Le migliori soundbar Bose del 2024

Confronta le migliori soundbar Bose del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

asgoodasnew
644,00 €
asgoodasnew
284,00 €
amazon
365,20 €
bpmpower
387,42 €
amazon
260,96 €
amazon
923,25 €
amazon
364,71 €
sferaufficio
461,33 €
sferaufficio
300,61 €
unieuroit
364,71 €
amazon
499,00 €
unieuroit
499,00 €

Dati tecnici

Tipo

Attiva

Attiva

Attiva

Attiva

Attiva

Configurazione

5.0.2

3.0

3.0

3.0.2

3.0

Potenza

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

Telecomando

Codec audio

Dolby Digital, Dolby Digital+

n.d.

Dolby Digital

n.d.

n.d.

Uscite audio

Ottica

Ottica

Ottica

Ottica

Ottica

HDMI

CEC, EARC

ARC

ARC, CEC

CEC, EARC

ARC

Connettività

Wi-Fi, Bluetooth, Apple AirPlay 2, Ethernet, IR

Wi-Fi, Bluetooth, Apple AirPlay 2

Wi-Fi, Bluetooth, Apple AirPlay 2, Ethernet

Wi-Fi, Bluetooth, Apple AirPlay 2

Bluetooth

Versione Bluetooth

4.2

4.2

4.2

4.2

4.2

Assistenti vocali

Alexa, Google Assistant

Alexa, Google Assistant

Alexa, Google Assistant

Alexa, Google Assistant

Nessuno

Dimensioni

5,81 x 104,5 x 10,7 cm

5,6 x 69,5 x 10,3 cm

80 x 4,4 x 10,1 cm

69,4 x 10,4 x 5,61 cm

5,6 x 59,4 x 10,2 cm

Peso

5,75 kg

3,2 kg

3,18 kg

3,13 kg

2 kg

Punti forti

Alte frequenze di rara nitidezza

Accoppiabile con le cuffie via SimpleSync

Ottimo output audio, adattivo

Dolby Atmos e TrueSpace

Miglioramento audio via AI

Include cuffie ADAPTiQ per ascolto privato

Espandibile con casse Bose

Ottimizzata per Alexa

Espandibile con casse Bose

Telecomando con batteria inclusa

Possibilità espansione impianto anche via cavo

Supportata dall'app Bose Music

App Bose Music

Batterie del telecomando incluse

Installabile a parete

Casse extra a prezzi relativamente ridotti

Compatibile SpotifyConnect

Telecomando con pile incluso

Compatibile SpotifyConnect

Compatibile con subwoofer Bose

Integra Chromecast

Cavi inclusi

Integra Chromecast

Include cavo ottico 1,5 m

Punti deboli

Inadatta per schermi sotto i 50"

Costosa

Standard Bluetooth non aggiornato

Cavo non incluso

Manca DTS

Manca subwoofer

Non accetta memorie USB

Staffe non incluse

Manca equalizzatore

Manca Surround

HDMI esclusivamente audio

Non eccelle nella musica ricca di bassi

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Le soundbar Bose

Bose è un’azienda che, oltre a produrre soundbar, progetta, crea e vende sistemi sonori e apparecchi acustici in generale; è principalmente conosciuta e apprezzata per le sue cuffie con sistema noise cancelling, una tecnologia che proprio Bose ha per prima immesso nel mercato consumer. Ha sede nel Massachusetts, negli Stati Uniti, dove avvengono la progettazione, la ricerca e lo sviluppo di nuovi prodotti, la cui produzione fisica è localizzata in Messico, Cina e Malesia. Soundbar Bose Per acquistare una soundbar Bose bisogna procedere tramite Internet, in quanto non esistono più store monomarca ufficiali in Italia, oppure recarsi presso una catena di prodotti di elettronica che risultano essere rivenditrici ufficiali del brand Bose.

Le migliori soundbar Bose

Il catalogo di prodotti è volto a creare delle soundbar adatte a stanze piccole e schermi dalla diagonale di pochi pollici, fino ad arrivare a maxischermi oltre i 50″ collocati in spazi vasti. Iniziamo a illustrarveli dai prodotti migliori.

La migliore: Bose Smart Soundbar 900

La Bose Smart Soundbar 900 è stata lanciata nel marzo del 2022 per sostituire e rinnovare la ex flagship Bose Smart Soundbar 700. Integra 9 diffusori lungo il suo metro di larghezza e 10 cm di profondità, oltre alla tecnologia Dolby Atmos, Chromecast e gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant. Presenta connettività wireless doppia, con Wi-Fi e Bluetooth, ed è pure compatibile con Apple AirPlay 2 e Spotify Connect. Può dar vita a un network di altoparlanti smart firmati Bose tramite Wi-Fi. La connettività via cavo è al massimo dell’avanzamento tecnologico, con HDMI eARC.

Miglior qualità/prezzo: Bose Smart Soundbar 300


La Bose Smart Soundbar 300 è stata lanciata nel 2020 come primo prodotto di fascia media che regala qualche possibilità più sofisticata, essendo pure supportata dall’app. È collegabile al televisore tramite cavo audio ottico (incluso) o cavo HDMI (non incluso). Offre inoltre wireless, funzionalità multi-room, assistenti vocali.

Migliore fascia media: Bose Smart Soundbar 600

Bose Smart Soundbar 600, in commercio dal 2022, rappresenta l’aggiornamento della Smart Soundbar 300: in un corpo dal simile ingombro è stata aggiunta la tecnologia Dolby Atmos, supportata da quella Bose TrueSpace. Inoltre, lo standard HDMI è più avanzato, quindi la qualità audio è superiore.

Migliore senza casse extra: Bose Soundbar 500

Rispetto ai modelli finora elencati, la Bose Soundbar 500 (2018) non ha caratteristiche particolarmente più avanzate, ma offre porte Ethernet e HDMI-CEC, che consentono di controllare più dispositivi con un unico telecomando, più la tecnologia di calibrazione del suono adattivo ADAPTiQ. Il vero plus di questa soundbar è che le dimensioni sono una via di mezzo tra il modello 900 e quelli 300 e 600, il che la rende adatta per chi non è interessato all’acquisto di casse extra. Tuttavia, non è adatta a chi ritiene indispensabile la presenza di un subwoofer.

Migliore per TV secondarie: Bose TV Speaker


Bose TV Speaker rinnova e sostituisce la Bose Solo 5 TV. Adatta per le stanze piccole e i televisori secondari della casa, non eccelle nella visione di film e se la cava per l’ascolto della musica.

Altri modelli sul mercato

Bose Smart Soundbar 700

Svelata nel 2018, questa soundbar è stata al lungo il prodotto premium di Bose. Il design con il pannello in vetro sulla parte superiore è iconico. Rispetto ai modelli meno costosi regala una migliore qualità del suono, raggiunge picchi di volume più alti (il che la rende idonea per stanze grandi) e opera meno compressione audio sui volumi massimi.

Soundbar Bose accessori

Bose Videobar VB1

La Bose Videobar VB1 è una soundbar 2.0 con videocamera integrata nata per il mercato business e arrivata in Italia nel 2021. Gli speaker toccano i 20 W l’uno per un output massimo di 89 dBA. La caratteristica principale è che integra una videocamera da 8 MP utile per l’effettuazione di videochiamate, anche grazie ai 6 microfoni che captano il parlato entro i 6 m di distanza dalla barra. Ha un costo elevato ed è per lo più un articolo pensato per utenza aziendale, non è reperibile in nessuno dei principali e-commerce elettronici.

Infine, tra le soundbar Bose più popolari rientra la SoundTouch 300, in vendita dal 2016 al 2018.

Caratteristiche delle soundbar Bose

Qualità Bose

Bose è nota per offrire al pubblico un alto livello di qualità audio, di tipo nitido, non artefatto, ben bilanciato su bassi, medi e alti. Inoltre, è pure nota per l’impegno nella ricerca di nuove tecnologie, sia per ottimizzare quelle esistenti che per rivoluzionare il mercato dell’elettronica acustica.
Nel caso delle soundbar, le Bose sono facilissime da collegare al televisore, hanno un design curato, materiali mediamente buoni e sono ottime per riprodurre un sound generale gradevole, con un’attenzione speciale alla nitidezza dei dialoghi, anche grazie a un tweeter centrale dedicato. Per queste ragioni l’uso è particolarmente consigliato per la visione della TV, mentre per quel che riguarda film o ascolto di musica bisogna orientarsi verso i modelli un po’ più costosi rispetto ad altri brand. L’acquisto di una soundbar Bose non è infine consigliabile agli appassionati di generi musicali in cui i bassi abbiano bisogno di emergere molto, né a chi ama personalizzare particolarmente il suono, dato che non c’è un equalizzatore nell’app.

Specifiche 

Bose è conosciuta anche per la sua reticenza nel divulgare le specifiche tecniche dei suoi prodotti. Un po’ come Apple, non vuole essere giudicata con i numeri, ma in base alle prestazioni. Il primato di Bose è nell’eccellente progettazione di trasduttori, che garantiscono un suono ottimo, e nelle tecnologie di elaborazione del segnale digitale (DSP), fatte di codici proprietari e algoritmi personalizzati. Ne consegue che piuttosto che sapere quanti Watt di potenza sprigioni una soundbar Bose, sarà necessario seguire il consiglio di utilizzo da parte del produttore riguardo all’idoneità dello schermo, della tipologia d’uso o della stanza specifica in cui integrare questa o quella soundbar.

Espandibilità delle soundbar

Soundbar Bose subwooferPer ottenere un miglioramento sostanziale dei bassi o l’avvolgente esperienza tipica dell’home theater è possibile collegare alle soundbar Bose moduli bassi e diffusori surround proprietari, mentre per creare un sistema smart di riproduzione e ascolto disseminato in tutta la casa le soundbar dotate della funzionalità multi-room possono essere collegate agli smart speaker Bose.

Un aspetto da valutare è che rispetto ad altre aziende concorrenti (nello specifico rispetto al maggiore competitor, Sonos) il costo da sostenere per aggiungere delle casse extra è piuttosto conveniente. 

Tecnologie Bose

Per quel che riguarda le soundbar, non sempre Bose ha brevettato tecnologie all’avanguardia. In certi casi ha semplicemente dato un nome distintivo alla declinazione di una tecnologia già esistente, a fini puramente commerciali. Ecco, perciò, un piccolo glossario per districarsi tra i tecnologismi e i “marketingismi” usati per illustrare le caratteristiche della soundbar in fase d’acquisto.

Bose SimpleSync

Marchio commerciale Bose che indica il collegamento radio one-to-one. Basato sul Bluetooth, la connessione senza fili copre una distanza massima tra i due dispositivi di 9 m senza ostacoli nel mezzo. Consente di creare un legame radio tra le soundbar Bose e, ad esempio, le cuffie o un diffusore della famiglia compatibile.

Bose QuietPort

Tecnologia per il supporto ai bassi. Serve per migliorare le frequenze basse evitando distorsioni nel pieno range del volume, da basso ad alto. Come detto, i bassi sono profondi ma ben equilibrati, pur non emergendo particolarmente rispetto alle altre frequenze.Soundbar Bose interno

ADAPTiQ

Tecnologia proprietaria per l’audio adattivo. Tramite l’intelligenza artificiale ottimizza il suono in output conseguentemente all’acustica della stanza. L’audio adattivo in generale tiene conto delle dimensioni della stanza e degli oggetti che la arredano, dell’onda da essi assorbita o del “rimbalzo” generato dalle superfici.
Tramite app avviene il processo di studio e calibrazione.

Bose Voice4Video

Tecnologia di ottimizzazione per la gestione del comando vocale con Alexa, che riguarda non solo il perfezionamento dei microfoni che ricevono l’ordine vocale, ma anche la possibilità di accendere e spegnere pure il televisore ordinandolo ad Alexa o di controllare il decoder satellitare per andare direttamente al canale preferito, sempre chiedendo alla soundbar Bose tramite comando vocale.

Bose TrueSpace

Tecnologia per la diffusione audio spaziale. Quando disponibile, entra in campo nel caso i contenuti non siano in Dolby Atmos per dare vita un’esperienza verticale, cioè per aggiungere “altezza” anche senza uno speaker a soffitto, garantendo un’esperienza sonora altrettanto avvolgente.Soundbar Bose suono immersivo

PhaseGuide

Anch’essa una tecnologia per la diffusione audio spaziale. Idealmente rivolge getti sonori verso i diversi angoli della stanza, per dare all’utente la sensazione di provenienza del suono da punti nello spazio in cui non sono affatto presenti ulteriori speaker.

Dolby Atmos

Dolby Atmos non è una tecnologia di Bose, ma è un’innovazione importante nel campo sonoro. Per i consumatori il tasto dolente delle soundbar Bose è stato a lungo l’assenza di Dolby Atmos perfino nel suo articolo flagship, la Smart Soundbar 700. Di conseguenza, nonostante il prezzo elevato e l’acustica ottima, molti consumatori hanno preferito acquistare il prodotto premium altrettanto buono venduto dal principale concorrente Sonos. Bose ha infine lanciato sul mercato la nuova flagship Smart Soundbar 900, che oltre a offrire Dolby Atmos ha diverse possibilità di streaming wireless, mancanti invece nella soundbar di Sonos. Nel 2022, è arrivata anche la soundbar di fascia media Smart Soundbar 600.

Altre caratteristiche

Il telecomando è solitamente incluso nella confezione, insieme alle batterie, mentre il kit per il montaggio a muro Bose Soundbar Wall Bracket è purtroppo disponibile solo separatamente, per cui, nel caso vogliate installare la soundbar a parete, preparatevi a un leggero ampliamento del budget.Soundbar Bose telecomando

Assistenti vocali

Tutte le soundbar Bose di tipo smart integrano Alexa e Google Assistant. Un utilizzo interessante, ad esempio, può essere quello di rispondere alla chiamata ricevuta sullo smartphone direttamente nei pressi del televisore, pronunciando l’ordine “Alexa, rispondi” per avviare la conversazione attraverso la soundbar, senza dover correre in camera a prendere il cellulare. 
I primi prodotti ad essere diventati compatibili con gli assistenti vocali sono Smart Soundbar 300, Soundbar 500, Smart Soundbar 700 e Smart Soundbar 900. A tutela della privacy, la barra luminosa indica quando la soundbar è in ascolto o comunque attiva.

Connettività

Dal 2022 tutte le soundbar smart Bose integrano Spotify Connect, Apple AirPlay 2 e Chromecast, il quale offre Apple Music, Tidal e YouTube Music, assenti nell’app proprietaria. Per il resto, in linea con la filosofia “senza cavi” dell’azienda, tutti i dispositivi supportano almeno il Bluetooth 4.2, uno standard non sufficientemente avanzato per la trasmissione senza cavi di tracce sonore prive di compressione. Le porte, invece, variano da modello a modello, ma nessuno di essi integra HDMI in e out.

App Bose Music

L’app serve per configurare la soundbar. Principalmente consente di scegliere l’assistente vocale, eseguire il sistema di calibrazione suono ADAPTiQ, avviare la riproduzione in streaming dai servizi integrati e supportati in modo nativo (Spotify, Amazon Music, Pandora, TuneIn, Deezer, iHeart Radio e SiriusXM), collegare e gestire i prodotti smart Bose compatibili. Infatti, la stessa app viene utilizzata anche per gli altri prodotti Bose, come le cuffie noise cancelling.Soundbar Bose app

Le domande più frequenti sulle soundbar Bose

Qual è la soundbar Bose giusta per me?

La migliore soundbar Bose è quella più adatta ai bisogni specifici di chi compra. La più costosa è la Bose Smart Soundbar 900, il cui prezzo di lancio superiore è giustificato dalle caratteristiche nuove, tra cui il Dolby Atmos. Eppure, non è la migliore per tutti gli utenti, perché è una soundbar non idonea per televisori di diagonale inferiore ai 50″.Bose Videobar VB1

Dove posizionare soundbar e subwoofer Bose?

Come tutte le soundbar, anche quelle Bose vanno posizionate al centro di fronte al televisore. Nel caso del modello 900 è importante che la soundbar non finisca sotto al televisore, per non ostruire il diffusore che crea il fascio audio verticale verso il soffitto. La cassa subwoofer può essere messa a sinistra o a destra della TV.

Meglio una soundbar Bose o Sonos?

Dipende dal singolo articolo e dalle preferenze dell’utente. La Bose Smart Soundbar 900 viene spesso messa a confronto con la Sonos Arc per vicinanza di prezzo e di prestazioni. Il prodotto Bose presenta migliori opzioni wireless, ma qualche limitazione per gli appassionati di musica.

Le soundbar Bose sono 4K?

Chi dovesse avere una TV 4K e desiderasse acquistare una soundbar Bose potrebbe preferire orientarsi verso una cosiddetta soundbar con tecnologia pass-through 4K, che in parole povere garantisce che, nell’eventualità in cui si dovesse usare la soundbar per allestire una configurazione home theater, la compatibilità 4K manterrebbe la qualità video ugualmente elevata, oltre a quella audio. Questo risultato è ottenibile tramite il collegamento cablato e solo nel caso in cui la soundbar disponga di connettività HDMI adeguata, comunemente indicata nelle specifiche tecniche come in e out. Purtroppo, nessuna soundbar Bose dispone di questo tipo di HDMI. In mancanza di pass-through 4K si può usare la soundbar solo per il canale audio, il che impegna uno degli ingressi HDMI del televisore per il diretto collegamento con lo speaker.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato