Le migliori idropulitrici del 2021

Confronta le migliori idropulitrici del 2021 e leggi la nostra guida all'acquisto.

La migliore

Pressione: da 20 a 180 bar
Potenza: 3000 watt
Portata: 550 l/h
Tubo da 10 m
Riavvolgitubo integrato
Dimensioni: 46,3 x 33 x 66,7 cm
Peso: 18 kg
Punti forti
  • Adatto alla pulizia di automobili, piscine e camper
  • Presa ergonomica e stabile
  • Buona trasportabilità
  • Ottima portata e potenza
Punti deboli
  • Peso elevato

Il miglior rapporto qualità prezzo

Pressione: da 20 a 145 bar
Portata: 500 l/h e 40 m²/ora
Tubo da 8 m
Riavvolgitubo integrato
Ugello rotante, lancia, detergente e filtro idrico
Potenza: 2100 Watt
Punti forti
  • Pulizia di automobili medio-grandi e moto
  • Per scale, recinzioni, vialetti e muri di pietra
  • Presa ergonomica e stabile
  • Buona trasportabilità
  • Consumi mediamente contenuti
  • Accessori acquistabili separatamente
Punti deboli
  • Ingombrante
Pressione: da 20 a 180 bar
Potenza: 3000 watt
Portata: 600 l/h
Tubo da 10 m
Riavvolgitubo integrato
Dimensioni: 46,3 x 33 x 66,7 cm
Peso: 18 kg
Punti forti
  • Adatto alla pulizia di automobili, piscine e camper
  • Presa ergonomica e stabile
  • Buona trasportabilità
  • Ottima portata e potenza
Punti deboli
  • Prezzo piuttosto alto
  • Peso elevato
Pressione max: 150 bar
Potenza: 2200 W
Portata: 440 l/h
Lunghezza tubo: 8 m
Dimensioni: 39 x 31,2 x 78 cm
Peso: 13,5 kg
Punti forti
  • Ottime prestazioni
  • Maneggevole
Pressione max: 160 bar
Portata: 510 l/h
Potenza assorbita: 2500 W
Peso: 12,5 kg
Punti forti
  • Pressione massima notevole
  • Peso non eccessivo
Qualescegliere.it
Autore
Redazione

5 Fattori decisivi per la scelta dell’idropulitrice

1. Pressione

Idropulitrice professionale

Un’idropulitrice professionale genera un getto potente, grazie ad una pressione di oltre 500 bar

Il fattore pressione descrive la forza con la quale l’idropulitrice eroga l’acqua, ed è primario da considerare poiché la pressione influenza la tipologia di superfici, ambienti e/o oggetti che l’apparecchio è in grado di lavare o meno, nonché l’efficacia e il raggio d’azione dell’operazione stessa di pulizia.
L’idropulitrice è un elettroutensile dedicato prevalentemente alla pulizia degli esterni (come, ad esempio, veranda, mobili ed accessori per il giardino, terrazze, pavimentazioni esterne e persiane), ma anche per la propria auto, barca, bicicletta oppure moto. Questo strumento funziona funziona “alterando” un normale getto d’acqua, la cui pressione viene appositamente aumentata, in modo da essere utilizzato come dispositivo di pulizia profonda in tutti i campi d’applicazione sopraelencati.
La pressione che un’idropulitrice possiede viene quasi sempre espressa in bar (ma a volte potreste trovare nelle schede tecniche dei prodotti anche le atmosfere come unità di misura, indicate con atm) e, come principio generale, vale l’indicazione per cui maggiore è la pressione, maggiori saranno le prestazioni in termini di potenza del getto e conseguente versatilità di pulizia. Per intenderci meglio, immaginate che ad una maggiore pressione corrisponde una più energica “spinta” dell’acqua su una superficie di qualsiasi tipo e, com’è probabilmente facile immaginare, più energico sarà il contatto dell’acqua con l’oggetto o area da pulire, più efficace e semplice risulterà il lavaggio.Idropulitrice struttura
Per le idropulitrici da uso domestico, la pressione può andare da un minimo di circa 20 bar ad un massimo variabile: fino a 100/110 bar per i prodotti meno potenti e fino ad un massimo di 150 bar per i prodotti più efficaci, che sono in grado di pulire un’ampissima varietà di superfici ed ambienti, inclusi muri esterni, sporco e macchie ostinate e secche o magari gradinate ricoperte di muschi. Dai 160 bar in poi, invece, siamo di fronte a prodotti molto dotati e adatti per un utilizzo in contesti più impegnativi, fino ad arrivare alle idropulitrici professionali (che funzionano anche ad acqua calda, mentre queste di tipo domestico erogano solo acqua fredda), che hanno una pressione veramente elevata, superando anche i 500 bar.

2. Portata

Idropulitrice esterni

La portata dell’idropulitrice va valutata in relazione alle superfici che dovete pulire

La portata è un altro fattore decisivo nella scelta dell’idropulitrice da acquistare poiché questa, sommata alla pressione, completa il quadro delle prestazioni generali di pulizia dell’attrezzo.
La portata è la quantità d’acqua che l’idropulitrice è in grado di erogare in un’ora (il suo valore è espresso in l/h, litri per ora), un dato che condiziona i campi d’applicazione per cui lo strumento è adeguato oppure no: per avere prestazioni di pulizia efficienti, soprattutto su superfici ed ambienti difficili da trattare, c’è bisogno che la potenza e la portata dell’acqua erogata dall’idropulitrice siano proporzionali ed adeguate alla zona o agli oggetti da ripulire. Per farvi un’idea della portata adeguata all’utilizzo che desiderate fare del vostro prodotto, tenete presenti i seguenti valori indicativi:

  • Da 300 a 360 l/h: in questa categoria rientrano tutte quelle idropulitrici che hanno prestazioni discrete ma ridotte. Via libera alla pulizia di biciclette, mobili da esterno e attrezzi e macchine da giardino, ma non sono adatte per lavori più impegnativi e pesanti;
  • Da 360 a 500 l/h: questa categoria raccoglie le idropulitrici dalle prestazioni medie ed elevate, che possono essere utilizzate per la pulizia auto, biciclette, moto, mobili da esterno e attrezzi da giardino, scale esterne, muri di pietra, recinzioni e vialetti;
  • Oltre i 500 l/h: questa portata è tipica delle idropulitrici a prestazioni elevate, che sono in grado di occuparsi in maniera efficace del lavaggio di tutti gli ambienti ed oggetti indicati precedentemente, aggiungendovi anche la pulizia di roulotte, camper, 4×4, piscine e superfici esterne di qualsiasi tipo, incluse le facciate di una casa.

Idropulitrice prestazioni

Infine aggiungiamo che alcuni produttori indicano come portata anche la metratura che l’idropulitrice è in grado di coprire in un’ora: da questo punto di vista, un prodotto buono per uso non professionale può coprire circa 40 m², mentre per un prodotto di fascia economica questo valore potrebbe attestarsi intorno ai 20 m².

3. Accessori

La tipologia e la quantità di accessori con cui un’idropulitrice si accompagna al momento dell’acquisto incidono sulle prestazioni che la macchina può offrire e sui suoi campi d’applicazione.
La gamma di accessori abbinabili ad un’idropulitrice varia molto e include diversi tipi di lance, come ad esempio quella angolare, quella multi-jet o quella telescopica per pulire facciate e zone molto alte, set per la pulizia di grondaie e tubi, detergenti, accessori per la pulizia del patio, lavasuperfici e spazzoloni, oltre ad accessori più funzionali come adattatori, tubi di ricambio e filtri.
Non c’è una regola fissa nella tipologia di dotazione prevista con un’idropulitrice, ciò che varia da un modello all’altro, e incide molto sul prezzo finale, è chiaramente la qualità e il numero di pezzi inclusi in confezione al momento dell’acquisto.Idropulitrice lance a getto

In linea generale, le idropulitrici più economiche si accompagnano ad un’impugnatura a pistola e ad una lancia di tipo standard, mentre quelli più cari includono sempre tra i quattro e i cinque accessori, tra cui un detergente.

Idropulitrice pistola erogatrice

Idropulitrice detergenteCostituiscono poi un’eccezione le versioni “speciali”, che includono cioè dei kit di accessori dedicati a speciali operazioni di pulizia come, ad esempio, il kit casa o il kit auto.

Idropulitrice accessorio pavimenti
Infine, i diversi marchi che si occupano della produzione di idropulitrici prevedono comunque che tutti gli accessori siano acquistabili separatamente in un momento successivo all’acquisto qualora si rendessero necessari.

4. Praticità d’uso

Idropulitrice potente

Maniglia e rotelle sono fondamentali, soprattutto in modelli potenti molto ingombranti

Il fattore praticità d’uso fa riferimento ad una serie di caratteristiche strutturali e funzionali dell’idropulitrice a cui l’utente dovrà prestare attenzione per assicurarsi un prodotto che sia maneggevole, dall’uso comodo e la cui manutenzione sia semplice. Guardiamo nel dettaglio gli elementi che incidono sulla praticità d’uso di una idropulitrice:

  • Peso e ingombro: in commercio sono disponibili modelli dalla stazza davvero variabile. Troviamo infatti apparecchi piccoli, con un peso di circa 4 kg, e modelli con una struttura importante, anche superiore ai 25 kg. Un altro aspetto da considerare è l’ingombro vero e proprio, in termini di forma dello strumento e di spazio di cui necessiterà non solo a lavoro ma soprattutto per essere riposto: abbiamo prodotti che si sviluppano in orizzontale, oppure prodotti che prevedono una struttura verticale, che può essere molto imponente fino a misurare anche più di un metro;
  • Trasportabilità: bisognerà verificare se sono presenti maniglie e rotelle sul prodotto, e in che numero, per facilitarne lo spostamento e la maneggevolezza. Abbiamo idropulitrici molto compatte e leggere che possono essere indossate come uno zaino, e modelli più robusti che invece prevedono una o più maniglie per il traino e delle grosse ruote per il trasporto durante il lavoro. Bisognerà tenere in considerazione anche l’ambiente su cui si adopererà il prodotto: case o esterni con numerose scalinate oppure con superfici rocciose o ruvide rappresenteranno un ostacolo al movimento di idropulitrici grosse e con rotelle;Idropulitrice maniglia
  • Facilità d’uso: questo elemento si riferisce non solo alla semplicità nell’azionare la macchina, selezionare le varie impostazioni di utilizzo e connetterla alla sorgente primaria d’acqua, ma anche ad alcune caratteristiche come la presenza di un avvolgitubo integrato e l’inserimento intuitivo e immediato di accessori supplementari.Idropulitrice uso

5. Consumi e potenza

Idropulitrice auto

Per pulire l’auto ogni settimana può servire un modello mediamente potente

In ultimo, ma non per importanza, troviamo il fattore che descrive la potenza e i relativi consumi di un’idropulitrice, due elementi che è necessario valutare prima dell’acquisto in quanto, soprattutto nel caso di necessità di utilizzo frequente dell’apparecchio, bisognerà assicurarsi che questo sia sufficientemente “energico” da poter rispondere alle aspettative del consumatore, e bisognerà anche essere consapevoli dei consumi che il prodotto comporterà in bolletta.
La potenza di un’idropulitrice viene sempre espressa in kW (o qualche volta semplicemente in Watt) e varia in maniera abbastanza considerevole: i modelli di uso domestico più diffusi e adeguati alla maggior parte degli interventi di pulizia esterni hanno un valore che oscilla tra 1,3 kW e 1,8 kW, una potenza che non vi farà indebitare per colpa della bolletta a fine mese. Le idropulitrici che invece vengono utilizzate per interventi straordinari o per usi più impegnativi e complessi hanno potenze variabili da 1,9 a 2,1 kW, mentre i prodotti destinati ad utilizzi quasi industriali hanno circa 3 kW.Idropulitrice potenza e consumi
I modelli con un wattaggio maggiore hanno sicuramente dei consumi più elevati, ma bisogna anche considerare che questi apparecchi possono rimuovere lo sporco con più forza impiegando meno tempo, motivo per cui, in fin dei conti, i consumi possono essere considerati quasi “bilanciati”. Piuttosto, dovete pensare alle vostre esigenze d’uso, per scegliere un’idropulitrice che abbia dei consumi ed un wattaggio adeguati alle vostre esigenze: per lavare ogni tanto il vialetto del giardino e l’arredo esterno vi basterà un modello da 1,4 kW, mentre, se avete intenzione di pulire ogni settimana o due il vostro 4×4 oppure l’esterno di casa, allora averete necessariamente bisogno di un’idropiulitrice che abbia da 2 kW a salire.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta dell’idropulitrice

I materiali sono importanti?

I materiali che vengono impiegati per la produzione delle idropulitrici sono sempre gli stessi. Varia sicuramente la qualità delle plastiche e leghe metalliche impiegate (e dei componenti tessili, nei modelli che si indossano come degli zaini) e, ovviamente, il colore e design. Soprattutto se pensate di utilizzare frequentemente la vostra idropulitrice, sarà bene munirsi di un modello che sia robusto e che possa sostenere performance elevate. Considerando che quest’apparecchio emette acqua pressurizzata, sarà bene affidarsi a modelli con meccanismi interni ben fatti e che restino saldi nel tempo, onde evitare incidenti oppure danneggiamenti della macchina. Un altro aspetto da considerare è anche la qualità dei materiali utilizzati per le rotelle e per gli accessori: sono proprio questi pezzi, infatti, a dover subire maggior trazione ed essere maneggiati di più, e sono quindi più soggetti ad usura. Infine, ricordate sempre di verificare che i materiali utilizzati per la produzione del vostro apparecchio siano a norma e totalmente atossici.

La marca è importante?

Dando un’occhiata all’offerta di mercato delle idropulitrici, ci si renderà conto che sono parecchi i marchi che si occupano della loro produzione, e che spesso sono aziende conosciute per altri strumenti dedicati al fai da te e alla cura della casa e del giardino. Non è tanto importante orientarsi su un brand nello specifico piuttosto che su un altro, quanto affidarsi a produttori conosciuti, affidabili e ben diffusi sul territorio per due motivi. Il primo è di tipo “utilitaristico”, ovvero bisogna affidarsi a marchi in grado di offrire un prodotto che poi sia effettivamente corrispondente a quanto promesso dalle pubblicità o dalle specifiche tecniche. L’altro motivo risede invece nel fatto che aziende ben diffuse sul territorio offrono sicuramente un servizio di post vendita più attivo e valido, e rendono così semplice reperire pezzi di ricambio, parlare con un servizio di assistenza clienti e risolvere qualsiasi dubbio o problema successivo all’acquisto. Tra le marche più diffuse nella produzione di idropulitrici troviamo Kärcher, Bosch, Makita e Lavor.

Il prezzo è importante?

Se avete dei limiti di budget da rispettare, dovrete fare attenzione a verificare che l’idripulitrice che intendete acquistare possegga tutte le caratteristiche di cui avete bisogno per sostenere le operazioni di pulizia desiderate. Se è vero che è possibile reperire in commercio delle idropulitrici dalla qualità accettabile anche già a partire da 50 o 60 €, è anche vero che questi modelli hanno sempre una portata ed una pressione ridotte e, di conseguenza, sono idonee solo ad alcune tipologie di lavaggi esterni o per gli interni della propria abitazione. Sicuramente, se avete bisogno di un apparecchio in grado di pulire la facciata esterna di casa vostra oppure delle automobili di dimensioni medie o grandi, dovrete orientarvi verso modelli più potenti ed inevitabilmente più costosi: la fascia di prezzo alta include prodotti che vanno dai 250 € in su (con un aumento delle prestazioni che è proporzionale al lievitare del costo finale), mentre tutti i prodotti collocati in una fascia di prezzo che oscilla da poco meno di 100 € a circa 200 € sono da considerare a metà strada tra un’idropulitrice essenziale e una invece sofisticata e super accessoriata come i prodotti top di gamma.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori idropulitrici del 2021?

La tabella delle migliori idropulitrici del 2021 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
Kärcher K 7 Premium Full Control Home Plus
Miglior prezzo
414,92 €
Miglior qualità/prezzo
Kärcher K 5 Premium Home
Miglior prezzo
247,85 €
Kärcher K 7 Premium Full Control Plus Miglior prezzo
414,92 €
Black + Decker BXPW2200PE Miglior prezzo
154,00 €
Lavorwash 160 Galaxy Miglior prezzo
149,99 €

Idropulitrici: gli ultimi prodotti recensiti

Domande e risposte su Idropulitrice

  1. Domanda di Anna | 09.06.2020 18:05

    Salve, le mie esigenze: pulizia pavimento porfido garage, muri esterni da muschio, macchine di media cilindrata, e persiane. Quale comprare? Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 10.06.2020 14:30

      Guarda la Lavorwash 160 Galaxy, è ricca di accessori per tutte le esigenze.

  2. Domanda di Rob | 16.07.2018 11:37

    Se uso l’idropulitrice per lavare ad es. una bicicletta, c’è una modalità per “sparare” aria per asciugarla o devo ricorre ad altro strumento?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18.07.2018 13:11

      In generale è sconsigliato utilizzare aria per asciugare la bici, che potrebbe danneggiare le guarnizioni.

  3. Domanda di Livia | 14.07.2018 08:34

    È possibiile usare i pridotti acidi per togliere il calcare dal cotto esterno mettendolo nel serbatoio del detergente o l’idropulitrice si rompe?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16.07.2018 11:03

      Ci sono prodotti acidi anticalcare per idropulitrici.

  4. Domanda di Gianfranco Valenti | 06.06.2018 11:18

    Le soglie in cls. delle vetrate del mio ufficio si sono sporcate causa escrementi rondini che nidificano nel sottogronda. Come posso intervenire?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 11.06.2018 13:13

      Potresti prendere la Kärcher K 5 Premium Home, si tratta di un modello molto versatile che può pulire anche vetrate e grondaie.

  5. Domanda di Elena Russo | 01.05.2018 21:23

    Salve. Sto valutando l’acquisto di un’idropulitrice. Sono in forse tra una Bosch easyaquatak 120 e una Lavor galaxy 150. Mi date un consiglio? Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 04.05.2018 16:24

      Molto dipende dalle esigenze personali, tra i migliori modelli consideriamo il Kärcher K 7 Premium Full Control Plus, leggendo la recensione capirai se è il modello adatto a te.

  6. Domanda di gobbo claudio | 27.03.2018 18:50

    cerco unidropulitrice monofase che sviluppi 190 200 atm e il prezzo consigliato

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28.03.2018 19:38

      Idropulitrici da circa 200 atm sono di fascia superiore, il costo parte da circa 300-400 euro e il motore è quasi sempre a scoppio. Per aiutarti, però, dovresti darci maggiori informazioni sull’utilizzo che ne dovrai fare.

  7. Domanda di michele mastrantonio | 13.03.2018 22:51

    mi serve una idropul. (lavor) cui applicare spazzole rotanti, lance varie, sabbiatrici per ruggine forte, sporco indurito ecc. che modello e kit ?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.03.2018 13:54

      Puoi vedere il modello Karcher Idropulitrice – K 5 Full Control Home, nel caso volessi qualcosa di più professionale facci sapere quanto vuoi spendere massimo.

  8. Domanda di Donatella | 13.03.2018 17:36

    Salve, devo pulire un pavimento in porfido. Quale modello mi consigliate? Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.03.2018 13:48

      Pensiamo che il modello Bosch AQT 45-14 X può essere una buona soluzione per te, dotato di vari accessori tra cui un lava-terrazze, che può appunto fare anche al caso tuo.

  9. Domanda di Daniele | 14.02.2018 23:17

    Buonasera potreste consigliarmi quale idropulitrice é più indicata per pulire muri esterni garage e scivolo di cemento esposti ad intemperie?grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16.02.2018 12:27

      Il prodotto più completo è la Kärcher K 7 Premium Full Control Plus, prodotto dotato di ottimi dati tecnici, la portata è tale che potrai pulire velocemente anche i muri esterni o i pavimenti della casa e del garage.

  10. Domanda di Stefano | 28.01.2018 10:34

    Quale idropulitrice consigliare per pulire pavimento di un terrazzo da 30 mq ? Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 29.01.2018 11:49

      Pensiamo che il modello Bosch AQT 37-13 + sia un buon compromesso qualità-prezzo, un prodotto che vanta ottimi feedback anche relativi alla pulizia di pavimenti e terrazzi.

La migliore

Kärcher K 7 Premium Full Control Home Plus

Migliore offerta:414,92€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Kärcher K 5 Premium Home

Migliore offerta:247,85€