I migliori iPhone del 2019

Confronta i migliori iPhone del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Apple iPhone XS Max 256GB

Il migliore

Display6,5", Super Retina HD
ChipA12 Bionic
Fotocamera posteriore12 MP
Fotocamera frontale7 MP
Memoria256 GB
ResistenzaIP68
SbloccoFace ID
Ricarica wireless (Qi)
Punti forti
  • Prestazioni adatte a qualunque utilizzo
  • Display di altissima qualità
  • Ottima resistenza a polvere e umidità
Punti deboli
    Nessuno

Apple iPhone XR 128GB

Il migliore rapporto qualità-prezzo

Display6,1" Liquid Retina HD
ChipA12 Bionic
Fotocamera posteriore12 MP
Fotocamera frontale7 MP
Memoria128 GB
ResistenzaIP67
SbloccoFace ID
Ricarica wireless (Qi)
Punti forti
  • Ottima qualità del display
  • Processore avanzato
  • Ampio spazio di archiviazione
Punti deboli
    Nessuno

Apple iPhone XS 64GB

Il più venduto

Display5,8", Super Retina HD
ChipA12 Bionic
Fotocamera posteriore12 MP
Fotocamera frontale7 MP
Memoria64 GB
ResistenzaIP68
SbloccoFace ID
Ricarica wireless (Qi)
Punti forti
  • Prestazioni di alto livello
  • Ampia capacità di archiviazione
  • Ottima qualità delle immagini
Punti deboli
    Nessuno

Apple iPhone 7 32GB

Il più economico

Display4,7", Retina HD
ChipA10
Fotocamera posteriore12 MP
Fotocamera frontale7 MP
Memoria32 GB
ResistenzaIP67
SbloccoTouch ID
Ricarica wireless (Qi)
Punti forti
  • Prezzo più contenuto
  • Ottima qualità della fotocamera
Punti deboli
    Nessuno

Apple iPhone 8 Plus 64GB

Da scoprire

Display5,5", Retina HD
ChipA11
Fotocamera posteriore12 MP
Fotocamera frontale7 MP
Memoria64 GB
ResistenzaIP67
SbloccoTouch ID
Ricarica wireless (Qi)
Punti forti
  • Ottime prestazioni della fotocamera
  • Ampia capacità di archiviazione
Punti deboli
    Nessuno
Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

I fattori decisivi per la scelta di un iPhone

Sistema operativo: iOS

Apple ha sempre sviluppato sistemi operativi proprietari per i suoi dispositivi, una decisione particolarmente vantaggiosa per gli utenti, che sono certi di acquistare una macchina in cui sia hardware che software sono stati pensati appositamente per assicurare la massima compatibilità e funzionalità. iOS, precedentemente conosciuto come iPhone OS, è il sistema operativo utilizzato negli iPhone, negli iPad e negli iPod Touch. La sua prima versione risale al 2007, lo stesso anno in cui Google ha presentato Android, dando ufficialmente inizio alla competizione tra i due maggiori colossi nel mondo degli smartphone. Generalmente iOS viene aggiornato ogni anno e, diversamente dal mercato Android, dove solo un numero limitato di modelli riceve l'aggiornamento alle versioni successive, tutti i dispositivi mobili Apple sufficientemente recenti possono ricevere le nuove funzionalità senza ulteriori investimenti. Di solito è possibile aggiornare il proprio iPhone per almeno cinque o sei anni, un lasso di tempo pensato per assicurare una buona longevità del prodotto, mantenendo al contempo vivo il mercato di tutti i dispositivi mobili. Va anche detto che questo limite non è dovuto unicamente a ragioni strategiche e di marketing, ma anche ai continui avanzamenti dei componenti hardware, che permettono di supportare funzioni sempre più complesse anche dal lato software. Per fare un esempio pratico, un iPhone 4 non sarebbe in grado di supportare la versione più recente di iOS, le cui innovazioni richiedono caratteristiche tecniche più avanzate di quelle di questo smartphone ormai datato.iPhone iOS

iOS 12

Qualunque iPhone si voglia acquistare nel 2019, è fondamentale che possa almeno supportare iOS 12, attualmente la versione più recente del sistema operativo sviluppato da Apple. Questa ha portato diverse innovazioni rispetto alla precedente, anche se ormai è più raro sperimentare cambiamenti radicali come quelli di alcuni anni fa. Ecco le principali:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Face Time: l'applicazione Apple per le videochiamate è ora in grado di supportare conferenze con un massimo di ben 32 partecipanti, un ottimo risultato considerando che Skype, per esempio, non supera le 25;
  • Fotocamera: ora è possibile gestire e aggiungere vari effetti non solo quando si utilizza direttamente il software per la gestione della fotocamera, ma anche qualunque altra applicazione che ne permetta l'utilizzo (come per esempio quelle dei Social Media o quelle dedicate alla messaggistica istantanea);
  • AR (Augmented Reality): o realtà aumentata. I nuovi aggiornamenti permettono di ottimizzare le applicazioni che sfruttano questa tecnologia, una funzione particolarmente interessante non solo per gli utenti, ma anche per gli sviluppatori;
  • Monitoraggio: le funzioni di monitoraggio avanzato permettono di analizzare a fondo l'utilizzo che si fa del proprio dispositivo. È possibile, per esempio, controllare quanto tempo si è passato davanti a un videogioco, quanto a scorrere la propria bacheca su Facebook o a consultare notizie online. Si può anche impostare un tempo massimo da dedicare a una particolare attività, un'opzione adatta non solo agli adulti, ma anche e soprattutto agli utenti più giovani;iPhone aggiornamenti
  • Notifiche: la gestione delle notifiche è stata migliorata e resa ancora più rapida. È anche possibile scegliere quali siano gli avvisi più importanti da ricevere anche quando si seleziona la modalità "non disturbare", o ricevere suggerimenti personalizzati da Siri;
  • Foto: è stata migliorata sia la ricerca dei propri scatti all'interno della galleria, sia la funzione che permette di condividere le foto con i propri contatti;
  • Siri: l'assistente vocale Apple è in grado di comprendere nuovi comandi, che possono anche essere personalizzati a seconda delle esigenze dell'utente. È inoltre programmato per imparare dalle abitudini dell'utente, dando suggerimenti utili durante le ricerche;
  • Privacy: Apple detiene da tempo il primato per quanto riguarda la sicurezza degli utenti. Nessun altro marchio è infatti in grado di garantire una protezione della privacy tanto avanzata, che oggi aggiunge anche ulteriori misure contro la raccolta di dati personali a fini commerciali e contro le pubblicità non desiderate.

Schermo

Il display è una delle caratteristiche più importanti da considerare quando si acquista uno smartphone, e gli iPhone non fanno eccezione. In generale, sono tre le caratteristiche principali da considerare quando si valuta il display di un iPhone:

  • Risoluzione: Apple ha sempre dedicato particolare attenzione alla qualità dello schermo, adottando già dal 2010 il Retina Display, un marchio commerciale utilizzato per indicare schermi caratterizzati da un'alta densità di pixel. Anche se la dicitura "Retina" è sicuramente importante nell'identificare uno smartphone caratterizzato da una buona risoluzione, d'altra parte non fornisce informazioni dettagliate sull'effettiva qualità delle immagini. Gli iPhone attualmente in commercio spaziano da una risoluzione di 1334 x 750 pixel a 326 ppi (iPhone 7) fino a una di 2688 x 1242 pixel a 458 ppi (iPhone XS Max). Per differenziare i diversi standard utilizzati sono nate nuove diciture, come Retina HD e Super Retina HD, anche se consigliamo di verificare sempre le specifiche complete del prodotto prima di procedere all'acquisto;iPhone schermo
  • Dimensioni: anche se sul mercato sono ancora presenti iPhone dalle dimensioni relativamente contenute, la tendenza va verso schermi molto ampi. Oggi si possono trovare iPhone con display che vanno dai 4,7 ai 6,5 pollici, e generalmente un display di dimensioni superiori viene utilizzato solo nei modelli più avanzati. Questi possono di fatto assolvere a funzioni molto complesse, diventando veri e propri strumenti di lavoro che traggono sicuramente vantaggio da uno schermo più ampio;
  • Pannello: i display degli iPhone sono solitamente realizzati con pannelli IPS LCD oppure OLED. I primi sono caratterizzati da una buona resa cromatica, ma hanno un contrasto limitato e possono presentare problemi nella retroilluminazione. Gli schermi OLED sono più sottili, consumano meno energia, hanno un angolo di visione molto ampio e una gamma di colori più estesa. Sono però più costosi da produrre, motivo per cui solo i modelli più avanzati di iPhone dispongono di questo tipo di pannello.

Fotocamera

Chiunque ormai ha visto almeno una volta una pubblicità della Apple dove foto e video sono stati realizzati con iPhone o iPad. La qualità della fotocamera degli iPhone è generalmente molto alta, e viene accompagnata da un software molto efficiente che viene costantemente aggiornato per apportare miglioramenti. Nessun iPhone ha adottato la scelta del doppio sensore, fatta invece da molti produttori di smartphone Android, utilizzandone uno per ciascuna fotocamera, quella frontale e quella posteriore. Quest'ultima monta sempre un sensore da 12 MP, mentre la prima si limita normalmente a 7 MP (negli iPhone SE non superava 1,2 MP, ma questi modelli non sono ormai più venduti direttamente da Apple e reperibili solo presso rivenditori autorizzati). Nei modelli più recenti è possibile utilizzare anche il grandangolo e un teleobiettivo, e una modalità avanzata dedicata ai ritratti, mentre per poter utilizzare le regolazioni proprie di una modalità manuale è consigliabile utilizzare un'applicazione dedicata (ce ne sono diverse che permettono anche di salvare i propri scatti in formato raw).iPhone fotocamera
I video possono ovviamente essere girati a risoluzioni molto alte: ormai si raggiunge il 4K UHD in praticamente tutti i modelli in commercio, anche se ci sono delle differenze nel frame rate. Solo negli iPhone di fascia più alta, infatti, si possono scegliere diverse impostazioni, spaziando dai 24 ai 60 fps. I modelli meno avanzati, invece, si fermano a un massimo di 30 fps, un valore che può risultare insufficiente per alcuni tipi di video e che richiederà dunque di passare a una risoluzione inferiore.

Connettività

Gli iPhone sono tra gli smartphone meglio equipaggiati in assoluto quando si tratta di connessioni, soprattutto wireless. Da molti anni Apple mira infatti alla completa eliminazione dei collegamenti cablati, una scelta che da un lato presenta sicuri vantaggi, dall'altro continua a lasciare perplessi molti utenti, che si ritrovano a dover usare un adattatore anche per utilizzare delle cuffie tramite cavo jack. Tutti i modelli usciti negli ultimi anni, infatti, dispongono normalmente solo di una porta Lightning (un'interfaccia proprietaria sviluppata da Apple), che può essere utilizzata sia per effettuare la ricarica del dispositivo, sia per trasferire o sincronizzare dati dal proprio computer tramite iTunes.
Le connessioni wireless sono invece molto numerose, ormai presenti in praticamente tutti gli iPhone. Analizziamo velocemente le più importanti:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Wi-Fi: come ci si può aspettare da smartphone di fascia alta come gli iPhone, questi dispositivi sono tutti Dual Band, compatibili con lo standard Wi-Fi 802.11ac. I modelli usciti negli ultimi anni sono inoltre equipaggiati con la tecnologia MIMO, che rende ancora più veloce la connessione a Internet e, soprattutto, lo scambio di dati tramite reti Wi-Fi;
  • LTE: anche se la qualità e la velocità di una connessione mobile dipende da diversi fattori, tra cui il proprio operatore telefonico e la qualità del segnale, gli iPhone sono in grado di sfruttare al massimo le reti LTE. I modelli più avanzati possono addirittura arrivare alla classe Gigabit, al momento la massima evoluzione del 4G che garantisce una maggiore velocità di connessione;
  • Bluetooth: è ormai la connessione preferita per l'utilizzo di moltissimi dispositivi diversi, dalle cuffie agli smartwatch. Gli iPhone possono contare su Bluetooth 4.2 o 5.0 a seconda del modello prescelto: si tratta in entrambi i casi di versioni avanzate, anche se la più recente si distingue per una maggiore efficienza energetica e una migliore stabilità del segnale;
  • NFC: utilizzato soprattutto per funzioni legate al pagamento elettronico tramite l'applicazione Apple Pay, non viene di fatto sfruttato per altre funzioni, anche se gli utenti sperano da tempo in un utilizzo più ampio di questa tecnologia (per esempio per sostituire le chiavi elettroniche delle camere d'albergo o i ticket dei parcheggi);
  • GPS: insieme a diversi altri sistemi satellitari assicura una grande accuratezza nella geolocalizzazione dell'iPhone. Si tratta ovviamente di una tecnologia utile non solo per l'utilizzo di un navigatore stradale, ma anche in caso di smarrimento dell'iPhone stesso.iPhone connessioni

Hardware

Non tutte le informazioni riguardanti i componenti hardware sono immediatamente individuabili tra le specifiche tecniche degli iPhone: Apple, come molti altri produttori che ormai contano ampiamente sulla popolarità del proprio marchio, offre infatti dati molto autoreferenziali. Tuttavia, è sufficiente fare qualche ricerca più approfondita prima dell'acquisto, così da valutare attentamente quale modello sia più adatto alle proprie esigenze.

  • Processore: Apple realizza sia per gli iPhone che per gli iPad chipset proprietari. I più avanzati sono al momento gli Apple A12 Bionic, mentre i modelli più datati ancora commercializzati dalla casa produttrice montano gli A10. Se questi ultimi non superano i 1,85 GHz, i più potenti possono ora arrivare a 2,49 GHz, valori che possono non sembrare estremamente elevati se comparati con alcuni modelli Android, ma che sono più che sufficienti ad assicurare un'ottima fluidità di tutti i processi richiesti in ambiente iOS;
  • RAM: anche questo dato non è immediatamente reperibile tra le specifiche del prodotto, ma generalmente si attesta sui 3 o sui 4 GB. Anche in questo caso ci si potrebbe aspettare di più da modelli tanto costosi, ma il grande punto di forza della Apple rimane la capacità di rendere funzionali al massimo i propri prodotti proprio progettando al contempo sia il lato hardware che quello software, garantendo così prestazioni ottimali;iPhone hardware
  • Capacità di archiviazione: ogni modello di iPhone prevede la possibilità di scegliere tra diverse dimensioni della ROM, ovvero della memoria interna. Molto dipende da quale prodotto si seleziona, ma per lo più sono disponibili versioni che vanno dai 32 ai 256 GB. Va ricordato che, a differenza degli smartphone Android, nessun iPhone permette di espandere la memoria interna tramite scheda Micro SD. Sarà dunque necessario valutare fin da subito quali caratteristiche sono più adatte a soddisfare le proprie esigenze;
  • Batteria: la durata di una singola ricarica può dipendere da moltissimi fattori. Apple fornisce un resoconto molto dettagliato sulla misura in cui le diverse attività supportate dagli iPhone influiscono sull'autonomia. Mediamente ci si può aspettare una durata che va dalle 12 (connessione Wi-Fi e LTE attiva) alle 65 ore (solo ascolto di musica);
  • Impermeabilità: una nota a parte va dedicata alla solidità degli iPhone, che a partire dalla settima generazione sono anche in grado di resistere all'acqua. Alcuni modelli possono essere immersi fino a 1 m di profondità per 30 minuti al massimo, mentre altri arrivano fino a 2 m di profondità, lasciando però invariato il tempo di immersione.

Altri fattori da tenere a mente per la scelta dell'iPhone

Il prezzo è importante?

Gli iPhone sono sempre stati smartphone di fascia alta, ma negli ultimi anni si è vista una vera e propria impennata dei prezzi, soprattutto per configurazioni che prevedono una memoria interna molto ampia. Se si escludono i modelli precedenti all'iPhone 7, è necessario investire cifre che vanno dai 550 ai 1690 € circa per acquistare uno smartphone targato Apple. Non esiste insomma una versione economica che permetta un facile accesso a questi prodotti, anche se Apple ha lanciato diverse iniziative per abbassare i prezzi, come per esempio il reso di vecchi iPhone usati, oppure convenzioni con diversi operatori telefonici, con cui è possibile sottoscrivere abbonamenti con pagamenti rateali molto lunghi.

Gli accessori sono importanti?

Anche l'iPhone più costoso al momento viene venduto unicamente con gli accessori strettamente necessari: un alimentatore, un cavo Lightning-USB, e degli auricolari cablati con connettore Lightning. Chiunque volesse investire in ulteriori aggiunte prodotte appositamente da Apple, come auricolari Bluetooth, cover o protezioni per lo schermo (consigliabili, visto il valore medio di un iPhone), dovrebbe mettere in conto ulteriori spese non indifferenti. In alternativa, però, bisogna ricordare che ci sono moltissimi altri marchi che realizzano accessori pensati unicamente per i dispositivi Apple, che grazie alla loro popolarità rendono molto semplice trovare alternative meno costose agli originali.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Quali sono i migliori iPhone del 2019?

La tabella dei migliori iPhone del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Apple iPhone XS Max 256GB 1.079,50 €
Apple iPhone XR 128GB 678,00 €
Apple iPhone XS 64GB 739,00 €
Apple iPhone 7 32GB 366,00 €
Apple iPhone 8 Plus 64GB 579,50 €

"iPhone": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Apple iPhone XS Max 256GB

Migliore offerta: 1.372,40€

Il migliore rapporto qualità-prezzo

Apple iPhone XR 128GB

Migliore offerta: 849,00€

Il più venduto

Apple iPhone XS 64GB

Migliore offerta: 1.099,00€