I migliori mini frigo del 2022

Confronta i migliori mini frigo del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Amazon
93,20 €
Amazon
189,99 €
Amazon
161,89 €
Amazon
149,99 €
Amazon
174,99 €

Capienza

47 l

30 l

41 litri

42 litri

25 litri

Alimentazione

Corrente elettrica

Corrente elettrica

Corrente elettrica

Corrente elettrica

Corrente elettrica

Ripiani

1 ripiano, 2 balconcini controporta

1 ripiano, 2 balconcini controporta

1 ripiano, 2 balconcini controporta

1 ripiano, 2 balconcini controporta

1 ripiano, 2 balconcini controporta

Motore

A compressore

A compressore

A compressore

A compressore

Termoelettronico

Potenza

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

60 W

Classe energetica

F

G

F

F

E

Rumorosità

n.d.

25 dB

39 dB

38 dB

26 dB

Punti forti

Bellissimo design rétro

Illuminazione LED

Dispone anche di un piccolo cassetto freezer

Buona capacità di raffreddamento

Livello di rumore bassissimo

Chiusura automatica della porta

Cassetto regolabile in altezza

Suddivisione interna ottimale

Poco rumoroso

Luce interna

Comparto freezer

Funzionamento silenzioso

Buon rapporto qualità-prezzo

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Perché scegliere un mini frigo?

Il frigorifero è uno di quei grandi elettrodomestici a cui proprio non si può rinunciare, perché semplifica la gestione delle provviste e permette l’ottimale conservazione degli alimenti.
Il bisogno di questo prodotto è talmente radicato nelle nostre abitudini che sempre più spesso scegliamo di acquistare, oltre ai normali frigoriferi, degli speciali modelli portatili da utilizzare nelle situazioni più disparate.
Questa categoria di prodotti, chiamati appunto mini frigo, si è presto imposta sul mercato sia per uso domestico che per uso professionale. Ma a cosa serve davvero un mini frigo e perché acquistarlo?
Inizialmente questi piccoli elettrodomestici erano utilizzati soprattutto nel settore alberghiero: avrete sicuramente notato, infatti, che ogni camera d’hotel dispone di uno di questi apparecchi – chiamato in gergo “mini bar” – nei quali vengono riposte piccole bottiglie di succhi di frutta, acqua o liquori. Con il passare degli anni la diffusione di questi prodotti si è estesa a diversi ambiti, da quello nautico a quello domestico, tant’è che tutti oggi vogliono un mini frigo!Mini frigo
Se passiamo velocemente in rassegna i diversi utilizzi che possono essere fatti dei mini frigo, ci rendiamo subito conto che sono davvero molteplici: in camper, in barca, in ufficio o semplicemente in salotto, questo accessorio vi permetterà di tenere sempre in fresco le vostre bevande preferite. Dato l’ingombro molto ridotto, inoltre, questo piccolo elettrodomestico viene spesso considerato un vero e proprio oggetto di design, da posizionare in bella vista nel proprio salotto.
La scelta del mini frigo più adatto a voi dipende sicuramente dalle vostre necessità specifiche. Ci sono tuttavia una serie di elementi da prendere necessariamente in considerazione prima di effettuare l’acquisto, così da assicurarsi efficienza nelle prestazioni e praticità nell’utilizzo. Vediamo nel dettaglio quali sono i fattori fondamentali da valutare per la scelta del mini frigo.

Capienza

Il primo aspetto che caratterizza i diversi modelli di mini frigo è relativo alla capienza del prodotto. Premettiamo subito che in questa guida all’acquisto verranno presi in considerazione soltanto i mini frigo sottotavolo, ovvero quelli che, pur essendo connessi alla rete elettrica, presentano dimensioni ridotte e capienza limitata rispetto a un normale frigorifero monoporta. Allo stesso modo, non parleremo in questa sede dei frigoriferi portatili, ovvero quei modelli che possono essere portati in macchina o in spiaggia e caricati anche tramite accendisigari. Se vi interessa questo tipo di prodotto, vi rimandiamo alla nostra guida dedicata.Mini frigo capienza
Un mini frigo ha solitamente una capienza che si aggira tra i 10 e i 50 litri: una differenza abbastanza significativa che incide fortemente sulle possibilità di utilizzo del prodotto. Bisogna quindi valutare questo fattore pensando attentamente alle proprie esigenze, perché chi ad esempio cerca un modello da portare con sé in macchina o in campeggio dovrà optare per un mini frigo meno capiente ma più maneggevole, al contrario chi ha bisogno di un prodotto da sistemare su camper, barche o uffici dovrà orientarsi su un modello più capiente. Pensate inoltre al tipo di alimenti che dovrete refrigerare: un single che cerca un economico sostituto al frigorifero tradizionale potrà scegliere un modello più capiente, mentre un appassionato di sport in TV che vuole un mini frigo per avere sempre una bella bevanda fresca a portata di mano si orienterà su qualcosa di più piccolo e di design.

Struttura

Il secondo aspetto da prendere in considerazione riguarda la struttura vera e propria del mini frigo; la capienza è sicuramente uno degli elementi strutturali più importanti, proprio per questo abbiamo scelto di osservarla separatamente. In questo paragrafo prenderemo invece in considerazione il tipo di design, la struttura interna e l’eventuale presenza del sistema di refrigeramento a compressore o di altre tecnologie.
Possiamo distinguere essenzialmente due gruppi di mini frigo rispetto al criterio estetico: quelli che si presentano come classici frigoriferi in miniatura e quelli che invece possono essere considerati veri e propri oggetti di design. La prima categoria non presenta particolari caratteristiche, visto che si tratta per lo più di piccoli elettrodomestici monoporta di forma quadrata. Questa tipologia di prodotti risulta molto acquistata da chi cerca un modello pratico da sistemare in piccoli ambienti, come ad esempio cucine di barche o camper, monolocali o camere di albergo.
La seconda macro-categoria è invece quella dei mini frigo dal design particolare, un trend lanciato dalla Coca-Cola che è stato ben presto cavalcato anche da altri grandi marchi leader nel settore degli elettrodomestici, spesso in collaborazione con le più famose aziende di bevande. Questi prodotti sono molto acquistati da chi cerca qualcosa di particolare da tenere in camera o in salotto, tra cui piccoli bar e ristoranti oppure semplici appassionati di design. In questo gruppo rientrano anche i mini frigo ispirati ai frigoriferi anni ’60: un design vintage sempre più in voga che sta riscuotendo un grande successo.Mini frigo design
Le caratteristiche strutturali di queste due tipologie sono molto simili: in entrambi i casi è possibile trovare dei ripiani orizzontali all’interno del vano refrigerato (estraibili a piacimento) e, in alcuni modelli, anche dei balconcini fuoriporta che consentono di riporre piccole cose come panetti di burro, cubetti di lievito o uova sfuse.Mini frigo ripiani
Sarà inoltre possibile trovare mini frigo che dispongano di un cassetto freezer: questo elemento è comunque molto raro a causa di aspetti propriamente tecnici del prodotto. Il motore dei mini frigo è infatti molto diverso da quello dei frigoriferi tradizionali, che in genere è molto più potente e può avere diversi meccanismi di funzionamento. I mini frigo invece possono avere essenzialmente due tipologie di motore: il classico motore a compressore o il motore a ventola. I modelli che dispongono di un motore a compressore permettono di raggiungere temperature più basse più velocemente, ma consumano più elettricità; i modelli con motore a ventola, al contrario, consumano meno energia ma raffreddano leggermente meno e più lentamente.
Prima di effettuare l’acquisto del mini frigo vi consigliamo quindi di controllare attentamente l’etichetta energetica del modello: lì troverete tutte le informazioni tecniche di cui avete bisogno per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze. Ricordate inoltre che, a partire da marzo 2021, le classi energetiche sono cambiate (non vanno più da D ad A+++, ma da G ad A) e tutti i modelli di mini frigorifero hanno subito un declassamento sostanziale. È quindi normale che un modello che in precedenza si trovava in classe A+ ora si trovi in classe E: fate perciò riferimento al dato relativo ai kWh/anno riportato sull’etichetta energetica per calcolare i consumi di ciascun modello e confrontarlo con altri.mini frigo nuova etichetta energetica

Un’altra caratteristica che può variare in base ai modelli di mini frigo è la tipologia di alimentazione: trattandosi di un prodotto adatto ad essere spostato frequentemente, infatti, è possibile trovare pratiche alternative alla classica rete elettrica domestica.
La principale fonte di alimentazione è la rete elettrica con normale collegamento a 230 V, ma non è raro trovare modelli che, per le loro dimensioni ridotte, possono essere usati anche in auto come frigo portatile: in questo caso potranno essere ricaricati anche tramite accendisigari.
Mini frigo doppia alimentazione
La valutazione di questo fattore dipende principalmente dalle vostre esigenze: un prodotto che si collega alla rete elettrica consuma sicuramente un quantitativo di energia maggiore, tuttavia è necessario per chi vuole un mini frigo da tenere nel proprio salotto.
Chi invece cerca un prodotto da portare con sé in vacanza o in camper può optare per un modello che permette soltanto l’attacco all’accendisigari. Questi mini frigo risultano leggermente meno performanti, ma rappresentano comunque un utilissimo accessorio da viaggio.
Rispetto all’alimentazione il nostro consiglio è quindi quello di acquistare un mini frigo che consenta entrambi gli attacchi: in questo modo potrete aumentare la sua versatilità ed utilizzare il prodotto in diverse situazioni, assicurandovi sempre bibite e pietanze fresche.

