I migliori scanner del 2022

Confronta i migliori scanner del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Galagross
413,26 €
Laplaca
409,00 €
Bleka
291,34 €
Sfera Ufficio
517,88 €
Amazon
134,49 €
Amazon
418,89 €
Amazon
420,32 €
Amazon
297,99 €
Amazon
519,00 €
Monclick
138,89 €
Monclick
421,89 €
Sfera Ufficio
433,78 €
TekWorld
304,32 €
Bpm power
610,74 €
G service shop
140,93 €
Sfera Ufficio
421,91 €
Monclick
304,89 €
Galagross
143,25 €
Graphiland
431,88 €
Bpm power
305,75 €
Yeppon
143,98 €

Tipo

Piano a LED

Piano a LED

Verticale a LED

Verticale a LED

Verticale a LED

Tecnologia

CIS

CCD

Dual CIS

Dual CIS

CIS

DPI ottici

600

6.400 / 48 bit

600 / 24 bit

600 / 32 bit

600 / 24 bit

DPI interpolati

1.200

12.800

1.200

n.d.

n.d.

Velocità

B/N e colore 1,7 s

B/N 6 s

B/N 2,5 s

B/N e colore 0,5 s

B/N 5,5 s, colore 5,5 s

Formati supportati

A4, LTR, LDR, Biglietti da visita

A4, Foto, Pellicole, Diapositive

A4, Altri

A4, Biglietti da visita, Cartoline

A4, LTR, LDR, Biglietti da visita, Cartoline, Altri

Correzioni automatiche

n.d.

Bilanciamento colore, Polvere

n.d.

Nitidezza, Polvere

n.d.

Compatibilità

Windows, MacOS

Windows, MacOS

Linux

Windows, IOS, Android, MacOS

Windows, MacOS

Connettività

USB 3.2

USB

USB, Wi-Fi, Wi-Fi Direct, USB 3.0

USB, Wi-Fi, Cloud

USB

Consumi

uso 13 W, standby 0,1 W

uso 16,5 W, standby 1,6 W

uso 9 W, standby 4,5 W, off 0,1 W

uso 17 W, standby 1,5 W W

n.d.

Funzioni

OCR, Ottimizzazione testo, Posizionamento in verticale, ADF, Fronte-retro

OCR, Elaborazione avanzata immagini, Digital ICE, Posizionamento in verticale, Altre

Salto pagine vuote, Rimozione fori, Ottimizzazione testo, Posizionamento in verticale, Fronte-retro, Altre

OCR, ADF, Fronte-retro

OCR, Salto pagine vuote, Rimozione fori, Elaborazione avanzata immagini, Ottimizzazione testo, Eliminazione retinatura, ADF

Dimensioni

29,6‎ x 16,9 x 16,7 cm

28‎ x 48,5 x 11,8 cm

30 x 10,3 x 8,3 cm

29,2 x 16,1 x 15,2 cm

27,2 x 4,7 x 3,4 cm

Peso

3,7 kg

4 kg

1,4 kg

3,4 kg

0,27 kg

Punti forti

Touchscreen

Anche scanner diapositive e negativi

Estremamente compatto

Scansiona documenti in tre formati

Ottima qualità per un portatile ultra compatto

Wi-Fi Direct e Wi-Fi 4

Ritocco e restauro immagini

Accetta diversi tipi di carta

Fino a 30 pagine al minuto

Possibilità uso cloud

USB 5 Gbps

Scansione documenti in 6 secondi

Pannello touchscreen

Display touch intuitivo

ADF da 50 fogli

Energy Star

Punti deboli

Non adatto in ambito grafico/foto

Manca wireless

Non ideale per le foto

Non adatto alle immagini

Manca connettività wireless

Manca fronte-retro

No batteria

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere lo scanner

Se vi state chiedendo quale scanner comprare questa è la guida che fa per voi. In tabella trovate un selezione dei migliori scanner senza stampante in commercio, prodotti i cui prezzi variano dai 100 ai 500 € e oltre. Quale scanner scegliere dipenderà dai vostri bisogni, ecco perché il consiglio è di leggere anche la guida che segue, mentre se invece vorreste un apparecchio 2 in 1 stampante e scanner, o, perché no? Anche fotocopiatrice, vi consigliamo di leggere la nostra guida alle stampanti multifunzione.

Tipologia di scanner

In commercio esistono vari modelli di scanner, che dovranno essere confrontati attentamente prima di effettuare la propria scelta, vediamo quali sono le tipologie più comuni.

Piano, verticale o overhead?
Inoltre dovrete decidere se acquistare uno scanner piano (flatbed), cioè quelli orizzontali, oppure uno scanner verticale, cioè alimentato similmente a una stampante, oppure uno dei nuovi scanner overhead. Nel primo caso lo scanner sarà privo di alimentatore automatico (ADF), dunque idoneo per un uso più casalingo che professionale.scanner piano vs verticale

Gli scanner overhead stanno diventando molto popolari tra gli utenti Amazon, grazie ad alcuni produttori cinesi che li vendono a prezzi piuttosto contenuti. In pratica sono macchine fotografiche agganciate a un elegante braccio in posizione sopraelevata rispetto alla scrivania, per cui sorvolando i libri permettono la scansione dell’intera pagina in un semplice scatto. Come pro hanno senza dubbio la velocità, come contro la qualità del risultato dipenderà dalla macchina fotografica, per cui per raggiungere prestazioni elevate aspettatevi una spesa simile almeno a quella di una fotocamera digitale. Inoltre, il risultato sarà molto legato alla qualità del software di elaborazione, incaricato di eliminare difetti generati dalla luce, o dalle dita sopra al foglio, o dall’ondulazione della pagina poggiata sulla scrivania. Tutto sommato, a livello qualitativo può competere con gli scanner tradizionali con una spesa dai 400 € in su, mentre se la qualità non vi interessa potete anche spendere meno. La scansione di libri riguarda una nicchia di mercato piuttosto ridotta, per cui non ce ne occuperemo. scanner overhead

A LED o a fluorescenza?
Innanzitutto, il tipo di lampade utilizzate possono fare la differenza tra una macchina e l’altra. Le obsolete lampade a fluorescenza, infatti, richiedono un tempo di riscaldamento prima di essere pronte a scansire, mentre i più recenti modelli con lampade a LED eliminano questa necessità, non necessitando i LED di alcun riscaldamento. Inoltre, le lampade a LED presentano significativi vantaggi anche in termini di consumi e di durata della lampada.

Da scrivania o portatile?
Alcuni scanner professionali sono pensati per una scansione di documenti dalla mole rilevante, effettuata anche da più utenti connessi alla macchina, per cui andranno per forza collocati sulla scrivania, mentre per scansionature al volo o per chi viaggia molto esistono dei modelli portatili, idonei per l’uso personale. scanner portatile

Tecnologia CIS, Dual CIS, CCD o PMT?

Se state valutando scanner orientati alla qualità output probabilmente vi troverete a scegliere tra modelli con sensore CCD (Charge Coupled Device), mentre se lo scanner è di quelli compatti probabilmente monterà un sensore CIS (Contact Image Sensor), per cui la qualità in output sarà leggermente inferiore; nel caso il sensore sia Dual CIS sapremo inoltre che lo scanner consente la scansione fronte-retro con una sola azione. Scanner più sofisticati, tipici degli ambiti visivi professionali (grafica, editoria, architettura, ecc), integrano solitamente un sensore PMT (Photo-Multipliers Tubes). Per la verità non dovete preoccuparvi troppo del sensore integrato, perché la qualità in output sarà messa bene in evidenza da altri parametri, che vediamo insieme nel primo dei fattori di valutazione.

1. Qualità in output

Una volta capiti i propri bisogni in termini di tipologia, il primo fattore da considerare quando si decide quale scanner comprare è la risoluzione di cui è capace.

Risoluzione

La risoluzione di scansione è indicata in DPI (dots per inch, punti per pollice). Dalla risoluzione dipende la definizione della scansione ottenuta, fattore che diventa particolarmente rilevante nella scansione fotografica e in quella di oggetti minuti, come biglietti da visita, scontrini, francobolli. Più elevato il numero di DPI, più definita e fedele all’originale sarà la scansione.
La risoluzione viene a volte indicata nei parametri come ottica e interpolata, esattamente come avviene per le stampanti. Quella interpolata è ottenuta grazie all’azione del software interno, per cui è una risoluzione migliorata e non nativa. Se affiancata a una buona risoluzione ottica rappresenta un’interessante funzione in più, ma alcuni produttori tendono a non esprimere la risoluzione ottica, che a volte è piuttosto bassa, mentre mettono in evidenza quella interpolata. Questi dati possono creare confusione in fase d’acquisto, perciò è bene tenerne conto.
Va detto che, in generale, raramente uno scanner di marchio noto avrà una risoluzione ottica inferiore ai 600 DPI, considerabile come un valore sufficiente per scansionare fedelmente documenti di testo e foto.
Invece, per la maggior parte dei documenti, sia a colori sia in bianco e nero, sarebbe già sufficiente una risoluzione di 200 DPI per ottenere copie digitali di dimensioni fedeli all’originale e ben leggibili. La necessità di una risoluzione elevata subentra quando si desideri scansionare oggetti più piccoli, quali biglietti da visita, banconote, francobolli e soprattutto diapositive e pellicole di vario tipo. Per questi tipi di originali è raccomandabile una risoluzione di almeno 4.800 DPI. In particolare per l’ultimo tipo, diapositive e pellicole, sarebbe ancora meglio arrivare a valori molto elevati, come 9.600 DPI, ragione per cui esistono prodotti appositi, gli scanner per diapositive.Scanner formati output
Il range di risoluzione dello scanner normale dipende anche dalla tipologia. Uno scanner verticale difficilmente supererà quel valore di 600 DPI che abbiamo indicato come minimo per gli scanner in commercio, ed è giustificato dal fatto che questo tipo di scanner è idoneo alla scansione rapidissima di documenti in serie, tipicamente pagine di testo. Tra gli scanner flatbed, invece, il range di risoluzione arriva facilmente a 4.800 DPI, proprio perché questo tipo di periferica è pensato per convertire efficacemente in formato digitale anche le foto e i documenti più piccoli. Gli scanner flatbed risultano pertanto più versatili dal punto di vista della tipologia di documenti che è possibile scansionare, ma molto meno rapidi nella scansione di documenti in serie.

Profondità di colore

Un altro dato che spesso si trova affiancato a quello sulla risoluzione riguarda la profondità del colore in output, espressa in bit: si tratta di un valore che indica la quantità di informazioni sul colore che vengono elaborate dallo scanner, vale a dire la ricchezza e il dettaglio delle sfumature che questo sarà in grado di cogliere e riprodurre. Le prestazioni degli scanner attualmente in commercio, per quanto riguarda questo aspetto, si attestano sui 24 bit e si traducono, in pratica, in una riproduzione dei colori molto vicina all’originale scansionato.

2. Software

Un altro fattore molto importante da considerare è il pacchetto software fornito in dotazione con lo scanner. Sono almeno tre i tipi di programma di maggiore interesse, la cui rilevanza dipende largamente dall’uso che si intende fare dello scanner. Proprio per questo, prima di procedere alla scelta, è bene che consideriate quali sono i software di cui potreste aver bisogno, in modo da non ritrovarvi poi delusi dopo l’acquisto. Vediamo qui sotto quali sono i tipi di software più diffusi.

Software di pulitura pagina

Si tratta di tutti quei programmi il cui scopo è quello di rendere la pagina scansionata quanto più pulita possibile: in questa categoria di software rientrano gli applicativi per l’eliminazione delle tracce di muffe, polveri e aloni di umidità, ma anche granelli di polvere e scarabocchi. La presenza di questo tipo di software nella dotazione è particolarmente rilevante se lo scanner servirà a digitalizzare materiale fotografico, sia stampe sia pellicole, che magari ha già subito le ingiurie del tempo.Scanner ultra compatto

Software di correzione deformazioni

Sono programmi di correzione automatica utili a ripristinare il corretto allineamento del testo. Tra di essi rientrano i tool per l’eliminazione delle ombre, come ad esempio quelle che si formano quando si scansionano pagine di un libro, quelli per il raddrizzamento del bordo pagina e quelli per raddrizzare il testo, ad esempio quando viene deformato da una piega sulla pagina. La presenza di questo tipo di software è particolarmente gradita quando lo scanner serve principalmente a digitalizzare libri e altri materiali rilegati, poiché la spina della rilegatura spesso impedisce la perfetta e totale adesione della pagina alla superficie di scansione, e la riproduzione risultante presenta spesso una caratteristica curvatura nei pressi della spina.

Software per il riconoscimento del testo

Abbreviati con OCR (Optical Character Recognition, riconoscimento ottico dei caratteri), questi software sono in grado di riconoscere e trasformare il testo scansionato in testo digitale, rendendolo così selezionabile, ricercabile e modificabile con un editor di testo. Questo tipo di programma è utile in svariati contesti, sia privati sia professionali, che vanno dalla digitalizzazione di contratti cartacei alla trasformazione di ricette contenute su un vecchio ricettario in file digitali facili da copiare e condividere.

3. Velocità di scansione

Un fattore rilevante per la scelta di uno scanner è la velocità di scansione, misurata in secondi per una pagina, oppure il numero di pagine al minuto, la seconda viene preferita per quelle macchine che prevedono l’alimentazione automatica. La rapidità di lavoro interesserà in particolare coloro che hanno bisogno di uno scanner per un uso intensivo, come per esempio la copia di documenti composti da molte pagine o magari di interi opuscoli. I termini di paragone più utilizzati per effettuare questa valutazione sono le prestazioni sulla singola pagina formato A4 in bianco e nero e quelle su pagina A4 a colori, alla risoluzione di default dello scanner. Indicativamente, è lecito attendersi non più di 20-25 secondi per la scansione di una pagina a colori in bassa risoluzione (200 o 300 DPI), di 16-18 secondi per la scansione di un foglio in bianco e nero alla stessa risoluzione e di 10-12 secondi per la scansione di una fotografia a colori formato 10 x 15.
Per quanto riguarda le pagine scansite al minuto, per quegli scanner verticali o piani con coperchio apposito per l’alimentazione automatica dei fogli, i valori possono andare dalle 20 alle 60 pagine a seconda del modello e della risoluzione.

4. Funzioni

Considerare le funzioni di cui è dotato uno scanner può essere rilevante ai fini dell’acquisto: da queste dipendono le operazioni che potete effettuare con il modello scelto.

Funzioni in uso

Tipicamente, le funzionalità di utilizzo più immediato sono accessibili attraverso una pulsantiera posta sullo scanner, e queste sono:

  • Copia: questa funzione invia la scansione effettuata direttamente alla stampante per la stampa, assolvendo così le stesse funzioni di una fotocopiatrice
  • Invio: con questa funzione, la scansione viene allegata automaticamente a un’email o, in alcuni casi, salvata sul servizio cloud di propria scelta o su una cartella di rete
  • Auto: questa funzione effettua una scansione rapida selezionando in automatico i settaggi in base al documento riconosciuto

Molto spesso, alcuni tasti di scelta rapida consentono di selezionare con un click le impostazioni mirate per ogni tipo di documento, in modo da rendere più rapide e immediate le operazioni che potete svolgere con lo scanner.
A seconda della tipologia di scanner, poi, può essere presente la funzione di feed automatico, vale a dire la presa e scansione in automatico dei documenti caricati, la funzione fronte/retro in un unico passaggio (chiamata duplex), il riconoscimento automatico del bordo pagina. Alcuni scanner sono dotati di connettività wireless, che aiuta a risolvere ogni problema di spazio, dal momento che lo scanner non dovrà più essere collocato necessariamente nelle vicinanze del computer.Scanner connettività

Accessori per funzioni extra

Premettiamo che gli accessori possono non interessare chi desidera uno scanner per la semplice copia di documenti di testo, mentre, per alcune particolari esigenze, gli accessori in dotazione rivestono un’importanza fondamentale. Gli accessori più particolari e richiesti sono i supporti per scansionare diapositive e altre pellicole semitrasparenti. Si tratta di griglie di plastica alle quali si possono fissare diapositive, negativi e altre pellicole in formati diversi. Adagiati sul piatto dello scanner, questi supporti, insieme all’apposita funzione dello scanner, consentono di scansionare questo tipo di originali senza che si muovano accidentalmente e bloccandoli nella posizione corretta per ricevere l’illuminazione diffusa della lampada. Nella scansione delle pellicole, infatti, al contrario di quella dei normali documenti, è necessaria un’illuminazione fissa e diffusa degli originali. Questi accessori possono trovarsi in dotazione ad alcuni scanner flatbed, ovvero quelli piani, su cui va adagiato il foglio da scansire, mentre i modelli più semplici ne sono sprovvisti. In certi casi sono dotati di un’ulteriore fonte di illuminazione, per creare un effetto in stile faro luminoso, che investe gli oggetti aumentando la luce disponibile per lo scanner.
Un ulteriore accessorio, che riguarda stavolta soltanto gli scanner di tipo portatile, è la custodia tracolla imbottita per il trasporto dello scanner stesso.Scanner accessori

5. Connettività

Un ulteriore fattore che può influenzare la scelta di uno scanner è quello che riguarda la connettività. Se uno scanner è dotato di moduli per la connettività radio, come Bluetooth e Wi-Fi, sarà possibile in ufficio che più utenti si colleghino alla macchina per inviare o ricevere i file. Inoltre, un collegamento eseguito grazie all’USB di tipo C faciliterà notevolmente le cose, anche in caso di mancanza del wireless. Il collegamento tra computer e scanner dovrebbe essere stabile e affidabile, per non penalizzare la velocità operativa. Inoltre, ha un peso il fatto che sia la macchina che il PC dispongono o meno di standard tecnologici avanzati (es. USB 3.0 o superiore; Bluetooth 5.0 o superiore; Wi-Fi 4 o superiore), per non subire rallentamenti.
Gli scanner più aggiornati consentono anche la scansione da cloud, da smartphone e iPhone.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta dello scanner

Quali sono le marche principali di scanner?

Le considerazioni sul brand possono essere rilevanti per almeno due motivi. Il primo è che i produttori più noti sono anche quelli che più investono in ricerca e innovazione, di conseguenza sono quelli che prima di tutti escono sul mercato con un ventaglio di prodotti innovativi ed efficienti. Inoltre, il servizio di assistenza post-vendita fornita da un grande marchio è di norma più tempestivo e capillare di quello che potrebbe mettere a disposizione un brand minore: risulta quindi nella maggior parte dei casi più semplice e rapido far valere la garanzia o risolvere un problema rivolgendosi a un grande produttore piuttosto che a un piccolo brand, soprattutto se basato fuori Unione Europea.

Quanto costa uno scanner?

Per quanto riguarda il prezzo, è doveroso premettere che vi sono differenze significative in base alla tipologia di scanner. I più diffusi modelli flatbed casalinghi e i modelli portatili si attestano al di sotto dei 100 €, mentre i modelli per scansioni fotografiche e quelli verticali, pensati per un uso da ufficio, superano facilmente i 250 €. È molto semplice trovare prodotti di brand poco noti a prezzi molto inferiori a quelli che vi abbiamo appena indicato, con specifiche tecniche almeno paragonabili ai prodotti più blasonati: in questi casi nel valutare l’acquisto vi rimandiamo alla nostra risposta alla domanda precedente. Riassumiamo brevemente le fasce di prezzo degli scanner:

  • Fascia di prezzo bassa: 60 – 80 € scanner flatbed, 4800 pdi, no ADF (automatic document feed), no accessori, poche funzioni
  • Fascia di prezzo media: 150 – 200 € scanner flatbed, 4800 pdi, no ADF, accessori, molte funzioni
  • Fascia di prezzo alta: 270 € in su, scanner flatbed o verticali, 4800-9600 pdi, ADF, accessori, molte funzioni

Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Scanner

  1. Domanda di Elisabetta | 22.11.2018 08:50

    Grazie per la precedente risposta. Per Illustrazioni eseguite a mano, tra il Canon 9000f e l’epson V550 qual’è il più adatto?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22.11.2018 16:40

      L’Epson Perfection V550 Photo offre una risoluzione migliore. Se vuoi avere una scansione molto dettagliata è sicuramente il prodotto più adatto.

  2. Domanda di Elisabetta | 19.11.2018 18:30

    Ciao,
    volevo sapere se l’Epson Perfection V550 ha il letto piano come il Canon 9000f Mark II.
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 20.11.2018 09:32

      Sì, è un modello flatbed.

  3. Domanda di Gino | 04.11.2018 23:03

    Ho bisogno di uno scanner per trasformare in word i doc
    Occorre uno scanner ad alta risoluzione o un ottimo OCR?
    Non amo perdere t x corregere

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 06.11.2018 08:44

      Il software gioca un ruolo molto importante, ma uno scanner di qualità aiuta sicuramente a ridurre gli errori.

  4. Domanda di Marcello Strongoli | 16.07.2018 12:28

    Vorrei scannerizzare le mie fatture e trasportarle su word …e quindi poter utilizzare i singoli prodotti all’interno della fattura.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16.07.2018 13:39

      Per questo è necessario dotarsi di un software OCR, mentre lo scanner ha un’importanza relativa. Ovviamente è consigliabile orientarsi su un modello che offra una buona qualità: Epson e Canon sono ottimi marchi.

  5. Domanda di Gianfranco sherwood | 09.04.2018 07:23

    Salve. Sto cercando uno scanner per digitalizzare fumetti, sopratutto in bianco e nero tratti da riviste e volumi che non voglio smembrare. Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 09.04.2018 10:02

      L’Epson Perfection V370 Photo offre un’ottima risoluzione e dovrebbe essere assolutamente sufficiente per la digitalizzazione di fumetti.

  6. Domanda di FRANCESCO | 03.02.2018 21:38

    che scanner consigliate per la scansione di foto da riviste? Vorrei evitare il classico sgranamento ed avere la fedeltà migliore possibile.
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 05.02.2018 08:52

      L’Epson Perfection V550 Photo arriva fino a una risoluzione di 6400 DPI, sufficiente per una buona qualità.

  7. Domanda di Franco | 29.12.2017 20:05

    DEVO SCANSIONARE FORMATO PDF DEI DOCUMENTI DA INVIARE VIA EMAIL PEC PER PARTECIPARE AD UN CONCORSO. L UTILIZZO È LIMITATO. COSA CONSIGLIATE? GRAZIE

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.01.2018 13:43

      Per un utilizzo così limitato consigliamo o l’Epson Perfection V39 (prezzo leggermente superiore, ma migliore qualità) o il Canon CanoScan LiDe120 (molto economico, qualità discreta).

  8. Domanda di Antonella | 01.08.2017 23:08

    quale scanner professionale acquistare per digitalizzare solo diapositive? Mi servirebbe ad alta risoluzione e caricamento automatico

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 02.08.2017 09:46

      Ti consigliamo l’Epson Perfection V550 Photo, che abbiamo scelto come il miglior scanner tra quelli che abbiamo recensito. Questo apparecchio ha un’elevata risoluzione ed offre prestazioni eccellenti per la scansione di pellicole e diapositive.

  9. Risposta di Qualescegliere.it | 03.04.2017 10:47

    Uno scanner A3 di buona qualità può costare davvero tanto, anche oltre i 2.000 €. Un esempio è l’Epson GT-20000, che offre una risoluzione di 600 x 1200 dpi. Una soluzione low cost può essere invece lo ScanExpress A3 USB 2400 Pro.

  10. Domanda di Alberto BARBIERI | 10.03.2017 19:19

    Sono indeciso tra gli scanner Epson V550, V600, V800 e V850 che mi servono per i negativi e per i francobolli. Cosa mi consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13.03.2017 09:20

      Tra quelli che ci elenchi noi conosciamo bene solo l’Epson V550, che riteniamo uno dei migliori scanner in commercio. Su pellicole e francobolli puoi aspettarti ottime prestazioni.

Il migliore
Epson WorkForce ES-580W

Epson WorkForce ES-580W

Migliore offerta: 418,89€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Epson Perfection V600 Photo

Epson Perfection V600 Photo

Migliore offerta: 420,32€