I migliori frigoriferi del 2019

Confronta i migliori frigoriferi del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Cecilia.callegari
Autore
Cecilia

5 Fattori decisivi per la scelta del frigorifero

1. Struttura

Il frigorifero è un elettrodomestico così diffuso nel mondo occidentale che non ha di certo bisogno di presentazioni. Tuttavia chi si sia trovato nella necessità di acquistarne uno sarà probabilmente rimasto attonito di fronte alla varietà di modelli che si possono trovare sul mercato.frigorifero
Ad essere pignoli, la parola "frigorifero" dovrebbe essere utilizzata in realtà solo per indicare modelli privi di congelatore, mentre quelli che ne sono forniti andrebbero chiamati frigocongelatori. Ma non è questa l'unica difficoltà terminologica: frigoriferi combinati, a due porte, monoporta, americano, da tavolo, sono solo alcune delle tipologie che si possono trovare. In questa guida abbiamo perciò deliberatamente scelto di restringere il campo a solo tre di queste tipologie:

  • Frigoriferi monoporta
  • Frigoriferi a due porte
  • Frigoriferi combinati

I frigoriferi di queste categorie hanno infatti una struttura simile e alcune caratteristiche in comune. Innanzitutto di tutte e tre le tipologie si possono trovare modelli sia ad incasso, ovvero da inserire all'interno di un mobile della cucina in modo che si uniformi al resto dell'arredamento, sia a libera installazione.
Inoltre sono dotati di congelatore per la conservazione degli alimenti surgelati, anche se va precisato che non tutti quelli monoporta lo includono. Vediamo invece ora nel dettaglio le differenze.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Frigoriferi monoporta

Come dice la parola stessa, questi modelli presentano una sola porta: la cella del congelatore, se presente, si trova all'interno di quella frigorifera ed è separata da essa da un secondo sportello interno.
Per accedere al congelatore è necessario dunque aprire anche la porta del frigo, operazione che comporta un inutile passaggio di aria calda all'interno della cella. Inoltre i congelatori di questa categoria hanno generalmente una classe di congelamento (di cui parleremo nel paragrafo dedicato alla lettura dell'etichetta energetica) molto bassa, e raggiungono una temperatura minima di appena -6 °C: non possono dunque congelare i cibi freschi e possono conservare i surgelati per un periodo di tempo non superiore alla settimana.

Frigoriferi a due porte

Questa tipologia è molto simile alla precedente, ma si differenzia per la divisione e l'organizzazione delle celle.frigorifero doppia porta
La cella del congelatore è infatti separata da quella frigorifera e collocata sopra di essa. Il congelatore ha però solitamente una capienza ridotta, quindi questo modello si adatta alle famiglie composte da due o tre persone che non facciano un grande consumo di prodotti surgelati.
Per gli appassionati di arredamento vintage, segnaliamo che questa è la tipologia principalmente sfruttata dai produttori per avere modelli dalle forme e colori vagamente retrò.

Frigoriferi combinati

Si distingue dalle precedenti per la posizione del congelatore, il quale si trova al di sotto del frigorifero.frigorifero combinato Questo consente di avere molto più spazio a disposizione, infatti generalmente il congelatore di questi modelli è dotato di tre scompartimenti interni. Negli ultimi anni i frigoriferi di questo tipo sono diventati sempre più popolari in quanto non solo si adattano alle famiglie che fanno largo uso di prodotti surgelati, ma si possono trovare anche frequentemente nelle case in condivisione perché i piani differenziati consentono una più agevole spartizione delle provviste.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

2. Gestione del freddo

Anche il modo in cui il freddo è diffuso all'interno della cella del frigorifero e nel congelatore ha la sua importanza ed è differente da modello a modello. Prima di procedere ad analizzare i diversi sistemi di raffreddamento, è bene però fare una piccola premessa riguardante i compressori ed i termostati.

Compressori e termostati

Il termostato è la manopola attraverso la quale è possibile regolare la temperatura, il compressore invece è il motore del frigorifero. Spesso si ritiene erroneamente che per avere due termostati, uno per la regolazione della temperatura nella cella frigorifera ed uno per il congelatore, sia per forza di cose necessario optare per un modello dotato di due compressori.
In realtà i due componenti sono indipendenti l'uno dall'altro, e la maggior parte dei modelli è dotata di un solo compressore ma di due termostati separati per la regolazione indipendente della temperatura.
Perché allora talvolta si parla di frigoriferi bimotore, e quali sono i vantaggi e gli svantaggi dei modelli con doppio compressore?

Innanzitutto va specificato che i modelli bimotore sono sempre più difficili da trovare. Il doppio compressore garantisce in pratica di avere due apparecchi autonomi, indipendenti fra loro: nel caso dunque si verifichi un guasto del frigorifero si potrà dunque continuare ad usare il congelatore (e viceversa) perché le due unità sono separate e distinte.
Per contro però i consumi tendono ad essere più alti, motivo per il quale sono ormai pochi i produttori che offrono modelli a doppio compressore.
Il nostro consiglio è quello di optare per un modello con doppio termostato ma con singolo compressore: i consumi ridotti consentiranno infatti non solo di risparmiare sulla bolletta energetica, ma anche di avere un elettrodomestico più attento all'ambiente.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Sistemi di raffreddamento

Il sistema di raffreddamento altro non indica che il modo in cui l'aria fredda viene distribuita all'interno della cella frigorifera. Ne esistono tre diversi tipi: statico, statico-ventilato e No Frost. Vediamo ora nel dettaglio vantaggi e svantaggi di ciascun sistema di raffreddamento.frigorifero sistema di raffreddamento

Frigorifero statico

È il sistema di raffreddamento più diffuso: l'aria all'interno del frigorifero e del congelatore viene raffreddata e portata alla temperatura indicata dal termostato ma, non essendo presente alcuna ventola, i ripiani più alti del frigorifero tenderanno ad essere leggermente più caldi rispetto a quelli inferiori, motivo per cui si consiglia di riporre gli alimenti più delicati nei ripiani più bassi.
Lo svantaggio principale dei frigoriferi statici è che nel congelatore la brina tende ad accumularsi sulle pareti, per cui è necessario effettuare con una certa regolarità lo sbrinamento del frigorifero.

Frigorifero statico-ventilato

Anche detti semplicemente ventilati, si distinguono dai frigoriferi puramente statici per la presenza di una ventola, la quale aiuta a diffondere l'aria fredda in maniera uniforme fra i diversi reparti.
Rimane tuttavia la necessità di sbrinare con una certa regolarità il congelatore per rimuovere lo strato isolante di ghiaccio che si forma sulle pareti.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Frigoriferi No Frost

Grazie all'ausilio di un evaporatore, questa tipologia di frigoriferi non produce brina, per cui non richiede lo sbrinamento del frigo. L'aria viene infatti privata dell'umidità, per cui il freddo prodotto risulta essere secco, in modo da evitare la proliferazione dei batteri responsabili dei cattivi odori.
I frigoriferi No Frost si dividono a loro volta in due categorie:

  • Total No Frost: in questo caso sia la cella frigorifera che il congelatore hanno lo stesso sistema di raffreddamento. Questo è in realtà uno svantaggio, perché il freddo privo di umidità tende appunto a seccare i cibi compromettendone la freschezza, per cui, in particolare nel caso di frutta e verdura, è necessario riporre i cibi nel frigorifero in contenitori o avvolti nella pellicola, in modo da mantenerli idratati. Tale problema può essere tuttavia arginato se il frigorifero presenta degli scomparti specializzati per la conservazione dei cibi più delicati (argomento che tratteremo al paragrafo su scomparti e ripiani)
  • Dual Free Frost: chiamati anche semplicemente Frost Free o Partial No Frost, questo sistema di raffreddamento cerca di combinare i vantaggi dei frigoriferi statico-ventilati e di quelli No Frost. Mentre infatti il sistema di raffreddamento adottato per la cella frigorifera è quello statico-ventilato, il congelatore è di tipo No Frost, così da evitare la formazione di brina sulle pareti. Per evitare la formazione di cattivi odori è opportuno scegliere modelli dotati anche di uno ionizzatore o di un filtro antiodori e verificare che le pareti interne della cella frigorifera siano rivestite di uno strato antibatterico per evitare la proliferazione di batteri

3. Prestazioni e consumi

Leggere l'etichetta energetica

L'etichetta energetica è una risorsa preziosa, perché sintetizza in un foglietto non più grosso di una mano tutti i dati fondamentali da conoscere e valutare prima di procedere all'acquisto di un frigorifero.frigorifero etichetta energetica
Per obbligo di legge si deve trovare su tutti gli apparecchi per la refrigerazione alimentati a corrente elettrica, sia quelli per l'utilizzo domestico che quelli destinati ad usi commerciali. Imparare a leggerla e ad interpretarla correttamente è dunque fondamentale per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze.

Chiariamo allora nei prossimi paragrafi tutte le informazioni che è possibile ricavare dalla lettura dell'etichetta energetica di un frigorifero.

L'efficienza energetica

Frigorifero classe di efficienza energetica
Preceduta solamente dal marchio del costruttore e dal nome del modello, la classe di efficienza energetica è la prima importante informazione che troviamo.
Sulla sinistra dell'etichetta si trova la scala energetica, la quale comprende 7 classi, da A+++ a D. Ciascuna classe indica appunto l'efficienza dell'apparecchio, la quale è calcolata comparando la capacità interna con i consumi di energia del frigorifero quando questo è parzialmente riempito e collocato in una stanza a 25 °C.
La freccia nera riportata sulla destra indica a quale classe appartiene il modello in oggetto. L'Unione Europea ha decretato che i nuovi modelli prodotti dopo il 2012 devono possedere una classe energetica non inferiore a A+: è tuttavia possibile trovare sul mercato modelli con una classe energetica inferiore, ma si tratta di frigoriferi prodotti prima di tale data e non sicuramente consigliabili, dal momento che il costo di un modello di recente produzione si ripaga nel tempo con un maggior risparmio sulla bolletta elettrica.

Consumi

La voce successiva indica il consumo annuo in kW/h del frigorifero. Come abbiamo visto questo valore da solo non è in grado di dirci l'efficienza dell'apparecchio, perché molto dipende anche dalla capacità totale del frigorifero. Per sapere quanto i consumi del frigorifero incidono sulla bolletta, basta moltiplicare i kW/h per la tariffa oraria del proprio fornitore di energia elettrica.

Capacità in litri per conservazione di alimenti freschi

Frigorifero capacità cibi freschiL'icona che riproduce il cartone del latte indica la capacità in litri degli scomparti per la conservazione dei cibi freschi. Con scomparti per la conservazione dei cibi freschi si intendono tutti quelli con una temperatura superiore ai -6 °C, mentre gli scomparti che scendono sotto questa temperatura sono riservati alla conservazione dei cibi surgelati.
Nel caso di frigocongelatori, ovvero i modelli dotati anche di congelatore come quelli presi in esame in questa pagina, questo simbolo non indica dunque la capacità totale del frigorifero, ma solo la capacità di conservazione degli alimenti freschi. Cionondimeno è un valore utile da sapere per valutare se il frigo si adatta alle proprie abitudini alimentari.

Capacità in litri per la conservazione degli alimenti surgelati

Frigorifero capacità congelatoreIl simbolo che raffigura invece il cristallo di neve è quello che indica la capacità in litri degli scompartimenti per la conservazione dei cibi surgelati, dunque di quegli scompartimenti con temperatura inferiore ai -6 °C.
Sommando questo valore a quello della capacità per alimenti freschi si può dunque sapere la capacità totale del frigorifero: indicativamente per coprire le necessità di una sola persona o di una coppia basta un frigorifero con una capacità di circa 200 l, mentre per una famiglia di circa 4 persone di cui 2 bambini si dovrebbe optare per un modello da circa 300 l.
Questo campo riporta però anche un altro dato fondamentale, ovvero la classe di congelamento del congelatore, indicato dal numero di "stelline" raffigurate appena sopra la capacità in litri: queste possono variare da 1 a 4 ed indicano la temperatura raggiunta all'interno del congelatore e conseguentemente la tipologia e la durata massima dei cibi che vi possono essere congelati.
Vediamo nella tabella qui sotto a cosa corrisponde ciascuno di questi valori.

Simbolo TemperaturaConservazione alimenti
1stella -6 °C Adatto alla sola conservazione di alimenti presurgelati per la durata massima di una settimana
2stelle -12 °CAdatto alla sola conservazione di alimenti presurgelati per la durata massima di un mese
3stelle -18 °CAdatto alla sola conservazione di alimenti presurgelati per la durata massima di un anno
4stelle -18 °CAdatto alla conservazione di alimenti sia presurgelati che freschi per il periodo massimo di un anno

Rumorosità

L'ultimo simbolo indica la rumorosità in decibel. Ad oggi è da considerarsi nella norma un valore compreso fra i 30 ed i 45 dB.
A tal proposito ricordiamo l'importanza di collocare il frigorifero, qualora si sia optato per un modello a libera installazione, alla giusta distanza dalle pareti in modo da evitare che le vibrazioni prodotte dal motore risultino fastidiose.

Altri dati da sapere

L'etichetta energetica ci dà una prima idea della qualità del prodotto, ma da sola non basta a valutare l'effettiva efficienza del frigorifero: per valutare correttamente le prestazioni è infatti necessario conoscere altri tre dati fondamentali, tutti reperibili dalla lettura delle schede tecniche.

Classe climatica

La classe climatica indica a quali temperature ambientali il frigorifero è in grado di fornire il massimo delle prestazioni: è infatti molto più complesso mantenere gli alimenti freschi quando la temperatura nella stanza è molto elevata, come può facilmente accadere nelle cucine dei ristoranti o d'estate in stanze non rinfrescate.
Esistono quattro classi climatiche di base, ciascuna delle quali indica entro quale range di temperature il frigorifero è in grado di funzionare al meglio: poiché la temperatura dell'ambiente domestico è in genere compresa fra i 16 ed i 21 °C, mentre quella delle cantine è in genere intorno ai 10 °C, la più bassa delle classi climatiche parte da una temperatura minima di 10° C:

  • SN: i frigoriferi che riportano questa dicitura sono in grado di garantire il massimo delle prestazioni a temperature comprese fra 10 e 32 °C
  • N: da 16 a 32 °C
  • ST: da 16 a 38 °C
  • T: da 16 a 43 °C

Esistono poi altre due classi combinate, la SN-ST e la SN-T: la prima garantisce un funzionamento del frigorifero a temperature comprese fra i 10 ed i 38 °C, la seconda addirittura dai 10 ai 43 °C. I frigoriferi appartenenti a questa classe sono perciò in grado di sopportare temperature anche particolarmente elevate e sono l'ideale anche per l'utilizzo professionale o in zone frequentemente soggette a temperature torride.

Capacità di congelamento

Non ha nulla a che vedere con la capacità totale del frigorifero, ma indica la quantità in kg o in litri di alimenti nuovi che possono essere congelati in 24 h senza che gli alimenti che già si trovano nel congelatore si riscaldino ad una temperatura maggiore di -15 °C.
Maggiore è infatti la quantità di alimenti a temperatura ambiente inseriti nel congelatore, più si alzerà la temperatura al suo interno. Ciò vuol dire, in parole povere, che all'inserimento di nuovi cibi gli alimenti già presenti nel freezer potrebbero riscaldarsi: la capacità di congelamento indica appunto quanti kg o quanti litri di nuovi alimenti può essere inserita all'interno del congelatore senza che la temperatura di quest'ultimo risalga a tal punto da compromettere la conservazione di alcuni cibi come, ad esempio, il gelato, il quale dovrebbe essere conservato ad una temperatura inferiore ai -18 °C. Il valore minimo è di 4,5 kg o 100 l in 24 ore.

Autonomia di conservazione

Questo valore indica il grado di isolamento del congelatore, ovvero per quante ore è in grado di conservare gli alimenti surgelati in caso di black out.
Ad essere più precisi, indica quanto tempo impiega la temperatura all'interno del congelatore a risalire da -18 (temperatura a cui andrebbero conservati i surgelati per non alterare le proprietà nutrizionali degli alimenti) a -9 °C, considerata la soglia sopra la quale i surgelati iniziano a scongelare.
I frigoriferi ben isolati possono avere addirittura un'autonomia di conservazione di 72 h, ma la maggior parte dei modelli in commercio ha un tempo di risalita della temperatura inferiore alle 30 ore.
Inoltre i frigoriferi No Frost tendono ad avere un'autonomia di conservazione minore rispetto a quelli dotati di altri sistemi di raffreddamento.

4. Scomparti e ripiani

Abbiamo indicato gli scomparti e i ripiani come il quarto fattore da tenere in considerazione nella scelta del frigorifero perché l'organizzazione dello spazio interno può essere un utile alleato per una gestione degli alimenti, e non solo, che possono venire conservati.frigorifero scomparti e ripiani
Il numero degli scomparti varia a seconda della tipologia di frigo e della sua capacità. Ad esempio, i frigoriferi combinati avranno un congelatore con più scomparti dei frigoriferi monoporta, così come un frigorifero da 150 l avrà meno scomparti di uno da 300 l. Esistono tuttavia alcune caratteristiche comuni a tutti i modelli ed altre invece che sono prerogativa solo di quelli più avanzati.

Fra gli scomparti che si possono trovare su tutti i modelli annoveriamo:

  • Ripiani per bottiglie o portabottiglie: l'ideale è che entrambi siano presenti in modo da avere un adeguato spazio per la conservazione sia delle bottiglie cilindriche che di quelle rettangolari (ad esempio il cartone del latte)
  • Balconcini controporta: comodi per la conservazione di salse già aperte
  • Cassetti per frutta e verdura: dovrebbero essere almeno due in modo tale che l'etilene, un gas del tutto atossico contenuto naturalmente negli ortaggi responsabile del processo di maturazione sia dell'alimento che lo contiene che della frutta e verdura con cui entri in contatto, non faccia marcire la frutta e della verdura più velocemente deperibili (la mela ad esempio può essere conservata senza problemi fino a 3 settimane, le banane presentano già delle macchie scure dopo solo un paio di giorni)
  • Portauova: possono essere in numero variabile e mostrano tutta loro utilità in particolare quando la confezione delle uova è rotta o bagnata
  • Portaghiaccio: per la preparazione di ghiaccio a cubetti

Alcuni degli elementi sopracitati sono imprescindibili, altri, come portauova e portaghiaccio, non si trovano sempre ma possono essere acquistati separatamente. L'ideale sarebbe che tutti i ripiani, compresi quelli del congelatore, siano regolabili in altezza, in modo da poterli spostare facilmente in base alle esigenze.

Scomparti con funzioni speciali

Fino a qualche anno fa erano quasi sconosciuti, predominano invece nel modelli di recente produzione. Ci riferiamo agli scomparti speciali, ovvero scomparti all'interno dei quali la temperatura è regolata in modo da conservare al meglio una specifica categoria di alimenti. Vediamo quali sono quelli più comuni da trovare:

  • Chiller box: spesso lo si può trovare anche sotto nomi diversi, ma la caratteristica principale di questo cassetto è quello di mantenere una temperatura di 2/3 °C in meno rispetto a quella della cella frigorifera, creando quindi un luogo perfetto per la conservazione della carne e del pesce
  • Cassetto con regolazione dell'umidità: particolarmente adatto alla conservazione di frutta e verdura perché consente di regolare l'umidità al suo interno in modo che la verdura si conservi croccante. In genere la temperatura in questi cassetti è leggermente più alta rispetto a quella della cella frigorifera
  • Dispenser di acqua e ghiaccio: più facile da trovare sui frigoriferi di maggiori dimensioni (quelli side by side ad esempio), i dispenser sono una soluzione ottimale per gli amanti dell'acqua fredda di frigo o delle bevande ghiacciate, perché consentono di avere un'erogazione istantanea di acqua fredda o cubetti di ghiaccio

5. Funzioni

Infine un ultima considerazione va fatta a proposito di tutte quelle caratteristiche e funzioni aggiuntive che, seppure non indispensabili, semplificano l'utilizzo del frigorifero e la corretta conservazione degli alimenti.frigorifero funzioni Senza allungare ulteriormente il discorso, elenchiamo qui di seguito le funzioni più comuni da trovare sui modelli di recente produzione.

  • Spie sonore: si attivano se lo sportello del frigorifero o quello del congelatore non sono stati chiusi correttamente o nel caso in cui la temperatura all'interno del frigo aumenti eccessivamente
  • Display: spesso con touchscreen, consente di impostare le diverse funzioni senza aprire il frigorifero e di tenerne sotto controllo la temperatura e l'umidità
  • Blocco tasti: previene la possibilità di variazioni accidentali delle impostazioni del frigorifero
  • Congelamento rapido: attivando questa funzione è possibile abbattere ulteriormente la temperatura all'interno del congelatore per congelare più in fretta gli alimenti freschi
  • Eco: consente un risparmio di energia dell'apparecchio in modo da ridurne i consumi. Alcuni modelli hanno inoltre una funzione Eco Night, che consente di concentrare i consumi energetici durante la notte, quando le tariffe energetiche sono solitamente ridotte
  • Raffreddamento bottiglie: regola il congelatore alla temperatura ideale per il raffreddamento delle bottiglie. Questa funzione può essere accompagnata da un segnale acustico che avvisa quando la bottiglia può essere portata in tavola
  • Holiday: imposta il frigorifero sulla modalità di risparmio energetico ma ad una temperatura tale da prevenire la formazione di muffa o cattivi odori
  • WiFi: alcuni frigoriferi possono essere connessi con la rete WiFi di casa ed essere regolati anche tramite applicazione da scaricare sul proprio smartphone, in modo da poterne controllare le impostazioni e attivare le diverse funzioni anche a distanza

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del frigorifero

I materiali sono importanti?

Il discorso sui materiali del frigorifero potrebbe rivelarsi particolarmente lungo e complesso, e ci porterebbe a fare considerazioni molto lontane dall'applicazione pratica. Qui ci limitiamo a fare una considerazione generica sull'importanza di scegliere modelli con una classe di efficienza energetica alta i quali, per poter consentire un miglior isolamento del frigorifero e dunque un risparmio in termini di consumi, utilizzano le schiume rigide di poliuretano, un materiale isolante e parzialmente riciclabile. Scegliere un frigorifero di recente produzione con un'alta classe di efficienza energetica significa dunque fare una scelta previdente non solo dal punto di vista del risparmio economico ma anche da quello dell'ecosostenibilità.

La marca è importante?

Nell'acquisto dei grandi elettrodomestici conviene sempre affidarsi a marchi conosciuti e dalla lunga esperienza nel settore come Bosch, Whirlpool, Siemens ed Electrolux (AEG): i grandi marchi sono infatti solitamente anche quelli più impegnati nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie sempre più all'avanguardia ed ecosostenibili, caratteristiche che si traducono per il consumatore in un risparmio in termini di consumi e di tempo. Inoltre, da non sottovalutare è l'importanza di avere a disposizione un servizio clienti al quale rivolgersi in caso sorgessero domande o se si verificassero guasti dell'apparecchio: la Bosch, ad esempio, oltre ad offrire due anni di garanzia su tutti i suoi elettrodomestici, mette a disposizione anche un anno di assistenza supplementare gratuita.

Il prezzo è importante?

Un frigorifero è un oggetto che dura a lungo nel tempo, per cui può valere la pena optare per un investimento più alto in cambio di un apparecchio dalle prestazioni migliori. Anche in questo caso ribadiamo l'importanza di leggere l'etichetta energetica e di orientarsi verso modelli con una classe di efficienza pari o maggiore ad A+, in quanto, come abbiamo ripetuto più volte, l'investimento si ripagherà nel tempo grazie ai consumi ridotti. Non è invece fondamentale scegliere un modello particolarmente accessoriato dal punto di vista delle funzioni, dotato magari di display o di connessione WiFi: queste tecnologie possono costare anche molto e non apportano sostanziali migliorie alla qualità dell'apparecchio. In generale, possiamo così dividere le fasce di prezzo dei frigoriferi:

  • Fascia di prezzo bassa: dai 150 ai 400 € circa
  • Fascia di prezzo intermedia: dai 400 ai 1000 €
  • Fascia di prezzo alta: dai 1000 € a salire

Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori frigoriferi del 2019?

La tabella dei migliori frigoriferi del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Samsung RT38K5535S9 518,00 €
Samsung RB29FERNDSA 467,99 €
Bosch KGV36VL32S 458,00 €
Indesit NCAA 55 NX 278,99 €
Samsung RF56M9540SR 2.797,59 €

Frigoriferi: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Frigorifero

  1. 0
    Domanda di rino | 6 agosto 2019 at 23:48

    siamo in 3, vorrei un consiglio sulla marca, quale è il miglior motore inverter?caratterstiche dispenser acqua ghiaccio e tritato, no plumbed meglio?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 9 agosto 2019 at 14:29

      Samsung, LG, Bosch, Whirpool e AEG sono i quattro marchi leader del mercato; i loro prodotti hanno tecnologie e caratteristiche decisamente innovative.

  2. 0
    Domanda di Domenico | 17 maggio 2019 at 09:04

    Salve siamo una coppia. Abbiamo bisogno di un consiglio su un frigorifero doppia porta (porte invertibili) e due motorini per frigo e congelatore.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 20 maggio 2019 at 09:13

      date le tue esigenze ti consigliamo di dare uno sguardo alla nostra recensione del Samsung RT38K5535S9

  3. 0
    Domanda di Clotilde | 10 maggio 2019 at 01:12

    Buongiorno cerco frigo combinato freestandig silenzioso per loft con soppalco (sopra letto) pavimento in parquet Budget 300/600 Consigliate no Frost?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 10 maggio 2019 at 10:52

      Si è preferibile scegliere un modello no frost.

  4. 0
    Domanda di Veronica | 23 gennaio 2019 at 22:15

    Buonasera, devo acquistare un frigorifero.Siamo in due per il momento, ed eravamo orientati per un frigorifero con una porta. Consigli? Graziee!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 1 febbraio 2019 at 09:05

      date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto del Samsung RB29FERNDSA

  5. 0
    Domanda di Caterina | 28 novembre 2018 at 11:01

    Buon Giorno, desidero conoscere quale è il frigo più adatto per la conservazione principalmente di verdura e frutta (siamo vegetariani)
    (ca. € 1.000)

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 29 novembre 2018 at 09:53

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto del LG GBB530NSQXE

  6. 0
    Domanda di Fiamma | 16 ottobre 2018 at 15:46

    Mi piacerebbe comprare un frigo combinato con il dispenser x il ghiaccio con il cassetto, ma nei modelli da 60 cm di larghezza non lo trovo…

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18 ottobre 2018 at 11:14

      Si tratta di una caratteristica solitamente presente nei prodotti più larghi.

  7. 0
    Domanda di Cacciatore vincenzo | 8 settembre 2018 at 10:10

    Devo comprare un combinato a lib.installaz.cl.A+++ dim.l.70 ed h.185/205 tra Bosch Samsung Lg.top di gamma prezzo no problem.Cosa consigliereste?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 10 settembre 2018 at 09:30

      Il frigorifero top di gamma samsung è un prodotto davvero molto interessante, si tratta del Samsung RF56M9540SR qui trovi la nostra recensione.

  8. 0
    Domanda di Fiorella | 22 agosto 2018 at 10:08

    Vorrei acquistare un frigorifero con modello vintage. Poche case costruttrici ne producono la più nota è la SMEG. Potete darmi consigli sulla scelta?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23 agosto 2018 at 10:19

      Putroppo non abbiamo ancora testato modelli di questo marchio.

  9. 0
    Domanda di virginia | 4 agosto 2018 at 18:47

    Ho acquistato un frigorifero Samsung combinato RB33N341MSA/EF. Le pareti laterali del frigor sono calde e’ normale? Attacato ho un mobiletto dispensa

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 6 agosto 2018 at 08:21

      ti consigliamo di controllare il termostato e assicurarti di aver impostato correttamente la temperatura.

  10. 0
    Domanda di Walter | 20 maggio 2018 at 14:03

    Salve,dovrei acquistare un frigo per single.Sono indeciso tra un monoporta con freezer incorporato od uno a 2 porte dual frost. Prezzo € 350 – 700.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24 maggio 2018 at 09:48

      Date le tue esigenze ti consigliamo di dare un’occhiata alle caratteristiche tecniche del Samsung RT38K5535S9

  11. 0
    Domanda di giovanni | 2 maggio 2018 at 10:48

    ci sono frigoriferi combinati con 2 compressori inverter separati ?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 7 maggio 2018 at 10:40

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto del Samsung RB29FERNDSA

  12. 0
    Domanda di Agostino | 24 novembre 2017 at 06:19

    Devo comprare un mini frigo conviene comprare quello con compressore o senza

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24 novembre 2017 at 09:48

      I modelli con compressore sono sicuramente più efficienti.

  13. 0
    Domanda di Ivana | 14 luglio 2017 at 23:13

    Buonasera,devo cambiare un frigo attualmente ad incasso con uno non ad incasso.Non riesco a trovarne uno che sia 60 di larghezza e 60 di profondità.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 17 luglio 2017 at 09:48

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto del Indesit NCAA 55 NX

  14. -1
    Domanda di Pietro | 15 settembre 2018 at 22:37

    Frigocongelatore in classe A+++, tra bosch ed rex elettrolux, cosa mi consigliate,eventuali alternative,pari livello, grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 17 settembre 2018 at 09:35

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto del Samsung RB29FERNDSA

  15. -1
    Domanda di Silvana | 20 maggio 2018 at 22:18

    Quali sono le Marche che usano frigoriferi con cerniera a sinistra?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 24 maggio 2018 at 09:48

      Non dipende tanto dal brand ma dal modello: in alcuni prodotti è possibile invertire le cerniere in modo da scegliere il verso dell’apertura.

  16. -1
    Domanda di Pinca | 23 settembre 2017 at 19:58

    Il frigorifero si è rotto ! Le dimensioni massime che ho a disposizione, nello spazio destinato al frigo, sono H 165, L 80 e ne vorrei uno largo così

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 25 settembre 2017 at 09:43

      Purtroppo i frigoriferi da noi recensiti hanno tutti un’altezza standard di 1,86 m.

"Frigorifero": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Samsung RT38K5535S9

Migliore offerta: 558,19€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Samsung RB29FERNDSA

Migliore offerta: 467,99€

Il più venduto

Bosch KGV36VL32S

Migliore offerta: 500,00€