I migliori zaini da viaggio del 2024

Confronta i migliori zaini da viaggio del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

airaudopelletterie
71,10 €
amazon
40,29 €
amazon
65,95 €
amazon
39,99 €
airaudopelletterie
98,10 €
pskmegastore
84,84 €
animasportiva
70,00 €
pskmegastore
102,18 €
amazon
135,00 €
nencini sport
80,00 €
salvadori
109,00 €
mediaworld
137,99 €
peffeshop
80,00 €
bagaglio
109,00 €
bagaglio
149,00 €
airaudopelletterie
90,00 €
amazon
122,26 €

Dati tecnici

Dimensioni

33,5 x 48 x 20 cm

36 x 45 x 20 cm

44 x 31 x 25 cm

42 x 31 x 17 cm

44 x 30 x 16 cm

Capienza in litri

29 l

30 l

33 l

n.d.

17 l

Tipo di apertura

Completa

Completa

Superiore

Completa

Antifurto

Tasca per scarpe

Cinghia per attacco a trolley

Tasche interne

Documenti, tablet, cavi, occhiali, laptop

Laptop, tablet, cellulare, piccoli oggetti

Laptop

Per smartphone, per tablet, per powerbank, altre

Laptop, tablet, smartphone, documenti, tessere, powerbank, auricolari

Dimensione massima laptop

15,6"

15"

15"

14"

15,6"

Tasche esterne

2 laterali, 2 frontali

2 frontali

Frontale

Per scarpe, per umido, per laptop, per borraccia + altre

Piccola superiore

Impermeabile

Rotelle

Punti forti

Impermeabile

Vano principale con cinghie per i capi

Spessore regolabile

Molto capiente

Chiusura antifurto

Buona organizzazione interna

Tante tasche interne nel vano secondario

Doppio scomparto

Ottima organizzazione interna

Ideale anche per ufficio

Con ruote e maniglia estendibile

Ottimo in combinazione a un trolley

Molto capiente

Con tasca antifurto su schienale

Con attacco per trolley

Disponibile anche per laptop più grandi

Punti deboli

Capienza interna limitata

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere lo zaino da viaggio

Lo zaino da viaggio è ormai un accessorio indispensabile per chiunque debba spostarsi con aerei, treni o altri mezzi di trasporto. Fedele alleato sia dei viaggi brevi, sia di quelli più lunghi, è utilizzato sia come bagaglio unico nel caso di piccoli spostamenti, sia come bagaglio aggiuntivo da portare con sé a bordo per avere sempre a portata di mano le cose indispensabili.
Scegliere uno zaino da viaggio può sembrare semplice; in realtà, data la grandissima varietà di modelli sul mercato, è importante ricordare alcuni aspetti che potrebbero fare la differenza tra l’uno e l’altro: in base alle proprie esigenze, infatti, varia sensibilmente il tipo di zaino di cui si necessita.zaino da viaggioIn questa guida all’acquisto vedremo tutti questi aspetti importanti; ricordiamo che ci siamo occupati anche di zaini da trekking (nei prossimi paragrafi vedremo le differenze con gli zaini da viaggio propriamente detti) e di trolley, bagagli a mano borsoni da viaggio e set valigie.

Differenze tra zaino da trekking e zaino da viaggio

Anche se per alcuni possono sembrare sinonimi, in realtà esistono parecchie differenze tra zaini da trekking (detti anche da campeggio) e zaini da viaggio; nonostante questo è bene ricordare che gli zaini da campeggio, di qualunque dimensione siano, possono essere ovviamente utilizzati anche per normali viaggi.

Tasche

La prima differenza è data dai tipi di tasche: negli zaini da viaggio solitamente sono presenti più comparti dedicati ad accessori tipicamente utilizzati quando si viaggia, come ad esempio dispositivi digitali quali laptop, tablet, smartphone o e-book reader; documenti di viaggio, powerbank, auricolari, ombrelli o oggetti personali, quali portafogli o portaschede. zaino da viaggio vs trekkingNegli zaini da campeggio, invece, sono presenti meno tasche specifiche; anche se è possibile trovare zaini da trekking con tasche per PC si tratta di modelli poco diffusi. Le tasche degli zaini da campeggio sono di tipo diverso: per biancheria, per borracce, per scarpe, per oggetti, per sacco a pelo o per tende da campeggio.

Dimensioni

Un’altra differenza è data dalle dimensioni: per gli zaini da campeggio viene principalmente indicata la capienza in litri, che non è indicativa delle dimensioni che lo zaino raggiunge quando è completamente pieno, mentre negli zaini da viaggio, considerati i severi regolamenti delle compagnie aeree sui bagagli, vengono indicate larghezza, altezza e profondità con lo zaino completamente pieno. Anche i materiali possono differire sensibilmente, con gli zaini da campeggio solitamente realizzati in materiali leggeri, tecnici e impermeabili e gli zaini da viaggio realizzati in una più ampia varietà di tessuti.

Cinghie

Infine sono diverse anche le cinghie: gli zaini da campeggio hanno spesso cinghie sul petto e sulla vita per permettere una migliore distribuzione del peso dello zaino durante il cammino, mentre gli zaini da viaggio hanno al massimo una cinghia per il petto. Anche la fascia per fissare lo zaino al manico estendibile della valigia si trova nei migliori zaini da viaggio, ma manca negli zaini da campeggio.

Dimensioni degli zaini da viaggio

Le dimensioni sono sicuramente il primo e più importante aspetto da considerare quando si cerca uno zaino da viaggio, specialmente quando si cerca uno zaino da utilizzare per viaggi in aereo. Le compagnie aeree, infatti, hanno parametri abbastanza specifici rispetto alle dimensioni dei bagagli: quelle massime consentite variano a seconda che lo zaino sia l’unico bagaglio a mano, il bagaglio a mano primario (quando si acquista l’opzione due bagagli a mano) o il bagaglio a mano secondario. Abbiamo realizzato una guida dedicata che elenca tutte le dimensioni dei bagagli primari e secondari per le principali compagnie aeree: vi consigliamo di consultarla per conoscere precisamente le dimensioni consentite da una specifica compagnia.zaino da viaggio dimensioniIn generale, possiamo possiamo distinguere tre tipi di zaini da viaggio in base alle dimensioni:

  • Zaini piccoli, ideali come secondo bagaglio: modelli semplici, con dimensioni massime 30 x 20 x 5 cm, ideali anche come zaini da città o da lavoro;
  • Zaini medie, utilizzabili sia come bagaglio secondario, sia come bagaglio unico, con dimensioni massime 40/45 x 30 x 5/10 cm (la profondità in alcuni casi è estendibile);
  • Zaini grandi, utilizzabili come bagaglio a mano principale, con dimensioni che possono raggiungere i 50 x 35/40 x 10 cm.

Gli zaini molto grandi, che non possono essere portati in cabina come bagaglio a mano, nonostante possano a tutti gli effetti essere utilizzati per viaggiare (su treni e mezzi privati, ma anche in aereo se imbarcati in stiva), sono sempre zaini da campeggio; esistono in commercio dei modelli “ibridi”, che dispongono anche di tasche per laptop e che hanno un design più elegante e meno pensato per il trekking, tuttavia si tratta di pochi prodotti ancora piuttosto rari.

Tasche e scomparti

Le tasche sono uno degli aspetti principali da considerare negli zaini da viaggio. Il tipo e il numero di tasche devono essere valutati sia in base ai tipi di viaggio da sostenere con lo zaino, sia in base a quello che solitamente si vuole portare con sé. Il numero di tasche negli zaini da viaggio è molto variabile: vediamo le principali tasche e come valutarle al meglio.

Scomparti

Con “scomparti” non intendiamo tasche interne o esterne, di cui ci occuperemo nei prossimi paragrafi, ma veri e propri vani di uguali dimensioni. Solitamente, negli zaini da viaggio piccoli e medi è presente un solo scomparto (o vano principale), mentre negli zaini più grandi è possibile trovare anche due scomparti. I modelli con due scomparti sono comunque poco frequenti perché meno funzionali: molto più facile che ci sia un vano principale e uno scomparto (di fatto una tasca grande) per laptop; ovviamente, se non avete un laptop da portare con voi, lo scomparto può essere usato per riporre altre cose.
Una novità degli ultimi anni è uno scomparto accessibile dall’esterno e rivestito internamente in materiale impermeabile, adatto a ospitare capi bagnati o umidi, come asciugamani, k-way, costumi da bagno o biancheria bagnata.

Tasca per laptop

Tutti gli zaini da viaggio hanno una tasca per il laptop, che può essere posta all’interno di un vano o all’esterno. Nel caso in cui sia esterna, essa è solitamente la tasca più vicina allo schienale; nei modelli dove la tasca per laptop è esterna bisogna considerare con attenzione le dimensioni massime del computer che è possibile inserirvi. Troviamo infatti zaini da viaggio con tasche più piccole, ideali per computer da massimo 13″, e zaini che invece hanno veri e propri vani per il laptop, e in questi casi i computer che vi si possono inserire possono anche superare i 16″.
Le tasche esterne per laptop sono le più comode, perché lasciano l’interno libero per ospitare un maggior numero di oggetti o indumenti; le tasche per laptop interne, però, sono preferibili quando si cerca uno zaino adatto a contenere laptop di grandi dimensioni o non si hanno particolari necessità di trasportare altre cose oltre a PC, cavi e poco altro. In quest’ultimo caso potreste anche considerare, in alternativa, uno zaino pensato espressamente per il computer o una borsa per PC.

Tasca per scarpe

Un’altra tasca molto apprezzata dai viaggiatori è la tasca per le scarpe: questa può essere posta alla base dello zaino, e presentarsi di fatto come un piccolo vano separato, oppure può essere frontale e integrata nella struttura principale. Le tasche per scarpe poste alla base sono le più comode: ci entrano scarpe più ingombranti e il loro utilizzo non impatta la capienza del vano principale. In molti zaini, inoltre, questo tipo di tasca ha una cerniera interna che collega la tasca alla base del vano principale completamente apribile: in questo modo, se non utilizzate la tasca per le scarpe, potrete aprire la cerniera e aumentare la capienza del vano principale.zaino da viaggio tasca scarpeL’altra tipologia di tasca per scarpe prevede sempre una cerniera sul fondo dello zaino, solo che da essa si accede a un vano posto nella parte frontale dello zaino e non a una tasca sul fondo. Questo tipo di tasca mantiene ridotta l’altezza dello zaino ed è ottima per sandali, ciabatte o sneakers morbide, mentre potrebbe essere scomoda per le scarpe rigide, perché implica una riduzione di spazio nel vano principale.

Tasche interne

Per quanto riguarda le tasche interne, è possibile trovarne di diversi tipi: le più diffuse sono le tasche portaoggetti, che possono avere dimensioni più o meno grandi e sono solitamente chiuse con zip.zaino da viaggio tasche interne Molto popolari anche le tasche per smartphone, tablet o e-book reader, solitamente posizionate alla base della tasca per il computer (quando questa è interna al vano principale). Spesso disponibile anche una tasca per power bank, che può essere corredata da un’apposita entrata USB, o una tasca per auricolari, che può trovarsi anche sugli spallacci. Infine, da ricordare che alcuni zaini dispongono di taschini per tessere tipo carte di credito, realizzate in modo da impedire la possibile smagnetizzazione delle carte, o taschini per documenti del tipo carte di identità (cartacee) e passaporti.

Tasche esterne

Anche il numero di tasche esterne è variabile, così come la loro destinazione d’uso. Le tasche esterne più diffuse sono le tasche laterali, che possono essere chiuse, e quindi destinate a oggetti, o aperte, e quindi destinate a borracce, bottiglie o ombrelli.zaino da viaggio tasche esterne Diffuse anche una o più tasche di piccole o medie dimensioni frontali, che possono ospitare accessori come occhiali, fazzoletti, chiavi, agende, cavi o altro in base alla grandezza. Meno diffuse, ma molto utili, le tasche esterne sullo schienale: sono ideali per ospitare portafogli, telefono o documenti importanti limitando al massimo il rischio di furto.

Tipo di apertura

Per quanto riguarda l’apertura dello zaino da viaggio, possiamo distinguere principalmente quattro tipologie di apertura del vano principale: apertura solo superiore, apertura completa, apertura antifurto e apertura frontale.

Apertura solo superiore

L’apertura solo superiore si trova spesso negli zaini da viaggio più piccoli o in quelli adatti anche alla città; un dettaglio estetico è che essa è spesso corredata da un top “arrotolabile”. Questo significa che è possibile sia riempire completamente il vano principale e chiudere soltanto la zip superiore, sia riempirlo parzialmente e arrotolare la parte superiore, fissandola poi con apposite cinghie in modo da ridurre l’ingombro, cosa che può essere molto utile nel caso si voglia usare lo zaino in città.

Apertura completa

L’apertura completa è abbastanza frequente negli zaini medi e grandi: se la cerniera arriva fino alla base dello zaino da entrambi i lati è possibile aprire le due metà dello zaino come se fosse una vera e propria valigia morbida, in modo da mantenere il contenuto ordinato.zaino da viaggio tipo di apertura

Apertura antifurto

L’apertura antifurto è una novità degli ultimi anni che ha conquistato in particolare chi trasporta di frequente dispositivi elettronici, fotocamere o altri oggetti di valore. Si tratta di una zip posta sullo schienale che per un’altra persona è quasi impossibile da aprire mentre lo zaino è indossato: questo consente di proteggere al massimo il contenuto. Gli zaini con cerniera antifurto sono quasi sempre dotati di tasca per notebook (ad eccezione di quelli molto piccoli da città) e di altre tasche particolari, come quella portadocumenti o portatessere, ma hanno una capienza complessiva più limitata.

Apertura frontale

L’ultimo tipo di apertura da menzionare è l’apertura frontale: sono pochi gli zaini che abbiano questo tipo di cerniera, che solitamente è centrale e corre lungo la parte frontale dello zaino. Questo tipo di apertura si trova principlamente negli zaini più grandi, perché rende più facile prendere indumenti e oggetti posti nel vano principale senza disordinarli.

Spallacci e rotelle

Per quanto riguarda gli spallacci, bisogna considerare principalmente tre aspetti: l’imbottitura, l’estendibilità e l’eventuale presenza di cinghie o ganci che facilitino la distribuizione del peso dello zaino.

Imbottitura

L’imbottitura è ormai quasi sempre presente, anche negli zaini più economici e piccoli, e può essere più o meno spessa; un’imbottitura più spessa implica una maggiore comodità. L’imbottitura è ormai quasi sempre presente anche sullo schienale: nei modelli più compatti lo schienale è imbottito con uno strato di schiuma più sottile ed è sagomato per aderire in modo ergonomico alla schiena, mentre nei modelli più grandi lo schienale è imbottito in schiuma più spessa.

Estendibilità

Anche l’estendibilità è ormai una caratteristica comune a quasi tutti gli spallacci. Va controllato sempre il tipo di blocco, perché potrebbe capitare che la lunghezza impostata non si mantenga con il peso dello zaino, e questo è decisamente scomodo.

Cinghie e ganci

Cinghie e ganci sugli spallacci sono un po’ meno frequenti: le cinghie per il petto sono quelle più comuni, ma si trovano principalmente negli zaini da viaggio più grandi.
Un ultimo elemento che non riguarda propriamente gli spallacci è la fascia posteriore che permette di fissare lo zaino al manico del trolley: si tratta di un componente utilissimo per chi usa lo zaino come secondo bagaglio.

Rotelle

Alcuni zaini da viaggio, soprattutto i modelli più grandi, sono dotati di una struttura rigida posta tra il vano principale e lo schienale imbottito: questa struttura rigida permette di trasformarli a tutti gli effetti in dei piccoli trolley perché all’estremità superiore si trova un manico allungabile, mentre alla base ci sono due rotelle che consentono il trascinamento dello zaino.zaino da viaggio con rotelle Si tratta di una tipologia di zaini molto comoda per chi utilizza lo zaino come unico bagaglio, ma più pesante e ingombrante rispetto a un normale zaino da viaggio: per questo motivo è sconsigliata a chi deve portare lo zaino in spalla per lunghi tragitti. Ricordiamo anche che nella maggior parte degli zaini che dispongono di questo sistema si trovano solo due rotelle e non quattro.

Materiali e impermeabilità

I materiali sono l’ultimo aspetto da valutare con attenzione: anche in questo caso giocano un ruolo chiave le proprie esigenze e i propri gusti.
I materiali impermeabili di tipo plastificato o cerato (che di fatto sono in poliuretano) sono molto utilizzati negli zaini da viaggio con top arrotolabile perché risultano pratici e moderni, oltre che decisamente alla moda. Gli zaini in questi materiali, oltre al vantaggio dell’impermeabilità, sono facilmente lavabili all’esterno con una pezzetta e dello sgrassatore; in questo modo non dovrete preoccuparvi di appoggiare lo zaino in luoghi poco igienici, come il pavimento di treni o aerei.
Un altro materiale molto usato è un misto tra tela di cotone e poliestere (anche riciclato), che fornisce una buona protezione in caso di pioggia (anche se non è completamente impermeabile come la plastica cerata) ed è più morbido, quindi risulta più adattabile, anche se non è deformabile completamente come la tela di cotone.
Diffusi anche gli zaini 100% in poliestere, che hanno una buona impermeabilità e sono simili a quelli in poliuretano, anche se hanno una superficie meno lucida e meno spessa.
Infine vanno menzionati gli zaini da viaggio in pelle, ecopelle o pelle scamosciata: si tratta di modelli eleganti e utilizzabili spesso anche come zaini da città o da ufficio, ma solitamente sono meno capienti e hanno un’organizzazione interna meno ottimizzata: è ad esempio difficile trovare un modello in pelle con tasca per le scarpe. zaino da viaggio materialiOvviamente è possibile trovare anche zaini da viaggio in materiali non impermeabili, come cotone o tela: in questi casi si può acquistare una copertura per zaino che lo protegga in caso di pioggia.

Le domande più frequenti sugli zaini da viaggio

Da quanti litri dev’essere uno zaino da viaggio?

Gli zaini da viaggio, specialmente quelli per l’aereo, dovrebbero essere valutati considerando altezza, larghezza e profondità massime; la capienza in litri, infatti, non rivela se le dimensioni dello zaino siano compatibili con le misure indicate da una specifica compagnia. A proposito di questo argomento consigliamo la lettura del nostro articolo sulle dimensioni massime dei bagagli a mano per ogni compagnia aerea. In linea di massima possiamo comunque affermare che gli zaini da viaggio utilizzabili come secondo bagaglio a mano abbiano una capienza massima di circa 30 l, mentre gli zaini utilizzabili come unico bagaglio o bagaglio principale possono raggiungere anche i 40 l.

Cosa non si può portare nello zaino in aereo?

Gli oggetti vietati nei bagagli a mano sono gli stessi, a prescindere che il vostro bagaglio sia uno zaino o un trolley. Non si possono portare oggetti affilati come forbici (consentite solo forbici con punta arrotondata e lame inferiori a 6 cm di lunghezza), coltelli, fiammiferi, fornelli da campeggio, bombole o bombolette di gas, cartucce per stampanti e, come tutti sanno, liquidi in bottigliette superiori ai 100 ml. I liquidi possono cioè essere trasportati se in confezioni di capienza uguale o inferiore ai 100 ml, e devono essere inseriti in una busta di plastica richiudibile con misure massime di 20 x 20 cm. La quantità di liquido trasportabile deve comunque essere uguale o inferiore a 1 l.

Come si fissa lo zaino da viaggio al trolley?

Affinchè lo zaino si possa fissare al trolley è necessario che esso abbia una sorta di cinghia elastica sullo schienale. Grazie ad essa è possibile fissare agevolmente lo zaino al trolley, a prescindere dalle dimensioni dell’uno o dell’altro. In assenza di questa cinghia è purtroppo impossibile fissare in modo sicuro lo zaino: proprio per questo chi cercasse uno zaino da viaggio da usare come secondo bagaglio dovrebbe prediligere modelli che dispongano di questa cinghia apposita.

Quanto costa uno zaino da viaggio?

Lo zaino da viaggio ha un costo variabile, ma in generale per un modello di buona qualità e con una capienza media si parte da un minimo di 50 €.
Gli zaini di marche molto note, come North Face, Invicta, Eastpak, American Tourister o Samsonite, e di brand di tendenza, come Sandqvist, Alpha industries, Fjallraven, Herschel, Horizon Studios, Kapten & Son e Reins, hanno invece prezzi compresi tra i 100 e i 200 €.

Che zaino si può portare in aereo?

In aereo si possono portare tutti i tipi di zaino, ma non tutti si possono usare come bagaglio a mano. Gli zaini da trekking molto grandi possono essere solo imbarcati come bagaglio da stiva. Gli zaini da viaggio grandi, ad esempio quelli con le rotelle, che hanno un’altezza di circa 50 cm, possono essere usati come bagaglio a mano primario, ma non come secondo bagaglio a mano, ad esempio in abbinamento a un trolley. Gli zaini da viaggio più piccoli, con altezza di circa 35/40 cm, possono essere utilizzati sia come bagaglio a mano unico, sia come secondo bagaglio a mano. Per maggiori informazioni sulle dimensioni massime degli zaini da portare in aereo leggete il nostro articolo dedicato.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato