Seggiolini auto: tutte le normative

Ad ognuno il suo: come scegliere il seggiolino d'auto per il proprio bambino

Il seggiolino si sceglie in base all'altezza del bambino, all'età o al suo peso? Fino a quando ne è obbligatorio l'utilizzo? Che cosa dice il Codice della Strada a riguardo? E come si integrano le normative europee ECE R44 e la ECE R 129? E infine, quali sono le modifiche introdotte nel 2017?
Le domande che possono assalire un genitore nella scelta del seggiolino d'auto per la propria progenie sono molte e le continue modifiche alla legge possono mettere in crisi anche i genitori che più dimestichezza hanno con la burocrazia.
Vediamo dunque di fare un po' di chiarezza e di capire come scegliere il giusto seggiolino d'auto per mettere in sicurezza il proprio bambino e per evitare di trovarsi a dover pagare inaspettate, salatissime multe.
Sicurezza dei bambini in auto

La normativa italiana: il Codice della Strada

Articolo 172

In Italia l'utilizzo del seggiolino d'auto in macchina è regolamentato dall'articolo 172 del Codice della Strada, il quale decreta che:

I bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, adeguato al loro peso, di tipo omologato secondo le normative stabilite dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, conformemente ai regolamenti della Commissione Economica per l'Europa, delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie

Da tale decreto emerge chiaramente che l'età non è un fattore discriminante nell'utilizzo del seggiolino d'auto, ma solo l'altezza, e che l'utilizzo di un sistema di ritenuta omologato è dunque obbligatorio fintanto che il bambino non abbia superato l'altezza di 150 cm.
Aggiungiamo inoltre che sotto tale statura i bambini possono viaggiare esclusivamente sul sedile posteriore, mentre una volta superato tale limite permane l'obbligo (adulti compresi, i quali dovrebbero dare il buon esempio) di utilizzare le cinture di sicurezza, sia sul sedile anteriore che su quello posteriore.
Per il consumatore però l'articolo 172 non è sufficiente a stabilire quale seggiolino auto acquistare: quali sarebbero infatti le direttive comunitarie europee sopracitate? E che cosa stabiliscono?

Le normative europee

I regolamenti previsti dalla legislazione europea per l'omologazione dei seggiolini d'auto sono due, la ECE R44 e la ECE R129. La prima è in vigore sin dagli anni '80 e regola la classificazione dei seggiolini d'auto in base al peso del bambino, ma dal 2013 è stata affiancata dalla ECE R129 che invece si basa sull'altezza e che andrà gradualmente a sostituire la ECE R44.
Al momento dunque le due normative sono entrambe valide, con qualche precisazione che andremo a esporre nei prossimi paragrafi.
In macchina con i bambini

La ECE R44

Seggiolino auto etichetta omologazione ECE R44In circa trent'anni di applicazione la ECE R44 ha subito diverse revisioni nel corso nel tempo, volte ad aumentare i parametri di sicurezza da rispettare per ottenere l'omologazione del seggiolino auto.
A oggi solamente le normative ECE R44/03 ed R44/04 sono ancora in vigore, mentre le prime due stesure, le R44/01 e la R44/02 sono state dichiarate nulle nel 2008 in quanto si riferiscono a standard ormai obsoleti.

Individuazione di 5 gruppi

La normativa suddivide i seggiolini in 5 gruppi differenti in base al peso del bambino:

  • Gruppo 0: raggruppa i seggiolini omologati per i bambini dal peso fino ai 10 kg. Le navicelle rientrano in questo gruppo
  • Gruppo 0+: seggiolini omologati fino ad un massimo di 13 kg, categoria alla quale appartengono gli ovetti
  • Gruppo 1: i classici seggiolini auto, adatti i bambini dal peso compreso fra i 9 ed i 18 kg
  • Gruppo 2: fra questi rientrano le alzatine con schienale, da utilizzare fra i 15 ed i 25 kg
  • Gruppo 3: sono le alzatine senza schienale, utilizzabili dai 22 fino ai 36 kg

Seggiolino auto gruppo 2
Molti seggiolini inoltre coprono più gruppi, come ad esempio quelli omologati per i gruppi 1,2 e 3: si tratta infatti di modelli modulari adattabili a seconda delle esigenze.

Compatibilità con l'automobile

La medesima normativa chiarisce inoltre in che direzione rispetto al senso di marcia deve essere posizionato il seggiolino in base al suo gruppo di appartenenza e illustra come verificarne la compatibilità con la propria auto.
Esistono infatti tre tipologie di omologazione: quella universale, quella semi-universale e quella per veicolo specifico.
Tali classificazioni sono valide sia che il seggiolino preveda un sistema di aggancio tradizionale con cintura, sia che vada fissato tramite il sistema Isofix. Vediamo a cosa corrisponde ciascuna voce:

  • Universal: indica che il seggiolino è compatibile con ogni tipo di automobile. Ovviamente, nel caso in cui il modello in oggetto sia dotato di attacchi Isofix, anche l'automobile deve essere compatibile con tale sistema
  • Semi-Universal: il seggiolino è omologato solamente per alcuni modelli di auto, che dovrebbero essere riportati sul libretto di istruzioni
  • Specific Vehicle (omologazione per veicolo specifico): spesso questa tipologia di seggiolino presenta delle caratteristiche particolari che lo rendono compatibile con un solo modello di auto, specificato sull'etichetta di omologazione

La ECE R129

Introdotta quattro anni fa, la ECE R129 si propone di imporre standard più severi per l'omologazione dei seggiolini d'auto. Per consentire ai produttori di adeguarsi alle nuove regole, si è deciso di procedere però con un'applicazione graduale a più fasi, una soluzione di compromesso che comporta un periodo di transizione durante il quale coesistono più normative di eguale validità.
La prima fase è entrata in vigore già nel 2013 sotto il nome di I-Size e dal gennaio 2017 è iniziata l'entrata in vigore della seconda fase (ECE R129-02) che verrà portata a compimento entro l'estate. Vediamo quali sono le novità introdotte.

I-Size

La I-Size si riferisce ai soli seggiolini d'auto appartenenti al gruppo 0 e 0+. La novità principale consiste nel cambiamento del parametro in base al quale stabilire fino a quando devono essere utilizzati: non più in base al peso e dunque fino ai 13 kg, ma in base all'altezza, ovvero fino al raggiungimento dei 105 cm.

Promozione del sistema Isofix

Si vuole inoltre promuovere il sistema Isofix, per il quale sono stati previsti standard di omologazione più rigidi, in quanto il fissaggio tramite questo sistema risulta più semplice ed è conseguentemente minore il rischio di errori durante l'installazione.
Gli standard di omologazione per i seggiolini dei gruppi 0 ed 0+ con fissaggio a cintura continuano invece ad essere regolati dalla ECE R44/04 e 03, almeno fino all'attuazione della terza fase di applicazione della ECE R129: ciò significa quindi che, sebbene legali, sono sconsigliati.Sistema Isofix

Nuovi crash test

La R129 ha aggiunto nuovi crash test a quelli previsti dalla precedente normativa: oltre infatti a quelli di impatto frontale e posteriore, vengono aggiunti quelli di impatto laterale che, secondo le statistiche, è il tipo di impatto più pericoloso.

Posizionamento del seggiolino

Infine viene anche reso obbligatorio il posizionamento del seggiolino in direzione contraria al senso di marcia fino ai 15 mesi e non più fino al raggiungimento dei 9 kg.Seggiolino auto direzione contraria senso di marcia

R129/02

Da gennaio 2017 è iniziata la seconda fase di applicazione della normativa R129, la quale va a "colpire" in particolare i seggiolini d'auto appartenenti al gruppo 3. Viene infatti reso obbligatorio l'utilizzo dell'alzatina con schienale fino ai 125 cm di altezza e vengono dunque messe contestualmente al bando le semplici alzatine (o rialzi): queste potrebbero continuare ad essere utilizzate fino al raggiungimento dei 150 cm, ma è chiaramente consigliato prediligere anche in questo caso alzatine dotate di schienale.
Per questa categoria di seggiolini non è invece obbligatorio il sistema Isofix, ma aumentano le sanzioni per chi non utilizza sistemi di ritenuta omologati.Seggiolino auto rialzo con schienalePrima di procedere all'acquisto del seggiolino d'auto consigliamo dunque di verificare con attenzione che riporti l'etichetta di omologazione ECE R44/03, ECE R44/04 o, ancora meglio (nel caso soprattutto in cui si dovesse acquistare un modello per un neonato) l'etichetta ECE R129.
Non c'è infatti bisogno di ricordare quanto sia importante la sicurezza dei bambini quando si viaggia in macchina.

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Cybex Pallas-Fix

Migliore offerta: 199,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Cybex Pallas

Migliore offerta: 219,99€

Il più venduto

Foppapedretti Dynamik 9-36

Migliore offerta: 125,00€