I migliori auricolari bluetooth senza fili del 2019

Confronta i migliori auricolari bluetooth senza fili del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

5 fattori decisivi per la scelta degli auricolari Bluetooth senza fili

Gli auricolari Bluetooth sono ormai un oggetto posseduto dalla grande maggioranza degli utenti. Apprezzati per la loro comodità, permettono di evitare l'ingombro dei cavi, offrendo una maggiore libertà di movimento, purché si rimanga entro una distanza limitata dal dispositivo connesso. Una delle tendenze sempre più marcate va oggi nella direzione di modelli tecnicamente chiamati "wireless autentici", anche se spesso vengono semplicemente conosciuti come "senza fili" (in inglese true wireless earbuds). In questo caso si intendono auricolari che non solo non richiedono un cavo per essere collegati al proprio smartphone o computer, ma non sono neppure connessi tra loro da alcun elemento fisico: proprio per questo si parla di wireless autentico. Questa tecnologia è diventata particolarmente popolare dopo l'uscita degli AirPods, un modello firmato Apple lanciato nel 2016 e compatibile con qualunque dispositivo che supportasse lo standard Bluetooth 4.0 o superiore. Nonostante il design di questo particolare modello non sia apprezzato da tutti gli utenti, l'idea di liberarsi completamente dal limite dei cavi è stata vincente. Oggi sono presenti sul mercato moltissimi concorrenti, realizzati sia da marchi specializzati nel settore Hi-Fi, sia da aziende meno note in grado di mantenere i prezzi più contenuti. Anche se molte caratteristiche sono comparabili a quelle dei modelli cablati, alcune specifiche presentano differenze significative che è importante sottolineare.Auricolari Bluetooth senza fili prestazioni

1. Prestazioni

La qualità del suono è uno dei primi elementi da considerare nel momento in cui si intendono acquistare cuffie o auricolari. Va detto che molti produttori, anche tra i più noti, tendono ultimamente a rendere noti sempre meno dettagli tecnici sui proprio prodotti, soprattutto quando si tratta di auricolari Bluetooth senza fili. Spesso bisognerà dunque fidarsi della buona reputazione del marchio, ma nel momento in cui si possono effettivamente giudicare delle specifiche più dettagliate è bene prenderle in considerazione.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Risposta in frequenza

La risposta in frequenza è uno dei dati più semplici da interpretare, indicando le frequenze che gli auricolari sono in grado di riprodurre. Queste vengono misurate in Hz e solitamente coprono lo spettro udibile dall'orecchio umano, che spazia dai 20 ai 20.000 Hz. È importante considerare che questo dato subisce variazioni anche significative in base all'età: invecchiando, infatti, diminuisce la capacità di percepire le frequenze più alte, per cui l'effettiva qualità della riproduzione potrebbe risultare diversa a seconda del singolo utente. Auricolari Bluetooth senza fili risposta in frequenzaIn ogni caso, è buona norma orientarsi verso l'acquisto di modelli che non scendano al di sotto di questo standard considerato praticamente universale, anche se molti prodotti di fascia economica non sono in grado di raggiungerlo. Va detto che rispetto ai modelli cablati è più raro trovare una qualità del suono superiore tra quelli wireless, per cui anche investendo cifre più alte difficilmente si otterrà una qualità del suono molto più alta.

Impedenza

L'impedenza è un valore che indica la resistenza che l'auricolare è in grado di esercitare sul segnale audio. In sostanza, indica l'entità dell'ostacolo che la corrente incontra nel passare tramite una bobina posizionata all'interno delle cuffie, e viene misurata in Ohm. Generalmente vale la regola per cui una maggiore impedenza è indice di una migliore qualità del suono: un valore di Ohm alto indica infatti un suono più nitido e pulito. Questo va tuttavia a discapito del volume massimo raggiunto, che come si più facilmente intuire è tanto più limitato quanto più è bassa la corrente che può passare tramite la bobina. Va notato che un ruolo rilevante è giocato anche dal dispositivo a cui le cuffie sono connesse: per uno smartphone o un tablet, infatti, sarà più che sufficiente un valore standard di 32 Ohm, anche se esistono cuffie appartenenti ad altre categorie in grado di raggiungere i 600 Ohm.

Driver

I driver sono uno degli elementi più importanti che costituiscono gli auricolari. Sono infatti gli altoparlanti integrati che permettono di convertire un segnale elettrico in suono, e dal loro diametro dipende in parte la qualità dei bassi. Nonostante questo, bisogna considerare che grazie agli avanzamenti tecnologici degli ultimi anni oggi è possibile migliorare la riproduzione del suono anche in assenza di driver particolarmente ampi, un dettaglio da ricordare soprattutto quando si acquistano modelli in-ear canal. In generale, si possono trovare modelli economici con un diametro inferiore ai 6 mm, arrivando fino a un massimo di 15 mm.Auricolari Bluetooth senza fili driver


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

2. Alimentazione

L'autonomia degli auricolari Bluetooth senza fili è uno degli elementi che maggiormente li differenziano dai modelli cablati. Se la batteria di questi ultimi può raggiungere le dieci ore o più, infatti, i prodotti che contano unicamente sulle connessioni wireless richiedono molta più energia, e molto raramente superano le cinque ore di autonomia. Moltissimi auricolari, anche di fascia alta, si scaricano completamente nell'arco di sole due ore, rendendo difficile utilizzarle in mobilità per lunghi viaggi o semplicemente per normali giornate lavorative. Per ovviare a questo problema la grande maggioranza dei produttori ha dotato i propri auricolari Bluetooth senza fili di una custodia rigida al cui interno si trova una seconda batteria al litio più capiente, ricaricabile tramite un comune cavo USB e in grado di offrire fino a quindici ore totali di autonomia. Auricolari Bluetooth senza fili alimentazioneGli auricolari possono così essere caricati ogni volta che vi vengono riposti. La custodia è inoltre un ottimo strumento per non perdere gli auricolari e proteggerli da urti e graffi: per poter essere ricaricati, infatti, questi sfruttano solitamente dei piccoli contatti magnetici, che li mantengono in una posizione fissa evitando che si danneggino. Va infine notato che alcune custodie sono dotate di una seconda porta USB, tramite la quale è possibile collegare uno smartphone o un tablet, fungendo di fatto da caricabatterie portatile. Si tratta di una funzione aggiuntiva particolarmente utile per chi è spesso in mobilità, anche se ovviamente va valutata con attenzione la capacità della custodia (misurata in mAh), dato che potrebbe assicurare non più di una singola ricarica, soprattutto se si possiede uno smartphone di ultima generazione.

Ricarica rapida

Proprio a causa della ridotta autonomia degli auricolari Bluetooth senza fili, per molti utenti può risultare indispensabile una funzione di ricarica rapida. Questa è in genere più comune nei modelli di fascia alta, e permette di assicurarsi circa un'ora e mezza di riproduzione musicale con soli quindici minuti di ricarica. Se ci si trova spesso in mobilità consigliamo di prestare molta attenzione alla possibilità o meno di utilizzare questa funzione, dato che può in una certa misura risolvere il limite imposto dalla scarsa autonomia di questo tipo di auricolari.Auricolari Bluetooth senza fili custodia

3. Funzioni

Le funzioni a cui gli auricolari Bluetooth senza fili sono in grado di assolvere non si discostano in modo significativo da quelle offerte dai modelli cablati. Ricordiamo che possono essere sempre controllate tramite comandi presenti sull'auricolare stesso (un dettaglio che vedremo meglio nel prossimo paragrafo). Analizziamole nello specifico:


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

  • Navigazione tra le tracce: permette semplicemente di passare da un brano all'altro senza dover utilizzare il proprio smartphone o qualunque altro dispositivo connesso;
  • Regolazione del volume: è un'impostazione molto basilare con cui si può aumentare o diminuire il volume;
  • Gestione della telefonia: ormai praticamente tutti gli auricolari Bluetooth sono dotati di un microfono integrato, grazie al quale è possibile rispondere alle chiamate in arrivo. La maggior parte dei modelli, anche economici, permette inoltre di rifiutare una chiamata e di ricomporre l'ultimo numero presente nel registro del proprio telefono;
  • Altre connessioni: esistono anche modelli di fascia medio-alta equipaggiati non solo con il Bluetooth, ma anche con la tecnologia NFC. Questa permette un collegamento rapido, sempre wireless, con dispositivi compatibili, anche se per essere stabilito è necessario che gli auricolari si trovino a distanza ravvicinata.

Auricolari Bluetooth senza fili funzioni

ANC: il noise cancelling attivo

La cancellazione attiva del rumore (o ANC, "Active Noise Cancelling") è una funzione che richiede una nota a parte. A differenza del corrispettivo passivo, dove l'isolamento dai rumori esterni è ottenuto solo grazie a una struttura chiusa degli auricolari e alla loro stretta adesione al padiglione auricolari, l'ANC richiede una tecnologia specifica più avanzata. Per poter funzionare correttamente, è necessario che sia presente un microfono integrato, in grado di registrare particolari frequenze, generalmente legate a rumori di fondo come per esempio il brusio in una sala d'attesa, o il ronzio dei motori di un aereo, così da permettere all'auricolare di emettere frequenze contrarie che le annullino. Molti auricolari Bluetooth senza fili di fascia alta oggi propongono questa funzione, particolarmente apprezzata da chi si trova spesso sui mezzi pubblici o lavora in un ufficio open space. È però importante ricordare che il noise cancelling attivo non elimina rumori che non mantengono una frequenza costante e non sono mai completamente isolanti. Se qualcuno parlasse ad alta voce vicino all'utente che indossa auricolari ANC, infatti, questo sarebbe sicuramente in grado di sentirlo (a meno che ovviamente non ascolti musica a volume ancora più alto).

4. Struttura

La scelta degli auricolari senza fili dipende in una certa misura anche dalla struttura preferita dall'utente. Esistono in realtà possibilità di scelta molto limitate, dato che per lo più è possibile trovare unicamente due diversi modelli base: gli auricolari in-ear, e gli in-ear canal. Ovviamente mancando qualunque tipo di supporto esterno è necessario che vi sia un inserimento anche solo parziale nel padiglione auricolare, anche se esistono alcune differenze tra le due tipologie menzionate qui sopra. Nella struttura vanno inoltre considerate le tipologie di controlli disponibili.Auricolari Bluetooth senza fili come funziona ANC


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

In-ear

I modelli in-ear sono simili agli AirPods prodotti da Apple. Non vanno inseriti in profondità nel canale uditivo, una caratteristica che divide gli utenti in modo abbastanza netto. Molti lo considerano un vantaggio, mentre per altri li rende più scomodi, semplicemente perché possono risultare meno stabili quando si è in movimento. Non offrono un buon isolamento acustico e talvolta non sono dotati di gommini morbidi per adattarli meglio alle dimensioni dell'orecchio.Auricolari Bluetooth senza fili in-ear

In-ear canal

Gli auricolari Bluetooth senza fili appartenenti alla categoria in-ear canal sono ormai la grande maggioranza. Questi devono essere inseriti più in profondità nel canale uditivo, e risultano dunque più stabili quando indossati. Generalmente sono messi a disposizione diversi set di gommini in silicone morbido di varie dimensioni, e sempre più spesso anche un piccolo gancio che migliora ulteriormente il comfort durante il movimento. Sono anche più adatti a garantire un buon isolamento acustico passivo, e questo design è normalmente utilizzato anche per i modelli con noise cancelling attivo.

Controlli

Attualmente sono disponibili diverse tipologie di comandi con cui l'utente può controllare le funzioni degli auricolari Bluetooth senza fili:Auricolari Bluetooth senza fili controlli

  • Pulsanti meccanici: sempre meno comuni, visto che richiedono un certo ingombro mentre gli auricolari wireless autentici mirano a raggiungere dimensioni sempre inferiori, sono comunque molto affidabili. Facili da individuare al tatto, solitamente sono molto intuitivi e semplici da memorizzare;
  • Comandi touch: molti modelli oggi dispongono di una superficie sensibile al tatto. Questo permette di mantenere molto contenute le dimensioni degli auricolari, ma d'altra parte può generare una certa confusione: a volte non è chiaro se il comando è stato recepito o meno, oppure vengono registrate azioni involontarie solo per aver sfiorato l'auricolare;
  • Comandi vocali: presenti solo in modelli di fascia alta, permettono di controllare le funzioni degli auricolari pronunciando comandi particolari, che vengono registrati tramite il microfono.

5. Comfort

Una delle caratteristiche più importanti da considerare prima dell'acquisto di un paio di auricolari Bluetooth senza fili riguarda la comodità che questi sono in grado di offrire, soprattutto per un utilizzo prolungato oppure per sessioni di allenamento intenso, un fattore da non trascurare dato che questi rappresentano uno dei prodotti più ricercati dagli sportivi. Sono diversi gli elementi che determinano il comfort degli auricolari Bluetooth, vediamo i principali:Auricolari Bluetooth senza fili comfort

  • Dimensioni e peso: sono tra le specifiche più ovvie da verificare quando si intende acquistare un nuovo modello di auricolari. È importante cercarne uno il cui peso sia limitato, dato che almeno in parte questo dispositivo va inserito nel canale uditivo e minore è il peso, migliore risulterà anche la stabilità dell'auricolare. Ormai la maggior parte dei dispositivi in commercio non pesa più di pochi grammi, mentre le dimensioni sono più variabili. Alcuni modelli sono infatti pensati anche per essere indossati durante la notte, mantenendo il noise cancelling attivo così da sostituire i classici tappi per le orecchie, e presentano misure estremamente contenute. Gli auricolari che dispongono invece di tasti meccanici tendono ad essere più ingombranti, ma possono comunque risultare più pratici per alcuni utenti;
  • Accessori intercambiabili: la grandissima maggioranza degli auricolari Bluetooth senza fili attualmente in commercio viene venduta con una serie di gommini morbidi intercambiabili, che permettono di adattare l'auricolare a padiglioni auricolari di diverse dimensioni. Lo stesso vale per i piccoli ganci in silicone che assicurano una migliore stabilità durante il movimento.

Il prezzo è importante?

Gli auricolari Bluetooth senza fili sono generalmente molto costosi. I modelli molto economici sono solitamente realizzati da marchi poco noti e non offrono una qualità del suono particolarmente alta. Difficilmente si troveranno auricolari di buon livello per un prezzo inferiore ai 140 €, raggiungendo anche cifre superiori ai 300 €. I modelli più economici, invece, non superano i 40 €, ma solitamente sono privi di funzioni avanzate e non sono adatti a chi cerca una riproduzione del suono fedele.

Il marchio è importante?

Come vale per tutti i dispositivi audio, anche nel caso degli auricolari Bluetooth senza fili la casa produttrice gioca un ruolo importante. Oltre a offrire una migliore qualità dei materiali e prestazioni audio più elevate, assicurano anche un'assistenza post-vendita dedicata e un grande numero di rivenditori sul territorio a cui è possibile rivolgersi in caso di malfunzionamenti. I marchi che finora hanno puntato maggiormente sulla tecnologia wireless autentico sono Jabra, Sony e Bose.

I materiali sono importanti?

I materiali con cui sono costruiti gli auricolari sono molto importanti. Non solo quelli interni, che determinano in una certa misura il funzionamento corretto del prodotto, ma anche quelli utilizzati per il rivestimento esterno. Oggi è comune trovare auricolari Bluetooth senza fili con certificazioni IPX più o meno complete, che assicurano un certo livello di impermeabilità e resistenza alla polvere, un dettaglio utile non solo agli sportivi, ma a tutti coloro che utilizzano gli auricolari in mobilità.

Le domande più diffuse sugli auricolari Bluetooth senza fili

Come funzionano gli auricolari Bluetooth senza fili?

Abbiamo visto che gli auricolari Bluetooth senza fili evitano completamente l'uso di cavi. Esistono tuttavia due diverse tipologie di connessione, illustrate nell'infografica qui di seguito. La prima prevede che il dispositivo (smartphone, tablet, computer o altro) si connetta solo a un auricolare, il quale poi a sua volta stabilità una connessione con il secondo auricolare. Nel secondo caso, invece, il dispositivo stabilisce un collegamento simultaneo con entrambi gli auricolari. In generale, il consumo di energia è molto simile in entrambi i casi, ma il segnale può risultare più stabile quando la connessione avviene in contemporanea con entrambe le cuffie. Ricordiamo però che quando si utilizza anche una connessione di secondo livello è possibile utilizzare un singolo auricolare, un'opzione utile quando non ci si vuole isolare completamente dall'ambiente esterno.Auricolari Bluetooth senza fili come funzionano

Gli auricolari Bluetooth senza fili sono adatti per la moto?

Sono molti gli utenti che si chiedono se gli auricolari true wireless siano adatti ad essere utilizzati sotto il casco durante lunghi viaggi in moto. Anche se idealmente possono essere una soluzione perfetta, dato che eliminano completamente l'utilizzo di cavi, ci sono alcuni dettagli a cui prestare attenzione e che dipendono in buona parte dal modello selezionato.

  • Dimensioni: dovendo essere indossati sotto al casco, è importante che gli auricolari non sporgano eccessivamente dall'orecchio, dato che in questo caso andrebbero a urtare contro il casco stesso, causando fastidi all'utente o addirittura uscendo completamente dalla corretta posizione. Ci sono ovviamente diversi parametri da considerare oltre al design degli auricolari, che vanno dal modello del casco utilizzato all'anatomia dell'utente (chi ha un padiglione auricolare molto piccolo potrebbe essere soggetto più facilmente a disturbi durante l'utilizzo di periferiche audio);Auricolari Bluetooth senza fili dimensioni
  • Riduzione del rumore: uno dei maggiori problemi incontrati dai motociclisti riguarda il forte rumore a cui sono costantemente sottoposti. Questo è causato non solo dal rombo dei motori della propria moto e di tutti i mezzi vicini, ma anche e soprattutto dal vento, in particolare quando si viaggia ad alta velocità. Sono di fatto molto pochi i modelli di auricolari Bluetooth senza fili dotati di una tecnologia di cancellazione del rumore, e ancora meno sono quelli in grado di garantire una potenza sufficiente per far fronte a una situazione così estrema. Alcuni motociclisti particolarmente appassionati commissionano ad aziende specializzate degli auricolari personalizzati, pensati non solo per garantire il massimo comfort, ma anche per migliorare il più possibile l'isolamento acustico durante lunghi viaggi.

Gli auricolari Bluetooth senza fili sono adatti per lo sport?

Gli auricolari Bluetooth senza fili sono nati con particolare attenzione alle esigenze degli sportivi. L'allenamento fisico è infatti una delle poche situazioni in cui anche un piccolo cavo può causare un ingombro fastidioso e potenzialmente pericoloso. Auricolari Bluetooth senza fili per sportEsistono comunque alcuni modelli più adatti di altri per l'attività fisica intensa: questi sono caratterizzati da gommini e ganci in silicone pensati per mantenere gli auricolari in una posizione stabile anche durante allenamenti molto intensi, e in genere possiedono una certificazione IP (International Protection) avanzata.

Come funziona la certificazione IP?

Anche se la sigla IP è ormai utilizzata molto diffusamente, anche tra i prodotti di fascia economica, spesso gli utenti non hanno chiaro cosa significhi esattamente. La sigla IP viene di norma seguita da due cifre, di cui la prima indica il livello di protezione dall'accesso di parti pericolose (dalla polvere, alla sabbia, ai corpi di piccole dimensioni), mentre la seconda indica la resistenza all'accesso di liquidi (da piccole gocce d'acqua a una completa immersione per un tempo prolungato). Auricolari Bluetooth senza fili certificazione IPNel caso in cui il prodotto non fosse dotato di una di queste caratteristiche, al posto del numero si troverebbe una X. Vediamo un esempio pratico:

  • IPX7: il prodotto non è resistente alla polvere, ma può essere immerso fino a un metro di profondità per un massimo di 30 minuti;
  • IP5X: il prodotto resiste all'accesso di polvere o di un filo sottile, ma non offre alcuna protezione da umidità e acqua;
  • IP57: il prodotto resiste sia all'accesso di povere, sia a un'immersione in acqua a una profondità di un metro per un massimo di 30 minuti.

Anche in questo caso è bene verificare che gli auricolari rispondano alle proprie specifiche esigenze: per chi si allena per lo più al chiuso, in palestra o nella propria casa, è sufficiente un modello resistente al sudore e dunque ai liquidi, mentre chi ama gli sport outdoor potrebbe sicuramente preferire degli auricolari in grado di offrire un'ottima protezione anche da oggetti solidi.

Gli auricolari Bluetooth senza fili sono adatti per la TV?

La tecnologia Bluetooth non è sempre la preferita se si intende utilizzare una periferica audio per la visione di film e serie TV. Questo perché un segnale wireless richiede inevitabilmente un tempo maggiore per essere trasmesso e ricevuto, mentre quando si utilizza una connessione cablata la velocità di trasferimento dei dati e la stabilità del collegamento è molto maggiore. Auricolari Bluetooth senza fili per TVProprio per questo utilizzando auricolari Bluetooth senza fili potrebbe succedere che l'audio di alcuni contenuti visivi risulti in leggero ritardo rispetto alle immagini, un difetto purtroppo estremamente fastidioso. Molto dipende dalla versione della tecnologia Bluetooth supportata non solo dagli auricolari, ma anche dalla propria TV, e dalla quantità di possibili interferenze presenti in casa, che possono essere causate da tutti i dispositivi che emettono e ricevono onde radio (praticamente qualunque apparecchio moderno dotato di funzioni smart).


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori auricolari bluetooth senza fili del 2019?

La tabella dei migliori auricolari bluetooth senza fili del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Jabra Elite Sport 179,99 €
Bose SoundSport Free Wireless 148,00 €
Mycarbon BTE01 35,99 €
Tronsmart Encore Spunky Buds 39,97 €
Mpow MPBH099AB 14,99 €

Auricolari bluetooth senza fili: tutti i prodotti recensiti

"Auricolari bluetooth senza fili": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

I migliori

Jabra Elite Sport

Migliore offerta: 179,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Bose SoundSport Free Wireless

Migliore offerta: 148,00€

I più venduti

Mycarbon BTE01

Migliore offerta: 35,99€