Le migliori fotocamere subacquee del 2024

Confronta le migliori fotocamere subacquee del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
651,30 €
amazon
71,99 €
amazon
173,00 €
amazon
63,99 €
amazon
18,90 €
attualfoto
179,00 €
bpmpower
180,56 €
virtualfoto
186,00 €
genialpix
188,50 €

Dati tecnici

Tipologia

Compatta

Compatta

Compatta

Compatta

Analogica

Impermeabilità

15 m

5 m

15 m

5 m

n.d.

Tipo sensore

BSI CMOS

CMOS

BSI CMOS

n.d.

n.d.

Risoluzione sensore

12 MP

21 MP

16,76 MP

21 MP

n.d.

Sensibilità

100-12.800 ISO

n.d.

100-3.200 ISO

100-400 ISO

> 400 ISO

Apertura

2-4,9 f/

n.d.

3.0-6.6 f/

2.8-5.3 f/

n.d.

Lunghezza focale

25 mm

n.d.

4,9-108 mm

n.d.

n.d.

Velocità otturatore

n.d.

n.d.

30 - 1/2.000 sec

1/2 ~ 1/2.000 sec

n.d.

Zoom ottico

4 x

n.d.

4 x

n.d.

n.d.

Zoom digitale

2 x

8 x

6 x

8 x

n.d.

Risoluzione max foto

n.d.

n.d.

4.608 x 2.592 p

5.616 x 3.744 p

n.d.

Risoluzione max video

4K

1080 p

1080 p

1080 p

n.d.

Display

3", 1.040.000 punti

2,8

2,7", 230.000 punti

2,8

n.d.

Autonomia batteria

340 scatti

n.d.

200 scatti

n.d.

n.d.

Memoria

n.d.

n.d.

n.d.

0 MB

n.d.

Memoria espandibile

256 GB

32 GB

32 GB

32 GB

n.d.

Connettività

USB 2.0, Wi-Fi

n.d.

USB 2.0, Wi-Fi 4

USB 2.0

n.d.

Antigelo

Dimensioni

n.d.

n.d.

n.d.

n.d.

13,2 x 11,9 x 5,3 cm

Peso

n.d.

n.d.

176 g

n.d.

70 g

Punti forti

Ottima qualità fotografica sott'acqua

Adatta ai bambini

Buona per neofiti

Adatta a bambini e ragazzini

Ottimo prezzo

Tantissimi effetti artistici

Alimentata da batteria ricaricabile agli ioni di litio

Diverse modalità di scatto

Autonomia della batteria di 2 ore

Il fascino della pellicola

Video in slow motion

Molte modalità disponibili

Alimentata a batterie al litio

Dotata di stabilizzatore

Subacquea

Compatibile treppiedi

Punti deboli

Autonomia non dichiarata

Non va oltre il Full HD

Zoom limitato

Non scatta bene in mancanza di luce

Memoria non inclusa

Solo 27 scatti

Alcuni prodotti arrivano difettati

Senza flash

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Le fotocamere subacquee

Le fotocamere subacquee compatte possono essere comprate per il solo uso mentre facciamo il bagno, oppure per scattare dentro e fuori dall’acqua durante le nostre vacanze al mare o al lago. Nel primo caso consentono di risparmiare e magari di dare la macchina fotografica in mano ai bambini; nel secondo sono prodotti più costosi, ma molto versatili. Il vantaggio è quello di avere con sé vere e proprie macchine fotografiche complete di tutti i preset classici per fotografare sia il mondo sott’acqua, sia i paesaggi di campagna. Fotocamera subacqueaOltre a quelle compatte, utilizzabili da adulti che non hanno praticità con le reflex, ne esistono di professionali, dal prezzo molto elevato, che richiedono particolare competenza d’uso. In questa pagina ci dedichiamo esclusivamente al primo tipo di fotocamere, iniziando con una carrellata dei migliori prodotti.

Le migliori fotocamere subacquee

Migliore semi-manuale: Olympus Stylus Tough TG-6

La Olympus Tough TG-6 è uscita nel 2019 e rappresenta la fotocamera subacquea ammiraglia di sesta generazione del rinomato brand. Si distingue da tutte le altre fotocamere da noi prese in considerazione per l’ottimo schermo LCD, l’ottima resistenza del corpo macchina, l’ottima qualità foto-video (fa riprese in 4K e Full HD a una fluidità di 120 fps) e per le nuove modalità macro e subacquee rispetto alla generazione precedente, che permettono lo scatto fino a 1 cm di distanza dal soggetto. Tuttavia, sappiate che la qualità degli scatti fatti da smartphone fuori dall’acqua sono in ogni caso di qualità superiore.

Miglior prezzo semi-manuale: Kodak PixPro WPZ2

La Kodak PixPro WPZ2 è una fotocamera subacquea, antipolvere e resistente alle cadute dal prezzo molto conveniente. Si configura come un’ottimo prodotto entry-level, con sensore da 16 MP, capacità video di risoluzione Full HD, zoom ottico 4x, 200 scatti con una batteria piena. Potete usarla fino a 15 metri di profondità ed è dotata di connettività Wi-Fi, ma la scheda di memoria microSD non è inclusa.

Migliore per bambini: iSunFun

Le fotocamere subacquee per bambini sono generalmente dispositivi entry-level, simili ai prodotti di fascia medio-bassa di qualche anno fa, ma decorate sulla scocca per essere accattivanti, con colori pastello e animali stilizzati. La iSunFun è una macchina fotografica subacquea compatta, dal design curato e facile da usare. L’ideale per ragazzini tra gli 8 e i 13 anni che volessero cimentarsi con i primi scatti durante una vacanza con i genitori.

Miglior prezzo: Vmotal EU-Vmotal 0027

Vmotal è un brand low cost che produce foto e videocamere, tra cui c’è una linea di prodotti che possono essere usati anche dai più giovani. La Vmotal EU-Vmotal 0027 ha un sensore da ben 21 MP, anche se lo zoom è solo digitale (8x) e l’angolo massimo è limitato a 60°. Consente di registrare video Full HD sott’acqua e l’uso è molto semplice. Ottima scelta per chi non avesse troppe pretese.

Altre fotocamere con custodia subacquea

Una scelta particolare, ma in via di abbandono, è quella effettuata da aziende quali Sony, Nikon e Canon, che prevedono come accessorio per alcune delle loro migliori fotocamere digitali compatte una custodia esterna che le rende idonee a scattare sott’acqua. Ad esempio, Nikon ha venduto per anni la custodia WP-N2, compatibile con le fotocamere digitali oggi fuori produzione Nikon 1J3 e Nikon 1S1.
Questa scelta è molto comune anche tra i produttori di action cam, delle quali però ci occupiamo approfonditamente in una guida all’acquisto dedicata.

Nel caso di Sony c’è la mini fotocamera pensata per i content creator Sony Cyber-shot DSC-RX0 (2019) e della relativa custodia MPK-HSR1.

La custodia subacquea Canon WP-DC55 è uno scafandro in policarbonato che rende la PowerShot G7 X Mark II (2016, ancora largamente diffusa) una fotocamera subacquea a tutti gli effetti, fino a una profondità di 40 m.

La Canon PowerShot G7 X Mark II renderà felici gli amanti della fotografia un po’ più sofisticati, ed è uno strumento estremamente versatile. Oltre a offrire una qualità molto buona in ogni tipo di situazione, scatta in .RAW, è dotata di display mobile per scattare con angolature inusuali, consente la modalità scatto continuo veloce per le scene d’azione e regala un grandissimo controllo sulle impostazioni.

Tra le action cam, la GoPro Hero11 Black Mini è un apparecchio molto interessante se si fanno viaggi e sport dinamici. Conserva il copri-obiettivo idrofobo con cui era già equipaggiata la GoPro precedente e la struttura senza custodia ha già una resistenza all’acqua fino a 10 m, ma comprando lo scafandro prodotto da GoPro potrete portarla con voi fino a 60 m.

Caratteristiche da tenere in considerazione

Chi cerca una macchina fotografica progettata per l’immersione, oltre a dover tenere conto dei parametri tipici di una qualsiasi fotocamera digitale, deve anche:

  • Valutare quanto in profondità voglia spingersi: generalmente, le possibilità vanno dai 3 ai 60 m a seconda del prezzo;
  • Capire se sia resistente anche al gelo, poiché in quel caso la fotocamera subacquea sopporta temperature fino a -10 °C;
  • Controllare che possa assorbire senza danni gli urti, ad esempio se si vuole scattare in prossimità degli scogli. L’altezza della caduta massima va di solito da 1,5 a 2 m;
  • Verificare che non sia vulnerabile alle infiltrazioni della polvere, utile sulle coste sabbiose;
  • Giudicare dimensioni e peso, tenendo presente che quasi tutte le fotocamere subacquee compatte misurano intorno ai 12 x 7 x 3 cm, per un peso che va dai 120 ai 250 g;
  • Fare caso all’ampiezza del display, dato che il mirino è spesso di tipo real time. Solitamente la diagonale va dai 2 ai 3,5″;
  • Sapere che al monitor posteriore se ne può affiancare anche uno anteriore più piccolo per i selfie, ma un secondo schermo può incidere sull’autonomia della batteria;
  • Se è importante, cercare un modello con barometro, altimetro e profondimetro integrati, utili per monitorare la propria attività e per completare le informazioni relative agli scatti.

Fotocamera subacquea in immersioneCi sono poi dei parametri di qualità foto-video da valutare nelle macchine fotografiche subacquee di fascia media e alta, che esploriamo nei paragrafi che seguono.

 

Qualità video

È interessante valutare a che risoluzione massima la macchina possa arrivare nelle riprese video: quasi tutte arrivano ormai senza problemi a 1.080 e 2.160p (4K UHD), spesso con un paio di impostazioni fps a disposizione (tipicamente 25 e 30 per i modelli di fascia media e fino a 60 e 120 nei modelli più avanzati), con la possibilità di scegliere anche una risoluzione inferiore (720 o 480p) per realizzare filmati meno ingombranti per la memoria della fotocamera. In tanti casi è possibile creare anche filmati in time-lapse, composti cioè da una sequenza di foto scattate ad intervalli regolari lungo un lasso di tempo, con possibilità di scegliere a che intervallo scattare. È poi molto importante verificare che una fotocamera subacquea abbia lo stabilizzatore d’immagine: questo serve ad attutire le vibrazioni durante le riprese e a rendere dunque più fluido il filmato realizzato.

Qualità foto

La qualità delle foto è data dagli stessi parametri che abbiamo illustrato per le fotocamere digitali, che qui sono perlopiù limitati.

Sensore

Praticamente tutte le fotocamere subacquee hanno sensori di piccole dimensioni (1/2,3″), quasi sempre di tipo CMOS. Come spesso accade, si tratta di sensori con evidenti limiti in condizioni di luce scarsa e ad alti ISO. Va un po’ meglio nei casi in cui il sensore è retroilluminato (BSI CMOS) e riesce così a limitare il “rumore” nelle foto scure. In fotografia quando si parla di rumore si intende la generazione di sgranature e di pixel disomogenei nell’immagine, in modo particolare nelle aree più scure della foto.
Fotocamera subacquea foto esempio Per ovviare a questi problemi ci si può dotare di una luce esterna aggiuntiva che possa essere montata sul corpo macchina. Questo accessorio è generalmente disponibile per i prodotti professionali, ma ne esistono modelli di fascia media e unità indipendenti simili a torce, ma impermeabili. Le migliori macchine fotografiche hanno solitamente un numero alto di megapixel unito a lenti di qualità, ma anche in alcuni modelli di fascia media si arriva a 16 MP.

Sensibilità

La sensibilità si traduce con l’ampiezza del ventaglio di ISO che una fotocamera subacquea offre, poiché un’escursione più ampia può essere indice di maggiore versatilità. Il ventaglio tipico va da 125 a 6.400 ISO, ma è possibile incontrare combinazioni diverse nella scala che va da un minimo di 80 ISO a un massimo di 12.800 ISO. fotocamera subacquea aperturaRicordiamo che è comunque poco utile avere un esteso ventaglio ISO se il sensore non è di buona qualità: per ottenere risultati buoni anche con poca luce è necessario un sensore retroilluminato con un numero non eccessivo di pixel (12 possono essere già troppi).

Zoom

Per mantenere l’impermeabilità una fotocamera subacquea non può avere un obiettivo dalla grande lunghezza focale, ma la densità dell’acqua aumenta di molto la rifrazione. Per questo motivo non è possibile zoomare molto in distanza. Sott’acqua, anche a occhio nudo (con una maschera) gli oggetti non immediatamente in prossimità e non illuminati appaiono infatti “sfocati” e virati in colore azzurro. Laddove le fotocamere tradizionali superano quasi sempre gli 8 ingrandimenti, una fotocamera subacquea raramente si spinge oltre ai 5, e solo in pochissimi casi raggiunge i 10. Ci riferiamo sia agli ingrandimenti ottici, sia a quelli digitali.

Altri parametri

Altro parametro non sempre segnalato è la velocità dell’otturatore o tempo di esposizione. Il consiglio è di notare quali siano le velocità minime e massime che una fotocamera subacquea offra: le combinazioni più comuni sono quella da 1 a 1/1.500 s e quella da 1 a 1/2.000 s. Non si trovano in generale macchine di questo tipo con tempi di esposizione molto lunghi: il massimo cui si arriva sono 8 s. Anche per le velocità più alte si incontrano poche eccezioni, con picchi di 1/4.000 s.fotocamera subacquea ingrandimentiLe fotocamere subacquee non sono poi particolarmente versatili sul fronte dell’apertura: quella massima può variare da f/2.0 a f/4.9, un’escursione che può fare una certa differenza. Ad esempio, per i panorami e per le scene completamente a fuoco in generale è necessaria un’apertura piccola, mentre per i ritratti e altri scatti con sfondo sfocato serve un’apertura grande.

Le domande più frequenti sulle fotocamere subacquee

Meglio action cam o fotocamera subacquea?

Se non disdegnate un prodotto estremamente piccolo date un’occhiata alle action cam, fotocamere ultracompatte (come quelle che mostriamo qui sotto) molto amate dai viaggiatori e dagli sportivi.

Il principale svantaggio quando si sceglie una action cam è legato alla mancanza di versatilità a fronte di un prezzo medio-alto: l’obiettivo è un grandangolo con campo visivo fisso e raramente si trova uno zoom ottico che, se presente, è molto limitato. Se una volta fuori dall’acqua vi interessa scattare ritratti in primo piano o foto a soggetti lontani, meglio scegliere una fotocamera subacquea.
Infine, le fotocamere subacquee sono preimpostate per controbilanciare la presenza dell’acqua tra sé e il soggetto, per mantenere colori vividi nonostante tutto, mentre le action cam sono specificamente votate alla creazione di video con scene d’azione dai ritmi concitati.

Come scegliere la fotocamera subacquea per bambini?

Come visto, solitamente le macchine per bambini non hanno lenti di pregio né le ottimizzazioni tipiche dei modelli per adulti, ma offrono comunque una risoluzione accettabile, anche Full HD con un numero elevato di pixel (16 per i modelli base, 40 per quelli più costosi). Il prezzo oscilla tra i 60 e i 90 €, una spesa non troppo alta, ma che potrebbe convincere qualche genitore all’acquisto di un prodotto più completo per bambini oltre gli 8 anni. Queste fotocamere possono ovviamente essere usate anche fuori dall’acqua e resistono alla sabbia, hanno un laccetto da polso per non perderle e hanno spesso dei case in silicone che le proteggono dagli urti. I bambini un po’ più grandi che sappiano già nuotare bene potrebbero usarle anche a profondità oltre quelle consentite, che generalmente sono di 2-3 m.

Quali sono le principali marche di fotocamere subacquee?

I leader di mercato sono gli stessi che dominano la scena delle normali fotocamere digitali, ovvero Sony, Nikon e Canon. Queste marche sono senza dubbio le migliori, sia per la qualità degli obiettivi e dei sensori utilizzati, in particolare nei rispettivi modelli top di gamma, sia per la qualità dei menù e delle funzioni offerte. Altri marchi famosi che si sono cimentati nella realizzazione di buone fotocamere subacquee sono Fujifilm, Panasonic (con la nota serie Lumix) e Olympus. fotocamera subacquea marcaAltri brand minori ma specializzati, come ad esempio Sealife, creano prodotti specifici per le immersioni, offrendo anche moltissimi accessori acquistabili a parte, un aspetto da non sottovalutare quando si effettua un acquisto in ambito fotografico. Altre marche “minori” sono sì più economiche, ma offrono meno garanzie in termini di assistenza post-vendita che influiscono sulla longevità del prodotto.

Quanto costa una fotocamera subacquea?

Il maggior prezzo dei modelli top di gamma si giustifica perché questi sono dotati di connettività Wi-Fi, di ricevitore GPS e in qualche caso dei sensori aggiuntivi di pressione, altitudine e profondità. Inoltre, i modelli migliori hanno un maggior numero di impostazioni fotografiche: un ventaglio più nutrito di “scene” preimpostate tra cui scegliere, un maggior numero di effetti da applicare, più combinazioni di risoluzione e fps per i video.
Possiamo individuare tre fasce di prezzo per le fotocamere subacquee:

  • Circa 150 €: fascia di prezzo bassa. Qui troviamo macchine completamente automatiche, senza integrazione Wi-Fi, con un sensore da 10-16 MP;
  • 160-250 €: fascia di prezzo media. Le macchine in questa fascia sono automatiche, con integrazione Wi-Fi o Bluetooth e un sensore tra i 16 e i 20 MP;
  • Circa 400 €: fascia di prezzo alta. Qui si trovano le macchine più complete, con selezione anche manuale dell’immagine, integrazione Wi-Fi e GPS e un sensore da 20 fino a 40 MP.

Quale fotocamera subacquea scegliere per lo snorkeling?

Non ci sono particolari raccomandazioni per questo tipo di uso. Infatti, a differenza delle foto naturalistiche, che spesso necessitano di obiettivi estremamente costosi per riprendere dettagli molto lontani, la rifrazione dell’acqua, molto più densa dell’aria, non consente questo tipo di scatto. Gli scatti sott’acqua soo il più delle volte ravvicinati, rivolti a pesci e altri animali ripresi a distanza ridotta. Con le dovute differenze rispetto alle macchine professionali, specialmente se usate con luci a parte, le compatte si prestano bene a questa tipologia di scatti.

Esistono custodie che rendono subacquea la mia fotocamera?

Sì, il mercato è pieno di custodie che possono rendere subacquee le macchine fotografiche, anche reflex, digitali e non. Ne sconsigliamo l’uso se non sono approvate ufficialmente dal produttore della fotocamera.fotocamera subacquea scafandro Le tipologie di custodia sono principalmente due:

  • A busta: si adatta a tutti i tipi di macchine fotografiche, con ingresso e protezione per gli obiettivi nel caso delle reflex. Costa sui 60-70 € per le reflex e meno di 20 € per le compatte, ma comporta il rischio di infiltrazioni;
  • Scafandro: pensato per attivare alcuni tasti della fotocamera anche sott’acqua. Sono prodotti professionali dal prezzo che va dai 450 ai 650 €. 

Meglio la fotocamera subacquea o lo smartphone?

Gli smartphone di ultima generazione, specialmente delle marche più blasonate e costose, come gli iPhone di Apple e i flagship Galaxy di Samsung, si fregiano di un’alta resistenza all’acqua dolce (il che esclude mare e piscina), talvolta oltre i 6 m di profondità per una durata di 30 minuti. Attenzione: questi smartphone non sono idonei a scattare foto subacquee, l’impermeabilità implica semplicemente che sia più facile tirare fuori il telefono sano e salvo dopo una caduta accidentale in acqua. Come nel caso delle fotocamere, sono disponibili sul mercato delle custodie apposite per le immersioni che promettono di rendere impermeabili gli smartphone, ma nessuna di queste è approvata dai produttori.fotocamera subacquea case smartphoneVogliamo ricordare a chi si improvvisa fotografo subacqueo che se dovesse entrare acqua nello smartphone gli operatori potranno controllare immediatamente l’origine del danno e la garanzia potrebbe non coprire i costi di riparazione o sostituzione. Per questi motivi l’investimento in una fotocamera subacquea, anziché in una custodia per il telefono, è la scelta migliore.

Esistono fotocamere subacquee a buon prezzo?

Per avere una discreta fotocamera subacquea serve spendere circa 200 €, ma se vi accontentate ci sono diversi modelli che vi permetteranno di divertirvi in vacanza o in piscina spendendo meno. Nella nostra classifica delle migliori fotocamere subacquee abbiamo inserito macchine fotografiche di varie fasce di prezzo, di cui alcune possono essere usate anche dai bambini. Non aspettatevi il livello qualitativo di uno smartphone, ma almeno eviterete di rischiare il vostro telefono usando una di quelle bustine in plastica per l’immersione.

Quali sono le fotocamere subacquee Nikon?

Alcune delle migliori fotocamere subacquee compatte Nikon che hanno fatto la storia di questo mercato, come le Nikon Coolpix S33, W100, W150 e W300, sono purtroppo diventate quasi introvabili sul mercato. Tra le migliori fotocamere subacquee da noi selezionate spicca come ottima alternativa il modello di Olympus. Sony e Canon offrono invece alcune fotocamere con una custodia subacquea come accessorio extra.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato