I migliori ferri da stiro Rowenta del 2023

Confronta i migliori ferri da stiro Rowenta del 2023 e leggi la nostra guida all'acquisto.

elettrocasa
56,99 €
tamtamprice
58,00 €
amazon
109,99 €
dilellashop
32,00 €
amazon
49,99 €
prezzoforte
57,94 €
unieuroit
64,99 €
elettrocasa
34,99 €
bytecno
54,00 €
unieuroit
57,99 €
comet
64,99 €
amazon
35,90 €
mediaworld
61,99 €
mediaworld
57,99 €
overly
64,99 €
euronics
35,90 €
comet
61,99 €
amazon
75,10 €
amazon
73,67 €
unieuroit
35,90 €
unieuroit
62,90 €

Dati tecnici

Potenza

2500 W

2800 W

2700 W

2400 W

2400 W

Vapore continuo

45 g/min

50 g/min

40 g/min

40 g/min

40 g/min

Colpo vapore

180 g/min

200 g/min

220 g/min

120 g/min

115 g/min

Alimentazione

Con cavo

Con cavo

Con cavo

Con cavo

Wireless con base di ricarica

Capacità serbatoio

0,3 l

0,3 l

0,3 l

0,25 l

0,25 l

Sistema anti calcare

Impostazione della temperatura

Manuale

Manuale

Manuale

Manuale

Manuale

Funzione Eco

n.d.

Materiale piastra

n.d.

Acciaio

Acciaio

Acciaio

Acciaio

Punta piastra

Di precisione

Di precisione

Di precisione

Di precisione

Standard

Fori piastra

Molto numerosi

Molto numerosi

Molto numerosi

Molto numerosi

Numerosi

Distribuzione fori

Omogenea

Omogenea

Omogenea

Omogenea

Omogenea

Vapore verticale

Spegnimento automatico

Peso a serbatoio vuoto

n.d.

1,5 kg

1,9 kg

1,29 kg

1,7 kg

Accessori

Dosatore

Nessuno

Nessuno

Nessuno

Nessuno

Punti forti

Cartuccia anticalcare permanente

Molto potente

Piastra con 400 microfori

Piastra di ottima qualità

Tecnologia wireless

Piastra brevettata ultrascorrevole

Funzione spray

Con erogazione verticale

Molto leggero

Serbatoio a rabocco continuo

30% di materiali riciclati

Funzione vapore verticale

Con punta di precisione

Pronto in tempi brevi

Ricarica rapida

Punti deboli

Materiale piastra non riportato

Senza funzione Eco

Autonomia limitata

Serbatoio piccolo

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

I ferri da stiro Rowenta

Chi ha bisogno di un classico ferro da stiro per aver cura del proprio bucato ha tutte le ragioni per interessarsi a un modello del marchio Rowenta. I ferri da stiro Rowenta sono infatti ben curati dal punto di vista progettuale e generalmente robusti, con prestazioni degne di nota. In questa pagina vedremo le caratteristiche dei ferri da stiro Rowenta e osserveremo i migliori  modelli sul mercato nel dettaglio.Ferri da stiro RowentaSe quello che state cercando è specificamente un ferro da stiro adatto a grandi quantità di bucato, vi consigliamo di dare un’occhiata anche alla nostra pagina dedicata ai ferri da stiro con caldaia Rowenta.

Le caratteristiche dei ferri da stiro Rowenta

Vapore

Ovviamente per un ferro da stiro l’emissione di vapore è uno dei più importanti fattori di valutazione, poiché ha un impatto diretto sulla buona riuscita della stiratura. In questo campo il marchio Rowenta si distingue con merito. Se escludiamo infatti i modelli più economici, tutti i ferri Rowenta hanno una buona emissione di vapore continuo, compresa tra i 35 e i 50 g/min. Ferri da stiro Rowenta emissione vaporeBuoni anche i dati relativi al colpo di vapore, che nei modelli top di gamma supera addirittura i 200 g/min, mentre nei modelli di fascia media può andare dai 140 ai 180. Solamente nei modelli di fascia più bassa il colpo di vapore scende a 110 g/min o meno.

Acqua e calcare

Quando parliamo di acqua ci riferiamo a due aspetti: la capacità del serbatoio integrato nel ferro da stiro e la presenza o meno di un efficace sistema anticalcare; in assenza di quest’ultimo, infatti, saremo costretti ad utilizzare acqua distillata o a ricorrere a metodi di pulizia fai da te per mantenere il ferro in buone condizioni.
Per quanto riguarda la capacità del serbatoio, Rowenta propone modelli di fascia bassa con un serbatoio piuttosto piccolo da 250 ml, e modelli di fascia media e alta sopra i 300 ml, fino a un massimo di 375 ml.
Rispetto all’anticalcare possiamo invece dire che tutti i ferri da stiro Rowenta, anche i più economici, siano dotati di sistemi anticalcare più o meno sofisticati. Nei modelli dove è presente la dicitura “Anticalc” si trova un sistema anticalcare con raccoglitore estraibile dei residui. Questo sistema accumula gradualmente il calcare in un apposito piccolo recipiente che si può svuotare in qualunque momento.Ferri da stiro Rowenta sistema AnticalcI modelli di fascia bassa, invece, hanno di un sistema anticalcare che consiste in un filtro in resina interno al serbatoio e/o in cicli di pulitura periodica ad alta temperatura.

Potenza e consumi

Considerando che per i ferri da stiro non è prevista l’etichettatura energetica, non è facilissimo fare considerazioni sui consumi effettivi legati all’uso di questi apparecchi. I migliori ferri sono quelli dal maggiore assorbimento energetico, poiché da questo dipende la velocità con cui si scalda la piastra e si prepara il vapore.
Per quanto riguarda il wattaggio vero e proprio, i ferri Rowenta di fascia bassa hanno solitamente una potenza di 2.200 W, quelli di fascia media si attestano sui 2.400 W e i top di gamma arrivano fino a 2.800 W, che corrispondono a un tempo di preparazione del vapore molto breve di circa 30 secondi.

Piastra

A nostro avviso, le caratteristiche delle piastre dei ferri Rowenta sono uno dei motivi di vanto di questo brand: tutte sono in acciaio inox, anche nei modelli più economici, e la grande maggioranza è resistente ai graffi. Ferri da stiro Rowenta piastraLa distribuzione dei fori è in generale molto omogenea e soprattutto questi sono molto numerosi: anche i modelli di fascia bassa contano fino a 300 microfori di emissione, mentre quelli di fascia alta arrivano fino a 400. Questo, unitamente alla buona quantità di vapore emesso, fa sì che in generale le piastre Rowenta scorrano molto bene durante la stiratura.

I migliori ferri da stiro Rowenta

Rowenta, così come gli altri marchi, propone al consumatore diverse linee di ferri da stiro caratterizzate da diverse specifiche e pensate per un diverso target di utenza. Capire quale modello acquistare potrebbe essere complicato; da un lato perché è difficile individuare le differenze tra i vari prodotti, dall’altro perché in commercio, specialmente online, sono disponibili anche modelli fuori produzione che presentano comunque caratteristiche interessanti. Senza ulteriori indugi, andiamo a vedere quali sono i cinque migliori ferri da stiro Rowenta tra i modelli attualmente in produzione, le loro peculiarità e per quali esigenze sia più adatto ogni ferro.

Rowenta Everlast Anticalc DW7320

Come si può intuire dal nome, il ferro Rowenta Everlast Anticalc ha due principali pregi: la durevolezza (everlast significa infatti “eterno”) e la funzione anticalcare.
In questo ferro da stiro vengono coniugate grande potenza per quanto riguarda il vapore, con un’emissione continua di 40 g/min e un colpo vapore da 220 g/min, e lunga autonomia grazie al serbatoio da 350 ml. Il sistema anticalcare prevede un contenitore estraibile nel quale si depositano i residui; si tratta del sistema più efficiente adottato da Rowenta. La piastra durevole e antigraffio in acciaio inox scorre molto bene grazie ai 400 microfori distribuiti su punta, lati e centro, ed è presente anche una comoda punta di precisione per raggiungere gli spazi più difficili. Da segnalare infine la presenza di un sistema antigoccia per evitare che l’acqua del serbatoio fuoriesca e macchi i tessuti durante la stiratura.

Ci piace perché: piastra resistente e fori ben distribuiti, sistema anticalcare avanzato.
Consigliato a: chi ha acqua molto calcarea.

Rowenta Pro Master DW8215

Il Rowenta Pro Master è pensato per un uso intensivo e per ottenere risultati di livello ottimale su tutti i tessuti ed ha caratteristiche molto simili al Rowenta Everlast Anticalc. Anche in questo caso, infatti, le buone prestazioni sono legate all’emissione di vapore, con un vapore continuo da 50 g/min e un colpo vapore molto forte, da 200 g/min. A queste si somma una piastra in acciaio inox robusta e antigraffio con 400 microfori e punta di precisione e la presenza della funzione spray, grazie alla quale si può spruzzare acqua calda sul tessuto per facilitare l’appianamento delle pieghe più resistenti. A differenza del Rowenta Everlast, in questo caso troviamo un filtro anticalcare e non un contenitore per i residui. Anche in questo modello è disponibile il vapore verticale e il serbatoio ha anche in questo caso una capienza di 0,3 l.

Ci piace perché: ottime prestazioni, funzione spray per pieghe difficili, vapore verticale.
Consigliato a: chi vuole un ferro potente, ma non vuole l’ingombro di un modello a caldaia.

Rowenta Freemove DE5010

Questo ferro da stiro appartiene ad una tipologia particolare: quella dei ferri senza filo. In questo caso l’alimentazione avviene tramite una batteria ricaricabile integrata, che si ricarica poggiando il ferro su un’apposita base. Questa tecnologia è la principale peculiarità di questo modello che, grazie anche alla presenza della funzione vapore verticale e del colpo di vapore da 115 g/min, risulta particolarmente adatto a rimuovere pieghe da abiti o tessuti appesi. Un altro vantaggio, sempre legato all’assenza del cavo, è la migliore maneggevolezza, ma bisogna comunque considerare che l’autonomia del prodotto è limitata. Il ferro emette un segnale sonoro quando la batteria non è più in grado di far raggiungere all’acqua la temperatura desiderata: bisogna quindi poggiarlo sulla base di ricarica e attendere qualche minuto per riprendere la sessione. Il serbatoio è a rabbocco continuo e, grazie ad un oblò trasparente, è facile accorgersi quando sia necessario ricaricarlo, mentre la piastra in acciaio inox presenta fori fitti e omogeneamente distribuiti su tutta la superfice, anche se non è dotata di punta di precisione.

Ci piace perché: agile e maneggevole, funzione vapore verticale, piastra resistente con fori ben distribuiti.
Consigliato a: chi vuole sfruttare il vapore verticale, chi ha poco bucato da stirare, chi vuole maggiore libertà dal cavo.

Rowenta Eco Intelligence DW6030

Anche in questo caso è il nome stesso a racchiudere la principale caratteristica di questo ferro da stiro: la funzione Eco Intelligence è infatti una tecnologia Rowenta che permette di ottenere minori consumi energetici mantenendo prestazioni ottimali.
In termini pratici, per attivare la modalità di risparmio energetico basta impostare il selettore sulla modalità Eco Steam: l’erogazione di vapore preimpostata permette un consumo energetico fino al 30% più basso rispetto agli altri modelli dello stesso brand. L’erogazione di vapore può comunque essere regolata manualmente: senza sfruttare la modalità Eco il wattaggio è di 2.400 W, l’emissione di vapore continuo di 40 g/min e il colpo di vapore di 180 g/min. Un altro aspetto che rende questo ferro più ecologico rispetto agli altri modelli è il fatto che il corpo del prodotto è realizzato per il 30% in materiali riciclati. Ultimo dettaglio: la piastra è dotata di 400 microfori e di punta di precisione.

Ci piace perché: basso consumo energetico e buone prestazioni, con materiali riciclati.
Consigliato a: chi è attento all’ambiente e alla bolletta e vuole un ferro valido che non consumi troppo.

Rowenta Effective DX1635

Questo ferro da stiro ha un colpo di vapore non particolarmente potente, da 120 g/min, mentre l’erogazione continua è piùttosto debole (40 g/min). Per quanto riguarda invece la piastra, non c’è alcuna differenza tra i questo modello e l’Everlast Anticalc: anche in questo caso è realizzata in acciaio inox ed è dotata di 400 microfori di dimensioni diverse distribuiti su lati, punta e centro in modo omogeneo. Ottima anche la presenza della punta di precisione e della funzione vapore verticale. Il serbatoio è molto piccolo, tiene solo 250 ml, per cui l’autonomia di lavoro è piuttosto limitata.

Ci piace perché: funzione vapore verticale, piastra resistente con fori ben distribuiti.
Consigliato a: chi ha bisogno di un ferro secondario per uso occasionale.

Altre curiosità sui ferri da stiro Rowenta

Che acqua si deve usare con i ferri da stiro Rowenta?

La domanda non è banale: tanti ferri da stiro si rompono prima del dovuto semplicemente perché sono stati usati con l’acqua sbagliata. I ferri Rowenta, come detto, hanno tutti un sistema anticalcare: per questo è possibile utilizzarli con normale acqua del rubinetto. Se l’acqua del vostro acquedotto è molto dura, però, vi consigliamo comunque l’uso di almeno una parte di acqua demineralizzata per ridurre la durezza.

I ferri da stiro Rowenta sono meglio degli altri?

A questo punto è lecito chiedersi chi siano effettivamente i concorrenti di Rowenta nel campo dei ferri da stiro: è opportuno fare una distinzione tra prodotti di fascia bassa e di fascia alta, poiché non tutti i produttori commercializzano entrambe le tipologie di ferro da stiro.

Fascia alta

Tra i produttori di ferri da stiro di alta gamma, quindi dall’elevata emissione di vapore e alto wattaggio, i principali concorrenti di Rowenta sono tutti brand che abbiamo da tempo imparato a riconoscere come affidabili produttori di elettrodomestici di qualità: Bosch e Tefal sono presenti con un buon numero di modelli in questa fascia, ma anche Siemens e Philips si affacciano a questa sezione del mercato con alcuni modelli di tutto rispetto.

Fascia bassa

La competizione nella fascia bassa del mercato è decisamente più accesa, poiché qui sono molti di più i produttori che si avventurano alla conquista di una fetta dei consumatori.
Ritroviamo anche qui Bosch e Tefal, così come Philips con un maggior numero di modelli. A questi si aggiungono però altri marchi, alcuni noti, come De’Longhi, Imetec e Hotpoint-Ariston, altri molto più di nicchia, come Russell Hobbes e Morphy Richards.
Sostanzialmente le prestazioni in questa fascia di mercato si equivalgono, ma noi vi raccomandiamo di scegliere comunque un marchio che possa fornire assistenza tecnica in italiano: non sempre i marchi minori possono garantire questo servizio e si rischia, in caso di bisogno, di dover spedire il ferro all’estero con un inutile dispendio di tempo e denaro.

Quali sono i vantaggi dei ferri da stiro Rowenta?

I modelli di questo brand sono accomunati da prestazioni medio-alte per quanto riguarda l’emissione del vapore, da piastre ricche di fori e molto resistenti e da un sistema anticalcare di qualche tipo su tutti i ferri, anche quelli più economici.
Possiamo dunque affermare che i ferri da stiro Rowenta si distinguano per le buone prestazioni e per la durevolezza.

Quanto costano i ferri da stiro Rowenta?

I prezzi dei ferri da stiro Rowenta sono in linea con quelli degli altri brand. Possiamo distinguere tre diverse fasce di prezzo:

Fascia bassa: 30-45 €;
Fascia media: 65-85 €;
Fascia alta: 90-120 €.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato