I migliori piani cottura con cappa integrata del 2024

Confronta i migliori piani cottura con cappa integrata del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

ferlegnocommerce
1.350,00 €
vream
949,90 €
vieffetrade
1.371,58 €
prezzoforte
995,59 €
murripatrizia
1.154,99 €
opportunitycommercecom
1.354,00 €
tamtamprice
983,00 €
tamtamprice
1.400,00 €
murripatrizia
1.000,99 €
trovaincasso
1.194,40 €
murripatrizia
1.376,90 €
trovaincasso
983,32 €
prezzodigitale
1.424,28 €
prezzodigitale
1.019,41 €
prezzodigitale
1.208,63 €
vieffetrade
1.499,43 €
amazon
1.399,00 €
elettrovillage
1.449,87 €
tamtamprice
1.189,02 €
tamtamprice
1.283,00 €
tamtamprice
1.524,00 €
amazon
1.636,00 €
amazon
1.195,23 €
amazon
1.324,00 €

Dati tecnici

Tipologia

Induzione

Induzione

Induzione

Induzione

Gas

Fuochi

4

4

4

4

4

Potenza fuochi

4x 2100/3000 o 2x 3700 W

4x 2200/3100 W W

1200/1400, 1600/1850, 2100/3000, 2300/3000 W

4x 2300/3200 W

2 x1750, 3000, 3500 W

Limitatore potenza

3700 W

1200-7400 W

3100-7400 W

1500-7200 W

n.a.

Funzioni

Timer, Blocco sicurezza, Power boost, Mantenimento in caldo, Connessione zone cottura, Cappa integrata

Timer, Blocco sicurezza, Power boost, Connessione zone cottura, Cappa integrata

Timer, Blocco sicurezza, Power boost, Connessione zone cottura, Cappa integrata

Timer, Blocco sicurezza, Power boost, Connessione zone cottura, Cappa integrata

Cappa integrata

Dimensioni piano

83 x 52 cm

60 x 52 cm

83 x 51 cm

83 x 51,5 cm

88 x 51 cm

Dimensioni nicchia

77 x 49 cm

56 x 49 cm

80,7 x 49,2 cm

77 x 48 cm

84 x 48,7 cm

Punti forti

Cappa integrata nel piano cottura

Cappa integrata

Cappa integrata con design a turbina

Cappa integrata con elevata capacità di estrazione

Il primo piano a gas con cappa

Possibilità di creare una doppia zona combinata

Possibilità di combinare due zone di cottura

Possibilità di collegare due zone cottura

Buona efficienza energetica

Bruciatore a doppia corona

Funzione di mantenimento in caldo

Prezzo contenuto

Buona efficienza energetica

Limitatore potenza con molti livelli

Design elegante in vetro e ghisa

Ottima efficienza energetica

Può essere inserito in una nicchia standard

Aspirazione potente e silenziosa

Possibilità di unire due zone cottura

Cappa con timer e allarme cambio filtri

Ottima capacità di aspirazione

Design moderno e pluripremiato

Base di appoggio per utensili e altro

Punti deboli

Classe energetica non eccellente

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

I piani cottura con cappa integrata

Se la vostra cucina è progettata con un’isola al centro della stanza oppure avete un soffitto molto alto o inclinato, installare una cappa aspirante direttamente sopra il piano cottura potrebbe essere complicato. Per questo motivo negli ultimi anni si stanno diffondendo sempre di più i piani cottura con cappa integrata, ovvero modelli in cui l’estrattore non si trova sopra i fornelli, ma al centro di questi.
È una soluzione pratica, elegante e innovativa che permette di preservare lo stile della vostra cucina e di non sacrificare uno dei pensili per lasciare spazio alla cappa.
piano cottura con cappa integrataTrattandosi di elettrodomestici ancora poco conosciuti, in questa pagina vi aiuteremo a capire come funzionino e se valga la pena acquistarli, soprattutto perché si tratta di prodotti piuttosto costosi rispetto alla media dei piani cottura. Scopriremo inoltre quali sono i migliori piani cottura con cappa integrata del momento.
Qui sotto trovate invece i link alla nostre guide all’acquisto dei piani cottura e delle cappe da cucina, più un approfondimento sui modelli a induzione:

Come funziona un piano cottura con cappa integrata

I piani cottura con cappa integrata sono piani a induzione. A esclusione di un modello sviluppato da Elica, che vedremo successivamente, non esistono infatti piani cottura a gas dotati di aspiratore.
Questi apparecchi presentano un estrattore posizionato al centro dei fornelli, che cattura i vapori e gli odori generati durante la cottura dei cibi prima che abbiano la possibilità di diffondersi in cucina. Le particelle di grasso rimangono bloccate su un filtro metallico, mentre il vapore acqueo si raccoglie in una piccola unità di condensazione. Sotto al piano di cottura si trova poi un serbatoio di sicurezza più grande, con una capacità di circa 1-2 litri, in cui vengono convogliati i liquidi nel caso in cui si rovesci accidentalmente sul piano una grande quantità di acqua o magari di sugo.piano cottura con cappa integrata aspiranteProprio come avviene per le normali cappe da cucina, anche quella integrata nel piano cottura può essere aspirante o filtrante. Nel primo caso i fumi vengono convogliati all’esterno tramite un condotto di evacuazione, che deve essere appositamente realizzato da un tecnico; nel secondo l’aria viene reimmessa nell’ambiente della cucina dopo essere stata purificata tramite filtri antiodore e antigrasso, che devono essere sostituiti dopo alcuni mesi. Il primo sistema è più performante, il secondo è meno invasivo.
Qualsiasi tipo di piano aspirante scegliate, tenete a mente che, il più delle volte, la presenza dell’estrattore ne fa aumentare la larghezza (di solito fino a 83 cm), perciò non potrete inserirlo in una nicchia standard, ma dovrete realizzarne una apposita.

Vantaggi del piano cottura aspirante

Innanzitutto, nonostante il prezzo possa sembrare proibitivo, bisogna considerare che acquistando questo prodotto otterrete due apparecchi in uno. I piani con cappa integrata sono quindi più economici delle altre alternative a disposizione, ovvero installare un normale piano cottura e poi una cappa a isola, a soffitto oppure a scomparsa.piano cottura con cappa integrata vantaggiUn altro vantaggio non da poco riguarda la capacità di aspirazione: a parità di prestazioni (che si misurano in m³/h), le cappe integrate nel piano risultano più efficienti di una cappa sopraelevata perché si trovano allo stesso livello dei fornelli e aspirano i fumi non appena vengono prodotti. Hanno inoltre una rumorosità leggermente inferiore, un dato che si può verificare controllando i decibel indicati sulla scheda tecnica.
Per finire, è importante ricordare che sono elettrodomestici molto versatili perché possono essere installati sia vicino alla parete, sia su un’isola, e oltretutto rappresentano una soluzione moderna e di sicuro effetto.

I migliori piani cottura con cappa integrata

Se vi state lasciando tentare dall’acquisto di un piano cottura con cappa integrata, ecco per voi una serie di modelli molto interessanti.

Elica NikolaTesla One BL/A/83

Con modelli che uniscono prestazioni eccellenti e design ricercato, Elica è il brand numero uno nel settore delle cappe da cucina. Non stupisce quindi che anche tra i piani cottura aspiranti si trovi un modello prodotto dall’azienda marchigiana.
NikolaTesla One è un piano a induzione con al centro un aspiratore dall’originale design a turbina. Ha una larghezza di 83 cm e quattro zone cottura, di cui due collegabili tramite funzione bridge.
Nonostante Elica non sia specializzata in piani cottura, le caratteristiche di questo elemento sono in linea con quelle dei migliori modelli: fornelli potenti; ma dotati di controllo della temperatura per realizzare la cottura lenta o evitare il surriscaldamento dei liquidi, timer con autospegnimento e indicatore di calore residuo.

La cappa ha un’ottima capacità aspirante massima, 545 m³/h in versione filtrante e 640 m³/h in versione aspirante, ed è dotata di filtri Long Life ++ che hanno una durata di 3-5 anni. Può attivarsi automaticamente identificando le zone di cottura accese e impostando il livello di potenza adeguato, per poi spegnersi gradualmente a cottura ultimata. Si può però anche scegliere di accendere la cappa manualmente e anche di programmarne lo spegnimento temporizzato.

Electrolux KCC84453CK

Electrolux produce sia piani cottura, sia cappe aspiranti, entrambi caratterizzati da funzioni avanzate e ottima qualità. Il piano aspirante KCC84453CK ne è la conferma.
Si tratta di un piano a induzione con quattro fuochi in cui l’aspiratore eXtractor funge da cappa filtrante e ha una portata di 640 m³/h in condizioni di uso intenso o power boost. Senza entrare nel dettaglio dei diversi dati che determinano l’efficienza energetica del prodotto, ci limitiamo a dire che i valori della cappa sono davvero eccellenti.
Questo elemento è dotato di timer con autospegnimento e in modalità automatica può regolare la velocità della ventola in base alla potenza delle zone di cottura. Troviamo poi la modalità Breeze, che attiva la cappa alla velocità e al livello di rumorosità minimi per rimuovere gli odori persistenti dopo la cottura.

Nel piano cottura troviamo la funzione bridge per trasformare due fornelli in un’unica zona di cottura, lo spegnimento automatico sia quando non vengono rilevate pentole sui fornelli, sia in caso di surriscaldamento, e il blocco di sicurezza. Nei piani a induzione è normale trovare un limitatore di potenza per evitare che l’elevato assorbimento energetico faccia saltare il contatore; tuttavia, nei modelli Electrolux si trovano molti livelli tra cui scegliere, tra cui alcuni piuttosto bassi, come 1,5 kW.

Franke Maris FMA 839 HI

Il nome Franke è sinonimo di affidabilità, tecnologie all’avanguardia e design raffinato.
Il modello che vi proponiamo è l’unico a raggiungere la classe energetica A++, valore che, ricordiamo, riguarda la cappa e non il piano cottura, visto che per questo elemento i produttori non sono tenuti a fornire un’etichetta energetica. È anche il modello in cui la cappa raggiunge la portata più elevata, con una capacità di aspirazione massima di 700 m³/h.

Le zone cottura sono molto potenti, infatti tutti e quattro i fuochi raggiungono i 2.100 W o 3.000 W con il booster. Questo è inoltre l’unico piano cottura della nostra selezione in cui i fuochi possono essere combinati per ottenere una doppia zona di cottura più ampia, ciò vuol dire che la funzione bridge (o Full Flexi, come la chiama Franke) è attivabile su entrambe le metà del piano. Altre funzioni molto interessanti, tipiche solo dei piani di fascia alta, sono quella di mantenimento in caldo e di standby, utile per memorizzare le impostazioni dei fornelli per 10 minuti quando ci si deve allontanare dal piano.
La cappa può essere sia aspirante, sia filtrante e, anche in questo caso, è temporizzata e può funzionare sia in modo manuale, sia automatico. Una caratteristica unica di questo modello è la possibilità di disattivare il filtro a carboni attivi per prolungarne la longevità qualora si abbia bisogno di aspirare solo i fumi dei cibi, ma non gli odori.

Beko HIXI 64700 UF

Beko è tra i marchi più popolari tra i consumatori alla ricerca di elettrodomestici affidabili, ma anche economici. Questo è infatti il modello di piano con cappa integrata meno costoso della nostra selezione.
A differenza dei piani visti finora è inoltre l’unico a conservare la larghezza standard di 60 cm, perciò può tranquillamente essere inserito in una nicchia preesistente.
Anche qui ritroviamo la zona di cottura combinata IndyFlex per utilizzare pentole di grandi dimensioni. I fornelli hanno una potenza di 2.200 W (3.100 con booster), ma il limitatore di potenza offre numerose opzioni per limitare i consumi, con un limite minimo di 1.200 W. La funzione Stop&Go mette in pausa il piano cottura e ne memorizza le impostazioni finché non viene premuto nuovamente.

La cappa ha una buona capacità di aspirazione, che raggiunge un massimo di 620 m³/h in versione aspirante, però ha una rumorosità ridotta grazie a uno speciale rivestimento isolante. Anche qui è presente un tasto per attivarne il funzionamento automatico.
Beko HIXI 64700 UF è un piano aspirante dotato delle caratteristiche essenziali che questo prodotto dovrebbe avere e lo consigliamo se avete un budget inferiore ai 1.000 €. La differenza di prezzo con gli altri modelli valutati in precedenza la fa innanzitutto la classe energetica (A anziché A+ o A++) e poi le dimensioni contenute, che per molti potrebbero però essere un pregio anziché un difetto.

Elica NikolaTesla Flame BL/A/88

L’ultimo modello che vi proponiamo è unico nel suo genere e non stupisce il fatto che sia stato realizzato ancora una volta da Elica, marchio pluripremiato per il design innovativo delle sue cappe e dei suoi piani aspiranti.
Al momento in cui scriviamo, NikolaTesla Flame è infatti l’unico piano cottura a gas con estrattore. Rappresenta quindi la scelta ideale per chi non vuole rinunciare ai vantaggi della cottura a gas, ma non desidera installare una cappa a sé stante. L’estrattore ha una portata di 550 m³/h in modalità filtrante e 600 in modalità aspirante. Non trattandosi di un modello elettrico, il funzionamento automatico della cappa non è consentito, perciò l’attivazione deve avvenire manualmente. È tuttavia possibile impostare il timer di spegnimento.

I quattro fornelli sono molto potenti, da 1.750 W a 3.500 W, e non manca un bruciatore a doppia corona. Le griglie in ghisa hanno un design piatto e sono collegate tra loro in modo da non dover sollevare le pentole per trasferirle da un fornello all’altro. Troviamo infine un piccolo piano d’appoggio in ghisa, posizionato sopra l’aspiratore, su cui si possono appoggiare cucchiai, mestoli oppure spezie e condimenti vari.

Le domande più frequenti sui piani cottura con cappa integrata

Come si pulisce il piano aspirante?

La pulizia del piano aspirante è più semplice rispetto a quella di una cappa da cucina, visto che si può semplicemente sollevare il coperchio dell’estrattore per accedere al vano in cui sono collocati i filtri.piano cottura con cappa integrata puliziaQuello antigrasso può essere lavato a mano o in lavastoviglie secondo le istruzioni fornite sul manuale in dotazione, mentre quello a carboni attivi va sostituito quando si accende la spia sul piano cottura.
Da questo vano si può accedere facilmente anche alla piccola camera di raccolta dei liquidi, che può essere sollevata e lavata a mano o in lavastoviglie. Per svuotare invece il serbatoio più grande bisogna aprire il cassetto o le ante sopra cui è incassato il piano e seguire i passaggi indicati dal produttore per sbloccarlo e pulirlo.

Meglio un piano cottura aspirante o una cappa a scomparsa?

Entrambi gli elettrodomestici hanno il vantaggio di aspirare fumi e odori all’altezza delle pentole, quindi più efficacemente di una cappa tradizionale. Le cappe a scomparsa sono molto belle da vedere, ma sono anche più ingombranti e richiedono un intervento strutturale per poter essere alloggiate all’interno dell’isola. I piani cottura con cappa integrata sono invece la scelta più conveniente per risparmiare spazio e inoltre sul mercato ne esistono molti più modelli tra cui scegliere.

Quanto costa un piano cottura con cappa integrata?

I piani aspiranti sono prodotti molto all’avanguardia, sia per quanto riguarda le caratteristiche della cappa, sia quelle delle zone cottura. Se volete acquistarne uno dovete quindi preventivare una spesa minima di 900 € e una spesa media di 1.200-1.400 € per i modelli più efficienti dal punto di vista energetico. A questo prezzo si aggiungono eventuali interventi di un tecnico se decidete di installare un condotto di evacuazione.
I modelli top di gamma possono facilmente superare i 3.000 €.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato