Le migliori lavastoviglie Beko del 2022

Confronta le migliori lavastoviglie Beko del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

La migliore

Amazon
Monclick
Supermedia
Unieuro
Dimo Store
InstallazioneLibera
Fattore formaStandard
Coperti15
Cestelli3
Regolazione altezza cestello
Cestino portaposate
Classe energeticaD
Consumo ciclo lavaggio86 kWh/100 cicli
Consumo idrico per lavaggio9,5 l
Allaccio acqua calda
Durata ciclo lavaggio4:05 h
Sistema di asciugaturaCondensazione naturale
Con zeolite
App
Programma completo
Programma quotidiano
Programma intensivo
Programma cristalli
Programma Rapido
Programma Eco
Programma silenzioso
Programma Delicato
Programma a vapore
Programma automatico
Programma prelavaggio
Opzioni di lavaggioMezzo carico, Risparmio tempo, Doppia zona, Asciugatura brillante, Avvio ritardato
Materiale vascaAcciaio inox
Sistema antiriflusso
Valvola AquaStop
Rumorosità43 dB
Classe di efficienza acusticaB
Altezza85 cm
Larghezza59,8 cm
Profondità60 cm
Peso50,1 kg
Punti forti
  • Alta capacità di carico
  • Consumi ridotti
  • Buon ventaglio di programmi
  • Tante opzioni di lavaggio
  • Sistema dosaggio automatico del detersivo
Punti deboli
  • Programma Eco+ molto lungo

Il miglior rapporto qualità prezzo

Amazon
Showprice
Elettro casa
Prezzo Forte
Dimo Store
InstallazioneLibera
Fattore formaStandard
Coperti13
Cestelli2
Regolazione altezza cestello
Cestino portaposate
Classe energeticaE
Consumo ciclo lavaggio94 kWh/100 cicli
Consumo idrico per lavaggio12,9 l
Allaccio acqua calda
Durata ciclo lavaggio3:25 h
Sistema di asciugaturaCondensazione naturale
Con zeolite
App
Programma completo
Programma quotidiano
Programma intensivo
Programma cristalli
Programma Rapido
Programma Eco
Programma silenzioso
Programma Delicato
Programma a vapore
Programma automatico
Programma prelavaggio
Opzioni di lavaggioMezzo carico, Avvio ritardato
Materiale vascaPolinox
Sistema antiriflusso
Valvola AquaStop
Rumorosità49 dB
Classe di efficienza acusticaC
Altezza85 cm
Larghezza59,8 cm
Profondità60 cm
Peso42,2 kg
Punti forti
  • Facile da usare
  • Impostazione mezzo carico
  • Impostazione pastiglie
Punti deboli
  • Consumi piuttosto alti
Amazon
Showprice
Prezzo Forte
Yeppon
Manomano
InstallazioneLibera
Fattore formaStandard
Coperti14
Cestelli2
Regolazione altezza cestello
Cestino portaposate
Classe energeticaE
Consumo ciclo lavaggio95 kWh/100 cicli
Consumo idrico per lavaggio11 l
Allaccio acqua calda
Durata ciclo lavaggio3:43 h
Sistema di asciugaturaVentilazione
Con zeolite
App
Programma completo
Programma quotidiano
Programma intensivo
Programma cristalli
Programma Rapido
Programma Eco
Programma silenzioso
Programma Delicato
Programma a vapore
Programma automatico
Programma prelavaggio
Opzioni di lavaggioMezzo carico, Risparmio tempo, Avvio ritardato
Materiale vascaAcciaio inox
Sistema antiriflusso
Valvola AquaStop
Rumorosità46 dB
Classe di efficienza acusticaC
Altezza85 cm
Larghezza59,8 cm
Profondità60 cm
Peso45,1 kg
Punti forti
  • Buona selezione di programmi
  • Buona capacità di carico
  • Asciugatura veloce
Punti deboli
  • Consumo idrico elevato
Amazon
InstallazioneLibera
Fattore formaStandard
Coperti13
Cestelli3
Regolazione altezza cestello
Cestino portaposate
Classe energeticaF
Consumo ciclo lavaggio104 kWh/100 cicli
Consumo idrico per lavaggio11,5 l
Allaccio acqua calda
Durata ciclo lavaggio3:30 h
Sistema di asciugaturaCondensazione naturale
Con zeolite
App
Programma completo
Programma quotidiano
Programma intensivo
Programma cristalli
Programma Rapido
Programma Eco
Programma silenzioso
Programma Delicato
Programma a vapore
Programma automatico
Programma prelavaggio
Opzioni di lavaggioMezzo carico
Materiale vascaAcciaio inox
Sistema antiriflusso
Valvola AquaStop
Rumorosità49 dB
Classe di efficienza acusticaC
Altezza85 cm
Larghezza59,8 cm
Profondità60 cm
Peso41,7 kg
Punti forti
  • Lavaggi anche a mezzo carico
  • Adatta a nuclei di 3-4 persone
  • Comandi semplici e intuitivi
Punti deboli
  • Poche funzioni
Amazon
InstallazioneLibera
Fattore formaStandard
Coperti13
Cestelli2
Regolazione altezza cestello
Cestino portaposate
Classe energeticaF
Consumo ciclo lavaggio104 kWh/100 cicli
Consumo idrico per lavaggio11,5 l
Allaccio acqua calda
Durata ciclo lavaggio3:30 h
Sistema di asciugaturaCondensazione naturale
Con zeolite
App
Programma completo
Programma quotidiano
Programma intensivo
Programma cristalli
Programma Rapido
Programma Eco
Programma silenzioso
Programma Delicato
Programma a vapore
Programma automatico
Programma prelavaggio
Opzioni di lavaggioMezzo carico
Materiale vascaPolinox
Sistema antiriflusso
Valvola AquaStop
Rumorosità49 dB
Classe di efficienza acusticaC
Altezza85 cm
Larghezza59,8 cm
Profondità60 cm
Peso41,2 kg
Punti forti
  • Facile da usare
  • Programmi rapidi
  • Costo ridotto
Punti deboli
  • Consumi elevati
Marialuisa Sabatino
Aggiornato il 9 giugno 2022

Le lavastoviglie Beko

La lavastoviglie è un elettrodomestico insostituibile, alla pari di una lavatrice o asciugatrice, soprattutto nelle case con famiglie numerose, dove entrambi i genitori lavorano e quindi hanno una ritmo di vita molto frenetico: è impensabile in questi casi dedicare del prezioso tempo al lavaggio a mano delle stoviglie. Oltretutto, utilizzando un lavastoviglie il risparmio idrico è davvero significativo, infatti si parla di un consumo di circa 7-15 l di acqua per ogni ciclo di lavaggio a seconda del modello contro i 50-60 l per un lavaggio effettuato a mano.lavastoviglie beko elettrodomesticoAnche se il suo uso quotidiano è entrato soltanto nelle ultime decadi nelle abitudini degli italiani, la lavastoviglie ha fatto il suo ingresso sul mercato per la prima volta più di un secolo fa. Ovviamente si trattava di un modello molto differente da quelli a cui siamo abituati oggi: il primo in assoluto fu realizzato nel 1886 da Josephine Cochrane, una ricca inventrice statunitense che, per alleggerire il lavoro delle sue domestiche, decise di dare vita al potente apparecchio. Ovviamente fin da subito riscosse un grande successo e fu immesso così sul mercato.
Oggigiorno è possibile scegliere tra due tipi di lavastoviglie: quelle a libera installazione e quelle a incasso. Solitamente quasi tutte le marche di elettrodomestici mettono a disposizione della propria clientela entrambe le opzioni. Se desiderate approfondire gli aspetti più tecnici della lavastoviglie qui troverete la sua guida all’acquisto. Adesso, invece, parleremo dei modelli appartenente a un brand molto noto nel mondo degli elettrodomestici, ovvero Beko.

La storia del marchio Beko

Il marchio Beko nacque nel 1955 grazie al gruppo turco Arçelik e ben presto divenne uno dei brand più noti a livello internazionale nel settore degli elettrodomestici. Il primo apparecchio di grandi dimensioni immesso da Beko sul mercato fu la lavatrice, esattamente nell’anno di fondazione del marchio. Da quel momento in poi Beko ha visto crescere il suo successo anno dopo anno, fino ad arrivare ai giorni nostri in cui rappresenta uno dei brand di elettrodomestici a libera istallazione più richiesti in Europa.lavastoviglie beko marchioTra gli elettrodomestici più diffusi del marchio Beko troviamo frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, forni a microonde, ecc. Sicuramente uno dei motivi che lo hanno reso così popolare è il rapporto qualità-prezzo: infatti a un costo abbastanza contenuto è possibile acquistare un prodotto di discreta qualità che si colloca così in una fascia di costo media o medio-bassa.
In tutto il mondo Beko conta ben 18 fabbriche, circa 30.000 dipendenti e più di 400 milioni di clienti soddisfatti. Oggi, inoltre, l’azienda è molto conosciuta sia in Italia che all’estero anche grazie alle sue partnership, come per esempio il Club FC Barcelona, una delle squadre di calcio più forti al mondo di cui Beko da anni è lo sponsor ufficiale. Ancora, il noto marchio di origine turca ha collaborato con Unicef, il Fondo per i bambini delle Nazioni Unite, nell’ambito della campagna “Mangia come un campione”. Infine, un’altra partnership di Beko è con la squadra di basket maschile turca Fenerbahçe Beko che dal 2019 porta il suo logo sulle magliette dei giocatori, oltre che il suo nome.

La tecnologia delle lavastoviglie Beko

Le lavastoviglie Beko, così come altri modelli appartenenti ai diversi brand del settore elettrodomestici, presentano delle caratteristiche e tecnologie che in alcuni casi possono rivelarsi davvero vantaggiose per l’utente. Beko presenta sia lavastoviglie a libera installazione che da incasso. Sui vari modelli, a seconda della scelta, è possibile trovare alcune di queste caratteristiche o sistemi di funzionamento: vediamoli insieme.

AquaIntense

La tecnologia AquaIntense è stata progettata per rimuovere lo sporco più difficile e consiste nel localizzare un getto d’acqua ad alta pressione in una determinata zona di lavaggio proprio per eliminare ogni residuo di sporco dalle stoviglie, anche quello più incrostato e ostinato. In questo modo pentole e padelle saranno sempre perfettamente pulite, senza macchie e pronte per un immediato utilizzo.

Fast +

Il fattore risparmio del tempo, come spesso ripetuto, è un aspetto determinate nella scelta di un elettrodomestico. Il sistema Fast +, integrato in alcuni dei modelli delle lavastoviglie Beko, una volta azionato triplica la velocità del ciclo di lavaggio. lavastoviglie beko fast+Secondo i laboratori indipendenti che hanno testato questa tecnologia, il risultato del lavaggio è efficiente come quello di un ciclo dai tempi standard.

Autodose

Una delle caratteristiche riscontrabili non soltanto nelle lavastoviglie, ma anche in altri elettrodomestici Beko, è l’Autodose. Si tratta di un sistema intelligente che dosa automaticamente la quantità di detersivo da utilizzare una volta inserito nell’apposito dispenser. Non sarà quindi necessario aggiungerlo ad ogni ciclo di lavaggio: nelle lavastoviglie Beko infatti è possibile inserire in una sola volta la quantità necessaria per un mese.

Ripiani SoftTouch

Per proteggere le delicate tazze, bicchieri o calici, le lavastoviglie appartenenti al marchio turco presentano i ripiani SoftTouch incorporati nel cestello superiore. lavastoviglie beko soft touchSi tratta di un sistema di rastrelliere brevettato soprattutto per sorreggere i calici da vino, di struttura molto fragile e che quindi possono rompersi facilmente durante il lavaggio.

Flexy Drawer

Flexy drawer è un cestello a 5 posizioni che permette di realizzare carichi più versatili a seconda del tipo di stoviglie utilizzate. Il cestello delle posate infatti può essere collocato in 5 posti diversi a seconda delle esigenze e degli spazi già occupati dal resto di piatti e pentole. lavastoviglie beko flexy drawerQuesto particolare sistema favorisce anche la possibilità di introdurre stoviglie più alte, come i calici nel ripiano superiore.

Acrobat 3 Posizioni

Il sistema Acrobat 3 Posizioni riguarda il cestello superiore, che può essere regolato su 3 livelli di altezza diversi a seconda delle necessità del momento. lavastoviglie beko sistema acrobatIn questo modo si potrà anche guadagnare maggiore spazio al ripiano inferiore per facilitare l’introduzione di piatti più grandi.

Le lavastoviglie Beko e il mercato

Sono molti i marchi appartenenti al settore degli elettrodomestici che offrono prodotti di maggiore o minore qualità. Prima di arrivare a una scelta definitiva di un brand piuttosto che un altro è opportuno fare un confronto dei vari apparecchi tra di loro, valutandone determinate caratteristiche, al fine di scegliere quello più idoneo alle proprie esigenze. Nel caso delle lavastoviglie prendiamo in considerazione i seguenti parametri.

1. Dimensioni e capacità

Beko presenta due varianti per quanto riguarda le dimensioni delle sua lavastoviglie: standard e slim. Le standard presentano un’altezza di 85 cm, una larghezza di 58,8 cm per una profondità di 60 cm; le lavastoviglie Beko slim invece, pur conservando la stessa altezza e profondità delle standard, presentano una larghezza di 44 cm, quindi ideali laddove non ci sia molto spazio a disposizione. lavastoviglie beko dimensione slimAltro dato importante da citare riguarda la capacità di carico, che per le slim è di 10 coperti, mentre per i modelli standard può essere di 13, 14 o 15 coperti.

2. Funzioni

Tra le funzioni incluse in alcuni dei modelli di lavastoviglie del famoso brand turco troviamo il Led Spot, una luce spia che si proietta sul pavimento quando l’apparecchio è in funzione. Questa tecnologia è inclusa nei modelli a incasso, proprio perché non è possibile vederne la porta frontale. Sempre sulle lavastoviglie a incasso è presente lo Sliding fit, un sistema integrato che fa scorrere il pannello di finitura sulla porta durante l’apertura. Infine, su tutti i modelli è presente la funzione mezzo carico per effettuare un ciclo di lavaggio anche quando l’apparecchio non è completamente pieno.

3. Programmi

Mediamente il numero di programmi di una lavastoviglie Beko oscilla tra i 5 e i 6. I principali sono:

  • Programma Eco 50°C: permette risparmio sia idrico che energetico durante il ciclo di lavaggio;
  • Programma automatico: questo programma attraverso dei sensori riesce a captare la quanità di sporco e a impostare automaticamente la giusta temperatura per il lavaggio;
  • Programma Intensive 70°C: adatto per effettuare una pulizia profonda di stoviglie molto sporche grazie alle alte temperature;
  • Programma Quick & Shine: per velocizzare i tempi del ciclo di lavaggio ed è indicato soprattutto per stoviglie leggermente sporche;
  • Programma standard di prelavaggio: dura 15 minuti e consente di sciacquare le stoviglie per poi effettuare il ciclo di lavaggio completo;

Rispetto ad altre marche presenti sul mercato, le lavastoviglie del marchio turco presentano quasi le stesse tipologie di programma standard.

4. Consumi e comfort

Beko per le sue lavastoviglie mette a disposizione modelli in classe energetica da D a F (corrispondenti alle precedenti classi A+, A++ e A+++, soppresse da marzo 2021). La differenza tra le tre classi (D, E ed F) consiste nei consumi energetici e idrici per ciclo di lavaggio: si va dai 9,5 ai quasi 13 l di acqua e dagli 86 ai 104 kWh consumati per ogni ciclo di lavaggio “Eco”. Lavastoviglie Beko etichetta energeticaTutti questi dati si traducono anche in una notevole riduzione dei costi sulla bolletta.

5. Manutenzione

Come qualsiasi elettrodomestico, anche la lavastoviglie è soggetta a manutenzione e pulizia periodica affinché possa funzionare sempre in maniera corretta. Nello specifico, per un apparecchio di questo tipo è importante procedere con una pulizia settimanale del filtro per eliminare eventuali residui di cibo. Anche la parte esterna e le guarnizioni devono essere accuratamente pulite, come la parte della struttura interna che può essere lavata con appositi detersivi e programmi specifici. Bracci rotanti, superiori e inferiori, possono essere sganciati e puliti separatamente qualora risultassero intasati dallo sporco.

I concorrenti di Beko

Dopo aver valutato tutte le caratteristiche più importanti per scegliere il modello di lavastoviglie più adeguato, è il momento di citare alcuni dei marchi competitor di Beko presenti sul mercato. Nella sua stessa categoria, quindi medio-bassa, troviamo le lavastoviglie Candy e Indesit, anch’esse molto convenienti dal punto di vista del prezzo. Tra gli altri brand appartenenti a gamme medio-alte e quindi con prezzi meno accessibili, citiamo la famosa marca tedesca Miele, leader nel settore e punto di riferimento per il suo pubblico grazie alla qualità dei suoi elettrodomestici. Inoltre, meritano di essere menzionate anche le lavastoviglie Bosch, Smeg e Whirpool.

Le domande più frequenti sulle lavastoviglie Beko

Quanto costa una lavastoviglie Beko?

Il costo di una lavastoviglie Beko si colloca in una fascia medio-bassa e oscilla tra i 200 e i 500 € a seconda del modello scelto. I modelli con certificazione energetica A+ rientrano sicuramente tra quelli più economici, insieme ad alcuni modelli slim. Mano a mano che si prendono in considerazione modelli con più sistemi e tecnologie innovative integrate, e che aumenti la sua classe energetica, anche il prezzo subisce delle variazioni arrivando anche a cifre ben più alte. lavastoviglie beko vantaggiIl top di gamma della linea Beko è rappresentato da modelli da capacità di carico 15 coperti, dimensioni standard, classe energetica A+++ per un valore di circa 520 €.

Perché acquistare una lavastoviglie Beko?

La lavastoviglie Beko, come abbiamo appena visto, offrono un vantaggio che spesso influenza la scelta finale, cioè il buon prezzo. Nonostante le cifre accessibili, questi modelli di lavastoviglie includono tecnologie innovative presenti anche in altri apparecchi realizzati da brand dal nome prestigioso, come l’Autodose o i diversi programmi di lavaggio. Tra le tecnologie più innovative certamente bisogna citare AquaIntensive, grazie alla quale è possibile eliminare ogni residuo di sporco, anche quello più ostinato.

Dove acquistare una lavastoviglie Beko?

È possibile acquistare le lavastoviglie Beko presso qualsiasi rivenditore autorizzato sia online che negli store fisici. Tra questi ultimi sicuramente le catene di negozi specializzati in elettrodomestici rappresentano un’ottima opzione, poiché avrete la possibilità di vedere personalmente l’apparecchio e sciogliere qualsiasi dubbio sul suo funzionamento grazie all’assistenza dell’esperto personale addetto alla vendita. Se invece preferite fare comodamente acquisti online, avrete sicuramente a disposizione una scelta molto più ampia e con maggiori offerte sul prezzo di partenza. L’unica nota dolente potrebbe essere il servizio di trasporto e montaggio non sempre disponibili o inclusi nel prezzo, quindi da pagare separatamente.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori lavastoviglie Beko del 2022?

Il migliore
Beko DEN38530XAD Beko DEN38530XAD
Miglior prezzo
418,99 €
Miglior qualità/prezzo
Beko DVN05320W Beko DVN05320W
Miglior prezzo
251,64 €
Beko DFN16425X Beko DFN16425X Miglior prezzo
323,79 €
Beko DFN05311W Beko DFN05311W Miglior prezzo
321,48 €
Beko DFN05311S Beko DFN05311S Miglior prezzo
380,52 €

Lavastoviglie: gli ultimi prodotti recensiti