I migliori triple sec del 2024

Confronta i migliori triple sec del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

weisshaus
25,50 €
bottiglieriadelmassimo
10,72 €
bevingrosso
17,70 €
enotecameronecom
13,60 €
bernabeiit
13,10 €
bernabeiit
29,90 €
bernabeiit
11,80 €
bernabeiit
17,90 €
amazon
13,80 €
bevingrosso
14,80 €
bottiglieriadelmassimo
30,00 €
enotecameronecom
11,85 €
weisshaus
17,90 €
bernabeiit
13,80 €
weisshaus
15,50 €
tannico
31,50 €
rossettiandco
12,18 €
rossettiandco
18,47 €
fenolico
13,87 €
amazon
17,71 €
amazon
32,51 €
amazon
14,20 €
amazon
25,07 €
rotundodrink
14,31 €

Dati tecnici

Provenienza

Francia

Olanda

Francia

Olanda

Francia

Contenuto

700 ml

700 ml

700 ml

700 ml

700 ml

Gradazione

40%

38%

40%

40%

25%

Punti forti

Aromatico ed elegante

Note dolci di arance candite

Il migliore per margarita

Fresco e leggero

Gradazione leggera

Miscelato con cognac invecchiato

Buon rapporto qualità-prezzo

Arance dolci e amare accuratamente selezionate

Molto versatile

Gusto fresco

Bottiglia iconica

Note di mandarino e cardamomo

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il triple sec

Se siete amanti dei cocktail, nella vostra collezione di bevande non può mancare una buona bottiglia di triple sec. Questo liquore all’arancia di origine francese è infatti tra gli ingredienti chiave di alcuni dei drink più bevuti in tutto il mondo, come il Cosmopolitan, il margarita e il Long Island Iced Tea.
In questa guida all’acquisto scopriremo le particolarità di questa bevanda, le migliori etichette in circolazione e il cocktail a base di triple sec preferito dalla nostra redazione. triple secSe inoltre siete interessati ad arricchire il vostro angolo bar con altre basi per cocktail, vi consigliamo di soffermarvi anche sulle pagine dedicate a gin, whisky, vodka, rum, tequila e brandy.

Cos’è il triple sec

Il triple sec è un distillato aromatizzato all’arancia che viene usato principalmente per preparare cocktail; non si presta infatti a essere bevuto liscio. Rispetto ad altri distillati, ha un’origine relativamente recente, infatti fu inventato “solamente” nel XIX secolo. La nascita dei primi liquori all’arancia si deve alla Compagnia olandese delle Indie orientali, che sviluppò la pratica di aromatizzare l’alcool con le scorze di arancia importate da Curaçao.
Quel primo liquore all’arancia venne poi semplicemente conosciuto come curaçao e veniva realizzato anche con l’aggiunta di erbe e spezie, inoltre poteva avere una colorazione blu, arancione o trasparente. Quello che prese il nome di triple sec era invece un liquore trasparente aromatizzato solo con la scorza di arance amare Valencia e di Haiti essiccate al sole. Prodotto per la prima volta nel 1834 dalla distilleria Combier, si dice che il nome fosse dovuto al fatto che il liquido veniva distillato tre volte per purificarne il sapore. Il marchio Cointreau, nato qualche decennio dopo, sostiene invece di aver inventato il nome e che la parola “triple” fosse dovuta al fatto che venivano usate le essenze di tre tipi di arance per realizzarlo, mentre “sec” indicava il basso contenuto di zuccheri.triple sec aranceLe arance vengono essiccate quando sono ancora verdi, mentre il distillato di base si ottiene dalla canna da zucchero e al momento dell’imbottigliamento ha una gradazione vicina ai 40°. La ricetta cambia a seconda del produttore, perciò fate attenzione alle etichette se volete sapere quali ingredienti sono stati usati, in particolare per quanto riguarda i dolcificanti artificiali.
Andiamo a vedere insieme quali sono i migliori triple sec disponibili sul mercato.

I migliori triple sec

Cointreau

Il Cointreau è il triple sec più famoso al mondo e probabilmente l’unico conosciuto dai non esperti. La sua bottiglia marrone a base quadrata può infatti essere trovata in tutti i cocktail bar del mondo e ad oggi nessun altro brand è riuscito a produrre un triple sec così distintivo.

Il Cointreau è nato nel 1885, dopo decenni di ricerche e tentativi di realizzare un liquore dal sapore più concentrato e meno dolce rispetto a quelli prodotti all’epoca. Viene fatto con scorze di arance dolci e amare attentamente selezionate ed essiccate al sole per 3-5 giorni. Le arance dolci, attualmente provenienti da Spagna, Ghana, Senegal e Brasile, conferiscono al Cointreau le sue note aromatiche e floreali, mentre le arance amare raccolte in Brasile e Tunisia donano al suo profilo delle note fresche e speziate.
Se cercate un triple sec che vada bene per qualsiasi cocktail, il Cointreau non vi deluderà di certo.

Bols

Bols è un altro triple sec molto conosciuto nel settore, ma meno costoso del Cointreau. Viene prodotto in Olanda da una distilleria fondata nel lontano 1575 e specializzata nella produzione di liquori e jenever. È ottenuto dalle scorze delle arance Curaçao, il cui sapore è bilanciato da un bouquet di limoni.

Rispetto al Cointreau, è un triple sec più dolce, in cui si sente quasi il gusto di arancia candita. Per questo motivo è ottimo nei drink più aspri, come il margarita, ma meno nei cocktail che contengano altri ingredienti molto dolci, come il Long Island.
Essendo piuttosto facile da reperire e soprattutto economico, lo consigliamo a chi vuole un triple sec versatile per i propri cocktail party.

De Kuyper

Un altro triple sec di origine olandese molto usato dagli appassionati di mixologia è realizzato da De Kuyper, una distilleria la cui produzione è molto simile a quella di Bols.

A differenza di tanti produttori che acquistano essenze prodotte da terzi, a partire dal 2013 De Kuyper ha lanciato una nuova etichetta di triple sec e distilla le proprie arance in uno spirito neutro in alambicchi di rame. Ne produce anche una versione meno alcolica (20% di volume anziché 40%) chiamata Curaçao Triple Sec.
Ha un profilo aromatico complesso in cui si avvertono note di mandarino, cardamomo e marmellata di arance amare. Tutto sommato, è un triple sec fresco, leggero e facile da mixare con altre bevande. E anche il prezzo basso lo rende un acquisto interessante.

Giffard

Con Giffard torniamo in Francia, dove è nato il triple sec. Come il Cointreau, è prodotto con scorze di arance dolci e amare, ma ha una gradazione molto più bassa, di soli 25°.

Questo vuol dire che, se non amate i cocktail troppo alcolici, Giffard fa al caso vostro: ricordiamo infatti che il triple sec viene abbinato sempre a un altro alcolico, come gin, vodka o tequila, che hanno una gradazione di circa 40%. Il Long Island, poi, è un caso estremo in cui vengono usati tutti e tre i distillati appena nominati e anche il rum.
Giffard viene prodotto da una distilleria a conduzione familiare nella valle della Loira e ha un gusto fresco di limoni amari, arance candite e pompelmo. Ideale per dare ai vostri drink il sentore di arance, ma senza eccedere con il contenuto di alcool.

Pierre Ferrand

Il Pierre Ferrand Triple Sec Dry Curaçao è sicuramente meno conosciuto del Cointreau, ma secondo gli estimatori è addirittura migliore. La distilleria si trova a pochi minuti dalla città di Cognac e infatti il marchio è specializzato proprio nella produzione di questo distillato.

Il suo triple sec è nato dalla collaborazione con un esperto e storico di cocktail, al fine di creare un liquore il cui gusto ricordasse il più possibile quello dei primi curaçao. Il risultato di questo processo è un drink dal gusto ricco e vellutato, in cui si avvertono sentori di fiori d’arancio, scorze candite e cognac invecchiato. In realtà, a differenza dei triple sec visti finora, viene proprio miscelato con il cognac (un distillato ottenuto dal vino) e infatti la sua colorazione è ambrata anziché trasparente.

Le domande più frequenti sul triple sec

Quali cocktail si possono fare con il triple sec?

Come abbiamo detto nella nostra introduzione, i cocktail più popolari che prevedono il triple sec sono il margarita , il Cosmopolitan e il Long Island Iced Tea. Altri grandi classici sono il Sidecar e il Mai Tai, che però prevede il curaçao. Si tratta di ricette piuttosto conosciute, perciò, se siete alla ricerca di nuove idee, vogliamo consigliarvi un drink particolarmente rinfrescante che contiene solo il triple sec come base alcolica ed è l’ideale per le serate estive.
In un tumbler alto, mescolate qualche foglia di menta e due fette di cetriolo, premendole leggermente contro le pareti del bicchiere. Aggiungete 60 ml del triple sec di vostra scelta, 30 ml di succo di lime e qualche cubetto di ghiaccio. Versate 90 ml di acqua frizzante, mescolate e guarnite con un rametto di menta e una fetta di cetriolo.

Qual è il miglior triple sec per margarita?

I margarita hanno un gusto molto rinfrescante e sono quindi molto “facili” da bere. Vi consigliamo perciò di procurarvi una tequila e un triple sec di buona qualità, per evitare spiacevoli conseguenze il giorno dopo… Affidatevi a marchi conosciuti come Cointreau o gli altri da noi consigliati, ma evitate i triple sec a base di cognac perché potrebbero alterare il gusto del vostro margarita.

Il Grand Marnier è un triple sec?

Assieme al Cointreau, il Grand Marnier è l’altro grande nome del panorama dei liquori all’arancia. In realtà si tratta di un blend di triple sec e di cognac, in cui si avvertono maggiormente le note speziate. Può sostituire il triple sec nelle ricette che lo prevedono ed essere anche utilizzato per preparare le famose crêpe Suzette.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato