I migliori PC all-in-one del 2023

Confronta i migliori PC all-in-one del 2023 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Unieuro
1.299,00 €
Unieuro
649,00 €
Monclick
1.980,99 €
TeknoZone
1.849,00 €
Sfera Ufficio
626,95 €
Comet
1.309,98 €
Monclick
664,99 €
Computer Milano
2.028,74 €
Phoneclick
1.849,00 €
Yeppon
657,99 €
Monclick
1.407,99 €
El4u
773,87 €
Amazon
2.213,99 €
freeshop
1.950,90 €
Prezzo Forte
668,81 €
Prezzo Forte
1.422,70 €
Prezzo Forte
782,30 €
Amazon
2.246,78 €
Bleka
670,39 €
Amazon
1.799,99 €
Amazon
957,99 €
ePRICE
2.307,24 €
Aed Gaming
675,00 €

Dati tecnici

Tipologia

PC fisso all in one

PC fisso all in one

PC fisso all in one

PC fisso all in one

PC fisso all in one

Sistema operativo

MacOS

Windows 11 Pro

Windows 10 Pro

MacOS

Windows 11 Home

Chipset

Apple M1

Intel

Intel

Intel

Intel

CPU

n.d.

i5-1135G7

i7-12700 12a Gen

i7-10700K

i5-1235U

Core processore

n.d.

Quad-core

Dodeca-Core

Octa-core

Deca-core

Frequenza processore

n.d.

2,4 - 4,20 GHz

1,60 - 4,90 GHz

3,8 - 5 GHz

3,3 - 4,40 GHz

Scheda grafica

GPU 8-core

Integrata Iris Xe

Integrata UHD Graphics 770

AMD Radeon Pro 5500 XT

Integrata Iris Xe

RAM

8 GB

16 GB

16 GB

8 GB

8 GB

Memoria SSD

256 GB

512 GB

512 GB

512 GB

512 GB

Connettività wireless

Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0

Wi-Fi 5, Bluetooth 5.0

Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2

Wi-Fi 5, Bluetooth 5.0

Wi-Fi 6, Bluetooth 5.0

Porte audio/video

HDMI, VGA, DisplayPort, DVI, Jack 3,5 mm, Thunderbolt 3, Thunderbolt 2

HDMI

HDMI 2.0, Jack microfono

DisplayPort, Jack 3,5 mm, Thunderbolt 3, Thunderbolt 2

HDMI, Jack 3,5 mm

Porta Ethernet

No

Gigabit

Gigabit

Porte USB

1x3.1 Gen 2, 1xUSB4

1XA 2.0, 4xA 3.0

1xA 3.0, 3xA 3.2 Gen2, 1xC 3.2 Gen2

4x3.2 Type A, 2xUSB4 Type C

1xC, 2xA 3.0, 1xA 2.0

Componenti extra

Display Retina, Webcam

Schermo LED, Tastiera wireless, Mouse wireless, Webcam

Schermo LED, Tastiera wireless, Mouse wireless, Webcam, Lettore schede SD

Tastiera wireless, Mouse wireless, Webcam, Lettore schede SD

Schermo LED, Tastiera cablata, Mouse cablato, Webcam

Certificazioni

Energy Star

n.d.

Energy Star

n.d.

Nessuna

Dimensioni

54,7 x 46,1 x 14,7 cm

n.d.

61,4 x 24,7 x 59,95 cm

65 x 51,6 x 20,3 cm

54,04 x 40,52 x 37,3 cm

Peso

4,48 kg

5,1 kg

8,9 kg

8,92 kg

4,6 kg

Punti forti

Supporta secondo monitor fino a 6K @ 60Hz

Include McAfee 1 mese gratis

3 slot espansione

Supporta 1 monitor esterno 6K @ 60 Hz

Compatto nelle dimensioni

DisplayPort via USB‑C

Include Microsoft Office 1 mese gratis

Webcam infrarossi 5 MP

Slot per cavo di sicurezza Kensington

RAM espandibile fino a 32 GB

GPU potente al massimo

Ampia memoria di archiviazione

Lettore impronte digitali

Slot SDXC card (UHS‑II)

Schermo con protezione luce blu

Gamma cromatica P3

Punti deboli

VGA, HDMI, DVI e Thunderbolt 2 tramite adattatori (esclusi)

Schermo non eccellente

Thunderbolt 2, HDMI, DVI e VGA solo con adattatori (non inclusi)

Poca RAM in dotazione

Versione con solo 2 porte

Non idoneo a lavori multimediali

Magic Keyboard senza touch ID/tasto blocco

Altoparlanti appena sufficienti

Diversi software HP

Mouse poco adatto a mani grandi

Mouse e tastiera a batterie stilo e RF

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

PC all-in-one in breve

Quanto dura un PC all-in-one?

Dipende dall’uso.
Se lavorate con grafica 3D e acquistate un prodotto professionale puntando al risparmio, già dopo 3 anni potreste andare in sofferenza.
Se decidete di spendere un po’ di più e lo usate per il lavoro d’ufficio, potreste anche lavorare con il vostro computer agli stessi ritmi per oltre 5 anni, in certi casi anche 10 e oltre, per poi destinarlo al semplice uso di navigazione online.

Quanto consuma un PC all-in-one?

I consumi del PC all-in-one sono indicati nelle specifiche tecniche.
Se optate per CPU che dispongono anche di core a bassa frequenza intorno ai 2 GHz, con schermi da massimo 20″ per 300 nits, spenderete di meno in energia che se optate per un 25″ da 500 nits con CPU che gira a minimo 3 GHz. Il consiglio è in ogni caso di comprare un computer certificato Energy Star per avere maggiore sicurezza che sia stato progettato per un consumo efficiente.

Che memoria deve avere un buon PC all-in-one?

Apple a parte, oggi scegliere un PC fisso di qualsiasi tipo, non solo all-in-one, con memoria RAM inferiore ai 16 GB non espandibile significa tagliarsi le gambe su un acquisto che duri nel tempo. Invece, riguardo a quella di archiviazione, se lavorate in cloud potreste accettare una memoria di archiviazione di anche solo 256 GB.

I PC all-in-one

In questa pagina vi aiuteremo a capire quale sia il miglior PC all-in-one (AIO) da comprare. Un PC desktop all-in-one si presenta agli occhi come un computer con solo schermo, mouse e tastiera, cioè senza case, ma in realtà è proprio dietro lo schermo che si nasconde la sua anima. Per questa ragione, tutte le questioni introdotte nella nostra guida ai migliori PC desktop sono valide anche per i PC all-in-one: dovrete giudicarne il “motore” in termini di potenza di elaborazione e grafica, capacità di archiviazione, possibilità di collegamenti tramite le porte e tramite connettività wireless.PC desktop all in one Oltre a tutti questi fattori, nel PC all-in-one subentra anche la valutazione delle periferiche incluse all’acquisto. Per districarci tra la vasta offerta in termini di qualità e prezzi iniziamo presentandovi i migliori PC desktop all-in-one disponibili sul mercato, dopodiché vi daremo qualche dritta per valutare le componenti extra incluse in un qualsiasi all-in-one. 

I migliori PC all-in-one

Il migliore: Apple iMac 24″ 2021

Apple iMac 24" 2021 GPU 8-core 256 GB

Apple iMac 24″ 2021 GPU 8-core 256 GB

La vetta della classifica va all’Apple iMac 24″ 2021. Gli iMac sono forse i computer all-in-one più popolari. Con l’arrivo dei nuovi chip Apple Silicon, numerati con la lettera M e l’ordinale progressivo, gli iMac hanno raggiunto un ottimo rapporto qualità/prezzo per chi lavora da casa o in ufficio, specialmente nel taglio da 8 core della GPU. Inclusi nel prezzo ci sono l’ottimo schermo e tastiera e mouse wireless Magic Keyboard di Apple. Una pecca da tenere in considerazione: questo computer nella versione base non ha la porta Ethernet e ha solo due porte USB-C, seppure eccellenti Thunderbolt, che vi regaleranno velocità massima di trasferimento dati di ben 40 Gbps. Volendo ampliare le possibilità di connessione fisica (ricordiamo che c’è il Bluetooth 5.0) si può acquistare un adattatore multiporta, oppure comprare il modello più costoso. Se lavorate con un monitor esterno 4K vi consigliamo di optare per la configurazione a 16 GB di RAM unificata, perché altrimenti potreste perdere fluidità operativa. Tuttavia, se siete fedeli alla mela e lavorate con grafica pesante, è meglio comprare direttamente la Apple workstation Studio o aspettare il prossimo iMac.

Il più versatile: Apple iMac 27″ 2020 Retina 5K

Apple 2020 iMac 27" Retina 5K

Apple iMac 27″ 2020 Retina 5K

L’Apple iMac 27″ 2020 Retina 5K offre un ampio e ottimo schermo, dato che al suo lancio era rivolto ai professionisti dell’editing multimediale di alto livello. Con l’avvento dei chip Apple Silicon il prezzo è diventato più conveniente. Intanto, mettiamo in evidenza che entrambi i design dei due Mac qui consigliati sono studiati e di alto livello, ma questo occupa con il suo volume il 50% in più del nuovo. Confrontato con altri all-in-one non si può tuttavia dire che dia l’idea di qualcosa di massiccio, una volta messo in salotto. L’iMac più nuovo ha una webcam eccellente a fronte di una webcam “solo” ottima di questo iMac del 2020. Lo consigliamo se cercate una soluzione Apple per la famiglia, ma anche per il lavoro, persino grafico. Va bene anche per utenti dediti alla creazione di contenuti multimediali che vorrebbero un giorno diventare professionisti del settore e per il gaming leggero. I creativi che cerchino uno strumento di lavoro devono sapere che presto potrebbero ritrovarsi con uno strumento da potenziare o da sostituire, perché la direzione del mondo multimediale muove i suoi passi verso l’8K. Il consiglio in questo caso è di comprare l’iMac Studio o aspettare l’uscita del prossimo iMac. 

Il migliore Windows: HP EliteOne 870 G9 27″

HP EliteOne 870 G9 27"

HP EliteOne 870 G9 27″

HP è uno dei maggiori attori nel mercato dei computer e il suo EliteOne 870 G9 27″ è consigliabile a chi cerca un PC fisso senza case per il lavoro d’ufficio, ma non nell’ambito delle arti visive. Lato computer, gli standard avanzati su tutti i fronti e gli slot per espandere la dotazione interna (possibilità assente nei popolari iMac) rendono questa scelta l’ideale per attraversare diversi anni, molti di più di quelli che spendereste con un portatile. Lo schermo non è il massimo: è un Full HD ed è antiriflesso, ma non copre tutta la gamma di colori e non va oltre i 250 nits, il che può rendere affaticante la visione se lo posizionate accanto a una finestra luminosa.

Il miglior qualità/prezzo: Asus Vivo AiO V241EA 23,8″

Asus Vivo AiO V241EA 23,8"
Asus Vivo AiO V241EA 23,8″

L’Asus Vivo AiO V241EA 23,8″ abbassa il prezzo d’acquisto con qualche compromesso, accettabile per alcuni. Le porte sono tutte USB-A (niente USB-C) di standard un po’ passati (massimo 5 Gbps di velocità in trasferimento) e la connettività wireless è accettabile, con Wi-Fi 5 e Bluetooth 5.0. In compenso, c’è molta memoria di archiviazione, Windows è aggiornato alla versione 11 Pro e la dotazione di CPU e RAM non è male. Quanto alle periferiche incluse, abbiamo una fotocamera al minimo sindacale (HD) e uno schermo da soli 250 nits, ma la risoluzione è Full HD e tastiera e mouse sono wireless Bluetooth.

Il migliore per famiglie: Acer Aspire C24-1700 23,8″

Acer Aspire C24 1700 23,8"

Acer Aspire C24-1700 23,8″

L’Acer Aspire C24-1700 23,8″ non prende 10 e lode nel design perché, nonostante abbia il vantaggio di essere ultracompatto in tutte le sue componenti, una volta che lo avrete messo sulla scrivania sarà abbastanza evidente dai materiali di fabbricazione che non è un prodotto premium. Oltre a questo, parte con un po’ poca RAM in dotazione, ma è possibile effettuarne l’espansione negli anni. Guardando al resto, la CPU Intel di 12esima generazione (2022) è molto buona, adatta ad attraversare alcuni anni senza lasciarvi a piedi. Lo schermo a LED copre bene la gamma di colori (per un uso che sia non professionale nelle arti visive), ma ha una luminosità massima davvero povera, in linea con PC molto economici.

Caratteristiche dei PC desktop all-in-one

Diciamo subito che questa sezione è più utile per la valutazione dei PC Windows rispetto agli iMac. Questi ultimi, infatti, sono computer prodotti da capo a piedi in casa e i costi per il pagamento a produttori terzi (Intel, licenze software) sono minori, ma il brand fa un ottimo lavoro di marketing, per cui è difficile confrontarli con il resto del mercato.

Come scegliere un PC veloce

Abbiamo già detto come valutare complessivamente un computer nella guida all’acquisto del PC: in questa sede valutiamo solo i componenti inclusi nell’all-in-one, cioè schermo, mouse, tastiera, fotocamera e microfono. Capirete i compromessi che i produttori vi propongono di accettare per avere un “tutto compreso” conveniente.PC desktop all in one caratteristiche

Come analizzare lo schermo

In base all’uso che vorrete fare del computer, ci sono diversi livelli di valutazione. Se siete dei gamer che tengono a tempo di risposta e frequenza di aggiornamento, l’all-in-one non fa per voi. Se siete dei professionisti che lavorano nell’ambito grafico o visual, ci sono certi compromessi che non potrete accettare. Gli stessi compromessi saranno invece apprezzati da chi cerca un PC destkop all-in-one per svolgere lavoro di ufficio, come analisi statistiche, fogli di calcolo e parecchi meeting e conferenze. Se invece l’utilizzatore finale è uno studente, che teoricamente non dovrebbe spendere 8 ore al giorno davanti allo schermo, la spesa può davvero ridursi significativamente.

Struttura e design

Il design può essere più o meno gradevole, mentre l’ampiezza dello schermo può andare dai 18 agli oltre 20″ e la risoluzione può essere HD o Full HD. Inoltre, raramente il monitor è touchscreen o può essere appeso su un braccio a muro, regolato in altezza, inclinato avanti e indietro, ruotato a destra e a sinistra senza dover spostare la base. Non aspettatevi ottime caratteristiche negli all-in-one: sono pur sempre dei prodotti “tutto incluso”. Sarete fortunati se troverete un buon pannello con tecnologia IPS anziché TN, ma non aspettatevi degli schermi OLED 4K. Per questo sono da sconsigliare a chi passa tante ore davanti allo schermo, ma vanno bene se usati ogni tanto. Se potete accettare tutti questi compromessi, i parametri fondamentali sono quelli che illustreremo tra poco, altrimenti orientatevi sugli iMac, che offrono sempre un eccellente display. Inoltre, gli all-in-one hanno un ingombro ridotto e un sistema di raffreddamento che per uno schermo così grande farete fatica a trovare in altri prodotti. Detto questo, proseguiamo con altre caratteristiche a cui fare caso.

Affaticamento degli occhi

Iniziamo dicendo che se pensate di passare la giornata lavorativa allo schermo è importante che esso sia dotato di tecnologie per proteggere la vista. Lo schermo antiriflesso (a volte indicato in inglese “anti-glare”) ha un rivestimento che evita di abbagliarvi mentre lavorate, a prescindere dall’illuminazione dell’ambiente. Se, sporadiche ricerche scolastiche a parte, l’uso previsto è quello al buio per guardare Netflix in camera, va bene anche uno schermo lucido. Allo stesso modo, se il monitor del vostro computer all-in-one offre la riduzione della luce blu avrete una protezione in più per gli occhi, oltre alla riduzione di una delle tante cause che interferiscono con la qualità del riposo notturno.PC desktop all in one mouse tastiera

Luminosità e nits

Più nits ha il vostro schermo, più è luminoso. Se per smartphone e notebook servono oltre 800 nits, dato che si possono usare anche all’aria aperta, questo non è necessario per i PC fissi all-in-one. Un buon monitor arriva a minimo 300 nits, ma sul mercato degli all-in-one non sempre si raggiunge tale luminosità. Gli iMac si distinguono rispetto a tanti concorrenti perché toccano i 500 nits e per la presenza del sensore di luce ambientale (ribattezzato in ambito Apple “tecnologia True Tone”), che permette al sistema di autoregolare la luminosità in base alla luce dell’ambiente circostante.

Caratteristiche per professionisti visual

Se siete dei professionisti che lavorano già da un po’, saprete la rilevanza nel vostro ambito lavorativo della gamma cromatica (“color gamut”, in inglese), che descrive la capacità dello schermo di riprodurre lo spettro dei colori RGB per tonalità, saturazione e luminosità. Ci sono diversi modi di esporre le capacità dello schermo in questo senso, ma va da sé che per chi lavora con i colori (fotografia) sia necessario uno spettro del 100%, cioè il 100% di sRGB, dove quest’ultimo è standard IEC 1999. Ci sono tanti altri standard, ad esempio gli iMac hanno il loro esclusivo Apple RGB. Per non dilungarci troppo, diciamo soltanto che gli iMac supportano un’ampia gamma cromatica, mentre, in generale, un PC Windows con monitor indicante la specifica “72% NTSC” non è in grado di riprodurre il 100% dello spettro, anche se alcuni sono convinti del contrario. Detto ciò, se lavorate in ambito amministrativo e i vostri figli non si dedicano al photo editing, vi importerà poco di questo aspetto.

Consumi elettrici

In breve, se lavorate tanto al computer vale la pena tenere d’occhio anche i consumi. In questo senso, gli schermi a LED vi verranno incontro: minore la diagonale, minore il consumo, ma anche la presenza di eventuali certificazioni Energy Star potrebbe essere qualcosa a cui fare caso.

Come giudicare mouse e tastiera

Essendo un prodotto tutto incluso, anche per queste periferiche non dovete aspettarvi mouse ergonomici ad alta precisione oppure tastiere meccaniche, con tasti personalizzabili per avere “scorciatoie” che riducano l’affaticamento degli arti. Sarete davvero fortunati se le periferiche sono wireless e lo standard Bluetooth 5.0, giacché solitamente queste periferiche sono a batteria stilo e basate sulla tecnologia a radiofrequenza (RF), quindi con una o più antenne USB che occuperanno perennemente una o due porte di tipo A. 

Come valutare fotocamera e microfono

Fotocamera e microfono hanno un’importanza rilevante perlopiù per chi svolge diverse videoconferenze. Per chi ci tiene al riconoscimento facciale (Windows Hello) è importante che la fotocamera sia a infrarossi. Nei modelli più economici troverete magari una fotocamera normale da 5 MP, nelle opzioni un po’ più costose potreste avere un grandangolo, magari da 16 MP o più. Quanto ai microfoni, l’unico modo per sapere se sono buoni è provarli o cercare delle recensioni. Se l’ingresso è di tipo combo microfono, potrete usare anche l’headset per le vostre chiamate.PC desktop all in one domande


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato