Come risolvere i problemi del frigo

Restando in funzione 24 ore su 24, è normale che col passare del tempo i frigoriferi siano soggetti a problemi di funzionamento. In alcuni casi è necessario contattare il servizio clienti oppure un tecnico, mentre in altri è possibile intervenire personalmente per risolvere i problemi del frigo e in alcuni casi imparare anche a prevenirli.problemi frigoVediamo quali sono quelli più frequenti:

  • Il frigo fa ghiaccio
  • Il frigo perde acqua
  • Il frigo non raffredda bene
  • Il frigo fa rumore

E ora cerchiamo di capire come risolverli uno per uno.

Perché il frigorifero fa ghiaccio?

Nei frigoriferi statici o ventilati (insomma in tutti i modelli che non siano no frost) è del tutto naturale che, col tempo, si formi un accumulo di ghiaccio sulla parete posteriore del vano frigo. Questa è infatti la parte più fredda del frigo, e le molecole di vapore acqueo contenute nell’aria a contatto con essa si solidificano.
Il vapore acqueo entra nel frigo ogni volta che si apre la porta e si lascia entrare una parte di aria a temperatura ambiente, più umida rispetto a quella interna, oppure ogni volta che si introducono alimenti a temperatura ambiente (o caldi, cosa che comunque non si dovrebbe mai fare).
Per permettere al frigorifero di continuare a funzionare bene è opportuno sbrinarlo un paio di volte l’anno, anche in considerazione della quantità di ghiaccio che vi si accumula.

Perché il frigorifero perde acqua?

In tanti casi, la parete posteriore del vano frigo non è così fredda da provocare la formazione di ghiaccio: in questi casi si nota piuttosto su di essa la formazione di goccioline di condensa, e noterete sul fondo della parete un piccolo foro di spurgo per il convogliamento dell’acqua così formatasi.
Se notate dell’acqua all’interno o alla base del frigorifero, vuol dire che c’è qualche problema con il sistema di spurgo della condensa. Niente panico: non è detto si tratti di un guasto grave, spesso si tratta di un semplice intasamento che si può risolvere anche da soli.
Le due ragioni più banali perché il frigorifero faccia condensa sono:

  • Intasamento del condotto di spurgo
  • Cattivo livellamento del frigorifero

Si deve dunque verificare che il frigo stesso sia perfettamente in bolla ed eventualmente controllare che il foro di scolo all’interno del frigo sia libero da sporcizia.

Con questo kit dovreste essere in grado di pulire lo scarico del frigo in pochi minuti (ed è buona norma ripetere questa operazione un paio di volte l’anno), ma se il problema dovesse persistere anche dopo queste due banali verifiche, allora è opportuno rivolgersi ad un tecnico.

Perché il frigorifero fa rumore?

Dobbiamo dire subito che, come tutti gli elettrodomestici dotati di compressore, un certo livello di rumorosità del frigorifero è del tutto normale. Se però avete notato un cambiamento, nel senso di un accresciuto livello di rumore emesso dal vostro frigo, allora potrebbe darsi che ci sia qualche problema.
Se il vostro frigorifero ha ormai qualche annetto, un accresciuto livello di rumore è molto spesso indice di un cattivo funzionamento del compressore. È però vero che può bastare anche un cattivo livellamento a creare rumori inconsueti, per cui, prima di disperarvi e prepararvi al peggio (costosa sostituzione del compressore o acquisto di un frigo nuovo), può valere la pena di verificare semplicemente che il frigo sia in bolla. Inoltre, è anche normale che se la temperatura esterna è molto elevata, il compressore faccia più fatica a mantenere quella impostata nel frigorifero e sia quindi più rumoroso.

Perché il frigorifero non raffredda bene?

Se il frigorifero non raffredda più o raffredda molto meno del normale, c’è sicuramente un problema che necessita di una soluzione. Anche in questo caso, non è scontato che si tratti di un guasto grave: potete fare alcune verifiche in autonomia e decidere in base agli esiti se sia il caso di rivolgervi ad un riparatore. Queste sono le possibili cause di una diminuita capacità refrigerante:

  • Guarnizione troppo sporca o rovinata
  • Malfunzionamento del termostato
  • Guasto della resistenza
  • Guasto della scheda elettronica
  • Temperatura esterna elevata

La prima di queste cause può essere verificata e risolta di persona: l’esame visivo della guarnizione vi farà capire se è opportuno cambiarla o se non basti piuttosto una buona pulizia. Allo stesso modo, potete verificare il funzionamento del termostato provando a modificarne le impostazioni e facendo caso se la temperatura interna del frigo effettivamente cambi.
Per verificare il buon funzionamento della resistenza serve invece un tester da elettricista come quello qui sotto, ma anche familiarità con questo tipo di strumento.

C-Logic 810 è un multimetro che consigliamo per la facilità di consultazione e il buon rapporto qualità/prezzo. Con le giuste competenze, questo strumento permette inoltre di capire se la scheda elettronica del frigo sia guasta. Se il danno alla resistenza o alla scheda fosse confermato, sarà necessario sostituirle con l’aiuto di un tecnico, oppure, se vi dilettate con il fai da te, acquistare il ricambio e installarlo seguendo un video-tutorial.
Concludiamo dicendo che, soprattutto in estate, il frigorifero potrebbe non raffreddare come al solito perché la temperatura esterna è troppo alta. Se questo non rappresenta un problema per i modelli con classe climatica ST e T, che sopportano temperature rispettivamente fino a 38 e 43 °C, può esserlo con i modelli di classe SN e N, che non funzionano in modo ottimale oltre i 32 °C. Verificate questo valore sui dati tecnici del frigorifero in vostro possesso.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato