Le migliori lavatrici a carica dall'alto del 2022

Confronta le migliori lavatrici a carica dall'alto del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Amazon
309,97 €
mediaworld
1.468,99 €
Amazon
352,99 €
Amazon
289,99 €
Prezzo Forte
357,24 €
Unieuro
1.614,50 €
Prezzo Forte
372,80 €
Yeppon
316,89 €
Yeppon
408,89 €
Monclick
1.614,99 €
Yeppon
395,89 €
Manomano
323,89 €
Euronics
1.748,00 €
Tam TamPrice
401,00 €
Evoluzionecontinua
330,98 €
onlinestore
408,89 €
Di Lella Shop
334,17 €

Capacità di carico

6 kg

6 kg

6 kg

6 kg

6 kg

Velocità massima centrifuga

1200 giri/min

1000 giri/min

1200 giri/min

1150 giri/min

1000 giri/min

Efficienza di centrifuga

B

C

B

B

C

Classe energetica

D

E

C

D

D

Consumo ciclo lavaggio

64 kWh/100 cicli

74 kWh/100 cicli

55 kWh/100 cicli

64 kWh/100 cicli

64 kWh/100 cicli

Consumo idrico per lavaggio

43 l

41 l

40 l

43 l

42 l

Durata ciclo lavaggio

3:15 h

3:18 h

3:09 h

3:15 h

3:15 h

Programmi tessuto

Cotone, Cotone Eco, Lana, Delicati, Misti, Sintetici, Scuri e colorati

Cotone, Cotone Eco, Lana, Delicati, Misti, Sintetici, Jeans

Cotone, Cotone Eco, Lana, Seta, Delicati, Jeans

Cotone, Cotone Eco, Lana, Delicati, Misti, Sintetici, Jeans

Cotone, Cotone Eco, Lana, Delicati, Misti, Sintetici

Programmi capi tecnici

Assenti

Assenti

Assenti

Assenti

Assenti

Programmi igienizzanti

Baby

Baby

Nessuno

Baby

Nessuno

Programmi biancheria

Assenti

Assenti

Assenti

Assenti

Assenti

Programmi imbottiti

Assenti

Assenti

Assenti

Assenti

Assenti

Programma rapido

30 min

30 min

20 min

15 min

45 min

Altri programmi

A freddo

A freddo

Automatico, Camicie, Stiro facile

A freddo

A freddo

Opzioni programmi

Risparmio tempo, Risparmio energia, Prelavaggio, Risciacquo intensivo, Antiodore

Risciacquo intensivo

Risparmio tempo, Prelavaggio, Risciacquo intensivo, Ammorbidente

Risparmio tempo, Risparmio energia, Prelavaggio, Risciacquo intensivo

Risparmio energia, Prelavaggio, Intensivo, Risciacquo intensivo

Rumorosità

76 dB

76 dB

70 dB

76 dB

78 dB

Classe di efficienza acustica

B

B

A

B

C

App

Incernieratura porta

In alto

In alto

In alto

In alto

In alto

Dimensioni (A x L x P)

90 x 40 x 60 cm

86 x 41 x 60 cm

90 x 45,9 x 60,1 cm

90 x 40 x 60 cm

90 x 40 x 60 cm

Peso

57 kg

55,5 kg

91 kg

56 kg

53 kg

Punti forti

Buon numero di programmi

Tanti programmi

Centrifuga veloce

Buon numero di programmi

Diversi programmi rapidi

Molto efficace anche a freddo

Programmi rapidi

Cestello delicato sui capi

Con programma baby

Diverse opzioni di lavaggio

Sensore di carico

Con programma stiro facile

Punti deboli

Velocità di centrifuga limitata

Poche opzioni di lavaggio

Un po' rumorosa

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Le lavatrici a carica dall’alto

Nelle case degli italiani la lavatrice è un elettrodomestico indispensabile a cui nessuno desidera rinunciare. Può capitare però di non avere spazio a sufficienza in casa per la collocazione di una lavatrice tradizionale, detta anche a carica frontale a causa della posizione dell’oblò; in altri casi la posizione ribassata dell’oblò di questo tipo di macchina risulta scomoda a chi ha difficoltà motorie o dolori articolari cronici.Lavatrice a carica dall'altoIn entrambi questi casi e in molti altri ancora può allora essere preferibile scegliere una lavatrice a carica dall’alto: esegue esattamente lo stesso lavoro di una lavatrice tradizionale, ma presenta una struttura diversa.

Differenza tra lavatrice a carica frontale e a carica dall’alto

Alla lavatrice “normale” abbiamo dedicato un’approfondita guida all’acquisto che vi consigliamo di leggere per farvi un’idea di come funzioni in generale una macchina lavapanni, dato che i punti in comune tra le due tipologie sono davvero tantissime. In questa pagina ci preoccuperemo di evidenziare principalmente le differenze tra le due macchine, così che vi sia chiaro se e quando vi convenga scegliere un modello a carica dall’alto anziché uno tradizionale.

La capacità di carico

Nel caso delle lavatrici a carica dall’alto, le dimensioni dell’elettrodomestico sono standardizzate: l’altezza è di 90 cm, la larghezza è di 40 cm e la profondità è di 60 cm. Per questo la lavatrice a carica dall’alto è la scelta preferita da chi non ha sufficiente spazio per installare una lavatrice a carica frontale, la cui larghezza standard è di 60 cm. Le dimensioni standardizzate non implicano però che tutte le lavatrici a carica dall’alto abbiano la stessa capacità di carico, anzi le differenze sono piuttosto significative. I modelli di questo tipo possono infatti caricare da un minimo di 5 kg di bucato ad un massimo di 8 kg. Lavatrice a carica dall'alto cestelloUna lavatrice a carica dall’alto non è quindi la scelta più indicata per le famiglie molto numerose: queste dovrebbero di preferenza orientarsi su lavatrici a carica frontale, la cui capacità di carico può arrivare anche a 10,5 kg.
Un’altra differenza della lavatrice a carica dall’alto rispetto a quella a carica frontale è che questa macchina, dovendo aprirsi dal lato superiore, non è incassabile nel mobilio: i modelli in commercio sono tutti per installazione libera.

I programmi

L’offerta dei programmi varia naturalmente da modello a modello e da marca a marca, ma possiamo comunque fare un elenco di quelli che sono i più comuni:

  • Programma cotone: il programma “standard” a 60 °C, preso come riferimento anche per calcolare i consumi della macchina;
  • Programma lana: un ciclo di lavaggio delicato e a freddo per lavare i capi in lana senza infeltrirli;
  • Programma misti: un programma di lavaggio adatto ai carichi composti da tessuti misti;
  • Programma sintetici: questo ciclo è pensato specificamente per lavare delicatamente i tessuti sintetici o sportivi;
  • Programma delicato: chiamato anche “a freddo” o “a mano”, è idoneo al lavaggio di capi molto delicati, come le sete, i pizzi e i capi con applicazioni e stampe;
  • Programma breve: un ciclo di lavaggio adatto a dare una rapida rinfrescata ai capi poco sporchi.

Solitamente però le lavatrici a carica dall’alto offrono qualche programma in più rispetto a quelli “di base” che abbiamo appena elencato, e comprendono come minimo almeno i quattro programmi “minori”: prelavaggio, ammollo, scarico e centrifuga.
Altri programmi più particolari che potete trovare su alcuni modelli possono essere, ad esempio, programmi specifici per le camicie, per i capi in jeans, per gli indumenti scuri o colorati oppure, come accennavamo poco sopra, programmi di lavaggio igienizzanti o antiallergici.Lavatrice a carica dall'alto bucatoIn generale, le lavatrici a carica dall’alto sono meno sofisticate rispetto a quelle a carica frontale: anche per questo motivo il ventaglio di programmi disponibile su una lavatrice di questo tipo, al di là di quelli “di base” che sono sostanzialmente gli stessi, è molto più ristretto rispetto ai modelli a carica frontale.

Le funzioni

Come nel caso delle lavatrici a carica frontale, anche nelle lavatrici a carica dall’alto si possono trovare funzioni inerenti il lavaggio, destinate cioè a modificare e personalizzare i singoli programmi, e funzioni relative invece alla comodità di utilizzo della macchina. Vediamo questi due ambiti separatamente.
Funzioni di lavaggio
Abbiamo detto che le funzioni di lavaggio vanno selezionate in abbinamento a un programma per modificarne alcuni parametri. Vediamo quali sono le funzioni più comuni che potete trovare su una lavatrice a carica dall’alto:

  • Bilanciamento automatico del carico: questa funzione è ormai praticamente standardizzata e permette alla macchina, grazie ad una sequenza di movimenti preliminari del tamburo, di “assestare” il carico nella maniera ottimale per un lavaggio uniforme dei capi;
  • Riconoscimento automatico dello sporco: anche questa funzione è ormai molto comune e, grazie a dei sensori di torbidità dell’acqua, riconosce il livello di sporco dei panni e regola di conseguenza l’intensità del lavaggio;
  • Regolazione della centrifuga: con questa funzione è possibile aumentare o diminuire la velocità della centrifuga, oppure escluderla del tutto;
  • Funzione antipiega: questa opzione di lavaggio permette di stropicciare meno i capi, rendendo così più agevole la stiratura. Nei modelli a carica dall’alto non si avvale però dell’ausilio del vapore;
  • Opzione antimacchia: questa funzione intensifica il programma di lavaggio selezionato in modo da aumentarne l’efficacia contro le macchie difficili.

Dobbiamo però spendere qualche parola riguardo la centrifuga, poiché in generale le lavatrici a carica dall’alto non riescono a raggiungere velocità massime paragonabili a quelle di un modello a carica frontale. Lavatrice a carica dall'alto funzioniLe più vecchie lavatrici a carica dall’alto avevano centrifughe piuttosto lente, da appena 800 giri al minuto, mentre la maggior parte delle lavatrici a carica dall’alto oggi in commercio hanno una centrifuga da 1000 o 1200 rpm: i modelli a velocità ancora inferiori sono ormai divenuti obsoleti e quelli a velocità superiori sono ancora piuttosto rari. Ricordiamo, per fare un paragone, che le lavatrici a carica frontale vanno in generale dai 1200 ai 1400 rpm, e i modelli più avanzati sono in grado di raggiungere anche i 1800 rpm.
Comfort
Abbiamo detto che la lavatrice a carica dall’alto può avere alcune funzioni che aiutano l’utilizzatore nell’uso della macchina. Vediamo quali sono le più comuni:

  • Partenza ritardata: questa funzione permette di programmare l’avvio del ciclo di lavaggio, in molti casi decidendo l’orario a cui si desidera che il lavaggio termini;
  • Funzione memoria: questa funzione memorizza le ultime impostazioni utilizzate o, in alcuni casi, permette di memorizzare un set di impostazioni;
  • Blocco di sicurezza: questa funzione permette di bloccare la pulsantiera per evitare l’avvio accidentale della macchina;
  • Spegnimento automatico: molti dei modelli più recenti, più attenti ai consumi, si spengono o entrano in modalità stand-by al termine del ciclo di lavaggio;
  • Segnale di fine ciclo: in molti casi, la lavatrice segnala con un segnale acustico e/o visivo la sopraggiunta fine del lavaggio.

Chi ha già familiarità con le lavatrici tradizionali sa che queste sono funzioni di base presenti su qualunque modello. In generale, però, le lavatrici a carica frontale offrono un ventaglio di funzioni più ampio, in particolare per quanto riguarda le funzioni “smart” che si appoggiano sulla connessione Wi-Fi di casa: avvio e monitoraggio remoto della macchina, download di programmi aggiuntivi, diagnostica intelligente e interattiva rimangono dunque ancora in larga parte precluse alle macchine a carica dall’alto.

Consumi energetici e idrici

Le lavatrici a carica dall’alto condividono l’etichetta energetica con le loro sorelle a carica frontale, non è pertanto difficile fare dei paragoni sui consumi tra le due tipologie di lavatrice.
Classe energetica
Rispetto alle macchine tradizionali, le lavatrici a carica dall’alto risultano mediamente più dispendiose dal punto di vista energetico. Nel momento in cui scriviamo (ottobre 2021) sono ancora soltanto una manciata i modelli a carica dall’alto in classe energetica A o B, le più alte, mentre la maggior parte si colloca nelle fasce D, E ed F. Per fare un paragone, la maggioranza dei modelli a carica frontale si colloca tra le fasce C e D, mentre i modelli ancora in classe E sono significativamente meno di quelli sia in classe A sia in classe B.Lavatrice a carica dall'alto consumiConsumo d’acqua
La maggior parte delle lavatrici a carica dall’alto oggi in commercio non utilizzano grandi quantità di acqua durante il lavaggio: un consumo tra i 40 e i 45 l per ciclo di lavaggio Eco sono grossomodo la norma per questo tipo di macchina. Consumi simili si riscontrano anche tra i modelli tradizionali a carica frontale, anche se dobbiamo ricordare che questo tipo di macchina riesce a mantenere consumi in linea con questi valori anche a fronte di una capacità di carico maggiore: il rapporto tra carico e consumo idrico pende dunque in generale a favore delle lavatrici a carica frontale.

Manutenzione

Esattamente come per le lavatrici a carica frontale, anche i modelli a carica dall’alto richiedono la pulizia periodica del filtro, la cui necessità solo in rari casi viene segnalata dalla macchina stessa. Però, al contrario delle macchine a carica frontale, non troverete quasi mai un programma per la pulizia del cestello.
Non mancano invece i dispositivi di sicurezza: praticamente tutti i modelli oggi disponibili sono infatti forniti almeno di un sistema antiallagamento e in molti casi è presente anche un rilevatore di schiuma che arresta il lavaggio e previene il traboccamento della schiuma stessa.
Non rileviamo insomma una significativa differenza rispetto alle macchine a carica frontale per quanto riguarda la sicurezza della macchina e la corretta manutenzione.

Le domande più frequenti sulle lavatrici a carica dall’alto

Quali sono le principali marche di lavatrice a carica dall’alto?

Se tenete in modo particolare ad avere una lavatrice duratura nel tempo, vi consigliamo di orientare la vostra scelta su modelli di marche prestigiose. Alcuni produttori sono infatti noti per la solidità dei loro prodotti, e tra questi ricordiamo soprattutto AEG Electrolux. Se però il budget di spesa costituisce un limite, ci si può orientare su altri marchi dal prezzo un po’ più contenuto e che offrono comunque modelli di buona qualità, come Whirlpool, Candy o Indesit.

Quanto costa una lavatrice a carica dall’alto?

L’importanza del prezzo di una lavatrice a carica dall’alto è relativa. Posto che qualunque macchina compriate laverà bene i panni, i vantaggi offerti da un apparecchio più costoso rispetto ad uno economico saranno altri: in taluni casi l’estensione di garanzia, oppure il numero di programmi e funzioni a disposizione, la qualità delle finiture e la presenza o meno di un display informativo. Dal punto di vista delle prestazioni e dei consumi, possiamo individuare le seguenti fasce di prezzo:

  • Fascia di prezzo bassa: < 240 €, capacità 5-6 kg, classe energetica D, E o F, centrifuga 1000/1200 rpm;
  • Fascia di prezzo media: 240-480 €, capacità 6-8 kg, classe energetica C, D o E, centrifuga 1200/1400 rpm;
  • Fascia di prezzo alta: 480-600 €, capacità 7-8 kg, classe energetica B, C, D o E, centrifuga 1200/1400 rpm.

A paragone con le lavatrici a carica frontale, dobbiamo sottolineare come un modello a carica dall’alto costi generalmente meno, soprattutto se si mettono a paragone i rispettivi modelli top di gamma: una lavatrice tradizionale di ultima generazione può arrivare a costare anche più di 1200 €.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato