Come pulire il frigorifero

Per pulire l’interno del frigorifero è necessario lavare tutti i componenti utilizzando detergenti da supermercato o prodotti naturali. Nel primo caso la pulizia risulta più rapida e semplice, ma anche più costosa. Nel secondo caso invece è necessaria un po’ più di pazienza, ma il risultato sarà comunque soddisfacente ed il costo complessivo davvero ridotto.pulizia frigoQualunque metodo si scelga, ricordiamo che una pulizia approfondita del frigo dovrebbe essere effettuata almeno due volte l’anno. Gli step da seguire restano gli stessi:

  • Svuotare il frigo
  • Pulire le pareti interne
  • Lavare cassetti, ripiani e balconcini
  • Lavare le guarnizioni
  • Eliminare gli odori

Vediamoli uno per volta in maniera più approfondita.

Svuotare il frigorifero

Per una pulizia efficace è necessario rimuovere tutti gli alimenti presenti nel frigo, assicurandosi di avere spazio a sufficienza sulle superfici della cucina e nel lavello per poterli appoggiare. Questa è anche una buona occasione per buttar via gli alimenti scaduti o non più freschi. A questo punto si può procedere con la rimozione dei cassetti, dei ripiani e dei balconcini, facendo attenzione ad asciugare l’acqua in eccesso che potrebbe essersi accumulata su questi elementi (in particolare se non si possiede un modello no frost). Per facilitare le successive operazioni di lavaggio vi consigliamo di mettere tutti questi componenti all’interno della vasca da bagno o di un grande lavello.

Pulire le pareti interne

Per pulire il frigorifero è meglio utilizzare acqua calda, ma non bollente. Il quantitativo di aceto rispetto all’acqua dovrebbe seguire la proporzione 1 a 3, quindi una parte di aceto per 3 parti di acqua (approssimativamente 3 cucchiai di aceto in un bicchiere di acqua). Se non volete utilizzare l’aceto per paura che l’odore rimanga sulle pareti del frigo potete sostituirlo con il bicarbonato di sodio, seguendo sempre la stessa proporzione.
Nonostante la soluzione di acqua e aceto sia la scelta più economica ed ecologica, avete anche l’opzione di acquistare un prodotto specifico per la pulizia del frigo.

Ad esempio, Mister Magic Lavafrigo e Microonde svolge una tripla azione igienizzante, sgrassante e di rimozione degli odori, risultando efficace sia per il frigo, sia per il microonde. Se scegliete di acquistare un prodotto del genere fate però attenzione alla fase di risciacquo, che deve essere effettuata in modo molto accurato per evitare che residui di detergente entrino a contatto con i cibi che inserirete nel frigorifero pulito.
Per velocizzare la pulizia delle superfici interne e raggiungere meglio tutti gli angoli del frigorifero, vi consigliamo di procurarvi uno spruzzatore in cui inserire la soluzione di acqua e aceto.

Se non avete uno spruzzatore è sufficiente munirvi di una bacinella in cui avrete versato la vostra soluzione. A questo punto basta immergere un panno in microfibra o una spugna sottile nella soluzione e passarli in modo accurato su tutta la superficie interna dell’elettrodomestico, strofinando più energicamente in presenza di macchie. Se sono presenti incrostazioni o macchie ostinate provate ad ammorbidirle preventivamente usando qualche goccia di solo aceto.

Lavare cassetti, ripiani e balconcini

Dopo aver igienizzato l’interno del frigorifero potete procedere alla pulizia dei componenti removibili. Se sono di piccole dimensioni (ad esempio il portauova) potete direttamente immergerli in una ciotola o in una bacinella contenente la soluzione di acqua e aceto (o bicarbonato), altrimenti puliteli all’interno del lavello o della vasca da bagno.

Lavare le guarnizioni

È consigliato lavare anche queste con la stessa soluzione a base di acqua e aceto per evitare la formazione di muffa o l’accumulo di sporcizia, che peggiora la tenuta del freddo. A differenza degli altri componenti, però, le guarnizioni non devono essere rimosse. Imbevete uno spazzolino a setole morbide nella vostra soluzione di acqua e aceto e strofinatelo lungo le guarnizioni; lasciate agire per mezzo minuto e poi risciacquate con un panno umido. Inoltre, per evitare che le guarnizioni si induriscano nel tempo e perdano di efficacia, consigliamo, una volta asciutte, di cospargere dell’olio d’oliva attorno al perimetro della guarnizione utilizzando della carta da cucina.pulizia guarnizioni frigo

Asciugare l’interno

Dopo il lavaggio è necessario asciugare accuratamente le pareti del frigo e i componenti removibili, evitando di lasciare residui di acqua. Se avete utilizzato il bicarbonato potete procede ad asciugare direttamente con un panno asciutto, mentre se avete utilizzato l’aceto o un detergente da supermercato è meglio passare prima un panno imbevuto di sola acqua e poi asciugare.

Eliminare gli odori

Se i cattivi odori persistono anche dopo la pulizia, preparate una soluzione a base di acqua e succo di limone (ne basta qualche goccia in una tazza d’acqua). Trasferite la soluzione nel vostro flacone con beccuccio spray, spruzzatela all’interno del frigo e procedete asciugando nuovamente le pareti. Solitamente deve passare qualche ora prima che i cattivi odori spariscano, in caso contrario vi consigliamo di tagliare in due un limone e di posizionare le due metà nel frigorifero assieme agli alimenti.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato