Le migliori macchine da caffè a cialde del 2020

Confronta le migliori macchine da caffè a cialde del 2020 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Novella.dematteis
Autore
Novella

Macchine da caffè a cialde: quale e come scegliere

Per gli italiani, il caffè rappresenta un rito che si ripete ogni giorno e più volte al giorno. Ne è una dimostrazione la presenza dell’immancabile moka in quasi tutte le abitazioni. Tuttavia, negli ultimi anni i nostri ritmi di vita e priorità si sono trasformati, e sempre più utenti iniziano a preferire le macchine da caffè alla caffettiera tradizionale. In questa guida parleremo delle macchine da caffè a cialde per scoprire cosa le distingua dagli altri tipi di macchine da caffè e quali aspetti considerare in fase di acquisto.
Macchina da caffè a cialde una tazzaSe voleste farvi un’idea più precisa sulle caratteristiche delle varie tipologie di macchine per il caffè in commercio, vi invitiamo a consultare le nostre guide all’acquisto delle macchine da caffè classiche, automatiche, da caffè americano, a capsule e, per finire, delle caffettiere elettriche.
Macchina da caffè a cialde espresso

Funzionamento della macchina da caffè a cialde

Le macchine da caffè a cialde sono molto in voga e non senza motivo: richiedono poca manutenzione e permettono di gustare il caffè in breve tempo, senza dover preparare un’intera caffettiera (soprattutto quando si possiede solo una moka da 3 o più tazze) e aspettare che la bevanda arrivi a ebollizione. Basterà infatti inserire una cialda nell’apposito vano e attendere pochi secondi per bere la propria tazzina di caffè.
Macchina da caffè a cialde filtro caffè in polverePossono essere considerate una sottocategoria delle macchine da caffè classiche, ovvero gli apparecchi che utilizzano sia il caffè in polvere sia quello in cialde, ma rispetto a queste non presentano un alloggio in cui inserire il caffè macinato o, come vedremo in seguito, funzioni particolarmente avanzate. Sebbene meno versatili, le macchine con cialde risultano però più facili da pulire (non si dovrà risciacquare la polvere accumulata nel filtro) in virtù di un principio di funzionamento molto semplice.
Macchina da caffè a cialde portacialdeVediamo quali sono i passaggi da seguire per utilizzare una macchina da caffè a cialde:

  • Versare l’acqua nel serbatoio posizionato sul retro dell’apparecchio. Il serbatoio è solitamente estraibile e in alcuni modelli può essere sostituito da una bottiglia di dimensioni più grandi o collegato a una tanica, per preparare una quantità maggiore di tazzine;
  • Inserire la cialda nell’apposito filtro o alloggio. In alcuni modelli, sarà necessario sollevare una leva oppure premere un tasto di apertura;
  • Posizionare la tazza sotto l’ugello e premere il tasto di erogazione corrispondente al numero di tazze desiderato. La macchina riscalderà l’acqua e la farà passare attraverso la cialda di caffè per un massimo di 50 secondi. È lo stesso principio utilizzato dalla caffettiera convenzionale, solo con meno pressione e meno acqua calda;
  • Premere nuovamente il tasto di erogazione o un pulsante apposito quando si ritiene di aver ottenuto la quantità di caffè desiderata e per evitare che i residui acquosi alterino la corposità del caffè.

Macchina da caffè a cialde vs a capsule

Non dovrebbe stupire che, con l’ampia gamma di prodotti oggi disponibili sul mercato, si possa fare fatica a distinguere tra le varie tipologie di apparecchi in commercio. In particolare, quando si parla di caffè porzionato, ovvero il caffè venduto in piccole confezioni monodose, si tende a fare confusione tra il caffè in cialde e il caffè in capsule, e di conseguenza tra le macchine con cui lo si prepara. Vediamo quindi di fare chiarezza su questi due tipi di preparazione.
In entrambi i casi, il caffè in polvere è protetto da un piccolo contenitore che andrà inserito all’interno della macchina e poi rimosso una volta avvenuta l’erogazione.
Macchina da caffè a cialde vs capsuleQueste sono invece le differenze principali tra i due tipi di caffè monodose:

  • Le capsule sono confezioni rigide di alluminio o plastica chiuse ermeticamente, al cui interno si trovano circa 5,5 gr di caffè macinato. Una volta attivata la macchina e abbassata la leva per inserire la capsula, la superficie di questa verrà forata per permettere il passaggio dell’acqua. In commercio esistono molte marche di caffè in capsule, ma è sempre necessario fare attenzione che queste siano compatibili con la macchina in proprio possesso. La confezione rigida consente al caffè al suo interno di mantenere intatti la freschezza e l’aroma, ma i materiali utilizzati influiscono sul costo delle capsule, che è leggermente superiore rispetto a quello delle cialde (20-25 centesimi a capsula rispetto ai 18-20 centesimi della singola cialda) malgrado contengano una quantità minore di caffè;
  • Le cialde sono dei piccoli dischi morbidi contenenti circa 7 gr di caffè. Si tratta di semplici filtri di carta non dissimili dalle bustine di tè, e per questo le macchine che li utilizzano hanno bisogno di un livello di pressione inferiore rispetto alle macchine a capsule. Lo standard più diffuso, cioè quello compatibile con tutti i modelli di macchine a eccezione delle Philips Senseo, è la cialda E.S.E. (Easy-Serving Espresso) dal diametro di 44 mm, introdotta nel 1998 ma derivata da un brevetto Illy del 1974. A meno che ogni dischetto non sia avvolto da un involucro protettivo che ne conservi la freschezza, bisognerà prestare particolare attenzione alla conservazione delle cialde. D’altra parte, essendo composte da cellulosa, le cialde sono biodegradabili e per questo hanno un impatto ambientale inferiore rispetto alle capsule.

Macchina da caffè a cialde cialde E.S.E.

Caratteristiche della macchina da caffè a cialde

Per aiutarvi a scegliere il modello di macchina da caffè a cialde più adatto alle vostre esigenze, andiamo ora ad esaminare i fattori principali da valutare al momento dell’acquisto.

Bevande

Questi apparecchi sono molto essenziali sia nel design sia nel tipo di preparazioni consentite. In genere, non presentano più di tre pulsanti: uno per l’accensione e spegnimento, uno per l’erogazione di una tazza di caffè e, in casi più rari, uno per la preparazione di due tazze. Solo pochissimi modelli a cialde dispongono di pannarello (l’erogatore di vapore sotto cui va posizionato un bricco di latte per creare la schiuma del cappuccino). Anche la varietà di cialde è piuttosto limitata: fatta eccezione per le cialde di decaffeinato, si potrà spaziare solo da miscele meno intense a quelle più decise. Al momento, solo le cialde Senseo permettono di preparare bevande a base di latte, ma sono difficili da reperire in Italia e non sono compatibili con i più comuni tipi di macchine.
Macchina da caffè a cialde selezione numero bevandePer quanto riguarda la qualità della bevanda, il wattaggio gioca un ruolo importante perché influisce sulla temperatura dell’acqua e quindi sul gusto del caffè. Le macchine a basso wattaggio (300-500 watt) riscaldano l’acqua più lentamente e non a sufficienza da liberare tutte le sostanze aromatiche del caffè. Ecco perché i caffè preparati con un basso wattaggio hanno spesso un sapore insipido o acquoso, che però può essere contrastato con miscele di caffè più forti.

Struttura

Quando si parla di struttura delle macchine a cialde, l’aspetto principale da considerare è la capacità del serbatoio, che andrà ad incidere sulla frequenza con cui bisognerà rabboccarlo e sul numero di tazze che si potranno preparare in una sola sessione.
Come è facile intuire, le dimensioni (in particolare la larghezza) e il peso sono un elemento da prendere in considerazione qualora si abbia una cucina piuttosto piccola o poco spazio a disposizione sui propri ripiani. Se scegliete di acquistare una macchina voluminosa (oltre 20 cm di larghezza) verificate perciò che ne derivi un effettivo vantaggio in termini di prestazioni e funzioni. Non cadete nell’errore di pensare che le macchine da due tazze di caffè siano più ingombranti, poiché la differenza in termini di dimensioni non è così marcata. Anzi, non è raro trovare in commercio modelli che erogano una sola tazza di caffè ma le cui dimensioni sono decisamente maggiori.
Per chi ama il caffè lungo o desideri erogare il caffè direttamente in una tazza di latte, sarà opportuno verificare che lo spazio tra il beccuccio e il vassoio poggia-tazze sia abbastanza ampio da consentire l’inserimento di una tazza da latte o tè. Un altro criterio da valutare sarà poi la possibilità di regolare l’altezza del beccuccio erogatore per evitare eventuali schizzi quando il caffè viene erogato “dall’alto” in una tazzina da espresso.
Macchina da caffè a cialde serbatoio

Funzioni

Le funzioni delle macchine per il caffè a cialde sono molto essenziali rispetto alle macchine classiche. Sarà quindi raro, se non impossibile, trovare la funzione di riscaldamento rapido, la regolazione della temperatura o il salvataggio delle impostazioni selezionate. I modelli più avanzati di macchine a cialde permettono però di regolare l’intensità del caffè, sono provvisti di stop automatico dell’erogazione, di una spia che segnala quando il serbatoio è vuoto e, in alcuni casi, di un sistema di decalcificazione rapida.

Manutenzione e pulizia

Anche se non si dovrà ripulire il filtro da residui di polvere, sarà necessario risciacquare sia il serbatoio della macchina a cialde, per evitare il ristagno dell’acqua o formazioni calcaree, sia il vassoio raccogli-gocce, dove vanno a depositarsi il caffè o l’acqua in eccesso. È importante quindi verificare che queste parti siano rimovibili.
Macchina da caffè a cialde vassoio raccogli-gocce

Accessori

Gli apparecchi di questo tipo prevedono l’inserimento della cialda in un alloggio oppure in un braccio portafiltro. Nel secondo caso, l’apparecchio dovrà avere in dotazione un filtro da una tazza e, laddove questa funzione sia presente, il filtro da due tazze. Le macchine da caffè a cialde non sono dotate di altri accessori oltre ai filtri, ma in casi rari si può trovare nella confezione un liquido per la decalcificazione o una piccola selezione di cialde.

Principali produttori di macchine da caffè a cialde

Il primo produttore di macchine da caffè a cialde è stato Philips, che nel 2001 ha lanciato sul mercato il primo modello di Senseo e le cialde compatibili con le macchine di questa linea. Tuttavia, Philips negli ultimi anni ha interrotto la distribuzione di nuovi modelli in Italia, dando modo a brand meno noti di affermarsi in questa nicchia di mercato. Su tutti spicca l’italiana Didiesse, il cui prodotto di punta, Frog, è al momento in cui scriviamo la macchina a cialde più venduta d’Italia. Accanto a questi brand, hanno trovato spazio i piccoli produttori di macchine da caffè di design, come La Piccola o Aroma DG.

Domande frequenti sulle macchine da caffè a cialde

Quanto costano le macchine da caffè a cialde?

Sul mercato non si trovano molti modelli di macchine da caffè esclusivamente a cialde, e nella maggior parte dei casi i prezzi si aggirano tra i 100 e i 150 € per i modelli base senza erogazione di vapore. Chi è invece alla ricerca di un modello vintage o dalle finiture particolarmente curate dovrà invece essere disposto a spendere cifre attorno ai 300 €.

Come si pulisce la macchina da caffè a cialde?

La qualità della bevanda può essere preservata solo se si pulisce e decalcifica regolarmente la macchina da caffè a cialde. Tutte le parte rimovibili (serbatoio, vassoio porta-tazze, filtri) potranno essere lavate con acqua calda o, laddove specificato dal produttore, in lavastoviglie. Per pulire l’ugello principale, sarà sufficiente erogare acqua calda dal serbatoio. I bevitori abituali di caffè dovranno effettuare queste operazioni di pulizia settimanalmente, altrimenti sarà sufficiente eseguirle ogni due o tre settimane.
Macchina da caffè a cialde vano cialdeOltre alla consueta manutenzione della macchina, è inoltre necessario prevenire l’insorgere del calcare. Il modo di procedere dipende principalmente dal modello in proprio possesso ed è descritto nelle istruzioni per l’uso fornite dal produttore. Nessuna delle macchine attualmente in commercio ha una funzione di decalcificazione automatica e pochissimi modelli avvisano quando è necessario effettuare la decalcificazione.
Di norma, per decalcificare la macchina da caffè a cialde bisognerà riempire il serbatoio d’acqua con una polvere o pastiglie decalcificanti (attenzione a osservare la quantità indicata sulla confezione) e lasciar scorrere l’acqua calda. Non dimenticate di posizionare una ciotola sufficientemente grande da contenere tutta l’acqua inserita nel serbatoio. Il processo andrà ripetuto fino a quando l’acqua non sarà limpida.

Quali sono le migliori cialde di caffè?

Come abbiamo già detto, la maggior parte delle macchine di questo tipo sono compatibili con lo standard E.S.E., ed è questo il formato delle cialde vendute dai principali marchi di caffè italiani. Proprio come per il caffè in polvere, le cialde andranno scelte in base alle proprie preferenze in fatto di aroma e intensità. Per questo motivo, non possiamo consigliare una miscela piuttosto che un’altra, ma ci limitiamo a suggerirvi di provarne diverse per decidere quale sia più adatta a voi e al vostro budget.
Se invece volete risparmiare sul costo delle cialde senza rinunciare al piacere di un caffè come quello del bar, potete anche prendere in considerazione l’idea di realizzare voi stessi le cialde di caffè seguendo alcuni tutorial disponibili in rete.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori macchine da caffè a cialde del 2020?

La tabella delle migliori macchine da caffè a cialde del 2020 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
Philips Senseo Viva Café HD6563/60
nessuna offerta
Recensione
Didiesse Didì
nessuna offerta
Recensione
Didiesse Frog Revolution Vapor
nessuna offerta
Recensione
Aroma DG Aroma Plus
nessuna offerta
Recensione
La Piccola Piccola Gold
nessuna offerta
Recensione

Macchine da caffè: gli ultimi prodotti recensiti

"Macchine da caffè a cialde": hai dubbi? Facci una domanda!

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

De’Longhi Dedica EC685.W

Migliore offerta:122,92€

Il miglior rapporto qualità prezzo

De’Longhi EC 201.CD

Migliore offerta:88,90€