I migliori termosifoni elettrici del 2019

Confronta i migliori termosifoni elettrici del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Pro Breeze 2500 W

Voto: 8,7

Watt2500
N° elementi10
Cubatura> 60 m³
Termostato
Programmazione
Livelli potenza4
Antisurriscaldamento
Antigelo
Anticaduta
Wi-Fi
Punti forti
  • Con telecomando
  • Adatto a locali grandi
  • Programmabile con timer 24 ore
  • Display LED e pulsanti touch
Punti deboli
    Nessuno

De’Longhi Vento V550920T

Voto: 8

Watt2000
N° elementi9
Cubatura60 m³
Termostato
Programmazione
Livelli potenza3
Antisurriscaldamento
Antigelo
Anticaduta
Wi-Fi
Punti forti
  • Elementi per riscaldamento rapido
  • Programmabile con timer 24 ore
  • Facile e comodo da spostare
Punti deboli
    Nessuno

De’Longhi TRRS 0920

Voto: 7,2

Watt2000
N° elementi9
Cubatura60 m³
Termostato
Programmazione
Livelli potenza3
Antisurriscaldamento
Antigelo
Anticaduta
Wi-Fi
Punti forti
  • Facile e leggero da spostare
  • Adatto a stanze di medie dimensioni
Punti deboli
  • Non programmabile

AEG RA 5521

Voto: 7

Watt2000
N° elementi9
Cubatura60 m³
Termostato
Programmazione
Livelli potenza3
Antisurriscaldamento
Antigelo
Anticaduta
Wi-Fi
Punti forti
  • Prezzo vantaggioso
  • Adatto a stanze di medie dimensioni
  • Agevole da spostare
Punti deboli
  • Non programmabile

De’Longhi TRRS 0715

Voto: 6,9

Watt1500
N° elementi7
Cubatura45 m³
Termostato
Programmazione
Livelli potenza3
Antisurriscaldamento
Antigelo
Anticaduta
Wi-Fi
Punti forti
  • Si sposta facilmente
  • Adatto a stanze medio-piccole
Punti deboli
  • Non programmabile
Elena.gallina
Autore
Elena Gallina

I fattori decisivi per la scelta del termosifone elettrico

Un termosifone elettrico, o termosifone ad olio che dir si voglia, può essere un valido aiuto nei mesi invernali per riscaldare quei locali che rimangono freddi o non sono serviti dall'impianto di riscaldamento tradizionale.Termosifone elettricoÈ particolarmente apprezzato per il riscaldamento del bagno quando si vuole fare la doccia, come scaldasalviette, e per quei locali che non dispongono di un impianto di riscaldamento fisso. Vi ricordiamo, per completezza d'informazione, che per il riscaldamento del bagno vi sono anche altre soluzioni, come i termoventilatori (da parete e non) e gli scaldasalviette veri e propri.

Come funziona il termosifone elettrico

Un termosifone elettrico assomiglia in tutto e per tutto ad un tradizionale radiatore ad acqua, con la differenza che non è fisso a muro, bensì dotato di rotelle e amovibile (salvo poche eccezioni fissabili a parete). Anziché ad acqua, però, gli elementi sono riempiti di olio termico, da cui deriva il nome alternativo di termosifone ad olio.
Il funzionamento è elementare: una resistenza elettrica all'interno degli elementi, immersa nell'olio termico, si scalda quando il termosifone è acceso per il passaggio della corrente elettrica, trasferendo calore all'olio. Questo, scaldandosi, si espande e genera un moto convettivo interno agli elementi, che favorisce il riscaldamento di tutto il termosifone. È a causa di questo riscaldamento progressivo che può capitare, toccando il radiatore, di sentire zone più e meno calde.
Il calore si trasmette poi all'aria all'esterno per contatto con la superficie degli elementi radianti, che sono solitamente progettati apposta per massimizzare la superficie di contatto. Termosifone elettrico convezione ariaCome nel caso del riscaldamento tradizionale e di tutti gli strumenti per il riscaldamento, l'aria così riscaldata sale verso l'alto e sposta verso il basso l'aria più fredda, che viene così a contatto con il termosifone e ne viene riscaldata a sua volta. Se i soffitti sono molto alti si può prendere in considerazione l'installazione e l'uso di un ventilatore a soffitto, attivato in modalità invernale, per velocizzare la distribuzione dell'aria calda.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Prestazioni

Se abbiamo deciso di acquistare un termosifone elettrico faremo bene a capire di quali prestazioni è capace, soprattutto in relazione alle dimensioni dei locali in cui abbiamo intenzione di usarlo. A tal fine vi sono alcune caratteristiche di cui è opportuno tenere conto: vediamole una ad una.

