Le migliori slow cooker del 2024

Confronta le migliori slow cooker del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
138,19 €
amazon
99,99 €
amazon
67,99 €
amazon
147,73 €
amazon
32,99 €
euronics
149,00 €
comet
67,99 €
euronics
34,90 €
euronics
69,90 €
comet
49,90 €

Dati tecnici

Capacità

5 l

6,5 l

4,7 l

4,5 l

2,4 l

Porzioni

6

8

6

6

2

Potenza

220 W

350 W

230 W

280 W

130 W

Livelli cottura

2

2

2

2

2

Mantenimento in caldo

Timer

Altre funzioni

Cottura sous vide, sonda temperatura

Avvio ritardato

Materiale pentola

Duraceramic

Ceramica

Ceramica

Ceramica

Ceramica

Peso

4,75 kg

7 kg

4,6 kg

4,8 kg

2,72 kg

Punti forti

La funzione sauté permette di rosolare i cibi prima della cottura lenta

Chiusura ermetica

Coperchio agganciato con cerniera

La modalità di mantenimento in caldo si attiva automaticamente

Buona efficienza

Timer programmabile

Permette la cottura sous vide

Lenta fuoriuscita del vapore

Con timer programmabile fino a 16 ore

Molto economica

Sonda integrata per monitorare la temperatura

Timer e mantenimento in caldo

Pentola rimovibile in ceramica

Molto capiente

Punti deboli

Non consente la regolazione del termostato

Capienza molto limitata

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere la slow cooker

La slow cooker ha avuto una larga diffusione negli Stati Uniti a partire dagli anni ’70, quando le nuove esigenze della vita moderna hanno iniziato a richiedere maggiore ottimizzazione dei tempi anche nell’organizzazione della vita domestica e familiare. Per venire incontro a queste esigenze è stato inventato un apparecchio in grado di cucinare le pietanze anche lasciandole incustodite, quando non si è a casa o mentre si sta facendo altro, senza il rischio di bruciare la cena o causare spiacevoli incidenti.slow cookerIn altre parole, la slow cooker richiede solo la preparazione iniziale degli ingredienti da mettere in pentola e un’oculata impostazione della modalità di cottura più adatta alla ricetta che si intende realizzare. Con la “pentola elettrica” non ci si deve preoccupare di controllare costantemente il grado di cottura, come è invece necessario con le modalità di cottura più tradizionali, come quelle in padella o al forno. Se siete interessati a questo tipo di acquisto, continuate a leggere per scoprire le caratteristiche principali da tenere a mente quando si sceglie la slow cooker.

A cosa serve la slow cooker

Come suggerisce lo stesso nome, la slow cooker si contraddistingue appunto per una cottura molto lenta a bassa temperatura, che non raggiunge quasi mai i 100 °C e quindi rimane al di sotto della temperatura di ebollizione, eliminando così il rischio di bruciare i cibi.
Di solito, questo strumento funziona con temperature comprese tra i 60 e i 90 °C. Tra i vantaggi della cottura a bassa temperatura si annovera una migliore conservazione delle vitamine e dei minerali contenuti nei cibi. Inoltre, questo tipo di cottura permette di mantenere i cibi idratati e succulenti senza dover aggiungere eccessive quantità di olio, risultando così adatta anche ai regimi di alimentazione dietetica. Un buon modello di slow cooker è in grado di preparare una grande varietà di pietanze, come stufati, verdure al vapore, zuppe e risotti, ma anche salse, bevande, dolci e budini che possono richiedere una cottura prolungata a bassa temperatura.slow cooker alimentazione dieteticaD’altra parte, però, la slow cooker non è indicata per coloro che preferiscano “improvvisare” i loro pasti serali, proprio perché questo elettrodomestico cucina molto lentamente e quindi il pasto va programmato in anticipo. La pentola elettrica è quindi un elettrodomestico particolarmente utile a chi lavora tutto il giorno e non ha tempo per cucinare all’ora dei pasti. Con la slow cooker si può infatti programmare la preparazione di un buon pasto caldo in modo da trovarlo pronto quando si torna a casa per cena.

Cottura

Come abbiamo appena evidenziato, la versatilità della pentola elettrica rappresenta un aspetto fondamentale: infatti, quanto più è ampia la varietà di cotture offerte da una pentola elettrica, tanto più questa è pregiata. Iniziamo perciò l’analisi degli aspetti da considerare in fase d’acquisto parlando dei tipi di cottura possibili.

Temperature e tempi di cottura

Una buona pentola elettrica dovrebbe essere capace di eseguire ricette molto diverse tra loro offrendo modalità di cottura differenti.
In base al modello di slow cooker si possono impostare due o più livelli di cottura, ognuno dei quali ha una temperatura e una durata differente. Per farvi capire meglio di cosa stiamo parlando, vi diamo alcune indicazioni orientative dei livelli selezionabili sulla maggior parte degli apparecchi:

  • Low: cottura a fuoco basso e lenta;
  • Medium: una via di mezzo tra low e high sia in termini di tempo, sia di temperatura;
  • High: cottura più rapida effettuata a temperature più alte.

slow cooker livelli cotturaIn generale, si può affermare che i tempi di cottura debbano variare anche in base alla quantità di cibo contenuto nella pentola e alla tipologia di alimenti da cuocere. Nel manuale del prodotto potrete trovare alcuni riferimenti circa ingredienti, quantità, impostazioni e relativi tempi di preparazione. Per esempio, per una quantità di carne di manzo compresa tra 1,5 e 1,8 kg dovrete usare la modalità di cottura bassa per circa 6 ore, oppure una cottura media per 3-5 ore.

Altre modalità di cottura

Nei modelli migliori, a metà tra la slow cooker e la multicooker, vi sono poi altre tipologie di cotture possibili:

  • Cottura a fuoco vivo: è detta anche a cottura sauté ed è utile per scottare gli alimenti e dare loro una leggera doratura prima di impostare la cottura a fuoco lento;
  • Cottura a vapore: con la quantità appropriata di acqua, permette la cottura a vapore di riso e verdure. Questa è particolarmente indicata per un tipo di alimentazione dietetico e sano.

Slow cooker griglia interna removibile per cottura a vaporeInfine, vi sono delle slow cooker che permettono di cucinare anche la pasta, il risotto e di preparare alimenti in vasetti sottovuoto. Queste pentole elettriche sono quelle che permettono all’acqua di raggiungere temperature superiori a quelle standard.
Segnaliamo anche che alcuni cibi che richiedano anche 8 ore di cottura potrebbero non essere ancora del tutto pronti al termine della preparazione, pur essendo trascorsi i tempi consigliati. In tal caso l’esperienza in cucina vi aiuterà a regolarvi e a perfezionare tempi e modalità di cottura.

Wattaggio

Tenete presente che i tempi di cottura possono subire variazioni in base al wattaggio della slow cooker. Di solito la potenza di questo tipo di elettrodomestico è bassa e si aggira intorno ai 200 W, proprio perché la slow cooker cucina a bassa temperatura per tempi prolungati e non richiede un riscaldamento veloce ad alte temperature.
Nel caso invece delle pentole multifunzione, che possono raggiungere anche alte temperature, potrete trovare un wattaggio superiore, anche di 1.200 W.

Funzioni

A seguito delle considerazioni appena fatte, risulta evidente che le funzioni di questo apparecchio siano strettamente legate alle tipologie di cottura e pertanto costituiscano il fattore immediatamente successivo da considerare.
Le varie funzioni disponibili sono regolabili grazie ai comandi presenti sulla base della pentola e nel migliore dei casi possono essere evidenziate tramite un display LCD.
Slow cooker particolare comandiLe funzioni principali sono quelle descritte qui di seguito.

Regolazione cottura

Le migliori slow cooker permettono di scegliere tra più modalità di cottura lenta più o meno intensa, da un minimo di 2 livelli preimpostati fino anche a 4 o più. Vi sono inoltre slow cooker ancora più avanzate che permettono di regolare la temperatura in modo estremamente preciso, anche grazie all’ausilio di ricettari.

Timer

Sicuramente la presenza di un timer può aiutarvi a gestire le tempistiche di preparazione dei cibi. Nei modelli più evoluti è possibile impostare il timer fino a 24 ore.

Mantenimento in caldo

La maggior parte dei modelli consente il mantenimento in caldo delle pietanze già cucinate, che avviene a una temperatura di circa 60 °C. I tempi disponibili per questa funzione possono variare ed è chiaramente preferibile una slow cooker capace di mantenere il cibo in caldo più a lungo.

Funzione buffet

In alcuni modelli più sofisticati può essere presente anche la funzione buffet, che dovrebbe garantire una temperatura leggermente superiore a quella del mantenimento in caldo. Con questa impostazione si possono servire le pietanze in occasione di una cena di lunga durata senza correre il rischio che si raffreddino.

Struttura

La struttura è un elemento molto importante per la scelta della slow cooker, perché in base ad essa varia la capacità della pentola. È perciò bene verificare che questa sia adatta al numero abituale di commensali per cui cucinate. Per questo motivo consideriamo la capacità l’elemento strutturale più significativo della slow cooker.

Capacità e peso

La capacità della slow cooker è espressa in litri e spesso i produttori forniscono anche un dato relativo al numero di persone per cui è indicata. Qui sotto trovate alcuni dati di riferimento:

  • Piccola: slow cooker per 2 persone, può avere una capacità di circa 2,5 l e un peso di 3 kg;
  • Media: slow cooker per 4 persone con una capienza di circa 3,5 l e un peso di circa 4 kg;
  • Grande: slow cooker fino a 8 persone che può raggiungere anche i 7 l e pesare fino a 6 kg.

In relazione alla capacità variano anche le dimensioni e quindi l’ingombro di questo tipo di prodotto. Per le misure dovete tenere presente che una slow cooker da 4 persone misura circa 30 x 30 x 30 cm.
Le dimensioni sono importanti non solo per l’ingombro sul piano di lavoro durante l’utilizzo, ma anche per lo spazio di cui avrete bisogno per riporre la macchina. Per questo motivo, a prescindere dalla capacità, è importante valutare quanto questo elettrodomestico sia compatto.

Materiali

La slow cooker consiste in una pentola elettrica collegata alla rete via cavo con presa della corrente. È costituita da tre elementi principali, i cui materiali devono permettere risultati di cottura ottimali. slow cooker materialiVediamo quali sono:

  • Struttura esterna: deve essere possibilmente in acciaio inox, con manici e resistenza interna riscaldante;
  • Pentola interna estraibile: nella maggior parte dei casi è in ceramica o in alluminio ricoperto da uno strato antiaderente. La ceramica conduce bene il calore e lo distribuisce in modo uniforme, ma potrebbe danneggiarsi a seguito di veloci sbalzi di temperatura. Per questo nelle istruzioni potrete spesso trovare “non introdurre cibi congelati” oppure “non introdurre cibi troppo caldi”;
  • Coperchio: dovrebbe essere in vetro in modo tale che si possa vedere l’interno senza doverlo aprire e disperdere il calore qualora si volesse monitorare lo stato della cottura.

Questi elementi influiscono sul peso del prodotto, oltre ad essere rilevanti per la praticità d’uso che tratteremo nel punto successivo.

Praticità d’uso

Vi sono alcuni aspetti che possono favorire la praticità d’uso e che quindi potete tener presenti nella selezione della slow cooker più adatta a voi. Vediamoli qui di seguito.

Display e tipo di comandi

La presenza del display è molto importante per visualizzare alcune informazioni ed avere maggiore controllo sul processo di cottura. Vi si possono leggere il timer e la temperatura, così come il livello di cottura selezionato.Slow cooker displayI comandi possono essere di vario tipo. Nei modelli più semplici ed economici potrete trovare pochi tasti o addirittura una semplice ghiera per la regolazione dei livelli di cottura (che sono nella maggior parte dei casi due).
Una slow cooker versatile e di qualità, oltre al display, deve avere numerosi tasti per la selezione dei programmi preimpostati, nonché per la regolazione del timer e della temperatura.
Slow cooker con livelli di regolazioneUnitamente al display può essere presente una spia luminosa che indica quando la macchina è in funzione.

Isolamento termico

Per motivi di sicurezza, poiché la pentola tende a riscaldarsi molto, è importante verificare che i manici e i piedini siano termoisolanti.
Slow cooker manici termoisolantiInoltre, vi consigliamo di utilizzare la pentola su un piano di appoggio non particolarmente delicato, che sia capace di tollerare il calore della pentola.
Tenete presente che la pentola tende a scaldarsi molto anche all’esterno, quindi dovrete fare attenzione a riporla lontano da oggetti o strumenti da cucina che possano rovinarsi o deformarsi con il calore, come altri elettrodomestici in plastica.

Lavaggio

Altro aspetto importante riguarda il lavaggio, che dovrebbe essere possibile sia a mano, sia in lavastoviglie.
Per quanto riguarda la pentola interna, fate attenzione che non si graffi a contatto con altri oggetti presenti nella lavastoviglie. In particolare, se la pentola è in ceramica, attendete di farla raffreddare completamente a temperatura ambiente prima di procedere con il lavaggio.

Accessori e pezzi di ricambio

Anche se non rappresenta un elemento determinante nell’acquisto di una slow cooker, è comunque interessante considerare gli eventuali accessori in dotazione e la possibilità di acquistare dei pezzi di ricambio qualora, per esempio, la pentola interna o il coperchio vengano danneggiati.
Per quanto riguarda gli accessori, in alcuni modelli con modalità di cottura a vapore si può trovare anche una griglia da appoggiare all’interno della pentola. In alternativa alla griglia, nei modelli multifunzione che permettano anche la cottura della pasta si può trovare un cestello a forma di scolapasta. Alcuni modelli hanno anche una pala removibile per mescolare il contenuto, un misurino e varie palette e mestoli. Questi accessori aggiuntivi possono fare la differenza, soprattutto se intendete usare la slow cooker per la preparazione del risotto.

Ricettario

Un accessorio molto utile che vi aiuterà nella preparazione delle pietanze è il ricettario, che potete trovare sia online, sui siti web delle aziende produttrici, sia in formato cartaceo all’interno della confezione. Qui avrete a disposizione delle tavole informative nelle quali sono indicati i tempi e le modalità di cottura per diversi piatti, oppure vere e proprie raccolte di ricette.
Tenete poi presente che un minimo di informazioni relative ai tempi di cottura si trovano quasi sempre nei libretti delle istruzioni presenti nelle confezioni dei prodotti. I migliori ricettari indicano svariate ricette, sia per la cottura tradizionale dello stufato, sia delle verdure al vapore, dei risotti, ma anche per la preparazione di ricette ricercate, anche internazionali, così come dolci particolari e salse.

Le domande più frequenti sulla slow cooker

Quali sono le migliori marche di slow cooker?

Consigliamo di affidarvi a marche affermate e dalla lunga esperienza in questo settore come l’americana Crockpot, leader indiscussa del settore, oppure altri brand famosi come Electrolux e, in una fascia di prezzo più accessibile, Russell Hobbs. slow cooker crockpotUn’azienda specializzata nella produzione di slow cooker garantisce non solo una vasta gamma di modelli per rispondere a svariate esigenze, ma anche un servizio clienti in italiano e la possibilità di acquistare separatamente anche eventuali pezzi di ricambio, come coperchi e pentole interne.

Quanto costa una slow cooker?

Il prezzo della slow cooker varia soprattutto in base alle opzioni di cottura e alla capacità, visto che il numero di persone per cui si può cucinare può andare da un minimo di 2 fino anche a 8 persone.
Tra i 100 e i 200 € si trovano modelli più versatili con più possibilità di personalizzare la cottura, avendo in dotazione un timer e un display per monitorare la preparazione.
Intorno ai 50 € si trovano invece i modelli di fascia bassa, dalle dimensioni più contenute, con poche regolazioni di cottura, senza accessori né display.

Le slow cooker sono sicure?

Quando si parla di slow cooker molti consumatori manifestano una certa preoccupazione per quanto riguarda due temi molto importanti per la salute: la presenza di piombo e altri metalli nocivi nei materiali costruttivi e il rischio che una temperatura troppo bassa non uccida i batteri che proliferano nei cibi.
Esistono diversi studi sulla tossicità dei recipienti in ceramica smaltata, che sembrerebbero rilasciare piombo, cadmio e altri metalli dannosi nei cibi, soprattutto se la ceramica è scheggiata. L’idea di sostanze tossiche che si diffondono nel cibo e le conseguenti ripercussioni sulla salute è sicuramente preoccupante, ma la buona notizia è che la maggior parte dei produttori di ceramica al giorno d’oggi sostengono di usare smalti non dannosi per l’uomo.slow cooker contenitore in ceramicaPer quanto riguarda la proliferazione dei batteri, il calore generato anche a fuoco dolce e il vapore che si crea nel contenitore ben coperto di una slow cooker sono sufficienti a distruggere i batteri dopo una cottura prolungata. Ricordate però di scongelare completamente il cibo prima di usare la slow cooker per assicurarvi che cuocia fino a una temperatura interna sicura. È anche una buona pratica quella di tenere gli alimenti deperibili in frigorifero finché non siete pronti a prepararli. Le slow cooker possono impiegare diverse ore per raggiungere una temperatura sufficiente a uccidere i batteri, quindi refrigerare il cibo aiuta a fare in modo che questi non proliferino prima della cottura.

Cosa cucinare nella slow cooker?

La slow cooker appartiene alla categoria delle casseruole, come le pentole in ghisa, ed è quindi particolarmente adatta per la preparazione di zuppe, brasati e stufati. In generale, è ottima per preparare qualsiasi ricetta preveda l’uso di un liquido per la cottura, sia questo acqua, una salsa di pomodoro o anche del vino. La componente fluida è infatti indispensabile per realizzare la cottura lenta.
Se amate la carne la slow cooker è perfetta per preparare spezzatini di vario tipo e ragù di carne, o anche sperimentare con ricette più esotiche, come il curry, il chili con carne e il pulled pork. Ottimi risultati si ottengono anche con il pesce, in particolare polpo e seppia che richiedono cotture più prolungate, e con le zuppe di legumi o cereali, che cuociono in maniera ottimale senza perdere compattezza.
Ricordiamo che, dal momento che la temperatura raggiunta non supera mai i 100 °C, un’eventuale rosolatura iniziale va effettuata in padella per poi trasferire il cibo all’interno della slow cooker.

Posso riscaldare il cibo nella slow cooker?

Non è consigliabile riscaldare gli avanzi in una slow cooker. Il cibo cotto dovrebbe essere riscaldato sui fornelli, nel microonde o in un forno normale fino a quando non raggiunge i 70 °C circa. A questo punto, se si vuole, lo si può mettere nella slow cooker e utilizzare la funzione di mantenimento in caldo.

Slow cooker o multicooker?

Spesso si tende a fare confusione tra questi due elettrodomestici che, simili nel nome e introdotti relativamente di recente sul mercato italiano, sono ancora poco conosciuti dal grande pubblico. Come abbiamo visto, la slow cooker eccelle nella cottura lenta, ideale soprattutto per trasformare la carne da dura a tenera. Grazie alla forma ovale può contenere tagli di carne più grandi, che altrimenti dovrebbero essere ridotti in piccoli pezzi. In generale, è più indicata per chi ha un livello di cucina più avanzato e vuole sperimentare ricette la cui cottura richieda anche più di 8 ore, con risultati impeccabili dal punto di vista del gusto. La multicooker è invece pensata per offrire una serie di cotture diverse anche ai meno esperti: al vapore, a pressione, frittura etc. Rispetto alla slow cooker ha sicuramente il vantaggio di rosolare gli alimenti come in padella, mentre la slow cooker non è in grado di raggiungere temperature così alte. Inoltre, è ideale per chi non voglia investire in apparecchi diversi per realizzare più preparazioni e per chi apprezza la comodità dei programmi preimpostati.

Slow cooker o pentola a pressione?

La distinzione tra questi due strumenti è nei loro nomi: le slow cooker cuociono il cibo lentamente, mentre le pentole a pressione lo cuociono molto più rapidamente sfruttando la pressione, che genera una temperatura più alta.
Se la pentola a pressione velocizza di molto i tempi di preparazione, i margini di errore sono però più ampi: bisogna avere una maggiore praticità con i tempi di cottura e la quantità esatta di liquido da aggiungere prima di chiudere il coperchio, inoltre non si può impostare un timer per lo spegnimento automatico e si deve quindi spegnere il fornello manualmente a fine cottura per evitare inconvenienti.

Quanto consuma una slow cooker?

Le slow cooker sono uno degli elettrodomestici per la cottura dal minore consumo, perciò, se avete paura che lasciandola accesa per molte ore i costi in bolletta lievitino, non preoccupatevi. Immaginate di utilizzare una slow cooker con una potenza standard di 0,25 kW per un lasso di 8 ore: se il costo attuale del kWh è, ad esempio, 0,40 € (i prezzi dell’energia variano ogni tre mesi), spenderete poco più di 60 centesimi in totale. In generale, possiamo affermare che le slow cooker consumino molto di meno rispetto ai forni elettrici per realizzare le cotture prolungate a bassa temperatura.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Slow cooker 

  1. Domanda di Andrea | 07.01.2020 23:02

    Russell Hobbs Sous Vide Slow Cooker 25630-56, 350 W, 6.5 Litri
    Convinto x la cottura a bassa t. ma indeciso tra un rooner e una pentola slow Cooker

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13.01.2020 11:42

      Si tratta di due prodotti molto diversi: con il roner puoi effettuare la cottura sous vide, mentre con la slow cooker la cottura lenta tradizionale.

  2. Domanda di lorenza tramontin | 06.09.2019 15:08

    buongiorno! interessante, mi chiedo però se le basse temperature per la carne non possano rappresentare un rischio dal punto di vista igienico

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 06.09.2019 15:53

      Non dovrebbero esserci questi problemi perché la carne viene comunque cotta, le basse temperature vengono infatti usate per cotture lunghe.

  3. Domanda di Chiara | 23.08.2019 17:15

    100/150 euro
    Vorrei una slow cocker da poter usare anche come vaporiera, mi piacciono le Crock Pot e vorrei sapere se hanno compreso o se comunque p

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 26.08.2019 09:28

      Non abbiamo finora recensito nessuna slow cooker che funge anche da vaporiera: utilizzando un cestello a vapore da pentola (quelli in acciaio universali) però tutte le slow cooker si prestano a questa modalità di cottura.

  4. Domanda di Brunella | 14.01.2019 18:19

    Vorrei acquistare un apparecchio, capacita’ 5/7 litri. Sono molto indecisa se acquistare crockpot o electrolux. Vorrei un apparecchio versatile e buon

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 15.01.2019 11:39

      ti consigliamo di leggere la nostra recensione della Cuisinart MSC600E, il modello che ha ottenuto il punteggio più alto tra tutte le slow cooker che abbiamo recensito.

  5. Domanda di lucia franchini | 23.12.2018 21:12

    Vorrei sapere se questa pentola può essere utilizzata direttamente sul fornello a gas per rosolare o soffriggere, oppure per restringere un sugo.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 07.01.2019 10:45

      Dipende dai modelli: alcuni hanno una pentola interna estraibile che può essere posta sui fornelli, mentre in altri casi essa non è presente.

  6. Domanda di Silvia | 02.03.2018 23:17

    Come si possono cucinare piatti i cui ingredienti richiedono diversi tempi di cottura (zuppe di pesce, goulash)? 2/3 persone: quale consigliate? txh!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 05.03.2018 09:05

      Purtroppo per preparare questi piatti è necessario aggiungere gli ingredienti separatamente rispettando i tempi di cottura.

  7. Domanda di anna | 27.11.2017 16:39

    Salve, vorrei una slow cooker con vaporiera di prezzo medio, quale mi consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28.11.2017 09:51

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto della Russell Hobbs 23130-56

  8. Domanda di Laura | 08.10.2017 09:26

    Buongiorno,
    Ho rotto il recipiente di ceramica di una slowcooker Kenwood, ma non trovo dove posso trovare il ricambio. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 11.10.2017 10:05

      Ti consigliamo di contattare il servizio clienti della casa produttrice.

  9. Domanda di Franco Pisa | 08.03.2017 18:32

    Vorrei una Crock-Pot ma la dimensione massima mi sembra 5.7 L, con quattro figli maschi, che mangiano tanto è sufficiente o meglio Electrolux 6,8 L?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 09.03.2017 09:18

      Ti consigliamo di prendere quella più capiente, in questo modo potrai preparare anche grandi quantità di cibo. Dai un’occhiata alla nostra recensione della Electrolux ESC7400

  10. Domanda di barbara | 22.01.2017 00:01

    Ho letto che è preferibile acquistare una crockpot grande anche se la si usa x 1/2 porzioni in quanto è più facile cucinare polli ecc. È vero?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23.01.2017 10:39

      È vero che con una pentola più grande è possibile cuocere un pollo intero, per cui se l’uso sarà principalmente quello della cottura di arrosti meglio in effetti una pentola di grandi dimensioni.