I migliori smartphone Xiaomi del 2022

Confronta i migliori smartphone Xiaomi del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Il migliore

Amazon
Tech Jungle
Dimo Store
Media World
Luegoz
Sistema operativoAndroid
Versione OS12 + MIUI 13
ChipsetSnapdragon 8 Gen 1
Frequenza max processore3 GHz
RAM8 GB
Memoria256 GB
Memoria espandibileNon supportata
Tecnologia schermoAMOLED LTPO
Dimensioni schermo6,73 ''
Risoluzione schermoWQHD+
Refresh rate massimo120 Hz
Amperaggio batteria4600 mAh
Connettore USBUSB-C
Connettore audion.d.
Versione Bluetooth5.2
Dual-SIM
Reti5G
Risoluzione fotocamere posteriori50 + 50 + 50 MP
Risoluzione fotocamera anteriore32 MP
Risoluzione max video8K
Fps max1920
Punti forti
  • Ricarica rapida HyperCharge 120 W
  • Fotocamere eccellenti
  • Wi-Fi 6
  • Dolby Vision, HDR10+
  • Luminosità di picco 1500 nits
Punti deboli
  • Manca certificazione ufficiale resistenza acqua/polvere
  • Manca autofocus per scatti ravvicinati
  • USB di standard 2.0
  • Memorie limitate

Il miglior rapporto qualità prezzo

Amazon
Bpm power
Tech Jungle
Tecnosell
Phone2Go
Sistema operativoAndroid
Versione OS11
ChipsetMediatek Dimensity 700
Frequenza max processore2,2 GHz
RAM4 GB
Memoria64 GB
Memoria espandibileNon supportata
Tecnologia schermoLCD IPS
Dimensioni schermo6,5 ''
Risoluzione schermoFull HD+
Refresh rate massimo90 Hz
Amperaggio batteria5.000 mAh
Connettore USBUSB-C
Connettore audio
Versione Bluetooth5.1
Dual-SIM
Reti5G
Risoluzione fotocamere posteriori48 + 2 + 2 MP
Risoluzione fotocamera anteriore8 MP
Risoluzione max video4K
Fps max120
Punti forti
  • Sistema operativo di ultima generazione
  • Funziona anche su reti 5G
  • Ricarica veloce 18W
Punti deboli
  • RAM penalizzante per la longevità
  • Selfie camera di media qualità
Amazon
Multibrandproject
Tech Jungle
Pskmegastore
Bpm power
Sistema operativoAndroid
Versione OS12 + MIUI 13
ChipsetSnapdragon 870
Frequenza max processore3,2 GHz
RAM8 GB
Memoria256 GB
Memoria espandibileNon supportata
Tecnologia schermoAMOLED LTPO
Dimensioni schermo6,28 ''
Risoluzione schermoFull HD+
Refresh rate massimo120 Hz
Amperaggio batteria4.500 mAh
Connettore USBUSB-C
Connettore audion.d.
Versione Bluetooth5.0
Dual-SIM
Reti5G
Risoluzione fotocamere posteriori50 + 13+ 5 MP
Risoluzione fotocamera anteriore32 MP
Risoluzione max video8K
Fps max960
Punti forti
  • Ricarica rapida HyperCharge 67 W
  • Certificazione low blue light
  • Wi-Fi 6
  • Dolby Atmos, HDR10+
Punti deboli
  • Manca autofocus per scatti ravvicinati
  • USB di standard 2.0
  • Memorie limitate
Amazon
Tecnosell
Bpm power
BEST DIGIT
VG Informatica
Sistema operativoAndroid
Versione OS11 + MIUI 13 for POCO
ChipsetQualcomm Snapdragon 695 SM6375
Frequenza max processore2,2 GHz
RAM8 GB
Memoria256 GB
Memoria espandibile1 TB
Tecnologia schermoAMOLED
Dimensioni schermo6,67 ''
Risoluzione schermoFull HD+
Refresh rate massimo120 Hz
Amperaggio batteria5.000 mAh
Connettore USBUSB-C
Connettore audio
Versione Bluetooth5.1
Dual-SIM
Reti5G
Risoluzione fotocamere posteriori108 + 8 + 2 MP
Risoluzione fotocamera anteriore16 MP
Risoluzione max video1080 p
Fps max30
Punti forti
  • Buon display
  • Discreta potenza
  • Ricarica del 50% in 15 min
  • Include Alexa
Punti deboli
  • Foto e video scarsi
  • Manca slow motion
Amazon
Bpm power
Gomibo
Sg1shop
Sistema operativoAndroid
Versione OS11 + MIUI 12.5
ChipsetSnapdragon 778G
Frequenza max processore2,4 GHz
RAM6 GB
Memoria128 GB
Memoria espandibile1 TB
Tecnologia schermoAMOLED
Dimensioni schermo6,55 ''
Risoluzione schermoFull HD+
Refresh rate massimo90 Hz
Amperaggio batteria4250 mAh
Connettore USBUSB-C
Connettore audio
Versione Bluetooth5.2
Dual-SIM
Reti5G
Risoluzione fotocamere posteriori64 + 8 + 5 MP
Risoluzione fotocamera anteriore20 MP
Risoluzione max video4K
Fps max120
Punti forti
  • Dolby Vision e HDR10+
  • Corning Gorilla Glass 5
  • Caricatore incluso (33 W)
  • Con adattatore cuffie USB/jack 3,5 mm
  • Leggero
Punti deboli
  • Luminosità massima 800 nit
  • Slot unico per SIM2 o espansione memoria
  • Memorie limitate
Chiara Fonzi
Aggiornato il 24 giugno 2022

Gli smartphone Xiaomi

Gli smartphone Xiaomi sono prodotti dall’omonima azienda cinese Xiaomi Corporation (si pronuncia “Sciao mi” e non “Ksiao mi”), leader globale nel mercato degli smartphone Android che punta a conquistare un ruolo dominante con i suoi dispositivi.
Questa pagina vuole essere una guida che aiuti a decidere quale cellulare Xiaomi comprare, mentre per la disponibilità dei prodotti nei negozi online e i prezzi dei modelli Xiaomi più popolari vi rimandiamo a Trovaprezzi.it. Smartphone Xiaomi 12Solo nei negozi Xiaomi è possibile acquistare il telefono a rate senza interessi, ma prima di comprare è bene sapere che quando esce un nuovo smartphone Xiaomi pubblica una cifra di listino, che viene immediatamente ribassata per la promozione di lancio già nei primissimi giorni, fino ad arrivare anche alla metà del prezzo ufficiale già nel primo mese, anche nel caso dei flagship.

L’azienda Xiaomi

L’ecosistema Xiaomi è basato su quello che l’azienda ha definito AIoT (“AI”, intelligenza artificiale + “IoT”, Internet delle cose) ed è formato dai numerosi device smart proprietari che si connettono agli smartphone, dagli smartwatch ai purificatori d’aria. Dal 2020 Xiaomi ha raggiunto le prime posizioni per smartphone venduti a livello internazionale, facendo concorrenza a realtà affermate quali Samsung, Huawei ed Apple, con una quota di mercato che da allora si è sempre aggirata intorno al 15-25% del totale, sorpassando Apple e minacciando la connazionale Huawei.

Breve storia di Xiaomi

La storia di Xiaomi è iniziata nel 2009, quando il produttore di nicchia di smartphone cinesi a prezzi vantaggiosi è passato in poco tempo dall’essere considerato di serie B a diventare un punto di riferimento per moltissimi consumatori, che ne sono diventati fan accaniti. Il successo è in buona parte arrivato grazie al catalogo molto ampio e al buon rapporto qualità-prezzo, qualità che Xiaomi ha continuato a migliorare in modo esponenziale negli ultimi anni. Questi prodotti Made in China sono cambiati considerevolmente generazione dopo generazione, portando nelle nostre tasche telefoni sempre più prestanti e molto affidabili. 
Negli ultimi anni la società ha investito sempre di più in ricerca e sviluppo, specialmente sul fronte fotocamere, algoritmi e intelligenza artificiale. Smartphone Xiaomi

Sostenibilità

Dal punto di vista ambientale, ricordiamo che gli smartphone sono l’oggetto hi-tech ritenuto dall’Europa il più inquinante per il pianeta, soprattutto a causa della breve durata del prodotto rispetto ad altri, quali lavatrici e lavastoviglie. La durata media di uno smartphone Xiaomi è ad oggi di 2-4 anni, inferiore rispetto alla concorrenza.
Recentemente Xiaomi si è messa in linea con i concorrenti e ha iniziato a toccare il tema della sostenibilità con il suo Xiaomi Sustainability Report 2020, in cui ha tracciato i miglioramenti avvenuti negli anni e gettato le basi per quelli futuri. Ad esempio, le confezioni dei Mi 10T e 10T Pro (2020) contenevano molta meno plastica rispetto ai cellulari venduti dal brand fino ad allora. Sul lungo termine Xiaomi ha dichiarato di puntare alla maggiore longevità dei cellulari tramite il riciclo dei componenti, una più facile riparabilità e un più lungo supporto software. Diversi smartphone Xiaomi sono in ogni caso conformi alle normative ambientali e di sicurezza dei Paesi in cui vengono commercializzati, Europa inclusa (direttive CE, REACH, RoHS e WEEE).
Dal punto di vista sociale, Xiaomi ha investito diversi milioni per dotare dal 2019 la sua interfaccia MIUI di sistemi di segnalazione utili all’utente in caso di terremoto, come notifiche push sul punto di raccolta più vicino. Durante la pandemia, Xiaomi ha rifornito diversi governi, europei e non, di migliaia di mascherine FFP3, smartphone gratuiti per la DAD e costosi dispositivi medici.
Infine, Xiaomi figura tra le 10 aziende cinesi più sostenibili secondo il report dell’Hurun Research Institute di Shanghai.

Il catalogo Xiaomi

Scegliere tra le decine e decine di modelli di smartphone Xiaomi può essere complicato: analizziamo dunque insieme le serie principali. Va precisato che, rispetto a qualche anno fa, i cellulari Xiaomi sono leggermente aumentati di prezzo per il necessario adeguamento qualitativo di microchip, materiali e assemblaggi di livello più alto.Smartphone Xiaomi varietà

Xiaomi oppure Mi?
Nel 2014 Xiaomi ha abbandonato il sito aziendale xiaomi.com per il nuovo mi.com e ha cominciato a fare largo uso del marchio Mi per le sue serie di massima qualità di smartphone, tablet, wearable e notebook. Nel 2021, quattro mesi dopo aver lanciato il logo Mi rinnovato, ha deciso di fare marcia indietro e avviare l’operazione di abbandono definitivo della dicitura Mi in tutto il mondo, ritornando all’originale Xiaomi. Questo ha generato un po’ di confusione nel pubblico. 

Serie Mi/Xiaomi 

La serie Mi, dal 2021 ribattezzata Xiaomi, include smartphone di fascia intermedia e alta, venduti a prezzi molto competitivi rispetto alla concorrenza, dai 300 € in su. I diversi smartphone appartenenti a questa serie seguono una numerazione progressiva: quella Mi si è conclusa con il Mi 11 e la dodicesima generazione è stata venduta a partire dal 2022 con il nome Xiaomi 12. Alcune variazioni della serie ammiraglia includono una sigla o una ulteriore categorizzazione del prodotto, come Note, MIX, X e Pro.Smartphone Xiaomi Lite Infine, va notato che per alcuni modelli sono disponibili una versione di base chiamata Lite, con specifiche meno avanzate, materiali plastici e un prezzo inferiore. A seconda dell’uso che si deve fare dello smartphone sarà consigliabile orientarsi verso una versione più o meno avanzata, ma resta sempre l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Smartphone pieghevole Xiaomi

Lo Xiaomi Mix Fold è stato venduto nel 2021 esclusivamente sul mercato cinese e rappresenta il più economico tra gli smartphone pieghevoli disponibili sul mercato. Attualmente non ci sono smartphone pieghevoli Xiaomi in Europa.

Serie Redmi

La serie Redmi è nata nel 2013 e nel 2019 ha raggiunto un successo talmente ampio da diventare un marchio separato da Xiaomi, pur facendo sempre parte dell’azienda, come avvenuto tra Huawei e Honor. Gli smartphone Redmi sono prodotti di fascia economica, che puntano anch’essi sul buon rapporto qualità-prezzo.
Permettono infatti di utilizzare versioni recenti del sistema operativo e di ottenere aggiornamenti per un certo periodo, che può però risultare inferiore rispetto ai telefoni della serie Mi/Xiaomi; offrono alcune specifiche tecniche molto interessanti, per esempio molto spazio di archiviazione, ma vengono penalizzate le componenti hardware. Non necessariamente siamo in presenza di pezzi di scarsa qualità, ma possono essere semplicemente datati, dunque meno costosi, se comparati a quelli utilizzati dalla serie Mi/Xiaomi.Smartphone Xiaomi Redmi Note 11 Pro+ 5G Questi sono molto validi per tutti coloro che non devono fare un uso professionale dello smartphone, limitandosi alle comuni attività quotidiane come la gestione dei social media, la navigazione online e l’utilizzo di applicazioni di messaggistica istantanea. Anche in qui, esistono diverse linee all’interno della serie, come Note, A, Go, ma è generalmente difficile categorizzare le singole varianti basandosi solo sulla linea di appartenenza, eccetto che per i Note.

Redmi Note
Gli smartphone Redmi Note presentano specifiche mediamente più avanzate rispetto agli altri prodotti di questa linea e sono considerati i migliori all’interno della serie Redmi. Nel febbraio-marzo del 2022 è uscita la serie Note 11, declinata nelle versioni base, S, Pro e Pro 5G. I Redmi hanno un sistema operativo meno performante rispetto alla serie Xiaomi, fotocamere dalle prestazioni non eccellenti, ma la differenza di prezzo si sente notevolmente: parliamo di cifre di circa un terzo rispetto ai fratelli maggiori della serie principale.

Altri smartphone

La linea POCO di Xiaomi nel 2020 è diventata un brand a parte pensato per i giovani, caratterizzato anche da prezzi contenuti, basti pensare che il flagship del 2022 POCO X4 Pro 5G è stato lanciato a meno di 300 €.
Gli smartphone Xiaomi sotto il marchio Black Shark sono invece focalizzati sul gaming, tanto che l’interfaccia software JoyOS è personalizzata proprio per ottenere le migliori prestazioni in quest’ottica.
Gli smartphone Xiaomi Meitu hanno avuto vita breve. Infatti, dalla partnership tra le due omonime aziende siglata nel 2018 è stato prodotto e venduto solo il cameraphone dedicato ai giovani Xiaomi CC9 Meitu Custom Edition, dopodiché, nel 2021, ognuna delle due società ha ripreso la sua strada.

Le caratteristiche degli smartphone Xiaomi

Come sono gli smartphone Xiaomi? Considerando la vastità della scelta disponibile, non è semplice fare una descrizione univoca delle caratteristiche tecniche degli smartphone Xiaomi. Cerchiamo comunque di inquadrare alcuni dei dati tecnici più importanti.

OS e aggiornamenti

Tutti gli smartphone Mi/Xiaomi, Redmi e POCO sfruttano il sistema operativo Android, dunque offrono tutti i servizi Google, a meno che non siano stati acquistati in Cina. Nel 2016 Xiaomi ha dato vita alla sua interfaccia proprietaria MIUI, che attualmente ha raggiunto la versione 13, rappresentando una delle più perfezionate presenti sul mercato Android. Questa accompagnerà anche l’aggiornamento ad Android 12 e ha comportato una serie di miglioramenti importanti e varie funzioni aggiuntive per le applicazioni di sistema. Va precisato purtroppo che Xiaomi non è l’azienda più rapida a rilasciare la versione della sua interfaccia basata sulla più recente di Android. Questi ritardi sono dovuti al fatto che Xiaomi preferisce appoggiarsi ad Android, ma di fatto utilizza un sistema operativo autonomo e appena esce la nuova versione di Android ha bisogno di tempo per l’aggiornamento di MIUI. Di buono c’è che la longevità software sta migliorando negli anni, infatti gli Xiaomi 12 lanciati nel 2022 sono arrivati con la promessa agli acquirenti di 3 aggiornamenti Android (dalla versione 13 alla 15) e 4 anni di aggiornamenti proprietari.

Assistente vocale

Nel 2018 ha debuttato il nuovo assistente vocale Xiaomi Xiao AI (Shall AI, in inglese), ma ancora oggi è presente esclusivamente nel mercato cinese.

Schermo

La grande maggioranza degli smartphone Xiaomi e Redmi offre un display molto buono, se non ottimo, dalle dimensioni in linea con il mercato. Vengono utilizzate per i pannelli sia la tecnologia IPS che quella AMOLED, a seconda del modello selezionato.Smartphone xiaomi 12 schermoLa linea ammiraglia ha in tutte le sue declinazioni (anche in quelle non Pro) uno schermo di qualità eccellente per contrasto, precisione cromatica e nitidezza (fonte: DisplayMate), che rivaleggia con i primi della classe iPhone e Samsung Galaxy. Nei modelli più economici la resa degli schermi AMOLED è meno brillante, specialmente al buio e nella visualizzazione dei grigi scuri, mentre ci sentiamo di consigliare i modelli con schermo IPS solo a chi volesse contenere la spesa e avesse ben presente che non è la scelta migliore per la visione di foto, film e video su smartphone.

Fotocamere

Xiaomi, come tutti i brand di smartphone, cerca di offrire soluzioni di alto livello per le fotocamere, garantendo ottimi risultati anche sui modelli di fascia più bassa. Smartphone Xiaomi megapixel Nel 2022 la serie Xiaomi 12 ha integrato il sensore Sony IMX707, nuovo di zecca, arrivando a competere con l’eccellenza del Samsung Galaxy S22 Ultra.
Uno dei campi di ricerca di Xiaomi riguarda la riduzione dell’ingombro della fotocamera, per lo più conseguente alla necessità di integrare fino a quattro obiettivi diversi, ognuno per una diversa lunghezza di fuoco. Altro problema è il raggiungimento di lunghezze di fuoco molto corte con lo smartphone, per scattare foto macro. Se si pensa alle reflex, quando si ha la necessità di accorciare la lunghezza focale l’obiettivo si allunga molto verso il soggetto, ma questa soluzione non è comoda per uno smartphone ultrasottile che debba anche essere resistente ad acqua e polvere.
Ecco due soluzioni esplorate dal brand.

L’obiettivo retrattile
Nel 2020 è uscito il nuovo prototipo di cellulare in grado di impiegare un unico obiettivo telescopico retrattile, che poteva raggiungere diverse lunghezze focali. Questa tecnologia era già stata usata e poi abbandonata da Samsung.Smartphone Xiaomi fotocamera retrattile

La lente liquida
La lente liquida Xiaomi è una lente per obiettivo fotografico costituita da due film adagiati l’uno sull’altro, a racchiudere un liquido che funge da lente. Questo risulta più facilmente orientabile rispetto alle tradizionali lenti. La tecnologia è già usata nell’industria dei lettori scanner e delle webcam, ma è stata adattata agli smartphone da Xiaomi in collaborazione con OFILM, ex partner Apple, per aumentare notevolmente la velocità di focus nello scatto da cellulare, il che consentirebbe di avere finalmente un’unica fotocamera con un unico obiettivo, anziché obiettivi multipli. L’annuncio di questa innovazione è stato effettuato nel 2021, ci si aspetta che sarà una tecnologia integrata nel primo pieghevole di Xiaomi.

Hardware

Memoria interna e RAM sono dati ovviamente molto variabili a seconda del modello e della fascia di prezzo selezionati, ma è possibile notare l’uso ricorrente dei processori Qualcomm Snapdragon. I modelli più potenti presentano il Qualcomm Snapdragon 888, che regala ottime performance specialmente se legato a RAM più alte.Smartphone Xiaomi SnapdragonQuesti processori sono estremamente popolari, però offrono prestazioni che sono cambiate molto tra una generazione e l’altra. Dato che spesso Xiaomi non sfrutta componenti di ultima generazione, in particolare per i modelli più economici, è bene fare attenzione a questo dato prima di procedere all’acquisto e orientarsi su RAM più alte affinché i vostri dispositivi siano più longevi nel tempo.

Connettività

Oltre a offrire tutte le tecnologie di cui ormai non è possibile fare a meno, come Bluetooth e Wi-Fi, i più recenti modelli di smartphone Xiaomi offrono anche la compatibilità con le nuove reti 5G.Smartphone Xiaomi 5GRiguardo alla musica, i modelli di fascia bassa presentano il jack per le cuffie, mentre quelli di fascia alta potranno collegarsi a cuffie e casse Bluetooth attraverso l’omonimo sistema wireless.

Ricarica rapida

Xiaomi ha prontamente abbracciato la ricarica rapida, mettendosi al lavoro per accorciare i tempi. La linea più costosa nel 2022 è stata messa in vendita con la Xiaomi HyperCharge 120 W, che su una batteria da 4.600 mAh nella modalità Boost può ricaricare del 50% in 9 minuti; nella modalità standard fa arrivare il cellulare al 50% in 12 minuti. Il Redmi Note è stato venduto invece con una ricarica rapida da 33 W, con una batteria dalla capienza maggiore che fa sì che i tempi di ricarica siano del 50% in mezz’ora. Sistemi di raffreddamento e intelligenza artificiale impediscono alla batteria di surriscaldarsi, con ottimi risultati. Il caricabatterie, invece, accoglie tutto il calore generato dal processo, divenendo piuttosto caldo.

I maggiori concorrenti di Xiaomi

Come anticipato, la coreana Samsung e la cinese Huawei sono le aziende che vendono più cellulari Android a livello globale, rispetto a Xiaomi. Samsung è il leader assoluto per le vendite di smartphone Android da diversi anni, principalmente perché ha i migliori schermi del mondo, qualità e varietà di prodotti, assistenza post vendita all’altezza delle aspettative e facile reperibilità di accessori compatibili. Smartphone Xiaomi competitorsHuawei rappresenta sicuramente il concorrente da battere per Xiaomi, in particolare per quel che riguarda i cellulari di fascia economica e media. Il brand continua ad essere la scelta preferita dagli amanti della fotografia, potendo contare su lenti di alta qualità e software dalle ottime performance.

Le domande più frequenti sugli smartphone Xiaomi

Come si connette uno smartphone Xiaomi al PC?

Molti utenti sperano di poter semplicemente collegare il proprio smartphone Xiaomi al computer tramite un cavo USB, potendo da lì gestire foto, video e qualunque tipo di file multimediale. Purtroppo la procedura non è così semplice ed è necessario seguire qualche passaggio per poter eseguire queste operazioni. Esistono tre opzioni principali.

Scaricare Mi PC Suite

Si tratta di un semplice programma per la gestione di file pensato per gli utenti Windows. Va scaricato sul proprio PC e, una volta connesso via USB il proprio smartphone, sarà possibile salvare una copia dei propri file e accedere a ulteriori opzioni per monitorare lo stato del proprio dispositivo.

Utilizzare il servizio Xiaomi Cloud

Proprio come Google Drive o iCloud, questo servizio permette di salvare online una copia dei propri file, così da poterli gestire da qualunque dispositivo dotato di un browser e di una connessione a Internet. Per poter usufruire di uno spazio sufficiente è però spesso necessario sottoscrivere un abbonamento aggiuntivo e dunque investire più soldi.

Attivare la modalità sviluppatore

Questo metodo non ortodosso andrebbe usato solo da chi ha dimestichezza in campo informatico. Bisognerà entrare nel menù delle impostazioni, andare alla voce riguardante le informazioni sul cellulare e premere sette volte consecutive sulla versione attuale della versione MIUI. In questo modo sarà possibile attivare le opzioni per gli sviluppatori, e da lì abilitare il Debug USB. Una volta collegato lo smartphone via USB, si potrà selezionare l’opzione MTP invece che “solo carica”, e accedere dunque dal PC ai propri file. Ricordiamo però che apportare modifiche alle opzioni per sviluppatori può causare danni allo smartphone e provocare malfunzionamenti del telefono o delle singole applicazioni.

Gli smartphone Xiaomi sono affidabili?

Gli smartphone Xiaomi sono tanto affidabili quanto i modelli realizzati dai suoi principali concorrenti e il nutrito lineup di prodotti disponibili per tutte le tasche in parte lo conferma.Smartphone Xiaomi lineup Va ricordato però che esiste sempre una corrispondenza tra il prezzo pagato e la qualità del prodotto: se si sceglie un modello Redmi entro i 120 € (economico) bisogna essere consapevoli del fatto che le prestazioni saranno ovviamente molto limitate se comparate a un Samsung di medio livello. Questa considerazione non vale solo per le performance generali del telefono, ma anche per la sua durata: investire una cifra molto bassa significa quasi certamente dover acquistare un nuovo modello entro più o meno due anni.
Uno dei maggiori problemi che forse i cellulari Xiaomi hanno incontrato, ed è un problema tipico dei prodotti di massa a prezzo ridotto, è quello di avere un quality control non particolarmente omogeneo: piccoli bug e imperfezioni costruttive sono più comuni su questi dispositivi rispetto a marche ben più costose come ad esempio Apple, il cui prezzo decisamente maggiore copre questo tipo di problemi. Vista l’attuale facilità nell’effettuare eventuali sostituzioni e l’effettiva rarità di questi problemi ci sentiamo comunque di consigliare i cellulari Xiaomi senza dubbio alcuno, a qualsiasi tipo di clientela.

Gli smartphone Xiaomi sono dotati di ricarica wireless?

Esistono diversi modelli di smartphone Xiaomi dotati di un sistema di ricarica wireless, ma è necessario controllare la presenza o meno di questa specifica prima dell’acquisto. Xiaomi ha presentato un nuovo dispositivo che permette di effettuare una ricarica wireless da ben 50 W, rendendo il processo di ricarica senza fili molto più rapido se comparato con i modelli attualmente disponibili in commercio. Ad ogni modo, lo smartphone dovrà assicurare la compatibilità con questa tecnologia, per evitare che la batteria si danneggi durante il processo. Va comunque ricordato che l’unico vantaggio della ricarica wireless rispetto al metodo tradizionale via cavo è il minore ingombro, dato che la ricarica tramite USB rimane ancora quella più rapida ed efficace in assoluto. Inoltre, queste funzioni non sono performanti sul lungo periodo, quindi mettete sul piatto questo aspetto, specialmente se cercate un dispositivo dal prezzo limitato. In futuro i prodotti Xiaomi godranno di una nuova tecnologia chiamata Mi Air Charge che, con un sistema di antenne interne, consentirà di ricaricare il dispositivo a distanza.

Qual è il miglior smartphone Xiaomi per fotocamera?

I modelli flagship della serie Xiaomi 12 producono le foto migliori in assoluto, aiutati dalla presenza dello zoom ottico e da lenti di qualità. Prima di comprare dovremmo chiederci che tipo di fotografie realizziamo: gran parte delle foto da cellulare e tablet sono infatti foto con poco zoom, vista la resa limitata su qualsiasi tipo di prodotto. Una grossa fetta di utenti, come detto, realizza foto dirette su telefono senza zoom, e in questo campo tutto il lineup Xiaomi funziona molto bene. Xiaomi ha sicuramente con il Mi 11 Ultra creato un prodotto orientato alla fotografia: 48 MP di risoluzione, zoom a 120x, sistema di individuazione laser a 64 punti e ottimizzazione HDR di alta qualità, grandangolo ultra-wide a 120° oltre allo schermo mini sul dorso per selfie dal dettaglio molto alto. Considerate anche il prezzo elevato del dispositivo, oltre 1.100 € al lancio. Il più recente Xiaomi 12 Pro non ha purtroppo uno zoom altrettanto potente.

Qual è lo smartphone Xiaomi migliore per il gaming?

Come sappiamo il mondo del gaming appassiona giocatori di tutte le età che si approcciano a questa passione attraverso la classica console di gioco, ma anche su PC dedicati e ultimamente anche su notebook e dispositivi mobili, questi ultimi anche spinti da titoli molto noti come Minecraft, Fortnite e PUBG, che presentano all’utente lo stesso identico gioco sia da fisso che da smartphone, mantenendo attive le funzionalità di gioco in multiplayer e i punteggi registrati su un apposito profilo. Ovviamente i titoli a disposizione sono migliaia, fruibili da Xiaomi attraverso Google Play. Anche per il gaming dobbiamo orientarci verso i modelli della serie Mi 11 o Xiaomi 12. In linea di massima è il processore Qualcomm Snapdragon 888 quello da scegliere, perché i videogiochi sono molto esosi in termini di prestazioni, dal momento che devono computare in tempo reale movimenti in 3D ad alta risoluzione. Ovviamente gli schermi devono essere a 120 Hz per garantire fluidità di movimento durante il gioco, e molto probabilmente con un refresh così alto saranno AMOLED, il che è l’ideale. Ricordate che i prezzi di questi modelli partono dai 450 € e arrivano fino ai 1.000 € e oltre.

Quale scegliere tra Mi/Xiaomi e Redmi?

Per confrontare questi modelli dovrete fare riferimento sostanzialmente alle differenze di hardware, fotocamera e schermo, perché il software utilizzato è sempre lo stesso, ovvero il MIUI basato su Android. Tutti gli smartphone attualmente sul mercato hanno delle fotocamere di buona qualità, specialmente quelle esterne che arrivano anche a 48 MP e grandangolari da 8 MP. Non troverete le ottimizzazioni dell’immagine di Samsung (che a dire la verità spesso alterano i colori originali) né le performance Dolby e di formattazione dei top di gamma iPhone, però la serie Redmi ha sicuramente delle ottiche di minor pregio rispetto alla Mi/Xiaomi.Smartphone Xiaomi confronto Questo potrebbe non costituire un problema per la maggior parte del pubblico generalista, ed è quindi un ottimo incentivo all’eventuale acquisto di un Redmi. Allo stesso modo, le batterie a carica veloce dei modelli flagship Xiaomi non sono realmente necessarie, anzi sono tendenzialmente meno longeve sul lungo periodo, quindi anche qui Redmi potrebbe risultare la favorita. Per lo schermo, come abbiamo detto, evitate gli IPS della serie Redmi e orientatevi esclusivamente su AMOLED su entrambe le serie: i piccoli difetti in bassa luminosità su alcuni modelli possono essere sorvolati. Allo stesso modo, non preoccupatevi di eventuali framerate a 60 Hz rispetto ai 120 Hz dei modelli più impegnativi Xiaomi: se non siete dei gamer non vi accorgerete della differenza. Gli unici punti a cui dovrete fare attenzione e che si rivelano fondamentali sono la potenza del microprocessore e la memoria RAM. Se il budget è limitato e volete un modello Redmi, cercate quello con la RAM maggiore. Ricordate inoltre che ci sono dei modelli “ponte”, ovvero quelli contraddistinti dalla dicitura Lite, che hanno prezzo e prestazioni a metà tra le due serie.

Quali smartphone Xiaomi hanno la memoria espandibile?

Tutti i modelli top di gamma, in linea con la concorrenza, non hanno memoria espandibile, mentre i modelli meno potenti, ovvero dallo Xiaomi Mi 11 Lite a scendere verso i modelli Redmi, che hanno installati i microprocessori Qualcomm Snapdragon 678, consentono di espandere le memorie interne con micro SD, il che li rende molto versatili specialmente se si vogliono portare con sé musica, video o si scattano molte fotografie.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori smartphone Xiaomi del 2022?

Il migliore
Xiaomi 12 Pro 256 GB RAM 8 GB Xiaomi 12 Pro 256 GB RAM 8 GB
Miglior prezzo
770,00 €
Miglior qualità/prezzo
Xiaomi Poco M3 Pro 5G 64GB Xiaomi Poco M3 Pro 5G 64GB
Miglior prezzo
157,23 €
Xiaomi 12X 256 GB RAM 8 GB Xiaomi 12X 256 GB RAM 8 GB Miglior prezzo
446,00 €
Xiaomi POCO X4 Pro 5G 8 GB RAM 256 GB Xiaomi POCO X4 Pro 5G 8 GB RAM 256 GB Miglior prezzo
299,00 €
Xiaomi 11 Lite 5G NE 6 + 128 GB Xiaomi 11 Lite 5G NE 6 + 128 GB Miglior prezzo
248,64 €

Smartphone: gli ultimi prodotti recensiti