Le migliori borracce del 2024

Confronta le migliori borracce del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
39,95 €
amazon
17,59 €
3csupplies
12,26 €
mountainexperience
10,95 €
amazon
9,25 €
amazon
12,97 €
amazon
17,40 €
roccobimbo
10,63 €
fratelliazzaro
15,90 €
magobiribago
16,90 €

Dati tecnici

Tipo

A mano

A mano

A mano

A mano

A mano

Materiale

Acciaio inossidabile

Acciaio inox

Tritan

Alluminio

Alluminio

Apertura

Tappo sportivo

A vite

Beccuccio a pressione

A vite

A vite

Termica

Senza BPA

Capacità

1200 ml

500 ml

500 ml

750 ml

500 ml

Punti forti

Mantiene la temperatura fredda per 24 h

Due tappi inclusi

Lavabile in lavastoviglie

Ideale per escursioni

Fodero in paillette bicolori

Privo di BPA, BPS, plastificanti, ftalati

Lavabile in lavastoviglie

Tappo ermetico

Con moschettone

Laccio per polso

Tappo sportivo a prova di perdite

Senza BPA

Coperchio 2 in 1 fa da bicchiere

Chiusura ermetica

Diversi colori disponibili

Diverse taglie disponibili

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere la borraccia

La borraccia è un contenitore infrangibile realizzato in diversi materiali e forme, utilizzato soprattutto per trasportare acqua. Oggi questo accessorio è diventato davvero indispensabile nella vita di tutti i giorni, da portare sempre con sé per andare a lavoro, a fare una passeggiata, oltre che per fare sport, come correre o andare in bici.La storica foto in bianco e nero di Coppi e Bartali al Tour de France del '59.Nella storia della borraccia è ormai divenuta un simbolo la foto scattata durante il Tour de France del 1959, quella in cui i due eterni rivali Fausto Coppi e Gino Bartali se ne scambiavano una piena d’acqua durante la corsa. Al giorno d’oggi ancora si dibatte su chi stesse passando la borraccia all’altro, un gesto di antica cavalleria tra grandi rivali. Ma la borraccia ha una storia ancora più antica, infatti la sua prima antenata, l’otre, realizzata principalmente in legno, risale al 1860 per opera di Pietro Guglieminetti. Soltanto a partire dal 1912 si iniziarono a produrre borracce in alluminio.
Da allora ad oggi la borraccia si è trasformata in una piccola abitudine, utile oltretutto anche per ridurre il consumo giornaliero di plastica destinata alla produzione di bottiglie d’acqua usa e getta, quindi un piccolo gesto per noi, ma un grande aiuto per il pianeta. In questa guida all’acquisto analizzeremo tutti gli aspetti e le caratteristiche della borraccia per aiutarvi a capire quale borraccia scegliere.

Tipi di borracce

A seconda dell’uso che se ne voglia fare, è possibile acquistare diversi tipi di borracce. Per ogni circostanza esiste un tipo più indicato, in modo da favorire la comodità e la praticità in ogni situazione.

Borraccia a mano

La borraccia a mano o hand bottle è la soluzione più efficace in caso la vostra principale necessità sia quella di avere sempre a portata di mano acqua fresca da bere, quindi mentre siete al lavoro, durante una passeggiata o al supermercato mentre state facendo la spesa.Una borraccia sportiva a mano in plastico, con laccetto per il polso e coperchio a scatto.Insomma, una piccola bottiglia che possa essere riposta comodamente in una borsa o in uno zaino per essere portata sempre con voi.

Borraccia a sacca

Per chi invece ama lo sport o altre attività outdoor, come il running o il trekking, la borraccia a sacca è la soluzione più idonea.Una borraccia a saccaSi tratta di un contenitore morbido da infilare nello zaino con un piccolo tubo collegato per l’erogazione dell’acqua, che sarà sempre a portata di bocca e quindi facile da utilizzare. Inoltre, questo sistema vi garantisce la giusta e costante idratazione durante la vostra attività.

Borraccia a tracolla

La borraccia a tracolla è quella più classica, solitamente di forma tondeggiante e caratterizzata da una lunga tracolla per facilitarne il trasporto. Questo tipo di borraccia è più ingombrante rispetto agli altri, ma può essere una buona alternativa per una gita fuori porta, ad esempio durante un picnic, ma non risulta molto pratica nella vita di tutti i giorni.

Apertura

In questa guida ci occuperemo principalmente della borraccia a mano, poiché è tra le più diffuse e apprezzate. Questo tipo di contenitore si caratterizza anche per la sua apertura non sempre uguale su tutti gli esemplari.Una ragazza beve da una borraccia sportiva in plastica con beccuccio e coperchio a scatto.Anche quest’aspetto può rappresentare un punto decisivo che può aiutarvi nella scelta finale, ecco perché abbiamo pensato di spiegarvi nel dettaglio le diverse possibilità:

  • Avvitamento: l’apertura a vite è quella più classica. Questa soluzione è tra le più utilizzate anche perché, una volta avvitato bene il tappo, non dovrebbero verificarsi perdite;
  • Pressione: c’è poi la possibilità del tappo a pressione, molto diffuso nelle borracce da palestra, cioè quelle in plastica trasparenti;
  • Scatto: nelle borracce con apertura a scatto con un semplice tocco il tappo si apre e chiude. Inoltre, la chiusura è ermetica, quindi sicura contro le perdite di liquidi.

Materiali

Quando ci si appresta ad acquistare una borraccia è importante scegliere il materiale più efficace e adatto al proprio stile di vita. Se per esempio avete deciso di acquistarne una da tenere sempre con voi in borsa, meglio che non pesi troppo, mentre nel caso la vogliate portare in escursione o al mare, una borraccia in materiale isotermico sarà più appropriata. Scopriamo insieme quali sono le varie opzioni tra i tanti materiali disponibili sul mercato.

Borraccia in acciaio

L’acciaio inossidabile è sempre una garanzia quando ci si appresta ad acquistare un qualsiasi tipo di utensile o contenitore alimentare, poiché è un materiale robusto, resistente e facile da pulire. Molte delle classiche borracce a mano con apertura per avvitamento sono realizzate in questo materiale, quindi abbastanza sicure e funzionali.

Borraccia in alluminio

L’alluminio è l’alternativa più leggera all’acciaio, ma anche meno resistente rispetto a quest’ultimo.Una borraccia in alluminio appoggiata sulla sabbia addosso a un tronco.A volte lo stesso modello è realizzato con entrambi i materiali che vengono impiegati per la produzione dei diversi componenti, come tappo, bottiglia e altre rifiniture.

Borraccia in plastica senza BPA

L’alternativa al metallo per la realizzazione delle borracce è senza dubbio la plastica, molto più leggera, quindi facile da trasportare. I contenitori con apertura a scatto o tappo a pressione solitamente sono realizzati in questo materiale, come anche le borracce a sacca.Una borraccia sportiva in plastica con beccuccio a pressione.Molto spesso questo tipo di plastica però non è isotermica, quindi non mantiene le bevande in temperatura. Inoltre, qualora decidiate per una borraccia in plastica anziché in acciaio, è importante verificare che si tratti di plastica priva di BPA (bisfenolo A), una sostanza di sintesi che può essere nociva per il nostro organismo.

Borraccia isotermica

Alcuni modelli, sia in alluminio, sia in acciaio, possono avere una doppia o tripla parete interna al fine di mantenere l’acqua sempre fresca. Ovviamente all’interno della borraccia in alcuni casi è possibile introdurre altre bevande, come caffè o tè, che manterranno la loro temperatura per diverse ore: fino a 24 le bevande fredde e fino a 12 quelle calde.

Capacità

Qualsiasi nutrizionista oggi è d’accordo nel dire che ogni giorno dovremmo bere circa 2 l d’acqua per soddisfare le esigenze idriche del nostro organismo. Avere una borraccia sempre a portata di mano ci aiuterà quindi a soddisfare questo bisogno, ma è importante sceglierla delle dimensioni giuste. In commercio sono disponibili borracce per adulti dalle diverse capacità, da quelle più piccole da 500 ml fino a borracce da 1500 ml. Ci sono anche delle misure intermedie, precisamente da 750 o 1000 ml, e misure più piccole per bambini, da 200 o 330 ml. Se per esempio avete bisogno di una borraccia tascabile da tenere sempre in borsa, quelle da 500 ml o meno sarà più che sufficiente, ma se invece considerate di tenerla sempre sulla scrivania in ufficio, magari quella da 1000 o 1500 ml è la più indicata.

Le domande più frequenti sulla borraccia

Quanto costa una borraccia?

Una borraccia in plastica trasparente con tappo a pressione da 500 o 700 ml può avere un prezzo di partenza di 8 € appena. Se invece ricercate un prodotto realizzato con materiali migliori, come l’acciaio o l’alluminio, il costo potrebbe aumentare fino a oscillare tra i 12 e i 16 € per modelli con capacità di 750 ml. I modelli a sacca, che quasi sempre sono realizzati in plastica e hanno una capacità media di 2 l, hanno un prezzo medio di 15 €. A ogni modo, qualunque sia la vostra scelta, i prezzi delle varie tipologie sono abbastanza accessibili.

Quali sono le migliori marche di borracce?

Se parliamo di borracce per l’attività sportiva sicuramente sul mercato esistono ottimi modelli offerti da alcuni brand molto conosciuti, come Salomon o Camelback, sinonimo di garanzia e sicurezza. Se invece volete optare per modelli di borraccia per la vita di tutti i giorni è possibile rivolgersi a marche meno note, ma che offrono allo stesso tempo prodotti di buona qualità. L’importante, come sempre, è verificare sulla confezione del prodotto tutti i parametri già elencati al fine di acquistare un articolo sicuro e funzionale.

Qual è una buona borraccia per bambini?

È noto che i bambini siano sempre in movimento: saltano, corrono, giocano, si arrampicano e sono tra i maggiori bevitori di acqua. Anche in questo caso, per evitare sprechi e consumi inutili di plastica usa e getta, è consigliabile acquistare una borraccia a misura di bambino da portare sempre con sé ogni volta che si è fuori. Soprattutto nel caso dei più piccoli è importante acquistare un modello che non sia troppo grande o pesante, nel caso vada portato in gita o in escursione nello zainetto. In commercio esistono formati anche da 330 ml per i più piccoli (fino ai 3 anni).

Mano a mano che il bambino cresce è consigliato acquistare gradualmente una borraccia più grande, fino a raggiungere il formato da adulto. Molto importante è il tipo di apertura del contenitore: meglio scegliere quelle a scatto e con cannuccia per i più piccoli. Ovviamente sono disponibili borracce con colori e fantasie di ogni tipo, raffiguranti lo spazio, il regno animale o anche i personaggi Disney per andare incontro a ogni gusto e preferenza.

Come si lava la borraccia?

Una volta acquistata una borraccia è importante che questa sia sempre pulita e pronta per l’uso. È sbagliato, infatti, pensare che siano i materiali ad alterare i sapori dell’acqua contenuta, in quanto è proprio l’acqua che, se lasciata per giorni nel contenitore, ristagna con una conseguente alterazione del sapore. Di norma una borraccia può essere lavata in diversi modi a seconda del materiale in cui è realizzata. Se quelle in alluminio o acciaio possono quasi sempre andare in lavastoviglie, quelle in plastica non possono essere lavate in questo modo, ed è quindi preferibile lavarle a mano. Il nostro consiglio è di lavare la borraccia a mano dopo ogni uso. Il procedimento è molto semplice:

  • Versate nella vostra borraccia una goccia di detersivo per i piatti;
  • Introducete acqua calda per 2/3 della bottiglia;
  • Chiudete bene la bottiglia;
  • Agitate la borraccia per circa 2 o 3 minuti in modo da ottenere una pulizia approfondita;
  • Risciacquate più volte per assicurarvi di rimuovere i residui di detersivo;
  • Mettele la borraccia ad asciugare sullo scolapiatti.

In alcuni casi è possibile anche procedere con una pulizia più approfondita utilizzando come base l’aceto insieme all’acqua, magari facendolo agire tutta la notte. A prescindere da quale procedimento adottiate, vi ricordiamo che pulire la vostra borraccia ogni giorno è il primo passo per un suo corretto uso quotidiano.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato