessuti.
Se siete in dubbio su quanto spendere, abbiamo risposto alla domanda se valga la pena di comprare un ferro da stiro costoso.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Ferro da stiro

  1. Domanda di Anna | 19.01.2020 19:17

    Cosa significa taglia 2700 w

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 20.01.2020 08:41

      Parlare di taglia in relazione alla potenza di un ferro da stiro non ha molto senso. Possiamo però dire che 2700 W siano un ottimo dato, vuol dire che il ferro sarà pronto in pochissimo tempo.

  2. Domanda di SABRINA BARBERIO | 12.10.2019 15:54

    Buonasera meglio il ferro a caldaia ROWENTA VR 8225 o philips HI5915/35?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.10.2019 09:14

      Sono tipologie di ferro totalmente diverse, dipende dal volume del tuo bucato.
      Se devi stirare molto sempre meglio la caldaia, altrimenti va benissimo il ferro senza caldaia.

  3. Domanda di Raffaella | 11.10.2019 21:37

    Un consiglio su un ferro senza caldaia: stiratura limitata funzione anticalcare ed eco e che non necessiti di regolare la temperatura x tessuti divers

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.10.2019 09:12

      Un ferro con tutte le caratteristiche che desideri è il Philips PerfectCare GC3929/64.

  4. Domanda di lorenzo | 22.08.2019 11:09

    I ferro da stiro classici anche quelli di marca, è vero che sono fatti per stirare max 10 min e a lungo andare avranno perdite di acqua? grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22.08.2019 14:03

      È vero che la capacità ridotta del serbatoio comporta un’autonomia di stiratura limitata, ma una volta ricaricata l’acqua non ci sono controindicazioni ad un utilizzo prolungato.
      Le perdite d’acqua sono molto frequenti, ma una buona manutenzione (soprattutto contro il calcare) e l’uso corretto del ferro aiutano a prevenirle.

  5. Domanda di Piera | 09.09.2018 09:13

    Vorrei acquistare un ferro da stiro con caldaia,qualità,pratico,durata nel tempo e ciò che chiedo.
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.09.2018 17:51

      Ti consiglio di dare un occhio al Braun CareStyle 5 IS 5043.

  6. Domanda di Lucia | 31.08.2018 08:53

    Vorrei acquistare un ferro da stiro sono indecisa se riacquistare la vaporella POLTi che mi ha soddisfatto in tutti questi anni o cambiare modello ?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.09.2018 17:48

      La Vaporella polti è un buon ferro da stiro con caldaia. Se è alla ricerca di un ferro da stiro con serbatoio integrato allora le consigliamo il Braun TexStyle 7 TS775 TP

  7. Domanda di stiratrice bologna | 07.08.2018 07:47

    Salve, considerate che non ho problemi di prezzo. Chiedo qual è, a vostro parere, in assoluto, il miglior ferro Rowenta senza caldaia.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13.08.2018 16:24

      Abbiamo premiato il Rowenta DW6010 Eco Intelligence come miglior ferro da stiro nella nostra guida all’acquisto. Clicca qui per andare all’offerta.

  8. Domanda di Stefania | 03.06.2017 23:32

    Buonasera, vorrei acquistare il mio primo ferro a caldaia. Sono indecisa fra Vaporella Polti 850 o 635 oppure se passare a Rowenta DG8531. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 06.06.2017 10:18

      Molto dipende dalle esigenze che hai, noi ti consigliamo di leggere la nostra guida d’acquisto e riscriverci di nuovo, oppure vedere quelli che sono i modelli che abbiamo selezionato in base alla situazione tipo.

  9. Domanda di clelia | 22.02.2017 22:59

    Consiglio tra ilmodello Rowenta DG7520 e il Braun IS50444Bk.( costa uguale)
    Stiro molto e parecchie camicie.
    Modello precedente De Longhi con caldaia.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23.02.2017 07:47

      Conosciamo meglio il modello Rowenta DG7520, prodotto con buoni dati tecnici e adatto anche a lunghe sessioni di stiratura. La punta della piastra è molto prominente, sarà efficace per i difficili colletti e polsini delle camicie.

  10. Domanda di dalfra22 | 18.02.2017 09:02

    Mi consigliate un ferro con caldaia separata devo stirare parecchie camicie prezzo che sono disposta a spendere € 170.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 20.02.2017 09:44

      Considerando la tua spesa massima ti possiamo indicare il modello Rowenta DG8520 Perfect Eco, buoni dati tecnici e punta penetrante che ti aiuterà con colletti e polsini delle camicie.