Le migliori friggitrici ad aria del 2019

Confronta le migliori friggitrici ad aria del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Qualescegliere.it
Autore
Redazione

5 Fattori decisivi per la scelta della friggitrice ad aria

1. Capacità e struttura

Il primo fattore che vi raccomandiamo di considerare quando decidete di acquistare una friggitrice ad aria è quello riguardante la capacità della macchina e i suoi aspetti strutturali. È infatti importante acquistare la friggitrice ad aria più adatta al vostro numero abituale di commensali, così da poter preparare in una volta sola i piatti per tutti, senza dover effettuare più cicli di cottura e lasciare qualcuno ad aspettare.
Friggitrice ad aria
Una capacità elevata, però, può rivelarsi utile anche per un altro motivo: in tanti casi, l’alta capacità permette anche la cottura in simultanea di due diverse pietanze, grazie all’uso di apposite griglie o separatori che permettono di dividere in due lo spazio di cottura a disposizione. Le friggitrici ad aria più piccole spesso non offrono questa possibilità, o non comprendono nella propria dotazione l’apposito accessorio.
Friggitrice ad aria verticaleIn commercio si trovano sia friggitrici ad aria di dimensioni contenute, adatte ad esempio ad una giovane coppia o al massimo ad un nucleo famigliare di tre persone, sia macchine più grandi, di conseguenza anche più ingombranti, capaci di sfamare dalle cinque alle otto persone. Alla prima categoria appartengono gli apparecchi con una capacità di circa 2 l in grado di contenere circa 600 g di ingredienti, mentre per più persone raccomandiamo di prendere in considerazione le friggitrici ad aria con una capacità di almeno 3,2 l, che contengono circa 800 g di alimenti. Infine, le friggitrici ad aria più grandi hanno una capacità superiore ai 4 l e possono contenere anche 1,7 kg di ingredienti, e permettono di preparare cibi per otto persone o più.

Ingombro

Dobbiamo aprire a questo proposito una parentesi per parlare delle diverse tipologie di friggitrice ad aria in relazione all’ingombro. È vero che a maggiore capacità dell’apparecchio corrispondono dimensioni maggiori, ma bisogna specificare che non tutte le friggitrici sono morfologicamente uguali. Alcuni modelli si sviluppano maggiormente in altezza, altri più in larghezza: questo dipende anche dal sistema di cottura interno, vediamo le differenze:

  • Sviluppo verticale: nelle friggitrici ad aria che sviluppano la convezione in verticale, con una ventola che crea un ricircolo d’aria dal basso verso l’alto o viceversa, lo sviluppo in altezza è significativo, anche oltre i 40 cm, con una larghezza anch’essa compresa tra i 30 e i 40 cm
  • Sviluppo orizzontale: in quei modelli che invece sviluppano la convezione in orizzontale l’altezza risulta più contenuta, intorno ai 30 cm o meno, ma è maggiore l’ingombro in larghezza, che può arrivare ai 40 cm

La scelta della friggitrice ad aria dovrà quindi tenere conto anche degli spazi a disposizione in cucina.

Caricamento

Friggitrice ad aria orizzontaleOltre alle dimensioni della friggitrice chiusa, dovete considerare anche come questa si apra per permettere il caricamento delle pietanze. Abbiamo detto che ci sono modelli che sviluppano la convezione in verticale e altri che la sviluppano in orizzontale: a grandi linee, possiamo dire che a ognuna di queste tipologie corrisponde un diverso sistema di caricamento:

  • A cassetto: nelle friggitrici ad aria a convezione verticale il vano per gli alimenti si trova di norma nella metà inferiore della macchina, immediatamente al di sotto della serpentina che genera il calore e della ventola che lo diffonde. Il cestello di cottura si estrae come un cassetto, tirando una maniglia sul fronte dell’apparecchio, e solitamente è possibile estrarlo dal cassetto semplicemente sollevandolo, e poggiarlo su un’altra superficie (resistente al calore) per caricare gli ingredienti. Questo tipo di apertura richiede quindi spazio libero sul davanti della friggitrice, una condizione che praticamente tutte le cucine possono soddisfareFriggitrice ad aria cassettoFriggitrice ad aria cassetto rimosso
  • A libro: nelle friggitrici a convezione orizzontale, invece, la ventola si trova normalmente alle spalle del cestello di cottura, che è protetto da un coperchio di solito trasparente che si solleva con apertura a libro per permettere l’inserimento degli alimenti. In questo caso non è necessario estrarre il cestello se non per le operazioni di pulizia dopo l’uso, e il coperchio a vista consente di monitorare lo stato della cottura in ogni momento. Questo sistema di apertura richiede quindi un po’ di spazio di libero al di sopra della friggitrice ad aria

2. Accessori

Friggitrice ad aria accessoriUn ulteriore fattore molto interessante da considerare è quello riguardante la fornitura di accessori in dotazione alla friggitrice ad aria. In tanti casi infatti non viene fornito alcun accessorio, e se si desidera utilizzare la macchina per un ventaglio di preparazioni più ampio è necessario acquistare a parte i componenti necessari.
In altri casi, però, la fornitura è più ricca e permette di spaziare fin da subito con le ricette. Vediamo quali sono gli accessori più comuni:

  • Separatore: permette di dividere in due lo spazio utile per la cottura, così da poter cuocere in simultanea due alimenti diversi senza che l’uno assorba i sapori e gli odori dell’altro
  • Griglia: permette di preparare pietanze grigliate o di cuocere due alimenti in contemporanea, permettendo agli aromi di compenetrarsi
  • Pala: serve a mescolare in automatico i cibi che si stanno cuocendo, ad esempio le patatine o i risotti
  • Stampi: servono a preparare pietanze specifiche, come piccoli timballi, muffin, tortine dolci o salate
  • Spiedi: servono, ovviamente, per preparare pietanze allo spiedo

Praticamente tutte le friggitrici ad aria, inoltre, hanno in dotazione un ricettario che permette all’utilizzatore di imparare a usare la macchina, mostrandone al contempo la versatilità: alcuni modelli sono infatti in grado di preparare anche piatti “umidi” come i risotti, e praticamente tutti sono idonei anche alla preparazione di torte e dolci da forno.
Friggitrice ad aria ricettario
Friggitrice ad aria ricettario aperto

3. Funzioni

Un ulteriore aspetto da valutare è poi quello relativo alle funzioni presenti sulla friggitrice ad aria. Bisogna premettere che, in generale, queste macchine non sono assolutamente complicate da usare: è difficile che si trovino modelli ricchi di programmi di cottura preimpostati, come accade invece con altri elettrodomestici, come ad esempio i forni a microonde. È più facile anzi incontrare friggitrici dalle funzioni semplicissime.
Nei paragrafi a seguire vedremo quali sono le principali funzioni che è possibile trovare su una friggitrice ad aria, distinguendo tra le funzioni di base, che si trovano su praticamente tutti i modelli in commercio, e quelle avanzate, peculiari solo ad alcuni modelli di fascia alta.

Funzioni di base

Display friggitrice ad ariaPoiché la friggitrice ad aria effettua una cottura ventilata, le variabili che entrano in gioco nell’uso sono solamente due: la temperatura a cui si desidera cuocere qualcosa e la durata della cottura stessa, in maniera non diversa da un forno tradizionale. Tutte le friggitrici ad aria permetteranno quindi di impostare questi due parametri.
friggitrice ad aria selezione temperatura
Un’altra funzionalità di base è poi la segnalazione acustica: questa consiste in un avviso sonoro sia al raggiungimento della temperatura di cottura impostata, che indica quando è possibile inserire i cibi da cuocere, sia al termine della cottura, vale a dire quando il timer raggiunge lo zero.
Friggitrice ad aria impostazione timer
Un’ulteriore funzione di base è poi lo spegnimento automatico, che interviene pochi minuti dopo il termine della cottura per evitare di cuocere eccessivamente, e quindi rovinare, le pietanze che si sono preparate.

Funzioni avanzate

Friggitrice ad aria risottiSolo i modelli più complessi, poi, possono essere equipaggiati anche con un grill che concorre ad offrire un più ampio ventaglio di modalità di cottura: in questo caso un selettore permetterà di impostare la sola cottura ad aria oppure quella combinata con grill.
Sempre tra i modelli più avanzati possono poi trovarsi già memorizzati alcuni programmi di cottura per preparazioni specifiche, quali la frittura delle patatine o la cottura di risotti: in questi casi una pulsantiera o un selettore a ghiera permettono di selezionare con un semplice tocco le modalità, temperature e tempi di cottura indicati per ognuna delle preparazioni memorizzate.
Infine, sempre parlando delle friggitrici ad aria più sofisticate, è possibile in alcuni modelli gestire separatamente due aree di cottura, impostando tempistiche e temperature diverse.

4. Potenza

Friggitrice ad aria temperatureUn altro fattore che può valere la pena di considerare è quello della potenza. Diciamo subito che le friggitrici ad aria non sono elettrodomestici a basso consumo, come tutte le macchine che debbono generare calore: i consumi ricordano anzi molto da vicino quelli dei tradizionali forni da incasso, e possono anche superare i 2000 W di assorbimento.
In generale, a maggiore assorbimento non corrisponde una più elevata temperatura massima: le friggitrici ad aria raggiungono al massimo i 200 °C o poco di più.
Quello che cambia con l’aumentare dell’assorbimento è la velocità di riscaldamento: un vanto delle friggitrici ad aria è infatti quello di cuocere molto velocemente, e per ottenere tale risultato la temperatura di cottura deve venire raggiunta in tempi brevissimi se comparati a un forno tradizionale. Le friggitrici ad aria più potenti raggiungono la temperatura di cottura impostata in due o tre minuti, trascorsi i quali la cottura può iniziare.
Friggitrice ad aria icone temperature ideali

In generale, possiamo dire che, viste le dimensioni molto contenute del cestello di cottura, i tempi di riscaldamento sono comunque sempre di molto inferiori a quelli dei forni tradizionali, anche qualora si scelga una friggitrice ad aria delle meno potenti: raccomandiamo quindi di tenere presente questo fattore, informarsi preventivamente sui tempi di riscaldamento offerti dalle macchine che si stanno valutando e soppesare attentamente se qualche minuto in meno di attesa può valere la maggiore incidenza in bolletta.

5. Praticità d’uso

Come ultimo fattore, consigliamo di considerare tutti quegli aspetti che concorrono a rendere una friggitrice ad aria facile e comoda da usare e da pulire. Si tratta chiaramente di valutazioni soggettive in parte legate alla conformazione della vostra cucina, agli spazi che avete a disposizione e a quanto intensamente pianificate di usare la friggitrice.
La friggitrice ad aria è, in generale, un elettrodomestico pensato per rimanere fisso su un piano di lavoro dedicato, poiché le dimensioni non sono delle più compatte anche nel caso dei modelli più piccoli. Solo chi ha tanto spazio a disposizione nei mobili di cucina potrà ritirare, se lo desidera, la macchina dopo ogni uso.
Ad ogni modo, per la collocazione della friggitrice è importante verificare la presenza di piedini antiscivolo, poiché è preferibile che essa rimanga saldamente al suo posto anche in caso di urti accidentali. Inoltre, la lunghezza del cavo va presa in considerazione: alcuni modelli, in particolare tra i più economici, hanno un cavo corto, lungo anche meno di 80 cm, un dato che può risultare problematico se non c’è una presa di corrente nelle immediate vicinanze della macchina.
Friggitrice ad aria cavo e vano
Friggitrice ad aria coperchio trasparentePer quanto riguarda invece la praticità durante l’uso, abbiamo già parlato delle due diverse tipologie di friggitrice ad aria: quelle a convezione verticale con apertura a cassetto e quelle a convezione orizzontale con apertura a libro. Per molti versi, è quest’ultima a risultare secondo noi più pratica, non solo perché il coperchio quasi sempre trasparente permette di osservare come sta procedendo la cottura all’interno, ma anche perché ci risulta meno complicato sollevare il coperchio e versare gli ingredienti piuttosto che aprire il cassetto, estrarre il cestello, riempirlo e rimetterlo.
Dopo l’uso, infine, è importante valutare quanto sia semplice pulire le parti a contatto con gli alimenti: difficile trovare una friggitrice ad aria che non abbia la vasca di cottura estraibile, ma i modelli migliori permettono anche di staccare e pulire a parte il coperchio. Le parti staccabili sono idonee al lavaggio a mano con detersivo delicato, e spesso è possibile anche lavarle in lavastoviglie.
La manutenzione periodica deve essere a sua volta semplice: è infatti importante mantenere pulite le griglie di ventilazione o le serpentine presenti nella macchina, oltre a svuotare e pulire regolarmente eventuali raccoglitori per la condensa.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della friggitrice ad aria

I materiali sono importanti?

Nel caso delle friggitrici ad aria, i materiali di assemblaggio sono relativamente importanti. Tutti i modelli commerciali oggi disponibili sono infatti assemblati perlopiù in plastica, almeno per quanto riguarda i rivestimenti esterni. Quello che può valere la pena di valutare è lo spessore, la rigidezza o la flessibilità delle plastiche, per cercare di farsi un’idea della robustezza delle parti mobili quali i meccanismi di chiusura e le pulsantiere.
Anche valutare ove possibile l’isolamento termico del cestello di cottura è importante, per sincerarsi che l’esterno della macchina rimanga freddo durante la cottura e non costituisca un pericolo, soprattutto per i bambini.
Un discorso a parte lo merita invece il cestello di cottura con i relativi accessori: mentre griglie e spiedi di acciaio inossidabile sono assolutamente sicuri dal punto di vista della salute, è sorta negli ultimi anni qualche preoccupazione circa i materiali antiaderenti. Poiché i cestelli delle friggitrici ad aria sono rivestiti in tali materiali, può interessare ai più attenti cercare di capire esattamente di quali materiali è rivestito il cestello della friggitrice che si sta valutando, se senza pfoa (acido perfluoroottanoico, usato nella produzione del teflon e considerato pericoloso per la salute da alcune agenzie americane) o meno.

La marca è importante?

Nel caso delle friggitrici ad aria, la marca può essere un fattore importante da considerare. Sono infatti sostanzialmente tre i grandi marchi che guidano il mercato: De’Longhi, Philips e Tefal. Da questi tre brand vengono sviluppati i modelli più all’avanguardia ed introdotte le nuove tipologie e tecnologie. I marchi minori poi si accodano nel proporre i loro prodotti che ricalcano quelli dei maggiori innovatori.
Questo non significa che non sia possibile trovare prodotti di buona qualità anche tra le offerte dei marchi meno conosciuti, ma soltanto che le friggitrici ad aria di fascia più alta, più all’avanguardia e più sofisticate devono venire ricercate nel catalogo dei tre brand che abbiamo menzionato.

Il prezzo è importante?

Nel caso delle friggitrici ad aria, la progressione dei prezzi è abbastanza lineare e dipende da tre variabili: la capacità del cestello, l’assorbimento energetico e la sofisticazione tecnologica. Le macchine dalla capacità inferiore a 1 kg, potenza al di sotto dei 1500 W, dotate solo di timer e selettore della temperatura a ghiera si trovano nella fascia di prezzo più bassa. All’estremo opposto troviamo friggitrici ad aria dalla capacità elevata di 1,7 kg, potenza di 2000 W e dotate di display digitale e diversi programmi e modalità di cottura. Possiamo individuare le seguenti fasce di prezzo e relative caratteristiche:

  • Fascia di prezzo bassa: < 110 €, capacità bassa, a cassetto o a libro, solo timer e selettore temperatura a ghiera, nessun accessorio, potenza massima 1500 W
  • Fascia di prezzo media: 120-190 €, capacità media o bassa, a cassetto o a libro, timer e selettore con pannello digitale, 1-2 accessori, potenza 1500-1800 W
  • Fascia di prezzo alta: > 200 €, capacità alta, a cassetto o a libro, timer e selettore con pannello digitale, diversi programmi e modalità di cottura, 1-2 accessori, potenza superiore a 1800 W

Quali sono le migliori friggitrici ad aria del 2019?

La tabella delle migliori friggitrici ad aria del 2019 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
De’Longhi MultiFry Extra Chef FH 1394 195,99 € Recensione
Klarstein VitAir Turbo 93,99 € Recensione
Philips HD9240/90 Airfryer XL Avance Collection 224,85 € Recensione
Princess Digital Aerofryer XL 87,99 € Recensione
Philips HD9640/00 Avance Collection 209,10 € Recensione

Friggitrici ad aria: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Philips HD9240/90 Airfryer XL Avance Collection

  1. 0
    Domanda di Delio | 16 febbraio 2018 at 20:02

    Si può cuocere il pesce, sopratutto la frittura(totani,calamari,gamberi)?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 19 febbraio 2018 at 10:07

      La frittura di pesce si può cuocere: il risultato sarà tuttavia decisamente diverso rispetto alla frittura classica.

  2. 0
    Domanda di gloria lupis | 3 febbraio 2018 at 19:18

    salve,vorrei solo sapere se ha un contenitore per cuocere torte o simili.grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 5 febbraio 2018 at 09:57

      é possibile cuocere i dolci nel cestello fornito in dotazione.

  3. -1
    Domanda di Gaspare | 24 settembre 2017 at 18:55

    Ciao,
    sono alla ricerca di una friggitrice che abbia le seguenti caratteristiche: riscaldare cibi prefritti (patatine, cordon bleu, bastoncini etc.); friggere melenzane crude (tagliate 3mm), crocchette di patate o panelline di ceci; cucinare spiedini di carne farciti e fettine di manzo panate.
    Analizzando le diverse macchine in commercio e aiutandomi con le varie recensioni presenti in giro per il web, mi rendo conto che questo modello della Philips potrebbe soddisfare le mie esigenze, perché avendo dei cestelli forati a mio parere riescono meglio a cucinare la pietanza desiderata…questo invece non è possibile, ad esempio, nella DeLonghi Multifry, dove è presente la pala rotante, o sbaglio?!?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 25 settembre 2017 at 09:40

      In entrambi i modelli è possibile realizzare le preparazioni che ti interessano: nella De’Longhi Multifry infatti la pala può essere rimossa quando non serve.

"Philips HD9240/90 Airfryer XL Avance Collection": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

De’Longhi MultiFry Extra Chef FH 1394

Migliore offerta: 195,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Klarstein VitAir Turbo

Migliore offerta: 93,99€

La più venduta

Philips HD9240/90 Airfryer XL Avance Collection

Migliore offerta: 237,30€