Come preparare gli omogeneizzati di carne in casa

Preparare gli omogeneizzati in casa è possibile, ecco come!

L'alimentazione dei bambini, specialmente nella prima fase dello svezzamento, dev'essere curata attentamente. In farmacia, nei supermercati e nei negozi specializzati si possono trovare facilmente diversi generi alimentari dedicati ai più piccoli, ma siamo davvero sicuri che acquistare prodotti realizzati in modo industriale sia la scelta migliore?
Sono sempre di più i neo-genitori che scelgono di preparare in casa gli omogeneizzati sia per ragioni economiche che per motivi legati alla qualità degli ingredienti. I prodotti industriali risultano infatti molto costosi e spesso tra gli ingredienti compaiono conservanti o altre sostanze poco sane per i nostri piccoli. Quando si preparano gli omogeneizzati in casa è invece possibile tenere sotto controllo sia i costi che la qualità degli ingredienti.
In questo articolo vedremo tutti i passaggi per preparare in casa omogeneizzati di carne in modo semplice, rapido e soprattutto salutare. Prima di passare agli step veri e propri è però necessaria fare una piccola precisazione: gli omogeneizzati in casa possono essere realizzati soltanto con l'ausilio di un frullatore o di un robot da cucina.
Se ancora non avete acquistato un frullatore e state cercando delle informazioni per scegliere il modello più adatto, vi consigliamo di consultare la nostra guida all'acquisto dedicata. Se, invece, avete già le idee chiare ecco alcuni modelli che risultano molto adatti alla preparazione degli omogeneizzati di carne:

4 semplici passaggi per preparare gli omogeneizzati di carne in casa

1. Scegliere gli ingredienti con cura

Scelta ingredientiPotrà sembrare banale, ma il primo passaggio per realizzare gli omogeneizzati in casa è la scelta degli ingredienti. Per ottenere omogeneizzati gustosi e salutari è necessario fare attenzione ad alcune piccole accortezze.
Gli ingredienti che serviranno sono pochi e semplici: carne e brodo vegetale. Per quanto riguarda la carne consigliamo di acquistare pollo, tacchino o manzo magro, dei tipi di carne che risultano molto digeribili ed allo stesso tempo nutrienti. Per assicurarsi di comprare carne di ottima qualità la scelta migliore è rivolgersi al proprio macellaio di fiducia e chiedere carne biologica non proveniente da allevamenti intensivi. La carne che si trova al supermercato è sicuramente più economica, tuttavia potrebbe contenere tracce di ormoni o antibiotici, due sostanze chimiche spesso somministrate agli animali.
Anche per quanto riguarda il brodo è consigliabile scegliere verdure biologiche e consigliamo di preparare il brodo in casa e di non utilizzare il dado vegetale, poiché ha una percentuale di sale troppo alta che non si adatta alle esigenze nutrizionali dei bambini.

2. Tagliare la carne e cuocerla

Carne a pezzetti
Dopo aver comprato la carne si potrà dare avvio alla preparazione. Ricordiamo che, in base alle quantità di carne, si potrà ottenere un numero maggiore o minore di vasetti. Con 300 g di pollo si potranno realizzare tra i 10 e i 15 vasetti piccoli, per cui in base a questa proporzione potete scegliere il quantitativo più adatto alle vostre esigenze.Come prima cosa mettete a preparare il brodo, mettendo in una pentola sedano, carote, cipolla e patate con acqua fredda e cuocendo per circa 30 minuti a fuoco medio-basso.
Per quanto riguarda la cottura della carne, invece, potrete scegliere se cuocerla a vapore, bollita, al forno o in padella. Il nostro consiglio è quello di privilegiare modalità di cottura che non richiedono l'uso di grassi, così da migliorare la digeribilità. La carne andrebbe tagliata a cubetti di piccole dimensioni in modo da accelerare il processo di cottura, fin quando diventerà molto morbida.
Ricordate di non aggiungere sale: nella fase dello svezzamento i bambini non sono ancora pronti ad assimilare questo ingrediente.

3. Frullare la carne

Frullare ingredienti
Quando la cottura è ultimata procedete con la lavorazione della carne, un processo davvero semplice.
Basterà inserire la carne cotta all'interno del frullatore e attivarne il funzionamento. Per arricchire il gusto del vostro omogeneizzato casalingo potrete aggiungere anche un po' di verdure con le quali avete preparato il brodo vegetale.
Mentre il frullatore è a lavoro, aggiungete del brodo a filo, che aiuterà ad ottenere la consistenza ottimale. L'omogeneizzato deve risultare liscio, non troppo denso e privo di pezzetti o filamenti. Per 300 g di pollo sarà sufficiente una tazza di brodo, ma consigliamo comunque di regolarvii ad occhio.

4. Conservare gli omogeneizzati di carne

Omogeneizzato ottenuto
Dopo circa 3-4 minuti di lavorazione la vostra carne dovrebbe risultare perfettamente frullata ed omogeneizzata con il brodo e sarà quindi possibile procedere con la fase finale della preparazione, ovvero il travaso nei vasetti.
Potrete conservare gli omogeneizzati sia in frigorifero che in congelatore, ricordate però che i vasetti potranno essere tenuti in frigo solo per 24 ore, mentre nel freezer per circa 6 mesi.
Se non disponete di vasetti a chiusura ermetica consigliamo di riporre il preparato a base di carne e brodo nei sacchetti di plastica per i cubetti di ghiaccio. In questo modo avrete le vostre porzioni di omogeneizzato pronte per essere scongelate e consumate.

Frullatore: prodotti recensiti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!