Wattaggio

Un primo aspetto significativo è l'assorbimento di energia elettrica: sappiamo che tutti gli apparecchi per il trattamento dell'aria, sia riscaldanti sia raffreddanti, hanno necessariamente un assorbimento elevato, e i termosifoni ad olio non fanno differenza.Termosifone elettrico potenzaL'assorbimento massimo può andare indicativamente dai 900 a oltre 2000 W, ed è di solito correlato al secondo aspetto che vedremo tra poco, ovvero le dimensioni del radiatore e il numero di elementi riscaldanti di cui è composto. La relazione è diretta: più grande il termosifone, più alto l'assorbimento energetico. A parità di dimensioni e di numero di elementi, un wattaggio maggiore comporta maggiore velocità nel riscaldamento ed una temperatura massima superiore.

Dimensioni e numero elementi

La nostra scelta del termosifone elettrico non dovrebbe idealmente essere guidata dal principio delle dimensioni più contenute possibili: come dovrebbe essere intuitivo dopo aver capito come funziona un termosifone ad olio, maggiore è la superficie di contatto con l'aria, più elevato è il potere riscaldante.Termosifone elettrico elementi radiantiPertanto un radiatore di dimensioni compatte sarà perfetto per ambienti piccoli, come un bagno di dimensioni modeste, mentre se vogliamo riscaldare ad esempio una stanza matrimoniale avremo bisogno di un modello di dimensioni maggiori. Più grande il termosifone, maggiore il numero di elementi riscaldanti che lo compongono, maggiore la superficie riscaldante. Indicativamente i corpi riscaldanti vanno in genere da 4 a 11, a seconda delle dimensioni complessive del termosifone.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Superficie indicata

È dunque evidente che le dimensioni del radiatore siano correlate in maniera diretta alle dimensioni dei locali in cui si possa usare con buoni risultati. Un termosifone sottodimensionato non sarà cioè in grado di scaldare adeguatamente il locale, mentre uno sovradimensionato rischia di consumare troppo per ottenere gli stessi risultati che si otterrebbero con un modello più piccolo.
Quasi sempre i produttori indicano le dimensioni massime dei locali in cui si possono usare con profitto i loro modelli di termosifoni ad olio. La seguente tabella offre indicazioni circa la relazione tra wattaggio, dimensioni dei locali (indicate sia in metri cubi sia in metri quadri) e numeri di elementi riscaldanti:

W
Elementi
2000
60
20-35
9-11
1500
45
10-20
7
1000
30
10-20
5
800
23
<10
8
500
19
<10
5

Non fatevi ingannare dal numero di elementi presente sui modelli a wattaggio inferiore: si tratta di termosifoni dalle dimensioni molto compatte, ben più piccoli rispetto agli altri, per cui sono più piccoli anche gli elementi radianti.

Funzioni

Una volta determinata la potenza e le dimensioni che ci servono, non dobbiamo tralasciare la valutazione delle funzioni che un termosifone ad olio può offrire: il ventaglio può essere più o meno ricco e dovremo scegliere il modello più rispondente ai nostri bisogni e desideri. Vediamo quali sono le più comuni funzioni che si possano trovare su un termosifone elettrico.

Controllo temperatura

Questa funzionalità si avvale di due accorgimenti tecnici:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Un termostato ambiente, per monitorare l'andamento della temperatura nella stanza;
  • Un controllo della temperatura, che consente di impostare la temperatura desiderata;

Si tratta di funzionalità più comuni nei modelli di termosifone elettrico di fascia media e alta, mentre spesso i modelli di fascia bassa offrono solamente diversi livelli di potenza da scegliere.

Livelli di potenza

È molto comune che su un termosifone ad olio si trovino diversi livelli di potenza. A ciascuno corrisponde un assorbimento elettrico diverso, dunque una minore temperatura raggiunta: è evidente che il livello di potenza vada selezionato sia in rapporto alle dimensioni della stanza, sia alla temperatura di partenza.Termosifone elettrico selettore potenzaI livelli di potenza, quando presenti, sono solitamente solo due o tre, ma i modelli più economici possono in molti casi non prevederne nessuno.

Programmazione oraria

I modelli migliori e alcuni di fascia media offrono anche la possibilità di programmare l'accensione e/o lo spegnimento del termosifone elettrico, ad esempio per trovare il bagno caldo la mattina quando ci si sveglia.Termosifone elettrico timer programmabileLa programmazione può avvenire o attraverso un selettore analogico (la classica rotella oraria, come quella nella foto qui sopra), oppure attraverso un più sofisticato controllo digitale, con tanto di display, che può permettere anche una programmazione diversificata in base ai giorni della settimana.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Programma antigelo

Molti modelli di termosifone ad olio, in particolare quelli dotati di termostato ambiente, hanno una funzione speciale per mantenere la temperatura di ambienti freddi al di sopra del punto di congelamento. Può essere il caso ad esempio di una cantina o lavanderia non altrimenti riscaldata dove passino tubi dell'acqua che non vogliamo scoppino alla prima gelata.
Il programma antigelo consiste nell'accensione automatica del termosifone qualora la temperatura scenda sotto la soglia dei 5 °C, così da evitare che la stanza raggiunga lo zero termico.

