Le migliori farine di castagne del 2022

Confronta le migliori farine di castagne del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Amazon
14,85 €
Amazon
8,54 €
Amazon
37,99 €
Amazon
7,99 €
Amazon
6,70 €

Tipo

Farina di castagne

Farina di castagne

Farina di castagne

Farina di castagne

Farina di castagne

Raffinatezza

n.a.

n.a.

n.a.

n.a.

n.a.

Regione di produzione

n.d.

Piemonte

n.d.

n.d.

Campania

Proteine per 100 g

5,9 g

6,3 g

6,2 g

n.d.

5,8 g

Senza glutine

Punti forti

Migliore conservazione grazie al contenitore ermetico

Da agricoltura biologica

Da agricoltura biologica

Macinata a pietra

Ideale per dolci

Senza additivi o sostanze chimiche

Macinata a pietra

A base di castagne dolci

Da agricoltura biologica

Punti deboli

Contiene fecola di patate

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

La farina di castagne

La farina si ottiene principalmente dalla macinazione di molte varietà di cereali, primo fra tutti il frumento, seguito da altre varietà come orzo, granturco, riso, miglio e avena. Si tratta di un prodotto molto utilizzato per la preparazione di diversi alimenti, innanzitutto la pasta, un primo piatto immancabile sulle tavole del nostro paese. Ma la farina non si ricava solo dai cereali. Esistono anche altri tipi di farina come quelli derivanti dalle leguminose, per esempio la farina di ceci, di piselli, di fave ecc, anch’esse molto gustose e apprezzate dai consumatori. Per chi volesse approfondire tutte le caratteristiche e gli aspetti più interessanti che riguardano la farina, consigliamo la lettura della nostra guida dedicata a questo importante alimento.

farina di castagne alimento

Oggi ci soffermeremo su altro tipo di farina, derivante invece da una pianta detta appunto farinacea, ovvero la farina di castagne. I castagni sono delle piante molto antiche, si pensa che addirittura possano essersi originati più di 10 milioni di anni fa. In passato ebbero un ruolo importante già per gli antichi Greci e i Romani, fino a diventare in tempi più recenti una fonte di sostentamento molto importante, soprattutto nel ‘900.

Le castagne, oltre ad essere gustate nella loro interezza, possono essere essiccate e macinate fino a ottenere la nota e apprezzata farina di castagne. Più avanti vedremo quali sono i possibili usi di questo prezioso alimento, la sua produzione, tutte le sue proprietà e i benefici al fine di scegliere la qualità più indicata alle proprie esigenze.

Proprietà nutrizionali della farina di castagne

La farina di castagne rispetto ad altre farine è più calorica: a 100 g di prodotto corrispondono infatti circa 340 cal. Una delle caratteristiche più interessanti di questa tipologia di farina è che al suo interno contiene molta poca acqua, circa l’11%, ma molti carboidrati, di cui è davvero molto ricca, infatti sono presenti per un 76% rispetto al 60% riscontrabile in altre farine, e i sali minerali, come potassio, magnesio, ferro, calcio, cloro e fosforo. Il valore proteico invece risulta essere abbastanza inferiore rispetto ad altre categorie, e non supera il 6%, mentre per i lipidi riscontriamo un leggero aumento, 3% rispetto al 2% presente in altre farine. Infine, la farina di castagne contiene un ricco gruppo di vitamine, come la B1, B2, B3 e B6 oltre che A, C ed E, e circa il 14% di fibre.

farina di castagne proprietà

Perché mangiare la farina di castagne

La farina di castagne può essere definita senza dubbio come un prodotto di nicchia, poiché come vedremo più avanti la sua produzione non può essere totalmente industrializzata come per il resto delle farine. Per questo motivo quindi il suo valore economico è più alto, collocandola tra i prodotti artigianali non sempre accessibili a tutti. Come abbiamo visto, il suo alto contenuto energetico e le sue proprietà nutrizionali la rendono l’alimento ideale per coloro che praticano costantemente sport o per chi si trova spesso sotto stress sia fisico che psicologico. Infine, trattandosi, di una farina senza glutine, diventa l’alimento ideale in alternativa alla classica farina 00 per coloro che sono affetti da celiachia o anche per chi segue una dieta vegana o vegetariana.

