Le migliori casse Bluetooth del 2024

Confronta le migliori casse Bluetooth del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
332,17 €
amazon
109,00 €
amazon
319,65 €
pskmegastore
41,75 €
rstore
399,00 €
unieuroit
109,00 €
senetic
350,62 €
amazon
48,51 €
amazon
420,00 €
pskmegastore
115,71 €
sferaufficio
352,24 €
freeshop
499,00 €
toneramico
127,29 €
idaap
404,60 €
elettrocasa
134,49 €

Dati tecnici

Potenza

n.d.

20 W

229 W

5 W

n.d.

Risposta in frequenza

20 - 20.000 Hz

63 - 20.000 Hz

45 - 20000 Hz Hz

20 - 20.000 Hz

n.d.

Versione Bluetooth

4.2

5.1

5.0

4.2

5.0

Microfono

n.d.

Autonomia in riproduzione

16 h

5-10 h

24 h

12-16 h

24 h

Utilizzabili con cavo

n.d.

Tempo di ricarica

n.d.

2:30 h

2,6 h

4 h

n.d.

Certificazione IP

IPX4

IP67

IPX4

IP67

IP56

Dimensioni

15,2 x 8,2 x 8,2 cm

21,6 x 10,6 x 9,9 cm

19 x 19 x 36,4 cm

9,5 x 7,6 cm

16 x 12,6 x 24,2 cm

Peso

900 g

928 g

5900 g

253 g

3000 g

Punti forti

Speaker omnidirezionale

Piccolo ma potente

Equalizzatore adattivo (AI)

Extra Bass

Controllo vocale con Alexa e Siri

Suono potente e bilanciato

Resistente

Porte avanzate (audio ottico, jack cuffie, USB)

Sound Diffusion Processor

Controllo touch

Funzione vivavoce

Driver 114 mm

Modalità stereo

USB-C

Assistenti vocali

Raggio BT di 45 metri

Gancio

Compatibilità Apple

Ascolto wireless con Wi-Fi 6

Punti deboli

Non completamente impermeabile

Solo codec SBC

Solo codec SBC

Manca ingresso jack 3,5 mm

Manca l'Assistente Google

Vivavoce non eccellente

Ascolto Bluetooth senza codec lossless

Ricarica lenta

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere le casse Bluetooth

Le casse Bluetooth sono nate per rendere senza fili ed efficiente l’ascolto della musica, inizialmente spinte dalla necessità di avere casse portatili per ascoltare la musica per strada, durante il trekking o per una festa al mare o in piscina. Casse Bluetooth altoparlanteOggi la tecnologia ha riportato le casse Bluetooth anche in casa, dove si possono prendere in considerazione anche le casse home assistant, pensate per la gestione della smart home, e le soundbar, quando servono diffusori Bluetooth per la TV.
In questa guida all’acquisto analizzeremo invece le caratteristiche comuni delle singole casse Bluetooth per aiutarvi a scegliere il miglior prodotto per le vostre esigenze. Vedremo che praticamente in tutti i casi comprandone due si può creare un sistema hi-fi (per il PC o per l’ascolto della musica) e che tante volte la cassa Bluetooth può costituire il primissimo pezzo di un complesso sistema audio di qualità.

Qualità del suono

La qualità del suono delle casse Bluetooth andrebbe sempre privilegiata nella scelta del prodotto da acquistare. In particolare bisogna assicurarsi che l’impianto acustico sia soddisfacente e adeguato alle proprie esigenze e aspettative.
Per valutare la qualità del suono bisogna considerare alcuni elementi che, sommati, esprimono le prestazioni audio di una cassa Bluetooth, ovvero:

  • La potenza, espressa in Watt;
  • La distorsione armonica;
  • Il rapporto segnale/rumore;
  • Il numero di altoparlanti;
  • La loro tipologia, ovvero quante vie posseggono e che frequenze coprono;
  • I codec wireless;

Bisogna premettere che tendenzialmente le casse Bluetooth o Wi-Fi offrono prestazioni inferiori a quelle delle tradizionali casse amplificate, anche se i parametri di giudizio sono gli stessi, batteria e connettività wireless a parte.
Vediamo nel dettaglio le caratteristiche che contribuiscono alla qualità del suono delle casse Bluetooth.

Potenza

La potenza sonora di un diffusore audio viene espressa in Watt e indica la forza con cui le casse possono suonare la musica scelta. In generale, in una stanza di piccole-medie dimensioni sarebbe ideale usare casse Bluetooth con due altoparlanti da circa 6-7 W ognuno, per una potenza complessiva di circa 12 W. Queste sono modelli di un certo costo, adatti a chi ha pretese più elevate.
Un wattaggio più alto corrisponde a casse potenzialmente in grado di riprodurre l’audio in maniera più forte in modo che questo possa, ad esempio, essere fruito in maniera ottimale anche da due stanze diverse o in presenza di interferenze di altri suoni, ad esempio in caso di rumori provenienti dalla strada, da un televisore acceso o da qualcuno che parli nello stesso ambiente. Non bisogna però fare l’errore di pensare che a maggiore potenza corrisponda maggiore ricchezza o accuratezza del suono: a maggiore potenza corrisponde solo maggiore forza nella riproduzione.
Di solito si comprano apparecchi con capacità maggiori rispetto alle proprie esigenze per poter evitare di spingere al massimo il volume, con il rischio di distorcere il suono. Apparecchi con un unico altoparlante e una potenza di 3 W, altrimenti, sarebbero già in grado di riprodurre tracce audio in maniera soddisfacente.

Distorsione armonica

Un fattore da considerare è la distorsione armonica totale (THD), indicante il livello di distorsione a cui i suoni sono sottoposti. Questo è un inconveniente inevitabile anche con casse di altissima qualità, ma per essere a norma un dispositivo deve essere caratterizzato da un TDH inferiore all’1%. Le casse per l’alta fedeltà, che si posizionano in fasce di prezzo molto alte, possono presentare valori anche 100 volte inferiori a questo limite.
Bose, ad esempio, è rinomata tra gli audiofili sia per l’elevata qualità reale del suono regalata a chi compra le casse di questa marca, sia perché, per policy aziendale, non inserisce nessuna delle informazioni tecniche da noi elencate utili a rendere l’idea della qualità potenzialmente offerta dal prodotto. Un ottimo esempio di casse Bose sono le SoundLink Revolve+.

Rapporto segnale/rumore

Il rapporto segnale/rumore (SNR o S/N) indica invece il rapporto tra il segnale audio e il rumore, inteso come insieme di elementi indesiderati che si sovrappongono al segnale, provocandone un’alterazione o una perdita di qualità. Misurato in dB (decibel), maggiore è il valore, migliore è la qualità della riproduzione. Per esempio, se un dispositivo ha un SNR pari a 100 dB, significa che il segnale audio è di 100 dB più alto rispetto a quello del rumore ed è dunque decisamente predominante. Purtroppo non tutti i produttori rendono noto questo valore, che rappresenta uno degli elementi fondamentali per definire la qualità del suono. Ultimate Ears di Logitech si distingue in questo ambito: una delle casse più prestanti è l’Hyperboom, che raggiunge i 100 dB.

Vie e frequenze degli altoparlanti

Le frequenze udibili dall’orecchio umano si estendono dai 20 ai 20.000 Hz circa. Per riprodurre in maniera ottimale il segnale acustico gli altoparlanti si avvalgono di un meccanismo che prevede la divisione delle frequenze in tre diversi canali, chiamati vie, ognuno dedicato alla riproduzione di uno specifico ventaglio di frequenze audio. I canali costituiscono veri e propri componenti dell’altoparlante, ovvero:

  • Subwoofer: frequenze bassissime, solitamente al di sotto dei 50 Hz;
  • Woofer: frequenze basse, da 50 a 500 Hz;
  • Midrange: frequenze medie, fino a 0,5-8 KHz;
  • Tweeter: frequenze alte, fino a 8-18 KHz;
  • Super tweeter: frequenze altissime, oltre 18 KHz.

Le casse Bluetooth tendono a includere solo tweeter, woofer e a volte anche midrange.
Di solito, i modelli di fascia medio-bassa hanno sempre un unico altoparlante che molto spesso è costituito da una sola via, il che significa un suono di qualità più bassa; quelli di fascia di prezzo medio-alta, invece, hanno solitamente due vie, e quindi un suono più nitido e di qualità discreta, oppure tre vie, che corrispondono a una qualità del suono migliore. Lo stesso altoparlante può anche includere più di una via, anche se questo non è molto comune e, solitamente, le casse Bluetooth migliori hanno due altoparlanti e due o tre vie, mentre quelle più economiche e con una resa del suono inferiore hanno un altoparlante e una sola via.

Connettività

Andrebbe valutata anche la tipologia di collegamento che le casse Bluetooth sfruttano, la sua ampiezza e la coesistenza di diversi tipi di connessione. Nello specifico bisognerà verificare le seguenti caratteristiche.

Standard Bluetooth

La tecnologia Bluetooth più recente e aggiornata è la versione 5.3. Le versioni più moderne sono retrocompatibili, cioè riescono comunque a comunicare anche con dispositivi Bluetooth rimasti a versioni precedenti.Casse Bluetooth connessione con smartphoneAd esempio, delle case con Bluetooth 5.1 possono comunicare con uno smartphone che abbia la versione 4.2.

Codec

Il segnale acustico viene trasmesso tramite Wi-Fi oppure Bluetooth, ma prima che venga emesso entrano in campo i codec, cioè gli algoritmi che lo decomprimono. Se una cassa integra il codec Bluetooth SBC la qualità non sarà eccelsa, mentre se integra codec che effettuano la decompressione senza perdita di qualità, anche detti lossless (FLAC, LDAC, ALAC Apple o AptX HD), il risultato sarà un ascolto di qualità più elevata.Casse Bluetooth UEIn generale sconsigliamo di comprare casse che non abbiano almeno il codec AAC insieme a quello SBC, a meno che non vi interessi solo ascoltare podcast. Il codec AAC è più indicato per gli utenti Apple, mentre chi è nel mondo Android preferirà i coded AptX. Infine, per l’ascolto in qualità elevata i codec LDAC e FLAC risultano i migliori, anche se la tecnologia è in corsa continua per migliorare le tecniche di compressione del suono, così come per ampliare il canale che veicola l’audio.

Raggio di copertura

Generalmente la gittata-base del Bluetooth è di circa 10 m, il che significa che può esserci una distanza parecchio grande tra le casse Bluetooth e il dispositivo a esse collegato, sia esso un tablet oppure uno smartphone. In base anche alla versione Bluetooth supportata il raggio di copertura può variare leggermente.

Ulteriori possibilità di collegamento

La connettività Wi-Fi ha una portata maggiore di quella Bluetooth, per cui, se lo standard Bluetooth della cassa di vostro interesse non è aggiornato, l’importante è che ci sia il Wi-Fi. Sonos, ad esempio, predilige questa tecnologia, ma questa scelta rende le sue casse meno convenienti da trasportare fuori dal campo d’azione del router.
La tecnologia NFC (Near Field Communication) offre un’alternativa di connessione molto più veloce dei vecchi standard Bluetooth, ma può coprire una distanza tra i due dispositivi collegati di gran lunga inferiore. Alcune casse Bluetooth in commercio (obsolete) consentono la doppia modalità di connessione che, oltre al Bluetooth di standard inferiore al 5.0, si avvale anche del sistema NFC.
Alcune casse consentono di essere utilizzate anche con dispositivi che non sono wireless come, ad esempio, un lettore CD, attraverso un cavo AUX tradizionale (il classico jack da 3,5 mm).

Autonomia

L’autonomia oscilla dalle circa 6 alle 12 ore, tempi ovviamente variabili in base alla frequenza e intensità di utilizzo dell’apparecchio. Un volume più elevato, ad esempio, fa “faticare” di più le casse Bluetooth che, di conseguenza, tendono a scaricarsi più velocemente se questo è mantenuto al massimo.Casse Bluetooth con cavo USB per la ricaricaI tempi di ricarica sono in media compresi tra le 2 e le 6 ore. La ricarica avviene sempre tramite il cavo collegabile alla porta USB del proprio computer fisso o portatile ma, acquistando un caricatore USB o utilizzando quello del cellulare, è possibile collegare le casse Bluetooth anche direttamente alla tradizionale presa di corrente a muro.
Casse Bluetooth entrata per cavo USBÈ interessante notare che non necessariamente i modelli più economici garantiscono un’autonomia inferiore o, al contrario, quelli più cari ne offrono una più estesa: il prezzo finale è infatti dato anche da altri aspetti, quali la connessione, la potenza e le funzioni, fattore che vedremo più avanti nel paragrafo dedicato.

Struttura

La struttura è un fattore da non sottovalutare nella scelta delle casse Bluetooth poiché ne condiziona la praticità d’uso, rendendole più o meno trasportabili.Casse Bluetooth con entrata cavo AUXI materiali che costituiscono le casse Bluetooth ne influenzano la resistenza e la longevità. Ad esempio, delle casse con corpo in alluminio invece che in plastica saranno sicuramente meno soggette a surriscaldamento e più resistenti a eventuali cadute o urti.
Vediamo ora nel dettaglio quali sono gli elementi caratterizzanti della struttura delle casse Bluetooth.

Dimensioni e peso

L’ingombro è un elemento ambivalente:

  • Le casse portatili sono piccole, compatte e leggere;
  • Le casse Bluetooth per la casa, più potenti, pesano anche oltre 2 kg, sono più ingombranti e difficili da portare con sé.

Casse Bluetooth con laccio portatileLa scelta è dunque legata alle preferenze ed esigenze d’uso. In commercio troverete, infatti, sia modelli tascabili, che hanno un peso inferiore ai 300 g e dimensioni veramente ridottissime, sia altoparlanti pensati per avere per utilizzati in una postazione fissa in casa.

Design

La struttura vera e propria delle casse Bluetooth ne condiziona anche l’uso concreto. Alcune, infatti, hanno una forma studiata per fungere da base per smartphone o tablet, mentre molte altre non possono alloggiare i dispositivi ad esse collegati. Se dunque oltre ad amplificare il suono desiderate visionare anche video o altri file multimediali con il vostro smartphone o tablet, orientate il vostro acquisto verso modelli ideati per sostenere questi apparecchi.

Accessori inclusi 

Può essere importante verificare la presenza o meno di una custodia da viaggio per trasportare la cassa in maniera più sicura e ordinata, oppure la presenza di cavi per la ricarica.

Funzioni

Le funzioni sono un aspetto da considerare prima dell’acquisto, visto che impreziosiscono l’apparecchio e lo rendono anche più versatile rispetto ai modelli basic privi di funzioni extra.

Microfono

Un microfono integrato permette agli altoparlanti Bluetooth di:

  • Esercitare il controllo da remoto per regolare il volume e cambiare le impostazioni senza dover ricorrere all’app oppure ai bottoni;
  • Gestire le telefonate in vivavoce dalla cassa senza dover prendere il cellulare, ma rispondendo e parlando direttamente dalla cassa Bluetooth;
  • Comandare dispositivi tecnologici ulteriori, ad esempio se si ha una smart home gestita da Alexa, Google Assistant o Siri. Le migliori sono le casse home assistant

Certi modelli collegati allo smartphone interrompono automaticamente la riproduzione per ricevere una chiamata e, in base alla qualità delle casse, varia anche la nitidezza della conversazione telefonica. Nelle mini casse economiche la chiamata in vivavoce è una funzione solo teorica, non realmente fruibile.Casse Bluetooth con tasto per rispondere al telefonoLe casse con assistente vocale, inoltre, possono dare informazioni sulle notizie del giorno, sul meteo e sul traffico.

Resistenza all’acqua 

Alcune casse Bluetooth sono waterproof, il che significa che la superficie esterna è studiata per resistere all’acqua e, dunque, possono essere utilizzate sotto la doccia, durante un bagno caldo o sdraiati comodamente su un materassino in piscina, senza il rischio di rovinare l’apparecchio bagnandolo. Sul mercato è attualmente possibile trovare dei modelli pensati appositamente per l’utilizzo sotto la doccia che sono provvisti anche di una ventosa per appiccicarle sulla parete stessa della doccia. Alcuni sono indicati come resistenti alla caduta in acqua, ma raccomandiamo di “ripescarli” con prontezza perché non è detto che siano galleggianti.

Autospegnimento

Orami tutte le casse Bluettoth si spengono da sole, per risparmiare energia, dopo qualche minuti che non viene riprodotto alcun suono.Casse Bluetooth selettore per accendere e spegnere manualmente

Orologio

Certi altoparlanti Bluetooth hanno un orologio digitale integrato sulla parte frontale, molto utile soprattutto a chi decidono di collocare in maniera stabile i propri altoparlanti in un ambiente ottenendo, così, il vantaggio di avere due strumenti in uno.

Le domande più frequenti sulle casse Bluetooth

Quanto costa una cassa Bluetooth?

Il costo di una cassa Bluetooth può partire da circa 15 € e arrivare intorno ai 300 €. Questa escursione dipende da diversi fattori, sia strutturali, sia funzionali, dunque il prezzo è indicativo, ad esempio, della qualità del suono, delle funzioni presenti, della connettività e versatilità.

Meglio casse Bluetooth o Wi-Fi?

Meglio le casse Bluetooth se lo standard supportato è uno dei più recenti (5.0, 5.1, 5.2), che garantisce ottimizzazione dell’uso della batteria e alta qualità acustica; in caso di standard obsoleti meglio preferire una cassa con connettività anche Wi-Fi.

Quali sono le migliori marche di casse Bluetooth?

Non sottovalutate il fatto che le marche più conosciuto siano una garanzia nella fase del post-vendita: qualora aveste un problema o bisogno di reperire pezzi di ricambio, un buon servizio di assistenza clienti si rivela sempre molto utile e prezioso. Per quanto riguarda il mercato delle casse Bluetooth, JBL, Sony, Bose e Sonos primeggiano sul mercato, seguiti da altre diffusissime marche quali Anker, Ultimate Ears (UE, proprietà di Logitech), Rokono, Iclever, August, Aukey e EasyAcc.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Casse Bluetooth

  1. Domanda di valentina | 01.07.2020 15:22

    buongiorno,
    lezioni di zumba all’aperto, che consiglio mi potete dare sull’acquisto ? range di 100,00 euro

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.07.2020 08:00

      Puoi orientarti sul JBL Charge 4.

  2. Domanda di emanuela tollin | 08.12.2019 23:46

    in casa abbiamo un vecchio impianto stereo senza wifi. si può ascoltare la musica con casse speacker blutooth ?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 09.12.2019 10:25

      Puoi collegare al tuo impianto un trasmettitore Bluetooth e connetterlo così a casse dotate di questa tecnologia.

  3. Domanda di stefano | 29.05.2019 13:36

    Ciao, dovrei comprare delle casse bluetooth da utilizzare in classe (per recite o altro).
    Mi consigliereste una singola o meglio prendere una coppia?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 31.05.2019 10:10

      Per una sala di dimensioni medie è probabilmente meglio una coppia, ma verifica che sia dotata di TWS (True Wireless Stereo), come per esempio la Tronsmart Element Mega.

  4. Domanda di Sandro | 07.02.2019 13:54

    Ho delle casse a filo di alta potenza e vorrei sapere se esiste un dispositivo per trasformarle in casse Bluetooth

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.02.2019 09:30

      Esistono diversi modelli di ricevitori Bluetooth, per esempio l’August MR230B.

  5. Domanda di Marco | 16.06.2018 11:54

    Ciao! Sto cercando una cassa bluetooth per il mio fuoristrada. Max 120€, Possibilità chiamate (facoltativo), Buona qualità suono e volume.
    Grazie1000

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18.06.2018 10:22

      Se cerchi un modello da usare in mobilità le Bose SoundLink Color II sono un’ottima soluzione.

  6. Domanda di Federico | 17.12.2017 11:56

    Buongiorno vorrei acquistare delle casse Bluetooth. (pensavo due) da utilizzare in casa e con una buona / ottima qualità, prezzo intorno alle 100/150.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18.12.2017 09:05

      Con questo budget consigliamo le Bose SoundLink Color II.

  7. Domanda di Andrea | 07.12.2017 11:46

    Ciao mi servirebbe una cassa bluetooth adatta a tutte le situazioni e piccolina, cosa mi consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.12.2017 12:50

      Dipende molto dal budget, se cerchi una qualità audio piuttosto buona consigliamo le Bose SoundLink Color II, altrimenti le Anker A3143 possono offrire un buon compromesso.

  8. Domanda di Stefano | 17.04.2017 23:08

    Ma dodocool in base al prezzo produce buoni prodotti?
    Cordiali saluti Stefano

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18.04.2017 18:13

      Non conosciamo ancora casse Bluetooth di quel marchio, possiamo indicarti però un ottimo rapporto qualità-prezzo: Anker A3143

  9. Domanda di carlo | 14.04.2017 00:24

    Ma le casse della sharkk come sono io volevo prendere una Wave che ha 25w. Me la consigliereste?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.04.2017 15:23

      Ancora non le conosciamo direttamente, se cerchi un prodotto con una buona potenza puoi vedere le Bose SoundLink Mini 2, tra le migliori in commercio.

  10. Domanda di RAVIJEET | 07.04.2017 07:22

    Sono un insegnante di yoga “itinerante”, con un iPhone5 creo il sottofondo per la lezione. Che cassa mi consigliate di qualità entro 50€? Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.04.2017 16:01

      Possiamo indicarti le Anker A3143, che consideriamo tra le migliori in commercio sotto le 50 euro.