Funzioni di sicurezza

Come tutti gli elettrodomestici dedicati al riscaldamento dell'aria, anche i termosifoni elettrici sono dotati di alcune funzioni di sicurezza.
La più importante è la funzione di prevenzione del surriscaldamento: per preservare l'integrità della serpentina riscaldante il termosifone si spegne in automatico quando questa raggiunge una temperatura eccessiva. Questo previene anche pericolosi cortocircuiti, oltre al danneggiamento della serpentina stessa.
Un'altra funzione è la messa in sicurezza in caso di ribaltamento: poiché può capitare che un urto faccia cadere un termosifone elettrico sul fianco, diversi modelli sono progettati per spegnersi automaticamente quando questo accade.

Connettività Wi-Fi

Infine, pochi modelli di fascia molto alta sono dotati anche di antenna Wi-Fi per l'integrazione con dispositivi smart per la domotica, ad esempio un termostato Wi-Fi. Il termosifone elettrico risponderà cioè ai comandi impartiti attraverso il termostato, in armonia con il riscaldamento generale ed eventuali altri dispositivi connessi.

Domande frequenti

I materiali sono importanti?

In generale i materiali che compongono un termosifone elettrico sono piuttosto standardizzati: gli elementi e la struttura principale sono solitamente in alluminio laccato, con inserti in plastica per la parte dei controlli. La parte più rilevante di questo apparecchio è senza dubbio l'impianto elettrico, dato che deve necessariamente essere in grado di sopportare alte temperature per periodi anche molto prolungati.
Ovviamente non è possibile accertarsi preventivamente di certe caratteristiche: ci si può affidare alle opinioni di chi possiede già un determinato modello per capire se è rimasto soddisfatto della durevolezza del termosifone oppure no.

La marca è importante?

È fuor di dubbio che, quando si parla di riscaldamento e trattamento dell'aria in generale, vi siano dei brand specializzati che ispirano immediatamente fiducia, perlopiù con buona ragione. Su tutti il più noto è senza dubbio De'Longhi, che offre una gamma ampia e adatta a tutte le necessità. Il grosso pregio di questo marchio è, oltre all'affidabilità, l'assistenza in italiano facilmente raggiungibile in tutta la penisola. Offre modelli interessanti AEG, sebbene in questo caso la gamma sia ben più limitata.
Un altro marchio interessantissimo, che propone modelli di fascia altissima, è invece la spagnola Farho, tra le prime aziende produttrici a sviluppare questa tecnologia ed oggi leader di mercato. All'estremo opposto, vi sono marchi meno noti come Pro Breeze che offrono modelli molto interessanti dal punto di vista di costi e prestazioni, con il solo svantaggio di non offrire solitamente un'assistenza clienti in italiano.

Il prezzo è importante?

Il termosifone ad olio è un apparecchio di realizzazione relativamente semplice, per questo è possibile trovare modelli semplici, con poche funzionalità, ad un costo assolutamente ragionevole. Il prezzo lievita all'aumentare della sofisticazione: una programmazione più completa, più dispositivi di sicurezza, maggiori possibilità di controllo fanno sì che un modello di fascia alta arrivi a sfiorare i 200 € di costo. Indicativamente sono queste le fasce di prezzo che possiamo trovare sul mercato:

  • Fascia bassa: dai 40 ai 100 €;
  • Fascia media: dai 70 ai 125 €;
  • Fascia alta: dai 100 ai 200 €;
  • Fascia altissima (Farho): dai 250 ai 450 €.

Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
Ti abbiamo aiutato? Lasciaci un voto qui sotto!
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (nessun voto)
Loading...

Quali sono i migliori termosifoni elettrici del 2019?

La tabella dei migliori termosifoni elettrici del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Pro Breeze 2500 W 109,99 €
De’Longhi Vento V550920T 89,82 €
De’Longhi TRRS 0920 77,99 €
AEG RA 5521 54,90 €
De’Longhi TRRS 0715 76,79 €

"Termosifone elettrico": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

8,7

Pro Breeze 2500 W

Migliore offerta: 109,99€

8

De’Longhi Vento V550920T

Migliore offerta: 89,82€

7,2

De’Longhi TRRS 0920

Migliore offerta: 77,99€