Le migliori slow cooker del 2018

Confronta le migliori slow cooker del 2018 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta della slow cooker

1. Tipi di cottura

La slow cooker ha avuto una larga diffusione negli Stati Uniti a partire dagli anni ’70, quando le nuove esigenze della vita moderna hanno iniziato a richiedere maggiore velocità e ottimizzazione dei tempi anche nell'organizzazione della vita domestica e famigliare.
Slow cookerPer venire incontro a queste esigenze, le proprietà caratterizzanti della slow cooker consentono di cucinare le pietanze anche lasciandole incustodite, quando non si è a casa, o mentre si sta facendo altro, senza il rischio di bruciare la cena.
In altre parole la slow cooker richiede solo la preparazione degli ingredienti e un’oculata impostazione del programma più adatto alla ricetta che si intende preparare. Poi con la “pentola elettrica” non dovrete preoccuparvi di controllare costantemente il grado di cottura, come è invece necessario utilizzando le modalità di cottura più tradizionali, quali la cottura in padella o al forno.
Come suggerisce lo stesso nome, la slow cooker si contraddistingue appunto per una cottura molto lenta a bassa temperatura, che non raggiunge quasi mai i 100 °C e quindi rimane al di sotto della temperatura di ebollizione, pertanto le possibilità di bruciare i cibi sono molto esigue.
La slow cooker infatti di solito funziona con temperature comprese tra i 60 °C e i 90 °C. Tra i vantaggi della cottura a bassa temperatura si annovera una migliore conservazione delle vitamine e dei minerali contenuti nei cibi. Inoltre questo tipo di cottura permette di mantenere i cibi morbidi e idratati, senza dover aggiungere eccessive quantità di olio, risultando così adatta anche ai regimi di alimentazione dietetica.
D’altra parte però, la slow cooker non è indicata per coloro che vogliono “improvvisare” i pasti serali, proprio perché questo elettrodomestico cucina molto lentamente. Un buon modello di slow cooker è in grado di preparare una grande varietà di pietanze, come stufati, verdure al vapore, zuppe e risotti, ma anche salse, bevande, dolci e budini che possono richiedere una cottura prolungata a bassa temperatura.
La slow cooker o pentola elettrica è un elettrodomestico che risulta particolarmente utile a chi lavora tutto il giorno e non ha tempo per cucinare. Con la slow cooker potrete infatti programmare la preparazione di un buon pasto caldo in modo da trovarlo pronto quando tornerete a casa per cena. Dovrete preoccuparvi solamente di preparare gli ingredienti e predisporre il programma di cottura ideale.
Slow cooker cottura stufatiCome abbiamo appena evidenziato, la versatilità della pentola elettrica rappresenta un aspetto fondamentale: infatti quanto più una pentola elettrica sarà in grado di offrire una ampia varietà di cotture, tanto più sarà pregiata. Perciò inizieremo ad esporvi proprio il fattore relativo ai tipi di cottura possibili, per poi parlarvi degli altri fattori determinanti per la scelta della vostra slow cooker ideale, ovvero le funzioni, la struttura, la praticità d’uso e infine gli accessori in dotazione e le parti di ricambio.

Temperature e tempi di cottura

Una buona pentola elettrica di qualità dovrebbe essere capace di eseguire ricette molto diverse tra loro offrendo quindi tipi di cottura differenti.
La cottura lenta è la modalità principale, può differire in base ai tempi e alla temperatura di cottura. In base al modello di slow cooker si può scegliere tra diversi livelli di temperatura e tempi di cottura. Per farvi capire meglio di cosa stiamo parlando, vi diamo alcune indicazioni orientative:

  • 78 °C: cottura molto lenta a fuoco basso
  • 84 °C: cottura a medio bassa temperatura
  • 96 °C: cottura dolce

In generale si può affermare che i tempi di cottura variano in base alla quantità di cibo contenuto nella pentola, alla tipologia di alimenti da cuocere e alla temperatura ambiente.
Nelle istruzioni del prodotto potrete trovare alcuni riferimenti circa ingredienti, quantità, impostazioni e relativi tempi di preparazione.
Per esempio per una quantità di carne di manzo compresa tra 1,5 e 1,8 kg dovrete usare la modalità di cottura bassa per circa 6 ore, oppure una cottura media per 3-5 ore.

Altre modalità di cottura

Nei modelli migliori vi sono poi altre tipologie di cotture possibili:

  • Cottura a fuoco vivo: è detta anche anche cottura sauter, ed è utile per scottare gli alimenti e dare loro una leggera doratura, prima di impostare la cottura a fuoco lento
  • Cottura a vapore: con la quantità appropriata di acqua, una buona slow cooker dovrebbe permettere anche la cottura a vapore di riso e verdure. Questo tipo di cottura è particolarmente indicato per mantenere le proprietà degli alimenti e per un tipo di alimentazione ancora più dietetico e sanoSlow cooker griglia interna removibile per cottura a vapore

Infine vi sono delle slow cooker che permettono di cucinare anche la pasta, il risotto e di preparare alimenti in vasetti sottovuoto. Queste pentole elettriche sono quelle che permettono all'acqua di raggiungere temperature superiori a quelle standard.
Segnaliamo anche che alcuni cibi che richiedono magari 8 ore di cottura potrebbero non essere ancora del tutto pronti, pur essendo trascorsi i tempi consigliati. In tal caso l’esperienza in cucina vi aiuterà a regolarvi ed a perfezionare tempi e modalità di cottura.

Wattaggio

Tenete presente che i tempi di cottura possono subire variazioni in base al wattaggio della slow cooker, così come in base all'umidità ambientale e all’altitudine. Di solito il wattaggio di questo tipo di elettrodomestico è basso, e si aggira intorno ai 250 watt, proprio perché questa pentola cucina a bassa temperatura per tempi prolungati e non richiede un riscaldamento veloce ad alte temperature come può avvenire nel caso di un forno.
Nel caso invece delle pentole che possono raggiungere anche alte temperature potrete trovare un wattaggio superiore, anche di 1500 watt.

2. Funzioni

A seguito delle considerazioni appena fatte, risulta evidente che le funzioni di questo apparecchio sono strettamente legate alle possibili tipologie di cottura, e pertanto costituiscono il fattore immediatamente successivo da considerare.
Le varie funzioni disponibili sono regolabili grazie ai comandi presenti sulla base della pentola, e nel migliore dei casi possono essere evidenziate grazie alla presenza di un display o di un sistema iconico di pulsanti.

Slow cooker particolare comandi

Le funzioni principali saranno quindi:

  • On/Off: si tratta della classica funzione accensione e spegnimento
  • Regolazione cottura lenta: come abbiamo già visto le migliori slow cooker prevedono la scelta tra più tipologie di cottura lenta, più o meno intensa, da un minimo di 2 livelli preimpostati, fino anche a 4 o più. Vi sono inoltre slow cooker ancora più avanzate che permettono di regolare la temperatura in modo estremamente preciso, anche grazie all'ausilio di ricettari
  • Timer: sicuramente la presenza di un timer potrà aiutarvi a gestire le tempistiche di preparazione dei cibi. Nei modelli più evoluti potrete trovare la possibilità di impostare il timer fino a 24 ore
  • Funzione mantenimento in caldo: alcuni modelli permettono il mantenimento in caldo delle pietanze già cucinate. I tempi disponibili per questa funzione possono variare, e sarà chiaramente preferibile una slow cooker capace di mantenere il cibo in caldo per un numero maggiore di ore
  • Funzione buffet: in alcuni modelli più sofisticati potrà essere presente anche la funzione buffet, che dovrebbe garantire una temperatura leggermente superiore a quella del mantenimento in caldo. Con questa impostazione potrete servire le pietanze in occasione di una cena tra amici, senza correre il rischio che si raffreddino

3. Struttura

Slow cooker di piccole dimensioniLa struttura è un elemento molto importante per la scelta della slow cooker, perché in base ad essa varierà la capacità interna, ed è bene verificare che questa sia adatta al numero abituale di commensali per cui cucinate.
Potrete quindi scegliere tra una slow cooker più o meno capiente, e quindi più o meno grande. Per questo motivo consideriamo la capacità l’elemento strutturale più significativo della slow cooker.

Capacità e peso

Tenete presente che una slow cooker può essere di capacità differenti espresse in litri. Qui sotto trovate alcuni dati di riferimento:

  • Piccola slow cooker da 2 persone: può avere una capacità di circa 2,5 litri, e un peso di 3 kg
  • Media slow cooker da 4 persone: può avere una capienza di 3,5 litri e un peso di circa 4 kg
  • Grande slow cooker da 8 persone: può raggiungere anche quasi 7 litri e pesare fino a 6 kg

In relazione alla capacità interna, varieranno anche le misure e quindi l’ingombro di questo tipo di prodotto. Per le dimensioni dovete tenere presente che una slow cooker da 4 persone potrà avere le dimensioni di circa 30 x 30 x 30 cm.

Slow cooker di grandi dimensioni

Le dimensioni sono importanti non solo per il piano di appoggio durante l’utilizzo, ma anche per lo spazio di cui avrete bisogno per riporre via la macchina. Ed è proprio per questo motivo che, a prescindere dalla capacità interna, sarà importante valutare quanto questo elettrodomestico risulti compatto.

La slow cooker consiste in una pentola elettrica collegata alla rete via cavo con presa della corrente. Gli elementi principali che la costituiscono sono:

  • Struttura esterna: deve essere possibilmente in acciaio inox, dotata di manici e resistenza interna riscaldante
  • Recipiente interno removibile: nella maggior parte dei casi è di ceramica, in alternativa lo troverete in materiali antiaderenti. Anch'esso deve essere dotato di manici. La ceramica conduce bene il calore e lo distribuisce in modo uniforme, ma allo stesso tempo è un materiale delicato che potrebbe danneggiarsi a seguito di veloci sbalzi di temperatura. Per questo nelle istruzioni dei prodotti potrete spesso trovare “non introdurre cibi congelati” oppure “non introdurre cibi troppo caldi”
  • Coperchio: possibilmente dovrebbe essere in vetro, in modo tale che si possa vedere l'interno, senza doverlo aprire e disperdere il calore qualora si volesse monitorare lo stato della cottura

Tali elementi strutturali determinano la capacità, il peso e l’ingombro del prodotto, oltre che ad essere rilevanti per la praticità d’uso che tratteremo nel punto successivo.

4. Praticità d’uso

Vi sono inoltre alcuni aspetti che possono favorire la praticità d’uso e che quindi potete tener presente nella selezione della slow cooker più adatta a voi. Vediamoli qui di seguito.

Display e tipo di comandi

Slow cooker displayLa presenza del display sulla struttura della pentola è molto importante, perché permette di visualizzare alcune informazioni ed avere maggiore controllo sul processo di cottura. Potrete trovare quindi esposti il timer e la temperatura, così come il tipo di programma selezionato.
I comandi possono esser di vario tipo. Nei modelli più semplici ed economici potrete trovare pochi tasti, o addirittura una semplice rotella per la regolazione dei livelli di cottura (che sono nella maggior parte dei casi due).
In virtù di questo e di quanto affermato nella sezione dedicata ai tipi di cottura, una slow cooker versatile e di qualità, oltre al display, potrà disporre di numerosi tasti per la selezione di programmi preimpostati, nonché per la regolazione del timer e della temperatura.

Slow cooker con livelli di regolazione
Unitamente alla presenza del display, potrà essere presente una spia luminosa che vi indicherà quando la macchina è in funzione.

Isolamento termico

Per motivi di sicurezza, poiché la pentola tende a riscaldarsi molto, sarà importante verificare che i manici e i piedini siano termoisolanti.

Slow cooker manici termoisolanti
Inoltre vi consigliamo di utilizzare la pentola su un piano di appoggio non particolarmente delicato, che sia capace di tollerare il calore della pentola.
Tenete presente che la pentola tenderà a scaldarsi molto anche all'esterno, quindi dovrete fare attenzione a riporla lontano da oggetti o strumenti da cucina che potrebbero rovinarsi o deformarsi con il calore, come altri elettrodomestici in plastica.

Lavaggio

Altro aspetto importante riguarda certamente il lavaggio, che dovrebbe essere possibile sia a mano che in lavastoviglie.
Per quanto riguarda il contenitore interno removibile in ceramica o in materiale antiaderente, fate attenzione che non si graffi a contatto con altri oggetti presenti nella lavastoviglie.
In particolare, se il contenitore interno è in ceramica, attendete di farlo raffreddare completamente a temperatura ambiente prima di procedere con il lavaggio.

5. Accessori e pezzi di ricambio

Componenti essenziali slow cookerUna buona pentola elettrica vi permetterà di acquistare pezzi di ricambio, qualora, per esempio, il contenitore interno di ceramica o il coperchio in vetro vengano danneggiati.
In alcuni modelli che prevedono la modalità di cottura a vapore potrete trovare anche una griglia da appoggiare all'interno del contenitore.
In alternativa alla griglia, nei modelli multifunzionali che prevedono anche la cottura della pasta, potrete trovare un cestello a forma di scolapasta.
Alcuni modelli presentano anche una pala removibile per mescolare il contenuto, un misurino e varie palette e mestoli.
Questi accessori aggiuntivi possono fare la differenza, soprattutto se intendete usare la slow cooker per la preparazione del risotto.

Ricettario

Ritornando alla centralità del primo fattore preso in esame, ovvero i tipi di cottura e quindi le ricette possibili, un accessorio molto utile che vi aiuterà nella preparazione delle pietanze è sicuramente un ricettario, che potete trovare sia online nei siti web delle migliori aziende produttrici che in formato cartaceo.
Le case produttrici più affermate mettono infatti a disposizione delle tavole informative o dei ricettari nei quali sono indicati i tempi e le tipologie di cottura per varie ricette.
Tenete poi presente che un minimo di informazioni relative ai tempi di cottura le troverete quasi sempre nei libretti delle istruzioni presenti nella confezione dei prodotti.
I migliori ricettari vi indicheranno svariate ricette, sia per la cottura tradizionale dello stufato, che delle verdure al vaporerisotti, ma anche per la preparazione di ricette ricercate, anche internazionali, così come dolci particolari e salse.
Chiaramente i ricettari rispecchieranno le possibilità offerte da ciascuna macchina.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della slow cooker

I materiali sono importanti?

I materiali costitutivi della pentola elettrica sono importanti, soprattutto per quanto riguarda l’interno, perché devono essere necessariamente capaci di distribuire bene il calore ed essere antiaderenti per evitare che i cibi si attacchino al contenitore.
Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, la maggioranza delle slow cooker hanno l’interno in ceramica, perché questo materiale è ideale per le cotture lente, anche se presenta lo svantaggio di essere un po’ delicato e richiede qualche attenzione in più durante l’utilizzo e il lavaggio.
Il coperchio poi sarà preferibile in vetro trasparente per consentire di vedere lo stato di preparazione delle pietanze, senza dover aprire il coperchio e disperdere quindi il calore o il vapore.
Per quanto riguarda l’esterno, invece, suggeriamo di fare attenzione che la struttura sia in affidabile acciaio inox, che garantisce robustezza e lunga durata, così come l’eventuale griglia interna per la cottura a vapore. I manici della pentola e della parte interna dovranno essere in materiali gommati, antiscivolo e isolanti, evitando così di dover ricorrere a presine in tessuto, che possono far scivolare il contenitore di ceramica.

La marca è importante?

Consigliamo di affidarvi a marche affermate e dalla lunga esperienza in questo settore, come la casa americana Cuisinart, oppure altre marche come Crock-Pot e Russell Hobbs. Un’industria specializzata nella produzione di slow cooker vi garantirà non solo una vasta gamma di modelli per rispondere a svariate esigenze, ma anche un servizio clienti personalizzato in italiano e la possibilità di acquistare separatamente anche eventuali pezzi di ricambio, come coperchi e contenitore interno di ceramica, che potrebbero essere più soggetti a rotture.

Il prezzo è importante?

Le slow cooker possono avere diverse varie fasce di prezzo, che variano soprattutto in base alle opzioni di cottura e alla grandezza e quindi alla capacità, visto che il numero di persone per cui si può cucinare può andare da un minimo di 2 persone fino anche a 8 persone.
Una slow cooker dal prezzo compreso tra 100 e 200 Euro probabilmente sarà in grado di offrire, per esempio, maggiore versatilità e possibilità di personalizzare la cottura, avendo in dotazione un timer e un display per monitorare la preparazione. Al contrario una slow cooker di fascia di prezzo bassa può costare anche intorno a 50 Euro se non meno, avrà dimensioni contenute e consentirà solo poche regolazioni di cottura, inoltre probabilmente sarà sprovvista di accessori e di display.

Quali sono le migliori slow cooker del 2018?

La tabella delle migliori slow cooker del 2018 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
Cuisinart MSC600E 149,00 € Recensione
Electrolux ESC7400 56,99 € Recensione
Russell Hobbs 22740-56 39,85 € Recensione
Klarstein Bristol 65 42,99 € Recensione
Russell Hobbs 23130-56 79,99 € Recensione

Slow cooker: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Slow cooker 

  1. 1
    Domanda di Franco Pisa | 8 marzo 2017 at 18:32

    Vorrei una Crock-Pot ma la dimensione massima mi sembra 5.7 L, con quattro figli maschi, che mangiano tanto è sufficiente o meglio Electrolux 6,8 L?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 9 marzo 2017 at 09:18

      Ti consigliamo di prendere quella più capiente, in questo modo potrai preparare anche grandi quantità di cibo. Dai un’occhiata alla nostra recensione della Electrolux ESC7400

  2. 0
    Domanda di Silvia | 2 marzo 2018 at 23:17

    Come si possono cucinare piatti i cui ingredienti richiedono diversi tempi di cottura (zuppe di pesce, goulash)? 2/3 persone: quale consigliate? txh!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 5 marzo 2018 at 09:05

      Purtroppo per preparare questi piatti è necessario aggiungere gli ingredienti separatamente rispettando i tempi di cottura.

  3. 0
    Domanda di anna | 27 novembre 2017 at 16:39

    Salve, vorrei una slow cooker con vaporiera di prezzo medio, quale mi consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28 novembre 2017 at 09:51

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della Russell Hobbs 23130-56

  4. 0
    Domanda di Laura | 8 ottobre 2017 at 09:26

    Buongiorno,
    Ho rotto il recipiente di ceramica di una slowcooker Kenwood, ma non trovo dove posso trovare il ricambio. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 11 ottobre 2017 at 10:05

      Ti consigliamo di contattare il servizio clienti della casa produttrice.

  5. 0
    Domanda di barbara | 22 gennaio 2017 at 00:01

    Ho letto che è preferibile acquistare una crockpot grande anche se la si usa x 1/2 porzioni in quanto è più facile cucinare polli ecc. È vero?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23 gennaio 2017 at 10:39

      È vero che con una pentola più grande è possibile cuocere un pollo intero, per cui se l’uso sarà principalmente quello della cottura di arrosti meglio in effetti una pentola di grandi dimensioni.

  6. 0
    Domanda di Anna Marietti | 19 gennaio 2017 at 11:04

    Le pentole a cottura lenta possono funzionare anche per la cottura sottovuoto (in sacchetti di plastica per sottovuoto appositi immersi in acqua)?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 19 gennaio 2017 at 11:22

      Per la cottura sottovuoto serve un controllo preciso della temperatura di cottura che le slow cooker non sono in grado di offrire: meglio acquistare una pentola o un mescolatore specifici per questo tipo di cottura.

  7. 0
    Domanda di Antonella | 2 dicembre 2016 at 22:25

    Salve, ho una Russel Hobbs da 5 litri che indica come wattaggio 900 w la mia domanda è questa: cambia il consumo a seconda del programma o è fisso?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 5 dicembre 2016 at 10:05

      Il wattaggio riportato nelle specifiche tecniche del produttore indica la potenza massima assorbita dall’apparecchio. Il consumo di energia è variabile a seconda del programma impiegato: ad esempio i programmi più impegnativi che permettono di raggiungere temperature più elevate potranno consumare più energia del programma per il mantenimento in caldo.

"Slow cooker ": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

Cuisinart MSC600E

Miglior prezzo: 149,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Electrolux ESC7400

Miglior prezzo: 56,99€

La più venduta

Russell Hobbs 22740-56

Miglior prezzo: 39,85€