I migliori auricolari del 2019

Confronta i migliori auricolari del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.

FiiO FH1

I migliori

Risposta in frequenza15-40.000 Hz
Impedenza26 Ohm
Drivern/d
StrutturaIn-ear
Microfono
ANC
IP
Lunghezza cavo1,2 m
Punti forti
  • Ottima qualità audio
  • Ideale per audiofili
Punti deboli
    Nessuno

Gritin GB3015

Il miglior rapporto qualità prezzo

Risposta in frequenza20-20.000 Hz
Impedenzan/d
Drivern/d
Strutturain-ear
Microfono
ANC
IP
Lunghezza cavo1,2 m
Punti forti
  • Buona resa di tutte le frequenze
  • Jack placcato in oro
Punti deboli
    Nessuno

Mpow PAMPPA026AB

Risposta in frequenza20-20.000 Hz
Impedenza32 Ohm
Drivern/d
Strutturain-ear
Microfono
ANC
IP
Lunghezza cavo1,2 m
Punti forti
  • Jack placcato in oro
  • Inclusi gommini e clip
Punti deboli
    Nessuno

Sony MDR-EX15AP

Risposta in frequenza8-22.000 Hz
Impedenza16 Ohm
Driver9 mm
Strutturain-ear
Microfono
ANC
IP
Lunghezza cavo1,2 m
Punti forti
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Jack placcato in oro
Punti deboli
    Nessuno

Sennheiser MX365

Risposta in frequenza20-20.000 Hz
Impedenza32 Ohm
Drivern/d
Strutturaauricolare
Microfono
ANC
IP
Lunghezza cavo1,2 m
Punti forti
  • Buona qualità del suono
Punti deboli
    Nessuno
Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

I fattori decisivi per la scelta degli auricolari

In questa pagina ci occuperemo specificamente degli auricolari cablati, privi dunque di qualunque tecnologia wireless. Potete consultare diverse guide all'acquisto se siete interessati ai modelli Bluetooth o true wireless.

Prestazioni

Anche se l'effettiva qualità della riproduzione del suono è difficile da valutare tramite parametri oggettivi, visto che spesso entrano in gioco particolari preferenze personali indipendenti dalle cuffie o dagli auricolari utilizzati, è bene tenere conto di alcuni dati tecnici che possono aiutare a comprendere le effettive potenzialità del modello prescelto. Auricolari prestazioniCome per la grande maggioranza delle periferiche audio, anche gli auricolari cablati possono essere valutati tramite quattro principali parametri di base. Vediamoli nel dettaglio:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Risposta in frequenza: questo dato indica le frequenze che l'auricolare è in grado di riprodurre. In genere viene espressa in Hz e dovrebbe sempre coprire la gamma percepibile dall'orecchio umano, che mediamente si attesta tra i 20 e i 20.000 Hz (a seconda dell'età, tuttavia, questo dato può variare sensibilmente). Esistono però anche modelli di qualità superiore, in grado di coprire uno spettro più ampio, idealmente almeno dai 18 ai 22.000 Hz, perfetti anche per chi ha un orecchio molto allenato. In generale, a una maggiore risposta in frequenza corrisponde anche un prezzo più alto, anche se al giorno d'oggi, dopo l'avvento delle tecnologie senza fili, è possibile trovare auricolari cablati di buona qualità a un costo molto contenuto. Ricordiamo infine che nei prodotti di fascia più economica non è raro che questa specifica tecnica sia completamente assente;
  • Impedenza: indica la resistenza che la bobina presente all'interno degli auricolari oppone al segnale elettrico in entrata, prima che questo venga convertito in suono. Un'alta impedenza assicura un suono più nitido e pulito, a discapito però del volume massimo, per cui comunque va considerata anche la sensibilità degli auricolari, come vedremo nei prossimi paragrafi. L'impedenza viene misurata in Ohm e può variare sensibilmente, spaziando da un valore minimo di 8 fino a un massimo di 600 Ohm. La maggior parte dei modelli in commercio si attesta su 16 o 32 Ohm, e normalmente chi cerca una qualità migliore tende a orientarsi verso modelli di cuffie di fascia alta, più che di auricolari;
  • Diametro dei driver: i driver sono i componenti che si occupano di trasformare il segnale elettrico in suono, rappresentando dunque un aspetto fondamentale da considerare prima dell'acquisto degli auricolari, dato che ne influenzano largamente la qualità del suono. Anche se un driver con diametro più ampio non è necessariamente indice di una migliore riproduzione, spesso viene considerato un elemento che aiuta a rendere i bassi più profondi. Ovviamente lo spazio all'interno di un auricolare è molto limitato, per cui i driver utilizzati in questi prodotti hanno un diametro che va mediamente dai 6 ai 12 mm;Auricolari driver
  • Sensibilità: indica quale sia il volume massimo a cui gli auricolari riescono a riprodurre fedelmente il suono. In questo caso è sconsigliabile acquistare un modello con una sensibilità inferiore agli 85 dB, dato che la qualità del suono potrebbe risultare veramente molto bassa. I modelli ad alta fedeltà possono spaziare dai 95 ai 109 dB, ma esistono anche prodotti che arrivano a più di 110 dB.

Hi-Fi: l'alta fedeltà

Il termine Hi-Fi viene utilizzato sia nell'ambito dei prodotti audio che di quelli video. Indica in generale una qualità di riproduzione superiore e ovviamente comporta costi più alti rispetto ai prodotti economici con caratteristiche di livello inferiore. Per individuare facilmente i modelli che rispettano i parametri dell'alta fedeltà, è sufficiente verificarne la confezione, dove viene normalmente riportato il marchio Hi-Fi.

Struttura

Una delle più importanti caratteristiche degli auricolari riguarda proprio la loro struttura, dato che questa può avere un'influenza decisiva non solo sulla loro comodità (che analizzeremo meglio in un paragrafo successivo), ma anche sull'isolamento che possono offrire e sulla loro durabilità. Per prima cosa, vanno distinti due diversi tipi di auricolare, a seconda della posizione che andranno a occupare una volta indossati:Auricolari struttura

  • Auricolari: rimangono solo appoggiati al padiglione auricolare, senza avere necessariamente alcun supporto che li mantenga nella corretta posizione. Sono ancora abbastanza diffusi, anche se col tempo la loro popolarità è diminuita progressivamente, con l'avvento di design più innovativi che assicurano una maggiore stabilità anche durante il movimento. Possono comunque rappresentare una buona alternativa per chi non ama inserire gli auricolari più in profondità nel canale uditivo, e possono essere resi più confortevoli con l'uso di rivestimenti morbidi facilmente reperibili nei negozi online;
  • In-ear canal: si tratta del design attualmente più popolare, anche se prevede diverse variazioni. Gli auricolari in-ear vanno inseriti nella parte esterna del condotto uditivo, facendo sì che rimangano più facilmente in una posizione stabile, oltre a migliorare l'isolamento passivo dai rumori esterni. È particolarmente apprezzato dagli sportivi che cercano un modello da utilizzare anche durante l'allenamento, così come dai pendolari che hanno bisogno di un maggiore isolamento acustico.Auricolari in-ear

Non è in questo caso possibile dare un giudizio assoluto in termini positivi o negativi, ma andrà piuttosto scelto il modello che rispetta maggiormente le esigenze e le preferenze del singolo utente. Esistono inoltre altri fattori da considerare in merito alla struttura degli auricolari, ovvero la tipologia del rivestimento, con particolare attenzione ai modelli in-ear, e il tipo di connettore di cui dispongono per poter essere collegati ad altri dispositivi.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Gommini: materiale e forma

Se si sceglie un modello in-ear è fondamentale valutarne il tipo di rivestimento, dato che questo va inserito all'interno del condotto uditivo e deve risultare non solo confortevole, ma anche efficace dal punto di vista dell'isolamento acustico. Sono tre i fattori più importanti da considerare prima di acquistare un particolare tipo di auricolari o un rivestimento specifico (si tratta infatti di un accessorio acquistabile anche separatamente, in genere compatibile con moltissimi modelli diversi):Auricolari gommini

  • Materiale: per la realizzazione dei gommini di rivestimento vengono utilizzati materiali differenti, tra cui i più comuni sono silicone e spugna. Anche se entrambi sono morbidi e facilmente modellabili, il silicone ha il vantaggio di poter essere lavato più facilmente, mentre la spugna può migliorare l'isolamento acustico, aderendo in modo più uniforme al canale uditivo;
  • Forma: la grande maggioranza dei rivestimenti è composta da un corpo uniforme, talvolta con l'estremità esterna leggermente più piccola rispetto alla base, ma esistono anche altre opzioni. In particolare, ricordiamo i modelli a doppia o tripla flangia, che possono essere inseriti più in profondità nell'orecchio, migliorando così non solo la stabilità degli auricolari, ma anche l'isolamento acustico. Va però detto che non si tratta di una soluzione adatta a tutti gli utenti;
  • Dimensioni: è sempre possibile scegliere tra tre diverse misure di gommini, ovvero piccoli, medi e grandi. In questo caso la scelta è assolutamente personale, dato che l'unico modo per capire quale sia la dimensione più adatta alle proprie orecchie è testare le diverse possibilità.

Connessioni

Anche se la grandissima maggioranza degli auricolari è dotata di un comune connettore jack, se si pensa di utilizzarli per lo più con uno smartphone di ultima generazione potrebbe essere necessario cercare un modello che sfrutta una connessione tramite USB-C. Sono molto pochi i prodotti con questa caratteristica, visto che generalmente vengono ormai preferiti auricolari dotati di Bluetooth, ma è comunque possibile trovare facilmente un adattatore, talvolta anche incluso al momento dell'acquisto.Auricolari connessioni

Funzioni

Sono diverse le funzioni aggiuntive di cui possono essere dotati gli auricolari, molte delle quali dipendono dalla fascia di prezzo del modello prescelto:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Microfono: molto diffuso anche tra i prodotti meno costosi, è utile soprattutto se si utilizzano gli auricolari con il proprio smartphone. Permette infatti di rispondere alle chiamate indossando le cuffie e, come vedremo, è necessario nei modelli dotati di noise cancelling attivo;Auricolari microfono
  • Comandi remoti: può trattarsi di un unico pulsante, che permette di mettere in pausa e riprendere la riproduzione musicale, o di rispondere a una chiamata in entrata, oppure di più comandi diversi, con cui è anche possibile gestire la navigazione tra le tracce delle proprie playlist;
  • Isolamento passivo e ANC: la cancellazione attiva del rumore (Active Noise Cancelling) è una delle funzioni reperibili unicamente nei modelli di fascia più alta. A differenza dell'isolamento passivo dai rumori esterni, la tecnologia ANC permette di eliminare attivamente alcuni rumori che si attestano su frequenze costanti;
  • Certificazione IP: più che una funzione aggiuntiva, la certificazione IP indica particolari caratteristiche strutturali che possono rendere degli auricolari resistenti alla polvere e all'umidità. Dopo la sigla IP sono presenti normalmente due cifre che indicano il livello di resistenza offerto.

Comfort

Abbiamo già visto come alcuni elementi possano rendere gli auricolari più o meno comodi da indossare e utilizzare. Spesso si tratta di accessori che possono essere inclusi nella confezione oppure essere acquistati separatamente. Vediamo i principali parametri da considerare prima di scegliere un particolare modello:

  • Presenza di più gommini: abbiamo analizzato nei paragrafi precedenti le specifiche più importanti dei gommini. In questo caso è consigliabile controllare se nella confezione sono presenti più opzioni di dimensioni o materiali differenti. In generale, anche i prodotti più economici sono dotati di questi accessori, ma quelli di fascia più alta potrebbero offrire maggiore scelta nel caso si voglia investire in modelli specifici venduti separatamente;
  • Stabilizzatori: sono piccoli ganci in silicone che permettono di mantenere gli auricolari nella corretta posizione, generalmente presenti nei modelli pensati per chi fa sport e deve muoversi costantemente. A volte sono legati ai gommini, mentre in altri casi possono essere inseriti o rimossi indipendentemente da questi, potendo così combinare misure diverse a seconda delle proprie esigenze;Auricolari clip
  • Clip: anche questo piccolo accessorio è preferito da chi fa molto movimento. Permette semplicemente di evitare che gli auricolari cadano a terra se scivolano dall'orecchio, fissandoli alla maglietta come una piccola molletta;
  • Lunghezza del cavo: permette di definire la libertà di movimento concessa dagli auricolari. Va però ricordato che non necessariamente un cavo più lungo è più pratico, dato che potrebbe risultare semplicemente ingombrante e causare più danni che altro (per esempio facilitando la caduta degli auricolari).Auricolari cavo

Altri fattori da tenere a mente per la scelta degli auricolari

I materiali sono importanti?

Abbiamo già analizzato alcuni dei materiali più importanti da considerare quando si acquista un nuovo paio di auricolari, in particolare quelli utilizzati per i gommini di rivestimento. Il resto della struttura è generalmente realizzato in plastica, e solo in alcuni casi parte della scocca è in metallo, che può garantire una maggiore resistenza agli urti.

Il prezzo è importante?

Con l'avvento delle tecnologie senza fili, gli auricolari cablati hanno visto una grande diminuzione dei prezzi. La grande maggioranza dei prodotti si attesta infatti su cifre molto basse, comprese tra i 5 e i 20 €, mentre solo i modelli dotati di funzioni particolari o di una particolare qualità di riproduzione possono raggiungere prezzi più alti, che possono arrivare a circa 80-100 €.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

La marca è importante?

La grande maggioranza degli auricolari cablati viene oggi inclusa nelle confezioni degli smartphone e sono realizzati da terzi per conto dei grandi produttori nel campo della telefonia. È comunque ancora possibile trovare diversi modelli prodotti dai grandi marchi nell'ambito delle periferiche audio, come Sony, JBL, Bose e Sennheiser. Generalmente questi garantiscono una buona qualità di costruzione e la possibilità di affidarsi a un servizio di assistenza clienti post-vendita.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori auricolari del 2019?

La tabella dei migliori auricolari del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
FiiO FH1 85,00 €
Gritin GB3015 7,99 €
Mpow PAMPPA026AB 7,17 €
Sony MDR-EX15AP 8,81 €
Sennheiser MX365 18,98 €

"Auricolari": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

I migliori

FiiO FH1

Migliore offerta: 85,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Gritin GB3015

Migliore offerta: 7,99€