I migliori controller Xbox del 2024

Confronta i migliori controller Xbox del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

idaap
161,51 €
amazon
30,11 €
amazon
39,90 €
amazon
48,99 €
hitechonline
166,00 €
market2go
52,82 €
market2go
55,17 €
pixmartit
166,90 €
bpmpower
62,04 €
amazon
174,90 €
bpmpower
176,97 €

Dati tecnici

Compatibilità

Xbox Series X|S, Xbox One, PC Windows (7 e succ.), Android e iPhone

Xbox Series X|S, Xbox One, PC Windows (10 e succ.) Android e iPhone

Xbox Series X|S, Xbox One e PC

Xbox Series X|S, Xbox One, PC Windows (10 e succ.)

Xbox Series X|S, Xbox One, PC Windows

Connessione

Bluetooth, Cavo USB-C

Bluetooth, Cavo micro-USB

Cavo

Cavo micro-USB

Cavo

Raggio di azione (m)

9

10 (Bluetooth), cavo variabile

2,5

3

3

Alimentazione

Batteria

cavo, batterie stilo (incluse)

Cavo USB

Cavo USB

Cavo

Autonomia (h)

40

∞ (cavo), 20 (batterie)

Feature

Track-pad, accelerometro, giroscopio, feedback aptico, grilletti adattivi, microfono integrato, pulsanti crea e condividi

Vibrazione, fuoco rapido

n.d.

Pulsante condividi, 2 pulsanti mappabili, feedback aptico

2 motori, 2 pulsanti mappabili, 3 livelli di regolazione del grilletto

Personalizzazione

Porte

USB-C

Mini-USB, jack audio 3,5 mm

Jack 3,5 mm

jack da 3,5 mm

Micro-USB

Peso (g)

498,95

299

271

204

290

Punti forti

Memorizza fino a 4 profili

Controller ufficiale

Buon design

Licenza ufficiale

Controller Xbox ufficiale

Tasti interamente programmabili

Impugnatura antiscivolo

Cavo lungo

Input lag 0 ms

Ottimo prezzo

Levette regolabili in altezza e risposta

Personalizzazione di levette, grilletti, ABXY e croce

Ottimi feeling e feedback

Ottima disposizione tasti

Punti deboli

Adattatore wireless Xbox non incluso

Cavo USB non incluso

Impugnature non gommate

Pulsanti anteriori un po' cheap

Mancanza wireless

Scarsa longevità

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

I controller per Xbox 

La Xbox di Microsoft è una delle console più vendute al mondo, con moltissimi titoli di tutti i generi, forte di una fanbase accanita che la ama soprattutto per i First Person Shooter, i famosi sparatutto. Xbox è presente nelle nostre case principalmente nelle versioni più recenti: One, del 2013, e Series X e Series S, del 2021, che vediamo nell’immagine seguente con i loro controller. Controller Xbox Sebbene le Xbox vendute siano molte meno delle PlayStation, quella Microsoft resta la console preferita dagli amanti dei giochi d’azione. Negli anni abbiamo visto moltissimi FPS declinati nelle più diverse versioni, dalle riproduzioni dettagliate di azioni di guerra, alla fantascienza, fino ai recenti titoli genere battle royale. I giocatori sanno bene, e non si tratta solo di shooter game, che il gioco continuativo ha bisogno di accessori di qualità, e cambiare il controller per ottimizzare le prestazioni diventa quasi necessario quando si passano molte ore impegnati nelle varie missioni.
Va infine precisato il filo rosso che lega gli accessori per Xbox al mondo dei Personal Computer, dato che la quasi totalità dei modelli è compatibile con i computer da casa, sia Windows che spesso anche Mac, e ultimamente anche con smartphone Android e iPhone (iOS).

Migliori controller Xbox

Vi presentiamo innanzitutto la nostra selezione dei migliori controller, dopodiché vi spiegheremo quali funzionalità extra vanno ricercate in un controller e quando vale la pena di fare un upgrade ad un modello superiore. 

Migliore per hardcore gamer: Elite Series 2

Tra i controller ufficiali abbiamo selezionato il controller che piacerà per il suo rapporto qualità/prezzo ai giocatori più accaniti.


Abbiamo preferito il controller ufficiale Microsoft Wireless controller Elite Series 2 come miglior controller Xbox rispetto alla Series 1, per i numerosi miglioramenti apportati da Microsoft.
Le differenze sostanziali tra S1 e S2 sono nella programmabilità: nella prima sono solo due i profili disponibili, mentre nella seconda sono ben quattro, di cui uno fisso e gli altri tre selezionabili attraverso un indicatore luminoso. I grilletti possono essere calibrati, nell’ultima versione, fino a tre diverse altezze a blocco graduale e sono anch’essi serigrafati e scanalati per dare più grip. La prima versione funziona con pile AA e micro USB, con un sistema di leve leggermente meno ergonomiche, mentre la seconda serie ha batteria interna ricaricabile con USB di tipo C che offre fino a 40 ore di gioco ininterrotto.

Miglior qualità/prezzo: Wireless controller


Il Wireless controller di Microsoft ha il miglior rapporto qualità/prezzo e andrà bene per gran parte degli utenti, tant’è che è quello incluso di serie nella maggior parte delle confezioni di Xbox One. L’ergonomia è buona, l’usabilità alta, così come la versatilità. La connettività è basata su Bluetooth 4.0 e l’alimentazione è affidata a delle batterie stilo, che è forse l’unica seccatura.

Migliore per collezionisti: Edizione speciale 20th Anniversary

Il Microsoft Wireless Controller 20th Anniversary ha un prezzo più elevato rispetto alla media, più che altro per il design sviluppato appositamente in occasione del ventesimo anniversario dall’uscita della prima Xbox. A parte questo, è un ottimo controller.

Il più economico: PowerA Enhanced Wired Controller

PowerA ha un catalogo interessante di controller Xbox One, Series X e S in generale. Abbiamo selezionato l’economicissimo Enhanced Wired Controller, venduto in licenza ufficiale, perché ha una struttura solida, bottoni e levette che rispondono bene e sono piacevoli da usare. Nonostante il prezzo, si ottiene un buon prodotto, adatto anche alle recenti Xbox.

Migliore Android: PowerA Moga XP5-X Plus

Il PowerA MOGA XP5-X Plus è a nostro avviso tra i migliori controller con compatibilità smartphone Android e PC, ottimo per giocare in mobilità, emulatori e cloud gaming, come Xbox Game Pass. Risulta ufficialmente compatibile con un bel numero di giochi Xbox, che vi invitiamo a controllare prima di comprarlo.
Nonostante il prezzo contenuto e il peso di 200 grammi, tenuto in mano rivela una certa solidità. Oltre ad avere tutti i tasti nel posto giusto, messo nello zaino può diventare anche powerbank, il che può rivelarsi cruciale per i pendolari. Il punto debole riguarda il feedback dei tasti anteriori, che non oppongono molta resistenza. Infine, forse alcuni utenti troveranno più pratici quei controller dal design pensato per includere lo smartphone, anziché per doverlo agganciare in cima.

Caratteristiche controller Xbox

Ovviamente i titoli della Xbox coprono tutti i generi, ma la nostra attenzione è particolarmente focalizzata sui FPS perché sono una tipologia di videogioco ancora molto rappresentata su PC e che proprio da questi setting classici da tastiera ha importato la sua moltitudine di comandi. Se le postazioni da gaming specifiche per PC necessitano infatti di spese ingenti e accessori particolarmente performanti, come tastiere meccaniche e mouse ricchi di tasti laterali, la controparte su console è sicuramente più facile da gestire, sia come setting hardware che dal punto di vista puramente economico. Giocando con un controller avremo a livello di gameplay sicuramente delle differenze tecniche rispetto al PC, per esempio meno controllo sulle inquadrature o una certa approssimazione della mira automatica creata proprio per rendere il gioco più fluido su console. Queste differenze sono comunque note e tenute in conto dalle community di videogiocatori e le performance attuali dei FPS e della maggior parte degli action game giocati su console in abbinamento al controller sono comunque altissime.Controller Xbox One UfficialeQuesto avanzamento nelle performance di gioco va sicuramente attribuito ai continui miglioramenti che i dispositivi, in questo caso i controller per Xbox, hanno fatto negli ultimi anni, basti pensare alla diffusione della serie Elite da parte di Microsoft, la più celebre serie di controller ufficiali per Xbox One e Series X|S.  

I controller ufficiali per Xbox

In generale, la grande innovazione nei controller per Xbox è stata l’inserimento di due levette direzionali posizionate in modo asimmetrico. Una levetta è in alto a sinistra mentre l’altra è in basso vicino al pollice destro, una disposizione in aperto contrasto con il DualShock di casa Sony, che consente una maggiore versatilità in moltissime tipologie di gioco, prima fra tutte quelli di lotta.
Esiste anche una nicchia di gamer che preferisce, forse per abitudine, i controller simmetrici dei gamepad PlayStation e le sue maniglie allungate che vanno afferrate. Al contrario, il controller più compatto di Microsoft aderisce alla mano nella posizione di riposo, rendendo l’esperienza di gioco meno stressante sul lungo periodo. Ovviamente tante scelte di ergonomia sono realisticamente dipendenti dalle caratteristiche di ognuno e dal tipo di gioco, a volte addirittura dal tipo di strategia di gioco che viene adottata, e non è raro vedere che un prodotto amato da alcuni non venga ugualmente apprezzato da altri giocatori che magari hanno stile, abitudini o fisiologia diverse.
Vogliamo analizzare in breve i controller creati da Microsoft stessa proprio per funzionare in abbinamento con Xbox, così che possiate fare la vostra scelta conoscendo cosa offre la casa madre e quale funzione avete già a disposizione al momento dell’acquisto. Escluso quello di base, il Wireless Controller sopra citato, la serie speciale Elite merita un approfondimento.

Serie Elite

Microsoft ha completamente cambiato le carte in tavola quando ha presentato nel 2015 l’Elite Wireless Controller, di cui attualmente esistono in commercio due serie. Si tratta di un controller estremamente curato nei dettagli e nella costruzione, con materiali di qualità che sono l’ideale per gli hardcore gamer. Controller Xbox Elite CustodiaLa caratteristica principale dell’Elite Wireless Controller è che le levette possono essere cambiate di posizione e regolate in altezza, creando un effetto joystick, e calibrate in resistenza su tre diversi livelli attraverso l’utilizzo di una chiavetta meccanica in dotazione. Potrete utilizzare levette in gomma o in plastica, dalla forma concava o convessa, in base alle vostre preferenze di gioco. Sul retro del controller sono inoltre presenti quattro leve aggiuntive che ricordano i pedali di un pianoforte a cui possono essere assegnate altre funzioni e macro all’interno del gioco. Il tasto direzionale può essere utilizzato sia sotto forma di D-pad tondeggiante, sia come vera crocetta direzionale classica.
Queste parti intercambiabili, ad esempio le levette, hanno solide strutture metalliche e tutto il controller presenta materiali e costruzione curate, con un ottimo grip in gomma che avvolge tutta la parte inferiore nella Series 2.
Entrambe le serie vengono vendute a un prezzo molto alto, anche fino a 200 €, e nella confezione troverete un case molto solido per trasportare il controller. Nel caso della seconda serie la custodia presenta anche una comoda uscita e un dock semovibile, in modo da caricare il dispositivo anche quando riposto nel case.
Per concludere, mettiamo in guardia sul fatto che i controller della serie Elite di Microsoft sono delle macchine dalle prestazioni e rifiniture altissime, ma dal prezzo sicuramente impegnativo. La spesa varia tra i 170 e i 200 €, non esenti ad ogni modo da piccole imperfezioni. 

Caratteristiche dei controller per Xbox

Vista l’offerta sul mercato e considerando la presenza dell’ottimo Xbox Wireless Controller Elite faremo una panoramica delle funzioni necessarie a un controller di qualità e delle ragioni per considerarne l’acquisto, anche in base ai diversi tipi di esigenze.

Materiali

Tutti i controller ufficiali per Xbox hanno ottime plastiche e sono molto piacevoli al tatto; il grip in gomma particolarmente solido della serie Elite è sicuramente uno dei punti a favore di questo prodotto, che rende molto comoda l’esperienza di gioco. Il PowerA Fusion Pro ha anch’esso un grip sulle maniglie con degli inserti in gomma simile alla controparte Microsoft, ma presenta un prezzo sicuramente più conveniente, costando circa la metà del suo ispiratore.Controller Xbox Pro Nero CablatoConsiderate che in molti modelli le parti non satinate e non gommate dei controller tendono a mostrare facilmente l’oleosità delle mani, e anche quelli della serie Razer, azienda leader nel settore, presentano lo stesso fastidioso problema. Il famoso grip in stile DualShock dall’effetto gocciolante della Scuf, per quanto solido, non ha una buona reazione al sudore delle mani. Sono in commercio numerose guaine in materiale simile al neoprene che proteggono i controller aumentando di molto il grip e la sicurezza in caso di cadute, facendovi rinunciare però a un po’ di maneggevolezza.

Durabilità

I controller di quasi tutte le marche presentano problemi ai tasti dopo un certo periodo di tempo, soprattutto per quei giocatori che hanno stili di gioco particolarmente intensi che possono stressare i dispositivi. I controller “pro”, vista la loro meccanica più elaborata, sono ancor più soggetti a problemi del genere e anche la serie Elite non è esente da problemi di costruzione. Si tratta inoltre di veri investimenti economici, dato che un controller pro può costare quasi quanto la console stessa. Considerate quindi quando fate un acquisto del genere l’affidabilità del venditore, la cifra che volete investire e se i titoli che intendete giocare presentino problemi noti alla community.
Ricordate inoltre che esistono attualmente sul mercato alternative dal prezzo interessante: pensiamo ad esempio al PowerA Fusion Pro, che offre prestazioni molto simili agli Elite ed è costituito da ottimi materiali, magari a scapito di una struttura meno solida, indebolita anche dalla possibilità di montare cover intercambiabili.
Inoltre, pensate in anticipo: la next gen di console è arrivata, con funzionalità e processori di calcolo superiori, e la Xbox Series X si trova già in commercio. Al momento dell’acquisto potreste dunque scegliere di orientarvi verso un prodotto compatibile con la Series X, come il Wireless Controller Elite Series 2, per ottimizzare la spesa futura quando deciderete di passare alla generazione successiva.Controller Xbox Elite Fronte Retro

Tasti e programmabilità

I tasti programmabili sono la vera rivoluzione dei controller di nuova generazione. Ispirati dai vecchi sistemi di “autofuoco” in voga negli anni ’90, l’attuale tecnologia consente di migliorare sostanzialmente l’esperienza effettiva di gioco. I videogiochi usciti negli ultimi anni presentano tantissime funzioni e comandi che solo su PC trovano, anche con delle difficoltà, una copertura totale attraverso la tastiera e l’uso di mouse multifunzione.
A questo proposito ci viene in mente il Razer Wolverine, sia nella variante Tournament che in quella Ultimate. Questo controller è tra i maggiori competitor della serie Elite, e come fascia di prezzo è leggermente più economico. La grande differenza è che i tasti del Razer sono tutti tasti meccanici che danno una sensazione di risposta al tocco leggermente diversa e appunto più simile al gaming su PC, a cui non tutti sono abituati. Il livello di programmabilità del Razer è un po’ più semplice rispetto alla serie Elite, che anche in questo caso offre opzioni particolarmente interessanti: pensiamo all’introduzione del tasto Shift nella Series 2 che consente, esattamente come l’omonimo tasto delle tastiere, di cambiare completamente configurazione al tocco, funzione molto utile che ci sentiamo di raccomandare ai giocatori particolarmente esperti.Controller Xbox One Celeste CavoUn’altra grande innovazione è stata fatta con i tasti posteriori sui controller, posizionati in modo sempre più comodo, e che potrete modificare anche in base al tipo di gameplay che preferite. Se la serie Elite e i PowerA Fusion Pro hanno delle levette metalliche abbastanza simili, quattro in totale che accompagnano la forma della mano, i modelli Razer, in modo un po’ più razionale, hanno dei veri e propri grilletti aggiuntivi anche sul retro, oltre a quelli classici in alto.
Questo tipo di funzionalità viene utilizzato per tutte le tipologie di gioco, dai sandbox alle corse, ma nei FPS può facilitare di molto l’azione del gioco, cambiando armi o inventario in una sola mossa, o programmando delle macro, oppure ancora assegnando ai tasti direzionali dei comandi di azione e non di direzione.
Queste funzionalità, nei modelli più avanzati, sono programmabili attraverso un software apposito che consente di effettuare tutti i cambi prima di iniziare le partite.Controller Xbox One Pro RetroCi sentiamo di consigliare Elite Series 2 per la sua compatibilità futura con la Xbox Series X e Razer Wolverine a gamer molto esperti che dedicano molte energie al gioco anche in multiplayer, dove ogni frame conta. I giocatori più casual che però cercano ottime prestazioni possono già orientarsi sul già citato PowerA Fusion Pro, un po’ più pesante e senza wireless, o sul Razer Wolverine Tournament, che sono generalmente molto apprezzati come prodotti intermedi.

Quando comprare un nuovo controller Xbox?

Un controller nuovo va comprato quando ci si rende conto che quello in dotazione presenta dei problemi, come tasti molto lenti alla risposta, e non è più coperto da garanzia. Se abbiamo bisogno di un nuovo controller per giocare in famiglia o con dei bambini potremmo orientarci anche su prodotti economici, così come un prodotto di fascia medio-bassa è indicato se si gioca molto poco, perché le prestazioni anche nei prodotti meno blasonati sono comunque più che accettabili per il giocatore casual.
Vale la pena acquistare un controller pro quando si passano molte ore sulla console, quando si inizia a giocare professionalmente negli e-Sport o in squadre in multiplayer dove si vuole avere una buona resa durante i gameplay. Alcuni giochi con molte funzionalità e combinazioni di comandi, siano questi sandbox, simulatori o shooter, potrebbero risultare molto più semplici se giocati con controller con leve posteriori e tasti programmabili. Inoltre, per quella piccola percentuale che proprio non riesce a rinunciare al gamepad di PlayStation, sono disponibili dei controller che ne riproducono l’ergonomia, touchpad frontale incluso.

Che differenza c'è tra i controller Xbox One e Xbox Series X|S?

Solitamente i controller per Xbox sono compatibili sia con la console One che con le più recenti Series X e Series S. Oltretutto, i controller per Xbox sono generalmente compatibili con tutti i titoli disponibili sulla console e non dovreste incontrare problemi. Tuttavia, la differenza più evidente tra i controller di queste due generazioni è il pulsante Condividi“. Questo è stato inserito da Microsoft dal 2021 per registrare clip di gioco e catturare screenshot, per poi condividere i file con amici reali o virtuali. Condividi è anche mappabile, quindi personalizzabile per eseguire azioni diverse da quella di default.

Quanto costa un controller Xbox?

La spesa prevista dipende da cosa si cerca: se si ha bisogno di un prodotto molto semplice, magari senza connettività wireless, la spesa diventa irrisoria ed è possibile trovare controller semplici a prezzi molto accessibili, anche meno di 30 €. Ovviamente non aspettatevi da questo prodotto grandi prestazioni ed esperienze tattili o di vibrazione raffinate. La serie Wolverine di Razer ha due versioni differenti e abbastanza simili come prestazioni, molto leggere, senza wireless, con prezzo tra i 90 e i 170 €. Infine, la serie top Elite, da noi illustrata nella sezione dei controller ufficiali, va dai 100 € in su.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato