I migliori frullatori ad immersione del 2024

Confronta i migliori frullatori ad immersione del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
159,99 €
bestdigit
29,28 €
elettrocasa
65,49 €
amazon
54,90 €
amazon
78,02 €
pskmegastore
162,11 €
elettrocasa
34,99 €
overly
75,00 €
genialpix
65,40 €
amazon
36,49 €
amazon
76,00 €
elettrodomex
69,90 €
unieuroit
36,49 €
trony
76,00 €
supermedia
37,35 €
unieuroit
76,00 €

Dati tecnici

Potenza

1200 W

1000 W

1000 W

1000 W

1000 W

Tipo di motore

CC

CC

CC

CC

CC

Numero lame

2

4

3

2

4

Turbo

Velocità regolabile

A pressione

Con ghiera

Con ghiera

Con ghiera

Con ghiera

Livelli di velocità

2

10

-

21

20

Peso

n.d.

1,6 kg

1,78 kg

1,16 kg

1,1 kg

Bicchiere dosatore

Tritatutto

Frusta a filo

Altri accessori

Schiacciapatate, frullatore

nessuno

Schiacciapatate

nessuno

nessuno

Capienza bicchiere

600 ml

800 ml

1000 ml

600 ml

n.d.

Capienza tritatutto

350 ml

500 ml

500 ml

350 ml

n.d.

Sganciamento

Due tasti

Gambo svitabile

Gambo svitabile

Due tasti

Due tasti

Materiale gambo

Acciaio inox

Acciaio inox

Acciaio inox

Acciaio inox

Acciaio inox

Impugnatura antiscivolo

Sistema antischizzo

Punti forti

Motore molto potente

Bicchiere molto capiente

Motore molto potente

Motore molto potente

Materiali asta e corpo macchina di alta qualità

Molti accessori in dotazione

Motore molto potente

Base più larga per una lavorazione più veloce

Leggero e maneggevole

Kit accessori completo

Lavorazioni fino al 60% più veloci con Active PowerDrive

Buon numero di velocità selezionabili

Asta più lunga per miscelare in pentola

Ampio range di velocità selezionabili

Motore molto potente

Oscillazione verticale delle lame in caso di ostruzione

Molti accessori tra cui lo schiacciapatate

Zona di taglio estesa per frullare alimenti interi

Velocità regolabile con il pollice durante l'uso

Punti deboli

Prezzo alto

Un po' pesante

Impugnatura e pulsanti non rivestiti da materiale antiscivolo

Sistema di sganciamento poco efficace

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il frullatore a immersione

Il frullatore a immersione è uno degli strumenti più utilizzati dagli chef casalinghi. Si tratta di una versione portatile e compatta del classico frullatore, elettrodomestico progettato per tritare, passare, miscelare ed emulsionare gli alimenti. Nonostante il frullatore a immersione abbia in generale un motore meno potente, il suo vero vantaggio sta nella praticità: è infatti un apparecchio più leggero che garantisce una maggiore libertà di movimento, nonché la possibilità di utilizzarlo all’interno di contenitori diversi e di riporlo facilmente in un cassetto. frullatore ad immersioneIn questa guida all’acquisto scopriremo quali sono i criteri principali da valutare per scegliere un frullatore a immersione. Se invece siete alla ricerca di uno strumento che consenta la lavorazione di quantità particolarmente abbondanti o preparazioni leggermente differenti, vi consigliamo di consultare anche le guide ai seguenti link:

1. Potenza e tipo di motore

Uno dei fattori più importanti da considerare, quando si vuole acquistare un frullatore a immersione, è quello riguardante le caratteristiche del motore: non soltanto la potenza da esso assorbita, ma anche la sua tipologia, se a corrente continua (CC) o a corrente alternata (AC).
frullatore ad immersione potenzaSenza dilungarci in un dettaglio tecnico che rimarrebbe incomprensibile ai più, sottolineiamo soltanto che molti consumatori non sono al corrente delle differenze tra motori a corrente continua e a corrente alternata. Ciò non stupisce se si considera che la schiacciante maggioranza dei frullatori a immersione in commercio monta motori a corrente continua, mentre i motori del secondo tipo si trovano soltanto su prodotti di fascia alta, come i KitchenAid, o semiprofessionali, come i Bamix.
La differenza, in breve, si ripercuote su due caratteristiche del frullatore: la potenza assorbita (quindi i consumi) e la durata di utilizzo continuativo. Vediamo come.

Potenza assorbita

I motori CC possono presentare, da questo punto di vista, valori molto diversi tra loro, dai 400 W circa fino ai 1.200 W dei modelli più potenti, con una significativa progressione della capacità di sminuzzamento al crescere della potenza (strumenti più potenti tritano e frullano alimenti più duri). Nel caso dei motori AC, invece, la potenza è più bassa, difficilmente supera i 300 W circa, senza però che questo comporti alcuna limitazione nell’utilizzo.

Durata di utilizzo

Per caratteristiche tecniche che non stiamo qui a esaminare, i motori CC sono molto suscettibili al surriscaldamento, e i produttori raccomandano infatti di attivarli a intermittenza, per 30 secondi circa, e di lasciarli raffreddare un paio di minuti ogni cinque riprese. Non così per i motori AC, che sono in grado di lavorare per periodi molto più lunghi senza conseguenze per la loro integrità.
Alla luce di queste caratteristiche, si comprende come mai i frullatori a immersione di tipo professionale montino motori a corrente alternata: questi sono in grado di sostenere un uso molto intensivo e prolungato, senza che esso si traduca necessariamente in un consumo energetico molto elevato o nel rischio di danni allo strumento.

2. Velocità e livelli di erogazione

Il secondo fattore che riteniamo importante considerare nella scelta di un frullatore a immersione, legato a quello che abbiamo visto precedentemente sulla potenza del motore, è quello relativo ai livelli di erogazione di tale potenza.
Nella stragrande maggioranza dei casi, i frullatori a immersione (sia con motori CC, sia AC) presentano almeno due livelli di potenza, uno “normale” e uno “turbo”, che si selezionano premendo l’apposito tasto di attivazione. Il secondo è di norma quello che sfrutta appieno tutta la potenza assorbita dal motore, mentre il primo si limita a un’erogazione inferiore.
Nei modelli commerciali con motore CC, poi, oltre a scegliere tra potenza normale e turbo, ci possono essere diversi livelli di velocità selezionabili, che permettono una tritatura più o meno fine degli alimenti e aumentano la versatilità del prodotto: spesso i frullatori a immersione più accessoriati, che si propongono quasi come robot da cucina, hanno anche più di dieci livelli di velocità selezionabili.
In tanti casi, il livello di velocità si imposta attraverso una ghiera selettrice, come quella che vedete qui sotto, e l’azionamento dell’apparecchio avviene premendo il tasto tasto di attivazione normale o turbo.frullatore ad immersione selezione velocitàIn altri modelli, invece, la selezione della velocità e l’attivazione del frullatore sono concentrati in un unico “grilletto” che, premuto più o meno a fondo, regola in maniera facile e intuitiva la potenza erogata. I modelli più avanzati arrivano anche a 20 livelli di potenza.

3. Struttura

Il terzo fattore che consideriamo decisivo nella scelta è quello che riguarda una serie di elementi strutturali del frullatore a immersione. Per elementi strutturali intendiamo caratteristiche quali il sistema di aggancio e sgancio del gambo (o piede, nel caso dei frullatori in cui questa parte sia separabile), il profilo della campana di protezione delle lame e le lame stesse, e il materiale sia del corpo motore, sia del gambo a immersione. Vediamoli uno ad uno.

Aggancio e sgancio

Prima di tutto, bisogna dire che la maggior parte dei modelli commerciali presenta un gambo separabile, pratico per le operazioni di pulizia, come vedremo più avanti, ma che introduce un elemento di fragilità nel design complessivo. I modelli semiprofessionali o professionali, invece, hanno di solito un design con gambo fisso e un corpo macchina completamente impermeabile.frullatore ad immersione aggancioSe si sceglie un modello con gambo separabile, è importante valutare la solidità del sistema di aggancio e sgancio, tenendo conto delle caratteristiche dei diversi sistemi:

  • Sganciamento a tasto singolo: il gambo si aggancia a pressione e si sgancia premendo un tasto. Può essere fragile se gli elementi bloccanti sono in plastica morbida e se il tasto ha una molla;
  • Sganciamento a tasto doppio: il gambo si aggancia sempre a pressione e si sgancia attraverso la pressione simultanea di due tasti. Può essere scomodo se si frullano cibi caldi che emettono vapore, rendendo il corpo macchina scivoloso;
  • Avvitamento: il gambo si aggancia e sgancia avvitandolo al corpo motore. È il più solido dei tre sistemi poiché non presenta parti mobili soggette a rottura.

Campana

Il design della campana che protegge le lame è importante non solo per la pulizia del vostro piano di lavoro, ma anche per l’efficacia del frullatore.
Dal profilo della campana può infatti dipendere la quantità di schizzi generata dal frullatore in azione, e un buon modello vi garantirà l’assenza di spruzzi attraverso un apposito design antischizzi.frullatore ad immersione campanaMa non solo: è importante anche il design dell’interno della campana, poiché essa può andare soggetta all’accumulo di residui che non vengono catturati dalle lame, generando incrostazioni che limitano l’efficacia dell’azione triturante. Un buon modello adotterà quindi un design interno dotato di costolature, aperture o altri accorgimenti per favorire il flusso continuo degli alimenti.

Lame

Le lame stesse, poi, giocano ovviamente un ruolo fondamentale nel determinare l’efficacia del frullatore a immersione. La maggioranza dei modelli in commercio, come quello in foto qui sotto, monta due lame, ma c’è una tendenza a passare alle quattro lame, di cui spesso due sono lunghe e due più corte.frullatore ad immersione lameLa varietà dei profili adottati dai vari produttori è grande, e raramente si trovano ormai semplici lame dritte che girano su un unico piano: si trovano invece lame inclinate a diverse angolazioni in grado di assicurare un’azione più ad ampio raggio, e dalle forme inconsuete per “aggredire” gli alimenti in modi diversi.

Materiali

Va da sé che, parlando di elementi che vanno immersi in cibi che poi verranno ingeriti, la qualità e la sicurezza dei materiali sia un aspetto molto importante da tenere in considerazione.frullatore ad immersione acciaioPer quanto riguarda il gambo a immersione e il corpo macchina, sono sostanzialmente due i materiali di cui possono essere composti: plastica (del tipo ABS, per la sua resistenza) e acciaio inossidabile. Entrambi i materiali presentano vantaggi e svantaggi: la plastica è generalmente più soggetta a rotture e tende a macchiarsi subito a contatto con alcuni alimenti (ad esempio le carote), ma è un materiale più economico, e quindi usato nella produzione dei frullatori a immersione più semplici. L’acciaio fornisce più garanzie di lunga durata e soprattutto offre la certezza di non rilasciare sostanze potenzialmente dannose a contatto con gli alimenti caldi. Le plastiche che non siano certificate come “senza BPA” possono infatti rilasciare bisfenolo-A ad alte temperature, una sostanza che si pensa sia correlata allo sviluppo di problemi di fertilità maschile.

4. Maneggevolezza e praticità

Un altro fattore che dovrete considerare nell’effettuare l’acquisto del vostro frullatore a immersione è quello riguardante la sua praticità di utilizzo e manutenzione, in relazione all’uso che pensate di farne e al vostro equipaggiamento di cucina.
Se userete il frullatore spesso e per periodi anche prolungati, preferirete scegliere un modello abbastanza leggero, intorno ai 900 g, dotato di una buona impugnatura ergonomica con un ampio rivestimento antiscivolo, un tasto di attivazione ampio e morbido, facile da premere, e con un motore relativamente silenzioso e che emetta vibrazioni contenute.
frullatore ad immersione impugnatura ergonomicaVorrete considerare anche la lunghezza del cavo, tenendo a mente il vostro piano di lavoro e l’accesso alle prese di corrente: un cavo da 1 m, come quello che si trova spesso nei modelli economici, potrebbe non bastarvi o, a lungo andare, risultare un po’ scomodo e limitante.
Per quanto riguarda invece la pulizia dopo l’uso, se avrete scelto un modello con gambo separabile potrete molto probabilmente lavare la barra a immersione anche in lavastoviglie, ma vi raccomandiamo di seguire le istruzioni del produttore riportate nel libretto, soprattutto se il gambo è in plastica: non tutti i materiali plastici, infatti, sono adatti al lavaggio in lavastoviglie.
Infine, nei periodi in cui non utilizzate il frullatore a immersione potreste volerlo tenere appeso, e dovrete allora valutare se il modello che avete scelto sia dotato di un gancio apposito, o se tra gli accessori sia presente una base oppure una staffa per l’attacco a muro.

5. Accessori

Il quinto fattore che riteniamo decisivo nella scelta del frullatore a immersione è quello che riguarda il pacchetto accessori fornito in dotazione, che è in grado di renderlo versatile e adatto a una gamma di usi più o meno vasta. Esistono naturalmente modelli che vengono venduti senza alcun tipo di accessorio in dotazione: potrebbero interessarvi se quello che vi serve è il frullatore e null’altro, ma la maggior parte dei frullatori a immersione sono dotati di almeno un accessorio. Vediamo quali sono i più diffusi.

Bicchiere graduato

Immancabile in quasi tutte le forniture, il bicchiere graduato in plastica trasparente ha una capacità che può andare dai 500 ml a 1 l e in alcuni casi viene fornito anche con un coperchio, utile per riporre liquidi o preparati in frigorifero.frullatore ad immersione bicchiere dosatore

Tritatutto

Uno degli accessori più comuni, il tritatutto in plastica può andare da una capacità di 250 a 500 ml e ha un coperchio che permette l’aggancio al corpo motore del frullatore.

Frusta a filo

Anche questo è un accessorio piuttosto comune. Nella maggior parte dei casi si stratta di una singola frusta in acciaio inox da agganciare al corpo motore al posto della barra a immersione. Alcuni rari modelli prevedono invece un attacco adattatore a cui è possibile agganciare due fruste analoghe a quelle di uno sbattitore elettrico vero e proprio.
frullatore ad immersione frusta a filoVi sono poi ulteriori accessori peculiari solo ai modelli di più alta gamma. Questi sono il robot da cucina, che può avere una capacità fino a 1 l e viene fornito con dischi per affettare, grattugiare e tagliare a julienne, oltre ad avere le lame per triturare e le pale per impastare; e il gambo schiacciapatate e passaverdure, a volte fornito anche in due misure diverse, in plastica o in acciaio.

Le domande più frequenti sul frullatore a immersione

Quanto costa il frullatore a immersione?

Naturalmente le considerazioni sulla spesa giocano un ruolo nella scelta finale di un nuovo frullatore a immersione, in particolare per chi ha un budget da rispettare. Il ventaglio dei prezzi è piuttosto ampio e va dai 20 € circa fino a oltre 200 € per i prodotti di più alta gamma, di qualità professionale. Tipicamente, ai prezzi inferiori corrispondono frullatori privi di accessori, al di là del bicchiere graduato, con gambo a immersione in plastica e una potenza di 400 W o meno. All’opposto, superando gli 80 € si trovano prodotti ricchi di accessori, con gambo in acciaio inox, tante impostazioni di potenza e un wattaggio elevato, sopra gli 800 W. Possiamo individuare le seguenti fasce di prezzo e caratteristiche:

  • Fascia di prezzo bassa: 20-40 €, motore CC, nessun accessorio, piede in plastica, 400-600 W, 2 velocità;
  • Fascia di prezzo media: 40-80 €, motore CC, 2-3 accessori, piede in acciaio inox, 600-800 W, più di 2 velocità;
  • Fascia di prezzo alta: 80-180 €, motore CC, 5-6 accessori, piede in acciaio inox, 800-1.200 W, 10 o più velocità;
  • Fascia professionale: più di 180 €, motore AC, piede in acciaio inox non separabile.

Come si pulisce il frullatore a immersione?

La pulizia del frullatore a immersione può essere effettuata in modi diversi:

  • Frullando acqua bollente e aceto;
  • Strofinandolo con un panno umido;
  • Lasciando l’asta a mollo in acqua e bicarbonato;
  • Utilizzando uno spazzolino e detersivo per piatti.

Ne abbiamo parlato più dettagliatamente in un approfondimento apposito:

Cosa si può preparare con il frullatore a immersione?

Forse la ricetta più famosa da preparare con il frullatore a immersione è il pesto, ma questo pratico apparecchio può preparare anche frullati, frappè, maionese, salse di vari tipi, omogeneizzati, pappine e passati di verdura.  troverete altri dettagli a riguardo.

Quali sono le migliori marche di frullatori a immersione?

Nell’effettuare la scelta del frullatore a immersione vi sono marche che da anni possono vantare una lunga tradizione di modelli affidabili e periodicamente rinnovati, come Braun e Kenwood, in una continua evoluzione verso prestazioni e qualità via via superiori. Vi sono poi marche specializzate in prodotti di qualità professionale come la svizzera Bamix, che di fatto ha inventato il frullatore a immersione negli anni Cinquanta.
In una fascia di prezzo medio-bassa consigliamo invece Moulinex, Black+Decker e Philips.

Esiste un frullatore a immersione senza fili?

I frullatori ad immersione cordless sono molto pratici perché non richiedono la vicinanza di una presa della corrente per poter funzionare. Tuttavia, i modelli disponibili sul mercato italiano sono ancora pochi. Si tratta infatti di una tecnologia ancora in via di sviluppo, che siamo certi nel giro di pochi anni raggiungerà livelli di prestazioni molto alti. Tra i migliori modelli reperibili segnaliamo il Black+Decker Kitchen Wand, il KitchenAid 5KHBBV53EER o il Cuisinart CSB300BE, tutti disponibili a un prezzo superiore ai 100 €.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Frullatore a immersione

  1. Domanda di Riccardo | 10.08.2019 13:55

    Buongiorno, tra i modelli da voi elencati e 5KHB2571 della kitchenaid, quello che a minori difetti, compresi gli accessori.
    grazie e buona giornata.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13.08.2019 11:49

      Il miglior frullatore ad immersione che abbiamo avuto opportunità di recensire è il Braun Multiquick 9 MQ9045X ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra recensione!

  2. Domanda di Michela | 05.06.2019 07:31

    Salve, cerco un mixer potente per sostanze dense come il miele cristallizzato, che possa lavorare per più di tre minuti senza surriscaldarsi.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 06.06.2019 10:40

      Date le tue esigenze ti consigliamo di leggere la nostra recensione del Bamix Gastro 200

  3. Domanda di MARI | 07.05.2019 14:41

    SALVE,
    SONO INDECISA TRA MINIPIMER BRAUN MULTIQUICK 7 SAUCE E KENWOOD, ENTRAMBI IN ACCIAIO.
    QUALE CONSIGLIATE? DEVO ACQUISTARLO A BREVE. GRAZIE

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 10.05.2019 10:55

      Il braun multiquick 7 è un ottimo prodotto, versatile ed adatto a tutte le esigenze.

  4. Domanda di GIUSEPPE LALARIO | 04.11.2018 19:01

    Cerco frullatore ad immersione professionale a CA con gambo in acciaio inox che si avvita sul corpomotore, mi potete indicare marca e modello? grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 05.11.2018 09:07

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della Bamix Swissline M200 (MX100080)

  5. Risposta di Max | 19.11.2017 18:12

    Complimenti per il vostro “minuzioso” ed esaudiente lavoro!!!

  6. Domanda di TONINA | 19.08.2016 00:41

    Avrei bisogno di un consiglio:
    Philips HR1600
    BARUN MQ300
    BOSCH MSM64010.
    Potreste aiutarmi a fare la scelta migliore?
    Graize

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 19.08.2016 10:58

      Dipende dall’uso che ne devi fare.
      In generale, possiamo consigliare un buon prodotto della stessa fascia di prezzo di quelli da te segnalati:
      Bosch MSM6B150

  7. Domanda di Patrizia | 21.04.2016 15:17

    Buon rapporto qualit prezzo per un mixer che deve frullare le zuppe,
    ho gia un altro robot da cucina

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22.04.2016 09:59

      Possiamo consigliarti il Braun Multiquick 7 MQ700: ha una buona potenza, piede in acciaio, nessun accessorio e un tasto di attivazione molto comodo.