Come risolvere i problemi della lavatrice

Perché la lavatrice funziona male

Durante la vita di una lavatrice possono capitare, col tempo, malfunzionamenti più o meno importanti, soprattutto qualora si trascurasse la manutenzione periodica. Non sempre questi malfunzionamenti sono gravi a tal punto da richiedere la sostituzione della lavatrice, anzi in molti casi la soluzione è semplice e non richiede nemmeno l’intervento di un tecnico specializzato.Problemi lavatriceVediamo quali sono allora i malfunzionamenti più comuni, di cui vedremo in questa pagina cause e possibili soluzioni:

  • La lavatrice puzza;
  • La lavatrice non carica l’acqua;
  • La lavatrice non prende l’ammorbidente;
  • La lavatrice perde acqua;
  • La lavatrice non centrifuga;
  • La lavatrice non scarica l’acqua.

Perché la lavatrice puzza

L’odore di muffa e di stantio è uno dei più comuni problemi che una lavatrice possa avere, ed è particolarmente fastidioso perché il cattivo odore si trasferisce durante il lavaggio anche ai nostri abiti, e rimane su di essi anche una volta asciutti.
L’odore è dovuto, per l’appunto, alla formazione di muffa nella vasca e/o nelle pieghe della guarnizione dell’oblò: questo può succedere per vari motivi. Per prevenire la formazione della muffa è necessario:

  • Lasciare sempre aperto l’oblò dopo aver scaricato il bucato, così che cestello e vasca possano asciugarsi per bene;
  • Non lasciare mai il bucato lavato chiuso per tante ore nella lavatrice;
  • Pulire periodicamente il cestello e la vasca.

Se ci ritroviamo con la lavatrice maleodorante il rimedio è fortunatamente semplice: basterà lavare sia il cestello, sia la guarnizione con abbondante aceto di vino bianco e un lavaggio a vuoto alla temperatura più alta possibile. Questo trattamento è sufficiente a pulire e deodorare vasca e cestello, mentre per la guarnizione bisogna intervenire “in loco” con spugnetta e aceto bianco.

Perché la lavatrice non carica acqua

Se la lavatrice non carica acqua non può avvenire nessun lavaggio, pertanto è opportuno risolvere questo problema nel minor tempo possibile. Le possibili cause per questo malfunzionamento possono essere diverse: nella ricerca della causa effettiva raccomandiamo di procedere con ordine, dalla più banale alla più seria. Ecco quali possono essere le spiegazioni:

  • Maniglia rotta: l’oblò della lavatrice deve essere ben chiuso, altrimenti il lavaggio non parte. Verificate che la maniglia funzioni correttamente e non vi siano elementi rotti o deformati;
  • Bloccaporta malfunzionante: per lo stesso motivo bisogna assicurarsi che il gancio dello sportello venga bloccato correttamente. Provate ad aprirlo e richiuderlo: se il bloccaporta non scatta, dovrete smontarlo e verificare che sia alimentato dalla corrente. Se non lo fosse, andrà sostituito;
  • Il rubinetto dell’acqua è chiuso: in assoluto la più banale delle cause è l’aver dimenticato chiuso il rubinetto dell’acqua dopo aver installato la lavatrice;
  • Il tubo di carico è piegato: una curva a gomito particolarmente netta può far chiudere del tutto il tubo; è necessario staccarlo e riattaccarlo ben disteso;
  • Filtro dell’elettrovalvola ostruito: l’elettrovalvola gestisce il flusso d’acqua in ingresso nella lavatrice e se il suo filtro è bloccato dal calcare non può far passare l’acqua. Bisogna smontarlo e decalcificarlo usando un liquido decalcificante o semplice aceto bianco;
  • Malfunzionamento del pressostato: questo componente regola la quantità d’acqua immessa nella vasca e se si guasta la lavatrice non funziona e dà un codice di errore. A volte il malfunzionamento è causato da un problema banale, come la rottura o lo sganciamento del suo tubo di alimentazione, nel qual caso basta riattaccarlo o sostituirlo. In tutti gli altri casi serve l’intervento del tecnico;
  • Elettrovalvola interrotta: se il filtro della valvola è pulito, potrebbe essere la valvola stessa ad essere guasta. Se avete un tester elettrico usatelo per vedere se la valvola è alimentata: se non lo fosse, dovrete provvedere alla sostituzione.

Problemi lavatrice test elettrovalvola

Perché la lavatrice non prende l’ammorbidente

Nella stragrande maggioranza dei casi, quando troviamo l’ammorbidente ancora nel cassetto a fine lavaggio il problema è molto banale: il cassetto è semplicemente sporco o ostruito. È sufficiente estrarre il cassetto e pulirlo molto approfonditamente, sciacquandolo prima abbondantemente sotto acqua calda, strofinando poi via con uno spazzolino tutti i residui di detersivo e di ammorbidente incrostati. È particolarmente importante pulire completamente la piccola griglia che si trova proprio nello scomparto dell’ammorbidente.Problemi lavatrice cassetto sporcoA causare il problema può essere stato l’ammorbidente stesso: o ne abbiamo utilizzato troppo, e dovremo in futuro fare attenzione a non superare la soglia massima chiaramente indicata nello scompartimento, oppure ne usiamo uno troppo denso, che faremo bene in futuro a diluire con un po’ d’acqua prima di versarlo nel cassetto.

Altre cause

In un minore numero di casi la causa del malfunzionamento può essere un’altra tra le quattro qui di seguito:

  • L’elettrovalvola è difettosa e non gestisce bene il getto d’acqua nel cassetto;
  • La scheda elettronica è difettosa e non alimenta l’elettrovalvola;
  • La pressione dell’acqua è troppo bassa;
  • Il coperchio della tramoggia è ostruito dal calcare.

Fatta salva l’ultima di queste quattro voci, che si risolve di nuovo con un’accurata pulizia questa volta della tramoggia, le altre tre richiedono un intervento tecnico.

Perché la lavatrice perde acqua

Per capire le cause di una perdita d’acqua dalla lavatrice è necessario per prima cosa individuare la fonte e il momento della perdita, capire cioè se essa provenga dal davanti della macchina, dal retro oppure da sotto, e durante quale fase del lavaggio si verifichi (da spenta, durante il carico d’acqua, durante lo scarico, durante il risciacquo).Problemi lavatrice perdita acqua

Perdita a lavatrice spenta

Tocchiamo il tubo di carico lungo tutta la sua lunghezza, dall’attacco al rubinetto fino all’elettrovalvola: se troviamo bagnato presso una delle due estremità, dobbiamo staccarlo e verificare lo stato delle guarnizioni, sostituendole se fossero danneggiate. Se le guarnizioni fossero in ordine, il problema potrebbe essere un guasto dell’elettrovalvola, non più in grado di bloccare il flusso: in questo caso la dovremo sostituire.

Perdita al carico d’acqua

In questo caso il problema è probabilmente il tubo che alimenta l’acqua all’elettrovalvola della vaschetta dosatrice: se questo tubicino si sgancia o si rompe provoca una perdita proprio all’inizio del lavaggio, quando vi passa l’acqua destinata a disciogliere il detersivo.
Possiamo verificarne lo stato svitando il top della lavatrice: se è sganciato lo dobbiamo riattaccare, se è rotto va sostituito.

Perdita allo scarico dell’acqua

Osserviamo gli attacchi del tubo di scarico durante la fase di scarico dell’acqua: se notiamo una perdita, dovremo verificare lo stato delle guarnizioni (ed eventualmente sostituirle) oppure semplicemente stringere meglio o riposizionare in maniera più adeguata il tubo.

Perdita al risciacquo

Le cause di queste perdite sono banalissime:

  • Troppo detersivo: usare troppo detersivo provoca l’ostruzione del cassetto durante la fase di risciacquo. Basta estrarre il cassetto, pulire bene lui e il suo alloggio, dopodiché fare un lavaggio a vuoto a 90 °C e il problema dovrebbe risolversi;
  • Cestello sovraccarico: anche caricare troppo il cestello può comportare fuoriuscite d’acqua, basta osservare con più cura le indicazioni di carico massimo di ciascun lavaggio per evitare il ripetersi del problema.

Perdita frontale

Se la perdita si verifica dalla parte frontale della macchina durante tutto il lavaggio, la causa può essere il danneggiamento della guarnizione dell’oblò (che va quindi sostituita), oppure l’ostruzione dei tubi interni alla macchina. Questi si possono provare a pulire, ma è necessario rimuovere come minimo il top della macchina.

Perdita posteriore

Come abbiamo visto, se la perdita si verifica sul retro della macchina la causa quasi certa sono i tubi di carico e scarico, che possono essere allentati, danneggiati o avere guarnizioni usurate.

Perdita inferiore

Se la perdita d’acqua proviene da sotto la lavatrice la causa è probabilmente un problema della pompa di scarico dell’acqua. Se va bene, ad essere danneggiata è soltanto la guarnizione del tappo della pompa, facilmente sostituibile, ma se il problema fosse la pompa stessa allora bisogna farla sostituire.

Perché la lavatrice non centrifuga

Anche le cause della mancata centrifuga possono essere molteplici. Diciamo prima di tutto che la prima cosa da verificare è se al momento in cui dovrebbe partire la centrifuga c’è ancora acqua nella vasca: su tutte le lavatrici, infatti, la centrifuga non parte se la vasca non è completamente svuotata dall’acqua, dunque un difetto nello scarico provoca lo stop della centrifuga. Se notate dunque un residuo di acqua in vasca, saltate direttamente al prossimo paragrafo.
Se però la lavatrice scarica correttamente l’acqua, procedete come al solito andando escludendo una per una tutte le possibili cause, dalla più banale alla più seria, fino a trovare quella giusta.

Verifica del programma di lavaggio

Per errore o per sbadataggine è possibile che abbiate impostato per sbaglio un programma di lavaggio che non preveda la centrifuga (è il caso ad esempio di molti programmi per capi delicati), oppure potete aver erroneamente escluso la fase di centrifuga dal programma selezionato. Aiutatevi con il libretto di istruzioni per capire se sia questo il caso.

Il cestello non gira

Provate a far partire un qualunque programma di lavaggio e state ad osservare se il cestello, durante le normali fasi del programma, gira oppure no.
Se non gira, il problema può essere la cinghia di trasmissione (se la macchina ne è dotata) oppure il motore a trasmissione diretta. Sfortunatamente, mentre la cinghia guasta o allentata è facile da sostituire anche da soli, per i guasti dei motori a trasmissione diretta è inevitabile doversi rivolgere ad un tecnico.

Condensatore difettoso

Osservate il comportamento della lavatrice con carichi più o meno pesanti: se vi accorgete che la centrifuga “salta” solo in presenza di carichi pesanti è probabile che il problema sia il condensatore, un elemento che però si trova solo sui modelli con timer elettromeccanico. Per chi ha dimestichezza con i lavoretti elettrici sostituire questo componente non è difficile, basta procurarsene uno identico in termini di MicroFarad e procedere alla sostituzione.

Perché la lavatrice non scarica l’acqua

I problemi alla base del mancato scarico dell’acqua sono quasi sempre molto banali e risolvibili in pochissimi minuti. Come sempre, vediamo le possibili cause dalla più banale alla più seria.

Controllare il programma

È possibile che abbiate impostato erroneamente un programma senza scarico (ci sono su alcuni vecchi modelli) oppure che lo abbiate escluso per errore. Avviare il programma di solo scarico dovrebbe in questo caso risolvere la faccenda.

Controllare il tubo di scarico

Se questo è ostruito, all’attacco o all’interno, dovrete liberarlo e provare a vedere se basta questo perché la lavatrice torni a scaricare.

Verificare se la lavatrice scarica

Proviate ad effettuare un programma comprensivo di scarico staccando il tubo di scarico dal suo attacco a muro e facendolo scaricare direttamente nel lavandino, nella vasca o in un secchio. Se in questo caso la lavatrice scarica correttamente, il problema risiede a valle, cioè nell’impianto di scarico, e dovrete far intervenire un idraulico.

Verificare lo stato del filtro

Anche un filtro otturato può impedire lo scarico dell’acqua, pertanto va svitato e, se necessario, pulito con cura.Problemi lavatrice pulizia filtro

Verificare lo stato della pompa

Se il filtro è pulito, è possibile che vi siano corpi estranei (ad esempio monete, chiavi o altre cose che si possono dimenticare nelle tasche) incastrati nella pompa di scarico che ne impediscono il funzionamento. Si può fare da soli se ci si sente abbastanza pratici, altrimenti, escluse tutte le altre cause, meglio rivolgersi a un tecnico.

Chi aggiusta la lavatrice

A chi rivolgersi allora se la vostra lavatrice è seriamente danneggiata e non siate in grado di aggiustarla da soli?
La prima cosa da dire è che, se la macchina ha meno di due anni o anche di più se avete acquistato un’estensione di garanzia a 5 o 10 anni, dovrete chiamare il servizio clienti e farvi indicare il centro assistenza o il tecnico abilitato più vicino a voi da chiamare: durante il periodo di garanzia la riparazione dovrà essere rimborsata dal produttore, ma affinché questo avvenga è necessario rivolgersi ai riparatori ufficiali del brand.
L’opzione del centro riparazioni ufficiale rimane valida anche una volta spirata la garanzia, ma in questo caso potrete comparare i preventivi che richiederete sia al centro autorizzato, sia ad altri professionisti quali i classici “aggiustatutto” che potete trovare sulle Pagine Gialle o tramite passaparola.

Dove si butta la lavatrice

Una lavatrice, così come tutti i grandi elettrodomestici, è considerata un “rifiuto speciale“, che non può dunque venire smaltito attraverso la normale raccolta porta a porta settimanale, né tantomeno abbandonato in strada (pena sanzione pecuniaria).
Per lo smaltimento dei grandi elettrodomestici bisogna rivolgersi agli appositi centri di raccolta RAEE, presenti su tutto il territorio italiano, presso i quali il conferimento dei rifiuti speciali è ovviamente gratuito. Per trovare il centro di raccolta a voi più vicino potete consultare la pagina ufficiale della rete RAEE.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato