Qual è la temperatura ideale del frigorifero?

Alessandra.zunino
Autore
Alessandra

Il frigorifero è uno dei grandi elettrodomestici che accompagna la nostra quotidianità: fondamentale per la conservazione di diversi tipi di cibi, si tratta di un apparecchio a dir poco indispensabile.
La presenza del frigorifero in casa è scontata, ciò nonostante è possibile trovare ancora tanti consumatori che non hanno piena dimestichezza con l'impostazione della temperatura interna.
Complici le innovazioni tecnologiche che hanno contribuito a rendere questi prodotti sempre più sofisticati, il dubbio su come ottimizzare la gestione del freddo rimane e si traduce in domande precise: come capire qual è la temperatura ideale per i vari scompartimenti? Come fare ad impostarla e come fare a mantenerla costante?
In questo articolo cercheremo di rispondere proprio a questi interrogativi, vedendo a quanti gradi è necessario impostare il termostato interno in base alle differenti zone e ai differenti modelli.
Se state cercando delle informazioni più dettagliate sui frigoriferi che possano aiutarvi nella scelta del modello più adatto alle vostre esigenze vi consigliamo di leggere la nostra guida all'acquisto dedicata a questa categoria di prodotti.

Come capire qual è la temperatura ideale del vostro frigorifero in base agli alimenti

Il primo aspetto da tenere presente quando si parla di temperatura ideale del frigorifero è che non esiste una risposta unica! Ciascuna zona del frigo è infatti destinata ad una determinata tipologia di alimenti.
Temperatura zone frigorifero
I modelli di frigorifero più moderni dispongono di un termometro interno che mostra il numero di gradi preciso, di termostati separati per le varie zone e di un display situato nella parte esterna della porta che permette di modificare la temperatura senza bisogno di aprire il frigo.
Nei modelli meno recenti, invece, è spesso presente un solo termostato che si presenta come una rotella: in questi prodotti non sarà possibile conoscere la temperatura precisa ma sarà necessario regolarsi sulla base di livelli pre-impostati.
Nei frigoriferi con il termometro interno l'impostazione della temperatura sarà più semplice: bisognerà soltanto tenere in considerazione le indicazioni relative alla temperatura ideale di conservazione dei vari alimenti sfruttando le varie zone termiche del prodotto. Nei modelli con termostato a livelli invece l'impostazione della temperatura potrebbe risultare leggermente più complessa. Ricordiamo però che nei manuali di istruzioni viene sempre fornita un'equivalenza tra livelli e gradi centigradi. Anche con questi prodotti quindi sarà possibile regolarsi in base alle temperature di conservazione dei diversi alimenti. Ma quali sono queste temperature e a che zone del frigorifero corrispondono? Scopriamolo subito!

Temperature ideali e destinazione d'uso delle diverse zone termiche

  • Zona centrale: con questo termine si intendono i ripiani posizionati nella parte centrale del frigo e sono esclusi dalla zona centrale i cassetti per verdure e per carne e pesce. La zona centrale del frigo è indicata per tutti quegli alimenti che necessitano di temperature mediamente fredde, come uova, latticini, salumi, dolci a base di creme e panna, verdure o cibi cotti o sughi. La temperatura ideale per questa zona è tra i 4 °C e i 5 °C. Se avete un frigorifero dotato di diversi termostati o di un termometro, regolare la temperatura seguendo queste indicazioni sarà decisamente semplice; se invece avete un modello con un solo termostato consigliamo di impostare la temperatura media;
  • Cassetto per carne e pesce: la carne e il pesce necessitano di una temperatura più bassa per essere conservati adeguatamente, tra 0 °C e 1 °C. Ricordiamo che per la corretta conservazione di questi alimenti sono necessari alcuni accorgimenti: il pesce dovrà sempre essere pulito e non potrà essere conservato per più di 1 giorno, la carne invece può durare fino a 3 giorni, specialmente se confezionata sottovuoto. Se il vostro cassetto per carne e pesce non dispone di un termostato autonomo non preoccupatevi poiché il funzionamento dell'apparecchio dovrebbe comunque garantire questo grado di freddo. Se invece il vostro frigo non ha un cassetto per la conservazione di questi ingredienti, trovate la zona termica più fredda (potete aiutarvi con un termometro laser) e riponete lì questi alimenti;
  • Cassetto per le verdure: le verdure necessitano invece di una temperatura di conservazione più elevata, tra i 6 °C e i 7 °C. Anche nei frigoriferi più moderni sarà difficile trovare un termostato che regola la temperatura di questa zona, però ricordiamo che tutti i frigoriferi, anche quelli con un solo termostato a livelli, prevedono zone termiche diverse. Basterà quindi impostare la temperatura generale ed automaticamente si creeranno zone con temperature diverse, adatte ai vari alimenti;
  • Balconcini laterali: i balconcini laterali sono adatti ad ospitare bottiglie (acqua, vino, birra o latte), burro ed altri alimenti che non necessitano temperature particolarmente basse. Queste parti infatti sono quelle meno fredde, poiché sono meno esposte all'azione refrigerante del motore. Se avete la necessità di raffreddare in fretta alcune bottiglie quindi consigliamo di riporle per qualche ora nella zona centrale del frigo.

Consigli per mantenere la temperatura ideale del frigo

Una volta impostata la temperatura ideale bisognerà fare attenzione che essa si mantenga costante. Per riuscirci consigliamo di seguire una serie di piccoli accorgimenti:

  • Evitare di sovraccaricare il frigorifero: un frigo troppo pieno non consente la diffusione omogenea della temperatura, con il risultato che il frigo risulterà nel complesso più caldo e ci sarà troppa differenza di temperatura tra le varie zone;
  • Aprire le porte solo quando è necessario: l'apertura frequente della porta del frigo implica un innalzamento della temperatura interna per cui è meglio evitare di aprire il frigo se non strettamente necessario. Ciò potrà aiutarvi anche a risparmiare energia elettrica;
  • Evitare di mettere nel frigo alimenti ancora caldi: anche questo consiglio riguarda l'innalzamento della temperatura interna. L'aria calda emanata dai cibi contribuisce inoltre alla formazione della brina, una vera nemica per la capacità refrigerante del frigorifero;
  • Modificare la temperatura in base alle stagioni: in estate l'escursione termica tra l'interno del frigorifero e l'ambiente esterno sarà più elevata, per questo viene consigliato di diminuire di circa 1 °C la temperatura interna. In inverno, al contrario, la differenza sarà più ridotta e in questo caso sarà possibile alzare la temperatura interna di 1 °C così da affaticare meno il motore del frigo.

Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Samsung RT38K5535S9

Migliore offerta: 668,97€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Samsung RB29FERNDSA

Migliore offerta: 538,89€