Come decorare la casa a Natale risparmiando sulla bolletta

Le decorazioni natalizie per una casa scintillante e meno costi in bolletta

Il rito degli addobbi natalizi è un momento appassionante, che stuzzica da sempre la creatività di adulti e bambini per ottenere un unico risultato: una casa festosa e illuminata per un Natale da ricordare! Allo scopo, però, serve sicuramente un investimento di tempo e denaro. Le lucine che illuminano l'interno e l'esterno della casa, infatti, incidono notevolmente sul costo della nostra bolletta. Per questo motivo abbiamo deciso di darvi una mano a spendere meno con una piccola lista di consigli, grazie ai quali cercheremo di aiutarvi a contenere le spese energetiche senza rinunciare ad un Natale scintillante.

Luci di Natale

Che cosa serve per i decori natalizi a basso consumo?

Per risparmiare sui consumi elettrici durante il periodo natalizio dovete stare al passo coi tempi: buttate via le vecchie serie di luci che conservate nella scatola delle decorazioni e passate alla tecnologia al LED, che ha un costo leggermente superiore ma permette di risparmiare fino all’80% sui consumi, oltre a durare un'eternità! Le luci al LED, a differenza degli obsoleti bulbi a fluorescenza, offrono anche il vantaggio di accendersi più velocemente e sono disponibili in un'ampia gamma di colori.
A seguire una piccola lista con tutto il necessario per illuminare la vostra casa a festa:

  • Luci LED con proiettore: un'ottima soluzione per illuminare e decorare la casa, sia dentro che fuori;
  • Tenda a cascata luminosa: illuminazione da esterno per chi preferisce le luci tradizionali, pensata principalmente per decorare il tetto e la facciata della casa;
  • Luci LED a effetto pioggia: ideali per creare una sorta di “cielo stellato”. Sono illuminazioni a basso costo per decorare l’esterno di una casa, un abete o un presepe;
  • Luci per presepe: serie di luci per illuminare il presepe. Il cavo è verde e le luci sono ben distanziate per coprire un’ampia superficie con un solo cavo;
  • Luci per albero di Natale: candele al LED per illuminare l’albero di Natale;
  • Interruttori dimmer: utili per gestire anche altre fonti di luce;
  • Presa elettrica programmabile: accessorio utile sia nel periodo natalizio che nel resto dell’anno. Permette di programmare gli orari di accensione e spegnimento dei dispositivi elettrici collegati;
  • Candele di Natale: ce ne sono di tantissimi tipi e permettono di risparmiare sui consumi energetici, regalando comunque un'atmosfera natalizia tradizionale.

3 consigli per decorare la casa a Natale risparmiando sulla bolletta

1) Collocazione delle luci: interni ed esterni

Candele di Natale

La prima cosa da fare per ridurre i consumi energetici è quella di organizzare gli spazi, quindi trovare la giusta collocazione delle luci che faranno risplendere l’interno e l’esterno della casa. Uno degli errori più comuni, infatti, è quello di concentrare la presenza di luci in un solo angolo della casa oppure di posizionare l’albero di Natale accanto ad un finestra da cui entra molta luce. Ricordate che la regola d’oro da seguire è valutare la presenza di altri elementi luminosi presenti dentro e fuori dalla vostra casa.

Per una giusta collocazione delle luci all’interno della casa consigliamo di seguire alcune semplici indicazioni:

  • Evitare di posizione l’albero o il presepe sotto un lampadario;
  • Tenere lontano il presepe e l’albero dalla TV;
  • Se è presente un camino, non è consigliato addobbare la mensola con le luci artificiali, poiché il fuoco acceso le renderebbe meno visibili;
  • Decorare angoli bui della casa, lontano dalle finestre;
  • Posizionare degli specchi il più vicino possibile all’albero e al presepe, per ottenere il doppio della luminosità con una sola fonte di luce elettrica o LED;
  • Utilizzare tante candele per rendere il vostro soggiorno ancora più natalizio e... a basso consumo!

Ecco invece una serie di consigli per l'esterno:

  • Meglio decorare un albero del giardino che sia ben visibile;
  • Non illuminare un albero se è vicino ad un lampione;
  • Evitare di sprecare energia preziosa se è la strada è già ricca di illuminazioni;
  • Usare meno luci ma disposte uniformemente, per illuminare in modo omogeneo la casa e l’albero.

Naturalmente la vostra fantasia ha la priorità assoluta e quelli poc’anzi descritti sono solo piccoli consigli, che però possono contribuire ad ottenere un buon risultato spendendo meno.

2) I tempi: accendere le luci quando serve

Illuminazioni per albero di Natale

A Natale, come spesso accade, le luci è più facile accenderle che ricordarsi di spegnerle. Questa è una cattiva abitudine molto frequente che il più delle volte porta a tenere accese le illuminazioni tutto il giorno, anche quando non serve. Per questo motivo vi consigliamo di utilizzare una presa programmabile, che terrà le luci accese solamente quando è davvero necessario. In altri casi, invece, potrebbe servire tenere accese le illuminazioni natalizie e le luci della casa nello stesso momento della giornata; in una situazione come questa sono molto utili gli interruttori dimmer, utili a regolare l’intensità luminosa di una lampada collegata ad una presa elettrica.

3) Gli orari: le fasce di consumo maggiore

Proiettore luci

Forse non tutti lo sanno, ma fare una lavatrice alle undici del mattino o alle otto di sera non è la stessa cosa, perché il costo della bolletta varia proprio in base alla fascia oraria. Fare delle stime precise non è possibile, poiché le tariffe variano a seconda dell’azienda che eroga l’elettricità nella vostra zona, ma la regola generale vuole appunto che il consumo di energia vada modulato in base all'orario. Tenere accese le luci di Natale al mattino o quando splende il sole, ad esempio, è senza alcun dubbio una pessima idea!

Normalmente i contatori elettronici rilevano i consumi suddividendoli in tre fasce orarie:

A) La fascia in cui si spende di più: dal lunedì al venerdì nelle ore comprese tra le 8 e le 19.00;
B) Qui i consumi sono inferiori alla fascia precedente, ma per spendere meno bisogna utilizzare l’elettricità dal lunedì al venerdì tra le 7.00 e le 8.00 e le 19.00 e le 23.00, mentre il sabato dalle 7.00 alle 23.00 (escluse le festività nazionali);
C) L’ultima fascia è quella più economica, anche se prevede un utilizzo della corrente in orari molto particolari: dal lunedì al sabato tra le 23.00 e le 7.00, mentre la domenica e i festivi tutta la giornata.

Insomma, state pur certi che il giorno di Natale le vostre decorazioni potranno sfavillare tutto il giorno al minimo della spesa!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!