I migliori smartphone Samsung del 2020

Confronta i migliori smartphone Samsung del 2020 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Guarda prodotti simili su
Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

Il numero uno al mondo

Samsung Electronics è una delle tante aziende affiliate alla multinazionale Samsung, che da molti anni ormai rappresenta una delle realtà più di successo nel mercato dell’elettronica di consumo, i cui prodotti spaziano dalle smart TV, ai tablet, agli smartwatch. È il marchio che produce e commercializza i dispositivi mobili attualmente più venduti al mondo, in particolare gli smartphone conosciuti sotto la sigla Galaxy, che dal 2009 hanno conosciuto una popolarità sempre crescente. Oggi Samsung offre un catalogo molto ampio, concentrandosi soprattutto su dispositivi di fascia medio-alta, oltre che su alcuni modelli top di gamma che concorrono direttamente con gli iPhone di Apple. I modelli realizzati da Samsung sfruttano unicamente il sistema operativo Android, come la grande maggioranza degli smartphone, e nel 2018 sono stati i più venduti al mondo in assoluto, nonostante Huawei abbia iniziato a minacciarne la supremazia.

Quali tipi di Samsung Galaxy sono in commercio?

Come anticipato, i dispositivi appartenenti alla famiglia Galaxy sono in commercio da ormai un decennio. Negli anni si sono susseguite diverse serie, ognuna delle quali è identificata da una lettera e da un codice numerico, e caratterizzata da diverse peculiarità, soprattutto in termini di prestazioni e componenti hardware. Oggi, in Italia, sono quattro le serie reperibili in commercio.

Serie Note

Gli smartphone appartenenti alla serie Note sono in realtà phablet, ovvero dispositivi dotati di touch screen il cui display misura minimo 5,1 pollici e massimo 6,99 pollici. Gli ultimi modelli di Galaxy Note misurano 6,3 pollici e possono essere utilizzati efficacemente non solo per l’intrattenimento o la gestione della telefonia, ma anche per attività lavorative più complesse. Solitamente i modelli Note si collocano al top di gamma, presentando caratteristiche molto simili alla Serie S (che vedremo nel paragrafo successivo), ma offrendo appunto dimensioni leggermente maggiori e, soprattutto, la compatibilità con un accessorio particolarmente interessante per molti utenti, ovvero la S Pen. Integrata nei modelli più recenti di Galaxy Note (il 9 è stato presentato e lanciato sul mercato nel 2018), è una penna dotata di Bluetooth che permette non solo di scrivere o disegnare a mano sul proprio smartphone, ma anche di controllarlo in remoto, utilizzandola per esempio per far scorrere le slide in una presentazione, per controllare la riproduzione di un film o per scattare foto a distanza. Il phablet è sufficientemente ampio da offrire un alloggiamento apposito per la S Pen, garantendo una soluzione pratica per averla sempre a portata di mano senza perderla. Il costo di questi modelli è molto elevato, oltre i 1000 €, ma è giustificato dalla specifiche tecniche e dalle prestazioni di alto livello, in grado di superare quelle di molti computer portatili. Un phablet Galaxy Note, in sostanza, può rappresentare uno strumento di lavoro estremamente efficace, soprattutto per chi si trova costantemente in viaggio.

Serie S: Supersmart

La serie S conta modelli di phablet di fascia molto alta, anche se le dimensioni dei display sono inferiori rispetto a quelle dei Galaxy Note. Insieme a questi, rappresentano di fatto il top di gamma, integrando componenti hardware avanzati e le funzioni più innovative attualmente disponibili sul mercato dei dispositivi mobili. Smartphone Samsung serie SIl prezzo di questi modelli si aggira intorno agli 800 – 1000 €, a seconda delle caratteristiche prescelte. Per ogni modello sono disponibili una versione di base e una Plus, la cui differenza principale risiede nelle dimensioni dello schermo, la cui risoluzione e tecnologia di costruzione rimangono invariate. I Galaxy S+, di fatto, sono solo leggermente più piccoli rispetto ai corrispettivi della serie Note (nell’ultimo modello la differenza è di solo 0,1″), ma non sono compatibili con la S Pen, un limite che si traduce in un prezzo inferiore e, ovviamente, in un minor numero di possibili controlli a distanza. Questi smartphone sono la soluzione adatta a chi cerca un prodotto di alto livello, ma non ha necessità di utilizzare un comando remoto come la S Pen.

Serie A: Alpha

I Galaxy A, introdotti sul mercato per la prima volta nel 2014, sono dispositivi di fascia medio-alta, sicuramente più alla portata dell’utente medio rispetto alla serie Note o S. Si tratta di modelli che hanno riscontrato un buon successo, offrendo un discreto rapporto qualità-prezzo e rappresentando un compromesso ideale per chi non cerca un prodotto sostitutivo di un tablet o un computer, ma intende comunque investire in un prodotto longevo. Le caratteristiche dei diversi modelli hanno conosciuto moltissime variazioni durante gli anni, sia dal punto di vista del design che delle specifiche tecniche. Gli ultimi modelli appartengono alla categoria dei phablet, con dimensioni che raggiungono i 6,3 pollici (esattamente come i Note 9), e puntano soprattutto sulla qualità di foto e video, un elemento decisivo per moltissimi utenti. Il prezzo degli smartphone della serie A varia sensibilmente a seconda del modello: chi si accontenta di un prodotto più datato può trovare soluzioni a meno di 300 €, mentre chi non vuole rinunciare alle ultimissime innovazioni dovrà investire più di 600 €.Smartphone Samsung dimensioni

Serie J: Joyful

I Galaxy J sono gli smartphone più economici prodotti dalla Samsung attualmente in commercio in Italia, anche se si attestano comunque su una fascia di prezzo media. Anche tra i modelli di questa gamma sono presenti sia modelli base che Plus, con dimensioni che variano dai 5,2 ai 6 pollici. Le prestazioni sono in linea con quelle di altri concorrenti in questa fascia di prezzo, offrendo opzioni adeguate per l’utente medio. In particolare, i modelli della serie J sono consigliati per chi non fa un uso particolarmente intensivo dello smartphone, ma lo utilizza primariamente per telefonare o inviare messaggi istantanei, gestire i propri profili sui social media e scattare qualche foto. I modelli più datati possono essere acquistati per circa 150 €, mentre quelli più recenti e aggiornati arrivano a circa 240 €.

Che caratteristiche hanno gli smartphone Samsung?

Come abbiamo visto, Samsung si è concentrata negli ultimi anni sulla produzione di smartphone e phablet di fascia medio-alta, oltre che di modelli estremamente avanzati pensati per chi cerca un prodotto in grado di sostituire completamente un notebook. Vediamo le caratteristiche che contraddistinguono i prodotti del marchio coreano.Smartphone Samsung caratteristiche

Sistema operativo

Fin dall’inizio della produzione di tutti i modelli Galaxy, Samsung ha sempre sfruttato il sistema operativo Android, dotandolo di un’interfaccia proprietaria che si è evoluta nel tempo:

  • Samsung TouchWiz: utilizzata fino ad Android 7.0 Nougat, è stata criticata per un eccessivo livello di personalizzazione di Samsung rispetto alla piattaforma originale, un fattore che poteva causare rallentamenti e un generale peggioramento delle prestazioni del dispositivo;
  • Samsung Experience: lanciata con l’aggiornamento ad Android 7.1 Nougat, parte dalla versione 8.0. Continua a offrire un alto livello di personalizzazione e aggiunge diverse funzioni rispetto alla verione di base realizzata da Android, ma continua a presentare problemi legati alla pesantezza del sistema;
  • Samsung One UI: la più recente, annunciata insieme all’avvento di Android 9.0 Pie, verrà diffusa nel corso del 2019. Questa versione è stata adattata al design degli ultimi modelli dotati di schermo curvo, e offre una riorganizzazione generale degli elementi sullo schermo, così da rendere più facile la navigazione tra tutti i suoi elementi. Per scoprirne le performance effettive durante l’uso, dovremo attendere qualche mese.Smartphone Samsung display

Schermo

Come abbiamo visto nell’analisi dei modelli attualmente commercializzati in Italia, moltissimi smartphone Samsung sono in realtà phablet, seguendo una tendenza sempre più marcata non solo tra i prodotti della casa coreana, ma tra tutti i grandi marchi che realizzano dispositivi mobili. Anche se è ancora possibile reperire modelli con un display da 4,5 pollici, attualmente le dimensioni più comuni vanno dai 5,1 ai 6,2 pollici, offrendo uno spazio adeguato non solo all’intrattenimento, ma anche al lavoro.
I pannelli degli schermi sono realizzati per lo più con tecnologia Super AMOLED, caratterizzata da una grande luminosità e da consumi energetici ridotti, oltre che da una buona visibilità anche in ambienti esterni e in presenza di forti riflessi. La risoluzione dei modelli di smartphone Samsung più avanzati arriva a ben 2960 x 1440 px, mentre i più economici non superano lo standard HD (720 x 1280 px).

Fotocamera

La qualità di foto e video dipende anche in questo caso dalla fascia di prezzo a cui appartiene il prodotto. È possibile trovare sensori singoli, doppi o addirittura quadrupli (come nel Galaxy A9), che vanno da 8 MP a 24 MP, spesso combinati tra loro per ottenere panoramiche o implementare ulteriori funzioni aggiuntive.Smartphone Samsung fotocamera

Hardware

Sono molte le componenti hardware che determinano le prestazioni di uno smartphone. I modelli proposti da Samsung offrono una grande varietà di configurazioni:

  • Processore: gli smartphone lanciati sul mercato nell’ultimo anno montano CPU di buona qualità, con velocità che normalmente non scende sotto 1,4 GHz, per arrivare nel top di gamma a ben 2,7 GHz, un risultato invidiabile non solo tra i dispositivi mobili;
  • RAM: se i modelli più economici non si differenziano particolarmente dalla concorrenza, con 2 GB di RAM, il top di gamma raggiunge gli 8 GB, assicurando un utilizzo estremamente fluido dello smartphone, anche durante l’esecuzione di molti processi in contemporanea;
  • ROM: la capacità di archiviazione è una delle caratteristiche più versatili in tutte le serie degli smartphone Galaxy. Se la memoria interna può variare dagli 8 ai 128 GB, infatti, è sempre possibile espanderla tramite una scheda Micro SD, arrivando in alcuni casi fino a 512 GB.

Connettività

Tutti i Samsung Galaxy possono ormai contare su diverse tecnologie senza fili. Anche se i modelli usciti negli ultimi due anni sono sempre compatibili con reti LTE, tuttavia, va sottolineato che alcuni (più datati ed economici) supportano unicamente lo standard Wi-Fi b/g/n, escludendo il più recente ac. La compatibilità con la tecnologia Bluetooth, inoltre, è sempre assicurata, un elemento indispensabile ormai per qualunque dispositivo mobile. Sottolineiamo inoltre che esistono versioni Dual SIM della maggior parte dei modelli attualmente in commercio, ma bisogna prestare attenzione alla configurazione prescelta al momento dell’acquisto.Smartphone Samsung hardware

I maggiori concorrenti

Attualmente sono due i maggiori concorrenti di Samsung, anche se ricordiamo che il marchio coreano continua a detenere il primato per numero di smartphone venduti annualmente.

  • Apple: nonostante utilizzi un sistema operativo differente, Apple è uno dei pochi marchi che realizza smartphone top di gamma dalle caratteristiche comparabili ai migliori modelli Samsung. Al momento, comunque, le vendite di iPhone non riescono a superare quelle dei Galaxy;
  • Huawei: ha conosciuto una grandissima crescita di vendite in tutto il mondo, diventando il secondo produttore mondiale per vendite di dispositivi mobili nel 2018. Utilizza Android e rappresenta una minaccia molto seria per Samsung, soprattutto per quanto riguarda i modelli di fascia media ed economica.

Gli smartphone Samsung sono compatibili con la ricarica wireless?

Non tutti gli smartphone Samsung supportano la ricarica wireless. Va tenuto presente che finora questa funzione è presente solo in modelli di fascia alta, dunque nelle serie Note e S. Samsung, tuttavia, ha comunicato di voler equipaggiare questa funzionalità anche negli smartphone di fascia medio-bassa, molto probabilmente nei prodotti della serie A e, forse, addirittura della serie J.Smartphone Samsung batteria

Gli smartphone Samsung hanno batteria rimovibile?

Ormai la possibilità di rimuovere la batteria è molto rara, anche tra gli smartphone di fascia economica. Samsung continua a offrire comunque qualche opzione, come per esempio con il Samsung Galaxy J7 Duo, uscito nel 2018 (primariamente per il mercato indiano, ma poi portato anche in Italia). Questo permette ovviamente di dotarsi di più batterie in caso di lunghi viaggi o di un uso intensivo dello smartphone, anche se ricordiamo che possiamo ottenere lo stesso risultato dotandoci di un caricabatterie portatile.

Gli smartphone Samsung sono resistenti all’acqua?

Samsung si sta sicuramente distinguendo dai concorrenti se si considera la resistenza dei suoi dispositivi mobili a polvere e umidità. Sono diversi i modelli che dispongono di certificazioni IP, anche se è possibile trovare diversi livelli. Chi cerca uno smartphone estremamente durevole può orientarsi su dispositivi certificati IP68, come il Galaxy S8, A8 oppure A5.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori smartphone Samsung del 2020?

La tabella dei migliori smartphone Samsung del 2020 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
Samsung Galaxy S10 512GB
nessuna offerta
Recensione
Samsung Galaxy S9 Plus
nessuna offerta
Recensione
Samsung Galaxy S8
nessuna offerta
Recensione
Samsung Galaxy J6 2018
nessuna offerta
Recensione
Samsung Galaxy A5 2017
nessuna offerta
Recensione

Smartphone: tutti i prodotti recensiti

"Smartphone Samsung": hai dubbi? Facci una domanda!

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Samsung Galaxy S10 512GB

Migliore offerta: 747,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Huawei P20 Pro Dual SIM 128 GB

Migliore offerta: 498,00€