I migliori trenini del 2024

Confronta i migliori trenini del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

pinkorblue
225,47 €
babychicstore
44,90 €
amazon
193,76 €
gruppogiodicart
25,90 €
amazon
29,99 €
sferaufficio
237,71 €
amazon
49,00 €
amazon
26,24 €
amazon
247,77 €
roccobimbo
54,90 €
roccogiocattoli
26,39 €
gruppogiodicart
299,00 €
fratelliazzaro
26,90 €
babydodo
26,99 €

Dati tecnici

Età consigliata

3+

3+

3 - 10 anni

1 - 3 anni

3+

Locomotive e vagoni

2 locomotive, 5 vagoni

1 locomotiva, 2 vagoni

1 locomotiva, 3 vagoni

1 locomotiva, 2 vagoni

1 locomotiva, 2 vagoni

Materiale

Legno di faggio

Legno e plastica

Legno

Plastica

Legno e plastica

Alimentazione

2 batterie stilo LR44 incluse

Batterie stilo incluse

Telecomando

Pezzi inclusi nel set

87

50

120

3

39

Luci e suoni

Dimensioni set

118 x 77 cm

n.d.

‎123,83 x 87,38 x 40,64 cm

n.d.

114,3 x 55,88 x 15,24 cm

Punti forti

Perfetto come primo set completo

Ottima qualità-prezzo

Set ricco di pezzi e accessori

Ideale per i bambini da 1 a 3 anni

Semplice e funzionale

Materiali robusti e longevi

Con contenitore incluso che diventa parte integrante del set

Con tavolo incluso

Con cordino per trainare il treno

Set espandibile

Tantissimi pezzi e numerose funzionalità

Numerosi pezzi e ambientazioni

3 contenitori dove riporre i pezzi del set

Numerose attività per stimolare immaginazione a manualità

Binari e trenino compatibili con altri set ferroviari e altre marche

Binari e trenino compatibili con altri set ferroviari e altre marche

In legno di alta qualità

Ricco di suoni e luci

In legno di faggio

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere un trenino

Nel mondo dei giocattoli il trenino è uno dei giochi più classici e dal fascino intramontabile, tanto che ancora oggi appassiona grandi e piccini. I modelli di trenino e le tipologie presenti sul mercato sono moltissimi; alcuni trenini sono accompagnati da numerosi accessori aggiuntivi, altri sono invece pensati per i più piccoli e dunque caratterizzati da grandi dimensioni e tanti colori.TreninoViste le differenze tra un trenino e l’altro, sono molti i fattori da tenere in considerazione prima di scegliere quello più adatto ai propri bimbi. In questa guida all’acquisto vi illustriamo le caratteristiche principali dei trenini in circolazione e gli aspetti da tenere a mente prima dell’acquisto.

Perché acquistare un treno giocattolo

Il trenino è un giocattolo che stimola la fantasia, aiuta i bambini a sviluppare capacità motorie complesse e a utilizzare la creatività attraverso la realizzazione di percorsi sempre nuovi, il tutto tramite l’incastro dei binari che compongono il set, ideati per costruire piste ferroviarie e ambientazioni sempre più estese.
Trenino perché acquistarloGiocare con un trenino aiuta i bambini a pianificare, costruire e utilizzare precisione e fantasia, spingendoli a mettere in pratica le loro abilità in modo sempre nuovo e progressivo. Si tratta quindi di un gioco semplice ma, al contempo, versatile perché ogni bambino e bambina può giocarci a modo suo, passando da modalità di gioco basiche e sviluppandole mano a mano che cresce.
Infine, il trenino è un gioco che di solito accompagna i bimbi per molti anni: binari, set e ambientazioni possono essere acquistati nel tempo per ampliare il set di partenza, diventando un gioco nuovo e adatto ai diversi stadi di crescita.

Età consigliata

È importante, prima di tutto, scegliere un trenino che sia adatto all’età del bambino o bambina. In commercio ci sono trenini giocattolo molto grandi, con colori e suoni vivaci e dotati di pochi pezzi: sono questi quelli più adatti ai bambini al di sotto dei 3 anni. I trenini in legno, con i classici binari a incastro e altri accessori da abbinare, sono invece pensati per i bimbi dai 3 ai 6 anni circa. Infine, i modellini a batteria o elettrici, realizzati in scala, realistici e spesso caratterizzati da set più complessi da costruire, sono adatti a un pubblico più grande di adolescenti e adulti amanti del modellismo.Trenino età consigliataIl consiglio è quello di controllare sempre l’età indicata sulla confezione del modello di trenino e del set che lo accompagna: questo non soltanto per offrire al bambino o bambina un giocattolo che sia compatibile con le sue abilità, ma anche per una questione di sicurezza. I modelli per i bimbi più grandi possono essere complicati, e quindi rendere il gioco frustrante per un bimbo troppo piccolo; sono inoltre pericolosi perché spesso contengono pezzi staccabili di piccole dimensioni che potrebbero essere ingeriti, rappresentando un serio rischio di soffocamento.

Dimensioni del set

Un’altra caratteristica da tenere in considerazione è la dimensione del set che correda il trenino. È importante, infatti, individuare in anticipo il luogo dove si posizionerà la pista e quanto spazio questa occuperà. Trenino dimensioni del setSe si è incerti sullo spazio a disposizionein casa si può sempre iniziare con un set di base, accompagnato da pochi binari, che potrà eventualmente essere ampliato nel tempo con l’acquisto di nuovi vagoni e ambientazioni diverse.

Design e materiali

I trenini in commercio sono realizzati in legno, plastica o metallo.
Trenini e binari in plastica colorati e sgargianti sono di solito indirizzati ai più piccoli. La plastica è anche il materiale più utilizzato per i modelli elettrici o a batteria e, dunque, anche per modelli telecomandati o caratterizzati da luci, suoni e altre funzionalità. Ricordiamo che i trenini in plastica sono anche meno longevi rispetto, ad esempio, a quelli in legno. Incastri e componenti di piccole dimensioni possono infatti rompersi con il tempo e diventare inutilizzabili.Trenino in metalloIl metallo, adatto a riproduzioni in scala e realistiche, caratterizza perlopiù i trenini elettrici da collezione e da modellismo. Si tratta solitamente di treni molto delicati, che richiedono la cura e l’attenzione di un utilizzatore più maturo.Trenino in legnoTreni, vagoni e binari in legno sono altrettanto diffusi e molto più longevi: se trattati con cura, possono durare per generazioni. Il legno viene usato nei trenini giocattolo più classici, caratterizzati da un design semplice e lineare, e può comporre i vagoni in combinazione con parti in plastica. Se si sceglie un set per trenino in legno, consigliamo di preferire quelli in faggio o pino (e non in compensato), assemblati senza l’uso di collanti e verniciati con colori atossici.

Set e accessori

Le componenti che accompagnano un trenino e vanno a formare un set completo sono infinite. Andiamo qui di seguito ad analizzare quelle principali.

Binari

Se acquistate un trenino, dovete munirvi di almeno un set di binari che lo accompagni, salvo non disponiate già di una pista con rotaie compatibili.
Sul mercato sono molto diffusi i set già completi di locomotiva, vagoni e una serie di binari con cui costruire la rete ferroviaria a piacimento. Nella scelta della marca di trenino vi consigliamo di tenere conto di alcuni aspetti importanti:

  • Se i pezzi che compongono i binari siano facili da incastrare tra loro;
  • Se siano inclusi pezzi di binari dalle forme diverse (curve, rettilinei lunghi o corti, salite e discese) e intercambiabili tra loro, al fine di avere la possibilità di costruire percorsi sempre nuovi;
  • Se i binari inclusi siano standard e compatibili con quelli di altre marche.

I classici binari in legno, come quelli nell’immagine qui sotto, rispondono al meglio a queste esigenze: hanno una forma standardizzata, lo stesso tipo di connessione e le stesse dimensioni. Trenino binariQueste caratteristiche consentono di ampliare facilmente il proprio set, unendolo con set appartenenti ad altre marche dello stesso genere. Sono molto diffusi anche i binari in plastica, che caratterizzano sia i modelli di trenino pensati per i bimbi grandi, sia quelli, ad esempio, proposti da Lego, che offre numerosi set di treni a batteria, corredati dai classici mattoncini e da binari in plastica.

Altre componenti del set per il trenino

Assieme al trenino, nei set si possono trovare tantissime altre componenti da costruire o già assemblate, finalizzate alla creazione un’ambientazione realistica per il proprio treno, come ad esempio la stazione, una serie di binari particolari, come quelli con biforcazioni oppure con leva per lo scambio, ponti moderni e ponti levatoio, segnali, tunnel, alberi, case, edifici di qualsiasi genere, personaggi e animali. Trenino accessori e pezzi inclusiOgni brand propone ambientazioni a tema per consentire ai bambini di creare la loro città in miniatura dove far passare il trenino.

Set con tavolo

Alcuni set di trenini vengono proposti assieme a un tavolino sul quale costruire i binari e posizionare le altre componenti della ferrovia. Trenino con tavoloI set con tavolo presentano sia pro, sia contro: da un lato, offrono una superficie piana stabile e circoscritta a cui il bambino accede più facilmente proprio perché sollevata da terra; dall’altro, una volta occupato tutto lo spazio a disposizione sul tavolo, non è più possibile ampliare il set aggiungendo pezzi nuovi. I modelli con tavolo offrono, però, anche altri vantaggi: permettono di spostare il set a piacimento, senza dover smontare l’intera pista e ricostruirla nuovamente.

Alimentazione

Tralasciamo il discorso sui treni da modellismo, composti da sistemi elettrici e controlli particolari poco adatti ai bambini. Occupandoci, invece, dei trenini giocattolo, possiamo dire che le tipologie principali siano due: 

  • Trenini da spingere a mano, senza motore;
  • Trenini che funzionano con batterie stilo.

Se i trenini a spinta manuale sono anche quelli che richiedono meno manutenzione, quelli a batteria vengono apprezzati dai bambini soprattutto perché viaggiano da soli sulla pista, spesso riproducendo luci e suoni realistici. Tra questi, vi sono trenini attivabili anche a distanza tramite un telecomando oppure modelli che si attivano con la semplice spinta e possono essere, allo stesso modo, fermati bloccandoli con la mano. Ne sono un esempio quelli proposti da Duplo, che possono essere azionati sia manualmente, sia a distanza, tramite un’apposita app del telefono.Trenino a batteriaI trenini a batteria offrono in più ulteriori funzioni: oltre a poter avanzare anche in retromarcia, molto spesso emettono suoni e rumori realistici, sono dotati di luci anteriori e, nei modelli dallo stile classico, emettono anche il vapore dalla locomotiva, grazie a un piccolo serbatoio da riempire con acqua. Questa tipologie di trenini è perfetta, ad esempio, per decorare la casa durante il periodo natalizio.

Le domande più frequenti sui trenini

Quali sono le migliori marche di trenini?

Tra le migliori marche di trenini in circolazione menzioniamo, per prima, Brio: famosa per i suoi set in legno indistruttibili e trenini di tutti i tipi, dalle classiche locomotive ai treni ad alta velocità, Brio propone set ispirati dalle più disparate ambientazioni. I binari, rigorosamente in legno, sono standard e permettono di avere infinite opzioni di personalizzazione del percorso per il proprio trenino. I trenini Brio possono essere sia automatici, alimentati a batteria, sia manuali.
Simile a Brio è anche Hape: oltre a offrire, come Brio, diversi scenari e set compatibili tra loro, presenta anche comodi contenitori dove riporre tutti i pezzi del set per mantenerli in ordine o trasportarli; a differenza di altre marche, Hape offre set composti sia da parti in legno, sia da molte componenti in plastica.
Per altri trenini e set dello stesso genere consigliamo di dare un’occhiata a Melissa&Doug, KidKraft e Tiny Land.Trenino per modellismoSe invece propendete verso modelli a cavallo tra il giocattolo e il trenino da modellismo, vi potete rivolgere a marche come Märklin e la famosissima Lionel; entrambe offrono modelli sia per bambini, sia per adulti interessati al modellismo ferroviario.
Infine, per i più piccoli consigliamo i trenini di Chicco, Clementoni e Fisher Price, oppure, se non volete rinunciare al fascino dei mattoncini e delle costruzioni, potete sempre optare per uno dei set ferroviari di Duplo e Lego.

Qual è l’età migliore per iniziare a giocare con un trenino?

I 3 anni sono senza dubbio un buon momento per iniziare a giocare con un trenino. Tra i 2 e i 3 anni i modelli di trenino migliori sono quelli in plastica, molto grandi, colorati e dotati di effetti sonori e luci. Spesso sono ispirati ai numeri, alle lettere dell’alfabeto o agli animali.
Dai 4 anni in su i bimbi già perdono l’istinto di mettere gli oggetti in bocca: è questa l’età migliore per introdurre un trenino in legno o a batteria.
I trenini in scala elettrici sono invece consigliati ai bambini di età superiore ai 6-8 anni.

Quanto costa un trenino?

Il costo di un treno giocattolo varia molto in base ai materiali, alle componenti e dimensioni del set, al tipo di alimentazione e alle funzionalità presenti. Possiamo suddividere i trenini in quattro fasce di prezzo:

  • Trenini giocattolo in plastica per bambini piccoli: dai 10 ai 30 €;
  • Trenini in legno con binari inclusi: dai 30 ai 100 € a seconda della grandezza del set e dei pezzi inclusi;
  • Trenini a batteria con set completo di binari e altri accessori: dai 60 ai 200 €;
  • Trenini per modellismo e da collezione: dai 200 € in su;
  • Trenini singoli: dai 10 ai 40 € in base alle funzionalità e al numero di vagoni inclusi nel convoglio.

Dove si può acquistare un trenino?

I negozi di giocattoli ben forniti offrono di solito i modelli delle marche specializzate in trenini più diffuse, come Brio e Hape, e sicuramente anche i brand di giocattoli più popolari, come Lego, Duplo, Clementoni e Chicco. Nei negozi sul territorio è possibile vedere di persona e magari anche provare alcune delle opzioni presenti sul mercato.
Se, invece, avete già le idee chiare su tipologia (in legno, a batteria, ecc.) e, magari, anche sulla marca, optare per una piattaforma di vendita online è la soluzione migliore in termini di disponibilità di modelli e prezzi competitivi.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato