Le migliori tastiere wireless del 2019

Confronta le migliori tastiere wireless del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Microsoft L5V-00013

La più ergonomica

ConnettivitàRadiofrequenza
TastiA membrana
LayoutItaliano QWERTY
DesignErgonomico
Alimentazione2 pile alcaline AAA
Punti forti
  • Include mouse e tastierino numerico
  • Perfetta per lunghe sessioni di lavoro
Punti deboli
    Nessuno

Corsair K63 Wireless

Per il gaming

ConnettivitàRadiofrequenza
TastiMeccanici
LayoutItaliano QWERTY
DesignGaming
AlimentazioneBatteria al litio
Punti forti
  • Eccellente durabilità
  • Retroilluminazione RGB
Punti deboli
    Nessuno

Logitech K380

La più versatile

ConnettivitàBluetooth
TastiA membrana
LayoutItaliano QWERTY
DesignPortatile
Alimentazione2 pile alcaline AAA
Punti forti
  • Dimensioni e peso ridotti
  • Compatibile con molti dispositivi
Punti deboli
    Nessuno

VicTsing WTVTPC126ABIT-ITWT1

La più economica

ConnettivitàRadiofrequenza
TastiA membrana
LayoutItaliano QWERTY
DesignClassico
Alimentazione2 pile alcaline AAA
Punti forti
  • Prezzo molto contenuto
  • Trackpad integrato
Punti deboli
    Nessuno

Logitech K400

Per PC e smart TV

ConnettivitàRadiofrequenza
TastiA membrana
LayoutItaliano QWERTY
DesignClassico
Alimentazione2 pile alcaline AA
Punti forti
  • Touchpad integrato
  • Bassi consumi energetici
Punti deboli
    Nessuno

Contenuto sponsorizzato
Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

I fattori fondamentali per la scelta di una tastiera wireless

Connettività

Le tastiere wireless hanno conosciuto una grande diffusione negli ultimi anni, soprattutto per la grande praticità che offrono, eliminando completamente l'utilizzo di connessioni cablate. Anche se possono sembrare tutte identiche, esistono due diverse tipologie di tastiere wireless, che sfruttano tecnologie molto simili ma con alcune differenze.Tastiera wireless connessioni

Radiofrequenza

Le tastiere che sfruttano frequenze radio per evitare l'utilizzo di cavi sono molto popolari, e si distinguono facilmente da quelle Bluetooth per la presenza di un piccolo ricevitore USB che va connesso al dispositivo a cui si vuole associare la tastiera stessa. La necessità di utilizzare una porta USB può essere considerata uno svantaggio, dato che queste sono limitate e molti utenti cercano di sfruttare periferiche wireless anche per non dover acquistare hub USB aggiuntivi. Tuttavia, rispetto a un modello Bluetooth (che comunque utilizza frequenze radio, come vedremo nel prossimo paragrafo), una tastiera a radiofrequenza offre una minore latenza: i segnali inviati al computer, dunque, sono recepiti più rapidamente, e al momento dell'avvio del dispositivo la tastiera viene riconosciuta senza alcuna attesa. Dato che i modelli a radiofrequenza sfruttano una tecnologia non proprietaria, i costi sono generalmente inferiori, e mediamente necessitano di consumi energetici più limitati rispetto a quelli che sfruttano il Bluetooth.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Bluetooth

La tecnologia Bluetooth, come anticipato, sfrutta anch'essa frequenze radio per poter mettere in comunicazione dispositivi diversi. Proprio come i modelli wireless di cui abbiamo appena trattato, si appoggia alla frequenza a 2,4 GHz, la più popolare in assoluto (perché gratuita) e dunque potenzialmente esposta a sovraccarichi e interferenze. L'unica differenza è che Bluetooth è un marchio brevettato, appartenente a una compagnia chiamata SIG, impegnata a migliorare costantemente lo standard offerto ai consumatori. Negli anni gli aggiornamenti di questa tecnologia hanno portato miglioramenti sia nella velocità e stabilità di connessione, sia nei consumi energetici. Le tastiere Bluetooth non richiedono l'uso di un ricevitore USB, purché il dispositivo da connettere sia compatibile con la stessa tecnologia, ormai sempre equipaggiata nei computer di fascia medio-alta, ma spesso assente in quelli più economici. In generale, i tempi di risposta dei dispositivi connessi via Bluetooth sono leggermente superiori rispetto ad altre tecnologie wireless, ma va detto che questo può rappresentare un limite unicamente per alcuni usi specifici della tastiera, come per esempio il gaming.

Porta USB

Le tastiere che possiedono una batteria al litio ricaricabile possiedono generalmente una porta USB, che va utilizzata proprio per poter caricare la batteria. Questo collegamento cablato può risultare utile sia per utilizzare la tastiera anche quando la batteria è esaurita, sia per evitare interferenze, assicurando una maggiore stabilità.

Tasti

Non tutte le tastiere sono realizzate allo stesso modo. Alcune sono costruite utilizzando componenti meccanici, altre sfruttano sottili membrane di gomma, offrendo prestazioni diverse e adatte a differenti usi della tastiera stessa. Vediamo i vantaggi e gli svantaggi legati alle due tipologie.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Tastiere meccaniche

In questo tipo di tastiere vengono utilizzati, appunto, interruttori meccanici, a ognuno dei quali corrisponde un tasto. Ogni volta che questo viene premuto, l'interruttore ad esso associato chiude un circuito elettrico, indipendente da quelli legati agli altri tasti. Questo comporta diverse conseguenze, che possono comunque variare in una certa misura a seconda della tipologia di tasti che si predilige.Tastiera wireless meccanica

Pro
  • Velocità: proprio per il modo in cui sono costruite, le tastiere meccaniche offrono un minore ritardo sulla ricezione degli impulsi. Non è necessario premere il tasto fino in fondo per attivare il segnale corrispondente, rendendo questo tipo di tastiera perfetto per i gamer e, in generale, per chi cerca una velocità di scrittura molto elevata;
  • Durabilità: le tastiere meccaniche sono generalmente molto più longeve rispetto a quelle a membrana. I tasti hanno una durata maggiore e in caso di necessità i loro interruttori possono essere facilmente sostituiti;
  • Manutenzione: la possibilità di eseguire una pulizia più completa è uno dei fattori che rende le tastiere meccaniche adatte a utilizzi più intensivi e prolungati nel tempo. Ogni tasto può infatti essere rimosso senza difficoltà, e l'interruttore meccanico tende a non accumulare grandi quantità di polvere rispetto alle membrane in gomma.
Contro
  • Rumorosità: i tasti meccanici sono decisamente più rumorosi rispetto a quelli delle tastiere a membrana, motivo per cui queste ultime sono molto più popolari negli uffici e, in generale, dovunque si debba dividere lo spazio di lavoro con altre persone;
  • Peso: le tastiere meccaniche sono generalmente più pesanti, un prezzo da pagare per la maggiore robustezza della costruzione. Questo dato è rilevante solo per chi tende a portare con sé la propria tastiera durante viaggi e spostamenti;
  • Costo: il prezzo delle tastiere meccaniche riflette le qualità elencate sopra. In media sono più care rispetto ai modelli a membrana, ma questo è giustificato da tutti i fattori positivi che si possono riscontrare durante il loro utilizzo.

Tastiere a membrana

Le tastiere a membrana hanno conosciuto una grandissima diffusione, tanto da essere considerate oggi la norma nell'equipaggiamento di base di qualunque computer. La struttura è più semplice rispetto a quella dei modelli meccanici: sotto alla superficie della tastiera si estende una sottile membrana in gomma, e in corrispondenza di ogni tasto si trova una piccola cupola che, sotto pressione, attiva un circuito, inviando un segnale al computer.Tastiera wireless a membrana

Pro
  • Costo: i prezzi di questi modelli sono generalmente inferiori rispetto alle tastiere meccaniche, grazie a una struttura meno complessa;
  • Silenziosità: evitando l'uso di elementi meccanici, le tastiere a membrana risultano molto meno rumorose e dunque più adatte ad ambienti di lavoro.
Contro
  • Durabilità: le tastiere a membrana hanno una durata più limitata rispetto a quelle meccaniche, un difetto relativo per molti utenti visto che possono essere sostituite per un costo anche molto contenuto;
  • Manutenzione: pulire una tastiera a membrana può risultare molto complesso. I tasti non sono infatti sempre rimovibili e pulire la membrana in gomma dalla polvere non è un'operazione semplice;
  • Velocità: i tempi di risposta delle tastiere a membrana sono più estesi rispetto ai modelli meccanici, un difetto che può accentuarsi ulteriormente nei modelli wireless, rendendole inadatte ad alcune attività che richiedono un lag praticamente inesistente.

Design

Trattandosi delle periferiche più utilizzate in assoluto insieme ai mouse, le tastiere wireless devono essere funzionali sotto diversi punti di vista. Il design è un aspetto particolarmente importante soprattutto per due motivi: da esso dipendono sia l'ergonomia, sia la praticità d'uso e la stabilità della tastiera stessa. Ricordiamo che il layout utilizzato in Italia è chiamato QWERTY (una sigla che indica i primi sei tasti in alto a sinistra), e prevede la presenza di tutte le vocali accentate comunemente usate nella nostra lingua. Vediamo ora nel dettaglio i fattori principali legati al design della tastiera.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Ergonomia

Con un numero sempre maggiore di professioni che richiedono di sedere di fronte a un computer per buona parte della giornata, l'ergonomia delle periferiche necessarie per il suo utilizzo è diventata una delle principali caratteristiche a cui i consumatori prestano attenzione al momento dell'acquisto. Una tastiera wireless ergonomica, in particolare, permette di mantenere una corretta posizione dei polsi e delle mani durante la scrittura, diminuendo l'affaticamento di muscoli e tendini e la probabilità di sviluppare patologie croniche o disturbi come la sindrome del tunnel carpale. Tastiera wireless ergonomicaTra le misure più diffuse in assoluto per rendere più confortevole la scrittura troviamo l'aggiunta di un poggiapolsi, che può essere sia in plastica rigida che imbottito con materiali morbidi, e i piedi per inclinare la tastiera, su cui tuttavia va fatta una precisazione. Dagli anni Ottanta tutti i modelli in commercio devono obbligatoriamente esserne dotati, ma per una migliore postura è consigliabile lasciarli abbassati. La loro unica funzione, infatti, sta nel rendere facilmente leggibili i tasti, ma chi è in grado di scrivere senza controllarli costantemente troverà maggior beneficio a evitare l'inclinazione della tastiera verso la sua parte frontale.
Va infine ricordato che i modelli pensati per offrire un maggiore grado di ergonomia presentano una struttura composta da due parti diverse, che permette di mantenere entrambe le mani in una posizione più naturale. Alcune tastiere possono anche essere fisicamente divise, così che i due lati possano essere posizionati alla distanza preferita dall'utente.Tastiera wireless piedi

Dimensioni e peso

Le tastiere wireless possono avere il grande vantaggio di essere trasportate senza alcun ingombro da parte dei fili, ma la loro praticità dipende anche in una certa misura dalle dimensioni e dal peso di un singolo modello. Esistono infatti molte tastiere, soprattutto Bluetooth, pensate per offrire la massima versatilità: compatibili con computer, smartphone e tablet, presentano solitamente dimensioni molto limitate (i modelli chiamati "mini" hanno spessori inferiori a 1 cm) e un peso inferiore rispetto alla maggior parte degli smartphone (fino a un minimo di 120 g).Tastiera wireless dimensioni
D'altra parte, chi intende acquistare una tastiera esclusivamente per il lavoro in ufficio, senza necessità di spostarla, può preferire un modello dalle dimensioni maggiori, che permettono di rilassare le mani durante la scrittura, e un peso che assicuri una migliore stabilità. A seconda delle esigenze, dunque, sarà possibile orientarsi su una tastiera wireless che presenti le caratteristiche più adatte a soddisfarle.

Funzioni aggiuntive

Esistono anche alcuni elementi a cui è possibile prestare attenzione nel momento in cui si sceglie una tastiera wireless, legati in parte al design, in parte alla loro funzionalità.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Touchpad: alcuni modelli integrano anche un touchpad che può sostituire il mouse, una soluzione ideale per chi è abituato a utilizzare questo strumento nei computer portatili e per chi cerca un modello completo da utilizzare anche in mobilità;Tastiera wireless trackpad
  • Tastierino numerico: per mantenere dimensioni limitate molti modelli wireless non offrono un tastierino numerico separato, ma per chi lavora a una scrivania e non ha necessità di trovare una tastiera particolarmente compatta può risultare comodo avere tasti aggiuntivi per fare calcoli o inserire dati più velocemente;
  • Retroilluminazione: le tastiere retroilluminate permettono di lavorare anche in un ambiente completamente buio. Per i gamer, inoltre, sono disponibili tastiere con schemi di retroilluminazione personalizzabili, perfetti per individuare rapidamente particolari combinazioni di tasti.Tastiera wireless tastierino numerico

Alimentazione

Non potendo alimentarsi direttamente dal cavo, le tastiere wireless necessitano di una batteria per poter funzionare. Alcuni modelli prevedono ancora l'uso di pile alcaline, che offrono buone performance ma comunque comportano un costo sia da un punto di vista economico che ambientale. Altri sfruttano invece batterie al litio integrate, che possono essere ricaricate e permettono così di evitare investimenti aggiuntivi. In questo caso, inoltre, nel momento in cui la batteria è scarica è possibile collegare la tastiera al proprio computer tramite un comune cavo USB, continuando a utilizzarla anche durante il processo di ricarica.
Per quanto riguarda la durata delle batterie o delle pile, lo standard in commercio è estremamente variabile: si passa infatti da alcune tastiere che necessitano di una ricarica o una sostituzione ogni mese, ad altre in grado di raggiungere anche tre anni con due singole pile alcaline.Tastiera wireless alimentazione

I materiali sono importanti?

La grandissima maggioranza delle tastiere wireless è realizzata unicamente in plastica, talvolta con qualche finitura in metallo. Ovviamente la qualità dei materiali plastici e la loro robustezza può variare sensibilmente a seconda del modello, del marchio e della fascia di prezzo selezionata. Chi deve fare un uso molto intensivo della propria tastiera dovrà sicuramente orientarsi su un modello stabile e robusto, dove l'usura dei tasti non sia evidente già dopo pochi mesi di utilizzo.

Il prezzo è importante?

Come abbiamo già notato nei paragrafi precedenti, una discriminante importante nel prezzo di una tastiera è rappresentata dalla tipologia a cui essa appartiene. Le tastiere meccaniche wireless possono costare da un minimo di 60 fino a circa 300 €, mentre un modello a membrana va dai 20 ai 200 €. Bisogna inoltre considerare le caratteristiche aggiuntive che la tastiera offre (come per esempio impermeabilità, tasti macro, retroilluminazione) e la qualità dei materiali con cui è costruita. Come sempre, molto dipende dalle esigenze dell'utente.

La marca è importante?

Anche se ormai è facile reperire sul mercato tastiere a basso costo realizzate da marchi sconosciuti, diversi produttori sono noti per le loro periferiche, non necessariamente appartenenti a una fascia di prezzo alta. Tra questi, possiamo ricordare Logitech, HP, Trust e Microsoft, mentre Corsair e Asus realizzano diversi modelli pensati soprattutto per il gaming.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
Ti abbiamo aiutato? Lasciaci un voto qui sotto!
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (nessun voto)
Loading...

Quali sono le migliori tastiere wireless del 2019?

La tabella delle migliori tastiere wireless del 2019 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Microsoft L5V-00013 103,39 €
Corsair K63 Wireless 95,00 €
Logitech K380 34,99 €
VicTsing WTVTPC126ABIT-ITWT1 19,99 €
Logitech K400 20,99 €

Contenuto sponsorizzato

"Tastiera wireless": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Contenuto sponsorizzato