Le migliori raclette del 2019

Confronta le migliori raclette del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Qualescegliere.it
Autore
Redazione

4 Fattori decisivi per la scelta della raclette

1. Struttura

Cosa si intende per raclette? Genericamente con questo termine si intendono tre cose distinte, ma legate da una relazione stretta: il tipico formaggio semistagionato di origine svizzera, il piatto a base di questo formaggio che viene fuso e accompagnato con patate e altre pietanze ed infine lo strumento da cucina per realizzare tale pietanza. Raclette elettrica
Su questa pagina tratteremo proprio di quest'ultimo. Facciamo però prima di tutto un po' di chiarezza, ed esponiamo una prima distinzione tra raclette e fondue.

Raclette e fondue

La fondue

La fondue ha la forma di una pentola dalle piccole dimensioni nella quale si può sciogliere il formaggio, a cui attingere con una forchetta dalla caratteristica forma allungata.
La foto qui sotto è inequivocabile. Si tratta in questo caso di una fondue che funziona non con resistenza ma a gas.
Fondue a gas
La fondue si può impiegare anche per fondere il cioccolato e intingere pezzi di frutta.
Fondue di cioccolato
Gli esperti di cucina internazionale, procurandosi un modello dalla capienza medio-grande, potrebbero usarla anche per fare la classica "hotpot" mongola.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

La raclette

Al contrario, la raclette è costituita da un piano o più piani di cottura, e presenta una struttura simile a una piastra elettrica con appoggi laterali per le tipiche padelline per preparare il contorno, come funghi, patate e carne.
Vi sono raclette che prevedono anche la presenza di una fondue, come nella foto qui sotto.Raclette con fondue

Struttura della raclette

Adesso esaminiamo nel dettaglio la struttura della raclette, in modo da potervi dare alcuni termini di paragone per valutare da soli i modelli che più vi interessano.
Raclette per le occasioni speciali
La struttura della raclette elettrica è costituita da un piano superiore con superfici antiaderenti e nei casi migliori intercambiabili, da un piano inferiore per le padelline e un eventuale pannello anteriore o laterale per la regolazione della temperatura, oltre ai classici piedini antiscivolo e naturalmente al cavo di collegamento.
Poi, in aggiunta, in alcuni casi può essere dotata di una pentola per preparare la fondue: ne abbiamo visto un esempio sopra.
Per completezza d'informazione, la raclette esclusiva per la forma di formaggio è costituita da una struttura alla quale viene appoggiato il pezzo di formaggio, e da una fonte di calore che scioglie delicatamente la superficie esposta, come nella foto qui sotto.
Raclette esclusiva per formaggio

Dimensioni

Le dimensioni e il peso della raclette elettrica possono variare. Per valutare un modello è importante considerare il rapporto tra il piano cottura e l'ingombro complessivo.
Il modello più piccolo prevede la preparazione di cibo per un massimo di due persone, con due padellini laterali per lato. Una raclette di medie dimensioni potrà avere misure di circa 30 x 50 cm e potrà preparare contemporaneamente un massimo di 4 porzioni.
Per la scelta della vostra raclette ideale, tenete ben presente per quante persone volete impiegarla, che tipo di cibi desiderate cucinare e, ovviamente, lo spazio che avete a disposizione sul tavolo dove volete imbandire il banchetto.
A proposito, notiamo che in commercio vi sono raclette che presentano una forma rettangolare oppure una pianta ovoidale. La scelta tra le due varianti può dipendere dalla forma del tavolo sul quale volete impiegare la raclette.
È probabile che la raclette venga impiegata più per le occasioni particolari e nel weekend che quotidianamente: va quindi valutato anche se si disponga di un luogo apposito per riporla quando non la si usa.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Piani cottura

Piano superiore: forme e materiali

I piani di cottura della raclette elettrica possono essere diversi.Raclette con vari piani  di cottura
Il piano cottura superiore dei modelli più interessanti può prevedere dei piani removibili e intercambiabili, come nel modello qui sopra. 
Ci potrà essere un piano liscio in ghisa o in materiale antiaderente o vetro, così come in pietra ollare, e un piano rigato sempre in ghisa o in materiale antiaderente.
Nel migliore dei casi ci saranno delle scanalature laterali per la raccolta del grasso colato e una vaschetta di raccolta.
Alcuni modelli presentano metà della piastra in pietra e l'altra metà in materiale antiaderente, che può avere delle forme apposite per realizzare le crepes o le tortillas, esattamente come nella foto seguente.
Raclette con superfici differenti e intercambiabili
Esistono infine dei modelli più recenti di raclette che prevedono piani in vetro ultraresistente che permettono un monitoraggio diretto della cottura. Questa tipologia è esteticamente accattivante, ma richiede qualche attenzione in più circa la conservazione. Tenete presente infatti che il vetro è molto resistente, ma potrebbe graffiarsi. Come nel caso dei materiali antiaderenti consigliamo sempre di usare le palette di legno accessorie per rimuovere le pietanze dalle superfici.Raclette con piani cottura in vetro

Piano inferiore e padelline

Il piano di cottura inferiore sarà destinato all'inserimento delle padelline per la preparazione dei diversi cibi da contorno, come patate, funghi, polenta, cipolline, ecc...
Raclette padellina
Chiaramente la grandezza influirà anche sul numero delle padelline, da un minimo di 4 fino anche a raggiungere il doppio. Queste nel migliori dei casi avranno un manico termoisolante e potranno presentare un indicatore visivo della temperatura raggiunta per la cottura, come vedete in evidenza nella foto qui sotto.

Peso

Come anticipato il peso dipende sia dalla grandezza della raclette che dai materiali impiegati. Il peso può essere di un minimo di circa 1 kg fino anche a più di 8 kg. A prescindere dal peso, la raclette dovrà essere appoggiata necessariamente su un tavolo robusto e stabile, in modo da evitare pericolosi e spiacevoli ribaltamenti.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

2. Prestazioni

I migliori esemplari di raclette sono costruiti in materiali antiaderenti capaci di condurre il calore in modo uniforme, per cui i tempi di riscaldamento dovrebbero essere abbastanza rapidi.
Tuttavia facciamo notare che la velocità con cui la raclette riesce a raggiungere la temperatura ideale dipende anche dalla potenza, ovvero dal wattaggio che può essere più o meno elevato e proporzionato alla superficie da riscaldare.
La potenza di una raclette per 4 persone si aggira indicativamente intorno a 1000 Watt.
Va comunque considerato anche che, come per molti altri elettrodomestici, maggiore potenza significa sì una cottura veloce, ma anche un consumo di energia elettrica maggiore.
Un buon modello di raclette dovrebbe esser in grado di riscaldare il piano superiore di cottura e quello destinato alle padelline in tempi brevi, che non dovrebbero superare i 15 minuti. Nel caso delle raclette dotate di superficie di cottura in pietra ollare i tempi previsti per il riscaldamento sono invece più lunghi.
Ricordiamo inoltre che per capire quanto effettivamente una raclette sia veloce nel riscaldarsi potete osservare se è presente una spia luminosa di pronto cottura e quanto tempo ci impiega a segnalare che la temperatura desiderata è stata raggiunta.
Non stupitevi se essa non è presente, perché non si trova molto frequentemente.

3. Funzioni

Il terzo fattore decisivo per la scelta della raclette riguarda le funzioni presenti per la realizzazione dei vostri manicaretti.
I modelli più basilari e semplici non sono dotati di funzioni particolari, escluso il solo pulsante di accensione e spegnimento.

Raclette interruttore
Invece i modelli più pregiati permettono di sfruttare alcune funzioni che possono veramente facilitarne l'uso in modo da ottenere sempre una cottura perfetta. Vediamo allora nel dettaglio di che cosa si tratta.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Termostato

Il termostato regolabile è la funzione più ovvia ma anche più interessante che potrete trovare su una raclette di qualità medio-alta.
Come potete intuire, quanto più la regolazione della temperatura sarà precisa, tanti più cibi e piatti diversi saranno realizzabili, riducendo il rischio di bruciarli. Infatti vi sono cibi che richiedono una cottura lenta e graduale, come appunto il formaggio, altri invece che si preparano più velocemente e che richiedono temperature più elevate.
Alcune raclette elettriche per uso domestico presentano un termostato con solo due livelli di regolazione della temperatura, una per la cottura più lenta e una per quella più rapida, mentre i modelli più evoluti presentano una regolazione molto più accurata e precisa, con anche 6 livelli diversi, come quella che vedete nella foto seguente.

Raclette spie luminose e regolazione temperatura

Spie luminose

Sulla raclette si possono trovare delle spie luminose il cui significato è di solito ben specificato nel manuale delle istruzioni, sia per indicare la fase di preriscaldamento che il pronto cottura.
Alcuni modelli prevedono anche indicatori luminosi sul manico della padellina stessa per indicarvi che la temperatura per la cottura è stata raggiunta e che potete procedere a mettervi il cibo.
Infine in alcuni modelli potrete trovare la funzione mantenimento in caldo o comunque impostare la raclette a temperature più basse con le quali non correrete il rischio di bruciare le vostre pietanze.
Tenete sempre presente che la raclette prevede un tipo di cottura lenta e paziente, che può quindi risultare perfetta per intrattenersi con gli amici a tavola magari in un freddo sabato sera d'inverno.

4. Praticità

La praticità d'uso riguarda non solamente l'impiego vero e proprio della raclette, ma anche le modalità di pulizia. Occupiamoci allora separatamente di questi due aspetti, che insieme costituiscono il quarto fattore decisivo nella scelta della raclette.

Facilità di utilizzo

Per quanto riguarda la facilità di utilizzo, anche se la raclette è un prodotto che di solito non presenta grande complessità, dovrebbe avere in dotazione nella confezione un manuale di facile lettura, considerando anche che la raclette elettrica è un prodotto ancora relativamente recente sul mercato italiano, escluse naturalmente le zone alpine al confine con Francia e Svizzera.
Anche gli accessori forniti in dotazione possono contribuire ad aumentare la praticità d'uso di una raclette.
Raclette palette in legno
Gli accessori che potete trovare nella confezione possono essere delle palette di legno, in modo che ciascun commensale sia libero di servirsi autonomamente dalla raclette posizionata sul tavolo, senza graffiare le superfici antiaderenti. Le palette e le padelline di ricambio si possono acquistare anche separatamente.
Infine merita attenzione anche la lunghezza del cavo: soprattutto se il tavolo è un po' distante dalla presa della corrente sarà bene accertarsi che la lunghezza del cavo sia sufficiente. Se il cavo, come spesso accade, ha una lunghezza di 1 metro, e questa non fosse sufficiente, potrete usare una prolunga.

Pulizia

Per quanto riguarda invece la pulizia, vi potrebbe interessare osservare quante e quali componenti sono effettivamente removibili e se possono essere lavate anche in lavastoviglie.

Raclette parti removibili e lavabili

Abbiamo visto che la piastra superiore di cottura di una raclette può esser di materiali diversi e di tipo diverso. I materiali antiaderenti sono talvolta delicati e richiedono il lavaggio a mano con detergente delicato e spazzolino dalle setole morbide. Ricordiamo che per ammorbidire le incrostazioni il bicarbonato può aiutare molto, anche se richiede un po' di tempo per l'ammollo.
Alcune raclette prevedono di poter rimuovere anche la resistenza dal corpo della macchina: questa possibilità facilita di molto la pulizia.
La pietra ollare che potrete trovare su alcuni modelli merita qualche attenzione in più. Infatti le pietre ollari sono sensibili agli sbalzi di temperatura, per cui è meglio non sollecitarle lavandole con getti di acqua fredda quando sono ancora calde. Raccomandiamo di lasciarle raffreddare prima di procedere alla pulizia in acqua tiepida, a mano, con limone o aceto. Nel caso di incrostazioni potete usare tranquillamente uno spazzolino.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della raclette

I materiali sono importanti?

I materiali con i quali la raclette è costruita sono importanti, sia in termini di durabilità nel tempo che di affidabilità, visto che si tratta di un elettrodomestico che viene a contatto con il cibo. I materiali impiegati per le superfici di cottura e le padelline sono quindi idonei per l'uso in cucina. Quelli più comuni sono alluminio pressofuso antiaderente, acciaio inox, ghisa, vetro temperato, vetroceramica e altre leghe capaci di distribuire bene il calore e la pietra ollare. Un aspetto importante da considerare legato al materiale impiegato riguarda la manutenzione e la pulizia. Non va infatti trascurato che i componenti removibili in materiali lavabili anche in lavastoviglie possono risultare preferibili e più comodi di quelli che prevedono il solo lavaggio a mano.

La marca è importante?

Non riteniamo che la marca sia fondamentale, a meno che non siate degli estimatori appassionati di questo tipo di cottura e vogliate usare la raclette molto e spesso. Sicuramente la lunga tradizione svizzera e savoiarda ha dato origine alle migliori industrie produttrici di raclette, tuttavia notiamo che la diffusione di questo stile di cottura in tutta Europa, soprattutto centro-settentrionale, ha portato sempre più aziende specializzate nella produzione di elettrodomestici da cucina a proporre le loro particolari varianti di raclette elettrica per uso privato. In Italia la raclette non è ancora molto diffusa e conosciuta, se non nelle regioni alpine. I marchi più prestigiosi sono quindi quelli svizzeri e francesi come TTM e Lagrange. Tra le marche più commerciali ricordiamo invece la Severin e la Russell Hobbs.

Il prezzo è importante?

Come abbiamo detto la raclette in Italia è ancora un prodotto abbastanza di nicchia, ed è molto probabile che nelle regioni più legate alla tradizione culinaria propriamente mediterranea risulti quasi sconosciuta. Pertanto, oltre alla qualità dei materiali impiegati è possibile che i prezzi possano rispecchiare l'effetto novità di questa tipologia di prodotto: in generale possiamo individuare una fascia bassa, fino ai 40 Euro, dove si trovano i modelli più semplici e basilari, e una fascia di prezzo più alta in cui si collocano i prodotti più complessi e versatili, magari dotati di diverse superfici di cottura e fatti in materiali più pregiati. Segnaliamo anche che si trovano sul mercato dei barbecue elettrici che prevedono la presenza delle classiche padelline da raclette a prezzi del tutto contenuti, che potreste quindi valutare nel caso non voleste spendere molto per la vostra prima raclette.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori raclette del 2019?

La tabella delle migliori raclette del 2019 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Rommelsbacher RCC 1500 125,64 €
Russell Hobbs 21000-56 34,99 €
Severin RG 2343 45,00 €
Severin RG 2341 61,94 €
Klarstein 10022268 Entrecote 69,99 €

Raclette: tutti i prodotti recensiti

"Raclette": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

Rommelsbacher RCC 1500

Migliore offerta: 129,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Russell Hobbs 21000-56

Migliore offerta: 34,99€

La più venduta

Severin RG 2343

Migliore offerta: 45,00€