I migliori scaldaletto del 2019

Confronta i migliori scaldaletto del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Cecilia.callegari
Autore
Cecilia

4 Fattori decisivi per la scelta dello scaldaletto

1. Tecnologia

I termini scaldaletto e termocoperta sono spesso utilizzati indistintamente per indicare due tipologie di prodotto molto simili ma non uguali, ovvero i coprimaterassi termici e le coperte elettriche. Certo, entrambi svolgono il ruolo di innalzare la temperatura nel letto, ma lo scaldaletto, il cui sinonimo corretto è coprimaterasso termico, presenta qualche vantaggio in più.
Dovendo infatti essere disteso sopra il materasso, il rischio di danneggiamento del sistema elettrico è inferiore, al contrario della termocoperta che segue le linee del corpo e si "stropiccia" più velocemente. Inoltre il calore generato dallo scaldaletto è tutto a beneficio dell'utente, perché rimane compreso fra il materasso e le lenzuola, mentre con una termocoperta una metà del calore viene dispersa nell'aria.
In questa guida tratteremo lo scaldaletto o coprimaterasso termico, analizzando i fattori da tenere in considerazione per un acquisto consapevole.
Scaldaletto tecnologia

Consumi

Non tutti sono d'accordo sul fatto che il consumo energetico di uno scaldaletto sia inferiore a quello del riscaldamento domestico: alcuni affermano che utilizzando uno scaldaletto e spegnendo i termosifoni in tutta la casa si può arrivare a risparmiare fino all'8% sui consumi annuali del riscaldamento, altri invece sostengono che tenendolo acceso tutta la notte il consumo di energia sia in realtà superiore.
Scaldaletto consumo
Si tratta in realtà di una discussione di poco conto perché tutto dipende dal tipo di riscaldamento che si utilizza in casa, dalla grandezza della casa stessa e, non da ultimo, dall'assorbimento dello scaldaletto e da quante ore lo si terrà acceso per notte.
Uno scaldaletto singolo può consumare dai circa 60 ai 150 W (chiaramente il consumo raddoppierà scegliendo un modello matrimoniale). La potenza assorbita è anche strettamente connessa all'erogazione del calore, per cui a chi dovrà scaldare il letto di una casa particolarmente umida o fredda come alcune case di montagna converrà scegliere un modello con un wattaggio più elevato rispetto a chi invece voglia utilizzare lo scaldaletto in una casa già riscaldata durante il giorno.
Va fatto anche un altro tipo di valutazione: se si pensa di utilizzare il coprimaterasso elettrico principalmente prima di andare a dormire, allora si può tranquillamente optare anche per un modello dai consumi elevati, perché il tempo per cui resterà in funzione sarà di una sessantina di minuti al massimo dunque anche l'impatto sulla bolletta sarà lieve. Se invece si cerca uno scaldaletto da tenere acceso tutta la notte, allora meglio scegliere un modello meno potente.
A questo proposito ricordiamo però che è da più parti sconsigliato tenere in funzione il coprimaterasso termico per l'intera notte in quanto il campo magnetico da esso generato potrebbe causare sul lungo periodo dei danni alla salute.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Comandi

Lo scaldaletto si regola attraverso un comando, detto più propriamente commutatore. Sugli scaldaletto singoli è presente un solo commutatore, mentre i modelli matrimoniali possono averne anche due, ciascuno dei quali regola la temperatura di una metà del letto, permettendo così a ciascun occupante di impostare il calore erogato in base al proprio desiderio.
Scaldaletto telecomando
I comandi sono collegati al cavo della corrente, a sua volta collegato al coprimaterasso elettrico tramite un aggancio laterale. È consigliabile optare per degli scaldaletto in cui i comandi siano removibili, perché questi modelli possono essere generalmente lavati, alcuni anche in lavatrice a 40 °C.
Scaldaletto comandi removibili
Inoltre è importante verificare la lunghezza del cavo: è vero infatti che nella maggior parte dei casi è presente una presa della corrente vicino al letto, ma non è sempre detto che sia così.
Non solo, ma quelle presenti potrebbero essere già occupate da lampade, caricabatterie o radiosveglie, e ci si potrebbe trovare facilmente nella situazione di dover attaccare lo scaldaletto ad una parete non vicinissima. Per questo il cavo dovrebbe almeno essere lungo 2 m, in modo da riuscire a coprire anche una lunga distanza.
Scaldaletto lunghezza del cavo

2. Funzioni

Il numero di funzioni di cui uno scaldaletto può essere dotato è molto variabile: in genere i modelli più costosi sono anche quelli più "accessoriati", mentre quelli più economici possono anche essere del tutto privi di funzioni. Ecco quali sono quelle più comuni da trovare.

Regolazione della temperatura

Questa è una funzione standard, presente al giorno d'oggi su tutti i modelli. Il numero di livelli può variare da un minimo di due fino ad arrivare alla decina e nella maggior parte dei casi si regola attraverso un semplice selettore.
Laddove invece sia presente un display è spesso possibile regolare precisamente la temperatura e in alcuni casi anche differenziare il calore per zone.
Scaldaletto regolazione temperatura


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Riscaldamento veloce

La velocità che il coprimaterasso termico impiega a riscaldarsi dipende sia dal suo wattaggio sia dall'eventuale presenza di una funzione di riscaldamento veloce. Questa consente di dimezzare i tempi di riscaldamento dello scaldaletto, i quali possono variare dai 10 ai 30 minuti circa.

Timer

La presenza di un timer è legata a due funzioni, lo spegnimento automatico e l'accensione programmabile. La prima è una funzione piuttosto comune che interrompe automaticamente il funzionamento dello scaldaletto dopo un determinato periodo di tempo. In alcuni modelli tale lasso di tempo è preimpostato, in altri casi invece l'utente può impostarlo liberamente.
Più rara da trovare è invece l'accensione programmabile, una funzione particolarmente comoda per non doversi ricordare ogni sera di accendere il coprimaterasso termico per tempo prima di andare a dormire.
Scaldaletto funzione timer

3. Sicurezza

Lo scaldaletto è uno strumento che spaventa molti per via della sua potenziale pericolosità. Si tratta effettivamente di un oggetto elettrico che viene utilizzato a contatto col corpo nel momento in cui si è più vulnerabili, quando si dorme, ed è difficile accorgersi di segnali premonitori di malfunzionamenti o situazioni di rischio.
Alcuni incidenti avvenuti in passato hanno creato inoltre un po' di allarmismo su un prodotto la cui pericolosità è in realtà limitata, a patto che siano presenti alcuni sistemi di sicurezza e che il prodotto sia stato certificato dalle istituzioni competenti.
Vediamo dunque a che cosa prestare attenzione:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Doppio isolamento: è di fondamentale importanza che il coprimaterasso termico abbia il simbolo per la classe di protezione II. Un doppio strato isola gli elementi in tensione, in modo che un singolo guasto non possa causare danni all'utente
  • Libretto di istruzioni: il libretto di istruzioni dovrebbe contenere sempre le indicazioni per l'uso e la sicurezza anche in lingua italiana. È fondamentale infatti che le avvertenze siano comprese appieno e rispettate onde evitare di danneggiare lo scaldaletto e rischiare di incorrere in incidenti anche gravi. Nel caso non fosse compreso alcun libretto di istruzioni all'interno della confezione o non comprendesse la lingua italiana, consigliamo di contattare l'azienda produttrice per farselo spedire per posta o per e-mail
  • Certificazioni: fra le varie certificazioni, la più importante di tutte è sicuramente la marcatura CE 8 (che vedete nella foto sottostante), che dichiara che lo scaldaletto è conforme alle normative di sicurezza dettate dalla Comunità Europea. Meglio ancora se tale marcatura è accompagnata anche da altre certificazioni di sicurezza di enti riconosciuti, come la Technischer Überwachtungsverein (TÜV)
  • Sistema di protezione da riscaldamento: come dice la parola stessa, questo sistema di sicurezza si basa su un termostato che rileva la temperatura e blocca l'erogazione del calore se sussiste un pericolo di surriscaldamento

Scaldaletto precauzioni

4. Comfort

Lo scaldaletto si colloca fra il lenzuolo ed il materasso per cui, oltre ad essere sicuro e funzionante, è importante che risulti comodo. Se lo scaldaletto infatti non è ben fermo sul materasso o è di un materiale che irrita la pelle, i benefici di dormire in un letto caldo saranno del tutto inutili, perché prendere sonno potrebbe rivelarsi difficile. Vediamo qui di seguito le caratteristiche che possono essere considerate da questo punto di vista.

Tessuti

I tessuti di cui è composto uno scaldaletto rappresentano la voce che più di tutte incide sul prezzo. Sul mercato si possono trovare modelli di tutte le composizioni, in poliestere, in micropile, in tessuto riciclato, in cotone,in lana o misti.
Fra i più costosi troviamo proprio la lana (a maggior ragione se si tratta di lana merino), la quale però non si adatta a tutte le esigenze. Questo materiale è infatti un ottimo isolante e riesce a mantenere il calore nel letto anche quando il coprimaterasso termico è spento: questo può essere un vantaggio per le case fredde e umide, ma potrebbe risultare eccessivo per chi voglia semplicemente trovare il letto caldo quando va a dormire e non soffra il freddo durante la notte. Quale che sia la scelta, è sempre meglio preferire i tessuti naturali a quelli sintetici in quanto più traspiranti.
Scaldaletto tessuto
Sopratutto per chi soffre di allergie è poi importante scegliere scaldaletto realizzati in tessuti anallergici e antibatterici, specialmente per quanto riguarda i modelli non lavabili. I modelli antibatterici sono inoltre antiodore, per cui possono essere riposti negli armadi senza timore che assumano un odore stantio.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Sistema di fissaggio

Gli scaldaletto possono essere di diverse dimensioni e avere sistemi di fissaggio differenti. Non sempre infatti la lunghezza dello scaldaletto raggiunge i piedi del letto e questo può rivelarsi un problema per chi soffra maggiormente il freddo proprio alle estremità del corpo. In questi casi inoltre non sono presenti sistemi di fissaggio, per cui durante la notte lo scaldaletto potrebbe spostarsi o addirittura formare delle pieghe che potrebbero alterarne il corretto funzionamento. Meglio dunque prediligere modelli che ricoprano l'intera superficie del materasso e dotati di angoli elastici che mantengano lo scaldaletto ben disteso.
Scaldaletto fissaggio degli angoli

Zone differenziate

Questa caratteristica, che abbiamo già avuto modo di anticipare, è una soluzione ideale per chi soffra il freddo solo in particolari zone del corpo, come la schiena o i piedi, oppure voglia ottenere un calore più intenso in alcuni punti per lenire doloretti muscolari o delle articolazioni. Questi modelli sono in genere molto costosi e possono avere due o tre zone differenziate (gambe-busto o piedi-busto-spalle).

Altri fattori da tenere in mente per la scelta dello scaldaletto

I materiali sono importanti?

Senza ripetere quanto riportato poche righe più sopra, ricordiamo solo l'importanza nel valutare la qualità del materiali prima di procedere all'acquisto. Ciò non vale solamente per i tessuti ma anche per il circuito elettrico, che deve avere, come abbiamo già detto, un doppio isolamento ed essere certificato dall'Unione Europea tramite la marcatura CE. Tali precauzioni sono di fondamentale importanza per limitare il rischio di danneggiamenti o cortocircuiti che potrebbero essere causa anche di morte.

La marca è importante?

Lo scaldaletto è conosciuto anche con il nome di Scaldasonno, un termine che in realtà non indica una categoria di prodotto, ma una linea di coprimaterassi elettrici prodotti dall'azienda italiana Imetec che molto successo hanno riscosso negli anni passati. Ad oggi la Imetec rimane uno dei principali leader nel settore, affiancata recentemente dalla Beurer. Scegliere di affidarsi ad un marchio con lunga esperienza è sicuramente consigliabile quando si parla di coprimaterassi e coperte termiche, perché il rischio di incappare in oggetti difettosi a causa di errori di progettazione è meno elevato. Per avere tuttavia la certezza che il prodotto sia sicuro, ribadiamo ancora una volta l'importanza di verificare che sulla confezione sia presente la marcatura CE insieme al simbolo che indica il doppio isolamento.

Il prezzo è importante?

Il prezzo può variare molto a seconda dei materiali utilizzati ma anche delle funzioni presenti, nonché chiaramente dalle dimensioni del coprimaterasso. Parlando di modelli singoli, il prezzo può variare da una 20 agli 80 € circa, mentre per un matrimoniale si può arrivare anche a 200 €. Come sempre, tutto dipende da come si ha intenzione di sfruttare lo scaldaletto. Se la casa durante il giorno è riscaldata e il coprimaterasso sarà acceso solo prima di andare a dormire, allora si può optare anche per un modello economico, anche più corto della lunghezza del letto e senza angoli. Se però la casa risultasse particolarmente fredda o umida perché resta chiusa magari per molti mesi all'anno, allora è consigliabile optare per un modello più potente e ricco di funzioni da poter utilizzare anche tutta la notte senza problemi.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori scaldaletto del 2019?

La tabella dei migliori scaldaletto del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Imetec Scaldasonno Sensitive 16286 74,99 €
Imetec Scaldasonno Express 16284 66,59 €
Imetec Scaldasonno Express 16282 69,99 €
Beurer TS 19 22,99 €
Imetec Scaldasonno Adapto S 6T 64,98 €

Scaldaletto: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Scaldaletto

  1. 0
    Domanda di nunzia silvestri | 14 novembre 2019 at 14:14

    si può utilizzare lo scaldaletto sul materasso in lattice?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 15 novembre 2019 at 09:11

      L’uso sui materassi in lattice è sconsigliato: l’uso assiduo dello scaldaletto può ridurre il ciclo di vita del materasso.

  2. 0
    Domanda di Antonio Perfetti | 10 novembre 2019 at 11:37

    Ho acquistato una coperta Ardes matrimoniale art 422 ma il calore è concentrato nella zona centrale; si tratta di prodotto difettoso ?
    Grazie!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 11 novembre 2019 at 09:24

      In teoria il calore dovrebbe essere diffuso a tutta la superficie: consigliamo di contattare il servizio clienti per avere delucidazioni.

  3. 0
    Domanda di Laura | 10 ottobre 2019 at 22:27

    Buonasera.
    Cerco scaldaletto 180×200 . Esiste? Quanto costa?
    Grazie

    Laura M.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 11 ottobre 2019 at 09:12

      Di quelle dimensioni non ci risulta nessun modello. Ve ne sono di matrimoniali, con comandi separati per le due zone e fettucce elastiche per il fissaggio al materasso.
      Puoi guardare ad esempio la Johnson Relax (160 x 160 cm) oppure la Imetec Scaldasonno Sensitive (190 x 160 cm).

  4. 0
    Domanda di Pastorelli Renata | 26 giugno 2017 at 09:54

    Si può utilizzare per asciugare rapidamente un materasso in lattice molto umido (dato che la casa in montagna viene utilizzata una o due volte l’anno?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28 giugno 2017 at 09:55

      Si, l’utilizzo dello scaldaletto riduce sicuramente l’umidità.

  5. 0
    Domanda di Angela De Magistris | 23 aprile 2017 at 23:30

    Gentilmente vorrei saper se posso usare lo scaldaletto su un materasso a molle insacchettate con uno strato superiore di memory.
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 26 aprile 2017 at 11:29

      Sì, può essere utilizzato su tutti i materassi, con la precauzione però di non utilizzarlo tutta la notte ma di spegnerlo prima di addormentarsi.

  6. -2
    Domanda di Alberto Scrocca | 15 marzo 2017 at 09:44

    Ho acquistato uno scaldasonno singolo Imetec. Ha la spina a sinistra mentre la presa sulla parete è a destra e quindi trovo scomodo collegarlo.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16 marzo 2017 at 10:10

      In questi casi consigliamo di procurarsi una prolunga o una ciabatta, in modo da riuscire a collegare la spina dello scaldaletto più facilmente alla presa.

"Scaldaletto": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Imetec Scaldasonno Sensitive 16286

Migliore offerta: 77,98€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Imetec Scaldasonno Express 16284

Migliore offerta: 83,00€