Come abbiamo potuto osservare, la farina di castagne avendo una tabella nutrizionale molto ricca e variegata presenta anche tantissimi benefici per l’organismo. Uno dei motivi per cui è consigliato consumare farina di castagne riguarda gli effetti sul transito intestinale: grazie alle fibre, la flora batterica viene riequilibrata favorendo di conseguenza la riduzione del colesterolo cattivo. Per le donne in gravidanza, questa categoria di farina sembra essere ideale per l’apporto di acido folico, una vitamina del gruppo B che aiuta a proteggere e sviluppare l’embrione. Bisogna però sottolineare che la farina di castagne per il suo alto valore energetico è poco adatta alle persone affette da diabete.

farina di castagne benefici

Come scegliere la farina di castagne

La farina di castagne, così come altre tipologie di farine presenti sul mercato, presenta determinati aspetti che la rendono più o meno adeguata alle esigenze di ogni consumatore. Qui di seguito vedremo più da vicino tutte le caratteristiche che riguardano soprattutto il processi di produzione, le qualità riscontrabili sul mercato, come anche gli usi possibili del noto prodotto, in modo da arrivare a una scelta definitiva mirata e consapevole.

farina di castagne produzione

Produzione

La produzione di farina di castagne è un processo antico quasi del tutto artigianale che si può distinguere in 5 diverse fasi che elenchiamo e approfondiamo qui di seguito:

  • Raccolta: primo passo per ottenere la farina di castagne è la raccolta delle castagne ancora chiuse nei ricci (detti cardi). Solitamente la raccolta delle castagne avviene verso fine settembre e oltre a raccogliere quelle già cadute, con l’aiuto di bastoni è possibile far cadere i restanti frutti sulla pianta;
  • Essiccatura: il processo di essiccatura è indispensabile per poter asciugare tutta l’umidità contenuta nelle castagne. I frutti raccolti vengono disposti sul metato o essiccatoio, un locale diviso in due piani; sul livello superiore vengono adagiate le castagne e in quello inferiore viene acceso il fuoco. L’essiccatura può durare dai 30 ai 40 giorni;
  • Sbucciatura: a cottura ultimata le castagne vengono sbucciate. Questo procedimento può essere eseguito sia manualmente che con apposite sgusciatrici;
  • Nettatura: prima di passare alla fase finale le castagne vengono sottoposte a una importantissima fase di nettatura, ovvero la rimozione di tutti i residui di buccia rimasti attaccati al frutto;
  • Molitura: questa operazione veniva fatta tradizionalmente con mulini a macina in pietra, ma oggi sono per lo più elettrici e pochissimi ad acqua.

farina di castagne qualità

Qualità

La farina di castagne come abbiamo già accennato è un prodotto di nicchia poiché richiede un lavoro meticoloso e lento. Si tratta quindi di una farina di altissima qualità, caratteristica che si riflette anche nel prezzo finale del prodotto. Nella maggior parte dei casi quando ci si trova di fronte a prezzi molto bassi è possibile che siano state utilizzate castagne di bassa qualità. Inoltre, altre caratteristiche che possono aiutarci a capire di fronte a quale tipo di qualità del prodotto ci troviamo sono il sapore, che non deve essere amaro ma dolce, e il colore, che deve essere beige non troppo scuro.

Usi della farina di castagne

Sono diversi gli usi possibili destinati alla farina di castagne e tra i principali certamente troviamo i dolci. Un esempio emblematico è senza dubbio il gustosissimo castagnaccio, tipico dolce delle zone tosco-emiliane. Altro impiego della preziosa farina è per la preparazione di un’ottima polenta che si ottiene con lo stesso procedimento utilizzato per la classica ricetta. Infine, la farina di castagne, se combinata con altre categorie di farine, può essere impiegata anche per la preparazione della pasta fresca.

farina di castagne usi

Conservazione e scadenza

Tutte le farine, come anche quella di castagne, affinché si possano conservare a lungo devono essere chiuse in un recipiente ermetico e posizionate in un luogo fresco e asciutto. In questo modo la farina verrà protetta da umidità e correnti d’aria. La farina di castagne però rispetto alle altre tipologie presenti sul mercato è molto più delicata e si altera facilmente, ecco perché è consigliato assaggiarne una piccola quantità anche da cruda prima di utilizzarla. In caso il sapore risultasse amaro, a prescindere dalla scadenza riportata sulla confezione, sarebbe meglio non utilizzarla.

farina di castagne conservazione

Confezione della farina di castagne

Così come per la maggior parte delle farine disponibili, anche per quella di castagne sul mercato sarà facile acquistare formati da 500 g. Trattandosi di un prodotto abbastanza artigianale però sarà possibile anche trovare confezioni più ridotte come quella da 250 g. Tenendo conto di quanto detto nel paragrafo dedicato alla conservazione e scadenza, consigliamo quest’ultimo formato, soprattutto in caso la vostra intenzione sia di non consumare tutto il prodotto a breve termine. A seconda della marca la farina di castagne può essere venduta in confezioni di carta o anche in comodi barattoli di vetro con chiusura ermetica.

Le domande più frequenti sulla farina di castagne

Quanto costa la farina di castagne?

Come abbiamo ripetuto più volte, la farina di castagne presenta prezzi abbastanza elevati, dovuti all’alta qualità delle castagne ma anche al lungo e laborioso processo di produzione. Solitamente una confezione da 500 g ha un costo di circa 10 €, mentre per le qualità con certificazione biologica il prezzo oscilla dai 13 € ai 15 € per la stessa quantità di prodotto.

Quali sono i migliori marchi di farina di castagne?

Tra i migliori marchi presenti sul mercato in grado di offrire farina di castagne di qualità troviamo Valpi, Farine Magiche, Rebecchi, Cuore di farine e Molino Spadoni. Non tutti i brand appena citati possiedono una certificazione biologica, caratteristica che si può facilmente verificare direttamente sulla confezione del prodotto. A prescindere dal marchio, il nostro consiglio è quello di verificare i valori nutrizionali e i metodi di essiccatura.

farina di castagne marca

Quali ricette si possono fare con la farina di castagne?

Abbiamo visto che con la farina di castagne è possibile preparare diversi tipi di pietanze, che vanno dai dolci alla pasta fresca passando per dell’ottima polenta. Questi appena citati quindi possiamo considerarli come gli alimenti base grazie ai quali sarà facile sviluppare tantissime idee culinarie sia dolci che salate. Vediamole insieme:

  • Castagnaccio: si tratta di un tipico e antico dolce toscano le cui origini risalgono al ‘500, che combina il buon sapore della farina di castagne con uvetta, pinoli, noci e rosmarino, per creare così un dolce dal gusto unico e intenso;
  • Gnocchetti di castagne: come abbiamo accennato con questa dolce farina è possibile preparare della pasta fresca in forma di piccoli gnocchetti che potranno essere esaltati con del burro, salvia e ricotta salata;
  • Frittelle: nelle frittelle di castagne sarà possibile riscoprire gli ingredienti del castagnaccio in una versione più semplice e invernale, in cui pinoli e uvetta rappresentano gli altri ingredienti essenziali;
  • Crepe: sempre restando tra i dolci, la farina di castagne può essere un’ottima base anche per preparare delle gustose crepe, magari farcite con mascarpone e ganache al cioccolato. Certamente i più piccoli della casa ne saranno felici;
  • Spaghetti alla chitarra: un primo piatto davvero ricco e prelibato potrebbero essere gli spaghetti alla chitarra fatti con farina di castagne e conditi con zucca, salsiccia e funghi. Gli ingredienti impiegati hanno certamente un aroma autunnale, quindi perfetti per i mesi più freddi;
  • Cantuccini: i dolcetti tipici alle mandorle anch’essi appartenenti alla tradizione toscana possono essere ancora più squisiti se realizzati con farina di castagne. Un perfetto biscottino per accompagnare un caldo e fumoso ;
  • Muffin: infine abbiamo i morbidi e buonissimi muffin che possono essere realizzati in innumerevoli varietà, anche con farina di castagne. Per esaltarne ancora di più il sapore è possibile aggiungere agli ingredienti dei buonissimi mirtilli rossi e creare così una sana merenda per tutta la famiglia.

farina di castagne ricetta castagnaccio

Queste sono soltanto alcune tra le tante ricette a base di farina di castagne che è possibile realizzare tra i fornelli. Certamente si tratta di sapori autunnali o invernali che quindi sarà più appropriato riscoprire nei corrispondenti mesi dell’anno, ma ciò non toglie che possano essere elaborati anche in chiave primaverile o estiva. A voi la scelta!


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato