Cosa si può fare con il tritatutto

Alessandra.zunino
Autore
Alessandra

Il tritatutto è uno di quegli elettrodomestici davvero indispensabili, poiché in grado di svolgere svariate funzioni pur essendo un prodotto economico e molto compatto.
In base alla fascia di prezzo, alla capienza della ciotola e alla potenza del motore integrato i tritatutto saranno più o meno versatili, dunque per conoscere le caratteristiche di base di questo accessorio e valutare il modello più adatto alle vostre esigenze vi consigliamo di leggere la nostra guida all'acquisto.
Ricordiamo che spesso questo accessorio viene fornito in dotazione quando si acquista un frullatore ad immersione, ma, rispetto ai modelli acquistabili singolarmente, questi prodotti sono solitamente meno versatili.
Ma cosa può fare esattamente un tritatutto? Quali sono le preparazioni di base che si possono realizzare con tutti i modelli e quali invece possono essere svolte solo dai prodotti di fascia alta?
Cosa fare con il tritatutto
In questo articolo approfondiremo proprio questa tematica e vi forniremo una breve panoramica sulle varie modalità di utilizzo di questo pratico accessorio da cucina. Buona lettura dal team di QualeScegliere.it!

Tre modi per usare al meglio il tritatutto

Tritare ingredienti secchi

Come si evince dal nome, la funzione di base del tritatutto è quella di lavorare gli ingredienti per ottenere dei triti. Non tutti sanno però che è possibile trattare differenti tipologie di alimenti.
Il primo gruppo di ingredienti che è possibile lavorare con il tritatutto sono gli alimenti secchi. Con questo termine intendiamo tutti quei cibi che hanno una percentuale di acqua molto bassa. Con il tritatutto questi alimenti potranno essere polverizzati, mentre con gli ingredienti freschi si otterrà una consistenza molto diversa.
Tritare ingredienti secchi
Gli ingredienti che appartengono a questo gruppo sono quindi pane secco, frutta secca, formaggio stagionato, biscotti o erbe aromatiche.
La consistenza del trito ottenuto potrà essere quasi sempre regolata in base alle proprie esigenze, ma la maggior parte dei tritatutto non dispone di selettori di velocità. Per regolare lo spessore del trito sarà quindi necessario effettuare lavorazioni più o meno lunghe. In generale è possibile affermare che maggiore è il tempo di lavorazione più fine sarà il trito ottenuto. Se, ad esempio, volete realizzare del pan grattato sarà necessario tritare il pane secco per un tempo più lungo, mentre per ottenere della mollica da utilizzare per le polpette basteranno pochi secondi di lavorazione.
La possibilità di lavorare questi ingredienti è infine un ottimo modo per limitare gli sprechi, dando nuova vita ad alimenti che altrimenti finirebbero nella pattumiera.

Tritare ingredienti freschi

Oltre agli ingredienti secchi potranno essere lavorati anche ingredienti freschi di vario genere: verdure cotte e crude, carne, pesce, frutta o erbe aromatiche.
Per ogni alimento il risultato ottenuto sarà differente: con le verdure cotte sarà possibile realizzare vellutate, creme o passati e con la carne e con il pesce si potranno preparare tartare o impasti per polpette.
Tritare ingredienti freschi
Anche in questo caso la finezza del trito varierà in base al tempo di lavorazione. Ricordiamo che per ottenere un risultato cremoso, ad esempio con le verdure cotte, sarà necessario aggiungere piccole quantità di liquido.tritatutto trito verdure cotte
La possibilità di lavorare questo tipo di ingredienti è molto utile perché da un lato consente di risparmiare tempo evitando di tritare al coltello, dall'altro perché permette di ottenere risultati ottimali in tempi brevi, senza effettuare grossi sforzi e senza dover sporcare diversi utensili.

Montare ed emulsionare

Molti modelli di tritatutto, non necessariamente molto costosi, permettono anche di montare ed emulsionare. Per effettuare queste preparazioni viene solitamente fornito un accessorio aggiuntivo, ovvero una guarnizione "a farfalla" da utilizzare in sostituzione alle lame.
tritatutto guarnizione per montare
Con l'ausilio di questo componente extra sarà quindi possibile realizzare preparazioni semplici, come la panna montata, e preparazioni più complesse come le salse.
Ricordiamo, però, che per alcuni tipi di salse come la maionese sarà necessario inserire degli ingredienti a filo. In questo caso è importante assicurarsi di acquistare un prodotto che consenta l'aggiunta di ingredienti in fase di lavorazione.
Segnaliamo infine che sarà possibile emulsionare anche salse a base di erbe aromatiche, come ad esempio il pesto di basilico. In questo caso bisogna prima lavorare gli ingredienti con le lame ed in seguito aggiungere l'olio a filo utilizzando la guarnizione a farfalla, fino ad ottenere la giusta consistenza.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.