I migliori tablet del 2021

Confronta i migliori tablet del 2021 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Il migliore

Dimensioni schermo12,4 ''
Risoluzione schermoWQXGA
Tecnologia schermoSuper AMOLED
Sistema operativoAndroid
Versione OSAndroid 10
RAM6 GB
Memoria128 GB
Memoria espandibile1 TB
Frequenza max processore1,8 GHz
Core processoreOcta-core
Versione Bluetooth5.0
Porte di connessioneUSB-C
Risoluzione fotocamera anteriore8 MP
Risoluzione fotocamera posteriore13 MP
Batteria10090 mAh
Autonomia max batteria14 h
Supporta penna proprietaria
Altezza35 cm
Larghezza25 cm
Profondità0,57 cm
Peso575 g
Punti forti
  • Supporta il 5G
  • Pennetta integrata
  • Schermo molto grande
Punti deboli
  • Prezzo alto

Il miglior rapporto qualità prezzo

Dimensioni schermo10,1 ''
Risoluzione schermoFull HD
Tecnologia schermoIPS
Sistema operativoAndroid
Versione OSAndroid 10
RAM4 GB
Memoria64 GB
Memoria espandibile128 GB
Frequenza max processore1,6 GHz
Core processoreOcta-core
Versione Bluetooth5.0
Porte di connessioneUSB-C
Risoluzione fotocamera anteriore5 MP
Risoluzione fotocamera posteriore2 MP
Batteria6000 mAh
Autonomia max batteria7 h
Supporta penna proprietaria
Altezza24,3 cm
Larghezza16,2 cm
Profondità0,9 cm
Peso531 g
Punti forti
  • Prezzo molto basso
  • Prestazioni superiori alla media
  • Scocca in metallo
  • Doppia SIM
Punti deboli
  • Prodotto di base
  • Assemblaggio sotto la media
Dimensioni schermo11,5 ''
Risoluzione schermoFull HD
Tecnologia schermoOLED
Sistema operativoAndroid
Versione OSAndroid 10
RAM6 GB
Memoria128 GB
Memoria espandibileNon supportata
Frequenza max processore2,2 GHz
Core processoreOcta-core
Versione Bluetooth5.1
Porte di connessioneUSB-C
Risoluzione fotocamera anteriore8 MP
Risoluzione fotocamera posteriore13 MP
Batteria8400 mAh
Autonomia max batteria15 h
Supporta penna proprietaria
Altezza26,43 cm
Larghezza17,14 cm
Profondità0,58 cm
Peso485 g
Punti forti
  • Tastiera inclusa
  • Pennino incluso
Punti deboli
  • Piccoli problemi di ottimizzazione
Dimensioni schermo10,4 ''
Risoluzione schermoHD
Tecnologia schermoIPS
Sistema operativoAndroid
Versione OSAndroid 10
RAM4 GB
Memoria64 GB
Memoria espandibile128 GB
Frequenza max processore2,3 GHz
Core processoreOcta-core
Versione Bluetooth5.0
Porte di connessioneUSB-C
Risoluzione fotocamera anteriore5 MP
Risoluzione fotocamera posteriore8 MP
Batteria7040 mAh
Autonomia max batteria6 h
Supporta penna proprietaria
Altezza24,45 cm
Larghezza15,43 cm
Profondità0,7 cm
Peso500 g
Punti forti
  • Contiene il pennino
  • Prezzo contenuto
Punti deboli
  • Prestazioni nella media
Dimensioni schermo10,1 ''
Risoluzione schermoHD
Tecnologia schermoIPS
Sistema operativoAndroid
Versione OSAndroid 10
RAM2 GB
Memoria32 GB
Memoria espandibile128 GB
Frequenza max processore2,3 GHz
Core processoreOcta-core
Versione Bluetooth5.0
Porte di connessioneMini USB
Risoluzione fotocamera anteriore2 MP
Risoluzione fotocamera posteriore5 MP
Batteria4850 mAh
Autonomia max batteria8 h
Supporta penna proprietaria
Altezza24,15 cm
Larghezza14,94 cm
Profondità0,82 cm
Peso700 g
Punti forti
  • Prezzo molto basso
  • Brand affidabile
Punti deboli
  • Prodotto molto semplice
  • RAM sotto la media
Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

Come scegliere il tablet

Date le sensibili differenze che oggi possiamo riscontrare nel mondo dei tablet, dedicheremo questa pagina unicamente ai dispositivi Android e a quelli che utilizzano sistemi operativi che si basano su quest’ultimo, come per esempio la serie Fire di Amazon, mentre tratteremo in una specifica guida all’acquisto i prodotti che sfruttano il sistema operativo Microsoft Windows.

1. Dimensioni e peso

Le prime caratteristiche che solitamente vengono prese in considerazione quando si valuta l’acquisto di un tablet sono le dimensioni e il peso, essendo questo un dispositivo portatile. Le considerazioni che vi possono portare a preferire un tablet piuttosto che un altro sono diverse e della natura più svariata: dalle dimensioni delle vostre tasche e borse, alla comodità soggettiva di uno schermo più grande o più piccolo.Tablet standard

Dimensioni

Quando parliamo di dimensioni ci riferiamo sostanzialmente alle misure dello schermo: il range è piuttosto ampio, e va dagli 8″ minimi agli 11,5″ dei modelli più grandi.
I cosiddetti “phablet“, ibridi tra smartphone e tablet da 7-8″, sono diventati dei prodotti di nicchia e difficili da reperire con delle funzionalità al top della gamma. Gli smartphone di quasi tutte le aziende, sia Apple che Samsung, hanno aumentato le dimensioni dei loro modelli più grandi di smartphone arrivando a 6,8″, coprendo così le esigenze di chi cerca un prodotto particolarmente portatile.Tablet portabilità Sopra gli 11″, invece, si trovano i convertibili, ovvero i tablet a cui è possibile connettere una tastiera (talvolta in dotazione) per utilizzarli come piccoli notebook sostitutivi. Questo tipo di prodotto può rivelarsi molto utile, specialmente per chi lavora in mobilità e ha bisogno di un prodotto pratico ma che mantenga tutte le funzionalità di un notebook. Potremmo considerare appartenenti a questa categoria i tablet Windows e i recenti tablet Chrome, che utilizzano come sistema operativo il browser da cui prendono il nome. Sebbene si tratti di tablet a tutti gli effetti possono anche essere considerati dei notebook, hanno però la differenza sostanziale che non reggono tutte le funzionalità di Android e non hanno sempre a disposizione le app classiche del Play Store.

Peso

Il fattore peso è invece un po’ più complesso, poiché non è correlato unicamente alle dimensioni dello schermo, ma anche all’hardware di cui il tablet si compone: a influenzare il peso di questo dispositivo contribuiscono infatti anche le caratteristiche tecniche del display, la potenza del processore e la conseguente necessità di una ventola più o meno potente, come avremo modo di vedere più sotto.
Tablet quotidianoIn maniera molto generale, possiamo dire che il peso massimo per un tablet dai 10″ in su non dovrebbe superare i 500 g, mentre per i modelli di dimensioni più contenute è lecito aspettarsi un peso tra i 300 e i 400 g. I modelli più recenti da 12″, pensati soprattutto per essere utilizzati da grafici e illustratori, possono anche avvicinarsi ai 700 g (dettaglio trascurabile viste le prestazioni di altissima qualità di questi prodotti), e sono quasi sempre dei sistemi convertibili oppure delle vere e proprie tavolette grafiche dedicate, dal peso sicuramente maggiore. Vi consigliamo di orientarvi sempre su prodotti non superiori ai 500 g di peso, a cui dovrete aggiungere circa 150/200 g per la cover e l’eventuale pellicola protettiva.

2. Connettività

Un fattore decisivo per la scelta del tablet è rappresentato dalla possibilità di connetterlo non solo alla rete Wi-Fi, ma anche ad altri dispositivi con cui vogliamo condividere file o sincronizzare i nostri contenuti. Questo è possibile sia attraverso tecnologie senza fili che fisiche.

Internet

La connettività internet è fondamentale per un tablet, poiché le funzionalità sono per la maggior parte basate sull’accesso alla rete, esattamente come avviene per qualsiasi smartphone. Aggiornamenti software, fruizione di contenuti online, upload e download di file, in alcuni casi anche l’uso di strumenti cloud: tutte queste funzionalità necessitano di un accesso a internet.
Alcuni modelli di tablet sono equipaggiati solo di connettività Wi-Fi, solitamente in Dual Band, che permette di agganciarsi a una rete wireless casalinga o pubblica, ma non di navigare in assenza di questo tipo di accesso.Tablet SIM I modelli più avanzati e costosi, che generalmente si riconoscono dalla sigla LTE, sono invece forniti di uno slot per scheda SIM, che a seconda del vostro operatore telefonico vi permetterà di usufruire di un piano dati che consente di navigare ovunque, sfruttando le reti 3G o 4G. I modelli più recenti sono inoltre capaci di connessione alla rete 5G, che copre quasi tutto il territorio nazionale e la cui attivazione completa permetterà prestazioni elevate, minori delay, oltre che estensione del segnale anche in zone remote e solitamente non coperte facilmente dalla rete mobile. Ricordate che se pensate di utilizzare il vostro tablet fuori casa per fruire di internet dovrete o collegarlo in hotspot al vostro smartphone, una procedura semplice ma non particolarmente stabile, o dotarvi di una ricaricabile o contratto. Dovrete quindi recarvi dal vostro operatore telefonico di fiducia e ottenere una nuova scheda SIM.

Porte

Dal punto di vista della connettività fisica con altri dispositivi, invece, i tablet sono in generale piuttosto limitati per quanto riguarda le porte disponibili. Di norma tutti i modelli dispongono di una porta micro USB, mentre i modelli più recenti sono aggiornati allo standard USB-C.Tablet connettività Talvolta viene offerta anche una presa micro HDMI, con cui è possibile connettere il proprio tablet a monitor esterni e visualizzare su schermi di grandi dimensioni i propri contenuti. La connessione attraverso USB ed USB-C è necessaria sia per la ricarica del dispositivo ma anche per connetterlo al vostro computer per poter lavorare, caricare o scaricare dati. Uno dei fattori che rendono più comodi i tablet Android rispetto alla concorrenza è proprio quello di poter trasferire i dati attraverso le cartelle ed “Esplora Risorse” di Windows con estrema facilità, procedura che in iOS per iPad e iPhone è decisamente più laboriosa. Inoltre è possibile connettere alla porta USB-C anche degli hub per aumentare le connessioni e leggere file o filmati di qualsiasi natura.

3. Software

Nella scelta del vostro tablet dovrete anche prendere in considerazione quali software troverete preinstallati, dal sistema operativo fino alle singole applicazioni, non sempre cancellabili. Il primo fattore, in particolare, può avere un impatto significativo su che cosa è possibile fare con un tablet, e merita quindi molta attenzione.

Sistema operativo

Android occupa una larga porzione del mercato dei dispositivi mobili in generale, offrendo una buona flessibilità e la possibilità di personalizzare il proprio tablet con lo store più ampio in assoluto, che attualmente comprende circa 2.700.000 applicazioni. Sono molti i marchi che producono dispositivi con questo sistema operativo, dai più noti fino ai più economici, consentendo una scelta estremamente ampia e diversificata, adatta a soddisfare ogni tipo di utente. Prima dell’acquisto va considerata non solo la versione del sistema operativo già installata, ma anche la possibilità o meno di aggiornarla. È infatti abbastanza comune, soprattutto tra i prodotti di fascia bassa, l’impossibilità di scaricare le versioni più recenti di Android. Questo non solo limita il numero di applicazioni utilizzabili, ma influisce anche sul livello di sicurezza e dunque sulla longevità del prodotto stesso. L’ultima versione di Android rilasciata è la versione 11, ma la maggioranza dei tablet in commercio ha attualmente installata la versione 10, che ha comunque tantissime funzioni molto comode. Nell’immediato futuro sarà possibile aggiornare il vostro sistema operativo all’ultima versione, per questo motivo vi consigliamo anche l’acquisto di un dispositivo che abbia un hardware abbastanza potente da poter far girare la prossima versione del sistema operativo senza problemi.Tablet Android 10Va inoltre aggiunto che molti dei brand più importanti adattano di volta in volta Android in base alle loro esigenze o per creare un prodotto più appetibile, o che sia più in sintonia con l’hardware e con la posizione dei tasti. Quindi i prodotti Galaxy avranno comunque delle funzioni aggiuntive su base Android, così come i prodotti Huawei, che malgrado si basino su Android non danno accesso al Play Store ma a uno store su misura creato dal brand. Stesso discorso per la serie Kindle Fire di Amazon, che ha uno store apposito che contiene solo una porzione dei quasi tre milioni di app dello store Google. Cercate di considerare queste variabili prima dell’acquisto: se per esempio utilizzate con frequenza i prodotti Prime Video o Netflix un Kindle Fire è perfetto per voi, allo stesso modo, se il tablet vi serve solo per la didattica a distanza, potreste orientarvi per un prodotto che supporti Chrome.

4. Schermo e fotocamera

Un fattore importante nella scelta del tablet è la qualità dello schermo. Nel valutare questo fattore è importante considerare due aspetti: la risoluzione supportata dal display e la tecnologia impiegata per la costruzione del pannello. La combinazione di questi due elementi determina non solo la qualità di visione, ma anche, come vedremo, il peso di questo elemento.

Risoluzione

La risoluzione dello schermo può giocare un ruolo importante in base all’uso che fate del vostro tablet. Se l’uso è molto sbilanciato verso il gaming o le applicazioni visive in generale, come la visione di film o fotografie in alta definizione, potrà interessarvi che il vostro tablet supporti almeno una risoluzione Full HD (1980 x 1080 p), sebbene oggi sia possibile trovare modelli di alta gamma che offrono una risoluzione superiore, fino a 4K con 2800 x 1752 p.
Per tutti gli altri utilizzi meno incentrati sulla qualità dell’immagine potrà andare bene uno schermo con una risoluzione inferiore: gli schermi con una risoluzione di 1280 x 800 p sono piuttosto facili da trovare sui tablet di medie dimensioni (8-9″), mentre i modelli di fascia più bassa si attestano per lo più sui 1024 x 600 p. Se avete bisogno di performance particolarmente alte dovrete anche considerare la velocità di refresh dello schermo, ovvero quanto velocemente l’immagine trasmessa ai pixel cambia. Tablet displayLo stato dell’arte per i tablet è di 120 Hz, un tipo di setting hardware che consente immagini assolutamente perfette durante i movimenti, senza “scie” o problemi all’immagine derivanti dal movimento veloce. Questa tecnologia è particolarmente indicata nei tablet destinati al gaming, ma anche per la fruizione di video e film in FullHD e 2K. Considerate che al momento anche YouTube offre per i suoi video delle risoluzioni molto alte, anche fino a 4K.

Tecnologia

La tecnologia costruttiva del pannello è rilevante sia per le performance dello schermo, sia per il suo peso. Sono sostanzialmente tre i tipi di pannello che i tablet montano: IPS, AMOLED e Super AMOLED:

  • IPS (In-Plane Switching): una tipologia diffusa anche tra i monitor, presenta il vantaggio di offrire un ampio angolo di visione (vale a dire che il monitor rimane ben visibile anche osservato ad angolazioni estreme) di circa 170°, e quello di supportare una gamma di colori ampia, che può arrivare a 1,07 miliardi di colori, anche se molti produttori si fermano a 16,7 milioni. I tempi di risposta, importanti quando si vuole guardare un film oppure giocare, raramente sono sotto i 3 millisecondi. Questo schermo consuma sensibilmente di più ed è composto di pannelli più spessi rispetto agli schermi a tecnologia AMOLED;
  • AMOLED: questa tecnologia riesce a offrire la stessa gamma colori di un pannello IPS (1,07 miliardi di colori), con un tempo di risposta molto inferiore, in alcuni casi anche sotto il millisecondo. Il grandissimo vantaggio di questo tipo di pannello sta nel consumo energetico significativamente inferiore e nell’incredibile sottigliezza che questa tecnologia permette di raggiungere, con conseguenze sia sulla durata della batteria, sia sul peso complessivo del tablet;
  • Super AMOLED: migliora lo standard precedente con consumi energetici ancora inferiori e un angolo di visione molto ampio; questo tipo di pannello si trova installato sui prodotto di fascia alta.

Un ulteriore elemento che può essere rilevante per molti utenti è la fotocamera integrata. In moltissimi casi, i tablet sono equipaggiati esattamente come gli smartphone dello stesso produttore, vale a dire con un fotocamera posteriore e una anteriore, ma molti modelli moderni, sulla scia degli smartphone di alta fascia, presentano più fotocamere esterne. Questa scelta viene fatta principalmente per garantire una migliore messa a fuoco delle immagini, e i risultati delle foto dei dispositivi di fascia alta sono ormai vicini per qualità e dettaglio alle fotocamere digitali classiche.Tablet fotocamere esternePer quanto riguarda la qualità fotografica delle fotocamere integrate sui tablet, bisogna subito dire che le fotocamere posteriori sono normalmente di qualità superiore a quelle montate anteriormente, che sono per forza di cose molto più piccole. Tipicamente, il sensore di una fotocamera posteriore si aggira sugli 8-13 Mp, mentre le fotocamere anteriori hanno di norma un sensore da 2-5 Mp. La fotocamera interna è specialmente utile durante le videoconferenze, dove è spesso importante mostrare anche una certa qualità delle immagini.

Tablet Android

5. Hardware

Lasciamo per ultimo il fattore più puramente tecnico da valutare nell’acquisto di un tablet, che può forse interessare maggiormente chi cerca un tablet utile anche per lavorare e non solo per passare il tempo. Riuniamo sotto questo fattore tutte le considerazioni su processore, RAM e memoria interna.

Processore

I processori per tablet odierni sono significativamente diversi dai processori destinati a notebook e desktop, poiché tra le esigenze principali ci sono quelle di consumare poca energia e generare poco calore. In generale, la tendenza è quella di montare su un tablet un processore octa-core per facilitare il multitasking (ad esempio ascoltare musica e leggere un ebook simultaneamente), con velocità raramente comparabili ai processori “da computer”: spesso le velocità delle CPU per tablet sono ben al di sotto dei 2 GHz. Stabilire quale processore sia meglio per il vostro tablet non è quindi facile e possiamo solo tracciare qualche linea guida generica:

  • Processori Dual Core, massimo 1,5 GHz: consumano e scaldano meno, reggono un multitasking moderato, necessitano di meno raffreddamento per cui si traducono in meno peso del sistema globale;
  • Processori Quad Core, sopra i 2 GHz: consumano e scaldano di più, reggono significativamente più task simultanee, necessitano di più raffreddamento per cui si traducono in maggiore peso del sistema complessivo;
  • Processori Octa Core, fino a 3,1 GHz: equipaggiati solo nei modelli più recenti e costosi, sono comparabili a molti computer portatili in termini di prestazioni e sono ideali per gestire un grande numero di processi in contemporanea.

Se usate il tablet per navigare in rete, chattare e guardare un video ogni tanto, un processore meno potente potrà bastare. Se invece con il tablet volete poter lavorare in Office o altri programmi per la produttività, così come giocare online, aprendo più documenti in una volta e tenendo costantemente attivo anche un browser web, dovrete preferire un processore più performante. La maggior parte dei prodotti attuali presenta un microprocessore octa-core con meno di 2 GHz di velocità massima. Questa soluzione è ormai installata su moltissimi prodotti di fascia economica che hanno prestazioni alte per prezzi di circa 150 €. Si tratta di configurazioni abbastanza standard che trovano il favore del grande pubblico. Orientativamente, per i prodotti di fascia alta dovrete invece orientarvi su una velocità massima dai 2,5 GHz in su.

RAM

Tablet RAM manager

Un software per la gestione ottimizzata della RAM

La memoria RAM (Random Access Memory) nei tablet assolve la stessa funzione che assolve nei laptop e desktop: supporta il processore offrendo spazio su cui scrivere e cancellare rapidamente dati utili ai fini delle operazioni da eseguire, e su cui conservare le informazioni fino a che l’operazione non è terminata. Quando si parla di RAM è difficile sbagliare: maggiore è la sua capacità, migliori saranno le prestazioni del tablet, anche se va detto che i sistemi operativi per tablet (e anche per smartphone) sono progettati in modo da usare la RAM in maniera intelligente, privilegiando le operazioni eseguite più spesso (ad esempio le applicazioni che si usano più spesso sul proprio tablet) rispetto a quelle usate più raramente, così che la velocità di caricamento ed esecuzione delle task “abituali” risulti sempre più veloce rispetto al lancio di operazioni usate più raramente. Nei tablet odierni la RAM va solitamente da 2 GB in su, fino a 6 GB nei modelli migliori. Anche in questo caso è fondamentale considerare le proprie esigenze prima dell’acquisto. Se si ha necessità di un dispositivo utile per il lavoro, che richieda fluidità e rapidità di risposta, una buona RAM sarà di conseguenza indispensabile.

Memoria

Nei tablet, caratterizzati dalla necessità di compattare tutti i componenti di un PC in uno spazio davvero esiguo, la memoria fissa non può essere né un HDD né una memoria SSD.
Troviamo perciò su questi dispositivi una memoria flash fissa, piccola e leggera, a fare le veci di un HDD. Le dimensioni sono di conseguenza molto ridotte rispetto alle memorie fisse in piena regola, e vanno di solito dai 32 ai 128 GB. Esiste però un compromesso che permette di espandere anche di molto la memoria disponibile sul tablet, ed è quello di servirsi di una scheda di memoria Micro SD da inserire nell’apposito slot di cui quasi tutti i tablet moderni sono dotati. Le dimensioni massime della memoria Micro SD utilizzabile variano a seconda del modello di tablet, e possono spaziare dai 32 GB a 1 TB nei modelli più evoluti, arrivando ad eguagliare alcuni computer portatili.

Le domande più frequenti sui tablet

I materiali sono importanti?

I materiali con cui un tablet è assemblato rappresentano un fattore spesso secondario nell’acquisto di un determinato prodotto. Va detto che la scelta è piuttosto limitata: al di là dello schermo, che è in vetro antigraffio, il telaio del tablet può essere o in plastica rigida o, in alcuni casi, in alluminio.Tablet materialiQuello che cambia è la resistenza agli urti del materiale, ma anche la dispersione del calore: l’alluminio contribuisce infatti meglio della plastica a disperdere il calore generato dalla CPU, è leggero e assorbe meglio gli urti. Sono di norma i modelli di fascia più alta ad avere una scocca in alluminio, un fattore che contribuisce anche ad alzare il costo finale di un tablet.

Quali sono le principali marche di tablet?

Nel mercato dei tablet le considerazioni sul brand sono importanti per più di un motivo. Ogni marchio dispone ormai di svariate applicazioni proprietarie che si trovano normalmente preinstallate sul dispositivo al momento dell’acquisto e che il più delle volte non possono essere eliminate. Alcune di queste possono essere effettivamente utili per mantenere il proprio tablet aggiornato e sicuro, assicurando inoltre costanti miglioramenti, di norma gratuiti. Bisogna poi considerare che i produttori più famosi sono in grado di fornire ai propri clienti un servizio di assistenza efficiente, rapido e capillare, laddove marchi meno conosciuti o economici possono risultare più difficili da raggiungere in caso di bisogno. Come detto in precedenza, moltissimi brand di fascia bassa hanno preso piede sul mercato internazionale, con prezzi molto appetibili e prodotti dalle prestazioni decisamente alte. Si tratta di prodotti assemblati con velocità e che spesso presentano dei veri e propri problemi di funzionamento, probabilmente a causa di saldature nei connettori non troppo stabili, e che fortunatamente per il cliente possono essere restituiti immediatamente se non funzionanti. Si tratta comunque di prodotti consigliati nel caso l’utilizzo del tablet sia casual o si debba utilizzare il dispositivo per la DaD, per vedere dei video o fruire di internet. Hanno inoltre materiali molto solidi, plastiche non sempre perfette ma scocche metalliche, buona risoluzione ma touchscreen poco performanti. Per questo motivo, se il tablet dovrà essere usato per lavorare è assolutamente consigliabile orientarsi verso un brand affermato e un prodotto dal prezzo e dalle specifiche più alte. Il denaro investito inizialmente in questo tipo di prodotti viene solitamente recuperato nel tempo, con una longevità maggiore dei dispositivi.

Quanto costa un tablet?

Come è spesso il caso per i prodotti di elettronica, anche per i tablet la progressione prezzo/qualità è piuttosto lineare, e a prezzi maggiori corrispondono di norma prodotti più performanti. Vi sono però almeno due variabili aggiuntive sul prezzo, vale a dire da un lato la grandezza del display (a parità di modello un tablet grande costa di più di uno più piccolo), dall’altro la presenza o meno di uno slot per scheda SIM con abbonamento dati (anche in questo caso, a parità di modello, un tablet con connessione 3G, 4G o 5G costa più di un modello dotato della sola connessione Wi-Fi). Indicativamente, possiamo individuare le seguenti fasce di prezzo:

  • Fascia di prezzo bassa: < 200 €, processore Dual o Quad Core da 1,2 GHz circa, 2 GB di RAM, memoria interna da 8 GB, espansione Micro SD da 32 a 128 GB, solo Wi-Fi, risoluzione massima 1280 x 800 p;
  • Fascia di prezzo media: 200-400 €, processore Quad o Octa Core da 1,5 GHz circa, 4 GB di RAM, memoria interna da 16 o 32 GB, espansione Micro SD da 64 a 256 GB, Wi-Fi e 4G, risoluzione massima 1980 x 1080 p;
  • Fascia di prezzo alta: > 400 €, processore OctaCore da 2 GHz e oltre, 4 GB di RAM, memoria interna da 128 GB, espansione Micro SD da 128 GB a 1 TB, Wi-Fi e 5G, risoluzione massima 4K.

Prima dell’acquisto pensate anche alle vostre reali esigenze, non sempre infatti uno schermo Super AMOLED o una scocca in metallo sono necessarie. La presenza di un pennino fa solitamente aumentare il costo del dispositivo, ma se sapete già che non lo userete è inutile un prodotto del genere. Le marche più famose hanno comunque dei prodotti molto performanti in tutte le categorie di prezzo. Una spesa media solitamente vi garantisce anche un funzionamento senza intoppi anche dopo gli update di sistema.

Quale tablet usare per la didattica a distanza?

Se si ha bisogno di un tablet per lo studio ci sono diversi parametri da tenere in considerazione, a partire dall’età dello studente e dal budget a disposizione.

Scuole elementari e medie inferiori

Un tablet economico potrà fare al caso vostro. Badate che però non si tratti di un modello con schermo troppo piccolo, perché l’apprendimento è facilitato da una visione comoda degli argomenti trattati. Orientatevi verso un prodotto di fascia media senza ricercare materiali pregiati, perché un bambino o un ragazzino tenderà a rovinare il dispositivo con molta più facilità. Un dispositivo di qualità, seppur entry level, vi garantirà una fotocamera e un touchscreen performanti e adatti alla situazione. Per bambini particolarmente piccoli esistono prodotti appositi dai rivestimenti gommati e con grip e accessi facilitati. Considerate che per i bambini fino alle scuole medie l’uso del tablet, anche se utilizzato solo per le spiegazioni, è comunque affiancato moltissimo all’utilizzo analogico di carta, penna e libri. Inoltre, tenete presente che a quasi tutti i dispositivi è possibile collegare una tastiera esterna via Bluetooth.

Tablet scuolaScuole medie superiori

Se invece il tablet è per le superiori, potrete o decidere di investire di più o orientarvi direttamente verso un notebook, i cui prezzi sono simili e che verrà utilizzato anche per scrivere con più facilità compiti e tesine. Ovviamente, potreste decidere di orientarvi verso un tablet Windows, un Chromebook o un convertibile, ma dovrete comunque dare priorità al fatto che con con gli appunti raccolti lo studente avrà bisogno di rielaborazione, spesso sempre in digitale. Gli studenti delle superiori sono quasi tutti in grado di utilizzare con molta competenza la tecnologia: anche un prodotto di fascia bassa ma con uno schermo generoso potrà essere utilizzato senza problemi.

Università

Su ispirazione dei college americani diventa sempre più comune da noi vedere studenti universitari che utilizzano i tablet per prendere appunti e per fruire di dispense. Vi servirà un prodotto dalle prestazioni medio-alte, perché lo studio necessita di accuratezza specialmente all’università, in cui si passano molte ore fuori casa e la mole di informazioni è spesso molto elevata. Allo stesso modo, l’uso di una pennetta per prendere appunti è quasi obbligatorio per questo tipo di mansione e molti modelli vengono venduti già con lo stilo incluso. Anche in questo caso può essere considerato come alternativa l’uso di un Chromebook o di un convertibile, ma lo scopo principale del tablet in questo caso è quello di prendere molti appunti e poterli archiviare e convertire in modo veloce.

Quale tablet usare come tavoletta grafica?

Il settore dell’illustrazione digitale ha avuto negli ultimi anni un vero e proprio boom, vedendo molte persone cimentarsi con questo medium. La raffinatezza dei programmi disponibili sul mercato, dalla suite di Adobe al famoso Procreate, rendono il lavoro dell’illustratore, professionista o amatoriale, decisamente più semplice. Gli effetti dei pennelli e dei set di pennelli (spesso a pagamento) disponibili su questi programmi sono dotati di incredibile realismo e spesso si modificano in tempo reale, proprio come avviene, seppur con le dovute differenze, con i pigmenti veri. L’acquisto di un tablet da usare come tavoletta grafica è una domanda comune a cui proveremo a rispondere con ordine.
Anzitutto, se siete dei professionisti, sia illustratori, sia coloristi, fumettisti o animatori, vi sconsigliamo caldamente l’uso di un tablet ma vi suggeriamo l’acquisto di una tavoletta grafica vera e propria. Le tavolette grafiche sono dei touchscreen di grosse dimensioni, pesanti e con un bel grip sul piano di lavoro, hanno moltissimi livelli di pressione per una calibrazione precisa del tratto, calcolo dell’inclinazione del pennino e spazio minimo tra schermo e superficie disegnata percepita. Hanno un prezzo che parte per i modelli con schermo a colori da circa 350 € e i modelli più ambiti, ad esempio di marca Wacom, hanno un prezzo di circa 2.500 €. Se l’illustrazione è la vostra professione, dovrete a un certo punto necessariamente orientarvi verso questo tipo di prodotto. Le tavolette grafiche si usano in coordinamento a un altro programma, solitamente Photoshop o Clip Studio Paint, quest’ultimo spesso in omaggio con i prodotti Wacom. Un’alternativa è l’iPad Pro da 12,9″, che è attualmente uno dei più grandi tablet in circolazione, o il Galaxy Tab S7+ da 12,4″ con stilo incluso, entrambi dispositivi con performance molto alte e dal prezzo intorno ai 1.000 €.
Tablet applicazioniSebbene questi dispositivi rappresentino lo stato dell’arte per questo tipo di mansione, dovete ricordare che il lavoro di illustratore a livello professionale necessita di continui round di correzione, adempimento a standard fissi e programmi aziendali che vi porteranno quasi obbligatoriamente sulla suite Adobe completa. Inoltre, la notoria chiusura dei dispositivi Apple rende la movimentazione dei dati (che in questo caso sono file anche di grandi dimensioni) parecchio laboriosa e non adatta al lavoro in serie.
La scelta di un tablet come tavoletta grafica rimane però un’ottima soluzione per chi vuole cimentarsi con l’illustrazione o per professionisti e artisti che hanno più autonomia nelle scelte tecniche della professione. Dovrete scegliere un prodotto che abbia un touchscreen di comprovata qualità, idealmente un prodotto Samsung con stilo incluso, e che abbia anche abbastanza spazio per poter lavorare con comodità. Molti utenti ritengono infatti che i 10-11″ siano comunque abbastanza esigui per poter creare in comodità e con una visione d’insieme soddisfacente dell’illustrazione.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori tablet del 2021?

La tabella dei migliori tablet del 2021 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
Samsung Galaxy Tab S7+
Miglior prezzo
497,00 €
Miglior qualità/prezzo
Teclast P20HD
Miglior prezzo
159,99 €
Lenovo Tab P11 Pro Miglior prezzo
584,10 €
Samsung Galaxy Tab S6 Lite Miglior prezzo
262,00 €
Lenovo Tab M10 (2nd Gen) Miglior prezzo
128,08 €

Tablet: gli ultimi prodotti recensiti

Domande e risposte su Tablet

  1. Domanda di Bruno | 21.05.2020 23:32

    Devo prendere un tablet per mio figlio possibilmente che possa anche giocare oltre a vedere video e filmati. Non oltre i 150 euro, cosa mi consigliate

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 02.06.2020 09:30

      I tablet non sono particolarmente indicati per il gaming e comunque per questo scopo dovresti spendere una cifra molto più alta. Per il resto lo Huawei Mediapad T3 10 LTE è più che sufficiente.

  2. Domanda di arnaldo | 31.03.2020 16:48

    sono interessato al tablet hawei t5lite chiedo se possibile far riconoscere un hard disk 500gb che ho +macchina foto sony

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 03.04.2020 15:59

      La memoria esterna potrebbe essere riconosciuta (a seconda del file system con cui è formattata) usando un cavo OTG. La macchine fotografiche generalmente non possono essere collegate direttamente a un tablet.

  3. Domanda di maria | 18.02.2020 12:33

    non riesco a decidere tra la versione lte del huawei t5 e m5 lite. consigli?
    Meglio più ram e memoria (t5) oppure batteria a fotocamera (m5 lite)?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 09.03.2020 11:21

      Dipende dall’utilizzo che ne intendi fare. Se deve essere sostitutivo di un computer, vanno ovviamente privilegiati RAM e spazio d’archiviazione.

  4. Domanda di Ricky | 09.12.2019 00:27

    Sto cercando un tablet pc (anche convertibile) con schermo che consenta di leggere riviste a tutta pagina quindi che rappresenti l’A4.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 10.12.2019 09:59

      Sono pochissimi i modelli con le dimensioni che cerchi (13,3″), dovresti orientarti su un notebook convertibile come l’HP ENVY X360 13.

  5. Domanda di Daniela Pavone | 02.11.2019 18:40

    Buongiorno vorrei acquistare un tablet solo wifi ,per vedere foto e filmati e quindi con buona capacità di memoria e non oltre 10 pollici. Da 200 /300

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.11.2019 09:38

      Puoi orientarti sullo Huawei Mediapad M3 Lite 10″.

  6. Domanda di PAOLO BARILLI | 12.08.2019 09:53

    Quale può essere la convenienza tra un tablet con scheda sim dal costo di circa 300€ , e uno smartphone di media qualità dello stesso prezzo?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 15.08.2019 12:59

      Dipende dall’uso che devi farne. Un tablet può essere molto utile anche per lavorare in mobilità, offrendo una superficie più ampia e moltissime applicazioni per la produttività, ma sicuramente è più ingombrante e meno pratico per alcune attività, come per esempio per la fotografia.

  7. Domanda di Sandro | 22.06.2019 22:28

    I tablet (e i pc o smartphone) oggi in vendita supportano rete 5G? O tra un paio di anni saranno obsoleti? Se sì, quali tablet sono già predisposti?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24.06.2019 09:11

      Al momento sono stati annunciati diversi smartphone compatibili con le reti 5G, ma non ci sono notizie certe sui tablet. In ogni caso, nell’arco di due anni qualunque dispositivo Android inizia ad essere obsoleto, anche solo per gli aggiornamenti possibilmente limitati del sistema operativo.

  8. Domanda di Cristiano | 26.04.2019 14:18

    Buongiorno
    Cerco tablet per giochi bambini (6, 11 e 13 anni). Al massimo vedere partita con sky go- dazn fuori casa (raramente) + navigazione normale.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 29.04.2019 09:45

      Se deve essere usato da un bambino di soli sei anni consigliamo di evitare grandi investimenti e orientarsi su un modello come lo Huawei Mediapad T3 10 LTE. Va però tenuto conto per che alcuni giochi si richiedono prestazioni più avanzate (come quelle dello Huawei Mediapad M5 10,8 LTE, che però è decisamente più costoso).

  9. Domanda di Antonio | 19.01.2019 23:53

    Ho un Acer Iconia One B3 A30 che si blocca di continuo anche con semplici app. Cerco un 1O” con almeno 2GB di RAM ed un processore 1.5 tra 200 e 300 €

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22.01.2019 10:27

      Il Samsung Galaxy Tab A può essere una buona soluzione.

  10. Domanda di Silvia | 05.01.2019 02:57

    Ho un tablet samsung galaxy A, e lo vorrei cambiare con uno molto performante sia di memoria che di ram…Cosa mi consigliate?….grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.01.2019 19:26

      Lo Huawei Mediapad M5 10,8 LTE può essere una buona scelta.

Il migliore

Samsung Galaxy Tab S7+

Migliore offerta:497,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Teclast P20HD

Migliore offerta:159,99€