Le migliori tende da campeggio del 2022

Confronta le migliori tende da campeggio del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Skandika Milano

Skandika Milano

La migliore

Amazon
FormaA tunnel
Numero di posti6
Impermeabilità5000 mm
Dimensioni (LxPxA)580 x 410 x 220 cm
Peso25,7 kg
Punti forti
  • Zona per dormire separata da quella abitabile
  • Numerose finestre ed accessi
  • Zanzariere per proteggere dagli insetti
  • Completamente impermeabile
  • Adatta a tutte le stagioni
Punti deboli
  • Non adatta a chi intende spostarsi di frequente
Coleman Galileo 5

Coleman Galileo 5

Il miglior rapporto qualità prezzo

Amazon
Addnature
FormaA tunnel
Numero di posti5
Impermeabilità3000 mm
Dimensioni (LxPxA)470 x 335 x 195 cm
Peso14 kg
Punti forti
  • Fino a 3 zone separate
  • Ideale per famiglie
  • 4 stagioni
Punti deboli
  • Montaggio un po' laborioso
Ferrino Chanty 5 Deluxe

Ferrino Chanty 5 Deluxe

Amazon
MondoTop
Nencini Sport
Anima Sportiva
FormaA tunnel
Numero di posti5
Impermeabilità2000 mm
Dimensioni (LxPxA)320 x 495 x 215 cm
Peso16,7 kg
Punti forti
  • Fino a 3 zone separate
  • Doppio telo termoisolante
  • Cuciture nastrate
  • 3 ingressi
  • Molti accessori interni
Punti deboli
  • Bassa impermeabilità
Ferrino Sling 1

Ferrino Sling 1

Amazon
Oliunid
Alltricks
Nencini Sport
Mountain experience
FormaA tunnel
Numero di posti1
Impermeabilità2000 mm
Dimensioni (LxPxA)80 x 270 x 65 cm
Peso1,3 kg
Punti forti
  • Ideale per trekking in solitaria
  • Apertura con zanzariera
  • Rivestimento termoisolante
Punti deboli
  • Poco spazio extra
McKinley Family 10.4

McKinley Family 10.4

Amazon
Anima Sportiva
FormaA igloo
Numero di posti4
Impermeabilità2000 mm
Dimensioni (LxPxA)270 x 370 x 195 cm
Peso7 kg
Punti forti
  • Ideale per vacanze itineranti
  • Aperture frontali con zanzariera
Punti deboli
  • Bassa impermeabilità
Alessandra Zunino
Aggiornato il 30 maggio 2022

Come scegliere la tenda da campeggio

Uno dei modi più belli di fare una vacanza a contatto con la natura è sicuramente il campeggio. L’Italia e l’Europa sono piene di località adatte a passare qualche giorno tranquilli, sia per esplorare il paesaggio, sia per passare un po’ di tempo in zone attrezzate e con animazione per i bambini. Scegliere una tenda da campeggio può rivelarsi più complesso di quanto si creda, perché le aziende del settore stanno creando prodotti che rispondono ad esigenze sempre più specifiche e non è facile orientarsi tra proposte così numerose. Il turismo si sta infatti diversificando sempre più e questo comporta un cambiamento sostanziale nelle richieste dei consumatori.Tenda da campeggio Se un tempo esisteva la tenda da campeggio generica, ora si trovano in vendita tende specifiche per ogni tipo di turista: da quello itinerante che si muove in solitaria con tutto il necessario sulle spalle, alla famiglia che ricerca tutti i comfort possibili e che desidera trascorrere un lungo soggiorno in campeggio. Inoltre i prezzi di questi prodotti sono estremamente variabili e si può decidere di investire qualsiasi cifra, dalle poche decine di Euro per i modelli base alle migliaia per prodotti molto eleganti. Tante esigenze, tante soluzioni: per questo abbiamo preparato questa guida all’acquisto, per selezionare la vostra nuova tenda da campeggio ed evitare di commettere gli errori più comuni al momento dell’acquisto.

Numero di posti in tenda

Il numero di posti è il primo criterio che viene in mente quando si desidera acquistare una nuova tenda da campeggio. Viaggiate da soli o in coppia? O forse state programmando le vacanze in campeggio con tutta la famiglia?
Il nostro consiglio è quello di acquistare sempre una tenda che abbia un posto in più rispetto al numero degli occupanti, per evitare fastidiosi effetti claustrofobici e oggettive difficoltà nei movimenti. Un posto in più vi consentirà inoltre di sistemare più facilmente tutti i bagagli. Se viaggiate da soli e volete stare comodi potete acquistare una soluzione biposto, mentre se ad esempio volete spostarvi con la famiglia al seguito e siete in cinque vi consigliamo di acquistare una tenda da 6 posti, oppure di scegliere due tende separate da 3 e 4 posti se i figli sono già indipendenti.Tenda da campeggio postiCalcolate che normalmente la superficie che viene calcolata per ogni persona è davvero limitata e qualche decina di centimetri in più vi concederà uno spazio vitale essenziale al vostro benessere. Questo discorso non vale per chi viaggia in solitaria zaino in spalla e deve caricarsi il peso della tenda sulla schiena. In questo specifico caso è invece preferibile una tenda piccola e con un ingombro ridotto. Spesso in questi casi si utilizzano le tende da trekking monoposto, che sono studiate per risultare compatte, leggere e funzionali. Nello scegliere il numero di posti tenete sempre conto che il prezzo sale proporzionalmente alla grandezza della tenda e allo spazio che avete a disposizione per accamparvi.

Tipi di tende da campeggio

Anche la forma della tenda è importante e dipende dal tipo di esperienza che volete vivere. Esistono ad esempio strutture molto facili da montare che sono adatte ai neofiti che sperimentano il campeggio per la prima volta, ma sono perfette anche per i turisti che si spostano spesso da un posto ad un altro. Questi ultimi infatti hanno bisogno di una tenda molto semplice da montare e smontare, per agevolare la rapidità degli spostamenti. Ci sono poi sul mercato delle tende più complesse e difficili da montare, che offrono in compenso uno spazio vitale molto più confortevole e rilassante. Queste sono più adatte al turista stanziale che rimane fermo in un unico posto durante tutta la permanenza e che magari viaggia con tutta la famiglia. In questo caso è comprensibile che sia disposto a fare un piccolo sacrificio iniziale e finale in cambio di una maggiore comodità durante tutta la durata del soggiorno. Vediamo quali sono le tipologie di tende da campeggio più comuni.

Canadese

Si tratta della forma classica, con due o tre pali centrali e il tetto spiovente, tipica dei boyscout o degli anni passati. Si tratta di una tenda dal facile montaggio, che richiama la struttura delle vecchie tende fa da te, realizzate con rami e coperte.Tenda da campeggio canadese Di canadesi “pure” oggi se ne trovano in giro molte meno, e spesso questo termine oggi viene associato anche con le versioni a cupola più piccole. Se cercate sui siti di e-commerce più noti, il termine “canadese” corrisponde all’idea di “piccola tenda“, ideale per un massimo di 2 persone.

A igloo o cupola

Questa struttura è sorretta da due archi incrociati. Se di piccole dimensioni, quindi associata anche alle canadesi, è una tenda leggera, di poco ingombro e semplice da montare, solitamente molto utilizzata dai viaggiatori che si spostano di frequente. Queste servono più che altro per il riparo notturno, perché la loro abitabilità è limitata rispetto ad altri modelli. In alcune versioni possono anche avere apertura a scatto con sistema pop-up ed essere usate senza tiranti, a patto che la si usi per poco tempo, perché una tenda senza tiranti può anche volare via portata dal vento.Tenda da campeggio igloo Le versioni a igloo o cupola più grandi, anche con ombrello che permette alla pioggia di scorrere viapiù facilmente, aumentano notevolmente di grandezza e di posti, arrivando anche oltre i 6. Le versioni più grandi somigliano molto alle prossime versioni, le tende “a casetta”.

A casetta

Presentano uno spazio soggiorno separato rispetto alla zona notte. Questo modello è indicato soprattutto per le famiglie con figli, che hanno bisogno di uno spazio comune in cui mangiare, rilassarsi, giocare o trascorrere il tempo in caso di pioggia o condizioni avverse. Rappresentano quindi l’ideale per soggiorni di lunga durata. Rispetto ad altri modelli è un prodotto decisamente più costoso, ingombrante e impegnativo da montare. Infatti è sempre bene montare queste tende in più di una persona, assicurarle bene al terreno, dotarle di teli per proteggerle dalla pioggia e di tappeti adeguati.Tenda da campeggio casetta Le tende più grandi sono un piccolo investimento e necessitano di una certa curva di apprendimento per poter essere montate alla perfezione. Spesso si tende a comprarne modelli troppo grandi rispetto alle proprie esigenze. Generalmente sono tende pensate per l’estate, proprio in virtù della lunga permanenza. Sono dotate di più comfort, come zanzariere su ogni apertura, finestre in PVC trasparente con tende incluse e possibilità di creare appunto una zona giorno.

A tunnel

La struttura è formata da archi paralleli e offre una buona abitabilità anche durante il giorno. Più facile da montare rispetto al modello a casetta, è molto diffusa soprattutto per le vacanze in famiglia. Le tende a tunnel sono indicate per persone che amino viaggiare in gruppo con gli amici o a famiglie con bambini che programmino vacanze un po’ più brevi.Tenda da campeggio tunnel Ovviamente esistono sul mercato tende a tunnel di ottima fattura, con grandi spazi e soffitto alto. In questi modelli più grandi l’angolo dell’arco è così ampio che la parete tondeggiante non costituisce un problema per inserire accessori, piccoli mobili ecc. Invece, nei modelli più piccoli lo spazio è più limitato, ma comunque superiore alle canadesi biposto.

Per tetto auto

Si tratta di modelli di tende contenute in un case rigido che va posizionato sul tetto della propria auto, poggiato saldamente sul portapacchi. Il montaggio della tenda è immediato e avviene grazie a dei sistemi pneumatici che la sollevano appena questa viene aperta, proprio come se fosse una valigia di grosse dimensioni. L’interno è generalmente adatto a ospitare due persone per la notte, che possono raggiungere la postazione tramite una scaletta in alluminio inclusa nel case. Altri modelli, invece, si aprono come una canadese a igloo e sono quasi sempre automatici, azionati da dei tiranti.Tenda da campeggio tetto auto La praticità di questi modelli è molto alta, ed è possibile godere anche di belle vedute dal tetto dell’auto e potenzialmente proteggersi dagli animali. L’Italia è infatti una nazione con meno unità di animali selvatici rispetto al centro Europa o agli Stati Uniti, anche per conformazione del territorio, tranne il recente ripopolamento dei cinghiali in quasi tutte le nostre campagne. Questo tipo di tenda è molto più utilizzato oltreoceano, dove, in caso di eventuale pericolo, si è sollevati da terra e ci si può allontanare in fretta. Più adatte per le Jeep e per i 4×4, versioni molto simili esistono anche per rimorchio auto, più capienti, o per rimorchio da bicicletta, più piccole. Gli interni sono provvisti di finestra, zanzariera e vani portaoggetti, dove poggiare smartphone, tablet e powebank.

Sollevata da terra

Questa versione di tenda è molto piccola, generalmente per una persona. La forma della tenda è a tunnel e la base è sollevata da terra come se fosse una brandina pieghevole. La somiglianza tra questo tipo di tende e le brandine è tale che spesso vengono commercializzate come “brandine da campeggio“. Sono orientate maggiormente a chi viaggia in bicicletta, che ha quindi bisogno di trasportare una struttura pratica su un traino leggero. Effettivamente queste tende si possono montare in pochi minuti.Tenda da campeggio brandina sollevata Va detto che i viaggi in bicicletta di questo tipo non sono molto comuni in Italia e solo nel Nord del Paese esistono dei percorsi adeguati che possano essere fatti in bicicletta con traino e con aree ristoro. Rimane comunque un’alternativa veloce alla classica canadese o alla tenda automontante. Un punto a sfavore di queste tende è che possono risultare, in base al modello, più o meno comode, esattamente come per una brandina.

Veranda per mezzi

Si tratta di tende che vengono realizzate per modelli di roulotte e camper specifici e vengono spesso chiamate colloquialmente “avantende”. La comodità di questi prodotti è che ampliano di molto lo spazio della roulotte o del camper, di fatto raddoppiando la superficie calpestabile. Sono indicate per lunghi soggiorni, ad esempio in campeggi a vocazione familiare, dove si risiede anche per tutto il periodo estivo. Questo perché il montaggio delle verande non è facilissimo, dev’essere fatto da almeno due persone contemporaneamente, la tenda va assicurata con chiodi e cavi, eventualmente coperta con un telo per la pioggia e le foglie, va dotata di linoleum per il pavimento e strati protettivi.Tenda da campeggio veranda mezzo Spesso i campeggi nostrani offrono una piazzola accessoriata, con terreno già rasato e servizi nelle prossimità. Queste verande non sono unica prerogativa delle roulotte familiari, ma sono sempre più comuni come accessori per camioncini, grosse auto e van, che siano questi o meno predisposti per il camping. Entrambe le tipologie di prodotto possono essere tenute aperte come gazebo, per esempio per ospitare una zona giorno, oppure possono essere chiuse per la notte o per ripararsi dalle intemperie. Alcuni modelli contengono sia una zona giorno che una o più zone notte. Sono sempre dotate di zanzariere e finestre in PVC; Le versioni per van possono anche avere dei portaoggetti e sono destinate a vacanze brevi.

Caratteristiche da considerare in una tenda da campeggio

Una volta capito quale tipo di tenda faccia più al caso vostro, è necessario considerare alcune ulteriori caratteristiche per effettuare un acquisto che si riveli soddisfacente nel tempo. Vediamole qui di seguito.

Impermeabilità

L’impermeabilità è un fattore fondamentale da considerare, qualunque sia la stagione in cui si decide di partire. Se è vero infatti che d’inverno è più facile dover dormire in balia di frequenti piogge, è altrettanto vero che d’estate si possono verificare improvvisi temporali che possono provocare forti disagi.
L’impermeabilità della tenda si misura in millilitri di colonne d’acqua. Per quanto riguarda la copertura, è bene preferire strutture che arrivino a 2500 ml, mentre il fondo che rimane a contatto con la terra deve essere più impermeabile, arrivando almeno a 4000 ml.Tenda da campeggio impermeabilitàUn’altra accortezza che dovete avere nella scelta della tenda da campeggio è quella di verificare che le cuciture siano nastrate. Questa caratteristica rende la tenda più resistente alle infiltrazioni d’acqua, che altrimenti potrebbero farsi spazio attraverso le cuciture. In linea generale dovrete valutare il fattore di impermeabilità con estrema cura in base al tipo di camping che andrete ad affrontare.
Usare una tenda nel periodo invernale non è particolarmente comune in Italia, ma siamo consapevoli che le abitudini stanno cambiando, spinti dalla curiosità di esplorare. Se avete quindi in mente di fare camping nel periodo invernale, è quasi obbligatorio investire in una tenda di qualità con doppio strato, oltre che prepararsi fisicamente e informarsi adeguatamente sulle temperature.

Ventilazione

Quando decidete di acquistare una tenda da campeggio dovete tenere in debita considerazione anche la capacità di ventilazione. L’intera struttura infatti è realizzata in materiali sintetici e tendenzialmente non è traspirante. È quindi buona norma acquistare un modello che, oltre all’ingresso, abbia anche delle finestre attraverso cui far circolare l’aria. L’ideale sarebbe che tutte le aperture (porte e finestre) fossero dotate di zanzariere, per lasciar passare l’aria impedendo allo stesso tempo l’ingresso a insetti e animali indesiderati. Tenda da campeggio ventilazioneQuesta necessità è molto avvertita in estate a causa delle temperature elevate, ma il bisogno di un’adeguata ventilazione che porti un ricambio di ossigeno è presente anche nei mesi più freddi dell’anno. Tutte le tende di alta qualità hanno zanzariere su tutti i lati e su tutti gli ingressi.
Come regola generale è anche opportuno non montare una tenda in zone senza fogliame, specialmente durante l’estate. La temperatura interna di una tenda di qualsiasi dimensione potrebbe aumentare notevolmente se lasciata sotto il sole, e continuare a scaricare il calore anche durante le ore notturne. Alcune soluzioni prevedono la costruzione di una copertura secondaria in PVC, ma questa è realmente possibile solo se vi sono alberi o pali nelle immediate vicinanze.

Peso e dimensioni

Questi fattori sono fondamentali per chi viaggia con la tenda in spalla, mentre sono trascurabili per chi decide di caricarla in macchina. Nel primo caso, infatti, si deve cercare di privilegiare la comodità negli spostamenti scegliendo un bagaglio più leggero, mentre nel secondo caso è possibile puntare a modelli più spaziosi e confortevoli, anche se pesanti e ingombranti. Un discrimine è sicuramente la scelta tra una tenda da campeggio monotelo e una a telo doppio. La prima sarà più leggera, a parità di numero di posti.Tenda da campeggio dimensioniAnche l’altezza interna della struttura dovrebbe avere una certa rilevanza nelle vostre valutazioni di acquisto. Più una tenda è alta, più sarà comodo dormire ed eventualmente mangiare al suo interno, ma questo vantaggio avrà ricadute negative sul peso e sull’ingombro della tenda, quindi dovete bilanciare bene vantaggi e svantaggi. Se viaggiate con tutta la famiglia sarà sicuramente più comodo optare per una tenda con una buona altezza massima, soprattutto se rischiate di affrontare giornate piovose e la vostra tenda rappresenta l’unico posto in cui trascorrere la giornata. Se invece la tenda vi serve solo come rifugio notturno e non avete intenzione di usarla durante il giorno perché impegnati in escursioni o altre attività, la sua altezza interna si rivelerà un fattore marginale nella scelta.

Comfort e praticità d’uso

Un elemento che migliora l’esperienza in tenda riguarda la sua capacità oscurante. Per evitare di svegliarvi all’alba per colpa di troppa luce è infatti utile scegliere una tenda che vi garantisca il massimo buio possibile al suo interno. Il risveglio sarà così un’esperienza molto più piacevole e anche l’eventuale riposo pomeridiano non sarà disturbato dalla luce.
Se non siete esperti campeggiatori o non avete voglia di sprecare tempo e fatica nella fase di accampamento controllate con attenzione anche la facilità di montaggio della tenda che vi interessa. La vostra scelta si dovrà basare sulle vostre capacità di montaggio, ma anche sul tipo di vacanza, itinerante piuttosto che stanziale. Nel primo caso vi farà più comodo una tenda da campeggio molto pratica e veloce da montare e smontare. Nel secondo caso potrete scegliere anche una soluzione più difficile da montare, perché dovrete occuparvene solo all’arrivo e alla partenza.

Materiali

I materiali sono fondamentali ed è proprio su questi che le più importanti aziende del settore stanno puntando per differenziarsi dalla concorrenza.
Solitamente il materiale impiegato per la tenda è il poliestere, particolarmente apprezzato per le sue caratteristiche di resistenza, leggerezza, impermeabilità e costo contenuto. Il catino, ovvero il telo che isola la tenda dal suolo, è invece spesso realizzato in polietilene. Alcuni modelli particolarmente costosi di tenda da campeggio sono realizzati in policotone, ma si tratta di un materiale che, a fronte di alcuni indiscutibili vantaggi come la traspirabilità, la resistenza e l’opacità alla luce, crea anche grossi problemi di gestione. In particolare lascia passare molta umidità e può avere problemi a livello di impermeabilità.
Per quanto riguarda i paletti con cui si ancora la tenda da campeggio al suolo ci sono diverse soluzioni. Oltre al più insolito acciaio, robusto ma molto pesante, i paletti possono essere realizzati in fibra di vetro o con il più resistente, leggero e costoso alluminio. Se possibile, vi consigliamo inoltre sempre di portare con voi dei paletti di riserva per essere pronti a destreggiarvi in qualunque evenienza.

Le domande più frequenti sulle tende da campeggio

Quanto costa una tenda da campeggio?

Il prezzo è quasi sempre proporzionato alla qualità della tenda da campeggio. Se non avete grosse esigenze e volete provare un’esperienza di camping senza pretese di comfort potete acquistare una tenda da campeggio con un budget ridotto. I campeggiatori abituali solitamente preferiscono optare per una sistemazione più costosa che possa garantire loro una serie di comodità maggiori e una migliore resistenza all’usura.
In generale le tende di fascia bassa sono indicate per chi desidera provare per la prima volta questo genere di esperienza, ma non è sicuro di volerla continuare in seguito. Possono inoltre essere adatte ad escursioni di breve durata (una sola notte) o realizzate in condizioni climatiche favorevoli (primavera o estate).Tenda da campeggio prezziStiamo parlando di prodotti che possono costare qualche decina di Euro e che offrono prestazioni basilari. In tutti gli altri casi è preferibile optare fin da subito per soluzioni più costose, ma decisamente più performanti.
I prezzi possono oscillare in maniera considerevole a seconda della grandezza della tenda, della tecnologia impiegata per la sua realizzazione e di una serie di optional che la rendono più confortevole. In questi casi si può facilmente arrivare a diverse centinaia di Euro, ma si tratta di un investimento che vale la pena data la qualità. Tende molto grandi e chic, o i modelli da tetto per auto, costano dai 2.000 € in su.

Quali sono le migliori marche di tende da campeggio?

La marca è importante perché le aziende che investono più soldi in ricerca sono anche quelle che offrono prodotti più all’avanguardia rispetto ad aziende concorrenti meno affermate. Oggi la guerra tra marche si gioca tra chi riesce a coniugare meglio leggerezza, resistenza, comfort, impermeabilità, facilità di montaggio e prezzo finale. Dato che il prezzo di una tenda da campeggio di grandi dimensioni è mediamente elevato è consigliabile affidarsi a marche conosciute e apprezzate per i loro elevati standard qualitativi: in questo modo sarete sicuri di acquistare un prodotto che risponda alle vostre necessità così da evitare brutte sorprese durante le vacanze. Le più note sono Skandika, Ferrino, Coleman, Bertoni, CampKing, Quechua, Obelink, Wurmi, Peggy Peg, BoCamp, CampKing.

Come pulire la tenda da campeggio?

La tenda da campeggio dovrebbe essere pulita sempre dopo l’utilizzo, prima di riporla in macchina o altrove. Rimuovere tutta la terra e i residui dall’interno è la parte principale del lavoro. Se ci sono macchie evidenti o sporco è bene di tanto in tanto pulirla con acqua e sapone, con uno sgrassatore o comunque prodotti semplici, anche naturali. La presenza di muffa potrebbe essere trattata con un antimuffa, badando a far svaporare completamente la zona interessata prima di dormirci, seguendo le istruzioni riportate sulle confezioni di questi prodotti.
La tenda va lavata all’aperto, quindi è necessario o lavarla in giardino, se ne avete uno, o lavarla sul terrazzo del vostro condominio. Se fa abbastanza caldo, è anche possibile lavarla al mattino e ripartire alla sera, aspettando che asciughi completamente. Prima di richiuderla la tenda dev’essere completamente asciutta, e se partite con una tenda mezza bagnata è il caso di lavarla nuovamente arrivati a casa, altrimenti in poche ore si inizierà a formare la muffa. Le tende da campeggio non possono assolutamente essere lavate in lavatrice, perché il calore e la centrifuga potrebbero strappare le cuciture e rovinare le plastiche. Lavare la tenda da montata è l’operazione più facile, dotandosi di un buon prodotto antibatterico e di una spugna, usando però parecchio olio di gomito. Se la tenda è vecchia e un lavaggio è assolutamente necessario, dotatevi di un’idropulitrice leggera o di una pompa e usate acqua tiepida e poco detersivo. Nei casi peggiori lavatela a mano pezzo per pezzo.

Cosa mettere sotto la tenda da campeggio?

La tenda da campeggio generalmente ha due parti da porre al di sotto della tenda vera a propria. Un telo protettivo in PET abbastanza duro va posizionato sotto la superficie della tenda, eventualmente assicurato con dei picchetti. Il telo va quindi messo sotto il cosiddetto “catino“, ovvero la base della tenda. Il catino non deve mai bucarsi, altrimenti insetti e acqua entreranno facilmente. Il telo protettivo dev’essere a misura della tenda: più grande potrebbe invitare l’ingresso di acqua sotto il catino, e sarebbe come dormire su un materasso ad acqua, con la differenza che ben presto l’acqua filtrerebbe internamente. Il telo protettivo in PET protegge inoltre il catino da sassi e rametti, che non devono mai perforarlo.Tenda da campeggio pop-upAll’interno del catino è poi necessaria una coperta da campeggio: queste hanno generalmente un lato in plaid e uno in PET e sono usate anche per i pic-nic. Questo doppio strato isola bene dal calore, spesso assorbito e rilasciato dalle proprietà del terreno stesso in base alla temperatura: calore corporeo assorbito col freddo, calore del sole rilasciato la notte nei periodi estivi. Al di sopra di questa coperta in plaid, che fa da pavimento, è quindi possibile posizionare gli strati che ci fanno più comodo e che preferiamo. Dalle stuoie tipo tatami di diverso spessore ai tappetini in gommapiuma, fino ai classici come le coperte termiche in tessuto riflettente, materassini per dormire, plaid vari o semplici sacchi a pelo.

Esistono tende da campeggio senza picchetti?

Risposta veloce: . Si tratta delle tende autoportanti, definite anche “free standing“, che tradotto dall’inglese significa “che sta in piedi da sola”. Le autoportanti sono generalmente di tre tipi: quelle a igloo, che si montano semplicemente allungando le aste a scomparsa; quelle con sistema tensivo pop-up, arrotolate su loro stesse e che si aprono con un clic; e quelle gonfiabili, le cui aste sono formate da tubi duri che vengono riempiti d’aria. Le prime due versioni sono tra le più comuni e hanno un costo irrisorio. Generalmente sono adatte per far dormire una sola persona, massimo due, e sono ideali per i soggiorni brevi. Le tende gonfiabili sono invece un prodotto relativamente recente, in fascia di prezzo decisamente più alta. Queste possono avere struttura a tunnel nei modelli più tradizionali, oppure forme poligonali e design chic. Dovrete probabilmente dotarvi di un compressore o un mini compressore per gonfiarle, il che rende il montaggio un po’ più complicato. In ogni caso, anche queste tende da campeggio vanno assicurate al terreno.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori tende da campeggio del 2022?

La tabella delle migliori tende da campeggio del 2022 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
Skandika Milano Skandika Milano
Miglior prezzo
469,00 €
Miglior qualità/prezzo
Coleman Galileo 5 Coleman Galileo 5
Miglior prezzo
415,14 €
Ferrino Chanty 5 Deluxe Ferrino Chanty 5 Deluxe Miglior prezzo
574,99 €
Ferrino Sling 1 Ferrino Sling 1 Miglior prezzo
129,00 €
McKinley Family 10.4 McKinley Family 10.4 Miglior prezzo
98,00 €

Tende da campeggio: gli ultimi prodotti recensiti

Domande e risposte su Tenda da campeggio

  1. Domanda di dunia | 04.09.2019 15:50

    Quale tenda per 3 persone, popup o istantanea, 3 stagioni, quind resistente a vento e pioggia ma fresca, possibilm. con un pò spazio libero interno

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 05.09.2019 14:43

      Per le tue esigenze ti consigliamo la Ferrino Proxes.

  2. Domanda di anto ferrari | 26.05.2019 14:05

    Cerco tenda a tunnel, per una max due persone, con zona notte e piccola veranda abitabile, dovrebbe avere all’incirca le seguenti misure: 3×2 h 160

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 11.06.2019 11:31

      Prova a guardare la Ferrino Proxes, dovrebbe fare al caso tuo.

  3. Domanda di Nico Fiorà | 03.07.2018 11:57

    per campeggio in montagna quale tenda devo acquistare? 4 -5 persone molto resistente contro pioggia vento “e bambini”

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13.07.2018 15:49

      La Skandika Gotland è l’ideale per le tue esigenze, puoi darci un’occhiata cliccando qui.

La migliore
Skandika Milano

Skandika Milano

Migliore offerta: 469,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Coleman Galileo 5

Coleman Galileo 5

Migliore offerta: 415,14€