I migliori registratori vocali del 2024

Confronta i migliori registratori vocali del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

bytecno
44,09 €
amazon
171,61 €
amazon
491,75 €
photospecialistit
104,90 €
pskmegastore
46,66 €
computermilano
182,61 €
sferaufficio
546,54 €
amazon
105,00 €
amazon
49,90 €
giordanoin
124,99 €
comet
49,90 €
dampiit
125,00 €
market2go
59,04 €
market2go
126,56 €

Dati tecnici

Tipo di registrazione

Digitale

Digitale

Digitale

Analogica

Digitale

Memoria interna

8 GB

4 GB

16 GB

0 GB

Memoria Espandibile

Ingressi

Micro USB, AUX-IN jack 3.5mm, AUX-IN Microfono , Slot MicroSD

Micro USB, AUX-IN jack 3.5mm, AUX-IN Microfono

USB-C

AUX-in jack 3,5 mm, AUX-IN Microfono, alimentazione elettrica

Slot Micro SD/SDHC, Micro USB, AUX-in jack 3.5mm

Formati di registrazione

mp3

mp3

mp3, WAV, WMA, AAC

Analogico

mp3, WAV

Alimentazione

2 pile AAA

2 pile AAA

Batteria integrata non intercambiabile

Cavo elettrico / 2 pile AA

Batterie Stilo AA

Punti forti

Ottimo rapporto qualità-prezzo

Semplice da utilizzare

Ottima qualità audio

Interruzione automatica nei momenti di silenzio

Perfetto per registrazioni vocali e musicali

Memoria espandibile

Riduzione dei rumori in sottofondo

Formato ultra portatile

Allarme acustico a fine nastro

Scheda Micro SDHC DA 4 GB inclusa

Connessione diretta a PC tramite USB

Microfono adatto per la registrazione a distanza

Funzione avvio registrazione ultra-rapida

Utilizzabile a corrente

Prezzo competitivo

Regolazione sensibilità automatica

Funzione di suddivisione delle registrazioni in cartelle

Utilizzabile come registratore spia

Sistema di comando semplice ed intuitivo

Punti deboli

Utilizza pile alcaline

Solo 4 GB di memoria

Autonomia massima <20 ore

Necessario acquisto extra mini audio cassette

Batterie stilo incluse non ricaricabili

Memoria non espandibile

Mancano porte input/output

Prezzo elevato

Manca una memoria interna

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Il registratore vocale

Il registratore vocale, più propriamente detto dittafono, serve a registrare, cioè campionare e rendere riproducibile, qualsiasi suono, che si tratti di una conversazione, una performance musicale o un suono ambientale. Tra i brand che hanno fatto la storia di questo tipo di prodotto possiamo citare Philips, Sony, Olympus e Grundig, ma oggi sono molti i produttori minori operanti nell’elettronica che hanno anche i gli audioregistratori in catalogo.Registratore vocale - Modalità di registrazioneL’ampio bacino di utenza dei registratori vocali include chi si dà all’ambito giornalistico, musicale, linguistico, antropologico, medico, legislativo, politico e creativo. Quale che sia il motivo per cui siete interessati a questo tipo d’acquisto, è opportuno fare alcune considerazioni prima di lanciarsi verso la scelta di un prodotto. 

Qualità di registrazione

Il registratore vocale è normalmente in grado di campionare la voce dei parlanti anche a una certa distanza, una caratteristica che può tornare particolarmente utile se dovete registrare un’intervista o un discorso, ad esempio. Questo è possibile grazie al microfono integrato di cui dispongono normalmente questi apparecchi.

Microfono

In genere, il microfono è sufficientemente sensibile da registrare un discorso sia a distanza ravvicinata, sia da circa 5 m di distanza, riuscendo a garantire una registrazione nitida e chiara. Come vedremo in seguito, esistono modelli che permettono di collegare anche un microfono esterno per migliorare le prestazioni del registratore da vicino.
Ma come valutare la sensibilità del microfono? È possibile capirla in anticipo?Registratore vocale - Microfono integratoLa sensibilità è certamente il valore chiave per comprendere la potenza e l’efficacia di un registratore vocale, ma difficilmente vengono forniti dati tecnici a riguardo. I produttori, infatti, si limitano a segnalare la tipologia di microfono presente nell’apparecchio: ad esempio Sony utilizzala sigla S-Mic, mentre Olympus Zoom Microphone per indicare la tecnologia di registrazione integrata. Questi dati, tuttavia, non sono sufficienti né tanto meno utili per comprendere la qualità effettiva del microfono in dotazione. Per capire se un registratore sia in grado di offrire delle buone prestazioni dovrete fare riferimento ad altri parametri.

Frequenza di campionamento

Questa specifica tecnica è molto importante nella scelta del registratore vocale digitale e potrebbe capitarvi di trovarla tra le informazioni espresse dal produttore. Per semplificare, potremmo dire che maggiore è questo valore, migliore è la qualità delle registrazioni.
La campionatura è la traduzione da segnale analogico a digitale, termine creato perché ogni numero registrato dall’apparecchio è proprio un campione, la cui sequenza ordinata nell’insieme costituisce per l’appunto la registrazione.Registratore vocale - Frequenza di campionamentoLa frequenza di campionamento è fondamentalmente la misura, espressa in hertz (Hz), del numero di volte in cui in ogni secondo un segnale acustico analogico viene registrato in forma digitale, ovvero in una sequenza di numeri binaria.

Formati di registrazione

Non abbiamo ancora accennato a una fondamentale differenza tra i modelli di registratore vocale presenti sul mercato, che ha un impatto decisivo sulla qualità e sul funzionamento in generale. Stiamo facendo riferimento ai registratori digitali e a quelli analogici.Registratore vocale - Registratore analogicoIl primo tipo di registratore, quello digitale, è certamente il più diffuso e ha sostituito i registratori vocali a cassetta, dal momento che permette di fare a meno dei fastidiosi nastri di registrazione (su cassette o mini cassette) che andavano sostituiti ogni volta che si doveva affrontare una nuova sessione di registrazione. Quelli analogici, invece, oggi sono una nicchia perlopiù preferita da alcuni amatori che preferiscono la qualità delle registrazioni su nastro. Infatti, a differenza dei modelli digitali che scompongono il segnale audio in sequenze numeriche, i registratori vocali analogici imprimono direttamente le onde sonore ricevute sul nastro, evitando fenomeni di compressione e di distorsione del suono.Registratore vocale - Formato di registrazioneA questo proposito possiamo notare come alcuni registratori vocali supportino diversi formati di campionamento. In altre parole, si può scegliere che tipo di file audio utilizzare per la propria registrazione: questi file differiscono tra di loro per livello di compressione e quindi per la qualità audio finale. Ma vediamo nello specifico i tipi di formato comunemente utilizzati.

mp3

Il formato mp3 è un tipo di file molto diffuso e comunemente utilizzato: è infatti quello con dimensione e “peso” (in termini di byte) minore a confronto con gli altri formati. Inoltre è caratterizzato da una qualità audio relativamente inferiore e viene prevalentemente scelto per via delle sue dimensioni ridotte, che garantiscono una durata della registrazione maggiore. Si tenga comunque presente che solo ascoltatori molto attenti sono in grado di notare le differenze con file di qualità migliore, motivo per cui non dovete temere che la qualità della registrazione sia così bassa da renderla incomprensibile.

AAC

L’AAC (Advanced Audio Coding) rappresenta l’evoluzione tecnologica dell’mp3 e regala migliore qualità audio a fronte di un minore ingombro di memoria. Oggi è un formato largamente diffuso e usato su Internet e dai telefoni Android e iPhone. Una volta avviata la riproduzione, il risultato dipende comunque molto dal codec integrato nel dispositivo che lo riproduce.Registratore vocale - Struttura

WAV

Il formato WAV, anche detto WAVE, è una tipologia di codec audio sviluppata da IBM e Microsoft. Questo tipo di file audio è stato sviluppato per offrire una qualità audio sensibilmente superiore ad altri, in particolare rispetto ai popolarissimi mp3. Il formato WAV/WAVE è utilizzato comunemente per la registrazione di tracce musicali proprio perché riduce la compressione delle onde sonore durante il processo di campionamento: questo tipo di file ha quindi dimensioni molto maggiori rispetto ai file mp3 e riempie la memoria digitale a disposizione più velocemente di questi ultimi.

DSS

Il DSS (Digital Speech Standard) è un formato digitale definito dalla International Voice Association, un’associazione creata da grandi aziende che operano nel settore della registrazione audio, ovvero Philips, Olympus e Grundig. I file DSS sono estremamente compressi e ideati per la registrazione vocale, riducendo al minimo la dimensione del file digitale. Un’altra caratteristica che distingue il DSS è la possibilità di includere nel file audio una serie di informazioni utili, quali tematica del discorso registrato, autore del discorso, durata, etc.

Dispositivo di memorizzazione

Se avete scelto un registratore vocale digitale dovrete preoccuparvi della memoria a vostra disposizione, il cui “riempimento” che varierà in base alla qualità di campionamento che selezionerete. Come già detto, infatti, i formati con un livello di compressione inferiore per offrire una qualità della registrazione migliore diventano ben più pesanti.
Talvolta i produttori specificano la memoria interna del registratore in GB, mentre altre volte la capacità di registrazione viene espressa in durata massima (che ovviamente varia a seconda del formato di campionamento). Non serve specificare che più memoria si ha a disposizione, tanto meglio è.Registratore vocale - CompatibilitàInoltre, dovendo trasferire i file dovrete stare attenti a scegliere un dispositivo che sia compatibile con il sistema operativo del vostro computer, altrimenti l’acquisto si rivelerebbe del tutto inutile.

Se invece avete optato per un registratore vocale analogico, dovrete controllare la reperibilità e il costo delle cassette, che possono essere di tipo mini oppure normali. In generale, quelle normali sono più ingombranti, ma costano meno e offrono un minutaggio superiore.

Funzioni extra

I registratori vocali possono avere funzioni extra che potrebbero risultare utili ad alcuni. Tra queste ricordiamo:

  • Altoparlante incorporato: manca solo nei registratori molto economici, serve a riascoltare il registrato. Se manca, è necessario controllare le porte input/output per usare delle cuffie;
  • Interruzione automatica: il registratore interrompe automaticamente la registrazione quando non viene rilevato alcun suono, il che risparmia energia e memoria;
  • Calendario e orologio regolabili per salvare le registrazioni includendo data e ora di registrazione;
  • Filtro dei rumori, che elimina le frequenze che rischiano di disturbare la registrazione.

Registratore vocale - Slot micro SD

Alimentazione

Tutti i registratori vocali sono alimentati a batteria, il che permette di utilizzarli senza bisogno che siano connessi a un filo. Il tipo di batteria utilizzato è normalmente lo stilo AAA, che va sostituito ogni qualvolta si esauriscano. Potrete optare in alternativa per delle batterie Ni-MH (Nickel-Metal Hybrid) che possono essere ricaricate, liberandovi dal fastidio di dover acquistare sempre nuove batterie dannose per l’ambiente.

In altri rari casi, i registratori integrano una batteria al litio che offre livelli di autonomia superiori rispetto alle comuni pile stilo e può essere ricaricata con un apposito trasformatore. Il lato negativo, in questi casi, è spesso l’impossibilità di cambiare la batteria come se fosse una cartuccia, ma di dipendere in toto dalla corrente per la nuova ricarica, che può richiedere 1 ora o di più.
I livelli di autonomia sono indicati in ore per formato di registrazione: migliore è la qualità audio in cui scegliete di registrare, minore è la durata della batteria. In media, con una registrazione in formato mp3 a 8 KBps (kilobyte per second) la durata della batteria si aggira intorno alle 30 ore circa.
Infine, i registratori vocali analogici possono consentire come seconda modalità l’alimentazione di tipo elettrico durante l’uso, via cavo tradizionale oppure USB.

Connettività

L’opportunità di collegare al registratore altri accessori utili (microfoni, cuffie, etc.) può cambiarne radicalmente le possibilità di utilizzo, aumentandone le potenzialità. Innanzitutto, nella maggior parte dei modelli in vendita si trova un ingresso per collegare un microfono extra: un registratore vocale con microfono esterno permette di aumentare la qualità audio notevolmente, tenendo il microfono (magari di quelli lavalier, che si agganciano agli abiti) esattamente alla distanza perfetta.Registratore vocale - Microfono extraSe per esempio state realizzando un video e desiderate avere un campionamento chiaro del parlato, potrete utilizzare il microfono extra per ottenere una registrazione localizzata e più nitida.
Se invece desiderate riascoltare con calma e in tranquillità le vostre registrazioni, potreste avere bisogno di un ingresso per jack audio da 3,5 mm tramite cui connettere un paio di cuffie.Registratore vocale - AuricolariUn altro aspetto che dovreste considerare in questo senso è la presenza di slot per schede di memoria SD per espandere la capacità di registrazione e assicurarvi quanta più memoria possibile.

Struttura

Un aspetto certamente importante in questo tipo di apparecchio è la sua struttura fisica, soprattutto se cercate un registratore vocale portatile. In questo caso è fondamentale acquistare un registratore il cui peso e le cui dimensioni non siano d’impaccio quando dovete trasportarlo in una borsa o tenerlo in mano durante una sessione di registrazione. Il peso di questi dispositivi si aggira normalmente tra i 60 e i 90 g, ma potreste imbattervi anche in modelli dalla struttura estremamente compatta e con un peso inferiore anche ai 20 g: questi sono i cosiddetti registratori spia, pensati per passare del tutto inosservati e fare in modo che nessuno si accorga di loro.Registratore vocale - Registratore spiaQuesti modelli leggermente più particolari sono solitamente utilizzati per rilevazioni di carattere investigativo e hanno quindi delle caratteristiche specifiche che non andremo ad analizzare nel dettaglio in questa guida.

Controlli

Per assicurarvi di acquistare un registratore facile da utilizzare dovrete fare a caso a quali tasti comando abbia. Normalmente sono presenti un tasto di accensione, uno per avviare e interrompere la registrazione, due tasti per aumentare e diminuire il volume della riproduzione e uno per mandarla avanti o indietro. Registratore vocale - Sistema di controlloLa presenza di un display ampio e facilmente leggibile può risultare particolarmente utile per conoscere il livello di autonomia residua della batteria, lo scorrimento della registrazione o per ritrovare un campionamento memorizzato che desideriate riascoltare.

Le domande più frequenti sul registratore vocale

Meglio il registratore o lo smartphone?

Sebbene la maggior parte degli smartphone abbia un sistema di registrazione, il registratore vocale ha un microfono migliore di quelli presenti sui telefoni.
Questo perché il microfono dello smartphone è specificamente concepito per catturare solo suoni vicini e tagliare fuori i rumori di fondo. L’uso dello smartphone è problematico in particolare per situazioni come lezioni e conferenze, oppure se si vogliono importare file audio con software di trascrittura. Senza contare il fatto che per tutta la durata della registrazione non potete usare il vostro smartphone e nel caso qualcuno dovesse telefonarvi dovreste ricominciare daccapo.
Oltretutto, la qualità della traccia audio registrata con il registratore è senza dubbio più elevata, idonea a successive manipolazioni tramite software di editing. 

Usare un registratore vocale spia è legale?

Registrare persone con un registratore vocale spia senza che ne siano a conoscenza è di per sé poco carino, ma qualora la cosa dovesse finire in tribunale la legge ammetterebbe solo un’eccezione: nel caso in cui la registrazione sia stata messa in atto per raccogliere prove legali ai fini della difesa dei propri diritti. Non è invece ammissibile condividere le tracce così ottenute con terzi. Ogni condivisione non strettamente necessaria, volta, ad esempio, a diffamare la persona interessata, costituirebbe una violazione della sua privacy

Quanto costa un registratore vocale?

Si può comprare un registratore vocale economico, perlopiù modelli base o venduti da marchi meno noti, spendendo una cifra che si aggira intorno ai 50 €.
A partire dagli 80 € sono disponibili registratori vocali professionali che offrono maggiori garanzie per quanto riguarda la qualità del prodotto e per quanto attiene al servizio di assistenza clienti.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Registratore vocale

  1. Domanda di Franco Riccardi | 19.12.2018 09:25

    È possibile collegare il registratore digitale ad un lettore di rete per registrare programmi radio web o file digitali riprodotti dallo stesso?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 19.12.2018 12:28

      Non ci risulta, ma puoi sempre effettuare registrazioni dal tuo computer, con software come Streamwriter.

  2. Domanda di Francesco | 05.12.2018 11:40

    Esiste un registratore blutethot che abbia la possibilità di alloggiare due stilo ricaricabili e ricaricarle senza toglierle ?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.12.2018 09:19

      Purtroppo non ci risulta che sia disponibile un prodotto con queste caratteristiche. Ormai la maggior parte delle batterie ricaricabili sono al litio.

  3. Domanda di antonio spadaro | 24.11.2018 19:50

    i registratori digitali sono adatti per effettuare ottime registrazioni di musica e conto?
    quali ?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 26.11.2018 09:49

      Se cerchi una qualità di registrazione molto alta dovrai ovviamente investire in un impianto molto più costoso rispetto a un registratore digitale. Collegando un microfono esterno, comunque, il Tascam DR-05 può assicurare buoni risultati.

  4. Domanda di Luca | 20.11.2018 22:28

    Buonasera, volendo acquistare il registratore sony icd-px240, il programma per trascrivere me lo fornisce sony oppure devo cercarne uno su internet?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 21.11.2018 09:13

      Non sono forniti software per la trascrizione.

  5. Domanda di Pino Auteritano | 11.10.2018 00:18

    per registrare le lezioni quale registratore è consigliabile tenendo conto che vorrei collegarlo al pc per sbobinare e trascivere il tutto.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 15.10.2018 08:59

      Per questo scopo dovrebbe essere sufficiente il Sony ICD-PX240.

  6. Domanda di Ruven Saraceni | 26.03.2018 16:28

    Buon pomeriggio,
    se esiste cerco unprodotto che abbia la funzione di “trascrizione” della conversazione per facilitare la stesura dei report

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28.03.2018 08:47

      È sufficiente utilizzare un qualunque registratore (migliore la qualità, ovviamente, maggiore sarà la precisione del risultato), e utilizzare un software o una piattaforma online per sbobinare. Ne esistono svariati sia per Windows che per Mac OS, molti dei quali sono gratuiti.

  7. Domanda di Mariano | 18.03.2018 18:27

    Buonasera vorrei un consiglio per acquistare un registratore vocale
    La mia scelta ricade tra il tascam dr-05 e il Sony icdpx 333

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 19.03.2018 09:23

      Utilizziamo il Tascam DR-05 da molto tempo, e possiamo sicuramente consigliarlo sia per la qualità delle registrazioni che per la buona durabilità del prodotto.

  8. Domanda di Anna | 07.07.2017 23:03

    È possibile avere un registratore vocale che collegato ad un computer possa trascrivere quanto registrato?
    Se si che marca è che costi?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28.07.2017 09:47

      Per effettuare l’operazione di cui parli occorre un software specifico. Non esistono registratori vocali in grado di trascrivere direttamente quanto registrato.