Praticità d’uso

L’ultimo fattore da prendere in considerazione è la praticità d’uso dei vari modelli; con questo termine intendiamo soprattutto la rumorosità dell’apparecchio ed il tempo di raffreddamento. I dati relativi alla rumorosità sono solitamente indicati sull’etichetta energetica ed espressi in decibel: i valori possono variare in base ai modelli, tuttavia è necessario sottolineare che, trattandosi di prodotti di piccole dimensioni alimentati da un motore non troppo potente, anche la rumorosità sarà ridotta rispetto ad alcuni frigoriferi tradizionali.
Per quanto riguarda invece il tempo di raffreddamento, questo aspetto dipende molto dalle caratteristiche tecniche e strutturali dei differenti modelli. In linea di massima a dimensioni minori corrisponde una maggiore rapidità di raffreddamento: questa affermazione però, non è sempre vera poiché sul tempo di raffreddamento incide anche il tipo di motore integrato. Come abbiamo già detto un motore a compressore risulterà più efficiente rispetto ad uno a ventola: bisogna però considerare che i mini frigo con motore a compressore solitamente sono più capienti, più ingombranti e più pesanti.
Anche la valutazione della praticità d’uso deve essere quindi fatta principalmente in base alle proprie esigenze ed al tipo di utilizzo che farete di questo piccolo elettrodomestico.

Altri fattori da tenere in considerazione nella scelta del mini frigo

I materiali sono importanti?

I materiali che compongono i vari modelli di mini frigo sono tutti molto simili: come per i frigoriferi tradizionali la maggior parte dei prodotti presenta un interno in schiuma di poliuretano, uno speciale tipo di rivestimento che riesce ad isolare la temperatura interna ed a mantenerla costante nel tempo. Per quanto riguarda i materiali esterni invece, esistono delle differenze legate soprattutto al design del prodotto: sarà quindi possibile trovare mini frigo rivestiti in metallo o in plastica dura. Non c’è quindi un materiale migliore rispetto ad un altro: le differenze riguardano principalmente l’aspetto estetico e non possono quindi essere valutate oggettivamente.
L’unica accortezza da tenere presente rispetto al fattore materiali è quello di assicurarsi che il modello prescelto abbia un buon sistema di isolamento: solo in questo modo sarà possibile sfruttare appieno la potenza ed ottenere l’effetto di refrigerazione desiderato.

La marca è importante?

Come specificato nell’introduzione di questa guida all’acquisto, i mini frigo sono un prodotto ormai molto diffuso sul mercato, e ciò implica che moltissime aziende hanno scelto di realizzare questi piccoli elettrodomestici. Nei negozi di elettrodomestici e negli store online è possibile trovare diverse case produttrici, più o meno note: a cominciare dai grandi marchi già leader nel settore dei frigoriferi tradizionali come Severin, Klarstein o Melchioni fino ad arrivare alle aziende meno conosciute come Ardes. Da ricordare poi i mini frigo che derivano da una collaborazione tra produttori di bevande e aziende di elettrodomestici, come ad esempio i modelli proposti dalla Coca Cola o dall’Heineken.
Con un’offerta così vasta è davvero difficile scegliere il mini frigo soltanto in base al marchio che lo produce: la cosa migliore è giudicare la qualità del prodotto guardando alle sue caratteristiche tecniche e strutturali.
Consigliamo comunque di non affidarsi a marchi sconosciuti, perché potreste inavvertitamente acquistare un prodotto che non corrisponde alle vostre aspettative.

Il prezzo è importante?

I prezzi dei mini frigo non sono molto diversi tra loro: i modelli più semplici hanno un costo di circa 60 euro, mentre i modelli più capienti e particolari possono arrivare ad un massimo di 150 euro. Le differenze di prezzo sono legate principalmente alle caratteristiche tecniche, alla capienza massima ed al tipo di design: non è quindi possibile giudicare la qualità di un mini frigo guardando soltanto al prezzo ma è necessario prendere in considerazione anche in questo caso tanto le caratteristiche tecniche quanto quelle strutturali. Bisogna tuttavia tenere presente che online è possibile trovare prodotti molto economici che sono essenzialmente borse frigorifere in plastica dura. Prima di acquistare qualcosa, quindi, fate molta attenzione, controllando attentamente che il modello da voi scelto sia effettivamente rispondente alle vostre necessità: meglio spendere qualche euro in più che ritrovarsi con qualcosa di inutile!


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Mini frigo

  1. Domanda di elisabetta alteri | 29.06.2019 20:10

    Cerco un minifrigo con una profondità massimo di 40 cm. Esiste? In caso, cosa mi consigliereste?
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.07.2019 09:58

      Date le tue esigenze ti consigliamo l’acquisto del Ardes ARTK44A

Il migliore
Comfee RCD50RE1RT(E)

Comfee RCD50RE1RT(E)

Migliore offerta: 93,20€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Klarstein Happy Hour 30 L

Klarstein Happy Hour 30 L

Migliore offerta: 189,99€