Gengive infiammate e denti sensibili? Cause e rimedi!

Denti sensibili al caldo oppure al freddo, gengive arrossate, sanguinanti o delicate: tutti questi fastidi dentali sono molto più comuni di quanto si immagini e, se non arginati adeguatamente, possono diventare dei veri e propri problemi.

La sensibilità dentale si manifesta con un dolore breve ma fitto alla base dei denti quando si consumano alimenti e bibite caldi o freddi, ma a volte anche durante il lavaggio dei denti. Questo fenomeno può avere una portata più o meno significativa ed è spesso sottovalutato perché si presenta in maniera intermittente ma, se trascurato, può portare a problemi più seri che coinvolgono anche il tessuto gengivale e che necessitano delle cure di uno specialista.

Sensibilita dentale

Se, infatti, un po' di sensibilità dentale che si verifichi raramente è percepibile come normale, non è invece considerabile altrettanto sano quando questo fenomeno si ripeta con una certa frequenza o con un dolore acuto.

Esistono però delle precauzioni e delle buone abitudini quotidiane che permettono di ridurre il problema della sensibilità dentale e delle gengive delicate o infiammate. Nei paragrafi seguenti illustriamo tutte le cause di questi fenomeni spiacevoli e vi indichiamo nel dettaglio alcuni rimedi semplici ed efficaci che è possibile mettere in atto da subito.

Le cause della sensibilità dentale

La sensibilità dentale è dovuta alla graduale perdita dello smalto e/o alla recessione gengivale, problemi che a loro volta possono essere causati da alcune patologie ma anche da abitudini scorrette. Vediamo quindi nel dettaglio quali possono essere le cause della sensibilità dentale.

Cause dipendenti da abitudini scorrette

Alcuni dei fattori che portano alla recessione gengivale o alla perdita dello smalto dentale consistono in abitudini e comportamenti errati, facilmente modificabili. A questi si può dunque porre rimedio in maniera semplice. In particolare ci riferiamo a:

  • Abitudini alimentari sbagliate: cibi o bevande troppo acidi e zuccherini, se consumati in maniera eccessiva, sono responsabili dello sviluppo di carie e/o dell'erosione dello smalto che ricopre le superficie dentale, due fenomeni che contribuiscono in maniera significativa ad acuire la sensibilità dentale e a far insorgere problemi gengivali. Bisogna quindi moderare l'assunzione di yogurt, di alcuni agrumi come le arance, di bevande come la Coca Cola o il caffè
  • Scorretta igiene orale: utilizzare uno spazzolino troppo duro o spazzolare troppo energicamente i denti sono due abitudini sbagliate, insieme anche ad una scarsa igiene orale generale (vale a dire lavarsi i denti meno di due volte al giorno e per meno di due minuti)

Aspetti da valutare con un medico

Ci possono essere poi delle cause più complesse che devono essere analizzate con l'ausilio di un dentista:

  • Bruxismo: alcuni tendono a digrignare i denti durante la notte, un fenomeno che causa il graduale consumo dello smalto dentale e che dev'essere contrastato con l'aiuto del proprio medico, il quale può suggerire di utilizzare un bite durante le ore di sonno
  • Presenza di carie: l'esistenza o l'avanzamento di una o più carie possono contribuire ad amplificare la sensibilità, visto che vanno ad alterare la naturale presenza di smalto che ricopre la superficie dentale
  • Gengive infiammate: la retrazione delle gengive può a sua volta essere responsabile della fastidiosa sensazione di sensibilità e dolore ai denti e può avere diversi sintomi e cause. L'arrossamento o infiammazione delle gengive, nonché il loro sanguinamento quando ci si lava i denti, sono tutti campanelli d'allarme che possono poi con il tempo sfociare in ben più gravi problemi, quali la parodontite

Per tutti questi motivi è molto importante non ignorare questi segnali ma, al contrario, ricorrere ai giusti rimedi.

Come prendersi cura dei denti sensibili

Oltre all'acquisizione delle buone e sane abitudini sia legate all'alimentazione che all'igiene orale di cui abbiamo discusso precedentemente, per contrastare il problema della sensibilità dentale è possibile adottare anche alcuni rimedi quando ci si lava i denti quotidianamente.

Lo spazzolino elettrico può fare la differenza?

La risposta a questa domanda è sì! Innanzitutto, spazzolare i denti con troppa intensità, oppure utilizzare delle setole troppo dure, sono delle pratiche che danneggiano la salute di denti e gengive e lo spazzolino elettrico è in grado di regolare invece in maniera automatica l'intensità dello spazzolamento, in modo da gestirlo in maniera più accurata di quanto potrebbe fare un utente con uno spazzolino manuale. Com'è poi possibile vedere dalla foto seguente, gli spazzolini elettrici sono spesso dotati di numerosi programmi di pulizia, tra cui alcuni specifici per le gengive delicate o denti sensibili.
Programmi di pulizia specifici
Inoltre gli spazzolini elettrici, soprattutto se associati ad idropulsori, possono arrivare con più efficacia a pulire negli spazi tra i denti e nella linea gengivale, zone che si presentano invece di difficile raggiungimento con uno spazzolino manuale.

Proteggere i denti sensibili con lo spazzolino elettrico

Ecco poi alcuni degli accorgimenti che consigliamo di adottare se scegliete di utilizzare uno spazzolino elettrico per contrastare il problema della sensibilità dentale:

    • Utilizzare una testina adeguata: esistono infatti delle testine dotate di setole particolarmente morbide e delicate (ma comunque efficaci nella pulizia) che sono preferibili perché meno aggressive
    • Effettuare un programma di pulizia delicata: alcuni spazzolini elettrici oggi in commercio sono dotati di programmi di pulizia specifici per alcuni problemi legati e denti e gengive. È infatti possibile usufruire di programmi automatici di lavaggio che esercitano meno pressione durante il movimento della testina, oppure movimenti oscillanti in grado di offrire un effetto massaggiante per prendersi cura di gengive e denti sensibili. Alcuni modelli, inoltre, permettono di regolare l'intensità del movimento della testina in modo da adattarla alla propria situazione di delicatezza gengivale o dentale

Programma per denti sensibili

  • Scegliere un dentifricio specifico: esiste in commercio un'ampia varietà di paste dentali e collutori dedicati alla riduzione della sensibilità dentale e/o alla cura delle gengive delicate

Qualora non si possedesse già uno spazzolino elettrico, consigliamo di valutarne l'acquisto visto che, soprattutto se rientrate tra quegli utenti con particolari problemi ed esigenze legate all'igiene orale, è preferibile affidarsi ad uno strumento che aiuti a spazzolare i denti nel modo giusto, sia in termini di efficacia che di delicatezza dei movimenti da effettuare.

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Oral-B Pro 6000 CrossAction

Migliore offerta: 119,61€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Oral-B Pro 2000 CrossAction

Migliore offerta: 59,95€

Il più venduto

Oral-B Pro 600 CrossAction

Migliore offerta: 32,38€