I migliori smartphone Sony del 2024

Confronta i migliori smartphone Sony del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

asgoodasnew
845,00 €
tecnosellcom3
345,00 €
amazon
889,99 €
amazon
719,04 €
amazon
378,06 €
onlysolutionsshop
1.050,00 €
onlysolutionsshop
417,00 €
onlysolutionsshop
799,00 €
amazon
1.098,99 €
amazon
430,00 €
pixmartit
905,07 €
pixmartit
1.196,42 €

Dati tecnici

Data di uscita

maggio 2023

giugno 2023

maggio 2022

settembre 2022

giugno 2022

Sistema operativo

Android

Android

Android

Android

Android

Versione OS

13

13

12

12

12

Chipset

Snapdragon 8 Gen 2

Snapdragon 695 5G

Snapdragon 8 Gen 1

Snapdragon 8 Gen 1

Snapdragon 695 5G

Frequenza processore

2,0-3,2 GHz

1,7-2,2 GHz

1,80 - 3 GHz

max 3 GHz

max 2,2 GHz

RAM

12 GB

6 GB

12 GB

8 GB

6 GB

Memoria

256 GB

128 GB

256 GB

128 GB

128 GB

Memoria espandibile

1 TB

1 TB

1 TB

1 TB

1 TB

Tecnologia schermo

OLED

OLED

OLED

OLED

OLED

Dimensioni schermo

6,5 ''

6,1 ''

6,5 ''

6,1 ''

6 ''

Risoluzione schermo

1.024 x 600 px

2K

4K

2K

2K

Refresh rate massimo

120 Hz

60 Hz

120 Hz

120 Hz

60 Hz

Amperaggio batteria

5.000 mAh

5.000 mAh

5.000 mAh

5.000 mAh

5.000 mAh

Ricarica

Da 1 a 50% in 40 min ca.

Da 1 a 50% in 40 min ca.

Ricarica wireless, Ricarica inversa, Da 1 a 50% in 30 min ca.

Da 1 a 50% in 40 min ca., Ricarica wireless

Normale (10 W)

Connettore USB

USB-C 3.2 (10 Gbps)

USB-C

USB-C 3.2 (10 Gbps)

USB-C 3.2 (20 Gbps)

USB-C

Connettore audio

Versione Bluetooth

5.3

5.1

5.2

5.2

5.1

Dual-SIM

Reti

5G

5G

5G

5G

5G

Risoluzione fotocamere posteriori

48 + 12 + 12 MP

48 + 8 + 8 MP

12 + 12 + 12 MP

12 + 12 + 12 MP

12 + 8 + 8 MP

Risoluzione fotocamera anteriore

12 MP

8 MP

2ì12 MP

12 MP

8 MP

Risoluzione max video

4K

1080 p

4K

4K

1080 p

Fps max

120

30

120

120

30

Punti forti

Certificazione IP65/IP68

Hardware certificato IP65 / IP68

Consigliabile a fotografi/video maker professionisti

Certificazione IP65/IP68

Certificazione IPX5, IPX8

Supporta ascolto musica 24-bit/192kHz

Zoom ottico 2x

Innovativo zoom ottico continuo

Supporto codec lossless LDAC

Zoom ottico 2x

Porta USB-C 3.2

Comparto audio sopra la media

Dolby Atmos e codec AAC+

Schermo con certificazione HDR10

Adatto per mani piccole

Memoria espandibile con MicroSDXC

Porta USB rapida

Display dal colore preciso

Ottimo schermo per editing foto/video

Video 4K @ 120 fps7

Autonomia della batteria

Punti deboli

1 ora e mezza per ricarica del 100%

Slot SIM 2 condiviso con espansione memoria

Risoluzione schermo non sempre 4K+

Ricarica lenta

2 ore e mezza per una ricarica completa

Manca cavo ricarica in confezione

Video in Full HD al massimo

Manca cavo ricarica in confezione

Potenza SoC al di sotto delle aspettative

Manca cavo ricarica in confezione

Schermo non ampissimo

Ricarica lenta

Manca cavo ricarica in confezione

Ricarica completa in 2 ore

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Gli smartphone Sony

Gli smartphone Sony non rincorrono in tutto e per tutto i traguardi tecnologici tipici di questo mercato, come schermi ampi e strabilianti, fotocamere in direzione 8K, ricarica rapida. Escono fuori dagli schemi e per questo possono essere polarizzanti e trovare sia forti sostenitori che detrattori. In questa guida cercheremo di capire le principali differenze tra i migliori telefoni Sony sul mercato, inoltre quali sono le caratteristiche tipiche comuni a questi cellulari davvero speciali, in modo da aiutarvi a capire quale smartphone Sony scegliere.
Smartphone Sony

Migliori smartphone Sony

Gli smartphone Sony non sono i migliori sul mercato, ma in certi casi comprandone uno riceverete anche le eccezionali cuffie a padiglione, il che può essere davvero incentivante per gli appassionati di musica.

Migliore per foto: Sony Xperia 1 V

Sony Xperia 1 V è stato lanciato sul mercato nel maggio del 2023. Come il suo predecessore, Sony Xperia 1 V ha tutte le componenti eccellenti del prodotto premium, ma per fortuna rispetto al Sony Xperia 1 IV soffre meno il surriscaldamento, fattore indispensabile se si vuole lavorare massicciamente con foto e video. Il design allungato è studiato per facilitare l’impugnatura e la gestione con una mano di chi crea contenuti “on the road”, infatti la batteria è in grado di supportare l’uso per diverse ore. Tuttavia, a differenza di altri flagship concorrenti, lo schermo non ha ancora la frequenza di aggiornamento automatica. Lato fotografico è un eccellente prodotto, in mano a chi è professionista regala risultati foto-video ottimi rispetto a tanti cellulari pensati per scattare foto. Tuttavia, alcune persone sentiranno la mancanza di un obiettivo macro, il teleobiettivo non offre le stesse lunghezze di altri dei migliori telefoni per fare foto e gli scatti in mancanza di luce non sono ancora da primissimo della classe. 

Miglior qualità/prezzo: Sony Xperia 10 V

Sony Xperia 10 V è un telefono dal design unico per le proporzioni del display 21:9. Significa che pur non arrivando ai 5,4 pollici dell’Apple Mini, il telefono con schermo da circa 6″ ha una forma congeniale per l’utenza dalle mani piccole. Per contro, i fan degli schermi più ampi, dai 6,5 ai 7, non si troveranno a loro agio. In questo senso il Sony Xperia 10 V si rivolge a una precisa nicchia di mercato, che ha regalato alla serie Xperia 10 una certa popolarità attraverso gli anni. Venendo al modello specifico, l’hardware ha la resistenza certificata, lo schermo è buono (anche se non va oltre i 60 Hz di refresh rate), il comparto audio è migliorato rispetto al IV, quello fotocamere è di eccellente qualità (per chi non vuole andare oltre il Full HD) e gode dell’eccezionale presenza di zoom ottico 2x. La batteria ha un’autonomia davvero eccellente e la ricarica ha preso velocità rispetto al predecessore, tuttavia per diverse persone non sarà ancora abbastanza. Guardando alla concorrenza, qualcuno può ritenere inaccettabile per questa fascia di prezzo dover aspettare 2 ore per una ricarica totale; altrettanto difficile accettare che nel 2023 un telefono in questa fascia di prezzo venga lanciato con un SoC che non va oltre i 2,2 GHz e che lo rende meno prestante del suo predecessore. Basta guardare la tabella dei migliori smartphone economici per capire. Se i lati negativi evidenziati non sono per voi problemi veri, l’acquisto può essere consigliato.

Migliore Sony Xperia 5 IV

Il Sony Xperia 5 IV è la prova che il numero di megapixel non fa la qualità della fotocamera: con un comparto fotocamere fatto esclusivamente di moduli da 12 MP riesce a guadagnarsi anch’esso il titolo di cameraphone, perché fa delle ottime foto e video, caratterizzati dalla scarsa presenza dell’elaborazione software.
Rispetto al Sony Xperia 5 III il miglioramento è abbastanza consistente: il display è più luminoso, il SoC è più potente, la fotocamera da selfie è migliorata, così come l’autonomia della batteria, che può contare sulla ricarica wireless. Con un SoC adeguato sarebbe stato possibile per chi lo sceglie sostenere una routine di video editing anche da smartphone senza il surriscaldamento che accorcia la vita della batteria, ma Sony ha perso questa occasione.

Da valutare in fascia media: Sony Xperia 10 IV

Sony Xperia 10 IV è uno smartphone che scatta e registra ottimamente, ma non arriva alla risoluzione 4K. Purtroppo, la scelta di un SoC non abbastanza potente (max 2,2 GHz) grava anche su questo modello di smartphone Sony. Rispetto a tutti gli altri smartphone di questa pagina, il comparto audio soffre della mancanza della configurazione stereo, il che è abbastanza sorprendente. Per questo prezzo, diversi concorrenti asiatici sono inclini a regalare schermi con refresh rate a 120 Hz, anziché 60 Hz. Consigliamo l’acquisto a chi abbia fiducia in Sony, stia cercando uno smartphone leggero e compatto da gestire con una mano sola, che non presenti problemi di autonomia della batteria, con hardware resistente e dotato di comparto fotocamere in grado di scattare bene anche in lontananza, perché (straordinariamente) in questo cellulare è incluso il teleobiettivo.

Miglior prezzo: Sony Xperia10 III

Il Sony Xperia 10 III ha un’eccellente resistenza hardware ad acqua e polvere per la sua fascia di prezzo, la batteria spicca per durata nel suo segmento di mercato, la fotocamera posteriore funziona bene nelle diverse situazioni (ritratto, paesaggio, luce insufficiente). Non si può dire lo stesso di quella selfie, ma non è questo il principale difetto da abbracciare. Sony Xperia 10 III ha una ricarica talmente lenta da scioccare, già per il fatto che, nonostante da almeno 2 anni difficilmente si trovi nella confezione un caricabatterie con capacità di ricarica inferiore ai 10 W, il Sony Xperia 10 III riesce a sorprenderci con un caricabatterie da 7,5 W. Se siete utenti familiari con la tecnologia, probabilmente appena aperto il pacco prenderete l’adattatore e lo metterete via, anche perché usandolo per caricare il telefono ci metterete all’incirca 3 ore. Tuttavia, pur comprando a parte uno strumento di ricarica più potente, da 30 o 65 W, non riuscirete comunque a scendere sotto le oltre 2 ore per una ricarica.

Caratteristiche hardware

Leggendo le nostre opinioni sugli smartphone Sony avrete capito che per quanto riguarda SoC, RAM e memoria di archiviazione gli smartphone Sony hanno sempre lo stretto indispensabile: le CPU non sono (purtroppo) di quelle che sbalordiscono per il tetto dei GHz raggiungibili sotto stress lavorativo e la RAM è quella adeguata a supportarle. Fotografi e video maker professionisti si ritrovano con il limite di non poter sfruttare tutte le potenzialità del telefono premium, quando la CPU fa surriscaldare il prodotto.
Altra questione che infastidirà chi reputa il prezzo d’acquisto tutto sommato alto è la mancanza del cavo di ricarica in confezione. L’hardware recupera punti con l’eccezionale compattezza, la resistenza (non sempre certificata nella concorrenza dall’Asia, soprattutto nei modelli economici/di fascia media) e la possibilità di espandere la memoria fino a 1 TB praticamente in tutti i modelli, andando contro la consuetudine di riservare la possibilità a determinate fasce di prezzo.

Schermi

Gli schermi sono per lo più sotto gli standard di categoria per la fascia di prezzo in cui si collocano, certamente per mancanza di fluidità data dalla bassa frequenza di aggiornamento. Basterebbe che Sony portasse questo valore quantomeno a 90 Hz (come Google con i suoi Pixel), per non restare troppo indietro alla concorrenza. Per contro, nel display spesso la precisione dei colori, che interessa molto chi lavora nel mondo delle arti visive digitali, è davvero elevata. Le dimensioni delle diagonali sono straordinariamente al di sotto della media dei 6,5 pollici, il che fa sì che chi dovesse avere le mani piccole possa trovare una certa scelta (altri brand dedicano a questa nicchia un modello specifico, per il 2023 pensiamo ad Apple iPhone 14, Samsung Galaxy S23 e Asus Zenfone 9). Allo stesso tempo, chi ama usare una mano sola per gestire le app e l’attività eseguita su telefono sarà felice perché il catalogo Sony offre diverse opzioni di prezzo. 

Smartphone Sony Xperia con cuffie ANC

Tecnologia Triluminus

Negli ultimi 10 anni Sony ha lavorato per perfezionare la sua tecnologia Triluminos, per sostituire la retroilluminazione a LED dei più scarsi LCD, perché la brillantezza fosse vicina a quella dei display OLED. Gli stessi principi hanno portato i suoi smart TV Android/Google a primeggiare nel mercato, per cui gli schermi degli smartpthone Sony beneficiano positivamente di questa attività di ricerca. Anche gli schermi OLED sono all’altezza della concorrenza, dove la tecnologia Triluminos è applicata.

La cura audio

Il comparto audio è eccezionale nei modelli premium e quasi sempre al di sopra della media rispetto alla concorrenza anche nelle fasce medie di mercato. Sony non tradisce le aspettative di chi è fan dei suoi eccellenti prodotti sotto il marchio Sony Music: dove presenti gli speaker stereo (Xperia 1 V, Xperia 5 IV, Xperia 1 IV, Xperia PRO-I, Xperia 1 III ed Xperia 5 III), questi sono progettati con tecnologia 360 Reality Audio. In certi casi, troverete anche Dolby Atmos. Se l’ascolto avviene per file mp3 oppure in streaming, Sony applica un algoritmo di upscaling per aumentare la qualità della traccia. Se usate cuffie Bluetooth, è sempre presente la funzione di ascolto in High-Resolution Audio Wireless con codec LDAC (privo di compressione) ed è forse l’unico produttore che conserva l’ingresso jack da 3,5 mm in praticamente tutto il catalogo. Spesso l’azienda apre collaborazioni con piattaforme streaming amiche dei musicisti, come Tidal, per cui chi compra uno smartphone Sony ottiene l’abbonamento gratis per qualche mese alla piattaforma.
Infine, c’è l’app Music Pro a pagamento, pensata per i musicisti, che serve a registrare tracce da salvare in cloud per la futura post produzione.

Interfaccia e funzioni

Gli smartphone Sony sono telefoni Android dotati di un’interfaccia proprietaria talmente poco impattante per la maggior parte della user experience che Sony non usa per questa alcuna strategia di promozione, a differenza di altri concorrenti. Una nota positiva va segnalata per l’assenza di app inutili quando accenderete lo smartphone per la prima volta, a differenza di tanti competitor, come ad esempio Huawei, che vi tempestano di icone di applicazioni che non userete mai. Se in passato avete fatto parte dell’utenza dei Google Pixel, con Sony vi troverete estremamente a vostro agio, perché l’interfaccia è per lo più quella genuina di Google. Ad ogni modo, qualche tocco di classe software a Sony bisogna riconoscerlo, vediamoli insieme.

Opzione multi-window

Una delle esclusive Sony è il fatto di poter lavorare in modalità multi-tasking in verticale su due o più app contemporaneamente, grazie al design allungato del telefono. Inoltre, è possibile salvare dei profili contenenti una combinazione delle due app che volete, ad esempio per visualizzare e operare su GoogleMaps mentre si chatta su Whatsapp in un’unica schermata.Smartphone Sony Android

Side Sense

La funzione Side Sense è una peculiarità degli smartphone Sony che tramite il doppio tocco sul lato dello schermo (o su entrambi i lati, a seconda di come vogliamo noi) attiva la barra personalizzabile contenente le app più usate. In questo modo servono meno gesti per usare il telefono e, soprattutto, si riesce ad aprire le proprie app preferite con una mano sola.

Game Enhancer

Quando presente, Game Enhancer migliora l’esperienza di gioco. Rende possibile creare dei profili gioco in cui si possano modificare diverse impostazioni, come la precisione del touch screen e la frequenza di aggiornamento dello schermo, la quale include una specie di funzionalità di upscaling del display a frequenze al di sopra delle sue possibilità tecniche.
Altre funzionalità utili includono quelle che permettono di condividere i propri momenti di gioco sui social con screenshot e registrazioni video.
La funzionalità più interessante gestibile da qui è quella Heat Suppression, che consente di giocare con lo smartphone Sony alimentandolo tramite la presa della corrente senza che intanto venga caricata la batteria, il che la protegge dall’uso e dal degrado (perché elimina il surriscaldamento) pur garantendo a noi la possibilità di continuare a giocare.

Modalità Focus

La modalità focus degli smartphone Sony serve per disintossicarsi dalle distrazioni provenienti dal telefono semplicemente con un gesto. Attivandola, ad esempio, spariranno le invadenti notifiche push che tanto ci snervano durante la giornata.

App proprietarie

Oltre alle caratteristiche già descritte, in certi casi possono essere comprati accessori extra o scaricate app proprietarie per mettere in comunicazione lo smartphone Sony con gli altri prodotti del brand, come fotocamere, TV, soundbar o cuffie, tra cui:

  • Cinema Pro e Video Pro: app sviluppate per creator e video maker amatoriali che vogliano realizzare contenuti di alta qualità in movimento;
  • Imaging Edge Mobile (aggiornamento di PlayMemories Mobile): un’app mobile gratuita di Sony, che ha l’utilità di collegare alcune fotocamere Sony per il trasferimento delle immagini da una parte all’altra e permette l’uso dello smartphone come controllo remoto;
  • Bravia Core, sviluppata per le smart TV Sony: quando presente permette di guardare film di qualità fino ai 4K e con audio in altissima risoluzione. In certi casi, comprando uno smartphone Sony di fascia alta si guadagna 1 anno di accesso gratis alla piattaforma.

Domande frequenti

Meglio Sony oppure Samsung?

Per la maggior parte delle persone è meglio un Samsung, anche perché i migliori smartphone Samsung hanno da offrirne per tutti i gusti. Dovreste valutare di comprare uno smartphone Sony se siete musicisti o amanti della musica, se nel pacchetto sono incluse le ottime cuffie a padiglione con ANC, se volete uno smartphone dual SIM, se vi interessa la memoria espandibile fino a 1 TB, se ci tenete all’ingresso jack per le cuffiette, se avete le mani piccole, se detestate i telefoni mattonella che non entrano in tasca e vi obbligano a usare entrambe le mani anche per le operazioni più semplici, se siete fidelizzati al brand (avete una TV Sony?), se amate fare foto e video non artefatti e non potete vivere senza zoom ottico 2x.

Come collegare lo smartphone Sony alla TV Bravia

Il collegamento tra smartphone Sony e TV Bravia si può fare con il cavo HDMI o MHL, oppure tramite la funzione di mirroring, selezionandola dal Sony Bravia. Se la TV non è aggiornatissima, si può usare la funzione wireless via Wi-Fi Direct, sempre dalla TV. Se invece è il collegamento Bluetooth che vi interessa, quando il simbolino Bluetooth visualizzato è racchiuso tra due puntini significa che la connessione tra telefono e TV è in corso.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato